06NOV2011
dibattiti

E' tempo di politica! Orizzonti per un nuovo popolarismo

CONVEGNO | Roma - 09:34. Durata: 3 ore 27 min

Player
Si discute della possibilità di aprire a un grande "patto federativo" lanciata da Azione Popolare.

Il convegno è promosso dal movimento politico guidato da Silvano Moffa, organizzato in collaborazione con ‘PER Politica Etica Responsabilità’, soggetto politico presieduto dal consigliere regionale del Lazio Olimpia Tarzia.

‘Azione Popolare’ e ‘PER' hanno da tempo sottoscritto un patto federativo e di collaborazione propedeutico al rilancio del centrodestra.

Il convegno è aperto dal deputato Gennaro Malgieri che introduce tra gli altri i temi del "Lavoro" e della "Famiglia".

Organizzatori

Azione Popolare

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

C'è un ingorgo valuta
Silva
Che
Non
Non ho capito
Devoluta
Undici non hanno
O
Mancano è un problema
Vengono
Andarono a avevamo Arori lui è un lavoro
Allora
Produrrà allo aveva a
Allora
Ma
Pubblichiamo uno
Onori avevano occorrono non ho avuto a
AV
Lunga
Furono dovrà
Gentili signore signori cari amici
Grazie per per
Accolto l'appello li invito
Il azione popolare di essere
Intervenuti a questa manifestazione la prima manifestazione
Di questo movimento politico culturale intende
Evidentemente rimettere al centro
Della attenzione come recita il titolo dell'incontro di questa mattina la politica perché di mare che è la grande assente
Del nostro tempo sia proprio la politica
Ed è a questo tema che noi vogliamo richiamarci
Per cercare di superare anche in maniera
Fattiva e non semplicemente retorica o parolaia o addirittura occasionale
La crisi che tutti ci permea che ci contiene
E che in questo momento ci tiene in apprensione
Se è vero come è vero che
La crisi economica ci sovrasta condizione i nostri destini ancor più e destinata a condizionare
Per quello che saranno il
Comportamento un singolo di ciascuno di noi con venti collettivi delle nostre rispettive
Le comunità
E ancor più vero
Che questa crisi si spiega ha un suo motivo uso fondamento in una crisi bene più vasta
Una crisi più vasta che da tempo alcuni politici intellettuali e uomini di cultura
Probabilmente inascoltati vanno denunciate
E cioè dire che la crisi della politica
Crisi della politica e testi per sostanzialmente la assenza della politica o nella addirittura nella abdicazione della politica affini pur
Amente economici
O di carattere di interessi privati personali oligarchi ci di parte che non attengono
A quelli che sono
I destini di tutte
Le comunità che hanno bisogno di indirizzi politici per potersi al meglio esprimere e Potì per naturalmente anche decidere del loro stesso avvenire e di cosa sarà l'avvenire delle generazioni delle generazioni che verranno
La figlia del primato della politica si sostanzia
In altri termini
Con l'abbandono a delle oligarchie improprie la possibilità di determinare
Ciò che le nazioni gli Stati le aggregazioni comunque le si voglia chiamare gli uomini e donne debbono fare
E tutto quanto questo voi ve ne renderete conto soprattutto
In questa contingenza infelice che stiamo vivendo passa sulle teste di ciascuno di ciascuno di noi
Noi ci siamo domandati da tempo dove sono più i grandi progetti o anche
Se non volessimo essere particolarmente ambiziosi anche
I minimi progetti ideali che è un tempo sostanziavano l'azione politica di movimenti di uomini di gruppi anche di singoli
Ma che registriamo da tempo questo deficit di immaginare una progettualità per le nostre società complesse soprattutto nel momento in cui ci sarebbe maggiore B Robinho di progettualità di inventare cioè destini e di descrivere avvenire mettere non so che non è
A all'ordine che non è all'ordine del giorno
Abbiamo cercato di delegare tutte le nostre funzioni lo diciamo con
Estrema chiarezza
Ad una figura
Che non esiste in natura non li abbiamo conosciuti di natura l'uomo politico russo non abbiamo conosciuto se non lo stiamo conoscendo oggi
Una figura fittizia che l'uomo economico lusso che ha preso il posto di colui il quale intende agire politicamente attraverso la differenza di interessi l'esaurimento di bisogni ideali
In maniera squisitamente appunto politica passando attraverso processi di partecipazione attiva
Che sono poi la sostanza stessa delle democrazie
Io mi domando e domando a voi ma la risposta
E io vorrei nelle cose mi pare
Dove sono più questi progetti reali
E quali sono le visioni del mondo a cui la politica o un corretto agire politico dovrebbe dovrebbe rispondermi
Noi abbiamo
Secondo delle
Degli occasionali ismi che ci vengono
Quotidianamente da una lancio di agenzia da una particolare presa di posizione di questo o di quello al quale si batte in maniera piuttosto sconnessa o frettolosa non abbiamo di vista il generale ma il particolare anche in queste ore in questi giorni ebbene sì penso giustamente come e normale e normale che sia quale San a il futuro il destino di questo Governo che cosa accadrà di questa coalizione andiamo non andiamo alle elezioni ma ci fosse stata un'arte
Uno di giornale ci fosse stata una presa di posizione di un politico però anche di medio di medio di medio valore di meglio spessore ed anche di seconda fila
Che si sia domandato in questi giorni ma qual è il destino della nostra nazione della Nazione italiana all'interno del più vasto destino dell'Europa in questi giorni
Ecco che cosa è mancato ecco perché quando il bimbo che manca una spinta ideale perché manca la conoscenza dello specifico che ci dovrebbe tenere in qualche maniera in apprensione
Non è andare prima o dopo le elezioni sia una certa importanza a un certo valore indiscutibilmente
Ma è quello che
Queste elezioni possono comportare quali sono gli scenari che si aprono non basta dire si faccia un passo indietro di lato sopra sotto abbiamo
Da una parte piuttosto che dall'altra senza che poi immediatamente dopo dentro o fuori una ipotesi rispetto al per cosa si vuol fare rispetto alle
Alle mosse politiche
Che si stanno invocando in questi giorni
Questo sostanze in maniera se volete anche
Banale l'atto piglia deficit appunto l'assenza della politica nel nostro Paese e non soltanto nel nostro nel nostro Paese
Se la politica si riduce ad essere parliamoci molto francamente il terminale di decisioni economiche prese altrove io credo che non abbia più alcun senso
Perché se la politica deve essere soltanto il surrogato
Dico una economia che noi non conosciamo anzi ancor meglio di una finanza che ci è particolarmente estranea beh io ritengo che la politica non ha più senso Alzheimer la sua più grande sconfitta proprio dopo il secondo
Disaccoppiare l'indennità
Qua cercato per inventare collettivo e luci e le sue ombre proprio la politica
La politica deve inventare destini e deve tutelare le comunità alle quali si riferisce
Possiamo dire
Di avere un destino come nazione in questo momento e che cosa tuteliamo noi tuteliamo interessi caduti
E non possiamo certo dire di avere un destino come azione nel momento in cui noi chiediamo legittimazione ma delle istituzioni che i cittadini non conoscono non sanno pronunciare e probabilmente non ne hanno mai sentito parlare dal Fondo monetario internazionale alla banca alla BCE
Fino a questa costruzione incredibile che è l'Unione europea
Una costruzione che non ha alcun senso politico ma soltanto un'accozzaglia rincarare stili oligarchie economico e finanziario non ha
Un'Europa delle patrie disattendono
Non è l'Europa da dolente Europa d'azione di Filippo confuso dettato basterebbe per chiudere il discorso su questa Europa che vediamo sempre più estranea
Che vediamo sempre più posseduta da interessi statuali e gli interessi economico-finanziari che sono estranei alle ragioni dei popoli
è facile
Immaginare come possono essere europeisti
Signori di prego vi prego di prendere posto con una qualche sobrietà ecco non non vi chiedo altro quindi
Il silenzio se è possibile grazie
è facile immaginare qual è la concezione che hanno
Anche dei politici o sedicenti tali statistico sedicenti tali europei i quali il Presidente sarà così e la cancelliera Angela Merkel
è facile riconoscere nei loro nelle attribuzioni e che si sono
Date senza che nessuno le le abbia evidentemente fornite e quindi senza legittimazioni alcuna
Quella di indirizzare l'Europa rispetto a determinati interessi
E ci si domandava se all'Europa a ventisette per quale motivo deve essere deve esserci un'altra Europa a due per fa parte dell'Europa a ventisette
Per quale motivo gli interessi di Sarkozy e gli interessi della Merck avete solo fino ad un certo punto di interesse della Francia e di alla Germania ma sono soprattutto gli interessi politici di alzar così e della mercato devono essere devono supportare
Dei disegni che vanno contro l'Italia è pronto il senso di con la stessa Europa che allora vorrei però che loro vorrebbero
Vorrebbero ricreare
E
Naturalmente ci chiediamo anche
Se le decisioni che vengono prese
Dalla BCE
E oggi anche
Dal Fondo monetario internazionale
E da tutti gli organismi cosiddetti di controllo
Se noi
Facessimo un referendum non come quello ridicolo che ha indetto Papandreu qualche giorno fa rimangiando lo trovo subito dopo a
A testimonianza della serietà di determinate operazioni
Se noi chiedessimo davvero ma questi organismi internazionali
Io rispondo
Le loro scelte che ci vengono imposte
Quando mai sono state valutate dai cittadini quando mai sono state passate al vaglio
Della di un giudizio popolare che è l'unico giudizio te tondo nelle democrazia siano esse nazionali siano esse sopra nazionali o continentali quando mai
Quello che accade nella BCE o che determinano i burocrati del Fondo monetario internazionale
Può impattare sulle nostre economie e le nostre finanze le nostre i nostri piccoli o grandi interessi
Con la legittimità che dovrebbe avere un voto ad una decisione di carattere popolare noi molto spesso non conosciamo neanche
Che cosa c'è scritto nel documento di chi arrivano i Governi nazionali anzi lo hai sempre più spesso subiamo a livello di decreti legislativi decreti-legge di leggi ordinarie ciò che viene deciso altrove ed io mi
Chiedo se questa è una forma di democrazia partecipativa per la quale
Ci siamo battuti negli ultimi cinquant'anni se quest'cioè la forma di una democrazia politica nella quale noi siamo tenuti in qualche maniera a doverci riconoscere io francamente
Devo concludere e
Tutto quando questo non attiene
Ad un sistema di tipo di tipo democratico
E di non attiene a un sistema di tipo democratico perché è accaduta una cosa sotto i nostri occhi
Subdolamente sottilmente
Poco per volta e si è inciso stata delle nostre organismi politici fino a sovrapporsi alle nostre coscienze politiche alle determinazioni che noi politicamente assumiamo
Noi abbiamo ceduto come se fosse una
La cosa da niente come se fosse carta straccia una moneta una moneta scaduta
Abbiamo ceduto l'unica cosa che sostanzia la politica e che sostanzia il destino dei popoli noi abbia
Ho ceduto in cambio di niente quote dei sovranità cioè non dovevano essere cedute
A nessuno
Esso avrà mi esimo
Nell'unica idea politica può giustificare una democrazia di tipo partecipativo
Allora se esistono Renis mono sale sovrani svolge non c'è più
Se gli Stati non contano più niente
Se le nazioni sono soltanto degli aggregati intorno ai quali si istituiscono delle Pierre Minelle chiamiamole così
Di carattere economico-finanziario
Portate
Ad altri fini per condotte per esaudire
A degli altri scopi rispetto a quelli che sono gli interessi dei popoli stessi beh io credo che la politica più che è finita la politica credo che e destinata hanno risorgere allora il sorgere mai più
E
Il caso vuole che in questi giorni noi dobbiamo necessariamente occuparci di questo
Ma perché aver ceduto la sovranità agli euroburocrati a potenziale rispetto alla nostra ai cosiddetti poteri forti che determinano tutto ed il contrario di tutto e per noi subiamo ratificando li spingendo pulsante in Parlamento io credo che questo sia una concezione della politica che è profondamente estranea alla storia dell'Europa e noi abbiamo il dovere credo qui
Mettendo al centro della nostra attenzione della nostra riflessione proprio il ritorno alla politica al tempo nuovo che la politica dovrebbe guadagnare
Io credo che questo è un atto dato significativo di responsabilità
Perché questa crisi questa crisi si giustifica anche in un'altra maniera si è voluto dieci anni fa la cosiddetta moneta unica abbiamo fatto le euro
Io sono d'accordo con chi dice che l'euro ci ha impoveriti non è vero che l'euro ci arresi migliori non è vero che stiamo meglio abbiamo una comodità andare in uno dei dentisti dei Paesi dell'eurozona e non spendere con la moneta gli un tempo non dobbiamo avere il fastidio di andare in banca e cambiare le banconote non avrebbe più
Neanche senso utilizzando utilizzato come si sa la carta la carta di credito la cosiddetta moneta elettronica ebbene quando quando si è fatta questa moneta
Qualcuno anche in Italia e faccio dei nomi e dei cognomi il signor Romano Prodi ed il signor Carlo Azeglio Ciampi
Si sono posti il problema
Di chi avrebbe dovuto governare
Questa moneta
Insegnavano
Insegnavano i vecchi politologi
Gli antichi giuristi e tre erano le funzioni dello spazio
Che si identificavano in tre simboli
La sciabola
La FER Luca
Salamone
Queste erano le tre funzioni dello Stato
Noi la moneta l'abbiamo appaltata ad una banca di carta
C'è una banca che non sottostà a nessun tipo di regola e di criterio ma che determina oltre a battere moneta perché non battiamo più moneta a nessun criterio di tipo valutativo rispetto i diversi Stati
Di ciò che concerne appunto le la la l'economia monetaria che dovrebbe promuovere
La politica economica ma la politica la politica estere diploma
Ebbene abbiamo delegato ad un alto commissario per la POR per la politica estera e per la sicurezza nella fattispecie una signora che credo
Il novantanove per cento di voi non ha mai sentito nominare si chiama lei dita Prina a
Torna credo che nessuno di voi l'abbia sentito nominare perché non si è mai fatta viva in tutti i teatri di tensione mondiale dove l'Europa avrebbe dovuto essere presente se poi
E poi la scalata cioè senza
Dov'è questo esercito integrato europeo
Dov'è questa difesa integrata europea ma noi siamo la merce anche dell'ultimo e lo dico con rispetto anche dell'ultimo degli afgani stavo per dire l'ultimo dei libici hanno tolto anche loro dalla carta geografica ma
Rispetto a tutto quando questo
Dovrei appunto la politica di tipo europeo non rimane assolutamente più indietro
E allora
La moneta unica senza un governo politico della sostenibilità per senza una sorta di Stato delle nazioni
Che sia il fondamento
Della moneta stessa
E che sia capace di tutelarla non in maniera indifferenziata come accade oggi ma seguendo l'inclinazione gli interessi dei bisogni dei vari Stati membri
E sarebbe tutta un'altra partita rispetto a quella che si sta giocando in questo momento se avessimo fatto per tempo questo dieci anni fa
Ma io credo che la moneta unica destinata a perire
Si può fare anche dell'ironia rispetto a certe battute ultime che ha fatto il Presidente Berlusconi ma Berlusconi facendo delle battute a
Detto una grande verità lei euro ha distolto le nostre economie oltre che a distruggere la nostra sovranità nazionale
Che allora noi abbiamo bisogno
Abbiamo un bisogno impellente
Di ricreare
Nelle nostre variare di appartenenza
Federandosi stando vicini
In qualche maniera unendo cinque
Non saprei dire come
Noi abbiamo bisogno di ricreare una soggettività politica nuova una sorta di movimento di popolo innanzitutto
Che affondi le proprie radici nella cultura della nazione e quindi della comunità e quindi dell'appartenenza e quindi nel sentimento vero e profondo di essere parte attiva di un determinato poco
Abbiamo bisogno di un nuovo solidarismo
Che è sconfitta l'egoismo e faccia convivere la persona dallo Stato attraverso una liaison è data dalla da quella e teniamo molto banalmente semplicemente avrebbe bisogno di più approfondimenti che certo in questa sede non si possono dare che chiamiamo sussidiarietà
C'è stato il pre il Primo Ministro inglese David Cameron che non distrugge lo Stato
Un grande conservatore che immagino una big society che immagina una grande società
Che deve stare accanto allo Stato per poter procedere insieme con lo Stato nel fare tutte quelle cose che lo Stato non può e non deve fare
E lo Stato deve fare tutte quelle cose però fu accettata deve fare ma lo dicevano perfino per vedere di una citazione stordita
Era scritto perfino del paragrafo quarto del primo articolo della Carta del lavoro del mille novecentoventisei ed ha ribadito perfino dalla Centesimus annus di Giovanni Paolo secondo ed è stato adottato quei do criterio della personalizzazione dello Stato in un sistema di sussidiarietà attiva da tutte le grandi da tutte le grandi democrazie che intendono evidentemente far convivere
Lo Stato come
Sorso oggetto di tutela della libertà e promotore dell'Autorità d'interno di una comunità e dall'altra di tutela dei diritti inalienabili della persona Stato è persona devono potersi pensare simultaneamente e non in
Antitesi un movimento dicevo e di affondare
Le proprie radici nella tradizione
Cristiana ed europea
Nella migliore tradizione europea
In quell'appunto per riconosce le specificità e le identità dei popoli quella chiama algale i popoli e non debba ente e non nelle in costruire e non delle finanze IVA si alternative o addirittura contrapposte l'Europa dei popoli e ha una sua tradizione
Europa se volete di Lepanto l'Europa di Tours all'Europa di Vienna ed Europa di Belgrado ed Europa che si è ritrovata dopo il mille novecentoquarantacinque riconoscendosi in un Comune destino
è una volta Robert Schuman ebbe a dire
Se io avessi saputo
Dell'Europa sarebbe stata costruita dal tetto e non dalle fondamenta non avrei speso una parola per questa Europa perché l'euro
Ho riconosce la propria cultura innanzitutto o non sarà mai l'Europa sono al massimo l'Europa dei mercanti l'Europa diciamo così nell'Europa Della Mea
Tenere insieme
La centralità riferiscano persone dicevo e l'Autorità
Dello Stato garante su questo e su questo punto non mi dilungherò naturalmente anche perché temo che il mio tempo sia scaduto ma tutto quando questo per dire amici miei in maniera molto molto succinta molto molto breve
Significa
Riappropriarsi della politica significa dunque lottare anche contro il pensiero unico il cosiddetto pensiero unico perché per fare emergere delle differenze culturali ed armonizzarle
E a questo che deve tendere la politica dell'avvenire
No no ad un'assimilazione indistinta di ciò che non ha più nessun senso Roidi nuove in una in una matematica marmellata c'è dentro tutto il contrario di tutto c'è bisogno di distinguere anche all'interno delle società politica e
Noi non dobbiamo temere il conflitto utero regolamentato secondo le regole essere da una parte
Ed essere da un'altra contrapporsi non vuol dire scontrarsi necessariamente contrapporsi significativa
Quella necessaria dialettica che fa a decidere la democrazia partecipativa invece di vederlo umiliata così come accade dei nostri miserabili giorni è una sfida questa
E noi vorremmo inserire
In una più ampia sfida alla decadenza perché alla fine di tutto vedete
