27GEN2016
rubriche

Stampa e regime

RUBRICA di Massimo Bordin | RADIO - 07:38. Durata: 1 ora 23 min

Player
Puntata di "Stampa e regime" di mercoledì 27 gennaio 2016 condotta da Massimo Bordin .

La registrazione video di questa puntata ha una durata di 1 ora e 23 minuti.

La rubrica e' disponibile anche in versione audio.
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno agli ascoltatori ecco uscire all'appuntamento con stampa e regime la rassegna stampa di Radio Radicale questa mattina apertura dei giornali sono
Di diverse variegate
Per esempio sede pubbliche mette in apertura indurre il tema sul quale ieri massima era la sua sparso Danny prime e delle pagine immediatamente successive alla prima cioè i rapporti fra Italia
E l'Unione europea fra Governo italiano l'Unione europea oggi
La notizia diciamo così in un ipotetico barometro porta verso il sereno crisi bancarie c'è accordo fra Unione Italia dunque l'incontro Padoan prestargli ERP
Sui crediti vede urna un accordo che almeno viene così
Prospettato dal Ministro dell'economia
Però l'Assessore pubblica poi nella parte centrale della prima pagina
Parla non solo dell'incontro con il Pontefice del premier iraniano Rovani ma sulla polemica sulle statue censurate
Incredibile episodio diventa titolo di apertura e era Argo e cover story praticamente argomento delle pagine due tre per alcuni giornali
Da a cominciare dal Corriere della Sera ma anche libero e anche il quotidiano nazionale fanno la stessa scelta dunque le statue coperte
E la visita del premier iraniano
L'Italia e l'Unione europea mentre per la politica in Terna
Il la vicenda che i giornali seguono con più attenzione eh ancora alla vigilia del voto parlamentare sulle unioni civili
Ci sono voi
Molte altre notizie significative ma
In particolare vi segnaliamo due temi
Di politiche a economica uno anzi l'abbiamo già visto e il titolo di maggior rilievo
De il Sole ventiquattro Ore banche intesa con l'Unione europea sui crediti deteriorati
Vessatori il passaggio centrale viene evidenziato nell'occhiello il punto critico sembra essere superato perché il commissario europeo definisce l'opera il modo di operare prospettato gli dal ministro italiano una operazione senza aiuti di Stato quindi
L'Unione Europea sembra non avere nulla da dire di critico l'altra notizia invece la trovate sui giornali
Diciamo così generalisti cioè tutti
Nel nelle pagine di economia e finanza qualcuno da un po'rilievo un pochino maggiore per esempio la stampa che ne fa la notizia da pagina due
Però in realtà il Sole ventiquattro Ore griglia risalto in prima pagina e poi con due commenti un cambio di ad un cambio al vertice delle Assicurazioni Generali il primo gruppo italiano
Il titolo cade del cinque per cento e poi chiudere a meno tre e quindici
La passa ad un'altra societarie assicurazioni molto grande la CISL e UIL che Mario Greco il vertice eterna
Dell'Agenzia e
Lo fa a criticando criticando la
Libri libri vive la proprietà i vertici aziendali
Quindi questa questa uscite a queste polemiche sulle Assicurazioni Generali poi fra i quotidiani oltre al Sole ventiquattro Ore dicevamo nella stampa valorizzarla
Come una notizia
Di grande importanza anche per tutti di i lettori non solo gli specialisti poi c'è naturalmente la politica intende
Dove c'è una notizia curiosa è che i giornali non danno un grande condire con grande rilievo
Riguarda un
Un grosso centro pugliese Bisceglie dove i praticamente il il Consiglio comunale il centrodestra è passato in blocco al Partito Democratico ciò che si sono tutti iscritti
Il Corriere della Sera nega al conto pagine dodici poi vedremo le interviste invece significative giacché siamo sul al Partito democratico Walter Veltroni intervistato
Su una pagina di Corriere della Sera poi il Ministro dell'interno al fanno che parla del tema dei migranti
Ma non solo sul Messaggero
E poi invece il Segretario generale della FIOM intervistato dal manifesto queste sono litri
Interviste mi pare più significativi
Ecco questi sono i temi della giornata che si apre per quel che riguarda la carta stampata che trovate in edicola
E adesso veniamo invece alla prima pagina ristampe regime che un po'questi temi ripercorrere ripercorre
Vedendo lì però nell'incrocio con l'iniziativa politica radicale e allora conviene cominciare dall'Iran poi però ce n'è anche
Per la questione di Roma e le Olimpia
Ma cominciamo dall'Iran e cominciamo dalla piccola posta di Adriano Sofri sul foglio che esprime un giudizio complessivo tenendo conto anche di un giudizio radicale
Descrive Sophia tutto un azzardo sull'Iran per esempio si confrontano i pro e i contro la verità che esso abilitati è che solo azzardo
Si punta tutto sul rosso sul vero
Santità preghi per noi
Ci sono Benzi oltre alle previsioni più o meno condizionati dal senso degli affari fatti compiuti
Nessuno tocchi Caino ricorda le cifre le modalità mostruose delle esecuzioni capitali in Iran che Cristiano quelli del resto del mondo
Allora con la dirigenza attuale solo spaventosamente cresciute ieri la Corte Suprema Americana è che nel due mila e dodici aveva decretato che l'ergastolo non potesse essere comminato i minorenni
Ha stabilito che la decisione debba valere anche per un minore che fu condannato all'ergastolo prima della nuova norma
Fa orrore che si condanne all'ergastolo quello senza scampo un minorenne in Iran le esecuzioni capitali di minorenni sono frequenti
Emessi International calcola che nelle prigioni iraniane ci siano almeno centosessanta minori in attesa di essere uscisse
Secondo l'organizzazione almeno settantatré minorili diciottenni sono stati uccisi fra il due mila cinque il due mila e quindici
Le è stato ed il Campidoglio hanno preferito non vedere
Patti Eboli cioè gru prodotte da un'azienda americana è sbracciato e senza difficoltà di embargo lapide azioni e persecuzioni di dissidenti diverso ci sono lo sfondo su cui si gioca con il nucleare militare
Tutto azzardo prendete il signore che ha fatto evacuare la stazione Termini perché aveva comprato un fucile ho giocato dal suo bambino
Ci si rallegra prima di tutto
Perché se l'è cavata una polizia più efficiente non so quella di Chicago l'avrebbe fatto secco quel signore ci ha dormito sopra senza nemmeno immaginare di aver suscitato un simile all'Arpac
L'Europa intera sta dormendo sopra eserciti di adulti e bambini che giocano con i fucili vedi con le gru e il nucleare
Bisogna fare piani che non si sveglia
E e così potremmo proprio utilizzarlo come chiave di lettura per tutta una serie di cose forse non solo per la politica internazionale però sulle diamoci un attimo sull'Iran
Perché sulle cifre di Nessuno tocchi Caino torna con un articolo a pagina undici il fatto Quotidiano Gianluca Rosselli sotto romani si muore di più altroché riforme e si parte proprio
Dalle cifre fornite dalla ONG radicale
Viene citato il
La conferenza stampa del segretario dell'associazione radicale Sergio D'Elia
Con questo rapporto vogliamo dimostrare che il vero volto dell'Iran non è quello suo ridente dico anima quello della morte dei suoi boia sono citate anche le cifre di Ernest insomma
Il fatto riprende questo aspetto invece la questione delle
Stato e niente millenarie che adesso poi vedremo
Vedremo meglio
Viene
Diventa occasione per un articolo sulla stampa il cui
Anche qui si cita il a pagina a pagina sette si cita il rapporto di Nessuno tocchi Caino mentre
Mentre il tempo propone una serie di vignette supremi incentrate anche sul tema della pena di morte
Il foglio pubbliche a un
Documento la pena di rumeni l'apparenza moderata del presidente iraniano con record di condanne a morte cioè un appello firmato
Da
Con un appello internazionale primo firmatario Raffaele Chénier azzanna
Direttore dell'ONG ensemble concorda prendemmo
Insieme contro la pena di morte e poi l'associazione Iran negli vorrai s'
I rappresentanti all'ONU per l'associazione dell'Associazione per i diritti umani nel Kurdistan iraniano e il direttore della Rete impatti Iran
E credo questo appello e tradotto nota il foglio D'Antonio stanco del direttivo di Nessuno tocchi Caino coordinatore del Congresso mondiale contro la pena di morte
Anche il tempo pubblica un articolo due mila impiccagioni dal due mila e tredici della giustizia e dei nostri soci in affari c'era già stato però
Un articolo giorni fa addirittura di Dimitri Buffa proprio sul tema dell'Iran nella presa di posizione di Nessuno tocchi Caino
Veniamo invece un altro argomento dove pure uscire
