20 NOV 2002

Intervento di Olivier Dupuis sui risultati del vertice UE . Russia

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 2 min 49 sec
Player
Registrazione video di "Intervento di Olivier Dupuis sui risultati del vertice UE . Russia", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 20 novembre 2002 alle 00:00.

Sono intervenuti: Olivier Dupuis (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Arresto, Caucaso, Cecenia, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Danimarca, Interpellanze E Interrogazioni, Parlamento Europeo, Putin, Russia, Unione Europea.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Olivier Dupuis

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    (FR) Signor Presidente, signor Presidente in carica del Consiglio, signor Commissario, onorevoli colleghi, si parla molto di stabilità, ma quale stabilità vogliamo raggiungere? Miriamo alla stabilità di Budapest nel 1956 o alla stabilità di Praga nel 1968? Abbiamo udito l'onorevole Marchiani cercare di confonderci le idee con un discorso fondamentalista cristiano del tutto razzista, che rappresenta l'antitesi di ciò che dobbiamo fare. Il problema attuale della Russia è la democrazia. La questione cecena è usata dagli oligarchi in Russia per rafforzare il loro potere e in particolare per impedire che la democrazia diventi una realtà in Russia. E' un problema che non vogliamo affrontare. Non abbiamo voluto affrontarlo nel caso di Kaliningrad, per il quale, tutto sommato, avremmo potuto trovare soluzioni più ambiziose. Avremmo potuto rispondere in senso positivo a Putin, che proponeva un mercato comune, non soltanto delle merci e delle finanze, ma anche delle persone. Avremmo potuto dirgli: sì, Presidente Putin, a condizione che risolviate la questione della Cecenia, a condizione che risolviate la questione nucleare e la questione della libertà di stampa in Russia. Sarebbe stato possibile, ma preferiamo lasciarci obnubilare dai gasdotti e dalle discussioni con i tecnocrati, mentre il problema è salvare la Cecenia, per salvare anche l'anima della Russia. Oggi ci stiamo dirigendo esattamente nella direzione opposta. Vorrei chiedere all'onorevole Paasilinna, che si recherà in Cecenia il 20 gennaio, se può trovare un posto sull'aereo per portare anche il Commissario Nielson, poiché sono circa due anni che, insieme all'onorevole Posselt e altri, gli chiediamo di visitare la regione. Vorrei altresì chiedere al Presidente in carica del Consiglio, poiché afferma che lo scambio di informazioni sul terrorismo è migliorato, a che punto è la situazione del vice Primo ministro ceceno, che si trova ancora in carcere in Danimarca, anche se i capi d'accusa a suo carico avanzati dai russi sono assolutamente ridicoli e infondati.
    0:00 Durata: 2 min 49 sec