Amiche e amici
Grazie tutto il mostro con il quale noi ci confrontiamo
Non è certo la grande finanza senso approvate in senso molto
Non è certo ma finanzia la BCE del Fondo monetario internazionale gli egoismi piccoli o grandi Sarkozy della Merkel Sarkozy sarà sconfitto marrone e lo sarà sconfitta nel tredici
Passeranno come
Passo a tutto quello che appartiene a questo mondo sic transit gloria Bondi ha detto qualcuno in questi giorni io non vorrei citare lui ma uno ancora più lontano ecco nello riferirmi
A questo antico antico detto ok non è soltanto non è soltanto evangelico ma è anche ma è anche politico
E allora la decadenza la decadenza in mora
La decadenza e culturale la decadenza Enzo spaesamento era estranea azione rispetto a ciò che ci accade di tutto io sono rimasto sconvolto e vorrei chiudere su questo con una immagine
è un'immagine che hanno
Ha fatto il giro del mondo
Un'immagine romana delle scorse settimane degli ultimi giorni Francesco
Migliaia decine di migliaia posso dire
Di persone
Perché allungavano le proprie
Le proprie mani che si propendevano verso un Eldorado assolutamente fantascientifico se non cervellotico un Eldorado che mi pare si chiami troni a Ponte Miglio
Sotto la pioggia
Migliaia di esseri umani incuranti della crisi
Dei destini dell'Italia dell'Europa
Dalla fine della politica dei loro stessi destini cercavano cercavano un gadget un gadget che era un feticcio di speranza una il fuoco una IPAB un ai poco o qualcosa del genere una lavatrice una lavastoviglie ecco
Se questo e il mondo della politica anzi la non politica ha creato dal contro questo mondo che noi dovremmo innescare la nostra rivolta e batterci
Contro la decadenza di tutto quando questo che non appartiene evidentemente hai gestito al modulo assistita alla decadenza dicevo la cui ideologia egualitaria
Vorrebbe
Vorrebbe uniformare ogni cosa ogni cosa naturalmente verso il basso ad perciò che la politica dovrebbe innestare la sua riflessione intorno ai grandi temi i temi come la ricerca come la creatività come l'innovazione
Come l'ambizione ad avere come dicevo all'inizio davvero un destino
E perciò
Che è venuto il tempo di ripensarlo alla politica
E per ciò che è venuto il tempo di sottrarla al gioco della finanza e dell'economia e per ciò che è venuto il tempo di riprendere le vecchie categorie della politica
Analizzate ampiamente da
Polita politologi e da giuristi per esempio nello scorso secolo come caro ci mette e ridurre nuovamente alla politica ricondurre nuovamente alla politica a quella che è la sua funzione primarie
Iscritta nella politica Ristop bellica non meno che lei
Non meno che nei testi di Platone
è un'idea nuova ma che naturalmente affonda le sue radici in un mondo antico
E noi di questa antichità
Vorremmo in qualche maniera a farci carico e trasportarla dentro di noi
Perché nulla si crea se non si è partecipi di ciò che si è già vissuto
è soltanto chi non ha un passato o non riconosce un passato che non lavora un presentai sicuramente non potrà avere un futuro e il tempo di ripensare alla politica e di rilanciare il suo perimetro di ricostruire il suo perimetro la domanda che ci poniamo tutti questa mattina e non soltanto stamattina è questa molto semplice
Ci riusciremo
Avremo la capacità
Avremo la possibilità di rinnovare un sistema politico delle modulazioni della politica assolutamente nuove ed inedite per come i tempi richiedono quest'anno la speranza ed è questa la riflessione che io affido a voi a voi come donne ed uomini liberi di questa Italia che non vuole essere soggiogata
Da nessuno neppure da un'autorità mondiale da uno autorità internazionale di tipo economico e finanziario foss'anche finalizzata
A chiedere
Io ad accettare l'elemosina che graziosamente ci viene da altre parti
Noi vorremmo che la politica tornasse al centro della nostra riflessione ma anche attivasse la nostra azione di donne e di uomini liberi non è evidentemente una sfida per l'oggi non è una sfida per il domani è una sfida e noi abbiamo portato e chi viene da una certa esperienza politica come il sottoscritto e altri amici che ha detto in questa sala è un'esperienza che viene da molto lontano e che credo oggi possa essere condivisa
Dalla più parte del popolo italiano ma direi di più dalla più parte del popolo europeo perché ripeto non è una sfida che si esaurisce dei bravi tende in breve tempo ma è una sfida autenticamente
Verosimilmente e noi ci crediamo in maniera incrollabile è una sfida di civiltà grazie
Non ho mai
Allora
Grazie per l'attenzione
Scusate la veemenza ma di questi tempi credo una volta nella marineria genovese sapete che c'era a differenza di altre marinerie delle altre tre Repubbliche marinare nella marineria genovese c'era il diritto al mugugno
E questo veniva tutelato nei confronti dei tappi vedete i comandanti delle navi eccetera perché non si poteva impedire il dissenso anche i marinai che di sentivano oggi visti i tempi e anche di sta la decadenza a cui facevo riferimento
Dei quali di diamo oggi io credo ci debba essere anche il diritto all'incazzatura io ho cercato di portargliela e di trasmettere ai confluenza
Il frutto anche dell'avvenenza dell'intervento ma
La brevità mia costretto a parlare in questo modo e in questa maniera aspettato peraltro anche gli altri ospiti saluto nel frattempo il Ministro Romano che ci ha raggiunto
E lo invito a fornire senz'altro dopo corpo dopo il meglio che ci fa vedere poco oppure no per
Allora diamo inizio alla tavola rotonda che necessariamente gli interventi visto che poi abbiamo gli interventi del segretario del PdL onorevole Alfano e le conclusioni del Presidente
Silvano Moffa ma ci sarà poi un intervento che ascolteremo del Presidente Berlusconi quindi per motivi di collegamento di cui facilmente capirete dobbiamo cercare di contenere i non l'intervento dei vostri interventi in una decina di minuti cioè non sono certo io a tagliare le mani a nessuno tuttavia insomma
Siate consapevoli dei tempi a nostra disposizione questi sono
Bene io direi chi vuol cominciare io comincio io comincio a far mugugnare anzi se ci
Critica il mio abito di sempre l'onorevole Francesco Storace il segretario nazionale
Grazie
Ho chiesto di intervenire subito non perché me ne vado ma ascoltano tutti fino alla fine però l'intervento di Malgieri
è stato assolutamente stimolante al punto che avevo tirato fuori la tessera del mio movimento politico per consegnati
Perché
Fa piacere trovare nel popoli battage qualcuno più a destra di me
Il tema e far diventare la teoria pratica di governo questa è la questione grande sulla quale magari ci dovremmo interrogare però io sono qui oggi ovviamente per dare
Una mia opinione sul momento politico per fare gli auguri a Silvano Moffa si mette a capo di un'avventura che
Per ora su sfondo associativo Tomai non si sa che cosa potrà essere però serve perché mai come in questo momento c'è bisogno di partecipazione
E io resto convinto che il modello ideale di partecipazione non sia esattamente quello del linciaggio proposto da Beppe Grillo ecco io vorrei
Che ci fosse la possibilità di far discutere cittadini alla politica farli partecipare renderli protagonisti
E allora sto ai temi
Introdotti
Da Gennaro Malgieri
Vedete
Io
Può darsi che dica che cose che possono apparire a mare questa platea che tutto sommato orbita diciamo in quello che è chiamato il centrodestra ufficiale però qualche spunto consentirebbe di offrire tono della discussione
In modo che ciascuno può e possa fare i conti
Consiglio spesso con
I propri percorsi
Ma non è che tutto quello che ha denunciato qui Gennaro Malgieri cioè l'assenza fuori nella pratica di governo questa cultura che qui ha messo in campo
Con le capacità che sono proprio la competenza che gli riconosciamo
Non è perché si è puntato ma che quella spinta ideale ma anche a Gennaro perché la politica italiana puntato più i contenitori che i contenuti in questi anni lo vogliamo dire una volta per tutti
Ve lo dice una
Per quattro anni fa
Carlo firmò la propria candidatura per il Senato
Scappi che era diventato in quel momento un ex parlamentare
Ma vi pare normale che a me il Parlamento Roma che ha fatto in questa fase
Perché si apre è prevalsa un'altra logica
è prevalsa la logica
Più di palazzo voluta da Veltroni ma
Accettata da Berlusconi che era quella della riduzione a uno in ciascuno dei campi a prescindere
A prescindere dai contenuti
Su questo la riflessione va fatta concerto è chiaro che il mio ragionamento con l'accetta poi ci sono questioni che sono passati e altre che hanno
Faccio riferimento
Nel salutare Mario Landolfi
Faccio riferimento
Alle questioni che stanno vagliando in questo momento
La politica italiana perché di quei contenuti
Quel che qui ha raccontato del rapporto con la Banca centrale europea con Madama sto Gennaro Malgieri
Non è figlio del silenzio rispetto all'approvazione incondizionata critica
Dei trattati di Lisbona del dibattito vuoto sul Partito Popolare Europeo
Io qui vedo molta molti militanti di quella che fu la destra politica italiana
E ricordo ti comporsi dibattiti Silvano Moffa ne sa qualcosa dei nostri comitati centrali Romario sulla questione palestinese
Dei giorni scorsi alle Nazioni Unite Abu Mazen si è spinto a chiedere riconoscimenti a chiedere le cose che abbiamo letto sui giornali
Non c'è stata una cosa la posizione dell'euro
Dove quel partito qua europeo a cui tutti quanti guardano con ammirazione ma anche lì nessuno dal padre
è stato capace di dare una direttiva un'indicazione non c'è stato fermento attorno a quella questione un tempo sarebbe scesa in piazza quella destra
Perché vi racconto questo
Perché credo che ciascuno di voi
Debba
Ragionare in termini culturali e politici su quello che poteva essere non è stato
E su quali sono le difficoltà
Di questo punto politico poi certo ce la contingenza
Vedi Gennaro
La contingenza ecco perché la miseria della politica
Quella che stiamo vedendo in queste ore
A me incuriosisce molto la ricerca di un'alternativa rispetto a quello che avviene a quello che viene imputato al Governo
Talvolta mi sembra
Vedendo il dibattito intorno al terrore terno al centrodestra di essere diventato l'unico difensore del Governo
Perché vedo che tutti quanti adesso reclamano passi indietro
A me interessa solo una cosa
Che si affermi un valore che è quello della lealtà
Dall'altra parte non c'è
Dall'altra parte non c'è
Abbiate
Perché assorti parlo almeno in larga parte delle persone che stanno qui
Io da uomo di destra lamento
E questo tratto di lealtà anzi sia disperso poi anche nell'ampio la nostra coalizione pare lo per un secondo degli altri
Io vedo
L'esperimento che sta tentando il Popolo della Libertà
Ora fa somma una partita complessa quella che sta sulle sue spalle
Vedo che nella politica italiana dice che nel futuro ci sarà un centrodestra in cui le leadership si misura vanno dal fanno Maroni Casini
Io lamento che non ci sia più in quella Terna un uomo che viene dalla nostra storia politica è la maledizione di Gianfranco Fini
Quattro anni fa
Avete dato del pazzo a me fa piacere che oggi guida della Regione
è stato un percorso complesso il nostro
E dobbiamo insistere però dobbiamo insistere senza mollare io ho goduto ieri quando ho letto con la dichiarazione di Berlusconi
Perché non si può non mollare
Bisogna combattere
Però voglio dire
A chi pensa che l'alternativa sia Piazza San Giovanni di ieri e non quella del di qualche anno fa
Dove c'è un partito democratico molto curioso insegue Casini e caccia Matteo Renzi
è come scegliere tra lo straniero Trichet e l'italiano Mario tra
Questo vorrei dire a Bersani
E allora I malpancisti del popolo e libertà fateglielo capire
Che sono loro
Che ci stanno portando all'elezione anticipati io non ci credo che ci sia una sola eventualità
Per sventare il voto anticipato
Perché vedete
Tutto si può fare
Tranne che inseguire l'umiliazione delle vittime
Si dice
Quelli che trattano con Cirino Pomicino rendetevi conto Cirino Pomicino è tornato a gamba che vergogna per questo Paese vergogna per questo fine
Non lo dico per la sua storia democristiano esso essere chiaro io sono stato il fondatore di Alleanza Nazionale sono orgoglioso subirono variante
Ci furono quelli che scelsero non quelli che voglio stare nel limbo che è la cosa più sbagliata e bere
Cosa può succedere politicamente
Che vuol dire il passo dietro il passo di lato il passo sottoterra non so dove
Col dire va bene via Berlusconi per fare l'alleanza con l'UDC posto che non credo che il Presidente del Consiglio possa ammirare
Ha un'alleanza col Partito Democratico insomma anche perché di questo si legge sui giornali c'è qualcuno che fantastica pure su queste cose che sarebbe la morte del bipolarismo
E propongo Riba nessuno chi ha un anno dalle elezioni si va sobbarcare un'impresa del genere che avrebbe anche pesantissime conseguenze sociali sul popolo italiano
Ebbene
Berlusconi non lo vogliono
Alfano non posso volerlo questa mattina abbiamo scoperto che non possono e nemmeno Gianni Letta
Ma se ci deve essere un nuovo Governo
Colpi dl dentro che presta qualche ministro
E non più guida alla guida del Paese
Mi spiegate a che serva aveva annunciato un milione duecento mila iscritti se non contano tredici milioni di voti in questo nostro Paese
Ecco io questa forza non riesco a capire allora io vorrei sì sì
No no ecco cosa chiedo al PdL
Possiamo pronti a far nostra battaglia sarà complicato non c'è dubbio
Ma dall'altra parte dovranno finalmente decidersi a tradurre
Quelle lettere che arrivano da Bruxelles
Quelle lettere che arrivano da Bruxelles
Andranno tradotto in corretto italiano
Vorrei che la comunicazione del centrodestra anche da questo punto di vista si adattasse
Perché non può essere che passa il messaggio di assurdi licenziamenti più facili quando stiamo parlando di assunzione più facili ecco
Il governo del comunicatore deve imparare anche da questo punto di vista a parlare al popolo italiano ma c'è bisogno di farlo in fretta
Io credo che ci sia una grande opportunità
Noi dobbiamo stimolare
L'orgoglio del nostro popolo io non credo che il nostro destino sia nelle mani di Nichi Vendola e Torino Di Pietro
Oscuri
Pompo iscritto
Che spero resti riservato qui e nessuno l'ha incassato
Sabato e domenica prossima
Noi orgogliosamente saremo a Torino al nostro secondo congresso nazionale che facciamo a rigida scadenza statutaria
L'Algeria ha detto una cosa importante
Che fare non in maniera all'indiana
è indicato una prospettiva di contenuto
Non di contenitore
Il mare io credo che bisogna rifare la destra la destra italiana in questo nostro Paese
Pur non amando le nozze quelle degli altri evidentemente le mie sono già archiviate mi inviti annotazioni che naturalmente io per Rocca questa cerimonia insomma
Grazie a Francesco Storace
Ed ora la parola
Per continuare questo giro di opinioni gli orizzonti di stimoli intorno al ritorno della politica
All'onorevole Antonio Mazzocchi che è Presidente dei Cristiano Riformisti prego
Ma grazie caro Gennaro
Dopo prezioso pregevole intervento dall'amico Gennaro Malgieri
Tutte dopo se me lo consenta l'amico Storace in parte il provocatorio intervento massaggio sempre perché Storace una persona saggia però il CNIPA abbastanza provocatorio intervento dell'amico Storace
Credo che dobbiamo fare alcune considerazioni
Perché qui siamo tanto siamo tanti questa mattina
Io non so non credo soltanto per la stima che abbiamo verso un galantuomo che è stato sempre leale sempre lineare sempre direi coerente con le proprie idee e questo si chiama Silvano Moffa
Non soltanto
Questo
Ma soprattutto perché Silvano Moffa ci chiama in questo momento i tanti amici presenti qui fate cose comuni anche di governo di partito di associazioni varie
Sanna dimostrare come c'è in questo momento l'Italia un'aria di rinnovamento
Io prescindo dal discorso della fiducia a Berlusconi o non Berlusconi io credo su questo mi trovo d'accordo con all'amico Storace
Credo che noi dobbiamo dimostrare la lealtà questo Governo fino all'ultimo e i malpancisti sappiano che quando i topi scappano
Vanno a finire in altre forze navi
Ma qui in queste navi di ma li mettono sempre sotto coperta questi topico prima o dopo avviene una derattizzazione che sicuramente vengono fatti fuori pure questi profilo sappiano questo qui la lealtà adesso il primo il principio
Direi il primo principio che ci deve contraddistinguere però dobbiamo farci la domanda non la destra
Ecco io e arrivo all'amico Storace
Chi vi parla e un cattolico che con fierezza non rinnega di essere stato uno dei fondatori di Alleanza Nazionale a Fiuggi
Io pochi giorni fa dicevo all'amico all'amico proprio Malgieri io basterebbe fare un grande manifesto
E metterli in tutti Italia ritorniamo a Fiuggi e proprio a Fiuggi di fare quello che abbiamo detto quello che abbiamo fatto il richiamo di quei grandi valori
Credo che forse forse la democrazia in Italia i CD acquisterebbe per anno ed operiamo parlare di un centrodestra guai a parlare della destra
Ne dobbiamo parlare di un centrodestra
Perché ormai questo sistema bipolare
Con un Berlusconi che giustamente
Ha cercato di rendere coese le forze che provenivano dal Partito Liberale dal Partito Socialista soprattutto dai cattolici
Credo che dobbiamo rilanciare questo centrodestra ma qual è il difetto del centrodestra diciamocelo chiaramente amici
è un difetto valoriale quello che sta avvenendo nel nostro Paese e la mancanza di valori perché quello che è capita nel per dei partiti quello che cambierete sera mi ricavare caro Storace significa che ci manco di valori ormai qui ognuno è legato al potere è legata al proprio posto e per il proprio posto è disponibile a mettere da parte i valori
Quei valori che nel corso di questi anni
Subdolamente una politica non laicamente perché laici siamo tutti una politica lei cistica appunto azzerare quei valori che solo il rispetto della patria il rispetto da odori polizza della Scuola dello Stato
Il rispetto verso la donna ispettore sui più deboli il rispetto della persona umana
Quando si parla di persona umana quindi di cominciamo a dirlo con molta chiarezza noi sì significa anche parlare della famiglia
In Italia vera crisi che noi dobbiamo affrontare speriamo di superare questa crisi politica adesso ma la prima crisi che dobbiamo affrontare il piombo perché dobbiamo affrontare e il problema della famiglia io dicevo che nell'Ottocento abbiamo avuto un grande problema il problema della classe operaia giustamente è stato risolte
Oggi la vera rivoluzione che del due mila e la rivoluzione sulla famiglia
Perché sulla famiglia che noi dobbiamo
Direi scommettere il tutto oggi guardate noi abbiamo una grossa crisi economica perché in crisi la famiglia
Ma
Girate per capelli case cominciamo anche noi deputati
Soprattutto noi che siamo stati nominati non eletti e su questo dovremmo aprire un grande capitolo che mi troverebbe sicuramente d'accordo anche perché molti nominati forse non sanno neanche dove sono stati loro collegio dove sta
Ma al di là di questo io credo che
Si tirasse le per le famiglie che in questo momento noi andremo a scoprire quali grande disagio vie
Quale grande povertà cioè io ieri mi trovavo per un convegno sulla bioetica a Scafati provincia di Salerno ebbene ho appreso una cosa veramente drammatica voi pensate la Campania