Diciamo diversità di posizione vedo di divisione del mondo radicale
Lo nota il manifesto a pagina quattro con un articolo di Eleonora Martini
Giachetti sconfessa il referendum radicale qui dalle o limpida alla pena di morte dall'Iran e siamo passati alle elezioni comunali di Roma ma è alle Olimpiadi
Il tradimento ad un pezzo importante della propria storia di radicale Roberto Giachetti al momento unico al momento unico candidato alle primarie del PD per il Campidoglio e tuttora militante del Partito di Pannella
Lo racconta i microfoni di un giorno da pecora
Lo trovo abbastanza singolare dice il referendum a Roma e consultivo mi domando come mai non sia stato proposto e fatto prima che si prendesse la decisione
Dopodiché io non ho nessun problema raccolgano le firme per il referendum io non firmo perché sono convintissimo dalla candidatura di Roma
E pensare che solo il giorno prima durante il lancio ufficiale della raccolta delle prime mille firme per il referendum Roma due mila e ventiquattro
Promosso da radicali italiani radicali Roma Emma Bonino rispondendo alle domande di un di un cronista aveva detto mi sembrerebbe difficile della storia politica di Giolitti
Individuare una qualunque motivazione di diniego al metodo referendario Mifed mi sembrerebbe abbastanza originale uno a questo metodo alla consultazione popolare
Con la stessa sicurezza anche Riccardo Maggi Segretario di radicali italiani lo aveva escluso e così se non una rottura con i suoi compagni di sempre quella del candidato sindaco preferito di Matteo Renzi
è certo una sconfessione alla battaglia referendaria sulla candidatura olimpica dell'Italia lanciata
Dal Governo bypartisan una presa di posizione che in ogni caso non cambierà i rapporti del vicepresidente della Camera con i radicali
Anche se spiegava il giorno prima Maggi il nostro apporto a una candidatura di giochetti può essere utile se non è automatico incondizionato
Ora però l'amarezza cioè
All'amico Cecchetti voglio ricordare che la proposta di referendum non l'abbiamo fatta subito nell'estate del due mila e quindici quando l'Aula del Campidoglio si preparava a votare sulla candidatura e invece
Dovrebbe contigua Maggi chiedersi perché non siano state le istituzioni stesse
A promuovere una consultazione popolare prima di prendere posizione sull'esempio di città quali Amburgo Boston a Boston rumore co Oslo
Per i radicali si sì ai referendum lo strumento d'eccellenza per la partecipazione democratica
Per noi questa è soprattutto l'occasione per aprire un grande dibattito pubblico sui pro e i contro aggiunge belgi
Ma l'iter per arrivare al voto quando l'iniziativa non è delle istituzioni è lungo le prime mille firme che il comitato promotore sta raccogliendo
Servono anche sul sito referendum Roma due mila ventiquattro punto it it
Servono per depositare il cui sito in Campidoglio che nel giro di un mese dovrà decidere l'ammissibilità solo da quel momento i proponenti
Avranno trenta giorni per le altre ventotto mila firme ad hoc che produce se tutto va bene i romani hanno tempo fino alla primavera due mila diciassette per farsi un'idea
Del rapporto costi benefici nel merito dei radicali italiani lo hanno detto chiaramente nessuna contrarietà pregiudiziale dei alle grandi opere
Bonino per esempio ci sempre detta favorevole all'espone Leardini alle Olimpiadi con referendum vogliamo assicurarci un percorso trasparente benefici certi per la città
Però
I problemi e le perplessità sono tanti Maggi li elenca in ordine sparso lo studio di fattibilità promesso a dicembre dell'anno scorso Burghiu anni fa
Introduco tre mesi da Renzi ma non si è ancora visto l'Italia appena finito di pagare il mutuo per le opere dei mondiali di calcio del novanta
Montezemolo in Malagò tornano sul luogo del delitto a Tor Vergata dopo
Dove dovrà sorgere il villaggio olimpico una scommessa molto rischiosa la definiscono i Radicali Italiani nel dossier
Così dunque il
Manifesto con un articolo
Molto
Molto schierato però
Ha parimenti schierato sull'Unità un esponente dei radicali come Marco Beltrandi che a pagina quattordici firma un articolo un'opinione belli
Bene evidenziata intitolata diciamo ossi I giochi e anche a Cecchetti
E Beltrandi dice scrive con alcuni compagni già parlamentari nelle precedenti legislature e altri dirigenti della galassia radicale alla notizia della partecipazione di Roberto Giachetti alle primarie del PD
Non abbiamo esitato un attimo dal costruire un comitato per Giachetti l'abbiamo fatto come nostra autonoma iniziativa di sostegno ed aiuto all'attuale vicepresidente della Camera
Doppia tessera radicale sulla cui persona riponiamo molta fiducia per la sua intere lunga storia politica a prescindere da ogni altra considerazione
Giachetti dopo molti anni di candidature scarsamente adeguate al capacità volontà onestà e competenze per poter determinare una totale discontinuità nell'amministrazione della città quanto mai difficile per entità di risorse opportunità e problemi
E per saperlo non abbiamo bisogno di chiudere accordi preventivi col PD o con lo stesso candidato
Ci basta la persona e la sua storia come sempre dovrebbe essere nelle competizioni ad elezione diretta o dei collegi uninominali dei sistemi elettorali maggioritari laddove sussistano
Si ha notizia in questi giorni di altri compagni ed esponenti radicali che propongono un referendum consultivo relativamente alle opportunità di tenere le Olimpiadi a Roma scegliendo piuttosto chiaramente l'opzione di voto per il no
Io ho molti dubbi sia sull'opportunità di farne un tema centrale della prossima campagna elettorale ma ancora di più sul merito della questione
Ha senso rinunciare ad una opportunità così importante per timore di cui il malaffare che sovente caratterizzato le esperienze passate
Proprio quando si prospetta una candidatura così forte di discontinuità con il passato
O forse sarebbe meglio proporre modi e modalità per impedire che si verifichino non solo episodi di malaffare ma anche soltanto di dissoluzione di risorse di perdita di opportunità connesse alla tenuta di questi giorni
Sono certo che lo stesso Giachetti abbia idee e proposte in merito ma anche il Comitato per Giachetti che abbiamo costituito contribuirà ritengo positivamente
Peraltro conclude Beltrandi anche sull'opportunità che si esprimano gli elettori romani
Proprio per referendari come siamo noi i radicali
Sembra forse limitativo che soltanto i cittadini romani decisero di un'opportunità di un evento di valenza nazionale
Ricordo che solo pochi mesi fa si è tenuta espone a Milano senza che si sia proposto da alcuno la preventiva tenuta di una consultazione referendaria
Così ma insomma qua non si può dire che le posizioni sfilato diciamo componibili lei qua sono due posizioni molto diverso se si vede
Sì leggo le dichiarazioni di Maggi per la verità anche incastonate in un articolo de il Manifesto ovvie aveva una sua pur legittima impostazione e queste posizioni invece
E spesso in prima persona Marco Beltrandi effettivamente inconciliabile un po'difficile però è un dibattito sicuramente interessante
Intanto possiamo citare infine sul foglio un intervento di un altro esponente radicale che è stato parlamentare però diversi anni fa negli anni Settanta e nei primi ottanta Marcello che Rivellini
Che è docente al Politecnico di Milano proprio su materie che riguardano la sanità
Dal punto di vista economico oggi interviene sul foglio
Con un articolo che vuole spiegare al lettore perché il Governo non tocca sprechi e lottizzazioni nella sanità
Si parla di una iniziativa di una proposta semplice e chiara avanzata da anni dai radicali e dall'Associazione Luca Coscioni Luca Coscioni
Togliere le nomini alle Regioni lasciando ai suoi il compito questo sì politico di indicare gli obiettivi di sanità e di salute da perseguire in ciascuna delle aziende sanitarie ospedaliere
Obiettivi numerici trasparenti scadenza ti nel tempo pubblici e quantificati
Attribuire invece a Società nazionali e internazionali di selezione di personale di alta dirigenza il compito di selezionare i dirigenti più idonei per raggiungere gli obiettivi delle singole realtà oggi aziendali
Hai partiti che governano le regioni viene così affidato il compito di identificare la politica sanitaria e di salute ahimè leggere scelti a soggetti tecnici esterni
Il compito di attuare quelle indicazioni senza legami amicizie e connivenze ritorni economico elettorali che assicura
