29 SET 1994

Intervento di Alexander Langer sui rapporti UE/Albania

STRALCIO | - Parlamento europeo - 00:00 Durata: 1 min 56 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
La minoranza greca in Albania.

Registrazione video di "Intervento di Alexander Langer sui rapporti UE/Albania", registrato a Parlamento Europeo giovedì 29 settembre 1994 alle 00:00.

Sono intervenuti: Alexander Langer (parlamentare europeo, Federazione dei Verdi).

Tra gli argomenti discussi: Albania, Esteri, Grecia, Minoranze, Mozioni, Parlamento Europeo, Ue, Verdi.

La registrazione video ha una durata di 1 minuto.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Alexander Langer

    parlamentare europeo (Federazione dei Verdi)

    intervento in italiano, traduzione in inglese Signor Presidente, dagli interventi precedenti si è capito chiaramente che c'è tensione, oggi, tra Grecia e Albania, tra i greci e gli albanesi. Sulla base dell`opinione che ho potuto formarmi, posso affermare con certezza che ci sono torti da entrambe le parti: non solo torti, ma torti e ragioni. Le autorità albanesi spesso sembrano fare di tutto per alienarsi degli amici, anche lo stesso Parlamento europeo. Noi non amiamo certo i processi politici, né a Tirana né altrove, ma non possiamo qui celebrare il processo d'appello e scrivere qui sentenze di appello sui processi che laggiù sono stati celebrati. Credo che il Parlamento europeo sia oggi davanti a questa scelta: o soffiare sul fuoco, e quindi sicuramente incoraggiare e aggravare il conflitto, o viceversa adoperarsi ai fini di una conciliazione e una migliore comprensione reciproca. Finché ci limiteremo ad ascoltare una parte, difficilmente potremo contribuire alla compren- sione. E, a mio giudizio, il cosiddetto compromesso che è stato concordato da molti colleghi, soprattutto greci, in realta è una risoluzione che soffia dawero sul fuoco. Devo dire che, personalmente, sarei disposto a ritirare la nostra mozione se il compromesso venisse ritirato a favore, per esempio, di una mozione come quella presen- tata dal gruppo RDE, con i colleghi Daskalaki e Kakla- manis, primi firmatari, o in favore della risoluzione Avgerinos, che sono molto più ragionevoli del compro- messo. Ma approvare questo compromesso, contro il quale saremmo obbligati a pronunciarci, vuol dire soffiare sul fuoco. Chiedo pertanto ai colleghi che hanno firmato il cosiddetto compromesso, che lo facciano ancora un gesto, che ritirino, che ci si accordi su una delle risoluzioni moderate ma greche, e che ci si fermi e non si vada oltre o, in alternativa, che votino a favore della risoluzione presentata da noi, che si ispira a uno spirito di conciliazione e di equità.
    0:00 Durata: 1 min 56 sec