A un privato tra i vari tra gli altri primati il primato cioè che il sessantatré per cento degli aborti viene fatto in Campania e di questo sessantatré per cento degli aborti l'ottantacinque per cento e fatte da donna da donne
Che non hanno la possibilità di mantenere economicamente un figlio perché un figlio porta alla diminuzione
Del reddito del trenta per cento per la famiglia sono questi problemi che noi dobbiamo affrontare non sono altri problemi
Dobbiamo affrontare
Questi problemi rendendoci conto e questo lo chiederemo al Governo abbiamo chiesto nel nostro congresso nazionale c'era l'amico Moffa c'era un amico Malgieri che ci onorano della loro presenza il richiedemmo
E necessarie politiche familiari fino adesso svolte da tutti i Governi compreso il nostro non sono state politiche direi
Adatte
Politiche sostenuto sono state politiche selettive politiche che non hanno dato una risposta le dobbiamo fare dare delle risposte attraverso una poli che ha non soltanto lavorativa ma la politica che abbia le esenzioni fiscali che abbia la possibilità anche di
Intervenire da un punto di vista culturale da un punto di vista scolastico da un punto di vista lavorativa su queste famiglie e allora ecco perché noi diciamo
è inutile per insistere e io dico spesso all'onorevole Casini anche alcuni nostri amici di Alleanza Nazionale sul fa famoso quoziente familiare i così detti familiare Sini volersi egli s'intende dicotomia sa benissimo che porterebbe una un tale stradale spessa per l'Italia che non basterebbero neanche i soldi che ci hanno chiesto gli europei per rientrare
Però è necessario introdurre il salario familiare che cos'è il salario familiare il salario familiare e non è altro che la eliminazione dell'IRPEF da due figli in su la no tax area esempio pratiche introdurre la regola no tax area per tutti quei re per tutti quei redditi aggiuntivi per e per i figli dal secondo
Figlio in su in questa maniera noi andremmo a ridare con un costo minimo dello Stato due trecento euro in più ogni famiglia
E con due trecento euro il capo della famiglia non va sicuramente nelle Bahamas o in villeggiatura che sardo in quale coste caraibica ma va i supermercati o a ricomprare qualcosa per i propri figli e questo rigenera anche un sistema economico nel nostro Paese allora ecco e mi avvio alla conclusione io credo perché mi sono soluto soffermare su questa tematica perché io credo che gran parte degli errori che avvengono nel nostro Paese e perché ormai non crediamo più in alcuni grandi valori
Noi dobbiamo ricominciare recuperare soprattutto i giovani
A credere in questi valori a far capire che realmente c'è un sistema di meritocrazia in questo partito a far credere che realmente c'è un discorso non di scelta dell'amico dell'amico ma c'è un discorso di scelta per perché quel ragazzo quella ragazza merita
Dobbiamo cominciare a che a capire che il centrodestra tutti insieme
Però deve avere la capacità non soltanto di portare avanti una politica che troppo spesso in una politica cosiddetta liberale
Io lo dico con tutta sincerità non so se c'è chi qualche amico
Che e per la politica liberale io sono per una politica solida vista per la politica dove il lavoratore al centro dell'impresa dove non c'è la battaglia tra capitale tra il capitale il lavoratore ma c'è una collaborazione però il lavoratore deve stare sempre al centro dell'impresa e
Il reddito deve essere distribuito insieme al lavoratore questo è un principio vi siano questo dei principi che noi dobbiamo portare avanti
Ed allora ecco perché e concludo caro Gennaro io credo
Che
Passata questa burrasca che io mi auguro che passi questa burrasca
E bisogna e qui c'è anche il Ministro Romano che come me proviene da una cultura che ci fa credere molto più alla persona umana e la centralità della persona passata questa burrasca ne dobbiamo fare in modo i FAS spostare questo centrodestra la linea di questo del centrodestra verso il centro che non significa
E ve lo dice uno che proviene dalle file cattoliche non significa rifare la Democrazia Cristiana
Ma significa rifare
Ribadire quei valori di quel ceto moderato perché in Italia oggi moderati cattolici sono quelli che si assentò dalle votazioni
Ne dobbiamo riportarvi perché non votano a sinistra vota no per voi soltanto dobbiamo dimostrare di essere all'altezza di portare avanti questi programmi dobbiamo dimostrare di essere l'altezza di saper portare avanti questi valori e concludo dicendo
Lo vorrei dire a molti amici soprattutto a Casini ed altri
Caro Casini i valori non si enunciano si testimoniano e non credo che spesso
L'UDC ha saputo testimoniare questi orrori che noi invece de la Destra cattolica andiamo portando avanti grazie
Grazie onorevole Mazzocchi
Propongo
Nessun nessun commento all'anno prossimo intervento anche perché i tempi sono strettissimi di prego tutti gli amici di attenersi ai tempi che sono stati dati cioè dieci minuti sono per le undici e mezza non ce la facciamo
La parola all'onorevole Mario Landolfi già Ministro delle comunicazioni deputato del PdL per chi non lo sapesse
Grazie
Io vorrei cominciare con una
Premessa
La partita è tutta dentro vi o vedo molti visi lunghi
Facce tese preoccupate come se
Stesse profilandosi all'orizzonte una
Disfatta come se il PdL partito perno dell'abolizione che di recente
A
Registrato un boom di adesione milione duecento mila iscritti somigliasse più ad un esercito Pirrotta piuttosto che invece ad un partito che si sta organizzando debba additando sul territorio
Penso che la partita sia tutta da giocare a me viene in mente un po'il due mila e sei allora come ricordava l'abito quartieri ero Ministro del terzo Governo Berlusconi Francesco Storace era Ministro della salute
Io ero avevo sostituito Gasparri nell'ultimo anno di vita del Governo e anche allora vedete si parlava di discontinuità
Anche allora si parlava di passo indietro anche allora si diceva che tutto era perduto anche allora ritroviamo sempre gli stessi personaggi in ordine di apparizione Fini e Casini giocavano
In qualche modo a perdere infatti
Perdemmo per ventiquattro mila voti in una notte tempestoso nella prefettura di Napoli non si capì che cosa accadde perché il fu posso della rimonta del Popolo della Libertà per in qualche modo interrotta quasi per magia e quindi alla fine
Quella che doveva essere la consacrazione della sconfitta del centrodestra diventò invece è una vittoria morale tanto è vero che il Governo Prodi dovette occupare quasi di soppiatto la piazza e annunciare ventre
I numeri ancora scorrevano di aver conquistato il Governo vuole ricordiamo come borse nere fuma esperienza che durò pochissimo si leggeva accuse con sul voto dei senatori a vita
Oggi noi ci troviamo
In una situazione dove ancora una volta a distanza di tre anni
Si chiede il passo indietro
Berlusconi deve andarsene
Perché perché poi le cose si mettono a posto magicamente
Se Berlusconi fa il passo indietro cessa la speculazione sul nostro debito pubblico cessa l'aggressività dei mercati contro il nostro Paese
L'economia ridiventa florida si abbassa il debito pubblico si abbassa l'inflazione scompare la disoccupazione finiscono anche ad acquisire naturale perché penso che pure quello sia in qualche modo ascrivibile è attribuibile al nostro Presidente del Consiglio e tutti vissero felici e contenti io
Mi permetto di non intimarmi di fronte a questa vulgata anche perché insomma mi sembra che le cose siano un po'di versamento metto stamattina un'intervista
Dell'ex presidente del Consiglio di Prodi
Che fa un riferimento storico che mi trova d'accordo
Perché noi diciamo spesso siamo novantadue
Siamo al novantadue perché c'è la ribellione contro la casta perché c'è la cricca perché ci sono le inchieste perché c'è una corruzione e delle non c'è una Tangentopoli che non è mai finita ci sono tutte queste cose quindi siamo novantadue Prodi che cosa dice questa mattina siamo a quarantatré
Siamo nel luglio del quarantatré
Io sono perfettamente d'accordo con l'ex presidente del Consiglio siamo nel quarantadue siamo in guerra la nuova Bernate per la Banca centrale europea
è la speculazione finanziare sono abbiamo americana
Allora se
Era in guerra per compensare l'Italia come territorio adesso la guerra e per compensare quel paio di banche che sono rimaste pedale un'unica grande compagnia di assicurazione cioè il nostro polmone finanziario perché dopo si devono prendere le imprese
I francesi già stanno facendo shopping per l'Energia hanno acquistato ma catalizza che
Con Lactalis che hanno acquistato parlato mentre l'Italia sta diventando ritardi che ammende un genuino abbastanza appetito dagli Stati stranieri
Quindi siamo in guerra
E anche allora vedete nel quarantatré ci sono moltissimi in buona fede
Che dissero
Aldo Vernant degli allora fai un passo indietro
Se tu fai un passo indietro ci hanno detto che alla guerra finisce
Se tu fai un passo indietro né liberiamo dalla compresenza ma
L'Italia e quindi la situazione in qualche modo si accomoda noi sappiamo come goffi vive
Che i tedeschi non si fidare o no e ci va a zero
Django americani per non far capire tedeschi del nuovo Governo si accingeva affermano armistizio ci bombardarono come non ci avevano mai bombardato fino ad allora
E che cosa avevano
L'otto settembre
La sede della patria un'Italia divisa in due la guerra civile a piazzale Loreto è una lacerazione di una memoria collettiva che da loro non è mai stata più condiviso può essere stato il passo indietro e quarantatré e oggi quando ci quando chiedono di nuovo
Di fare il passo indietro anche oggi ci sono persone in buona fede ma non si sono resi conto della reale posta in gioco
Qual è il Palio di questa partita che si sta giocando
Che non è il governo tecnico non è il Governo di emergenza non è la frase di transizione qualcosa di
Più
è in gioco il destino del Paese dell'Italia quello che si vuole fare mandare via Berlusconi diciamo la verità
E mandare via l'unico argine
Attive forse in maniera disordinata forse in maniera possono dica ma in qualche modo ha servito l'interesse nazionale ma voi pensate che nel consesso delle altre nazioni
Il fatto che Berlusconi abbia stretto un rapporto con Putin e sul tema dell'energia sia passato inosservato
O pensate che l'accordo fatto da Berlusconi pro Gheddafi che era un accordo importantissimo per l'Italia non abbia influito
Sulla decisione dei francesi di bombardare unilateralmente Gheddafi perché avevano capito
Che per loro non c'era più posto
O forse avanzata che tutte queste cose
Scorrano come acqua sottopancia per le aree come
è non facciamo invece contabilità
Nel sacro egoismo delle nazioni che è l'unica regola che esiste nei rapporti internazionali ora questo è
Il
Problema
Ecco perché non bisogna arrendersi alla logica del passo indietro Belpasso di lato del due passi in avanti oggi
Sostenere questo governo e impugnare la bandiera del risanamento e delle riforme e semmai morire
Come legislatura sventolando una bandiera è l'unica strada possibile
O questo Governo va avanti oggi sono le elezioni anticipate
O questo governo porta a termine la legislatura secondo il mandato ricevuto dai
Da un popolo e dagli elettori o si va a votare
Sventolando la bandiera delle cose che non sono state fatte
E non sono state fatte cari amici
Pertanto i motivi ma anche perché l'abbiamo subito una scissione devo concludere Gennaro
Perché abbiamo scheda cosa che riguarda
Da vicino noi della destra perché ci sta chi
Non ha capito fino in fondo si è inchinato al bon ton uno delle buone maniere
E ha scambiato l'Italia per un editoriale di Scalfari e non ha capito che l'Italia è una cosa diversa dall'editoriale di Scalfari
E allora si sono inventati questa destra bella moderna senza bava alla bocca pur ventina
Che però
Piace naturalmente agli avversari ma sicuramente non piace al popolo perché se io dico con le ha fatto ieri Bersani in piazza San Giovanni
Ma peggiora destra d'Europa si ma la destra che ti fa stare all'opposizione perciò non mi piace a me piace questa destra che forse sarà un buon divarica ma che vince le elezioni
Preferisco stare in questo centrodestra piuttosto che in quella destra tutta politica che però prenderebbe lo zero virgola tre lo zero virgola quattro per cento
Fini vedete ha tradito se stessi
Oltre che la destra italiana
Nel momento in cui è uscito fuori dalla logica del bipolarismo per abbracciare posizioni terzo polizia come uscendo richieste ha commesso un errore gravissimo
Non solo di abiura rispetto a posizioni sempre espresse ma un errore di prospettiva Gennaro Dammi solo un minuto per poterlo illustrarci mancherebbe altro
Perché nel novantaquattro
Quando cadde il Governo Berlusconi per mano del di Bossi
Bossi non lo fece da una posizione nordista
Lo fece la una posizione terzo polista Bossi si voleva interessare la battaglia del polo di centro moderato o addirittura
è il nome di quella tesi scaricò il Governo
è
Sui presunto al Velez Lupi lo su
Dini prese il posto di Berlusconi
Poli Dini si presentò con una sua autonomia in nome del centro nello schieramento di centrosinistra ma non dopo non torno a fare il Presidente del Consiglio Aldo Romano Prodi
Poi
Cadde Prodi
Per non far cadere la legislatura si spacca il CCD nasce Mastella è una a parte del centro in nome del centro fa vincere ancora la sinistra perché va via Prodi che era un cattolico
Democratico e arriva dalle
A loro lavorava il cuore Olmi Boboc
Si spacca
Poco moderato o meno il nome del centro vince la sinistra e non il centro
Ed è quello che oggi Fini stava facendo insieme a Casini che ha però ha una sua logica membro lo fa e Fini che non va è Fini che non ha una prospettiva ecco perché
Noi dobbiamo
Essere perfettamente consapevole consapevoli fino in fondo dell'ASP della fase politica che stiamo vivendo
Che non è la fase del programma non è la fase della leggo che le cose da fare è la fase in cui si deve difendere fino alla fine all'interesse nazionale e oggi ci piacciono l'interesse nazionale coincide
Con
E il Governo in carica per cui se questo Governo
Non dovesse avere più labili per la maggioranza il Popolo della Libertà e i suoi alleati devono e essere uniti nel dire che l'unica alternativa eh e un ritorno al popolo sovrano può essere la democrazia il popolo dava
Dalla maggioranza il popolo revocava fiducia allora
E termino veramente penso che
In questa temperie un discorso
Che
Riguardi la testa Rio prezzo moltissimo l'iniziativa
Dei Silvano Moffa che non riguarda solo guardi non non esistono i ritorni in politica e quindi io dico subito non esiste la positiva di rifare una M
Non c'è
è cambiato tutto
Esiste però lo spazio all'interno di questa coalizione all'interno del partito
Per attenere invita e per valorizzare i contenuti di una grande cultura politica che non può non deve scomparire
Serve partiamo dei contenuti poi troveremo anche le gambe che potrà incarnare puri è potrà portarla avanti ma penso che sia questa la strada non bisogna tornare indietro
Bisogna agire in una logica di coalizione Storace nella mobili Storace andò via con coerenza quando vide che si profilava il progetto del partito unico
Fini ha fatto il partito unico dopo si è pentito di averlo fatto non ci ho capito molto penso ecco che ho sbagliato prima a farlo ho sbagliato dopo l'andarsi a penso che abbia sbagliato dopo l'andazzo
Grazie onorevole dal golpe
Non mi sono neanche permesso glieli aveva avviamento sforato perché la antico compagno di banco prima il Secolo d'Italia e poi il Parlamento non posso non so dirvi queste perché chiedo agli altri amici gli essere comprensivi anch'io non sono buono a tenere l'ordine insomma spero di tenere l'ordine in Italia non a questo tavolo nazione
è una diga ambizione la parola al dottor Luigi Cerciello Presidente cattolici il movimento prego
Buongiorno a tutti
Grazie ho dieci minuti dottore benissimo
Dedichiamo comunque minuti alla società civile altrimenti ce la cantiamo e suoniamo da soli come sembra
Non sono qui e ringrazio il Presidente Moffa per l'invito che
Mi ha voluto rivolgere ho accettato con l'adesione entusiastica perché l'ho conosciuto lungo il percorso nel territorio quando da pionieri
Stiamo andando un po'in giro per l'Italia a recuperare un po'la fiducia della gente
Non sono sicuramente qui per puntellare delle condizioni politiche lo vorrei
Non sono qui per
Dare il mio contributo ad amministrare il passato
Sono qui per
Rilanciare
La sede di fiducia
Di speranza che alla gente
Perché la gente che protagonista del futuro
E noi alla gente dobbiamo parlare
Dobbiamo saper ascoltare la gente
Io ho sentito parlare me ne compiaccio del l'onorevole Malgieri dire ripensiamo alla politica la politica deve avere deve ricostruire il suo perimetro
La politica deve essere ricondotta alla sua funzione primaria ho sentito onorevole Storace parlare
Di un decorso storico negli ultimi anni che ha premiato più i contenitori che i contenuti dobbiamo avere il coraggio di dire che di pensare alla politica significa anche ripensare i politici
Di pensare a coloro che devono attuare le scelte pubbliche la politica deve tornare a essere testimonianza la politica deve tornare a essere
Identificazione con la società civile
Vi dico molto in breve
Andando per il territorio quello che
Giustamente rimarcava l'onorevole Mazzocchi quello che forse un po'ha perso la politica negli ultimi anni
Ho ascoltato molte situazioni
Noi siamo collegati a tante organizzazioni di volontariato di impegno civile sul territorio che non hanno voce
E io voglio ridare voce a quel paese reale a quella parte d'Italia che ancora oggi si dedica ai vuoti che la burocrazia il sistema economico non solo non riesce a colmare Marta Abba a volte li determina spesso ridetermina
Noi abbiamo
Una situazione di fatto in cui basta leggere i rapporti sulla povertà ultimamente quelli
Pianificati dalla carta sprone dalla carica in cui ci sono tutti
The delle fasce sociali di cosiddetti non assistibili
Cioè quelli che non rientrano nelle categorie di leggi che devono di legge che devono essere beneficiari di assistenza parlo dei pensionati di quelli che hanno una pensione di quelli che magari dopo tanti sacrifici sono proprietari della casa in cui abitano
Ebbene questi sono i poveri nel futuro e se la politica
Se la politica va ripensata i politici devono pensare a prevenire quelli che saranno i poveri del futuro la situazione in cui si ritroveranno i poveri del futuro
Allora
Io sento spesso parlare di ragioni di bilancio
è giustissimo viviamo in un periodo di crisi economica ma il bilancio non è
Soltanto uno strumento tecnico e anche la rappresentazione reale di scelte politiche precise
Faccio un esempio
Il fondo nazionale per i servizi sociali che ad oggi è l'unico strumento che hanno in mano che il con il quale lo Stato finanzia e dà la possibilità agli enti locali di approntare tutti quei servizi che devono essere delegati alla
Devono essere predisposti per la cura dite fasce sociali deboli
Deve essere rimpinguato
Non possiamo perdere di vista la funzione primaria della politica cioè quella di testimoniare il vissuto quotidiano della gente
Non possiamo testimoniare le dinamiche partitocratica e basta dobbiamo ritornare a parlare alla gente parlando della gente
Questo è il compito