Ora il ministro della pubblica amministrazione ma dia hai messo un decreto legislativo in materia cosa cambia
Invece di tanti elenchi regionali cioè uno nazionale cui ci si può iscrivere a patto di avere i requisiti minimi la laurea l'esperienza dirigenziale quinquennale
Verificati da una Commissione nazionale alla quale partecipano anche le Regioni
Poi ciascun assessore Presidente sceglie il direttore generale di un'azienda sanitaria su una terna di candidati selezionati da una Commissione nominata però dalla Regione stessa
Solo dopo la Regione fissa gli obiettivi di sanità e salute da raggiungere è un procedimento che cambierà poco oriente almeno per tre motivi
La vera selezione avverrà a livello regionale tramite una Commissione nominata dall'assessore Presidente le esperienze dei concorsi inserita in un e in università e in altri settori pubblici mostra che le eterne non hanno mai impedito le peggiori porcate
E poi facendo prima le nomine e fissando solo dopo gli obiettivi non si sceglieranno emerge il più adatti
Ma gli obiettivi più adatti emerge infine tra partiti e gestione materiale della sanità continuerà a non esserci separazione ma una zona di mezzo grigia e maleodorante
A scapito della salute del reddito dei cittadini
Le proposte dell'associazione Coscioni invece Milano eliminare questo mondo di mezzo e ridare dignità alla politica e alla sanità così Marcello Grillini
Infine una segnalazione grazie al meticoloso lavoro di ore di traverso e oggi redazionale troviamo anche la Nuova Sardegna dove si parla di fine vita
Questa mattina nella sala salvatori della Camera si terrà la riunione dell'intergruppo eutanasia e testamento biologico alla luce dell'inserimento del dibattito sull'eutanasia nel programma dei lavori della Camera per il mese di marzo
Sarà presente Mina Welby alla riunione dell'intergruppo assieme a Filomena Gallo e Marco Cappato
Nell'occasione sarà data una lettura di un messa sarà data lettura di un messaggio di Max Fanelli malato di sulla da due anni impegnato in queste iniziative di Walter Piludu
Già presidente della provincia di Cagliari che anche gli malato di Islam sta chiedendo una legge sul fine vita e come vedete qui stiamo parlando di una iniziative
Politica di carattere nazionale tant'è vero che si svolge della Camera dei alla Camera dei deputati ma in realtà
Parlarne il solo peraltro con un trafiletto un giornale sardo
Va bene questa era la prima pagina di sempre regimi che ci ha permesso di gli occhiali
Diversi argomenti a parte le olimpiadi nessuno da questo punto un momento di dibattito diciamo solo radicale poi vedremo vedrete che il tema di scene anche sulle pagine dei giornali ritorniamo alle prime pagine allora la faccenda
Delle statue coperte caso mondiale dice il Corriere della Sera che poi crediti alla pagina tre perché per la verità alla pagina due dedicata alle visite minorenni al Papa cioè una foto in cui entrambi sono sorridenti Virtuani dice al Pape preti per me mentre Roma copre le statue capitoline
Venere leda Dioniso quei nudi sessuali oscurati per non offendere scoppia la polemica giusto abdicare alla propria cultura ma insomma
Come reagisce intanto il al Governo c'è un retroscena sul Corriere della Sera di Darko Galluzzo
Il centralino di Palazzo Chigi ieri ha ricevuto più telefonate internazionali del solito in prevalenza delle norme di anglosassoni dalla BBC alla sia nel
Dal tutti volevano chiedere informazioni
Sulla
Chiedo scusa
Sulla decisione di oscurare le statue romane romane dei musei Capitolini la ricostruzione della vicenda
Che ha suscitato scandalo anche in Italia viene così diffusa da fonti ufficiose primo
Sono stati gli iraniani la delegazione che ha fatto i sopralluoghi al Campidoglio chiedere che venissero Scurati possibili motivi di imbarazzo anche marmorei per il loro Presidente Secondo cerimoniale di Palazzo Chigi certamente per un eccesso di zelo in contatto con l'ufficio diplomatico accolto con favore le richieste di Ranieri e provveduto ad oscurare i nudi femminili o maschili della nostra storia
Che la decisione sia stata presa in totale autonomia senza un avallo politico appare curioso ma così è la ricostruzione ufficiale il terzo
Scoppiata la polemica anche internazionale Renzi ha provveduto a esternare il suo disappunto a chi di dovere probabilmente viene da ritenere al capo del cerimoniale che nelle ultime settimane ha avuto anche altri casi poco serenità a gestire
Il fatto quotidiano ha pubblicato il più puntate nei giorni scorsi la storia di un presunto bisticcio interno alla delegazione italiana invisibili Arabia Saudita mesi fa oggetto della disputa alcuni regali soprattutto costosi orologi regalati da lui
Sotto i riflettori proprio l'ufficio del cerimoniale di Palazzo Chigi e la presunta sparizione smentita ufficialmente dal governo di alcuni preziosi orologi
Infine
Visti i precedenti visto il disappunto lasciato trapelare ieri non è da escludere che nel mirino di Renzi sia entrato anche il vertice dell'ufficio che gestisce il cerimoniale della Presidenza del Consiglio
Insomma la figuraccia è appunto diceva dura interna dica di spessore internazionale qualche testa accadrà questo sembra essere il senso del retroscena
Ma non si poteva semplicemente non è difficile pensare
Prevedere
Italiano avesse questa urgenza di visitare i musei allora senza coprire Luca si trovava un altro percorso così e tutti erano
Erano più tranquilli perché come dice giustamente il Comune il titolo del commento affidato Pierluigi Battista la libertà non si contratta
Restituite le alla loro nudità che poi significa restituiti alla loro libertà alle statue di nudi femminili ricoperte per non offendere l'ospite è stato un segno di cedimento culturale
E
Dopo il severo giudizio Battisti dal commenta speriamo che qui è stato e vengano svestite al più presto che poi significa a
Oppure questa è una macchia non abbiamo nulla di cui vergognarci non dobbiamo pensare che era l'unica dell'arte sia qualcosa di spregevole o di vergognoso
Consideriamo giustamente ridicoli Breguet toni con cui il passato il bigottismo cerchiamo a ricoprire in uso dello Stato
Quel nudo ci racconta che nel nostro stile di vita la libertà artistica è parte integrante imprescindibile della libertà tout-court
Chi chiede che nei nostri restato UE siano coperte manifesta un'arroganza culturale che dovremmo respingere una pretesa di superiorità morale che possiamo spedire tranquillamente al mittente
Invece ci mettiamo sempre indifese ammettiamo che certe o quei nudi possono rappresentare qualcosa di sconveniente che dovremmo nasconderli
Per non dare all'arcigno ospite una brutta impressione non vogliamo capire che la libertà d'espressione non è una cosa da maneggiare come fosse una cosa in pura
Era luglio il Presidente rumeni che avrebbe dovuto adattarsi per non offende c'è e non il contrario e non dovrebbe essere un contratto in più una mossa diplomatica farci rinnegare
Tra l'altro con modalità che sfiorano il ridicolo quello che siamo anche in manifestazioni estetiche apparentemente innocue senza sfregiare sia pur simbolicamente i monumenti di cui andiamo orgogliosi
E e qua però ci sono due parole chiave la prime il nostro stile di vita
E poi
Un'altra cose un altro passaggio sempre lo stesso capoverso consideriamo giustamente ridicoli i bravi e toni con cui impacciato il bigottismo cercava di coprire il voto delle statue
Ed è vero
Però
Quei bravi Tunisi non
Vedere imposti dalla sul tema hanno imposti decreti
Quindi anche qui forse il problema non è tanto la religione e poi in fondo un po'tutte le religioni hanno più o meno le stesse azioni
Quarto il tempo che per alcune parti del mondo dato avanti in altre parti del mondo sembra essersi fermato
E per alcuni versi sta ancora Ibra che turni che poi sarebbe il meno venti si è fermato anche per l'attività del boia che corrette per non parlare di altro pezzo
Però il punto chiave sta proprio lì
In realtà lo stile di vita direi dite il progresso che dovrebbero si potrebbe dire
Va bene o naturalmente
Ci sono altri giornali corre
Altre argomentazioni ecco Andrea che Angelini sul Resto del Carlino
Teorizza siamo l'integrazione ma chiudiamo un occhio sulla barbarie l'infibulazione sulla sottomissione femminile sui matrimoni combinati
Sui valori i principi della Costituzione repubblicana che pure diciamo di amare estranei hanno gli stessi indossiamo penalistica vocazione la blusa di Arlecchino
Dove trovano spazio a tutti i colori ma non ce n'è uno che ci appartenga davvero questo il commento
