03 AGO 1963
dibattiti

Seminario internazionale di discussioni sulle tecniche della nonviolenza

CONVEGNO | - Perugia - 00:00 Durata: 2 ore 27 min
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
La nonviolenza come amore: l'atteggiamento verso le varie categorie di esseri (1-10 agosto, Terza giornata) Edmondo Marcucci tratta l'aspetto della nonviolenza verso gli animali.

"La considerazione del mondo animale ci porta a pensieri pessimistici.

Possiamo noi, esseri razionali, fare qualche cosa per esso?".

Marcucci propone il sistema alimentare vegetariano col rifiuto di cibi animali.

In questo modo si risparmiano molte vite e dolore agli esseri animali più vicini a noi.

Il vegetarismo è una educazione alla nonviolenza, perchè chi non vuole uccidere animali nemmeno per cibarsi, può darsi
che non ucciderà uomini in guerra.

Il professor Fornai informa sui moderni metodi della psichiatria nella cura dei pazzi.

Il malato può avere un dialogo, un rapporto col medico se questi s'inserisce con metodo nonviolento, di interesse e identificazione della sua personalità.

Danilo Dolci, di ritorno dal Congresso di Stavanger in Norvegia, della War Resisters International, porta il suo contributo ai lavori del seminario.

Indica nella coscienza individuale un punto di riferimento fondamentale.

Un gruppo impegnato, teso a fare esprimere ciascuno nel modo più reale contribuisce alla realizzazione dell'individuo, sollecita maggior tensione: il gruppo è un indicatore morale più sicuro della coscienza individuale.

Per il futuro si può pensare una pianificazione unitaria di qualità, gruppi di obiettori di coscienza, capaci di impegno per una pianificazione più unitaria e mondiale, e capiaci di silenzio e di riflessione.

leggi tutto

riduci