Questo è il compito che si devono porre i politici del futuro se volete continuare a fare politica in futuro
è questo oggi si parla tanto di pari opportunità
Ebbene io parlando con i giovani parlando con altri con gli anziani con anche chi vive situazioni con i propri figli e un po'così
I Marcinnò del benessere
Ebbene se io parlo oggi di pari opportunità a loro
Bene questo il contatto col territorio non è che noi siamo fermi in mezzo alla gente allo schema uomo donna pari opportunità significa libertà di accesso per tutti alle risorse seppure poco
Parliamo di politica io mi sono accostato alla politica e mi accosto la politica consentitemi questo questa metafora come il figlio del garzone che si è
Che si innamora della figlia del Barone
Ma
Sino a voler della figlia del Barone sapendo
Di amarla e di poterle dare
Tutto l'amore del mondo
Dobbiamo finire con la politica che sceglie i portaborse
Dobbiamo finire con la politica che sceglie gli amici degli amici come giustamente è stato detto
Dobbiamo rilanciare
Una politica che sappia selezionare la classe dirigente nell'interesse della società civile e anche di se stessa perché sarebbe un difetto di lungimiranza
E allora
Lo dico con tutto
Il rispetto che devo e mi sento
Di nutrire nei confronti dei
Dei
Relatori più attenzione alla gente
Perché alla fine la gente paga premia
Logicamente le dinamiche partito gravi che hanno e stanno a cuore perché gli esiti del Governo tutto ciò che avviene in Europa e quanto di più come dire contingente possibile le ricadute sono nella nostra sfera privata dall'oggi al domani
Però cominciamo a parlare anche del reale quello importante anche soprattutto quelle importanti ma parliamo del reale è stato fatto un giusto accenno l'unico alla famiglia
Benissimo
Mi sembra che questo Governo per la prima volta
E mi dispiace lo debba fare io che politico non sono
Approntato un piano nazionale della famiglia per la prima volta c'è uno strumento di misurazione dell'impatto della legislazione sulle condizioni dei nuclei familiari va detto
Non perché la gente vuole sentirsi dire queste cose
Ma perché la gente ha bisogno
Dei
Case venga comunicato quanto di più reale di più pragmatico è possibile
La famiglia
La famiglia deve tornare al centro dei nostri discorsi io lo dico con molta con molto pragmatismo abbiamo
Un rito all'inverso in Italia cioè il fisco dovrebbe come dire adeguarsi ai bisogni della famiglia è invece danni la famiglia contribuisce al fisco
Abbiamo un rito capovolto
Dobbiamo tornare a pensare alla famiglia
Ecco perché
Mi piace rilanciare anche questo ottimo spunto del Governo questo ottimo strumento legislativo del Governo che fa ben sperare ecco io questo vi vorrei sentir dire
Questo io vorrei sentir dire
A me come dire mi interessa il passaggio dalla destra dalla vecchia desta la nuova destra la gente ha bisogno di respirare un
In cambio di marcia della politica una politica che sia ancorata a becchi valori
Ma che conosca nuove persone nuove idee che poi sono quelle più vecchie
Della storia e c'è la politica che si identifichi con la gente
Dovete continuare a parlare dovete tornare a parlare dei problemi della gente
Anche io sono passionale come vedete l'onorevole Malgieri
Appello che
L'alla politica manca
Passione perché la gente vorrebbe che si parlasse dei suoi problemi non come una pratica da evadere
Per mantenere il consenso
Ma la gente vorrebbe che si parlasse dei propri problemi perché il politico quando ne parla lo sente come proprio il problema
E chiudo parlo da cattolico
Cattolico
Che da anni
Avviso i cattolici tenesse un po'ai margini della discussione politica io dico sempre
Scusatemi linguaggio molto pragmatico ma è il linguaggio non politichese quello che ti fa capire dalla gente
Ho detto sempre ai cattolici come me andando in giro per l'Italia
Come è possibile tenersi lontano da ciò che ci appartiene
Faccio se non la metafora e come se andassimo in un palazzo
Ci ostinarsi può non andare alle riunioni di condominio e poi alla prima opportunità puntiamo il dito contro l'amministratore per le scelte fatte
Come tenerci lontano da ciò che ci appartiene
Lo dico da cattolico non si risponde alla politica con l'antipolitica
L'antipolitica e l'alibi dietro il quale si nasconde
Chi
Insisto in un vuoto di idee il ruggire e iniziative
Facile comodo proponiamo
Grazie
Raggio di fuori del dottor Cerciello anche per il credito ammesso a
L'attenzione che possono nostra attenzione
Do senz'altro la parola al
All'onorevole Arturo Iannaccone Segretario di noi Sud un rude e molti sud quando mi risulta non credo abbia poi voi subito
Purtroppo voi tentiamo di spiegare bene come Bin Laden portarci a larga non solo si è proceduto così io voglio ringraziare tutti quanti voi per questa presenza straordinaria
L'amico Silvano Moffa per l'invito che ci ha rivolto al sviluppare un'analisi è una riflessione politica in un momento come questo in cui imperversano
Il pallottoliere vive
Quelli che vogliono stabilire
A tavolino alle maggioranze e se sono da una parte o dopo o dall'altra voglio vi dirò come la penso
Ma voglio ringraziare in modo particolare Silvano Moffa
Competente Presidente di Commissione autorevolissimo capogruppo in questo Parlamento
E politico raffinato lo faccio per riconfermare questa mattina la presenza del suo movimento
La mia stima
Abbiamo collaborato siamo stati insieme
Nello stesso gruppo mi auguro che questa collaborazione possa non solo continuare ma trovare nuovi e più solidi punti di contatto
Qual è il destino che è davanti a noi cioè quello che
Davanti a noi nelle prossime ore
Io vorrei essere estremamente chiaro ed esplicito come lo sono stati
Francesco Storace come lo prestato Landolfi
Nono ascoltato Malgieri ma lo leggo spesso quindi immagino di conoscere il suo pensiero come lo è stato Mazzocchi
Guai ad ascoltare il canto delle Sirene guai ad ascoltare chi
Ritiene che è un Governo di cosiddetta solidarietà nazionale o di larghe intese possa consentire all'Italia di uscire dalle difficoltà
Questa soluzione sarebbe un rimedio ancora peggiore del male
Perché da un lato
C'è chi
Attraverso questa proposta cari amici vuole non solo smantellare il centrodestra
Ma vuole smantellare in modo particolare il partito cardine della coalizione e io mi meraviglio che ci sia chi all'interno del PdL
Possa ritenere che facendo fare un passo indietro a Berlusconi il PdL
Possa recuperare una più autorevole funzione di guida della politica italiana
Guai ad immaginare che si possa realizzare una condizione come quella che si è realizzata nel novantadue e novantaquattro
Quando non c'è stato un passaggio politico fisiologico l'alternanza politica nel nostro Paese che aveva conosciuto gli anni della democrazia bloccata perché c'era un fattore K
Che non era una invenzione
Dell'epoca nascerà un partito comunista antioccidentale anti italiano filosovietico che impediva
Chiede l'Italia si potesse essere
Un'alternanza come
C'era stata negli altri Paesi
è finita come è finita c'è questa lunga transizione c'è un sistema
Che possiamo definire mediatico giudiziario politico che attentato l'aggressione del centrodestra ma in modo particolare di Berlusconi e allora non c'è altra strada
La politica è una
Sorta di scienza esatta e quasi come la matematica
La politica deve essere lineare
Non ci sono alternative a questo Governo se questo Governo ha i numeri per andare avanti andrà avanti ma senza copriremo che questo Governo non ha i numeri per andare avanti perché c'è qualcuno
Voglio sperare solo ingenuo e non anche in malafede
Che ritiene di far venire meno i numeri a questo Governo allora chi si è dato da fare
Per far venire meno i numeri a questo Governo ne faccia un altro noi saremo all'opposizione o si andrà al voto ma vedremo se ci saranno altri capaci di attuare gli impegni
Che l'Europa ci chiede
Guai ad immaginare altre strade ed altri scorciatoie noi Sud
Lo hanno fatto altri lo voglio ribadire qui
Non sosterrà nessun altro Governo nessun'altra maggioranza
Nessun altro Presidente del Consiglio
Perché c'è la coincidenza
Guardate
Se c'è stato un cambiamento
Dalla novantaquattro in poi e che gli elettori indicano anche la figura del Presidente del Consiglio c'è coincidenza tra maggioranza e presidenza e Presidente del Consiglio
Altrove se non ci sono i numeri quindi
Bisogna andare decisamente al voto oppure altri se ritenga visto che dicono ma voi come fate a governare con cinque sei numeri in più alla Camera guardate ma al Senato fino a prova contraria
C'è una maggioranza solida di centrodestra
Alla Camera
Io ritengo
Che abbiamo i numeri
Se altri
Immaginano di poter andare avanti con qualche voto in più e con una Camera che ha un'altra maggioranza vuol dire che ci vogliono portare a sbattere contro un muro sono degli irresponsabili
Ma soprattutto
Per
Alcune cose ne stanno avvenendo c'è
Un grande rischio
Il mio a questi giorni anche io ho letto di un attivismo di certi personaggi stanno accadendo cose strane
Anche sottosegretari che chiedono un passo indietro del Presidente del Consiglio
E i sottosegretari non sono nominati dal Capo dello Stato
Ma sono nominati dal Presidente del Consiglio è uno si aspetterebbe che un Sottosegretario nominato Presidente del Consiglio che chiede un passo indietro al Presidente del Consiglio prima di chiederlo Sene vada
Sei Nevada
Se ne vada
Non faccio il nome
Perché
Essendo stato un compagno di merenda di Cirino Pomicino potete immaginare anche di chi sto parlando cioè molto ricco e allora ultima riflessione sulla
Partito del Sud perché noi stiamo insistendo per organizzare un grande partito del sud che insieme al PdL
Partito perno
Della coalizione di centro destra insieme alla lega grande partito territoriale insieme ad altri movimenti come la Destra di Storace come altri come azione popolare come il PID
Del Ministro Romano
Possono
Diciamo ridare forza e vigore alla coalizione di centrodestra io condivido l'analisi che ha fatto Mario Landolfi quindi non
La ripeto noi siamo in condizione di vincere anche le prossime elezioni facendo riferimento al passato
Perché
A al sud c'è bisogno di una
Più forte rappresentanza politica se c'è la lega al nord
Io dico sempre
In politica valgono le leggi della fisica ci vuole un contrappeso
Ci vuole un grande partito del sud
Che insieme al PdL e agli altri partiti alleati possa riaccendere i riflettori in Parlamento
Voi nel Paese su una questione che è stata abbandonata la questione meridionale la questione del sud la questione
Di un territorio che non si sviluppa
Così come si sviluppano altre aree del Paese
Se non lo facciamo noi caro Gennaro e concludo lo farebbero altri
Quindi il nostro obiettivo è quello di semplificare ma noi Sud ritengo che sia il partito più coerente lungo questa strada faremo ogni sforzo ma se questo sforzo non ci porterà nessun
Risultato siamo convinti che troveremo altri compagni di viaggio con i quali rendere più forte questa idea grazie
Grazie onorevole Iannaccone naturalmente
Faccio gli auguri miei ma credo di tutto la platea
A noi Sud all'esperimento politico che è molto coraggioso mento intelligentemente in particolare l'onorevole Iannaccone sta portando avanti un'ora
La parola
Alla senatore amico carissimo di una vita Pasquale Viespoli Capogruppo di coesione nazionale al Senato prego
Anch'io
Ringrazio
Servano per per l'invito e per l'iniziativa che ha ritenuto di assumere che credo debba essere
Sottolineata positivamente per una questione prioritaria a mio avviso
E cioè
Noi ci troviamo di fronte alla convergenza di questioni che danno identità ad una crisi che non ha precedente
E chiedo una
Come dire soltanto
Un connotato di straordinaria rilevanza economico finanziaria
Perché dentro la crisi economico-finanziaria c'è
Per certi versi soprattutto
Una grande crisi di carattere politico che mette in discussione le forme della rappresentanza che mette in discussione valori modalità di partecipazione di presenza politico istituzionale
Così come li abbiamo conosciuti filone
Ed è
Il tentativo credo generoso Ghezzi il bando fa di tenere insieme contemporaneamente
La questione di governo e la questione politica
Perché sia chiaro da questa condizione non si esce senza la capacità di recuperare centralità della politica come visione come Progetto
Perché il vero deficit del centrodestra finora è stata la pretesa di poter saltare pragmaticamente la questione della cultura politica
La questione della visione la questione del Progetto la questione dell'identità la questione della missione la questione e cioè fondamentale per dare al centrodestra italiano una dimensione strutturale chi andasse al di là delle leadership perché il centrodestra in Italia culturalmente e socialmente c'è prima e ci sarà dopo le leadership perché il centrodestra
Non l'ha un problema di consenso perché è sintonizzato con l'anima profonda del popolo italiano e con i valori fondamentali della storia e dell'identità nazionale per cui il centrodestra abbi bisogno di qualità della rappresentanza di capacità della classe dirigente di personale politico all'altezza cioè appunto di recuperare il ruolo la centralità la fu ci vuole della presenza della partecipazione della militanza politica intesa come qualità intesa come capacità il tentativo quindi di tenere insieme
Questione di governo e questione politica in una fase direbbe meglio di me Gennaro Malgieri chi ha una che ci pone delle questioni di carattere epocali
Delle questioni tra l'altro inediti
Perché ci pone per esempio solo per fare un esempio che dovrebbe sembra essere particolarmente caro ad una certa cultura politica oggi si pone il problema di come si coniuga
La sovranità il tema della sovranità
Inteso come rapporto tra sovranità il mercato inteso come ruolo e funzione della nuova statualità nella dimensione europea cioè questioni che richiamo Rocchi attengono ad un grande dibattito culturale che noi abbiamo la
Verità di non aver aperto perché non abbiamo accompagnato questa fase di costruzione della forma organizzata del centrodestra
Italiano con una profondità culturale che doveva accompagnare che non ha accompagnato la costruzione di questo progetto di questa identità
Sicché oggi
Noi ci troviamo di fronte ad una condizione
Chi e come ha detto Landolfi ha ragione
Ha ragione c'è uno spessore delle questioni che tiene insieme contemporaneamente il problema del Governo ma anche il problema del progetto politico e cioè
E cioè del fatto nuovo che nel corso di questi anni si è determinato
Ed il fatto nuovo che si è determinato è come dire questo lui le questo rapporto
Di un diciamo di io elezione diretta ma di indicazione diretta tra la sovranità e la scelta popolare la premiership e la coalizione di Governo
Quello che si mette si pone oggi in discussione non è soltanto un governo ma un sistema politico che si è consolidato attraverso la partecipazione popolare che si è consolidato attraverso un passaggio fondamentale in termini democrazia diretta e che oggi e che oggi dovrebbe regredire verso le forme che abbiamo già conosciuto e non a caso gli interpreti di questa fase gli attori di questa fase sono quelli che sono sostanzialmente dentro la storia lunga della vicenda politica italiana e dove in gioco per loro non è tanto l'interesse e ne orale è in gioco la rendita di posizione per ritornare nonna centristi ma per ritornare centrali nel gioco
Nel gioco che deve prescindere dalla volontà e dalla sovranità popolare e deve recuperarsi all'interno del circuito partitico e del circuito parlamentare allora questo è credo il tema che noi dobbiamo porre con grande forza oltre ripeto di per sé cosa di straordinaria rilevanza alla questione economica la questione finanziaria alla questione di cover
No
Perché abbiamo di fronte questo scenario all'interno del quale diciamoci la verità io non mi schiero né con i catastrofisti
Ma non mi schiero neanche
Con quelli che come dire sono giustificazioni sti e consolatoria
Perché questa è la fase
Del realismo e della responsabilità il realismo e responsabilità ci dicono che molte colpe stanno dentro al centrodestra
Dentro il modo in cui abbiamo costruito il centrodestra
Dentro l'autoreferenzialità del centrodestra ed alcuni casi mi consentirete del più grande partito del centrodestra chi ha smarrita un certo punto il senso della sua nascita ed è la sua ambizione perché lo ricordo a me stesso
Il grande partito del centrodestra italiano Bennato per costruire un sistema bipolare tendente verso un sistema bipartitico per determinare le condizioni per costruire simmetrica a me ente a destra come a sinistra una democrazia sull'alternanza fondata su valori di coesione sociale nazionale comuni che restituisse la politica al grande impegno di essere alternativa di Progetto Capa citati e proporre soluzioni diverse visioni diverse antagoniste sul terreno della politica macchina Pacilli stare insieme sul terreno dell'interesse nazionale e della costruzione di un nuovo sistema che facessimo uscire definitivamente l'Italia da quel rapporto di contrapposizione di frantumazione di lacerazione che ci ha impedito di essere per tanti anni Patri e chi ancora oggi non ci fa capire se l'otto settembre prestato la morte della patria o l'inizio di una nuova patria che è la grande questione storica
Culturale e politica
Irrisolta
All'interno di questo Paese
Ed allora
Il centrodestra
Il grande partito del centrodestra è nato per determinare una grande rete capacità di modernizzazione italiana ed è per tanti di noi a destra è stata l'illusione o il sogno di costruire il grande partito degli italiani che è stata sempre la grande ambizione di chi è nato da una divisione ed una contrapposizione ma che ha lottato per riunificare per pacificare per conciliare perdete minare finalmente la patria come destino comune al di là della destra del centro della sinistra per la nascita per l'appartenenza non per la scelta partitica
Né di schieramento
Se il centrodestra
Ferretti reti esce perde il sogno perde l'ambizione perde il Progetto e determina le condizioni per cui si torna alla politica al sistema alla politica delle alleanze
A quello che inevitabilmente il pragmatismo politico impone bisogna determinare le condizioni per un nuovo inizio per una ripartenza c'è bisogno per questo ringrazio Moffa nel dire teniamo fermi perché poi diciamoci la verità
La voglio dire con chiarezza su un particolare ad alcuni
Amici con cui abbiamo condiviso tante battaglie
Noi abbiamo tante di esse ne abbiamo avuti tanti nel corso della nostra vita così
Ma abbiamo sempre preferito il crepuscolo al lavoro
Per una sorta di
Di strana di strano modo di stare al mondo dice di strane concezione della vita
Per cui
Noi siamo quelli che non lasciano soprattutto quando le difficoltà crescono e le difficoltà aumentano allora abbiamo bisogno
Perché
Perché il vero errore che hanno fatto alcuni amici è che sia il dovere di essere
Capaci di critica
Sia il dovere
Di dire all'amico stai sbagliando sia il dovere di costruire un'alternativa possibile ma dentro il centrodestra non fuori dal centrodestra
Dentro il centrodestra italiano per migliorarlo romperla Gerardo e non per determinare le condizioni ha ragione Landolfi parliamoci chiaro
Noi possiamo essere per la Repubblica ma non saremo mai per il partito di Repubblica perché non saremmo mai fare quella del capitalismo cialtrone
