11 LUG 2017
stampa

Dopo la Convenzione di New York. Per la proibizione degli ordigni nucleari, nuovi percorsi e prospettive per il disarmo

CONFERENZA STAMPA | - Roma - 14:00 Durata: 1 ora 6 min
A cura di Andrea Maori
Player
Il Trattato che renderebbe illegale sviluppare, produrre, utilizzare o sperimentare armi nucleari è sostenuto da una grande maggioranza dei governi, ma osteggiato dagli Stati che dispongono di armi nucleari e da alcuni dei loro alleati.

Circa 40 paesi tra cui gli Stati Uniti, la Russia, il Regno Unito, la Francia, la Corea del Sud e il Giappone non hanno infatti partecipato ai negoziati e si sono opposti attivamente al Trattato, che sta invece raccogliendo un ampio sostegno.

Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Dopo la Convenzione di New York. Per la proibizione degli
ordigni nucleari, nuovi percorsi e prospettive per il disarmo" che si è tenuta a Roma martedì 11 luglio 2017 alle ore 14:00.

Con Antonia Sani (presidente della Lega Internazionale delle donne per la pace e la libertà), Luigi Mosca (esponente di Energia felice-Armes Nucléaires STOP), Giovanna Pagani (presidente onoraria della Lega Internazionale delle donne per la pace e la libertà), Giuseppe Bruzzone (esponente dei Disarmisti esigenti), Giuseppe Padovano (coordinatore del Comitato No Guerra No Nato CNGNN), Olivier Turquet (Pressenza), Luciano Zambelli (Campagna OSM-DPN), Patrick Boylan (componente della Rete NoWar Roma), Joachim Lau (Ialana), Angelo Baracca (Ialana e Disarmisti Esigenti).

La conferenza stampa è stata organizzata da Disarmisti Esigenti e International Campaign to Abolish Nuclear Weapons e Rete Italiana per il Disarmo e Senzatomica.

Tra gli argomenti discussi: Accordi Internazionali, Armi, Associazioni, Disarmo, Governo, Guerra, Italia, Nucleare, Onu, Pace, Pacifismo.

Questa conferenza stampa ha una durata di 1 ora e 6 minuti.

leggi tutto

riduci