15 FEB 2016
intervista

L'Ilva è spacciata - Intervista a Vincenzo Carriero, direttore di Cosmopolis

INTERVISTA | di Maurizio Bolognetti - Taranto - 13:14 Durata: 10 min 34 sec
Scheda a cura di Delfina Steri
Player
Per Vincenzo Carriero il "matrimonio per rilevare l'Ilva è da annullare prim'ancora che si celebri".

Il 10 febbraio, in un editoriale intitolato "Giro Tondo", il direttore di Cosmopolis ha tra l'altro scritto: "Gli imprenditori nel paese del familismo amorale sono sempre amici dei governi di turno [...].

Con un'intervista al Messaggero di quest'oggi Claudio Costamagna, presidente della Cassa Depositi e Prestiti, getta via la maschera e si dice pronto ad affiancare i Marcegaglia nel salvataggio dell'Ilva.

Un soggetto privato che fa affari con il pubblico (Emma Marcegaglia è presidente
dell’Eni) e un soggetto pubblico, compartecipato dal Tesoro, definito a più riprese una sorta di Cassaforte di Stato, che si stringono in matrimonio.

Si tratta chiaramente di nozze da annullare.

Cassa Depositi e Prestiti non può, per Statuto, salvare un'impresa che accumula perdite economiche pari a 50 milioni di euro al mese.

Marcegaglia, la stessa che a Taranto ha chiuso una fabbrica nelle scorse settimane e messo per strada alcune centinaia di lavoratori, adesso s'interessa alle sorti dell'acciaio jonico.

Per fare cosa? Per rafforzare i cartelli oligopolistici e portare nuovi asset economici nei soliti salotti (poco) buoni della finanza italiana?".

Redattore Maurizio Bolognetti.

leggi tutto

riduci