Chi ha determinato ed è cresciuto sull'assistenzialismo dello Stato che ha scaricato la sua incapacità innovativa sulle spalle dello Stato e del pop polo italiano noi saremo pure Benedetti ma non saremo mai De Benedetti o subalterni a colui il quale
Ha determinato le condizioni per una differenza fondamentale
Perché è questo il centrodestra
Senza spina dorsale
Non rivendica nemmeno il fatto che è meglio un imprenditore che contrasta Parenza pone davanti al popolo il suo completo che è quello che mette i figuranti davanti al popolo per continuare ad arrivare
Il fuoco amico
Ed allora
Ed allora chiudo perché volevo parlare sottovoce
Ma poi ci facciamo prendere ci partiamo dal portare da questa sorta di giovanilismo di ritorno
Ha chiesto
Che ci sia
Dieci pervade ogniqualvolta
La partita si fa più dure si fa più complicato il più difficile allora noi abbiamo il dovere di dire una cosa o chiarezza e concludo davvero massima lealtà
Ma
Con una
Chiarezza di fondo
Il centrodestra ha il dovere di resistere ma soprattutto il dovere di governare e deve governare per riformare deve riforma deve deve le governare per cambiare
E deve governare per recuperare quello spirito quel progetto che ricordiamolo e concludo così
Quando si dice lo spirito del novantaquattro
è vero lo spirito del novantaquattro e quello che bisogna recuperare
Ma attenzione lo spirito del novantaquattro non è soltanto la riforma liberale lo spirito nel novantaquattro anche l'anima sociale nati
Giornale di una destra che diede il suo contributo fondamentale sul terreno della credibilità e del valore aggiunto che portò a quella battaglia politica
Oggi oggi qui lo dico autocriticamente e concludo
Per recuperare quello spirito e dobbiamo sentirla soprattutto noi di destra la responsabilità perché molte volte le nostre contrapposizioni i nostri antagonismi nostri completi hanno determinato negatività anziché positività alle interno del dibattito del centrodestra italiano ed oggi proprio per questo soprattutto per questo per ritrovare quello spirito al di là delle contingenze io al di là dei numeri parlamentari per recuperare quello spirito
Bisogna recuperare a destra profonda la destra che può dare solo così il suo contributo anche alle sfide future nella costruzione delle prossime forme della rappresentanza politica del centrodestra italiano
Grazie la senatore Viespoli per i contenuti per la passione
Per le suggestioni che ci ha che ci ha fornito il tempo e quello che fate un po'voi io non dico più niente naturalmente la no assolutamente fuori tempo ma comunque
Non c'è problema
La parola all'onorevole Olimpia Tarzia Presidente di politica etica
Allora cari amici grazie a tutti quelli che sono qui grazie davvero agli amici di azione popolare grazie agli amici di per
Perché politica etica responsabilità e qui questa mattina
Qual è la nostra storia e il nostro percorso bene parte sicuramente da una alleanza che si è siglata che nasce da una stima
Personale e politica che io Silvano abbiamo maturato negli anni ci siamo trovati
In tante battaglie in difesa dei dei valori di quei valori di cui si parlava prima seppure in chi nel sociale chi già nel politico poi ambedue nell'ambito politico ma veramente ci siamo sempre ritrovati in sintonia su questi temi
E quindi questa l'idea di una
Di un patto federativo che potrebbe nascere oggi trattante realtà tanti movimenti dentro al centrodestra noi l'abbiamo già fatta partire l'abbiamo sperimentata sul territorio
Alla Regione Lazio è presente il Gruppo Consiliare politica etica responsabilità che espressione
Di azione popolare
E il movimento in tutt'Italia sta crescendo e sta
Veramente affondando le sue radici
Io riprendo alcuni spunti di quelli che sono stati accennati prima di me allora
Si è detto che questa crisi economica sicuramente ha più
E ha più fa più male perché ha trovato un vuoto
Di una crisi politica
Ormai le finanze dominano ma da tempo
Già il pensiero politico ma io vorrei andare oltre non è solo la crisi politica io credo che ci sia una crisi antropologica una crisi culturale
Che è molto più profonda ed è molto più
Difficile da contrastare
Vedete quando in un
Visione
Utilitaristica l'uomo diventa un oggetto l'uomo diventa una cosa che si possa manipolare ad esempio dei brevetti sugli embrioni umani è evidente che tutto è possibile
Quindi la domanda forte che si pone oggi la la nostra società ai nostri e la risposta che deve dare la società e la politica
Parte dalla centralità della persona chi è la persona perché su questo possiamo
Vedete da questo nascono anche i filoni culturali e politici totalmente diverso sì
Quando manca
Un'identità politica una chiarezza delle proprie origini e delle proprie radici
Tutto è possibile
In fondo
Qualsiasi tipo di alleanza qualsiasi tipo di trasmigrazione
Se non ho chiara la mia identità quali sono le mie radici e i miei obiettivi tutto sarà possibile ed ecco che assistiamo
Ad alleanze di Casini confini notte per esempio sui temi etici non credo che abbiano la stessa opinione ma queste cose si ripetono e si ripeteranno
Finché non ci sarà una forza una federazione seppur
Partendo piccolina però che vuole dare
Un segnale di dire è possibile è possibile cosa che ha possibile puntare a un obiettivo del bene comune partendo dalla realtà dalla gente dalle famiglie
E mantenendo una propria idea non si tratta di imporla si tratta di avere la chiarezza delle proprie idee e poi proporne ma in maniera direi concreta
Alle scorse amministrative non c'è dubbio che
Milano Cagliari Napoli non si sono perse perché ha vinto la sinistra ma perché ha vinto l'antipolitica
E questa
La
Il pericolo più grande perché evidentemente
La
La nostra responsabilità sta invece nelle richiamare le persone e via avvicinabile a un mondo dal quale sempre più si sono allontanati
E questo
Per rientrare il Progetto di per
Politica etica responsabilità è nato l'anno scorso a ridosso della Settimana sociale dei cattolici italiani
C'è stata una frase che ha detto il cardinale Bagnasco tra le tante veramente belle da ricordare una frase che mi ha colpito particolarmente molti vorrebbero che i cattolici
Si occupassero di opere caritatevoli e non affrontassero certi temi del dibattito culturale e politico
Perché scomodi
E cardinal Bagnasco ha detto questo porta ad una afasia tattica e convinta
Bene
Per ha voluto dare voce alle centinaia di migliaia di cattolici in italiani che non vogliano rimanere in silenzio
Che vogliono
In ogni area
Anche attraverso poi gli altri eventi che ci sono stati che avrete seguito commentò dire come un grande movimento all'interno della società italiana bagnano testimoniare che quelli che sono
I cosiddetti principi non negoziabili
Non sono appannaggio di una fede cattolica o di un credo politico
Il diritto alla vita vedete il primo tra i diritti umani non ha un colore non deve averlo né religioso non è politico ed uno sta atto laico veramente laico
Poiché si fonda sui principi democratici che affonda le proprie radici nei diritti umani ha il dovere di difendere il diritto alla vita
Quando noi
Mentre noi
Vogliamo parlarne concretamente
Non vogliamo solo affermare un principio che è di tutti vogliamo anche cominciare a dare delle risposte prima si diceva la prima
Avanza di ricorso all'aborto in Italia quindi di difficoltà di una madre di una coppia di portare avanti una gravidanza e di natura economica
Bene io credo che
Nonostante tutte le difficoltà
Un Paese come il nostro non si può arrendere di fronte a una madre che dice io non ho i soldi per portare avanti questo figlio e delegare
Dando le umano un certificato di interruzione di gravidanza non è questa la frase
La strada è quella di dire come fanno a centinaia
Vedi migliaia di volontari qui in Italia con
Centinaia di casa d'accoglienza è quella di dire come ti posso aiutare mettere in atto quella strategia a favore della vita
Questo è un impegno per il primo delle istituzioni pari il volontariato fa la sua parte ma sono le istituzioni per prime a dover tutelare
Il valore sociale bella maternità
E la famiglia si è accennato prima io sono sempre stata convinta che le
Le leggi per la famiglia e provvedimenti per la famiglia devono partire dalle famiglie quindi dalle associazioni per poi arrivare nelle istituzioni e lui avere quelle elaborazione necessaria per diventare una legge che serve una legge giusta
Ma la crisi che oggi si sta vivendo
La vittima delle prime delle crisi che si sta vivendo oggi è sicuramente la la famiglia la prima vittima nonostante certamente si sono messi in atto tanti
Meccanismi non basta ancora bisogna arrivare al fattore famiglia bisogna arrivare ad un in sussidiarietà
Tale capace di consentire alla famiglia di riconoscere la famiglia come un soggetto un soggetto sociale e civile giuridico educativo economico e politico
Solo in questo modo dando alla famiglia questa soggettività noi possiamo fare
Delle politiche familiari corrette vado verso la fine perché
Credo perché credo che
Ci sia un altro aspetto da sottolineare
Io vedo qui nell'Assemblea tante donne
Ma forse oggi
Hanno fatto un grande sforzo per venire qui di domenica mattina
Sì anche maschi ma magari
Poi tornano a casa e aspettano il pranzo
è vero
L'idea del ristorante verificò
No a parte gli scherzi io credo questo guardate Giovanni Paolo secondo parlava del nuovo femminismo io credo davvero che si debba rilanciare questo nuovo femminismo che cosa
Non è
Non è una rivendicazione
Così nata dopo trent'anni dagli anni Settanta è veramente quelle
Dare voce
A lei milioni di donne in Italia che non si riconoscono in una logica in una cultura radicale
Come quella che si è presentata alle scorse regionali ed è stata sconfitta in questa Regione che vuole far credere
So che
La donna il termine donna è contrario al termine vietata Erminia famiglia non è così perché la realtà vera del nostro Paese che ci sono
Milioni di donne che eccelle brano la vita nel silenzio nel nascondimento non vanno a fare girotondi in piazza perché devono curare dei più deboli crearlo bisogno
Ma queste talmente
Come ha rappresentanza culturale e politica
Noi lo dobbiamo e chiudo davvero
Facciamo ripartire una nuova era politica
Silvano noi ci stiamo voi ci siete speriamo ci siano tanti altri amici per dare
Speranza questo Paese in una logica di una nuova Aurora grazie
Grazie dall'onorevole
Olimpia Tarzia
Questo intervento muto stimolando suggestivo passione
Last but not least come direbbe De Benedetti perché io insomma sul solo questo l'inglese
La parola con grande piacere con
Sincera amicizia al
All'onorevole ministro Saverio Romano Segretario
Intanto vi devo dire sono molto contento di essere
Di essere qui con voi
Perché questo il tempo della politica e poi soprattutto perché
Avendo ascoltato voi
Tanta parte delle cose che volevo dire non le dico semplicemente perché non c'è un sentimento di condivisione che trovo nelle vostre parole
Che per certi versi mi stupisce perché noi veniamo da storie diverse
Questo è il miracolo del dialogo il miracolo del confronto
Spesso alcuni pregiudizi possono essere superati attraverso il confronto attraverso il dialogo e attraverso dei sentimenti comuni che facciamo fatica ad esprimere ma che quando vengono espressi
Diventano quella sorpresa che spesso questo nostro popolo italiano CIDA essendo a vocazione
Maggioritaria non come il partito di Veltroni quando esprime chiaramente una visione moderata del nostro paese se noi ritorniamo
A parlare con la gente e diciamo alla gente quale modello di società vogliamo realizzare io non ho dubbi vinceremo anche le prossime perché il modello di società che vogliamo realizzare noi
è un modello di società che si contrappone
Al modello di società che vuole realizzare Vendola al modello di società che vuole realizzare Di Pietro al modello di società
Che i tanti uomini del PD anche in maniera molto confusa vogliono realizzare cioè un modello di società radicale
Un modello di società dove alcuni valori
Ma ha fatto piacere sentir parlare di famiglia in questo modo di famiglia alcuni valori non sono più il riferimento per la costruzione di quel modello sociale che invece noi vogliamo realizzare
Quel modello sociale che incentra sulla prima comunità
Il suo riferimento
La prima comunità della nostra società e e deve continuare ad essere la famiglia la famiglia
Che
La famiglia che tradizionalmente intesa è chiamata a dare una risposta anche in termini di futuro
Perché viene realizzata per generate prove io
Penso
Che la nostra società abbia un futuro soltanto se ci saranno degli uomini
Che possono costruirla e gli uomini che vendono
Come dire generati da un uomo e una donna che hanno in testa di realizzare una famiglia senza per questo e non vorrei essere considerato chi
E
Magari
E apertamente critico rispetta dei soggetti che si vogliono bene anche se dello stesso sesso e ritengono di dovere fare un percorso insieme
Ma volere equiparare questo modello
Ad un modello che quello costruttivo di una società che si incentra sulla famiglia lasciatemelo dire io il dono della chiarezza a me non piace e mi oppongo fermamente
In termini chiari
A questo modello che si vuole avere
Parlare
Agli italiani significa dire anche come stanno oggi le cose
Noi
In questo momento stiamo attraversando un passaggio epocale
Perché la crisi economica internazionale in questo momento
Dice con molta chiarezza
In termini anche molto crudi che vi è un sistema di poteri nel mondo che sono senza responsabilità
Se ognuno di voi volesse scegliere di visitare la Cina domani avrebbe bisogno di un visto
Se ognuno di voi
Volesse portare delle merci in Cina dovrebbe obbedire a dei Trattati a delle convenzioni
Se qualcuno di voi avesse capacità finanziaria invece
Una chiave d'accesso una password potrebbe comprare in giro per il mondo intere industrie interi
Paesi che oggi valgono molto poco cosa significa
Significa che vi è una
Mobilità di tipo finanziaria che non risponde a nessun parametro
E quando un potere e senza controllo quando un potere e senza responsabilità di è una crisi della democrazia
Perché in questo momento alcune scelte
Fatte soltanto da chi ha come obiettivo la speculazione finanziaria e quindi il guadagno può sovvertire
Economie di interi Paesi posso avvertire scelte democratiche di Paesi mandare a casa un Governo e promuoverne un altro
E noi ci troviamo dentro questa crisi
E le risposte che stiamo tentando di dare sono delle risposte parziali
Certo il G venti è stato un evento importante perché è una crisi economica globale debbono essere date delle risposte globali dobbiamo allinearci agli altri Paesi europei se vogliamo dare delle risposte in termini come dire
In termini
Non dico esaustivi ma limitativi
Rispetto a una crisi che non si fermerà se non sapremo trovare quelle risposte adeguate in termini di governo globale là c'è però un problema che è sotto gli occhi di tutti
In Europa
I grandi movimenti politici
Partito popolare dall'altro il Partito Socialista dall'altro non hanno saputo trovare una risposta univoca
Rispetto alla crisi economica che ha investito prima la Grecia ma che ha investito complessivamente il continente europeo
Qua c'è una crisi della politica che noi dobbiamo sapere recuperare dicendo con chiarezza le cose come stanno anche i nostri italiani nel nostro Paese stesso vi sono dei poteri che oggi operano senza responsabilità
Il potere legislativo i parlamentari vengono chiamati a giudizio ogni cinque anni del mio ogni cinque anni andiamo al voto
è
Verranno promossi o bocciati dagli elettori così come per il potere esecutivo se il Governo ha i voti resta in carica se non ce le ha
Va a casa vi sono
Due potenti
Che si sono manifestati nel corso degli ultimi anni nel nostro
S
Che non devono almeno tre perché il primo era un ordine l'ordine giudiziario è diventato
è diventato il potere per l'eccellenza del nostro Paese ha proprio perché non risponde a quei criteri di responsabilità poeti sono il potere mediatico il potere finanziario che oggi
Mostrano il loro apporto volendo realizzare nel nostro Paese un Governo tecnico
Che risponde a quei criteri ha quelle caratteristiche
Un Governo cioè senza legittimazione democratica e quindi un potere senza responsabilità guardate che tutto si lega
Ci sono in questo momento dei potenti
Che non hanno alcuna legittimazione popolare
Che non hanno alcuna responsabilità perché non hanno nessun controllo e nessuna sanzione che messi insieme alcune volte qualcuno di c'è anche in maniera disordinata ma
Chi guida la macchina certamente alle idee chiare che vogliono sostituirsi
Nella guida del nostro Paese perché hanno da realizzare
Quel progetto che al largo delle coste partenopee su un panfilo chiamato britannica fino in fondo non è stato apportato a conclusioni
E cioè
La spoliazione dei beni del nostro Paese l'acquisizione
Delle banche di ciò che resta nel nostro paese
è
Fin troppo chiaro immaginare che esse oggi bastassero
Cinquanta miliardi per poter comprare le maggiori banche del nostro Paese è ovvio
Che se bastassero cinquanta miliardi saremmo in presenza così dicono i giornali di una crisi del nostro patrimonio finanziario che non ha precedenti nella storia perché cinquanta miliardi di euro
Per avere il controllo delle nostre banche sono nella disponibilità di tanti e non di pochi nel mondo finanziario allora cosa abbiamo l'obbligo di fare intanto per quel che riguarda l'oggi
Noi dobbiamo dire con chiarezza
Che a questo Governo non c'è alternativa
E che in questa legislatura e io lo dico per la parte che mi riguarda non sosterrò alcun Governo che non sia questo
Però
Questo Governo ha portato a termine la legislatura oppure andiamo al voto e restituiamo la parola agli italiani
Che sono più intelligente più accorti di quelli che pensano invece che andare al voto sarebbe un bagno di sangue un massacro
Io preferisco essere bocciato dagli italiani essere mandato a casa da una Pluto aggrazia da una oligarchia che non ha legittimazione per fare
Del resto è inutile tentare l'UDC io da tempo non parlo dell'UDC ma consentitemi una parentesi
L'anno passato io provocato una secessione dentro quel partito non perché doveva andare al Governo
Il ventinove settembre dell'anno scorso quando io ho votato la fiducia c'era ancora FLI che sosteneva il governo
C'erano Cera Viespoli che era ancora Sottosegretario non c'erano posti vuoti al Governo nessuno di noi avrebbe immaginato che quel Governo dovesse poi essere
In qualche maniera integrato o modificato
Ho votato la fiducia a quel Governo e ho provocato quella secessione dentro quel partito perché nel corso del tempo quel partito ha modificato la sua identità
Da partito popolare è diventato un Partito Repubblicano è diventato il partito dei salotti è diventato il partito dell'economia è diventato il partito che ha un tempo era il Partito Repubblicano
Età partito garantista diventato partito giustizialista ricordo l'astensione sul voto Caliendo ricordate più giacenti voti sul Papa sul milanese e anche sulla mozione di sfiducia che ha riguardato la mia persona
Quel partito si è modificato geneticamente è appresso le sembianze
Del suo leader senza avere più quella dinamica di confronto popolare democratico che lo anima Bontempo è che lo collocava con estrema chiarezza dentro il centrodestra del nostro Paese
Quando li avvertì il cambio di rotta politico decise di fare una cosa chiara e trasparente
Andrà in un andare in un consesso pubblico dissi come la pensavo invitai quel partito a confrontarsi su questi temi cosa che ci fu negata e facemmo l'unica cosa che era possibile
Andare per la nostra strada sostenendo questo centrodestra
Perché sia molto chiaro gli italiani dopo l'avvento di Berlusconi nel nostro Paese ad una cosa non intendono più rinunciare che è quella di scegliere chi governerà
Senza pasticci senza delega in bianco
E quindi richiamare oggi l'UDC che invece
Abiurato a questo sistema bipolare
Dove la gente sceglie e chi viene scelto governa chi non viene scelto sta all'opposizione abbinando a questo sistema si introdurrebbe
In questo momento un elemento che a me fa bene a riflettere
Chiamare l'UDC significa non avere capito che l'UDC a
Stretto un patto forte con il Partito democratico che ha portato prima
All'elezione del Presidente Napoletano che ha portato dalla palla lezione divieti a cesserebbe è che porterà la modifica
Dalla legge elettorale
Per ristabilire un concetto che alloro staccare i perché stando al centro alleandosi un giorno di qua giorno di là possono ottenere ancora di più
E allora questa è una chimera noi dobbiamo stare alle cose della realtà e le cose che gli italiani capiscono sono le cose che noi diciamo con chiarezza
Noi vogliamo realizzare quel modello sociale e lo vogliamo realizzare con questa maggioranza che si presenta agli elettori e chiede il voto
Un'estrema chiarezza sapendo che non faremo inciuci in Parlamento un alterco ultima battuta e concludo per quello che sta avvenendo in questi giorni
Perché la giornalista di un'emittente importante mi ha chiesto ma perché in questi giorni sta terrà captando voti
E anche un modo di porre le domande che simpatico perché c'è un'iniziativa in questo momento da parte delle opposizioni richiamando parlamentari del PDL non solo
E per conquistarli dall'altra parte della barricata e non ho visto alcun giornale gridare allo scandalo mentre ci sono stati in passato alcuni parlamentari che per avere fatto una scelta incoerenza
Con la Roma andato elettorale vedo qui Catia Polidori solo per avere fatto una scelta cioè di ritornare a votare per il partito che l'aveva eletta in Parlamento è stata massacrata dai mass-media ho detto una cosa molto seria
La maggioranza non deve raccattare appunti perché Berlusconi deve poter fare l'unica cosa che gli è possibile
Deve da Presidente del Consiglio portare in Parlamento
La traduzione in impegni legislativi
Della lettera che è stata apprezzata dall'Unione europea e chiedere ai parlamentari un bel se
Un bel no e su quei
Lo si capirà chi ha a cuore le sorti dell'Italia e chi vuole fare un uno sgambetto a Berlusconi e pur di farlo è disposta a mandarla alla valore
Concludo
Noi dobbiamo
Attrezzarci per un percorso che non sarà facile perché anche vincendo questa battaglia parlamentare avremo sempre numeri stretti e risicati per portare avanti la legislatura
Dobbiamo riguadagnare quell'impegno politico che non è soltanto visibile nei momenti difficili come questi ma ogni giorno di più
E per poterlo fare noi dobbiamo portare in Parlamento provvedimenti che siano utili alla gente
Senza un provvedimento per lo sviluppo noi non faremo ripartire l'Italia
E se c'è un ministro che a ogni piè sospinto chiede le dimissioni di Berlusconi perché non è d'accordo con questo disegno di legge sullo sviluppo sintesi metta
Grazie
Grazie al ministro
Al Ministro Romano
Per il suo lucidissimo intervento e se me lo consentite in particolare per la chiusa che non posso che condividere ed applaudire ancora una volta invitandoli a farlo
Del resto
Credo che l'anomalia italiana abbia
Molte sfaccettature una di queste che non si è mai visto in un Governo in carica un Ministro dell'economia cioè il primo senza togliere niente a nessuno anche per le deleghe che ha
Chiedere un giorno sì e l'altro pure sostanzialmente le dimissioni del Presidente del Consiglio il passo indietro o il passo in avanti e non si è mai visto un Sottosegretario che fa la stessa cosa senza avere il buon gusto di dimettersi
Da questa da questa tavola rotonda
Che sarà ora conclusa dagli interventi del Segretario nazionale del
Del Popolo della Libertà Angelino Alfano che sta facendo il Congresso sala che salutiamo affettuosamente
Devo dire Segretario che non di smentisce con un tempismo degno di
Altre situazioni politiche dal momento che siamo sempre ritardo sia arrivato proprio il momento in cui stavo per chiamarti al podio e quindi ringrazio molto anche perché se no non avrei saputo che cosa dire per poter riempire questo vuoto
Ma volevo soltanto concludere questa tavola rotonda nella dare la parola ad Angelino Alfano
Che da dal dibattito di questa mattina credo si possa dire che è venuto fuori l'embrione di un ambizioso Movimento federativo
Nella prospettiva
Della ristrutturazione del centrodestra per come è stato qui abbozzato dagli interventi in particolare Di Pasquale Viespoli e di Mario Landolfi oltre che degli altri degli altri amici
Il Ministro Romano ha avuto la bontà di cogliere il
Il succo di queste di queste nostre riflessioni
Mostrando anche il suo stupore abbastanza Candido ed il ministro Romano capisce bene che cosa voglio dire Louis Ciciliano usare un termine propriamente
Tipico dalla cultura siciliana
Questa consonanza ditemi e di idee che ha visto un riflessi in questo dibattito
Concludendo che questo è il frutto di un lungo percorso che abbiamo fatto insieme e di una omogeneizzazione di vedute
Che ci ha visto protagonisti in tutti questi anni bene io credo che se qualche cosa resterà
Degli ultimi diciassette diciotto anni di vita politica in questo Paese e non soltanto il bipolarismo che Berlusconi del centrodestra
Hanno inventato ma hanno soprattutto inventato a farci ragionare provenendo da liti diverso che da famiglie diverse da esperienze diverse per dare un grande e straordinario contenitore alla politica italiana che mancava questo contenitore naturalmente risalente oggi di molte insufficienze
Ha bisogno questo centrodestra di ristrutturarsi
Che non si giustifica più soltanto come alleanza elettorale
Ma si giustifica soprattutto come un soggetto politico unitario a questo io credo che Angelino Alfano è chiamato in questi mesi e mesi che verranno a dare il proprio contributo a mettere a disposizione la propria intelligenza la propria passione le proprie energie per arrivare appunto ad un altro nuovo grande centrodestra perché di questo Segretario
Che noi abbiamo bisogno come strumento che rilanci la centralità della politica
E dica in Europa una nuova centralità all'Italia
Checché ne dicano il gonfi della BCE del Fondo monetario internazionale e di qualche Paese che si spinge a micro e che invece amico non è la parola ad Angelino Alfano
Grazie Gennaro sei stato
Davvero molto gentile nell'introdurmi di io sarò breve perché le cose da dire non sono molte ma sono chiare a mio avviso
Ringrazio innanzitutto
Silvano Moffa
Di avermi voluto qui e di avermi fatto trovare di fronte a questa splendida platea questa splendida sala che
La prova di quanto sia oggi forte presente un popolo di centrodestra alternativo alla sinistra che ha valori chiari in base ai quali
Si candida a continuare a governare il Paese
Noi all'interno
Del Popolo delle Libertà stiamo ribadendo una cosa
Che riteniamo il presupposto di ogni politica e cioè che non si può governare non avendo una visione della vita della società che si intende governare
E dunque noi ribadiamo in ogni circostanza quali sono i valori fondativi cioè le ragioni per le quali ciascuno di noi fa politica
Chi non ha una ragione forte per fare politica prima o poi finisce sulla strada dei soldi o delle tangenti o del malaffare chi ha una visione forte in politica chi avvalori chi ha una ragione
Essenziale per impegnarsi in politica
Trova gratificazione in se stesso e nell'impegnarsi nelle istituzioni proprio quando trova soddisfazione a quei valori quali sono i nostri
Noi siamo quelli che credono nella vita e credono che la vita qualcuno l'ha data e qualcuno la toglie quel qualcuno non è il Parlamento
Noi
Siamo quelli
Che credono
Noi siamo quelli che credono che la persona sia l'elemento fondamentale
Attraverso
Cui ciascuno può dimostrare cosa pensa di fare in politica
Chi pensa che lo Stato venga prima e stia sopra della persona non può stare con noi chi ritiene invece che la persona venga prima dello Stato e che venga sempre prima dello Stato e che
Le persone nella loro libera associazione
Possono essere prevalenti rispetto allo Stato perché ci sono tante cose
Che il non profit che il volontariato che le comunità di persone che si mettono insieme possono fare meglio dello Stato costoro hanno capito che cos'è la sussidiarietà
Cioè
E il modo più moderno per declinare l'idea di libertà cioè l'idea
Che ciascuno debba realizzare se stesso esprimendo quell'infinito desiderio di bene che ciascun uomo porta nel cuore che qualcuno realizza magari facendo politica qualche altro impegnandosi nel volontariato o nell'associazionismo
Noi crediamo che
Questo sia il valore della persona e poi crediamo che
Vi sia la famiglia al centro della società
E che la famiglia scusatemi ma quello che sto per dire purtroppo non è un'ovvietà che la famiglia sia composta da un uomo e da una donna che hanno l'inclinazione a fare dei figli
E poi noi pensiamo
E poi noi pensiamo
Che
La libertà debba trovare espressione attraverso alcune scelte di fondo la libertà in una società moderna si deve esprimere anche attraverso la libertà educativa
La scuola moderna deve essere sempre centrata sul sistema della istruzione pubblica
Ma occorre riconoscere ai genitori la libertà senza avere penalizzazioni di scegliere un modello educativo per i propri figli
Tali da potere loro consentire di farle educare nelle scuole che loro ritengono più conformi al proprio
Ha i propri valori alla propria visione del mondo della società e al proprio modello culturale
E anche questa e sussidiarietà e quando noi pensiamo tutto questo noi pensiamo
Ad un'idea di società in cui
Lo Stato non sia tutto e il mercato non sia tutto
Pensiamo a un'idea di società nella quale la persona la famiglia le organizzazioni degli uomini che si mettono insieme chiamato no-profit
Siano centrali per
Resistere anche in questo tempo di crisi cosa che tiene unito il Paese in un tempo di crisi quando si parla di coesione sociale accostarsi
Guarda
Quando non si utilizza l'espressione coesione sociale come elemento strumentale per dire concertazione o mettiamoci tutti insieme per non far nulla cosa si guarda
Si guarda quella rete collettiva di enti di organizzazioni di associazioni che manda avanti il Paese ogni giorno
A quei milioni di cittadini che ritengono di esprimere il meglio di loro stessi non perché c'è qualcuno che li paga ma perché sono loro che gratificano loro stessi
Attraverso un impegno nella militanza sociale
Ed io
Vedete quando sento dire
Delle Reggio delle ragioni per le quali noi stiamo insieme non sento mai dire di queste cose dai nostri avversari
Mai
Mai dicono che noi stiamo insieme perché condividiamo una visione della società italiana sulla vita sulla famiglia sulla persona sui figli sulla libertà educativa sulla sussidiarietà no ho
Noi stiamo insieme dicono loro per gestire il potere no noi stiamo insieme per governare per dare una possibilità al nostro Paese e di migliorare
è però abbiamo a che fare con una sinistra diciamolo con franchezza che non ha
La stessa nostra visione del bene comune
Vi faccio l'esempio di questi giorni perché vi dicevo che
Occorre dire parole chiare
Ci dicono
Che occorre un governo tecnico un Governo di responsabilità nazionale o un Governo di chicchessia a condizione che non sia il governo di Berlusconi sono tutte espressioni sinonimi
Di ribaltone siccome si vergognano a dire
Ribaltone dicono altre espressioni
Ma il concetto di fondo è sempre lo stesso il concetto di fondo e
Mandare all'opposizione chi ha vinto le elezioni e mandare al Governo chi ha perso le elezioni cioè significa capovolgere la democrazia
Allora io vorrei
Svolgerà voi un breve un brevissimo ragionamento
Mettiamo caso che questo immaginifico Governo debba fare alcune cose condivise
Noi abbiamo
Un problema ma quali sono le cose
Condivise
Cosa c'è da condividere con una sinistra che vede come il fumo negli occhi e una gran parte la sinistra che vede come il fumo negli occhi i contenuti i della lettera della Banca centrale europea cosa abbiamo da condividere con una sinistra che le cose che stanno scritte nell'Agenda Europa lei ritiene macelleria sociale come ha detto Di Pietro
Cosa abbiamo da condividere noi noi non condividiamo le cose da fare ma siccome non siamo persone chiuse
Alla riflessione politica poniamo il caso che alcune delle cose possiamo condividerle io vi pongo una domanda
Per fare delle cose che noi condividiamo come coalizione di centrodestra e che qualcuno di loro condivide
Come coalizione di centrodestra per fare queste cose che dunque riteniamo giuste e le riteniamo per ipotesi giuste sia noi che loro
Che bisogno c'è di mandare a casa il Governo andiamo in Parlamento e le facciamo cioè
Se è una cosa è giusta
è giusta
Perché lei in quanto tale
Benefica per l'Italia se è una cosa giusta e giusta perché in quanto tale
Fa il bene dell'Italia
E allora la sinistra è pronta a non fare delle cose che fanno il bene dell'Italia delle cose che sono giuste pur di fare cadere Berlusconi cioè ammette che vi sono delle cose giuste
Che noi voteremmo insieme allora ma che loro non votano insieme a noi se prima non va a casa Berlusconi cioè
La caduta di Berlusconi nella concezione della sinistra viene prima del bene comune
Viene prima del bene dell'Italia viene prima del bene degli italiani
Dico
Dicono
L'ho detto anche a Bersani lo il mese scorso a Ballarò
Loro dicono che il problema è la credibilità di Berlusconi questo dicono
E al tempo stesso anno lo statuto del partito democratico dove c'è scritto che il candidato premier e esattamente il loro leader segretario del partito nello Statuto c'è scritto chi è candidato premier
Il nostro segretario del partito quindi ragionando in un videogame tipo realtà virtuale lui potrebbe essere il nuovo Presidente del Consiglio italiano
Ed in questa logica avendo loro affermato che il problema è Berlusconi bisogna mettersi dall'altra parte la scrivania cioè arriva Bersani ve l'immaginate voi no
Arriva avversarie Bau Wall Street a rappresentare l'Italia allora il monitor delle borse si coloreranno di azzurro
La crisi di incanto sparirà perché Bersani magari accompagnato dal patto di Vasto comma conversare con Di Pietro e Vendola arriverà lì
E la crisi si risolverà
Visto che non è vero visto che non è vero che i ristoranti sono pieni si riempiranno i ristoranti italiani al solo vedere Bersani che va prima uno sette poi la City di Londra
Ma l'ombra
E li convincerà i mercati internazionali del fatto che Bersani Di Pietro e Vendola rappresentano l'alternativa riformista e modernizzatore ICE di questo nostro grande Paese industriale
Ma chi gli crede matildiche erede cioè secondo me se fanno un sondaggio riservato al loro interno
Non ci hanno creduto manca loro
Se fanno un sondaggio riservata al loro interno non ci hanno creduto mai coloro che pretendono
Ed è questo il motivo ed è questo il motivo per cui in non dicono andiamo a votare immediatamente dicono quelle espressioni e torno alla premessa sinonimo di ribaltone
Siccome sanno che gli italiani hanno ormai acquisito un diritto che ritengono di esse che ritengono che sia come giusto dal nostro punto di vista
Il sale della democrazia moderna non vogliono dire agli italiani di vogliamo togliere questo diritto e allora ci girano attorno a qual è il diritto
Dal mille novecentoquarantotto al mille novecentonovantaquattro
Ciascuno poteva votare per il proprio deputato ciò poteva votare per il prode votato ma non poteva scegliere il proprio premier quindi si dava un diritto minore ma si toglieva un diritto maggiore
Tu poteri scegliere uno su mille ma non scende di quello che guidava il Paese
Uno su mille lo potevi scegliere ma non quello giusto
Non potevi sceglieremo tali democrazia cristiana socialista e messe spot Bisceglie TV votare ma non ti dicevano in anticipo chi avrebbe governato il Paese era il voto al buio
Potare un deputato su mille poi lo chiamavi sapevi di bisogno
Ma no lui non prendeva l'impegno Conte di sostenere il centrodestra il centrosinistra il compromesso storico quello una formula di pentapartito il quadro partita andava in Parlamento e tra loro mille
Con cinque o sei che comandavano stabilivano tutto
Cosa accade dal mille novecentonovantaquattro
Che tutti noi in anticipo sappiamo lo sapevamo nel due mila otto no se avesse vinto il centrosinistra il premier sarebbe stato Veltroni c'era scritto ha fatto la campagna elettorale tenere comizi se vincerà Luigi
Ha vinto Berlusconi e ed è diventato premier Berlusconi
Questo è il diritto che il centrosinistra vuole togliere agli italiani
Il centrosinistra vuole togliere agli italiani il dire ITO
Di indicare chi governa anzi il diritto di sapere in anticipo chi sarà chiamato a governare
Siccome gli italiani sono molto più intelligenti di quello che la cultura di sinistra riconosce che si è una cultura esista sapete cosa pensano che quando il popolo vota per il centrodestra non è la sinistra che si è spiegata male ma sono gli italiani che non hanno capito cioè
E
La supponenza della cultura di sinistra
Fa sempre pensare loro che il problema sia degli altri che non hanno capito del resto vedete con quale solennità
Qui ci sarebbe anche da fare ha preteso le mi dà un sondaggio che ho visto stralci tramite io tubi stanotte delle dell'intervento di Bersani
Di ieri se io vi dovessi dire la sintesi c'è che appena
Cioè qual è la PAC papà a parte la
A parte Berlusconi si dimetta diciamo ma questa non è stata una trovata originale creativa di no non si è sforzato per preparare l'intervento in questa parte almeno
Ma per il resto la proposta qual è
Ha usato termini politici del pale eoliche dico cioè non no io non so io che pure sono un iniziato diciamo non sono arrivato ora è qualche cosa di politica lo sempre sentita dire
Usava periodi con dodici incidentali ventitre
Conclusioni agganciata ad una premessa di cui avevi perso la memoria ma questo perché
Questo perché perché quando hai le idee chiare se capace della sintesi quando hai le idee confuse aderì confondere gli altri per non fare capire che se confuso tutto

Sapete perché sapete perché vi dico queste considerazioni perché bisogna sempre tenere in conto che le che legare elettorali non avvengono
Nel vuoto assoluto cioè non c'è una gara tra il nostro candidato e e Indira Gandhi
Non c'è una gara elettorale tra il nostro candidato e JFK è John Fitzgerald Kennedy ci eccetera fra il nostro è loro e loro sono questi non è che se ci sono altri loro sono quelli della foto di Vasco l'importante è che ce lo ricordiamo
Se noi vogliamo affidare
La nostra grande nazione alloro io credo che facciamo una cosa da veri responsabili perché
Perché non hanno un programma
Non sono coesi non hanno un grande riconoscimento nei confronti del loro leader è per sapere cosa farebbero non abbiamo bisogno di consultare l'oroscopo del due mila dodici che voi potrete trovare già dalle prossime settimane in edicola
