29 MAG 2017
dibattiti

Diritto e diritti alla fine della vita

DIBATTITO | - Torino - 21:04 Durata: 1 ora 47 min
A cura di Enrica Izzo e SI
Player
Registrazione video del dibattito dal titolo "Diritto e diritti alla fine della vita", registrato a Torino lunedì 29 maggio 2017 alle ore 21:04.

Dibattito organizzato da Università degli Studi di Torino.

Sono intervenuti: Cesare Romano (professore di Diritto Internazionale presso la Loyola University di Los Angeles), Marco Vergano (medico anestesista rianimatore presso l'Ospedale San Giovanni Bosco di Torino), Ludovica Poli (ricercatrice), Marco Cappato (tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Silvio Viale (membro del comitato scientifico di Exit
Italia), Ludovica Poli (professoressa).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Accanimento Terapeutico, Alimentazione, Autodeterminazione, Bioetica, Consiglio D'europa, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Cure Palliative, Diritti Umani, Diritto, Diritto Internazionale, Dj Fabo, Englaro, Epatite C, Etica, Europa, Eutanasia, Exit, Farmacia, Fascismo, Giustizia, Infermieri, Informazione, Istituzioni, Italia, Legge, Liberta' Di Cura, Malattia, Medici, Medicina, Ospedali, Oviedo, Penale, Politica, Psicologia, Qualita' Della Vita, Riccio, Ricerca, Salute, Sanita', Scienza, Stato, Suicidio, Svizzera, Tecnologia, Testamento Biologico, Welby, Welfare.

La registrazione video di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 47 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

  • Cesare Romano

    professore di Diritto Internazionale presso la Loyola University di Los Angeles

    21:04 Durata: 2 min 16 sec
  • Relazione: «Morire con dignità in terapia intensiva»

    Marco Vergano

    medico anestesista rianimatore presso l'Ospedale San Giovanni Bosco di Torino

    I reparti di Terapia Intensiva sono luoghi di frontiera, dove esiste il rischio di prolungare la vita biologica di una persona, senza nulla aggiungere alla sua biografia. La presenza della tecnologia può diventare opprimente, la gravità del paziente spesso non gli consente più di partecipare alle scelte su di sé. Negli ultimi anni vi sono evidenze crescenti del fatto che la medicina intensiva non può fare a meno di una profonda riflessione sul suo stesso significato e sugli obiettivi di cura. A chi è destinata la Terapia Intensiva? Quando e come si devono limitare le cure? Cure intensive e palliative possono coesistere? Appropriatezza, umanizzazione e condivisione delle scelte devono diventare i cardini su cui fondare una nuova relazione di cura
    21:06 Durata: 19 min 26 sec
  • Relazione: «Vita, morte, autodeterminazione e diritti umani fondamentali»

    Ludovica Poli

    ricercatrice

    Ricercatrice in Diritto internazionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Torino Esiste un diritto fondamentale dell’uomo, garantito da strumenti di diritto internazionale, a scegliere quando porre fine alla propria vita? Se la risposta a questo quesito fosse positiva, gli Stati sarebbero tenuti a garantire all’interno dei propri ordinamenti l’accesso al suicidio assistito, a pena altrimenti di violare obblighi internazionali. La Corte europea dei diritti dell’uomo si è pronunciata su queste questioni con decisioni che meritano di essere lette con attenzione. Nonostante le esitazioni, le contraddizioni e i limiti delle sue sentenze, essa ha aperto uno spiraglio per il riconoscimento del diritto di decidere se e quando morire, ma perché quest’ "ultimo diritto" trovi piena formulazione, occorre portare a compimento una vera e propria rivoluzione culturale
    21:26 Durata: 20 min 44 sec
  • Relazione: «Il percorso verso la legalizzazione dell’eutanasia in Italia»

    Marco Cappato

    tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica

    Sono passati 40 anni dalla prima proposta di legge per la legalizzazione dell'eutanasia, presentata da Loris Fortuna, il padre della legge sul divorzio, 10 anni dal caso Welby e 3 anni e mezzo dalla presentazione della legge di iniziativa popolare dell'associazione Luca Coscioni. Solo attraverso le singole vicende personali l'opinione pubblica ha maturato una posizione sempre più favorevole a norme che lascino libertà di decidere come morire. È mancato invece sui mass-media un confronto a freddo tra le ragioni a favore e quelle contro. I prossimi passaggi parlamentari della legge sul testamento biologico sono un'occasione per riconnettere Parlamento e società. Non dobbiamo sprecarla
    21:46 Durata: 19 min 44 sec
  • Dibattito

  • Silvio Viale

    membro del comitato scientifico di Exit Italia

    Ginecologo presso l'Ospedale S. Anna di Torino
    22:06 Durata: 20 min 24 sec
  • Marco Cappato

    tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica

    22:26 Durata: 6 min 53 sec
  • Marco Vergano

    medico anestesista rianimatore presso l'Ospedale San Giovanni Bosco di Torino

    22:33 Durata: 5 min 11 sec
  • Cesare Romano

    professore di Diritto Internazionale presso la Loyola University di Los Angeles

    Ludovica Poli

    professoressa

    22:39 Durata: 1 min 52 sec
  • Marco Cappato

    tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica

    22:40 Durata: 4 min 17 sec
  • Marco Vergano

    medico anestesista rianimatore presso l'Ospedale San Giovanni Bosco di Torino

    Cesare Romano

    professore di Diritto Internazionale presso la Loyola University di Los Angeles

    22:45 Durata: 6 min 38 sec