08 GIU 2010
intervista

Testamento biologico: presentato a Milano "Di che vita morire"

SERVIZIO | di Emiliano Silvestri - Milano - 12:31 Durata: 13 min 53 sec
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti
Player
Albertini: tornare allo Stato di diritto, spero in modifiche.

Gaffi: un libro per rappacificare e superare la "zona grigia" che fa comodo a tutti.

Gli interventi degli autori Del Pennino e Merlo.

Registrazione audio di "Testamento biologico: presentato a Milano "Di che vita morire"", registrato a Milano martedì 8 giugno 2010 alle 12:31.

Sono intervenuti: Gabriele Albertini (parlamentare europeo, Popolo della Libertà), Daniele Merlo (docente di anatomia), Antonio Del Pennino (esperto problemi istituzionali, Milano), Alberto Gaffi (editore).

Tra gli argomenti discussi: Autodeterminazione,
Bioetica, Calabro', Liberta' Di Cura, Libro, Malattia, Medicina, Parlamento, Salute, Testamento Biologico.

La registrazione audio ha una durata di 13 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Gabriele Albertini

    parlamentare europeo (Popolo della Libertà)

    Esercitando responsabilità istituzionali nella città ho attinto ai criteri di valutazione e riflessione in parte ripercorsi in questo libro molto profondo, che fa una riflessione aperta e invita tutti a riflettere, nel rispetto per la vita e il mistero della morte. (Il Sindaco Albertini non impose il Tso a una signora che rifiutava l'amputazione di una gamba ndr.) Oggi un'ipotesi di legge che spero sia emendata e riporti alla condizione quadro di uno Stato di diritto rispettoso dell'art. 32 della Costituzione, affinchè ciascuno possa scegliere la propria morte con dignità.
    12:31 Durata: 3 min 46 sec
  • Daniele Merlo

    docente di anatomia

    Un libro nato, tre anni fa, quasi per scommessa; pensando di fare qualcosa che unisse e non dividesse, partendo dal no all'eutanasia e all'accanimento terapeutico. La concezione organicista della medicina porta a considerare più la malattia che non il malato mentre invece è importante, nel fine vita, coinvolgere l'uomo come persona, come singolare entità fondamentale senza strapparla dal suo microcosmo di affetti e percorsi di vita. Arrendersi alla morte e non perseguire situazioni che portano all'accanimento terapeutico: assistere prima che curare.
    12:34 Durata: 3 min 43 sec
  • Antonio Del Pennino

    esperto problemi istituzionali, Milano

    Nella XIV legislatura fu approvato all'unanimità un testo che non prevedeva il divieto di sospensione per idratazione e alimentazione artificiale e impegnava il medico al rispetto delle dichiarazioni anticipate, salvo che progressi scientifici e medici non le rendessero inattuali. Questo testo è stato ripresentato su iniziativa di B. Della Vedova con firme di "laici" di centrodestra e centrosinistra; un testo equilibrato a differenza del ddl Calabrò che è la negazione dei principi di autodeterminazione e libertà di scelta. Nel libro, che propone un metodo di mediazione e rispetto di tutte le posizioni, Il documento del Lehmann/Kock e l'intervento di A. Moro durante i lavori della Costituente.
    12:38 Durata: 3 min 57 sec
  • Alberto Gaffi

    editore

    Un libro per rappacificare gli animi e arrivare a un accordo; è necessaria una legge per superare un territorio grigio che oggi sembra far comodo a tutti. Che consente di fare quello che si è sempre fatto: chiudere tutte e due gli occhi.
    12:42 Durata: 2 min 27 sec