17 MAG 2001

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla proposta di modifica dell'ordine del giorno

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 1 min 3 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla proposta di modifica dell'ordine del giorno", registrato a Parlamento Europeo giovedì 17 maggio 2001 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Burocrazia, Napolitano, Ordine Del Giorno, Parlamento Europeo, Partiti, Regolamento, Unione Europea.

La registrazione video ha una durata di 1 minuto.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    (FR) Signora Presidente, mi permetta di dire che non capisco a cosa si riferisce l'onorevole Poettering. Ciò che ha detto non riguarda l'Europa né i cittadini in quanto tali, ma solo gli apparati burocratici dei partiti politici europei. Ai sensi del Regolamento, lei, signora Presidente, ha certo il diritto di chiedere l'iscrizione del punto all'ordine del giorno, ma desidero ricordare che, prima di confermare la sua richiesta, non più tardi di ieri pomeriggio, il presidente della commissione per gli affari costituzionali, onorevole Napolitano, nonché altri sei colleghi, ovvero gli onorevoli Gollnisch, Abitbol, Souladakis, Onesta, Krarup, Meijer, come pure la stessa relatrice, hanno condiviso la proposta del presidente della commissione per gli affari costituzionali, vale a dire che la commissione sia al più presto consultata, il che mi sembra un atto di saggezza. Non capisco quindi tutta questa fretta. In secondo luogo, se l'articolo 111 effettivamente l'autorizza a richiedere una proposta di modifica, tale articolo prevede anche che l'ordine del giorno non possa essere modificato, salvo quando si applicano le disposizioni degli articoli 112, 143, eccetera. E' stato applicato l'articolo 143. Ora non possiamo farlo due volte durante la stessa sessione e sulla medesima questione. E' una vera e propria lungaggine. Cerchiamo di essere realisti. Presto vi sarà una sessione a Bruxelles. I servizi, credo, potranno attendere un poco. Vi è un grave problema di base giuridica, come ha detto il presidente Napolitano. Affidiamo prima la questione alla commissione per gli affari costituzionali.
    0:00 Durata: 1 min 3 sec