17 APR 2001

Intervista-filodiretto con Achille Occhetto

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 44 min 51 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 17 aprile 2001 - Documento audiovisivo dell'intervista-filodiretto con Achille Occhetto condotta da Roberto Iezzi.

L'ex segretario del PDS, attualemente fortemente critico nei confronti del partito di Veltroni e D'Alema, ha ribadito la propria convizione della necessità dell'elezione di un'Assemblea Costituente per realizzare le riforme istituzionali, dal momento che "malgrado i proclami, in cinque anni non si è riusciti a fare alcuna riforma".

Occhetto ha comunque ribadito il proprio impegno nella competizione elettorale a favore del centrosinistra, nonostante all'interno dello
schieramento ci sia una "doppia regia", una animata dallo spirito ulivista e una che guarda alla socialdemocrazia: "In questo momento - afferma - qualunque sia l'idea, partito socialdemocratico o Ulivo, c'è un premier, c'è una direzione della campagna elettorale e tutti noi abbiamo il dovere di fare la campagna elettorale sulla linea del premier".

Il presidente della Commissioni esteri della Camera fa poi riferimento alla propria esperienza di segretario che visse la "chiusura del più grande partito comunista dell'Occidente", riaffermando la propria convizione che quella della Bolognina sia stata "svolta tradita", poiché è fallito il tentativo di portare a compimento un'unione della sinistra.

A tal proposito, Occhetto afferma la sua disponibilità al dialogo con i radicali nel caso in cui decidessero di costituire una coalizione con le altre forze riformiste del Paese.

leggi tutto

riduci

  • La polemica sulla candidatura

    <strong>Indice degli argomenti</strong>
    0:00 Durata: 4 min 23 sec
  • "Se lo Stato non riesce a fare le riforme la Costituente è dovuta"

    0:04 Durata: 4 min 15 sec
  • Le reazioni di Veltroni e Rutelli alla proposta della Costituente

    0:08 Durata: 1 min 44 sec
  • La "doppia regia" all'interno del centrosinistra

    0:10 Durata: 4 min 16 sec
  • "Prima di pensare ad assegnare ministeri bisogna vincere le elezioni"

    0:14 Durata: 1 min 59 sec
  • "La Margherita è speculare all'idea del partito socialdemocratico, ma io sono di sinistra"

    0:16 Durata: 1 min 8 sec
  • "Il livello politico è molto basso in questo momento per questo invito i disgustati dalla politica a non stare a casa per non far vincere Berlusconi"

    0:17 Durata: 1 min 17 sec
  • Il divieto sulla ricerca scientifica: "Autolimitarci per non conoscere è una posizione poco illuminata"

    0:19 Durata: 57 sec
  • Il Pds e i Radicali: "Sul tentativo di riunificare tutti i riformisti c'è stata una forte opposizione. C'è stata una svolta tradita"

    0:19 Durata: 2 min 42 sec
  • Risposte alle e-mail

    0:22 Durata: 2 min 6 sec
  • Dissonanze tra difesa dei diritti civili e real politik italiana: "Quando entrano in campo gli interessi economici spesso si chiudono gli occhi"

    0:24 Durata: 2 min 4 sec
  • Risposte alle domande via internet

    0:26 Durata: 6 min 52 sec
  • Domande degli ascoltatori

    0:33 Durata: 4 min 42 sec
  • "Per la riforma della scuola ci sono stati dei momenti critici che non condivido"

    0:38 Durata: 1 min 33 sec
  • "Pannella e D'Alema sono stati vittime delle proprie macchinazioni, ma non di quelle di altri"

    0:39 Durata: 43 sec
  • Amato e l'Ulivo

    0:40 Durata: 42 sec
  • "La destra se vuole vincere deve dimostrare di essere moderna e capace di governare l'Italia"

    0:41 Durata: 50 sec
  • Il passaggio da Pci a Pds

    0:42 Durata: 1 min 3 sec
  • "Ho accettato l'invito dei radicali nei momenti decisivi, dal divorzio alle elezioni on-line"

    0:43 Durata: 1 min 35 sec