05 APR 2021
intervista

Il caso del militare italiano colto a vendere segreti militari implica una rivalutazione drastica dei rapporti con la Russia?

SERVIZIO | - Radio - 18:39 Durata: 34 min 23 sec
A cura di Pierpaolo Proni
Player
Roma è storicamente uno dei più vicini interlocutori occidentali di Mosca ma il nuovo scenario da guerra fredda che si è aperto recentemente potrebbe condurre ad un definitivo allontamento.

Ce ne parlano tre deputati: Enrico Borghi (PD) della Commissione Difesa della Camera, Emanuele Fiano (PD) e Valentino Valentini (FI) Selezione a cura di Pierpaolo Proni.

Registrazione video di "Il caso del militare italiano colto a vendere segreti militari implica una rivalutazione drastica dei rapporti con la Russia?", registrato lunedì 5 aprile 2021 alle 18:39.

Sono intervenuti: Enrico Borghi
(deputato, Partito Democratico), Valentino Valentini (deputato, Forza Italia), Emanuele Fiano (deputato, Partito Democratico).

Tra gli argomenti discussi: Biot, Difesa, Esteri, Forza Italia, Marina, Mosca, Partiti, Partito Democratico, Politica, Russia, Scandali, Spionaggio.

La registrazione video ha una durata di 34 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci