13 GEN 1998

Intervento di Olivier Dupuis sull'attività della Commissione europea per la promozione dei diritti umani in Tibet e in Cina

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 34 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Olivier Dupuis sull'attività della Commissione europea per la promozione dei diritti umani in Tibet e in Cina", registrato a Parlamento Europeo martedì 13 gennaio 1998 alle 00:00.

Sono intervenuti: Olivier Dupuis (parlamentare europeo, Lp).

Tra gli argomenti discussi: Are, Cina, Commissione Ue, Diritti Umani, Imbeni, Pancen Lama, Parlamento Europeo, Radio, Tibet, Unione Europea, Wei Jing Sheng.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Olivier Dupuis

    parlamentare europeo (LP)

    - (FR) Signora Presidente, signor Vice-presidente, onorevoli colleghi, concordo perfettamente, come il nostro gruppo del resto, sull"esigenza di aumentare il coordinamento, di unificare i servizi e di razionalizzare una serie di cose. Ma è fondamentale avere una responsabilità politica e, molto spesso, abbiamo riscontrato delle difficoltà nel comprendere su chi essa ricadesse in seno alla Commissione. Esprimo le mie congratulazioni alla onorevole Lenz ed all'onorevole Imbeni che hanno redatto due relazioni che vanno in questa direzione. Tuttavia, il punto 7 della relazione dell'onorevole Imbeni, in cui chiede alla Commissione di riferire in merito a tutti i casi in cui i govemi dei paesi terzi si oppongono a progetti per la tutela dei diritti dell'uomo, mi sembra un po' contestabile. Penso che potremmo elaborare un allegato ed aggiungere "alle istanze dell'Unione europea" poiche, come alcuni colleghi sanno, se un certo numero di progetti rimane bloccato per lunghi mesi in Commissione per ottenere i fondi che sono stati stanziati, ci sono anche altri progetti. Sono oltremodo lieto della presenza del Commissario Brittan poiché alcuni progetti molto importanti riguardanti la democratizzazione e la salvaguardia dei diritti dell'uomo giacciono nei cassetti dei servizi della Commissione da due anni. Un progetto per la radio "Boys Tibet" attende da due anni il via libera della Commissione. Gradirei ricevere una risposta dal Commissario su questo punto. Gradirei anche che rispondesse ad alcune domande poste, a più riprese, dal nostro Parlamento, in merito ad un certo numero di personalità che si trovano in prigione. Si tratta di Wang Dan, I-lada, Nawang Choepel e del giovane Panchen Lama (Gedhun Choekyi Nyima) dei quali siamo senza notizie sebbene abbiamo più volte sollecitato un intervento della Commissione in vista della liberazione di migliaia, addirittura centinaia di migliaia di prigionieri politici in Cina ed in altri paesi dell'Asia. Sarei lieto, signor Commissario, che, cosi come gli Stati Uniti hanno ottenuto la liberazione di Wei Jingsheng, anche la Commissione potesse annunciare rapidamente la liberazione delle quattro personalità menzionate poc'anzi, come anche di altre persone che non ho citato oggi.
    0:00 Durata: 2 min 34 sec