E qui anche qui c'è da notare una cosa la parola chiave qui sono i principi della Costituzione repubblicana che un altro modo per dire il nostro stile di vita e anche qui qui cioè
La laicità che il quotidiano nazionale cioè Nazione il Resto del Carlino in particolare per tradizione diciamo così non
Non abbandonano facilmente altre a logiche invece mentre Vittorio Sgarbi sul giornale pure fa un articolo sicuramente brillante quei nudi coperti che coprono l'Italia di ridicolo ha ragione
Renzi immette il burqa alle è stato UE questo invece il titolo di Libero pur di fare affari con l'Iran ci fasciamo imporre le regole da romani
Coperti inutili Marmo via il vino dalla tavola e pensare che il premier diceva di voler combattere il terrorismo con la cultura e questa è la obiezione che fa
Libero nel titolo ma insomma non c'è un giornale vero che si discosti dalla critica per questa operazione veramente
Non era
Veramente c'è ragione Sgarbi ci copre di ridicolo quanto alla
Alla questione della riporta invece abbiamo già visto gli articoli della prima pagina di sette decimi quindi possiamo passare all'altro tema che riguarda l'altro tema importante della giornata di oggi che riguarda
L'Italia e l'Unione europea da due angolazioni intanto andiamo dunque principali giornali Corriere Repubblica Stampa si occupano ecco la Repubblica
C'è accordo fra Unione europea e Italia sulla o no
Sulle crisi bancaria l'incontro anche qui c'è la foto sono sorridenti sia il Ministro dell'economia sia
La commissaria alla concorrenza vestali era
Alberto Dargenio su Repubblica scrive
Una maratona negoziale che termina alle dieci di sera ma alla fine sui crediti deteriorati delle banche italiane arriva il sospirato accordo fra Governo e Commissione europea
L'intesa ruota intorno alla cartolarizzazione delle sofferenze abbiamo raggiunto un accordo su un meccanismo di garanzia che rappresenta uno strumento molto utile per la gestione delle sofferenze del sistema bancario
Al afferma padovana lasciando il palazzo della Commissione europea dovere tra tali qua era entrato alle quattro e mezzo del pomeriggio
Per incontrare la responsabile alla concorrenza si tratta del veri del veicolo per scaricare i duecento miliardi di crediti deteriorati dalle banche che Brescia il per evitare ogni forma di illecito aiuto di Stato
Ha smontato al punto che ormai alla vigilia dell'incontro veniva chiamata bad bank like
La hit Lai ed
Ma
Non in grado da sola di risolvere tutti i problemi degli istituti
Ormai quasi un feticcio da ottenere a ogni costo per evitare nuovi scossoni sui mercati un insuccesso non sarebbe stato perdonato dagli investitori
Ma l'Italia ha già da tempo aveva rinunciato alla bad bank grande quella classica di sistema un unico veicolo che compra dalle banche a prezzo scontato dei non performing ronzino
E li gestisce al loro posto dopo le picconate della Commissione al progetto iniziale due settimane fa il Tesoro aveva presentato l'ultima proposta secondo la quale ogni banca può creare una propria mini Bad Bank
Alla quale vendere i crediti scadenti con la facoltà di ottenere una garanzia pubbliche appagamento per assicurarsi contro eventuali perdite
Il nodo che ha inchiodato il negoziato per il mese sul quale ieri hanno discusso per cinque ore e mezza padovane vestali era
è il prezzo da pagare per ottenere la garanzia al prezzo di mercato la richiesta della Commissione per evitare una condanna per aiuti di Stato uscendo dalla riunione padovana spiegato che l'accordo
Accompagna e si rafforzi accompagna e si rafforza con le misure per la velocizzazione dei processi che sono state introdotte qualche mese fa
Uno strumento viceministro che completa la scatola per gli attrezzi per ci degli attrezzi per gestire i crediti in sofferenza il meccanismo è un po'più complicato di una garanzia statale
Ma un sistema direttrici di incentivazione pere accelerare i tempi
Così dunque così dunque l'accordo raggiunto che viene considerato comunque un successo ora sul tema delle banche
C'è anche ci sono anche poi scelte che dovrà fare naturalmente il Tesoro dall'economia anche
Anche qui passando confrontandosi quanto meno con l'Europa e c'è un retroscena di Andrea Greco sempre a pagina quattro di Repubblica che vediamo subito
Ora il Tesoro punta su due matrimoni BPM Banco Popolare e dubbi Montepaschi
Lo spavento borsistico dirle la settimana scorsa aumentato la pressione del Governo e della vigilanza sulle banche italiane
Perché si fondano fra loro risolvendo alcune situazioni di vulnerabilità se c'è una cosa buona nel corto circuito fra Banca Centrale Europea investitori e azioni bancarie dei giorni scorsi e che le istituzioni hanno capito che non c'è da scherzare
E
E quasi prospettano queste possibilità di fusione in questo articolo ma restiamo un momento sulla la questione delle
Dell'accordo sul sul crediti in sofferenza Repubblica
Senza dubbio risalto anche il Corriere della Sera accordo fra Italia e Unione europea
Mentre
Sulle riforme sulla riforma delle banche
C'è un articolo anche qui il cui però si tocca il tema delle banche cooperative ma questa è la notizia che era già uscita
L'ipotesi di una sola holding per trecentosessantacinque banche di credito cooperativo sarebbe una ritira quattro mila quattrocentocinquanta sportelli
L'esecutivo recipiente recepire a buona parte del progetto di autoriforma delle stesse banche di credito cooperativo scrive
Il Corriere della Sera una boccata d'ossigeno questa del della riunioni
Con la commissaria la concorrenza la definisce nel titolo via di maggior rilievo della prima pagina la stampa
C'è l'accordo politico sui prestiti insofferenza e l'ok dell'Unione Europea e sul tema degli aiuti di Stato non lo sono dice la Commissaria
L'intesa viene ritenuta incoraggiante anche degna altri
Ad altre personalità europee il vicepresidente della Commissione valdesi don proscrizione definisce incoraggiante l'accordo
Tra Padova nere e considerato scrive Marco Zatterin
Da Bruxelles sulla stampa nella Capitale Europea è considerato il Ministro dell'economia l'italiano dei di mediazione
La positiva è una posizione che aiuta anzi risulta che il clima che il ministro ha trovato del pomeriggio dall'omologo Pier Bosco visite
Sia stato per nulla ostile fra una settimana la Commissione varia le sue previsioni di inverno centrali per capire dove vale dove vanno le economie i conti
I colloqui fra i due
Hanno i figli hanno chiarito alcuni punti ma non è certo liberato la via da una procedura di debito eccessiva perché i numeri sono quelli che sono e qui si apre un altro capitolo che però ci sarà tempo insomma
Poi legge loro sui giornali e divertente però queste cose qui padovane considerato l'italiano di mediazioni che Putin che c'è un altro italiano che tanto mediatori non è considerato in effetti si continua così
E
Ho
A proposito a proposito
Un altro tema è quello dell'incontro
Renzi Merkel e allora andiamo a vedere Corriere della Sera e ancora una volta stampa vediamo il Corriere della Sera
L'incontro a Berlino rifugiati debito e gasdotto la linea di Merkel con Renzi
Alla cancelleria di Berlino scrive Danilo Taino
Non si aspettano che l'incontro di venerdì fra Angela Merkel e Matteo Renzi sia un pranzo di gala
E non lo vorrebbero nemmeno la polemica pubblica sollevata col Governo tedesco e con la Commissione europea da alcune considerazioni del Presidente del Consiglio italiano è considerata inutile
Dal punto di vista politico e anzi ritenuta sbagliata anche nei tempi in un passaggio nel quale l'Italia e dell'Europa è divisa come non mai
Germania e Italia dovrebbero agire da stabilizzi attrici con differenze naturalmente sui diversi dossier ma unite nel cercare una soluzione alle crisi multiple che rischiano di sommarsi in una crisi grande
Così pensiero dell'Esecutivo tedesco e così da giocano anche molti parlamentari
La posizione che Frau Merkel terrà venerdì sera dunque
Netta ma orientata a dare un'idea di comunione di intenti fra Berlino a Roma la sua intenzione discutere di cose concrete dei punti di frizione sollevati dare sedi cercherei di trovare una via per affrontarle
Non è però la cancelliera di sei mesi fa quella che vedrà il premier italiano
è una politica che sulla questione dei rifugiati ha messo in gioco non solo il suo futuro politico
Ma anche il ruolo della Germania in Europa ancora risposta cercare compromessi ma come lo spazio per trovarli sempre molto preparata sui dossier in discussione
Nell'analizzare la situazione Merkel si mostrerà preoccupata
