04 AGO 1963
dibattiti

Seminario internazionale di discussioni sulle tecniche della nonviolenza

CONVEGNO | - Perugia - 00:00 Durata: 2 ore 1 min
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
La nonviolenza come esempio, come sacrificio (1-10 agosto, Quarta giornata) Il professore Aldo Stella espone la posizione del libero cristiano verso la nonviolenza.

Il Cristianesimo è una sublimazione della nonviolenza.

L'avvocato Luigi Clementi cattolico-romano trova utopistico l'ideale della nonviolenza perchè vuole arrivare troppo lontano.

Il professore Peder Cadogan nota che le religioni storiche sono state chiuse e dogmatiche, ma furono un grido di speranza nella povertà.

Il Cristo dei poveri e non quello dei potenti dà un contributo valido alla nonviolenza.

Si possono salvare gli
elementi creativi della cristianità trascurando dogmi e chiese.

Aldo Capitini enuncia esempi di azione religiosa nonviolenta, dal francescanesimo: il servo di Dio deve comportarsi in modo che con l'esempio, la parola, la fermezza interiore, sia di aiuto agli altri.

Tutte le azioni nonviolente debbono essere pubbliche - è un impegno che viene preso davanti a tutti.

Questo esempio può diventare la Croce.

Valore del diguno gandhiano che era un prendere su di sè il male degli altri.

Valore del silenzio come unione intima e solenne con gli esseri nelle religioni antiche e nel quaccherismo.

Valore della preghiera e delle tecniche yoga, con azione indiretta e diretta negli esseri.

leggi tutto

riduci