19 FEB 2016
intervista

Polonia: Walesa accusato di esser stato collaboratore della polizia segreta polacca. Intervista a Carla Tonini

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo - RADIO - 17:13 Durata: 25 min 7 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Le accuse di Lukasz Kaminski, presidente dell'Istituto per la memoria nazionale (Ipn): esisterebbero documenti sul collaboratore "Bolek", identificato con Walesa, che proverebbero la sua cooperazione con la polizia politica comunista tra il 1970 e il 1976.

Il ruolo dell'Istituto della Memoria negli anni, il clima politico in cui ha operato: un leitmotiv del partito dei fratelli Kaczynski è stato il mito del tradimento della Tavola rotonda del 1989, attraverso cui il Paese è uscito dal comunismo e cui pure i due fratelli parteciparono, in quanto collaboratori di Walesa fin dai tempi di
Solidarnosc.

Il risentimento mai sopito e sfruttato politicamente da Jaroslaw Kaczynski in questi anni: la morte del fratello Lech, il presidente morto nel 2010 in un incidente aereo a Smolensk: accuse ai russi e a chi in Polonia veniva accusato di pavidità nei loro confronti.

La Polonia dopo le elezioni che hanno portato al potere, nel novembre del 2015, il partito Pis di Kaczynski: promesse elettorali impossibili da mantenere.

leggi tutto

riduci