16 MAG 2000

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulle previsioni del Parlamento europeo sul bilancio 2001 dell'Unione europea

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 3 min 12 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulle previsioni del Parlamento europeo sul bilancio 2001 dell'Unione europea", registrato a Parlamento Europeo martedì 16 maggio 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agricoltura, Aiuti Umanitari, Amministrazione, Bilancio, Commissione Ue, Dipendenti, Lista Bonino, Parlamento Europeo, Polemiche, Ricerca, Spesa Pubblica, Ue.

La registrazione video ha una durata di 3 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione
audio.

leggi tutto

riduci

  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    (FR) Signor Presidente, onorevoli colleghi, stiamo esaminando una relazione che concerne il Parlamento europeo; anzi tutto, mi stupisco di non veder allegata a questo documento una lettera della onorevole Stauner che, come sapete, si occupa molto dei nostri affari, nell'ambito delle sue attività, sebbene esse riguardino tutt'altro. Forse il motivo è che il relatore è un membro del suo gruppo e, per una volta, si è limitata quindi a osservare astenendosi dall'inviare una lettera. Mi sembra strano ma forse la nostra collega non ha ancora detto l'ultima, vedremo. Desidero semplicemente dire che la situazione è comunque un po' sorprendente perché da un lato, ci siamo lanciati in una politica di rigore il cui risultato è che tutti i nostri bilanci e i discarichi sono stati bloccati da un Parlamento rigoroso, tanto da non concedere il discarico alla Commissione, e addirittura al Parlamento europeo stesso, per timore di problemi, di rifiuto del visto o di spreco di denaro imputabile alle missioni dei funzionari che debbono fare la spola tra Lussemburgo e Bruxelles, il che costa ai contribuenti una fortuna. D'altro canto, nella relazione dell'onorevole Ferber, i parlamentari si concedono delle fortune: ci dotiamo di un nuovo computer, col pretesto che uno solo non basta; ci regaliamo un aumento del 20 percento con un bilancio a incremento zero; ci concediamo un aumento del 20 percento nella voce di bilancio per il finanziamento dei nostri assistenti, soprattutto, perché temiamo che il contratto degli assistenti dovrà essere accompagnato obbligatoriamente da uno Statuto in cui siano previsti i contributi sociali. Per garantirci dal peggio, aumentiamo quella linea di bilancio del 20 percento. In base ai controlli che ho effettuato non esiste nessuna linea di bilancio, né per l'aiuto umanitario, né per la ricerca o per le spese agricole, in cui sia previsto un aumento. D'altronde l'obiettivo è generalmente di ridurre il bilancio. Ebbene, no! Al Parlamento europeo ci offriamo un secondo computer, 20 percento di spese supplementari e, poiché la Corte dei conti è già stata alquanto severa nei confronti dei gruppi politici, si propone un paragrafo in cui si pone l'accento - e cito, con forza - sul maggiore carico di lavoro e sulle particolari responsabilità che incombono ai gruppi. Questo paragrafo non onora certo il Parlamento. Se adottiamo un comportamento d'indignazione nei confronti degli sprechi non possiamo nello stesso tempo proporre un bilancio del genere. In nome dei deputati radicali di questo Parlamento, annuncio il mio voto contrario alla relazione dell'onorevole Ferber.
    0:00 Durata: 3 min 12 sec