Cioè tra poco essendo a novembre escono gli oroscopi per il due mila dodici ma non c'è bisogno di comprare l'oroscopo per sapere quello che farebbero loro nel due mila dodici perché lo hanno già fatto sono esattamente gli stessi ma proprio gli stessi
Che hanno governato l'Italia tra il mille novecentonovantasei al due mila uno e che hanno governato l'Italia tra il
Due mila sei al due mila otto esattamente loro
Che si ripropongono e dicono di volere fare delle cose bellissime l'altra sera a Porta a Porta ero con D'Alema
E mi ha detto
Ha detto a tutti gli italiani che stavano venendo porta a porta una verità è stato sincero onesto ha detto io quando sono stato a Palazzo Chigi non ho potuto fare una seria riforma delle pensioni perché un pezzo della mia coalizione ma l'ha impedito
Poi la parola è toccata mediato mai non mi scandalizzo di questo mi scandalizzo al fatto che volete rimettere in piedi la stessa coalizione che gli ha impedito di fare le riforme
Cioè
Il problema non è
Il giudizio storico sul passato e il disastro sul futuro
E poi anche
In realtà loro
Hanno
Una idea dell'Italia che un'idea assolutamente
Fuori dal tempo cioè non hanno una idea dell'Italia nel tempo che stiamo vivendo
Rubo due minuti per fare una riflessione sulla crisi
Quando
Noi abbiamo avvertito i sintomi della crisi abbiamo subito detto c'è la crisi occhio perché una crisi mondiale stiamo attenti perché le leve nazionali non sono in grado da da sole di smuovere
Tutta l'economia perché la crisi e di ordine mondiale la sinistra ha sempre avveduta illuminata con la solennità e la grazia che le è propria ha detto voi vi trincerati dietro la crisi mondiale per nascondere le vostre responsabilità
Pietro scusami in due anni anche tentando ci non si poteva determinare tutto questo disastro
L'altro giorno Obama manda una lettera i propri venti milioni di iscritti alla sua mailing list e dice ragazzi forse non ce la faccio a vincere le prossime elezioni perché il morso della crisi e troppo pesante
La Cina manda una lettera un comunicato ufficiale con cui dice alla Europa non ai singoli Stati all'Europa all'America o fate le riforme
O noi non compriamo più i titoli del debito pubblico sovrano c'è una sorta di sorpasso tra l'Occidente
E
Tra l'Oriente l'Occidente
Sarkozy non ancora annunciato la propria ricandidatura
Zapatero ha detto che non si ricandida più
In Grecia è cambiato il colore politico del Governo e neanche il nuovo Governo regge in Portogallo è cambiato il colore politico del Governo il mese scorso en e la Merkel ha perso Berlino noi ci hanno crocifisso perché abbiamo verso Napoli e Milano la Merkel ha perso Berlino cosa si sta verificando nel mondo
Che di fronte a una crisi grave non c'è l'alternanza centrodestra centrosinistra
Cambiano i colori politici dei Governi a prescindere da quale sia il colore politico del Governo cioè quando c'è il centrodestra vince il centrosinistra quando c'è il centrosinistra vince il centrodestra questo perché
Perché il cittadino giustamente giustamente
Nel momento in cui avverte il morso della crisi che c'è una difficoltà se la prende con il Governo in carica mica se la può prendere con l'opposizione o meglio
Solo l'Italia si verifica che quando ci sono i sondaggi la fiducia nella maggioranza non è altissima ma quella nei confronti dell'opposizione più bassa solo perché di fronte a questa opposizione ma è la stessa opposizione
Soprattutto il primo partito dell'opposizione cioè il PD che non è in grado di vincere neanche quando la maggioranza perde
Il PD noi abbiamo perso Napoli e Milano con due candidati
Contro due candidati che non erano del PD
A Napoli De Magistris a rifiutato l'apparentamento apparentamento con il PD che vuol dire che De Magistris non largo al ballottaggio non li ha voluti neanche come parenti non li ha voluti neanche come parenti
A Milano avevano scelto il professor Boeri ha vinto Pisapia e questa è l'unica opposizione al mondo che non è in grado di vincere neanche quando la maggioranza perde questa è la opposizione italiana
E rispetto a questa situazione noi che compito abbiamo abbiamo il compito di dire che da domani tutto sarà magnifico splendide progressivo no
Il compito anche di forze
Che hanno significativo radicamento sociale come il vostro che hanno una estrazione in una cultura nobilmente conservatrice sociale che però a un forte radicamento in tutti gli strati della popolazione con un significativo tasso di interclassista ma come si diceva con linguaggio di una volta qual è
Difendere
Dare sicurezza proteggere tutti voi e tutti noi da una crisi che rischia per ciascuno di fare scendere indietro gli scalini della scala cosiddetta sociale
Difendere le banche difendere i risparmi proteggere assicurare che il lavoro di intere generazioni che vi ha portato dove vi ha portato non venga dilapidato dalla crisi mondiale questo il nostro compito proteggere ciascuno
E tutti i cittadini del nostro Paese
Assicurando ai nostri giovani
Che viene
Che vi è
Un
Grosso dato di attenzione nei loro confronti che vi è una grande attenzione nei loro confronti perché noi tutti siamo consapevoli che se un giovane precario
Non può neanche accedere al mutuo in banca se non accede al mutuo in banca non può comprare la casa se non ha la casa non si sposa se si sposa più tardi fa meno figli
Se vuole sposarsi non avendo comprato la casa ma affittandola con lo stipendio da precario sì ma anche o meglio si mangia tutto lo stipendio da Praga da precario per pagare l'affitto questi sono i problemi
Se questi due sono i i
Punti fondamentali per dedicarci bene al futuro cioè proteggere l'interesse degli italiani che sono già in pensione che sono al lavoro che hanno già un consolidato sociale dall'altra parte
Dare una prospettiva i nostri giovani secondo me siamo meglio noi che a loro
Per fare queste cose
Siamo meglio noi per loro perché abbiamo il coraggio di dire con chiarezza l'Italia come stanno le cose abbiamo con chiarezza
Il coraggio di a vere un programma fino al due mila tredici che l'Agenda Europa firmata insieme alla coalizione
E che ci può portare fino al due mila tredici e che abbiamo la forza di portarla avanti
In Parlamento nei prossimi giorni ci saranno delle scadenze importanti la nostra idea è che occorre andare avanti perché allo stesso modo di come in questo caso dice la sinistra le elezioni immediate sarebbero negative per l'Italia
Ma questo non è un buon motivo per fare il ribaltone e un ottimo motivo per mandare avanti questo Governo
E concludo concludo dicendo che questo vedete noi abbiamo
Appunto
Tre anni difficili alle nostre spalle gli anni che ci aspettano non saranno facili ieri la Merkel ha detto
Noi crediamo che ci vogliano dieci anni per uscire dalla crisi ovviamente la sinistra se questa frase l'avesse detto a Berlusconi ad
Avrebbe detto che era pronunciata per sottrarsi alle sue responsabilità
Avendo la detta la Merkel loro ritengono che sia una illuminata visione del futuro
Ma questo attiene alla ragionamento della sinistra che è una sinistra BA ricordatevelo sempre
Che è una sinistra che ultra europeista se l'Europa ci bacchetta ma che è antieuropeista se l'Europa dà ragione a Berlusconi
è sempre queste alla sinistra italiana
E dunque noi
Vogliamo continuare a governare il nostro Paese lo vogliamo fare per i nostri valori per i nostri convincimenti lo vogliamo fare per dare un futuro i nostri giovani e tutte le certezze che meritano gli italiani di oggi e lo vogliamo fare
Con il convincimento di potere dare una mano d'aiuto perché l'Italia possa tirarsi fuori dalla crisi perché l'Italia ce la può fare perché
Perché noi crediamo negli italiani nel loro talento nella loro capacità nel loro coraggio nella loro creatività nella loro forza d'animo e forza di spirito e nella fiducia che il popolo italiano ha in sé stesso
E il motivo per cui noi definiamo Italia e chiediamo all'Italia di continuare a tifare per noi grazie
Grazie al segretario del partito onorevole Angelino Alfano
Grazie per le cose che ha detto per come le ha detto e per all'incitamento che ci ha dato se qualcuno aveva dei dubbi
Sulle capacità del centrodestra
Di agire al più concentrico e micidiale degli attacchi politici che ha avuto negli ultimi tre anni beh questa mattina è stato adeguatamente servito grazie Angelino alla parola al Presidente
Vi
Del nostro movimento posso dire
Di azione popolare ringraziandolo per quello che ha fatto
E per quello che farà
La parola Silvano Moffa
Grazie
Grazie
Grazie grazie
Grazie di cuore
Grazie grazie di cuore per essere
Oggi i testimoni
Di questa straordinaria giornata
Grazie per essere qui
E io consentitemi vorrei aprire questo mio intervento prima di ascoltare
La voce del Presidente del Consiglio
Richiamandovi tutti a un momento di attenzione
Oggi doveva essere qui con noi anche
Una delegazione di amici di Genova
Noi vogliamo salutarli vogliamo
Prescrivere dal profondo del cuore
La nostra solidarietà
Per questa città verifica
Dalla forza della natura
E dalla insipienza degli uomini vogliamo farlo anche raccogliendo ci
In un minuto
Il silenzio
Per le vittime
Di questa immane tragedia
Grazie
Vedete cari amici
Oggi
Azione popolare
Insieme
A coloro che ci hanno onorato con la loro presenza
Dall'avvio ad una fase
Davvero nuova della storia politica italiana lo vogliamo dire a bassa voce senza enfasi
Con quella necessaria modestia che deve accompagnare anche il recupero di una politica chi ha bisogno di trovare il senso di direzione
La presenza anche qui di tanti depurati di tanti ministri
Di alcuni viceministri la corridori mi mi siti del Sottosegretario Belcastro di alcuni
Altri deputati da Foti alla senatrice Dorina Bianchi ha Pisacane
è la testimonianza viva di uno sforzo che noi stiamo facendo in questi
In questi giorni
Per far sì che il centrodestra ritrovi il coraggio della sua forza delle sue battaglie
Della sua
Capacità di guardare avanti superando come diceva poco fa Angelino Alfano che ringrazio per il suo appassionato intervento superando anche le difficoltà del momento
Noi abbiamo voluto fortemente incontrarci qui oggi
Per incominciare a tracciare un percorso che sappia costruire anche quella riarticolazione necessaria di un centrodestra che non solo deve trovare i suoi fondamentali
Ma che deve avere anche la sua capacità di critiche di autocritica se voler mettere in campo nuove energie
E voler traguardare anche
Quello che sarà l'appuntamento elettorale non del due mila dodici ma del due mila e tredici quando scadrà la legislatura
Lo vogliamo fare perché
Cari amici
Noi ci rendiamo conto
Che
Nel mondo bipolare per in questa società politica
Che rischia anche una sua nuova frantumazione
C'è necessità di ritornare come diceva all'inizio di questa nostra giornata l'amico Gennaro Malgieri che è vicepresidente della nostra associazione politica e culturale di ritornare alla politica
Alla politica quella vera quella nobile quell'alta fatta di sacrificio fatta di dedizione fatta per fare gli interessi della collettività e non per fare gli interessi personali la politica che ritrova anche il luogo del confronto il luogo e la capacità di misurarsi sulle idee
Se c'è una crisi in questo momento nel Paese è una crisi di idee perché dopo la fine delle grandi ideologie dei partiti di massa ecco affiorare la nuova fase che in qualche modo avrebbe dovuto tracciare anche un solco rispetto al passato
Individuando
Quello che deve corroborare la trasformazione di uno Stato di una nazione recuperando proprio quei valori fondanti del centrodestra che in qualche modo e in qualche misura sono anche risultati per motivi
Molto molteplici anche offuscati nel corso di questo tragitto e che noi dobbiamo recuperare io lo dirò lo dirò in maniera molto chiara molto netta vedete i la quattordici dicembre di un anno fa fra poche un anno
Da quel momento
Particolare della storia del centrodestra italiano
In cui ci fu il rischio di un primo grandi ribaltone il tentativo
Di mandare a casa il Governo eletto dal popolo per cercare in qualche modo di mettere al suo posto Hill al Governo di coloro che avevano perso
Vedete lo voglio dire
Con grande chiarezza il quattordici dicembre molti di noi
E io tra questi non seguimmo la scelta velleitaria terzo polista e anti destra
Che fece un uomo che oggi chiede ancora sullo scranno più alto della Parlamento nazionale
E non lo facemmo
Come
è stato detto cercando di infangare il prestigio e la dignità delle persone per un interesse particolare perché in qualche modo inseguivamo qualche posto al sole
Lo facemmo perché in quel momento era chiaro agli italiani
Che c'era un attacco concentrico da parte della grande finanza speculativa da un lato e anche dal tentativo di ricreare fuori dalle porte del Parlamento una Seat
Io ho né di lotta contro il potere che era nato dalle elezioni il nome anche di un ritorno a quella a quella strisciante guerra civile
Che ha contrassegnato gli anni Settanta e che io ricordo e spero che non si ripeta più nel nostro Paese
Erano i momenti in cui
In Parlamento
Si discuteva
Della riforma dell'università
Era quello il momento in cui qualcuno
Da destra
Inseguivo al sui tetti Bersani
Beh
A tutto si può chiedere a Silvano Moffa e agli amici che come
Hanno ha avuto un percorso della destra in Alleanza Nazionale e poi nel Popolo della Libertà tutto si può chiedere tranne che stare con Rutelli è con Bersani
Voi non siamo di quelli
Che intendono svendere
L'anima della destra più bene sull'altare di Vendola non apparteniamo a quella genera ecco perché
Abbiamo avuto una risposta chiara netta ci siamo assunto la responsabilità di far sì che questo Governo andasse avanti anche con numeri inferiori
Ma la capacità di coesione politica che non si era mai vista prima
Perché è vero che noi sosteniamo questo Governo ma lo sosteniamo anche
Con la voglia di dare un contributo positivo perché si facciano quelle riforme di cui l'Italia ha bisogno e questo è il momento di fare le riforme
Care algerino
Se ho un rammarico
Come
Uomo di destra che ha contribuito alla nascita della PdL è che oggi vuole
Che si costruiscano le condizioni per renderlo ancora più forte questo centrodestra è il rammarico che alcune riforme noi le avremmo dovute fare fin dal mille novecentonovantaquattro a incominciare dalla riforma della giustizia
Per passare poi alla riforma verrà allestito ravvede l'architettura istituzionale del nostro Paese
C'è chi dice che bisogna cambiare la legge elettorale noi siamo assolutamente convinti che la legge elettorale vada rivista vada rivista soprattutto
Per superare quei vizi quelle malformazioni che oggi in qualche modo vengono anche plasticamente rappresentate nel Parlamento nazionale indipendentemente dagli schieramenti politici
Perché tutti hanno voluto quella legge
Oggi si critica al Parlamento perché è un Parlamento di nominati
Bene io credo che si possa fare una riforma
Per mantenere il bipolarismo per rafforzarlo per rendono anche più plurale nelle due facce della medaglia ma bisogna sulla
Ente tornare acché il cittadino scelga liberamente è in maniera diretta chi lo deve rappresentare in Parlamento
Lo dobbiamo fare
Anche per recuperare una etica della responsabilità politica è una moralità pubblica che quella oggi la domanda che viene da tutti indipendentemente da dove ci si colloca
Perché io non ho grande nostalgia dei partiti di massa
Ma non ho mai visto una democrazia marciare senza partiti politici io sono assolutamente convinto del fatto
Che le leadership anche le leadership fortemente personalizzate abbiano una grande funzione e grazie a Dio noi abbiamo una leadership fortemente personalizzata
Ma nel momento stesso in cui
La leadership per quanto forte per quando capace di incidere e di agglomerare consenso possa in qualche modo guidare il Paese da sole noi faremo una grande un grande errore
Le leadership hanno bisogno di avere accanto dei partiti politici seri capaci
Di dialogare di stimolare anche di confrontarsi con il Governo mala interno di un quadro costruttivo quello che non ho accettato di Gianfranco Fini e questa sua veemenza distruttrice che ha forzato sostanzialmente
A far sparire la destra dal panorama politico e ha portato
Far resuscitare personaggi che ormai erano stati messi da parte dal popolo italiano
Io non sono di quelli che ritiene indispensabile
L'allargamento dalla maggioranza anche all'UDC
Sono assolutamente convinto che prima o poi se vogliamo creare un partito popolare europeo in Italia dobbiamo fare in modo che tutti i moderati si trovino la stessa casa
Ma non solo di quelli che in questo momento vuole inseguire Casini e le sue venate sul terzo può risma anzi
Onorevole Alfano
Io credo che noi dovremmo nelle prossime settimane mettere in campo una nostra proposta di riforma elettorale in senso bipolare
Dopodiché se lor signori non ci saranno viva la ferendo ma purché si abbia la coraggio di andare fino in fondo recuperiamo anche questa capacità di esserci
Nel grande dibattito politico e sul versante delle riforme
Perché di riforme stiamo parlando
Perché se è vero
Che abbiamo perso del tempo
Nel corso di questi anni anche per inseguire le velleità di chi guardava al partito Alpone al PdL probabilmente più per migliorare gli assetti interni che per essere al servizio del Paese oggi abbiamo il dovere di parlare con chiarezza al popolo italiano di far capire la difficoltà del momento
Dobbiamo noi dimostrare che quando si governa ci sono soprattutto due elementi che bisogna Eleonora la capacità di governare anche assumendo l'onere di scelte impopolari
Purché fatte nell'interesse del Paese
E la capacità di esercitare il potere
Vedete in
Se c'è un altro rammarico che ho dentro il cuore perché ogni qualvolta
Il centrodestra vince le elezioni poi non riesce ad esercitare appieno il potere è uno scandalo che ancora ci sia nella RAI
Qualcuno che da sinistra detta le regole del gioco
è uno scandalo che in tanti enti ancora ci siano nuovi di stilista governare è uno scandalo Casey siamo stati col mente
Accondiscendenti a trovare nei confronti dell'UDC un terreno di confronto portando Vietti al CSM fatemela dire una volta per tutti quando si al potere bisogna avere la capacità di esercitarlo fino in fondo
Con grande determinazione
Perché non mancano le energie gli uomini al centrodestra la destra semmai molti di quegli uomini non solo stati sufficientemente valorizzati ecco perché
Occorre una nuova stagione
Anche di riflessione nel centrodestra
Ma io guardo con grande rispetto e con grande interesse al lavoro difficile compresso che sta facendo Angelino Alfano
Riportando in quello schema in quel mondo in quel partito quell'elemento di democrazia forte che alla base di un partito che voglia davvero essere
All'altezza dei tempi è capace di confrontarsi su quelle che sono le grandi tematiche che oggi urgono a livello nazionale e a livello internazionale
Noi crediamo però che affianco a quello ci debba essere qualcos'altro ci debba essere la capacità di interagire con quei soggetti politici con quelle partiti con quelle forze con quei pavimenti con coloro che a me che agiscono nel sociale
Per far sì che si crei questa rete di interconnessione che si allarghi nel centrodestra ma si allarghi fra la gente non tra le oligarchie che essi arcaica e si allarghi cogliendo
