19 APR 2016
intervista

Conversazione su "Il violento mestiere di scrivere" di Rodolfo Walsh (La nuova frontiera, 2016) con Alessandro Leogrande, curatore del volume

INTERVISTA | di Massimiliano Coccia - Radio - 16:38 Durata: 26 min 58 sec
Scheda a cura di Fabio Arena
Player
Il 24 Marzo del 1976 un colpo di stato militare getta l’Argentina in un incubo dalle dimensioni inimmaginabili che vedrà fine solo nel 1983 con il ritorno della democrazia.

"Il violento mestiere di scrivere", volume curato e introdotto da Alessandro Leogrande, è composto da una serie di articoli di Rodolfo Walsh che coprono un arco temporale molto ampio "dal 1953 al 1977 ", in cui sono raccontate le condizioni sociali e politiche che portarono alla grande catastrofe argentina del ’76.

A questi articoli si affiancano altri reportage più lunghi, dove l’autore ha modo di mettere in luce
tutto il suo talento di grande narratore.

Chiude la raccolta la celeberrima "Lettera aperta di uno scrittore alla Giunta Militare", l’ultimo atto di accusa di Walsh, scritta poco prima di cadere sotto i colpi di un gruppo di fuoco militare.

Nella conversazione è presente la voce di Walsh, estrapolata da una registrazione alla radio argentina.

leggi tutto

riduci