03 LUG 2003

Intervento di Olivier Dupuis sulla situazione in Laos

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 2 min 36 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Olivier Dupuis sulla situazione in Laos", registrato a Parlamento Europeo giovedì 3 luglio 2003 alle 00:00.

Sono intervenuti: Olivier Dupuis (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Asia, Cooperazione, Corruzione, Democrazia, Diritti Umani, Economia, Informazione, Laos, Parlamento Europeo, Riforme, Ue.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Olivier Dupuis

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    (FR) Signor Commissario, onorevoli colleghi, desidero anzitutto salutare le Altezze Reali del Laos che si trovano nella nostra tribuna d'onore, i membri della famiglia reale del Laos, la presidente del movimento laotiano per i diritti umani e il presidente della comunità Hmong in Francia. Desidero rendere omaggio alla loro lotta, grazie alla quale ci è possibile svolgere il nostro lavoro in seno a questo Parlamento: una lotta instancabile per la democrazia, per lo Stato di diritto, per la libertà e infine per la riconciliazione nazionale nel loro paese. Il dibattito, mi sembra, ha messo in luce tutti gli aspetti del problema, e l'onorevole De Keyser ha giustamente sottolineato un punto: la notizia della probabile liberazione dei giornalisti belga, francese ed americano non comporta la liberazione dei quattro laotiani che li accompagnavano, e che sono destinati a rimanere nelle carceri di Vientiane per 10, 15 o 20 anni. La vicenda di questi giornalisti non è che l'ennesimo elemento, l'ennesima prova della gravità della situazione del Laos e della totale corruzione di quel regime: un regime che dovrebbe essere oggetto di un'inchiesta di Interpol e di tutti gli organismi finanziari internazionali, vista l'importanza dei traffici. Tutto questo, inoltre, dimostra che la politica dell'Unione europea nei confronti del Laos deve cambiare; una politica indulgente, infatti, servirebbe solo a rafforzare gli elementi estremisti del regime laotiano. Occorre invece adottare una politica di fermezza che favorisca coloro i quali, all'interno del regime del Laos, si adoperano per una politica di democratizzazione e riconciliazione: si tratta di un punto fondamentale. Gli strumenti a tale scopo non mancano: nel solo settore tessile eroghiamo 160 milioni di euro l'anno a titolo di accordi commerciali, e abbiamo in piedi decine di accordi di cooperazione. E' giunto il momento di effettuare una valutazione estremamente rigorosa, e di comunicare al regime laotiano che, in mancanza di riforme precise e concrete nei settori della giustizia, dell'informazione, dell'economia e della politica, noi intendiamo cessare ogni forma di cooperazione.
    0:00 Durata: 2 min 36 sec