24 OTT 2002

Intervento di Benedetto Della Vedova sull'abuso di informazioni privilegiate e manipolazione del mercato (abusi di mercato)

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 59 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Benedetto Della Vedova sull'abuso di informazioni privilegiate e manipolazione del mercato (abusi di mercato)", registrato a Parlamento Europeo giovedì 24 ottobre 2002 alle 00:00.

Sono intervenuti: Benedetto Della Vedova (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Autorita', Censura, Comunicazione, Democrazia, Enron, Finanza, Informazione, Mercato, Parlamento Europeo, Privacy, Scandali.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Benedetto Della Vedova

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, signor Commissario, signor relatore, la commissione economica e monetaria ha fatto un ottimo lavoro su questa direttiva. Credo però che si debba avere qualche consapevolezza; tutti abbiamo ben presente la questione Enron e gli altri scandali finanziari, ma la premessa deve essere quella di non illudersi che sarà una nuova legge, una nuova regolamentazione, una nuova authority a risolvere il problema degli abusi di mercato e della strumentalizzazione delle informazioni. Può darsi che ci si avvicini, per approssimazioni successive, a una situazione migliore, ma non illudiamoci - ripeto - che sia la nuova legge, la nuova direttiva, la nuova authority a definire, una volta per tutte, la questione della trasparenza e dell'assenza di abusi nei mercati finanziari. Ci sono poi alcuni dubbi particolarmente gravi, quando la regolamentazione va ad intaccare i meccanismi attraverso cui le informazioni affluiscono al mercato, in primo luogo attraverso l'opera dei media . Anche qui, storicamente, lo strumento più efficace per impedire manipolazioni e un uso strumentale delle informazioni, riservate o no, è il mercato, la sanzione sull'affidabilità e sull'autorevolezza dei mezzi di produzione e di diffusione delle informazioni. Concordo con le parole dette dal collega Huhne e con l'emendamento presentato dai colleghi Huhne e Villiers, e credo che ci si debba astenere da una normativa specifica e rigida, che finirebbe inevitabilmente per implicare un controllo sulla libertà di stampa, sulla libertà dell'esercizio della professione giornalistica. Dobbiamo quindi rifuggire dall'illusione di controllare e garantire per legge la bontà delle informazioni dei giornalisti economico-finanziari. Per di più, correremmo un rischio che porterebbe a poco o nulla, perché, se qualcuno vuole usare in modo inappropriato le informazioni di cui dispone, questo modo lo trova comunque, quale che sia la legge che disciplina la materia.
    0:00 Durata: 2 min 59 sec