13 FEB 2001

Intervento di Benedetto Della Vedova sulla emissione deliberata nell'ambiente di organismi geneticamente modificati

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 10 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Benedetto Della Vedova sulla emissione deliberata nell'ambiente di organismi geneticamente modificati", registrato a Parlamento Europeo martedì 13 febbraio 2001 alle 00:00.

Sono intervenuti: Benedetto Della Vedova (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Agroalimentare, Ambiente, Bonino, Commissione Ue, Controlli, Lista Bonino, Ministeri, Parlamento Europeo, Proibizionismo, Ricerca, Salute, Ue, Veronesi.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Benedetto Della Vedova

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, signor Commissario, signor relatore, a nome dei deputati radicali della Lista Bonino, esprimo il convinto appoggio alla direttiva sull'emissione volontaria di OGM nell'ambiente. Ci sono voluti tre anni - troppi - da quando la Commissione Santer, sotto l'impulso di Emma Bonino e Ritt Bjerregaard, allora Commissari ai consumatori e all'ambiente, presentò la proposta di modifica della vecchia direttiva 90/220/CEE, proposta sfociata poi nel testo oggi in discussione, che domani voteremo. Voteremo a favore, perché riteniamo che la proposta di direttiva garantisca un quadro giuridico rigoroso per l'autorizzazione di OGM, a tutela dei consumatori, degli operatori economici e dei ricercatori. Sono stati richiamati gli elementi di innovazione importante, la valutazione del rischio ambientale, il monitoraggio del rischio; la nuova legislazione incorpora inoltre il principio di precauzione, la cui applicazione ideologica ed estensiva, che troppo spesso ci viene proposta, per altro porterebbe all'effetto paradossale di paralizzare non solo la ricerca e l'innovazione in campo agroalimentare ma perfino aspetti comunemente accettati dal nostro modo di vivere, come ha richiamato nei giorni scorsi il Ministro italiano della sanità, Umberto Veronesi, scienziato prima ancora che ministro. Sono state migliorate l'etichettatura e la rintracciabilità ed è stato previsto un meccanismo d'informazione al pubblico. Più in generale, io credo che questa direttiva rappresenti un passo avanti nella sconfessione dell'approccio proibizionista nei confronti delle novità scientifiche.
    0:00 Durata: 2 min 10 sec