03 APR 1995
intervista

La decisione presa dal Consiglio Nazionale della Federazione dei Medici di regolamentare la delicata questione della fecondazione artificiale; Un commento alla decisione presa sia dallo schieramento di centro destra sia di centro sinistra di far fronteggiare nelle regione della Lombardia (Diego Masi e Roberto Formigoni) e del Lazio (Alberto Michelini e Piero Badaloni) due candidati provenienti dalla ex DC per le ammistrative del 23 aprile 95; La candidatura di Marco Pannella in Lombardia

INTERVISTA | di Claudio Landi - RADIO - 00:00 Durata: 15 min
A cura di Valentina Pietrosanti
Player
La decisione presa dal Consiglio Nazionale della Federazione dei Medici di regolamentare la delicata questione della fecondazione artificiale; Un commento alla decisione presa sia dallo schieramento di centro destra sia di centro sinistra di far fronteggiare nelle regione della Lombardia (Diego Masi e Roberto Formigoni) e del Lazio (Alberto Michelini e Piero Badaloni) due candidati provenienti dalla ex DC per le ammistrative del 23 aprile 95; La candidatura di Marco Pannella in Lombardia.

"La decisione presa dal Consiglio Nazionale della Federazione dei Medici di regolamentare la delicata
questione della fecondazione artificiale; Un commento alla decisione presa sia dallo schieramento di centro destra sia di centro sinistra di far fronteggiare nelle regione della Lombardia (Diego Masi e Roberto Formigoni) e del Lazio (Alberto Michelini e Piero Badaloni) due candidati provenienti dalla ex DC per le ammistrative del 23 aprile 95; La candidatura di Marco Pannella in Lombardia" realizzata da Claudio Landi con Stefano Rodotà (professore).

L'intervista è stata registrata lunedì 3 aprile 1995 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Amministrative, Bioetica, Centro, Dc, Destra, Elezioni, Etica, Fecondazione Assistita, Lazio, Lombardia, Medicina, Ordini Professionali, Pannella, Politica, Regioni, Riformatori, Sinistra.

La registrazione audio ha una durata di 15 minuti.

leggi tutto

riduci