08 NOV 2022
intervista

Cop27 e diritti umani nell'Egitto di Al Sisi. Intervista a Giuseppe Acconcia

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo - RADIO - 13:10 Durata: 11 min 19 sec
A cura di Alessio Grazioli
Player
Il rischio di greenwashing dei diritti umani nell'Egitto di Al Sisi: 60mila detenuti politici, divieto di manifestare per gli ambientalisti, detenzioni arbitrarie, imputazioni pretestuose per reprimere ogni dissenso.

Il caso di Alaa Abdel Fattah, attivista socialista in sciopero della fame e della sete.

I casi di Patrick Zaki, Giulio Regeni e dell'ambientalista indiano Ajit Rajagopal.

"Cop27 e diritti umani nell'Egitto di Al Sisi. Intervista a Giuseppe Acconcia" realizzata da Ada Pagliarulo con Giuseppe Acconcia (giornalista e ricercatore presso l'Università degli Studi Padova).

L'intervista è
stata registrata martedì 8 novembre 2022 alle ore 13:10.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Al Sisi, Ambiente, Amnesty International, Arresto, Carcere, Clima, Democrazia, Digiuno, Diritti Civili, Diritti Umani, Egitto, Fratelli Musulmani, Giornalisti, Giustizia, Golpe, Informazione, Internet, Islam, Morsi, Mubarak, Onu, Pena Di Morte, Politica, Regeni, Sete, Sharm El Sheikh, Sinistra, Socialismo, Thunberg, Tortura, Zaki.

La registrazione audio ha una durata di 11 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Giuseppe Acconcia

    giornalista e ricercatore presso l'Università degli Studi Padova

    Specializzato in Medio Oriente
    13:10 Durata: 11 min 19 sec