29 GEN 2004

Intervento di Gianfranco Dell'Alba durante la consegna del Premio Sacharov

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 1 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba durante la consegna del Premio Sacharov", registrato a Parlamento Europeo giovedì 29 gennaio 2004 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Africa, Annan, Commissione Ue, Democrazia, Diritti Umani, Europa, Italia, Medio Oriente, Onu, Parlamento Europeo, Premio, Rifugiati, Sacharov, Unione Europea.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    (FR) Signor Segretario generale, a nome dei membri del Partito radicale italiano, vorrei innanzi tutto associarmi all'omaggio reso alla memoria di Sérgio Vieira de Mello e di tutti coloro che hanno perso la vita insieme a lui. Signor Segretario generale, accogliamo con favore il suo appello a favore di un'Europa più aperta all'immigrazione di donne e uomini che hanno abbandonato il loro paese per sfuggire alla miseria e molto spesso anche alla dittatura. Nell'accoglierli, dobbiamo affrontare i motivi di fondo che li portano a lasciare i loro paesi. Partendo da questo presupposto, abbiamo molto apprezzato il fatto che, alcuni mesi fa, lei abbia espresso un'idea semplice e al tempo stesso rivoluzionaria: "La democrazia e i diritti dell'uomo sono concetti distinti ma strettamente legati. La democrazia, in quanto diritto dell'uomo in sé, è inclusa nell'articolo 21 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, ma funziona pienamente solo se anche gli altri diritti sono rispettati". Siamo perfettamente d'accordo con lei, signor Segretario generale: la democrazia è un valore universale cui ogni essere umano ha diritto ed è questa la sfida che dobbiamo raccogliere in Medio Oriente, in Africa e in qualunque altro posto. A tale riguardo, signor Segretario generale, prima di concludere vorrei ricordare la questione della nomina dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti dell'uomo. Come sa, su iniziativa della Presidenza italiana è stata proposta la candidatura di un parlamentare europeo. Questo candidato gode del sostegno del Presidente della Commissione europea e di altre personalità appartenenti a tutte le Istituzioni dell'Unione, oltre che di altri paesi e gruppi regionali. Il fatto di aver proposto un candidato indica l'impegno dell'Europa a favore della promozione e del rafforzamento dei diritti dell'uomo, dello Stato di diritto e della democrazia ovunque questi diritti siano violati. Signor Segretario generale, mi auguro che la sua scelta ricada su questo candidato.