26 AGO 1994
intervista

La nomina di Ferdinando Masone a Capo della Polizia ha suscitato forti polemiche, rappresentando egli una continuita' con la politica dell'ordine pubblico degli anni '70 asservita agli interessi e alle manovre strumentali del potere politico; Chi ha impedito l'accertamento della verita' sui casi piu' eclatanti (Moro, Cirillo, Giorgiana Masi) degli "anni di piombo", nei quali tra l'altro F. Masone era Capo della mobile a Roma

INTERVISTA | di Aurelio Aversa - RADIO - 00:00 Durata: 10 min
A cura di Valentina Pietrosanti
Player
La nomina di Ferdinando Masone a Capo della Polizia ha suscitato forti polemiche, rappresentando egli una continuita' con la politica dell'ordine pubblico degli anni '70 asservita agli interessi e alle manovre strumentali del potere politico; Chi ha impedito l'accertamento della verita' sui casi piu' eclatanti (Moro, Cirillo, Giorgiana Masi) degli "anni di piombo", nei quali tra l'altro F.

Masone era Capo della mobile a Roma.

"La nomina di Ferdinando Masone a Capo della Polizia ha suscitato forti polemiche, rappresentando egli una continuita' con la politica dell'ordine pubblico degli anni '70
asservita agli interessi e alle manovre strumentali del potere politico; Chi ha impedito l'accertamento della verita' sui casi piu' eclatanti (Moro, Cirillo, Giorgiana Masi) degli "anni di piombo", nei quali tra l'altro F. Masone era Capo della mobile a Roma" realizzata da Aurelio Aversa con Massimo Teodori (professore).

L'intervista è stata registrata venerdì 26 agosto 1994 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Giorgiana Masi, Governo, Interni, Ministeri, Ordine Pubblico, Polemiche, Polizia, Scandali.

La registrazione audio ha una durata di 10 minuti.

leggi tutto

riduci