17 OTT 2000

Intervento di Olivier Dupuis sulla riforma della Commissione europea e sul ruolo della Presidenza francese del Consiglio europeo

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 32 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Olivier Dupuis sulla riforma della Commissione europea e sul ruolo della Presidenza francese del Consiglio europeo", registrato a Parlamento Europeo martedì 17 ottobre 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Olivier Dupuis (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Aznar, Belgio, Chirac, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Europa, Federalismo, Francia, Gran Bretagna, Parlamento Europeo, Spagna, Stato, Unione Europea, Verhofstadt.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione
audio.

leggi tutto

riduci

  • Olivier Dupuis

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    (FR) Signor Presidente, signor Presidente del Consiglio, signor Presidente della Commissione, onorevoli colleghi, occorre rendere omaggio alla Presidenza francese, occorre rendere omaggio al Presidente Chirac che, costretto a un'opera improba, ha combattuto e ha vinto con la sua visione dell'Europa, perché lui sì che ha una visione. Congratulazioni anche al Presidente Aznar che durante questo Consiglio di Nizza ha fatto bingo . Congratulazioni ai britannici che non hanno più bisogno di battere il pugno sul tavolo, ma sono capaci di succhiare la ruota, come ci ha insegnato il grande campione ciclista olandese Zoetemelk: hanno incassato anche loro. Sono invece il nostro Parlamento e la sua Commissione, Presidente Prodi, a non avere visioni. Sono il nostro Parlamento e la nostra Commissione che non si rendono conto che è già programmato l'assassinio della Commissione: l'assassinio della Commissione avrà luogo fra qualche anno. La definizione di questa Commissione, con un Commissario per Stato membro, sancisce il trasferimento di tutte le questioni importanti dalla Commissione al Consiglio, il che equivale alla morte della Commissione; il nostro Parlamento, come già detto, ha preferito rosicchiare gli ossi che gli sono stati gettati al Consiglio di Colonia, invece di affrontare questo problema fondamentale: senza Commissione sovranazionale, l'Europa che noi vogliamo non si farà, ci sarà l'Europa delle nazioni e non un'Europa federale. Mancano cinque minuti a mezzanotte: se vogliamo ritornare a un concetto federale c'è soltanto una soluzione, Presidente Prodi, ossia l'elezione a suffragio universale del Presidente della Commissione, il che comporta una legittimazione forte della Commissione; senza una vera alleanza fra la Commissione e il Parlamento e gli Stati che, come il Belgio e come il Ministro Verhofstadt, hanno combattuto durante questo Consiglio, senza un'alleanza su obiettivi concreti come questo non ci sarà più l'Europa federale: ci sarà un'Europa delle nazioni che è quella che non abbiamo mai voluto.
    0:00 Durata: 2 min 32 sec