16 NOV 2017
intervista

Gli stupri ai migranti in vivavoce per il riscatto in Libia. Intervista a Luca Salerno a bordo della nave Aquarius

INTERVISTA | di Sergio Scandura - Radio - 16:00 Durata: 9 min 23 sec
A cura di Alessio Grazioli
Player
L'intrappolamento dei migranti in Libia e l'orrore che aumenta.

Carcerieri e trafficanti, che tengono in ostaggio i migranti nei lager libici, ora mandano in vivavoce stupri e violenze ai familiari per "incentivarli" a pagare ulteriori somme di riscatto.

Le ONG uniche e scomode testimoni di discutibili politiche in Libia oggi condannate dall'ONU.

Intervista di Sergio Scandura a Luca Salerno, coordinatore della missione di Medici Senza Frontiere a bordo della nave Aquarius di Sos Mediterranee.

"Gli stupri ai migranti in vivavoce per il riscatto in Libia. Intervista a Luca Salerno a bordo della
nave Aquarius" realizzata da Sergio Scandura con Luca Salerno (coordinatore della missione di Medici Senza Frontiere a bordo della nave Aquarius).

L'intervista è stata registrata giovedì 16 novembre 2017 alle ore 16:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Catania, Criminalita', Diritti Civili, Diritti Umani, Donna, Esteri, Guardia Costiera, Immigrazione, Infanzia, Italia, Libia, Mare, Medici, Msf, Navi, Ong, Onu, Politica, Porti, Rapimenti, Sessualita', Sicilia, Tortura, Tratta Di Esseri Umani, Unhchr, Violenza.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci