17 GIU 1998
intervista

La legge Simeone che dispone pene alternative per chi ha subito condanne fino a tre anni di reclusione: le polemiche all'interno di Alleanza Nazionale; Il dibattito relativo alla possibile introduzione nel nostro Paese del braccialetto elettronico per il controllo dei detenuti agli arresti domiciliari; Le ultime vicende relative al processo All Iberian; Lo "stato di salute" del Governo italiano: l'allargamento della Nato e il finanziamento alle scuole private

INTERVISTA | di Roberto Iezzi - ROMA - 00:00 Durata: 13 min
A cura di Luca Bruno
Player
La legge Simeone che dispone pene alternative per chi ha subito condanne fino a tre anni di reclusione: le polemiche all'interno di Alleanza Nazionale; Il dibattito relativo alla possibile introduzione nel nostro Paese del braccialetto elettronico per il controllo dei detenuti agli arresti domiciliari; Le ultime vicende relative al processo All Iberian; Lo "stato di salute" del Governo italiano: l'allargamento della Nato e il finanziamento alle scuole private.

"La legge Simeone che dispone pene alternative per chi ha subito condanne fino a tre anni di reclusione: le polemiche all'interno di
Alleanza Nazionale; Il dibattito relativo alla possibile introduzione nel nostro Paese del braccialetto elettronico per il controllo dei detenuti agli arresti domiciliari; Le ultime vicende relative al processo All Iberian; Lo "stato di salute" del Governo italiano: l'allargamento della Nato e il finanziamento alle scuole private" realizzata da Roberto Iezzi con Vincenzo Fragalà (AN), Giovanni Crema (SDI).

L'intervista è stata registrata mercoledì 17 giugno 1998 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: All Iberian, Alleanza Nazionale, Carcere, Finanziamenti, Giustizia, Governo, Istruzione, Legge, Mediaset, Nato, Penale, Polemiche, Politica, Privato, Riforme, Sanzioni, Scuola, Simeone.

La registrazione audio ha una durata di 13 minuti.

leggi tutto

riduci