09 DIC 1996

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sullo statuto costituzionale dei partiti politici

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 1 sec
Scheda a cura di Andrea Maori

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sullo statuto costituzionale dei partiti politici", registrato a Parlamento Europeo lunedì 9 dicembre 1996 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Tra gli argomenti discussi: Are, Europa, Finanziamento Pubblico, Istituzioni, Parlamento Europeo, Partiti, Ue.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    Signor Presidente, credo che la nostra Assemblea debba essere riconoscente all'onorevole Tsatsos per essere riuscito in un esercizio molto difficile e aver saputo, con grande abilità, portare in porto un problema tanto spinoso e con tanti punti in sospeso. In particolare, ha saputo conciliare le esigenze, o meglio le aspettative, di coloro che nei partiti europei vedono la sommatoria, owero una sorta di foro europeo di partiti nazionali, e di altri, ad esempio come me che milito in un partito che vuole essere n-ansnazionale, che credono che il partito europeo, in quanto tale, debba sostanzialmente essere qualcosa di distinto e di autonomo rispetto alla pur rispettabile necessità che le posizioni dei partiti nazionali siano armonizzate e coordinate. Trovo il tentativo dell'onorevole Tsatsos interessante; vedremo quali ne saranno gli sviluppi in sede di Conferenza intergovemativa. Siamo evidentemente favorevoli alle possibilità di adesione direttamentre, per quanto riguarda il finanziamento, rendo omaggio all'onorevole Tsatsos per aver saputo non pronunciarsi decisamente se occorra o meno un finanziamento, ed essersi limitato a descrivere il quadro giuridico. In quel quadro il nostro gruppo chiede che ai partiti siano forniti servizi e non soldi, anche perché la legislazione in alcuni paesi membri vieta questo tipo di finanziamento.