30 DIC 2015
intervista

Intervista a Saverio Brienza sulla situazione del carcere di Potenza

INTERVISTA | di Maurizio Bolognetti - POTENZA - 11:15 Durata: 8 min 57 sec
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti e Iva Radicev
Player
I sindacati di Polizia Penitenziaria aderenti al Sappe, alla Uil Pa Penitenziari, all'O.S.A.P.P.

e alla CGIL hanno proclamato lo "Stato di agitazione e l'astensione dalla mensa di servizio di tutto il personale del carcere di Potenza", a partire da mercoledì 30 dicembre.

"La rivendicazione di tali forme di protesta - si legge in una nota indirizzata al Capo di Gabinetto del Ministro della Giustizia, al Dap e al Prefetto di Potenza - è scaturita anche da un abbandono totale della Dirigenza penitenziaria nei confronti del Corpo di Polizia Penitenziaria".

Nel 2015, la casa circondariale di
Potenza è stata teatro di numerosi episodi di aggressione ai danni degli Agenti in servizio nella struttura.

Saverio Brienza (segretario regionale Sappe Basilicata), parlando del clima di tensione che si respira da tempo nel penitenziario del capoluogo lucano, ha tra l'altro dichiarato: "La politica italiana si è fornita di strumenti legislativi che fanno davvero pensare a un sistema eccellente, ma poi, di fatto, noi non abbiamo a livello periferico gli strumenti, le risorse per poter agire nel rispetto della legislazione.

Viviamo quotidianamente nel disagio, noi e la popolazione detenuta[...]Ogni carcere è una bomba ad orologeria...".

leggi tutto

riduci