09 DIC 2015
intervista

Petrolio, emissioni e reflui: intervista a Leo Amato

INTERVISTA | di Maurizio Bolognetti - Potenza - 00:00 Durata: 8 min 56 sec
Scheda a cura di Delfina Steri
Player
L'inchiesta condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Potenza sulle attività di estrazione idrocarburi continua a far tremare i palazzi della politica lucana.

Un'inchiesta lunga e difficile, quella condotta dalla DDA, che si articola in più filoni e che nella giornata di martedì 2 dicembre ha portato all'emissione di altri 37 avvisi di garanzia e ad un nuovo blitz dei Carabinieri del NOE presso il Centro Oli Val D'Agri, di proprietà della Joint-Venture Eni-Shell.

Complessivamente, al momento, sono una cinquantina gli indagati e tra questi dirigenti dell'Eni, due ex direttori
dell'Arpab (Agenzia Regionale per l'Ambiente Basilicata), imprenditori che operano nel settore dello smaltimento dei rifiuti e il Presidente di Confindustria Basilicata.

Tra le ipotesi di reato formulate dagli inquirenti lo smaltimento illecito delle acque di produzione petrolifera e il disastro ambientale.

leggi tutto

riduci