11 MAR 2003

Intervento di Benedetto Della Vedova sul sistema europeo di banche centrali e Banca centrale europea

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 21 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Benedetto Della Vedova sul sistema europeo di banche centrali e Banca centrale europea", registrato a Parlamento Europeo martedì 11 marzo 2003 alle 00:00.

Sono intervenuti: Benedetto Della Vedova (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Accordi Internazionali, Banca Centrale Europea, Banche, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Economia, Lussemburgo, Nizza, Parlamento Europeo, Polonia.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Benedetto Della Vedova

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, signor Commissario, ci troviamo di fronte a un compromesso che ha raggiunto un solo obiettivo chiaro: quello del consenso unanime all'interno del Consiglio dei governatori, che non è esattamente quello di cui la Banca centrale europea ha bisogno in vista dell'allargamento. L'equilibrio di poteri e di responsabilità tra parlamenti, governi e autorità indipendenti - l'indipendenza della Banca centrale europea è un bene prezioso che ben ha operato e che va tutelato - non implica che le autorità indipendenti decidano sulle modalità del loro funzionamento o, come in questo caso, sulle modifiche ai meccanismi di funzionamento, tanto più quando si tratta di allargare un club. E' chiaro che i membri esistenti del clubhanno presentato una proposta che, innanzitutto, tutela loro stessi e le loro prerogative contro, in qualche modo, le prerogative dei membri che in questo club entreranno successivamente. E' chiarissimo. Credo che vi sia un grave vizio di metodo che ha portato a questa situazione e ad una proposta che presenta una serie di difetti, che già sono stati sottolineati dall'onorevole Huhne il quale ha affermato che la gerarchia tra paesi è discutibile. Non me ne voglia il collega Goebbels, ma, solo per fare un esempio, anch'io penso che il ruolo del Lussemburgo non possa essere superiore a quello della Polonia. Certo, la proposta della Banca centrale europea arriva in ossequio al Trattato di Nizza, che peraltro prevedeva che il Consiglio potesse decidere su una proposta o della BCE o della Commissione. Io credo che debba essere la Commissione, azzerando in qualche modo la situazione, a formulare una propria proposta tenendo presenti le indicazioni del Parlamento. La BCE verrà consultata, ma non può essere il promotore di questa decisione che la riguarda così da vicino.
    0:00 Durata: 2 min 21 sec