Non solo sulla questione profughi
In Spagna e Portogallo due nuovi governi probabilmente metteranno in discussione le politiche economiche seguite finora dal
Dall'eurozona Frau Merkel i suoi Ministri ritengono che la risposta data la crisi dell'euro sia stata positiva
Che da allora l'euro zona abbia fatto molti progressi ma
Che le riforme strutturali debbano andare avanti
Soprattutto ora che la politica monetaria della Banca centrale estremamente espansiva e anche la politica di bilancio tedesche è diventata tale moderatamente grazie agli investimenti per dare asilo
Ai profughi dunque sulla cosiddetta austerità che la Germania ritiene che gli spazi di flessibilità già ci siano Merkel riconosce l'importanza e la portata delle riforme fatte previste dal governo di Matteo Renzi
In Germania però l'opinione corrente che sul versante dell'economia molto vada ancora fatto
Così dunque questo articolo direi notai o sul Corriere della Sera cifrato
Capire cosa cosa si aspetta la Germania eccome e soprattutto come imposterà i colloqui quindi articolo utile per perché aprile
E poi valutare gli esiti naturalmente per come verranno presentati vediamo elenco che
La stampa c'è un retroscena il carro Bertini Ugo Magri su questo incontro di venerdì che pure si annuncia importante
Renzi cerca la sponda Merkel per riavere un aiuto sui rimpatri e qui è il tema più urgente
Davanti alla catastrofe di Schengen con le frontiere di mezza Europa che stanno per chiudersi e noi l'ultima spiaggia per i migranti
Renzi sta maturando un piano ancora in fase embrionale scrivono Bertini metri
Ma chiaro nell'Obiettivo evitare che la penisola si trasformi in un immenso campo profughi senza valvole di sfogo eccome
Prendendo atto che è inutile puntare sulla ricollocazione dei migranti verso i Paesi del Nord altra promessa mancata degli euroburocrati sollecitando invece un aiuto fattivo dei partner europei cominciando dalla Germania
Per rispedire nelle pagine di origini e i tanti che non hanno titolo all'asilo
Del suo piano Renzi a sorpresa messo a parte pure gli avversari politici accolto la palla al balzo dall'incontro il primo dopo gli attentati a Parigi
Del cosiddetto Tavolo della Sicurezza ne fanno parte oltre al premier al Ministro Alfano dal sottosegretario Minniti
Tutti i capigruppo di Camera e Senato dunque anche Cinquestelle lega Forza Italia e i compagni di sale
Questo tavolo nacque su impulso di Mattarella perché le aree condivisione sulle risposte alle minacce esterne dalla Siria la Libia Libano l'Iraq
Ed è in questo spirito bipartisan che riversi si è espresso senza remore nella biblioteca al quarto piano di Palazzo Chigi
Di solito la qualità del dibattito è inversamente proporzionale al numero dei presenti che erano ben venticinque
Ma stavolta le uniche intemperanze sono venute dai Grillini aggressivi sul caso Carrai e da Brunetta che ha rivendicato una poltrona del Copasir l'organo che sorveglia gli zero zero sette questa è una questione
Ormai sta diventando Brunetta e Gasparri certo ci sono persone come dire esuberanti hanno anche occupato raccolta la sede della Commissione ma sono forme di lotta e di
In Parlamento si usano
Non sarà da Radio radicale che cose del genere vedendo criticati però
In effetti che Forza Italia ponga il problema di un suo rappresentante Copasir dovrebbe essere una questione abbastanza semplice da risolvere
Non dovrebbe esserci questo ostracismo nei confronti del del partito insomma
Peso politico sarà in Carlo Masci l'attenzione sarebbe anche meglio insomma
Associarlo al al meccanismo di controllo insomma però ecco questo è il piano di Renzi poi l'incontro dei venticinque del Comitato per la sì del Comitato ad hoc
Aprirla sicurezza
Perché prodotto appunto questa
Questo rapporto anche con le opposizioni invece tornando alle reazioni sulle questioni economiche dobbiamo segnalare naturalmente non è che tutti
La
Dialoghi interpretazione rassicurante
Intanto vediamo per esempio come prospetta la questione dell'incontro
Fra il ministro Padoa né la commissaria europea
Il giornale
L'articolo di giornale già Maria De Francesco a pagina tre presentato al lettore con il seguente titolo Credit lì
L'Unione Europea ci dà una chance ma il conto da pagare sarà salato
Vertice fiume a Bruxelles e sulla Bet banche il commissario quest'aria garanzie a prezzi di mercato del voto di oggi sul Governo ci sarà l'ingresso in maggioranza dei Verdi Miani che c'entra poco con un incontro
Del del ministro questa che ma insomma viene inserito nel sommario preoccupatevi editore molto cauto sul giornale anzi diceva bene adesso gli altri giornali vi dicono che è andato tutto bene ma
Poi vedrete
E
Ed è giusto che sia così insomma
Anche i giornali
Hanno diverse angolazioni di lettura
E però ecco ce ne sono anche altre ancora più decise per esempio cioè il libero che ammette in un altro modo ancora c'è un editoriale del direttore Belpietro sessuologo trovassimo sarebbe eccolo qua
Dopo Renzi che mette il Burke alle statue prego l'editoriale di Maurizio Belpietro e riguarda la mozione di sfiducia oggi al Governo
Tedeschi scandalizzati da Etruria e Carrai ma Matteo cadrà sui conti
Qua viene citato a proposito della vigilia ormai leale l'antivigilia diciamo così
Della
Dell'incontro con Merkel Belpietro cita un caloroso Messaggio di benvenuto della Frankfurter Allgemeine Zeitung il più prestigioso quotidiano tedesco in vista dell'incontro di venerdì
Ricorda ai giornali Francoforte che il Capo del Governo negli ultimi mesi è inciampato in un paio di creare un po'fastidioso
La nomina di Marco Carrai la vicenda della Banca Etruria può darci
Che la falso
Abbia ragione che Lenzi abbia perso un po'di smalto tuttavia è difficile che il caso Carrai o quello ancora oscuro del fallimento della Popolare di Arezzo siano ostacoli tali da metterlo in difficoltà
Oggi il premier affronterà in Senato la mozione di sfiducia e presentata dal centrodestra e per quanto sia la nomina e per quanto sia la nomina
Dell'amico più fidato sia il contorno di massoniche accompagnato la bancarotta dell'Etruria possano essere difficilmente giustificati e spiegati
E altamente improbabile che il Governo vada sotto il premier e i suoi Ministri sebbene non abbiano fornito chiarimenti circa i fatti in discussione
Sebbene sia impensabile che li forniscano durante la seduta di Palazzo Madama quasi certamente supereranno lo scoglio della fiducia non solo perché oggi al Senato
La maggioranza può contare sui voti dei senatori attrattive venisse Verdini che ci hanno dimostrato
Di essere pronti a soccorrere l'Esecutivo appena sempre in difficoltà
Ma perché dentro il Pd non c'è nessuno che abbia davvero intenzione di mandare a casa il Presidente del Consiglio
Nel Pd la maggioranza dei parlamentari di spedire Berezi a Rignano ma il problema è dato dal fatto che nessuno di quelli che sognano di farlo secco se lo può permettere
I primi ad essere rispediti a casa infatti sarebbero gli onorevoli che desiderano la morte politica del loro capo
Lo detestano non vedono l'ora che faccio una brutta fine ma sanno che il loro destino è legato al suo via lunedì a tutti anzi e più probabile che ad andarsene per primi siano proprio loro e solo in seguito Renzi
Risultato in molti strillano anche sui giornali in tv ma quando arriva il momento si allineano nel timore che una crisi di governo si risolva con nuove elezioni ma senza di loro
Dunque il Governo non cadrà SUCCHER RAI e nemmeno scivolerà sulle operazioni poco trasparenti che riguardano banche teoria
Certe entrambi i casi sono Buttarelli che a Venezia figuratevi se non lo sono da spiegarsi soprattutto all'estero dove queste cose non sono abituati
Limiti si licenziano solo per aver copiato a scuola immaginatevi cosa succederebbe coloro che specie il suo amico per il massimo rispetto di Isabel sicurezza
Ad ogni buon conto la falsa non deve preoccuparsi
Indebolito a mercato nell'immagine Renzi resta e non ci saranno unioni civili che tengano a Schio darlo passerà tutto l'unica cosa che non passerà saranno i conti pubblici
Che sono assai peggiori di quanto si immagini sarà quello il vero banco di prova dell'Esecutivo e infatti
Prima che la fase del sale benvenuto Ardenzi ci ha pensato l'Unione Europea mandare un saluto a Palazzo Chigi
Sottolineando che il debito pubblico italiano potrebbe non essere sostenibile nel breve periodo vi chiedete perché parlare di breve periodo ossia di duemila feriti e non di due mila sedici o diciassette semplice
Nel passato l'Italia ha firmato un accordo tutto minato fiscal compatte
Che prevede una riduzione pesante del debito e comporta una manovra finanziaria da paura
In teoria l'operazione taglio dell'indebitamento dovrebbe essere già partite nel nostro Paese ha ottenuto un rinvio promettendo ricominciare a limare nel prossimo futuro la montagna di titoli di Stato emessi annualmente per finanziarsi
Il problema è che dopo un primo invio ce ne può essere dopo un primo rinvio ce ne può essere un secondo fosse un terzo ma dal due mila diciassette in poi si dovrà cominciare usare le forbici
Per lui si era come tagliere ladro su cui è seduto perché senza la possibilità di distribuire mance il ragazzo di Rignano sì rivelerà per quel che
Uno straordinario illusionista
E così l'articolo di Belpietro effettivamente incisivo venga ben congegnato dal suo punto di vista
E se questi sono i temi centrali alla fine della delle questioni politiche forse non ha torto Belpietro inutile nasce ad emettere Carrai
La Banca Etruria le unioni civili quelle sue però dovrebbe voi aggiunge quelle sono cose che noi riscriviamo sui giornali ci fasciamo la prima la seconda Laterza pagine ma poi le cose importanti sono altre
E ha ragione probabilmente però allora e ne discende che
Diciamo Molteni molte cover storie molti approfondimenti dei lidi libero per citare visto che l'editoriale di Belpietro sono su cose che poi alla fine
Però è anche giusto che Sinisi fasce informazione che su questo perché l'idea
Invece se si volesse approfondire
Le questioni più complesse senza dubbio più faticoso e da
Da affrontare anche sulla legge quelle che riguardano l'economia
Ecco si può prendere
La il prima prima pagina dell'inserto del foglio banchieri SIGO e nuovi poteri dal credito al fisco così Renzi guida un arcigno stress test Banca d'Italia scrive
Su questo Stefano Cingolani mentre c'è un articolo interessante di mercoledì un'opera è un altro articolo interessati di Marcovalerio Loprete che parla di disimpegno tedesco dall'Europa che può creare problemi a debito e banche italiane
Viene
Intervistato della
Da dare un prete
Ad esso
Adesso lo troveremo o
Un un suo interlocutore
Che
Viene ecco l'articolo inizia and
In prima pagina ma al momento non riescono riescono ritrovarlo comunque insomma
Si parla di vi vincolo esterno idee e
Ed è un
Una intervista di di di Valerio di Valerio Loprete
Che
Dell'inserto prima pagina eccolo qua ecco perché non l'ho trovato
E ed è proprio il Lince proprio sotto la testé tra
Che riporta le dichiarazioni riporta le dichiarazioni di Rienzi e poi di e poi
Sì applicare al tema anche in interviste a giorno chi fino allo scorso novembre è stato presidente di Ferrovie
Di Ferrovie dello Stato Messori che viene interviste a tot sono presi su questo tema allora invece questo per quel che riguarda
La questione d'Italia e Unione europea poi andiamo rapidamente e con le altre le altre notizie e intento restiamo restiamo sul
Figura di Renzi abbiamo visto
L'editoriale di Belpietro ce n'è un altro ci significativo il cui unico del professore Sabbatucci chiede al Messaggero il passato alla stampa
Oggi firmerà l'articolo di fondo uno storico poi guarda di voler cominciato Paolo Mieli per la verifica con le citazioni dell'Italia per i fascisti
Per Nancy il modello Depretis sia Balducci scrive così basterà qualche ulteriore passo di avvicinamento alla maggioranza della pattuglia guidate da Verdini perché abbia reduce vuol mente la configurazione del sistema politico italiano
Basterà una rassicurazione di al ferro sulla prevedibile lunga durata dell'alleanza fra il suo nuovo centrodestra e centrosinistra guidare anziane
Per dare corpo al fantasma del Partito della Nazione cancellare le ultime tracce di bipolarismo sopravvissute alla crisi della seconda Repubblica
Se lo chiedono con comprensibile inquietudine non solo i leader dei principali gruppi di opposizione
La destra forse leghista ICI in questi giorni che si sentono minacciati di erosione sul fronte dell'elettorato di centro ma anche e soprattutto gli esponenti delle minoranze PD che teme di perdere la sua identità restando nel partito
Oppure di vedersi relegata nel caso di scissione nell'aria della sinistra estrema
E allora
Sabbatucci prosegue il così
Renzi potrebbe rispondere a tutti
Con le parole pronunciate dal suo antico predecessore Agostino Depretis in un discorso tenuto a Stradella l'otto ottobre mille ottocentottantadue
Se qualcheduno vuole entrare nelle nostre file se vuole accettare il mio modesto programma se vuole trasformarsi e diventare progressista come posso io respingerlo
In queste parole c'era una buona dose di finta ingenuità sia alla vigilia delle prime elezioni a suffragio allargato che immettevano alle urne pezzi di società fino allora esclusi dal voto concludente gradualità
De Pretis leader della sinistra al Governo cercava di giustificare agli occhi dei suoi elettori l'accordo che stava allacciando con la destra guidata da Marco Minghetti proprio per limitare le temute conseguenze dirompenti della riforma sugli equilibri parlamentari
L'accordo pigliava dunque a stabilizzare il sistema in chiave moderata più che apportare nuovi consensi alla sinistra
I moderati non diventarono progressisti se mai si accertò il processo inverso il sistema imperniato su un'unica grande maggioranza costituzionale si blocco negando si ogni possibilità di ricambio fisiologico
E la benefica trasformazione dei partiti evocata la Depretis come evoluzione positiva dello scenario politico
Sì molto nel suo peggiorativo il trasformismo brutta parola più brutta cosa secondo la sferzante definizione di Carducci
Subito additato da intellettuali e politici di opposizione in prima linea Francesco Crispi che di lì a pochi anni sarebbe entrato nell'ultimo Governo Depretis
Come tomba di ogni genuino contrasto l'idealità e di programmi come fonte di ogni
Degenerazione di ogni corruttela
E allora tornando all'oggi dobbiamo paventare il possibile avvento di un nuovo inamovibile grande centro o per trovare un precedente più vicino di una nuova DC
Capace di restare ininterrottamente al Governo per quasi mezzo secolo meglio andare piano con invariato dei listini
Va ricordato che l'operazione politica lascerà Depretis non era solo una parola di potere
Arriva anche lo scopo non ignobile di rafforzare le istituzioni dello Stato ancora molto giovane di proteggerlo dalle minacce di forze extra costituzionali che non ne riconoscevano la legittimità oggi che non abbiamo
Sovversivi russi utopisti neri che premono ai cancelli della rappresentanza ma non è il del tutto fuori luogo interrogarsi sulle conseguenze
Che l'avvento al Governo di leghisti penta stellati e populisti assortiti potrebbe avere sulla nostra situazione finanziaria o sui nostri rapporti con l'Europa
Insomma la tendenza delle maggioranze parlamentari a fare blocco al centro produce di norma l'effetto negativo di inibire l'alternanza ma può dipendere almeno in parte dall'idea affidabilità delle opposizioni
E questo non è un problema diverso del PD
Nel gioco della democrazia vittorie sconfitte si assegnano in base al conteggio dei voti ma è già raro e Depretis insegna che un leader respinga gli apporti esterni giudicati compromettenti
Però e ancora più difficile che si faccia carico dei problemi di chi legittimamente aspira apprenderne il posto
E così
B sono settimana con editoriali carichi di storia e queste vedremo come come si conclude e siamo appena mercoledì
E però interessante molto interessante il grosso del giuramento molto pacato molto argomentato Bra
Non non neutro di se abbattuto il professore Sabbatucci
Va bene però in realtà ci sono altri editoriali da segnalare a questo punto e a quest'ora possiamo solo segnalarle rimane per esempio sulla questione di Schengen la notizia e che
La mia rimarchiamo per
Esso
Ha preso quella decisione che molti hanno criticato i che mi indichi perle non riesce a vedere come non si possa non critica
Quella cioè di avviare un processo di confisca dei beni dei migranti in chiave diciamo
Diciamo così di dipende di assicurazione di prevenzione
La Danimarca dice sia la confisca dei beni e i rifugiati via libera del Parlamento alle leggi sui migranti sequestra e di soldi e gioielli che superano i mille trecentoquaranta
Uno
Quindi insomma insomma il
Profugo che scappa dalla guerra e cerca di portarsi dietro i suoi errori evidenti o pochi che si erano nel proverbiali fagotto arriva
Nega ospitale e Danimarca e trova un gendarme edilizio equestre in via preventiva
è una bella immagine
No oggettivamente hanno però pedofilo si può vedere in tanti modi per esempio oggi libero fare una pagina una prima pagina trionfale sull'argomento
Da scusate non libero sbagliato io il giornale i giornali questo caso il gioielliere libero cioè il Burke all'esterno il giornale fa
Prende questo come argomento politico buonismo finito i profughi pagano
Ma una confisca e non è pagare perché che tali
è appena arrivato che deve pagare
La Danimarca rompe un tabù effettivamente vero fino ad oggi aveva pensato nessuno tranne i predoni dicemmo
Gli immigrati che chiedono asilo politico devono mettere a disposizione il loro patrimonio per pagarsi la permanenza la svolta a Riva del Paese più progressista d'Europa e questo è innegabile
Dalla sull'argomento Schengen invece due editoriali senz'altro da segnalare Panebianco sul Corriere della Sera
Che
Propone è un tema non nuovo la necessità se si devono vigilare i confini esterni di una polizia europea se non se ne esce
E è dal punto di vista del diritto invece Carlo Nordio sul Messaggero enti e la spiegazione del perché Roma pagina
Conto più salato sulle frontiera sulla questione delle banche di cui pure parla la di cui pure si è parlato
Il fatto Quotidiano resta libero un po'meno oggi come avete visto è il fatto quotidiano alle pagine due
E trine fa un po'mila
Un frullato fra il voto Verdini salva il Governo asse fra Renzi all'ex braccio destro di Berlusconi
Ma il Governo trema per l'otto febbraio quando il padre di Maria Elena potrebbe finire indagato
Una volta le avviso ENCJ di indagini
Era Gianni c'è bastava del far dimettere un ministro qui adesso sia Rivalta un passaggio successivo anche un familiare in stretto avvisaglie le aziende determina le dimmi le dimissioni del ministro
Messa così non funzione bisognerebbe mettere almeno meglio perché così non è vero
Se ci sono naturalmente i verbali di interrogatori molte sospetti fu Pierluigi a dirmi che l'affare fattoria il padre della boschi disse che l'affare poteva chiudersi insomma altri verbali sulla questione
Sulla questione Etruria e poi da Gelli arrendersi il sei gradi di separazione con Denis della cricca gli incontri del faccendiere Carboni comprava boschi l'amicizia fra l'ex azzurro
E Flavio cementata dalla Pitteri Dell'Utri insomma l'articolo di Fabrizio d'Esposito non ci fa manca
Invece sulle unioni civili attenzione a un
Un paio di cose forse va bene prendiamo riprendiamo il Corriere della Sera alle pagine due e le pagine dieci e undici
E allora
C'è questa sensazione unioni civili tutti idem le voteranno al fanno si prepara referendum nel PD
Resta la libertà sull'adozione si tenta di mediare
Ci sono anche le spinte dal Consiglio d'Europa perché l'Italia si doti di una legislazione che praticamente tutti i Paesi europei non sono tutte uguali per la verità ma insomma tutti i Paesi europei già hanno intanto fervono i preparativi per il family day
Che Giuliano Ferrara chiamai pièce famiglie
In
Il foglio quotidiano ha un suo stile quel questo dei media e altri del family day di escrementi
Oggi però
Dunque abbiamo un'intervista sul Corriere della sera del e il governatore della Lombardia Maroni sul Pirellone volevo creare il caso se la legge va
Nuovo il nuovo centrodestra dovrà scegliere
Sbaglio è schierare l'istituzione Boldrini Fassino e Pisapia l'hanno fatto e perché io no dice Maroni
Ma sulla questione unioni civili c'è la Repubblica che ha seguito in modo anche un po'ondivago corre
Articoli non sempre comprensibili aperti di quelli favorevoli al buon esito poi di
Delle prime importo della legge oggi fa alle pagine due treni la segue insomma questa vicenda con grande risalto
Referendum contro le unioni civili dice il Ministro dell'interno al faranno e quanto al PD l'accordo non c'è
Come vedete qua c'è un'altra divisione Conte anche un po'forse il mercato sono due giornali concorrenti però la faccenda sta diventando singolare
Se il Corriere della Sera si è schierato con nettezza con un bell'editoriale del suo direttore Fontana su questa questione e oggi dice
Questo nei giorni precedenti è oggi dice
Del PC PD voterà compatto Repubblica dice no attenti l'accordo nel PC del PD non c'è
E così e viene intervistata una parlamentare la senatrice Emma Fattorini che dice sono state messe all'indice perché ero per l'aborto ma la STET Child dicono
Questo sembra anche qui ci sono sempre
La storia si non si ripete mai però alcune cose invece sì sembra sembra uno di quei cattolici gli diceva no io sul divorzio era favorevole poi generano ancora di Roma in su Südtirol c'ero favorevole ma sul rapporto mai
Non si può adesso
La la senatrice fattorini dice però sulla Porto Viro favorevole ma vaste ci aiuta talk show
Non è non è tollerabile
Va beh in genere perdo non prendiamola come un buon augurio intanto però ecco queste questa è un'altra questione è più che l'accordo del PD
L'ultimo allarme di Renzi temo il dietrofront del Movimento cinque stelle cercano un pretesto per il no non bisogna essere Machiavelli per pensare a una
Situazione del genere
E dunque il premier punterà provare comunque la legge ma molti al Senato scommettono sull'ipotesi di stralciare le adozioni questi cioè vide in caso di stralcio delle adozioni
è evidente che si mette in piedi un'autostrada per
Far dire al Di Battista ridurlo che a questo punto il Movimento cinque Stelle non vota perché è stata cambiata la legge
E poi va beh china spetta sempre a chi ringraziare ma insomma questo questo sembra essere il clima
Attenzione ci sono però un altro paio di cose da segnalare sulle unioni civili intanto un articolo sul Corriere della Sera di Massimo Franco che pure però a pagina dodici evidenziato
Un rischio posizioni rigide che nascondono ancora obiettivi colpire escludono obiettivi ancora coperti
Il referendum adesso revocato esplicitamente viene messo nel conto dal Ministro dell'interno punterebbe ad abrogare la riforma nel caso fosse nel caso sia approvata anche con l'adozione dei bambini
La cosa singolare che la presa di posizione arriva in coincidenza con quella del Consiglio d'Europa che chiede all'Italia di riconoscere le copie dello stesso sesso
Non è chiaro se queste spinte siano destinati a favorire un compromesso in Senato a complicare uno la prospettiva di una guerra referendaria forse preoccupa più il Vaticano che Palazzo Chigi
Da settimane la cerchia papale osserva quanto sta accadendo al Senato e nel Governo con un filo di preoccupazione
Vede nella determinazione di Renzi
Di fare approvare la legge una forzatura ideologica evita tuttavia di intervenire in modo diretto
Nella convinzione che il Family day del trenta gennaio non debba diventare una manifestazione sovrastato la parole d'ordine troppo radicali e referendarie
Nei giorni scorsi al fare il nome di Alfano è affiorato dopo che il ministro aveva già adombrato l'ipotesi di una consultazione e le sue parole erano state accolte con freddezza
Il fatto che il presidente della CEI Bagnasco abbia rimarcato l'appoggio dei vescovi agli organizzatori nonché abbia uno sfondo di sostanziale prudenza però in Parlamento l'atmosfera è diverso
Ieri i senatori del PD hanno espresso all'unanimità di volere approvare una buona legge
La formula lascia indovinare la volontà di smussare i contorni della parte riguardante le adozioni sul quale di sulla quale è difficile piegare le resistenze trasversali
Perplessità presenti non solo della cosiddetta della cosiddetta ala cattolica del partito ma più estese
Attraverso lo anche Forza Italia peraltro di tributario le richieste di rinviare di un paio di mesi la riforma fotografare uno stallo che la compattezza del PD esorcizza
Ma non supera e poi vorrei verosimile che il nuovo centro destra di Alfano receda dalla sua scelta di identità tanto più dopo che Berlusconi si è schierato a favore della riforma deludendo un prezzo di elettorato
Il nuovo centrodestra spera riprenderseli almeno una parte alle amministrative di giugno lo stesso calcolo attribuito al Renzi per arginare così smottamento a sinistra della maggioranza e non bastasse c'è da chiedersi se un Movimento cinque Stelle sulla difensiva e sia disposto a consegnare la vittoria al premier appoggiandolo sulle unioni civili questa è la vera domanda
In apparenza è tutto chiaro che in realtà si dotano margini di ambiguità che coprono le vere intenzioni delle forze politiche preparano qualche sorpresa e con questo è un modo
Per affrontare la questione da ultimo segnaliamo sul foglio
