24 OTT 1996

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla politica dell'Unione europea nei confronti dell'Afghanistan

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 23 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla politica dell'Unione europea nei confronti dell'Afghanistan", registrato a Parlamento Europeo giovedì 24 ottobre 1996 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Tra gli argomenti discussi: Afghanistan, Bonino, Commissione Ue, Democrazia, Diritti Umani, Droga, Guerra, Integralismo, Parlamento Europeo, Religione, Talebani, Traffico.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    Signora Presidente, mi compiaccio in modo particolare che il Parlamento europeo abbia deciso di mettere al primo punto delle urgenze la questione intollerabile del regime repressive e oscurantista che si e abbattuto su un paese già tragicamente sconvolto da oltre quindici anni di guerra civile. È una situazione che interpella la comunità internazionale ma alla quale la comunità internazionale non ha saputo dare sinora una risposta concreta. Sappiamo infatti che al dramma della lotta tra le fazioni che nasconde profondi interessi legati a un traffico di droga che in alcuni casi conviene non reprimere, bensì magari favorire, si somma praticamente un`ulteriore drammatica situazione per quanto riguarda le donne afghane, oggi minacciate di lento ma inesorabile sterminio, visto che sono private di cure mediche se sono affidate agli uomini e viste tutte le altre innumerevoli vessazioni cui sono soggette per il regime dei taliban. Consci di tutto ciò, siamo preoccupati e sconcertati nel constatare l'apatia, l'ignavia, la codardia con quale la comunità internazionale e anche l'Unione, a dire la verità, sta rispondendo. Da questo punto di vista non possiamo che salutare e rendere omaggio alla Commissione europea, in particolare alla signora Commissario Bonino, che ha osato chiedere, con il consenso poi di tutto il Collegio, di assumere un atteggiamento coraggioso per squarciare il velo di silenzio. Dal momento che questo regime per motivi oscuri è appoggiato da una grande potenza a noi amica, ebbene in questo caso, umani, democrazia, rispetto delle regole sono messe in secondo piano e si preferisce passare sotto silenzio una tragedia che invece e sempre più grave e drammatica.
    0:00 Durata: 2 min 23 sec