23 APR 2015

Il Caso Fenice: diossina nel latte materno - Redazionale di Maurizio Bolognetti

EDITORIALE | di Maurizio Bolognetti - Latronico - 00:00 Durata: 5 min 5 sec
A cura di Guido Mesiti
Player
Latronico(23 aprile) – Come attestato dalle ultime analisi prodotte a gennaio 2015 dall’Agenzia regionale per l’ambiente di Basilicata, l’inceneritore Fenice, ubicato nella piana di Melfi, continua ad inquinare le matrici ambientali.

Analisi sul latte materno, prodotte dal Movimento Cinque Stelle, hanno documentato la presenza di diossina nel latte di una donna di Lavello.

Intanto, la gestione del ciclo dei rifiuti in Basilicata continua ad essere tutt’altro che virtuosa come testimoniato dal collasso della discarica di Matera, che ha avuto come conseguenza un ulteriore conferimento
di Rsu presso l’inceneritore di proprietà della multinazionale francese Edf.

leggi tutto

riduci