23 LUG 2011
dibattiti

Consiglio Generale del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (2ª giornata - versione in lingua italiana)

ASSEMBLEA | - Tunisi - 10:14 Durata: 9 ore 52 min
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Dal 22 al 24 luglio 2011, versione in lingua italiana.

Registrazione video dell'assemblea "Consiglio Generale del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (2ª giornata - versione in lingua italiana)", svoltasi a Tunisi sabato 23 luglio 2011 alle 10:14.

L'evento è stato organizzato da Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito.

Sono intervenuti: Marco Perduca (vice Presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Diannessy Brahima (deputato del Mali), Lorenzo
Strik Lievers (ricercatore di Storia Contemporanea all'Università degli Studi di Milano Bicocca), Arif Rahimzade (membro del Parlamento dell'Azerbaigian), Sonam Tenphel (vicepresidente del Parlamente tibetano in esilio), Gaetano Dentamaro (consigliere generale, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Amine Ghali (direttore esecutivo di Kadem (Kawakibi Democracy Transition Center) della Tunisia), Sam Rainsy (presidente del Sam Rainsy Party della Cambogia), Saussan Kanoun (membro dell'Associazione Cittadini di Tunisi), Sergio Stanzani (presidente del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Demba Traoré (membro del Consiglio di direzione, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Khaled Fouad Allam (professore), Emma Bonino (vice presidente del Senato della Repubblica Italiana, Candidati radicali nel Partito Democratico), Sonia Kadzaglli, Greta Barbone (assistente di progetto di "Non C'è Pace Senza Giustizia"), Bouzio Dorra, Josep Soler (tesoriere dell'Internazionale Liberale), Rita Bernardini (deputato, membro della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, Candidati radicali nel Partito Democratico), Matteo Mecacci (deputato, presidente dell'Intergruppo parlamentare per il Tibet, Candidati radicali nel Partito Democratico), Alvilda Jablonko (coordinatrice del programma Female Genital Mutilation, Non c'è Pace Senza Giustizia), Tonino Picula (parlamentare della Croazia), Leonard She Okitundu (senatore della Repubblica Democratica del Congo), Birgitta Jonsdottir (membro del Parlamento dell' Islanda), Mohsen Marzouk (presidente del centro Al Kawkabi per la transazione democratica), Giuseppe Rippa (direttore del periodico "Quaderni Radicali"), Jean Claude Mokeni (parlamentare della Repubblica Democratica del Congo), Matteo Angioli (membro del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Nikolaj Khramov (membro dell'Associazione anti-militarista russa), Marina Sikora (consigliere generale, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Marco Cappato (segretario dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Camillo Maffia (membro dell'Associazione Radicale Esperanto).

La registrazione video dell'assemblea ha una durata di 8 ore e 18 minuti.

Tra gli argomenti discussi: Africa, Al Bashir, Albania, Arabi, Asia, Associazioni, Autodeterminazione, Azerbaigian, Bahrain, Carcere, Cina, Corte Penale Internazionale, Coscioni, Crisi, Cristianesimo, Croazia, Cultura, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Diritto Internazionale, Discriminazione, Donna, Economia, Egitto, Elezioni, Energia, Esteri, Europa, Francia, Gheddafi, Giustizia, Illuminismo, India, Informazione, Integralismo, Islam, Istituzioni, Italia, Libia, Magreb, Marocco, Mass Media, Medio Oriente, Mediterraneo, Movimenti, Mutilazioni Genitali, Nazionalismo, Nonviolenza, Onu, Pace, Pannella, Partiti, Partito Radicale Nonviolento, Pena Di Morte, Politica, Religione, Ricerca, Rousseau, Russia, Serbia, Siria, Societa', Stato, Storia, Sudan, Sviluppo, Tibet, Totalitarismo, Tribunale Internazionale, Tunisia, Turchia, Unione Europea, Yemen.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci