21 LUG 2021
stampa

Bielorussia:sempre più stretta la spirale repressiva. E riguarda anche noi

CONFERENZA STAMPA | - Roma - 09:00 Durata: 59 min 31 sec
Player
La conferenza stampa ha come scopo l’approfondimento e la denuncia della nuova pericolosa ondata di repressione in Bielorussia, cominciata il 14 luglio e tuttora in corso, nei confronti di tutte le organizzazioni per i diritti umani, tra cui Viasna, il Comitato di Helsinki bielorusso, l’Associazione dei giornalisti bielorussi (BAJ) il Movimento per la Libertà e per l’Associazione dei bielorussi, Prospettive di Genere, e molte altre.

In seguito ai violenti raid di questi giorni, le autorità bielorusse hanno arrestato diversi esponenti dell’associazione Viasna, la più importante e
autorevole del Paese, i quali risultano ancora in carcere.

Questa nuova ondata repressiva arriva immediatamente dopo gli attacchi alla stampa indipendente bielorussa, che hanno coinvolto le redazioni di Tut.by, Nasha Niva, Radio Svaboda e Belsat, nonché dopo l’annuncio della sentenza per il caso degli studenti che ha condannato alla detenzione di due anni e due anni e sei mesi 12 studenti universitari.

Intervengono: Roberto Rampi — segretario della delegazione parlamentare italiana presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa e membro della 7ª Commissione permanente del Senato e della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, Eleonora Mongelli — vicepresidente della Federazione Italiana Diritti Umani (FIDU),Alessandra Fabbretti — giornalista dell’Agenzia di Stampa Dire.

In collegamento: Jacopo Iacoboni — giornalista de La Stampa, Ekaterina Ziuziuk — portavoce dell'Associazione Bielorussi in Italia “Supolka” e presidente di Articolo 21 del Trentino Alto Adige Nel corso della conferenza stampa viene trasmesso un videomessaggio di Barys Haretski, giornalista e vicepresidente di BAJ – Associazione dei giornalisti bielorussi.

leggi tutto

riduci