05 FEB 2016
dibattiti

Non si gioca con le vittime. Casi di violenza domestica e malagiustizia

DIBATTITO | di Diego Galli - RADIO - 14:15 Durata: 29 min 45 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Secondo l'Istat 6 milioni 788 mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni.

Ma la violenza domestica fa vittime non solo fra le donne, a rimetterci sono spesso anche i bambini.

E' difficile per le vittime uscire da sole dalla violenza.

I bambini non ne hanno il potere.

Le donne hanno bisogno di fare i conti con il proprio attaccamento emotivo.

Entrambi necessitano di una rete di supporto.

E di strumenti di tutela.

Che in Italia troppo spesso mancano, provocando vittime evitabili.

A partire dal libro di
Manuela Lunati "Giochi di mano" (Edizioni Rai) e da alcuni casi di malagiustizia, cerchiamo con l'aiuto di esperte del settore di capire cosa si può fare e cosa non viene fatto per aiutare le vittime della violenza domestica.

leggi tutto

riduci

  • Manuela Lunati

    docente e traduttrice

    Ilaria Baldini

    counselor e volontaria del centro antiviolenza di Milano “Casa delle donne maltrattate”

    Antonella Penati

    presidente dell'Associazione Federico nel Cuore

    Manuela Ulivi

    rappresentante della Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate di Milano

    Enrichetta Buchli

    psicanalista

    Enrichetta Buchli è l'autrice del libro "Il mito dell'amore fatale"
    14:15 Durata: 29 min 45 sec