Un problema un nuovo problema di costituzionalità però in questo caso
Riguarda il referendum
E
Dovrebbero no riguarda ecco riguarda un articolo di
Salvatore membro
La è un conversazione con
E l'ex ministro di Giustizia Nitto Palma
Lo descrivono come il cattivo intelligentissimo colui il quale avrebbe Machiavelli che mette il selezionatore relatrice della legge sulle unioni civili Cirinnà
Coltivando la segreta speranza che la senatrice digiuna di diritto e di esperienza in effetti è svolazzante dice
Scrivesse una legge completamente da cestinare opzione adesso diventata parecchio realistica
Ma non è vero io non immaginavo facesse il pasticcio che ha fatto lo giuro
è di lui e di lui dicono pure che abbia voluto calendarizzare la legge sulle unioni civili proprio in Senato
Dove i numeri di Matteo Renzi ballano per rendere così più difficoltoso l'iter del provvedimento e questo è solo parzialmente vero io la legge la volevo fare ma bene dicono tutti così
Ed è per questo che la volevo incardinata al Senato dove il PD e il Movimento cinque Stelle sono molte sono meno forti ma chissà vai a sapere
Si domanda il giornalista insomma Nitto Francesco Palma sessantasei anni ex Ministro della Giustizia con Berlusconi
Viene raccontato come una specie di l'ex nunc Torre ma non sono cattivo
Pausa tono ironico intelligentissimo sì
E allora il selettore ricostruisce l'intricata confusa vicenda che ha portato il PD ad annunciare emendamenti correttivi alla legge che si vota domani
Ma ecco l'incostituzionalità ritornello Nitto Palma questo disegno di legge Mattarella non lo firmerei
Così sì ritorno a a un tema che
Ieri sembrava in calo oggi viene rilanciato da questa intervista brillante
Di Salvatore Merlo a Nitto Palma
Ho nel frattempo dunque vediamo per i partiti invece le le storie di oggi Aldo Cazzullo intervista Walter Veltroni un'intera pagina
Democrazie in pericolo vorrei si deve avere cura della storia della sinistra sulla
Sulla riforma del Senato di Rossi però al Parlamento devono at devono essere conferiti più poteri di controllo
Dobbiamo attivare un circuito di democrazia dal basso il cittadino non può partecipare solo dicendo su Twitter che tutto fa schifo
Così degli assi diciamo un ritenuti più significativi dal Corriere del intervista divario di Aldo Cazzullo a Walter Veltroni pubbliche le voci del quotidiano di via Solferino
Tra le interviste dicevamo anche quella passando da dal PD al nuovo centrodestra quindi per certi versi restando Ilaria governativa sul Messaggero troviamo un'intervista al Ministro dell'interno
Che
Dice si occupa di sui temi di Schengen
Del della questione dell'immigrazione dice la libera circolazione delle sue salva bei sotto attacco occorrono corpi di guardia di frontiera europee i poi per fronteggiare anche il rischio
Terrorismo e
Anche se al faro oggi ha una sua visibilità dovuta alla sua proposta referendaria diciamo così l'intervista al Messaggero e molto centrata su questo su questo aspetto che è poi lo vede invece in causa con il Ministro dell'interno
La cosa più interessante sul Movimento cinque Stelle oggi sta sulle pubbliche De Stefano Folli che ancora si applica
Alla movimento perché Byrne il dopo Grillo e anche questo per la verità e avere il diritto e quante volte Grillo ha annunciato il passo di lato e poi non lo ha fatto però
La la reiterazione porta il calcolo di Publitalia far pensare che
Si sia sempre più vicini
Doveva il dirigismo senza Grillo lo choc lo slogan scelto le cinque stelle per presentare le due candidate sindaco a Milano e Torino vuole essere semplice immediato e leggete una massaia
Che salvare amministrare
A Roma ma anche con il nome tutto incerto tuttavia l'immagine della massaia quando si tratta di una donna è replicabile ovunque nonostante il sapore antico della definizione
In sostanza il movimento villino volentieri perché rischi medico si è fatto un po'da parte si sforza di tornare ai principi di base il primo dei quali prevede che per amministrare una grande città
Basti l'onestà e la voglia di rimboccarsi le maniche il resto viene Dessì purché al timore ci sia una massaia un buon padre di famiglia
Il messaggio ovviamente populista ma quel che colpisce lo sforzo di vini trovare lo spirito degli esordi la stagione dell'innocenza quando bastava essere anti cioè contro la casta
Per raccogliere una messe di voti ma da allora ha dovuto affrontare le due repliche della realtà Parma Livorno fino alla vicenda di quarto eppure il movimento sa solo proporre uno slogan che andava bene all'inizio dell'avventura Chirilli INEA
E invece quello che non sembra possibile la rinuncia a scegliere quando il direttorio afferma che il movimento può fare ormai a meno di chi Rillo tende a illudere se stesso e gli elettori sia perché Grillo resta incombente interverrà quando ne avrà voglia sia perché i sondaggi
Finora molto favorevoli cioè come piattaforma fragile cui affidarsi il caso quarto subito danneggiato le percentuali dei Cinque Stelle forse al di là del giusto
E a ciò contribuisce probabilmente l'assenza di una leadership ben identificate freghi lirici sono peraltro ottimi parlamentari che non amano restare troppo alla finestra di i civili sul terreno propizio per contare specie al Senato
Al di là di tale orizzonte si colgono soprattutto contraddizioni
La politica estera e mediterranea non si risolve in una battuta ora che la crisi in Libia destinata a peggiorare la politica economica richiede rigore di analisi e proposte l'insuccesso della manifestazione di Arezzo davanti alla Banca Etruria
Dimostra come oggi sia difficile muoversi perfino sui terreni più favorevoli
Insomma un bellissimo senza Grillo non è credibile
Il ventisei ventisette per cento dei sondaggi non è un patrimonio acquisito per sempre ma una conquista quotidiana è così
Stefano Folli sul
Sulle pubbliche per quel che riguarda il Movimento cinque Stelle
Va bene dobbiamo atte a questo punto assolutamente conclude nelle principali notizie ci sono quanto alle interviste un'altra intervista significativa
Sul manifesto ed è
Invece il sindacato la la battaglia di fabbrica ebbe il giornale
Nacque così nel lo metta grosse
Niente settantadue forse se non addirittura settantuno
E comunque c'è ripresa titola il manifesto prima attenzione donne la ripresa economica perché
Sono le due parole sulla foto storia che mostra una manifestazione sindacale la ripresa
Delle piazze la ripresa di cui parla Renzi e nelle piazze Renzi ci deve convocare dice ad Antonio sciolto
Il segretario della FIOM Dandini
Genova non si ferma da acciaierie di Cornigliano resta occupata i metalmeccanici scenderanno in sciopero
Il segretario della FIOM dice il Governo tuteli l'integrità del gruppo e rispetti l'accordo di programma e così la partita sull'Ilva
Viene deciso dalla FIOM di giocarla come è anche logico dal suo punto di vista e con estrema decisione
Va bene possiamo arrivare rapidamente alla conclusione a proposito del
Di questi ultimi collegate proprio alle fabbriche
Va bene che di appassionati sindacato Landini verrebbe l'intervista va benissimo però
La cosa più interessante sull'argomento apparentemente ferito basse significativo perché abilitante cose
E lo troviamo a pagina ventidue del Corriere della Sera
Lo firma Dario Di vico un dossier quei robot un po'attentati in servizio nelle nostre industrie
Sono i dati sulle macchine utensili l'età media è troppo alta il ventisette per cento a più di vent'anni
Il Parco il parco macchine sistemi di produzione nell'industria italiana un'indagine
Che oggi verrà presentata alla Camera e alle quattordici e trenta abbia io dirigo previste attentissimo e alle questioni di sostanza
Si rende conto
Che il tema delle delle macchine tema non dell'Europa delle vecchie che servono prebende inerenti le fabbriche un tema centrale l'invecchiamento del
Italiano e non è un buon segnale
Va bene c'è c'è dell'altro no sostanzialmente nove veloce solo ecco da concludere
Su su Roma
Due articoli però lì se poi facciamo solo Interpol segnalargli sulla campagna elettorale tanto le vedremo tante altre
Nel corso dei prossimi giorni sulle candidature che andranno precisando sì per ore
Sul terreno c'è solo Giachetti infatti è già iniziato la sua campagna elettorale e resta l'unico candidato alle primarie figure questo
Non è un bene comunque riparlare o il foglio in uno degli editoriali a pagina tre Francesco Cundari sull'Unità ecco con queste due segnalazioni possiamo concludere la punta di oggi strategici