Gli impulsi che da ognuno può avvenire all'impulso l'idea la capacità poi di fare sintesi
Io mi auguro che a gennaio
Tutti ci si possa ritrovare in un grande congresso fondativo costituente di quello che deve essere la struttura federati IVA del nuovo centrodestra dove nessuno perde la sua autonomia la sua specificità ma questa diventa la grande ricchezza che fa sì che non solo si allarghi il contenitore ma si rafforzino i contenuti di una battaglia politica
Che allora una struttura federativi va con un Consiglio federale dove finalmente dal basso verso l'alto ci sia l'esplosione e l'affermazione in una classe dirigente facciamo come la Francia che ha fatto sì che da anni non arrivasse il Parlamento chi non avesse avuto almeno un'esperienza di governo territoriale facciamo in modo che cresca questo rispetto nei confronti del territorio perché il territorio e la comunità che deve essere centrale della costruzione
Nella nuova politica
Quella politica alla quale tutti si sono richiamati oggi
Compassione converrebbe perché abbiamo bisogno di idee ma abbiamo bisogno anche di entusiasmo e di passione non c'è niente di peggio che quel versante dell'antipolitica che in qualche modo sta penetrando anche nel par
Do nazionale e il nome dell'antipolitica si vorrebbe affermare un nuovo regime che è quello della natia quello della confusione quella della incapacità di una posizione prospettica di un sistema valoriale degno di questi nomi
è stato detto
La famiglia la persona al centro dell'attenzione della politica la famiglia la persona i giovani gli anziani
Con loro che costituiscono il tessuto connettivo di una comunità
Ai quali dobbiamo guardare anche e soprattutto nei momenti della sofferenza e della disperazione prima si è fatto un accenno alle donne in maternità si è detto che la famiglia deve ritrovare anche quella copertura necessaria
Per le donne che vanno in maternità e quando è necessario fare questo rispetto alla grande declino demografico che stacco tra assegnando il mondo occidentale e sta colpendo pesantemente anche erano la nazione non c'è prospettiva non c'è prosperità se non invertiamo quel limite quel livello della crescita zero del mondo occidentale ma quando si faceva riferimento
Alle donne alla maternità bene io o come una ritaglio di un giornale di qualche giorno fa mamme con partita IVA costretta a chiudere per fare un bambino
Vale a dire la situazione drammatica di una donna che ha un suo negozio che è una partita IVA quelle famose partite IVA che stanno sul gozzo all'onorevole Bersani ecco la politica sociale della sinistra e che hanno bisogno per poter fare come dire per mettere al mondo un blitz un bimbo di chiudere la loro azienda perché non hanno tutela sociale perché non ci sono interventi su questo passante ecco allora la necessità di andare ad una riforma immediata dell'UE nel far a una riforma che faccia sì che essi ricollocati in una dimensione diversa leggendo i bisogni dei cambiamenti del territorio della Società italiana anche le domande di tipo nuovo che vengono da un mondo globalizzato da un mondo che insegue il progresso che insegue il padre infondate ma che non può perdere di vista quello che è lo spirito profondo che anima una civile da questa è
La grande destra che una volta sapeva parlare col al cuore degli italiani e sapeva riscoprire e rispolverare valori antichi e che si è persa per strada
Quella destra che in qualche modo individuava in un sistema valoriale
Dove c'erano tanti elementi ma c'era anche la lealtà come elemento del valore fondamentale perché i valori e la realtà costituiscono il tessuto sociale di una nazione degna di questo nome
Ecco perché cari amici
Noi oggi vogliamo dire con chiarezza
Che è non ci sarà assolutamente nessuna possibilità che da parte nostra da parte di quel gruppo che ha voluto fare la scelta di sostenere il Governo il quattordici dicembre ci possa essere un ripensamento
Andremo avanti per sostenerlo fino in fondo questo doverlo ha detto bene chi poco fa precedendo mi ha sottolineato che preferiremmo morire in parla mento ma certa abolire Borile fuori dal Parlamento ma certamente non essere SPÖ testati dai giochi di palazzo che fanno tanto piacere all'onorevole Gianfranco Fini
Questo nuovo consentiremmo mai
Anche perché
Anche perché
Nei fondamenti le quali
Ci ritroviamo
Nel
Centrodestra c'è anche la capacità di aver letto dove oggi si colloca la vera sfida fuori dal Parlamento
Perché vedete gli altri sono soltanto
Degli strumenti in mano di altri
Perché sappiamo tutti che la finanza speculativa quella che vive grazie all'agenzia di rating
Bene il mondo oggi
In qualche modo viene classificato e gli Stati vengono classificati perché ci sono delle agenzie private guardati un po'di riferimento bancario guardate un po'che stabiliscono sia uno Stato e in salute o meno
E si è perso di vista un concetto fondamentale che al centro di quella coesione di fondo valoriale che Carate Izzo al centrodestra che per noi la politica viene prima dell'ecologia e la politica che deve guidare l'economia
Non viceversa
Non viceversa perché ogni qual volta
La politica è stata soppiantata dalla economia sono nati non solo i governi tecnici ma c'è stato qualcosa di massacrante altroché macelleria sociale per le famiglie più deboli
Questa è la realtà
Rispetto alla quale
Noi oggi ci troviamo questa è la realtà rispetto alla quale noi dobbiamo metterci in movimento la giornata di oggi serve soprattutto a questo a ricreare entusiasmo a lanciare un messaggio anche alle giovani generazioni che non debbono ritrarsi dalla politica
Guai a pensare che la politica possa essere qualcosa di astratto addirittura qualcosa di sudicio per
Carità mi rendo perfettamente conto che
Nel declino di alcuni valori molto spesso la politica da una cattiva rappresentazione di sé stessa ma generalizzare
Fare in modo che tutto diventi marcio
Fare in modo che l'antipolitica aggressiva che passa attraverso le piazze dei Grillini e i vari l'ho qui di Di Pietro
Possa in qualche modo essere il futuro del nostro Paese significa sostanzialmente andare verso una follia collettiva
Noi abbiamo bisogno invece di tracciarlo questo percorso progettuale
E dire ai giovani che si sta anche costruendo un percorso che dirà la capacità di superare il precariato perché non è vero che questo Governo non ha fatto nulla certo se anche i grandi giornali a proposito apro e chiudo una parentesi
è stato approvato l'altro giorno in sede
Legislativa in Parlamento alla Camera dei deputati una proposta di legge di cui mi sono fatto carico dopo aver
Sentito l'ordine dei giornalisti
E io lo voglio dire ai colleghi giornalisti soprattutto a quelli che sono precari e che vengono massacrati dal punto di vista salariale sta i grandi quotidiani da
Prima di tutto da Repubblica dal Corriere della Sera
Dove
Questi giovani che non si capisce bene che cosa siano praticanti non praticanti vengono utilizzati e i cui pezzi vengono pagati con la misera cifra di cinque euro apprezzo
Ecco noi abbiamo fatto approvare stiamo ormai
In dirittura d'arrivo una proposta di legge che stabilisce un principio molto chiaro
Che intanto bisogna agganciare
Questo sistema a dei livelli contrattuali decenti e quindi portare ordine il pubblicista il praticante ad avere un congruo dal corrispettivo rispetto al suo lavoro ma abbiamo aggiunto che qualcosa di più
Anche con un briciolo di perfidia ma con grande senso di giustizia sociale
Bene
Chi non rispetta questa regola non può godere del sussidio dello Stato perché ci sono giornali i grandi giornali che ancora vivono e prosperano
Grande
Altri fino dello Stato e di questo Governo e poi si fanno la morale e ci chiedono di andare a casa
E allora
Questo significa anche dare una risposta al precariato del mondo nel mondo giornalistico significa anche aprire una fessura su quella che è l'analisi oggettiva
E moderna
Di un sistema che è cambiato del mondo del lavoro
E che oggi vede diverse tipologie lavorative affacciarsi all'orizzonte rispetto al quale è evidente che lo Statuto dei lavoratori ormai
è superato e che bisogna andare in maniera spedita verso lo statuto dei lavori
Che bisogna cercare in foto in modo che l'apprendistato che è diventata regge proprio recentemente coniughi finalmente quell'aggancio tra il momento formativo è il momento dell'ingrosso nel mondo del lavoro perché ci sono impresa e soprattutto piccole e medie imprese a che a volte cercano i periti tecnici e non li trovano abbiamo una carenza di certa dicendo
Settantasei mila periti tecnici e sapete perché perché quella sinistra che vuol tornare al Governo aveva cancellato gli istituti professionali e tecnici al contrario di quanto ha fatto la Germania che in questa maniera e tornato adesso ore il primo Paese in Europa nel campo manifatturiero ma ci sono tanti altri elementi che potremmo mettere in campo ci sono due proposte sulle quali abbiamo lavorato recentemente e che sono all'attenzione del Governo anzi direi che il Governo debba farle proprie per far sì che anche questo diventi sostanza di un percorso di grande riforma soprattutto il profilo sociale sotto il profilo economico e produttivo mi riferisco alla previdenza con l'emendamento è creativa ma sapete che gran parte dei proventi di quella previdenza integrativa che marcia addirittura al ritmo di Toto rispetto a quelle che erano le previsioni iniziare oggi finiscono all'estero
Con
Come dire con l'effetto boomerang perché è esattamente quello che noi andiamo a finanziare le impresa estera che poi sono Pynchon petizione con le imprese italiane noi abbiamo fatto un calcolo
Se è soltanto una parte
Di quella previdenza integrativa può essere utilizzata per sostenere il circuito il sistema delle piccole imprese per favorire l'ingresso dei giovani del mondo del lavoro noi rafforzeremo quel sistema e non toccheremo assolutamente le tasche degli italiani e ancora
Aprirsi ai giovani significa anche qui dare la possibilità I giovani fino a trentacinque anni alle donne che sono in maggior parte escluse dal mondo produttivo dal mondo del lavoro di potersi inserire di creare anche loro una piccola impresa l'auto imprenditorialità che passa attraverso la defiscalizzazione la detassazione il sostentamento almeno nei primi tre anni dello start-up iniziale dell'impresa per poi farle mettere in competizione del mercato globale
Perché il vero il vero il vero lavoro che dovremo fare nelle prossime settimane superato lo scoglio che qualche giorno dovremo affrontare sarà quello di delineare questa quale sarà il livello e la quali tant'competitiva del nostro Paese nei mercati interni e internazionali quale tessuto produttivo sarà capace di cogliere questa sfida abbiamo alcuni valori importanti sui quali concentrare la nostra attenzione il turismo innanzitutto
Facendo in modo
Che ci sia quella capacità come dire di riordinare il Paese di sostenerlo e supportarlo soprattutto sotto il profilo geologico idrogeologico e di farsi che non a costruzione infrastrutturale trovi l'aggancio con quel meridione che rischia di sprofondare nel movente nel Mediterraneo e agli amici della lega vogliamo dire in maniera chiara noi non siamo antagonisti rispetto alla lega ma vogliamo so tanto che si affermi un principio che il futuro del nostro Paese affonda soprattutto nel Mediterraneo e che dal Mediterraneo che a parte la sfida perché l'Italia torni ad essere contenti però forti d'Europa
Attraverso la logistica integrata
Attraverso la capacità di intercettare le merci che transitano attraverso sua et suo ex da oriente verso verso occidente e dal nord verso il sud del mondo per far sì che intorno a questo fiori Visca anche una professionalità diversa siamo il Paese
Che nella logistica integrata ha soltanto una università la Bocconi che forma degli ingegneri in questo campo in questo settore ecco il lavoro profondo che va fatto è che noi vogliamo fare con tutti voi cari amici con il PdL
Cercando di rivivere una grande stagione di passione politica per rianimando la passione per le nostre donne per i nostri giovani per i nostri anziani ai quali non vogliamo solo talmente togliere la pensione com'è stato ingiustamente squallida vende ha detto ma vorremmo che finalmente si sancisse un patto generazionale sicché noi più anziani
Che abbiamo tolto molto ai giovani ai nostri figli restituissi ma loro qualcosa per metterli io e le condizioni anche loro di arrivare ad una previdenza che sia all'altezza di quello che è stato il loro
Periodo lavorativo ed è talmente le condizioni di essere all'altezza della sfida dei tempi nuovi che si appalesano innanzi a noi ecco perché ci vuole Progetto ci vuole cultura politica ci vuole la capacità di SUP rare gli egoismi e mettersi al servizio del Paese ecco perché
Io credo è arrivato il momento di alimentare un sogno e tradurlo questo sogno in realtà lo faremo insieme all'onorevole Presidente del Consiglio onorevole Berlusconi temi dicono in questo momento essere pronto a collegarsi con noi
Lo dico
Perché perché
Della destra quella vera quella fatta di sentimento di passione idealità di lealtà
Si è pronti a mettere a disposizione se stessi pur di raggiungere un grande obiettivo nell'interesse della nostra comunità
Noi abbiamo sempre guardato al nostro Paese e abbiamo sempre svolto l'azione politica cercando di metterci al servizio della gente
Lo abbiamo fatto con grande dedizione per carità
Nel nostro mondo abbiamo avuto anche delle delle conflittualità volte delle delle acide conflittualità
Ma vedete
Io avverto su di me il peso morale ed etico di una grande responsabilità
Proprio per aver in qualche modo contrappuntato nella via ovviamente
Modestia un cambino così ambizioso così grande quale fu quello di mettere in piedi Alleanza Nazionale per arrivare
Al PDL
Io avverto un senso di dovere
Nei confronti di tutti coloro
Che hanno creduto fortemente nei nostri ideali
E ci hanno accompagnato anche nei momenti difficili in cui si metteva d'accanto l'ideologia
E si mettevano in qualche modo in secondo piano interessi di partito e di parte per abbracciare un grande disegno strategico europeo
Un grande arioso disegno che era quello del centrodestra
Del movimento come vogliamo definirlo liberale conservatore sociale dove confluivano tante filosofie dove confluivano tanti interessi e dove confluivano tanta attenzione e anche tante filosofia di fondo
Bene io credo che oggi dovremmo fare una grande nuova sintesi io avverto la responsabilità
Di non lasciare che quel mondo di destra lascino il segno della lacerazione che è stata impressa in questi anni ritroviamo la forza di stare insieme incardiniamo CIPE lungo questo dibattito diamo forza a Berlusconi e questo sarà l'avvenire della nostra nazione
Onorevole
Onorevole presidente
Onorevole presidente se in linea per prime parole ti mando un saluto affettuosissimo che
Consigliere Miceli a Gennaro al miglior tratturo
Amare io Antonietta delirio
A Francesco Storace ad Olimpia a Pasquale Viespoli con cui mi sono sentito poco fa al telefono ad Angelino Alfano e naturalmente ti ringrazio per avere dato vita a un'iniziativa politica
Che allarga l'area dei moderati e che riprende i valori e le ragioni che erano proprie di noi moderati che sostiene il Governo nel pieno di una crisi che senza dubbio più grave della nostra vittoria
Quindi i tempi divisione dissi va benissimo Presidente benissimo allora posso inviarvi veramente di cuore questo saluto ringrazio ancora vi confermo la stima che vi siete guadagnati sul campo in questi mesi
Con un lavoro preziosissimo in Parlamento per garantire la governabilità
E come voi avete ben chiaro queste sono per tutti noi settimane di grande impegno permettere l'Italia al riparo della crisi finanziaria e della speculazione internazionale
Le riforme che abbiamo messo per iscritto nel nostro documento la nostra lettera la Commissione europea
E al Consiglio dei Capi disperato di governo riforme che abbiamo illustrato il diciassette Paesi dell'Eurogruppo e poi al vertice del G venti di Camp hanno ottenuto un grande generale apprezzamento
Il Presidente Obama nei suoi interventi
Si è confermato come dire un amico prezioso nostro e alla fine anche la cancelliera Merkel
E il Presidente fare così hanno dovuto riconoscere il grande lavoro che abbiamo fatto e ci hanno incoraggiato ad andare avanti abbiamo anche chiesto voglio precisarlo noi abbiamo chiesto non altri
La certificazione
Delle riforme che faremo alla massima istituzione di certificazione internazionale che il fondo monetario internazionale
Noi abbiamo chiesto non cercato importo da nessuno
Ora e nostro preciso dovere rispettare gli impegni assunti con l'Unione europea e con il G venti
Dobbiamo approvare nel più breve tempo possibile queste riforme
Che abbiamo inserito come emendamento nella legge di stabilità che è già all'attenzione del Senato e questo è un obiettivo prioritario che tutte le forze politiche dovrebbero condividere
Perché è nell'interesse non di una parte ma di tutti gli italiani di tutto il Paese
Per questo ragioni
Ho affermato che i nostri amici che lasciano in questo momento la maggioranza compie un atto di tradimento noi verso di noi ma verso il Paese
E vedete nonostante
Comunque nonostante queste le petizioni che io continuo a ritenere possano rientrare me lo auguro proprio lo chiamo ancora maggioranza in Parlamento
Abbiamo dei numeri certi che abbiamo verificato con precisione in queste ore
è compito del vero che alcune prese di posizione tra l'altro alcune parti davvero con spirito costruttivo innovativo
E devo dire in parte anche giustificati dalla linea prioritaria frustrazione che accompagna i lavori parlamentari
Dove qualcuno magari non si sente
C'è la possibilità di prendere parte processi sedi decisionali e le decisioni come vorrebbe secondo confido che appunto questo deficit prese di posizione possano rientrare
Quindi noi ritornando riforme dobbiamo rispettare i tempi che abbiamo concordato con l'Europa
E
Quindi queste riforme inserite nella legge di stabilità devono essere approvate al più presto rispettando i tempi che abbiamo concordato con la Commissione europea
Abbiamo consegnato all'opposizione
Prima che la Commissione europea il documento
Che abbiamo portato a Bruxelles quindi mi auguro che l'opposizione riveda l'atteggiamento negativo che ha mostrato finora e che agevoli il varo di queste riforme per l'Italia come ha già fatto
Positivamente nello scorso mese di agosto con la nostra manovra
Si vota pieno voglio ripeterlo si richiederebbe si porrebbe contro l'Italia che dovete fare ostruzionismo sarebbe un ostruzionismo contro l'Italia
Sa Commissione europea quindi farà le sue verifiche noi abbiamo chiesto anche al Fondo monetario internazionale di verificare l'andamento dell'approvazione di queste
Riforme per certificare nei confronti di tutti in un altro richiesta e quindi voglio ripeterlo chiarirlo è venuto da noi possiamo ritirarla quando vogliamo
In questo modo noi abbiamo voluto avere credibilità presso tutti gli altri
Partner internazionali l'abbiamo anche cercato di responsabilizzare ancora di più riporre l'opposizione finché votare contro il riforme lo sarà a votare contro la maggioranza sarà a votare contro l'Italia e la sua credibilità internazionale di cui loro proprio ci accusano di essere la causa
Vogliamo quindi che l'opposizione abbia chiara la responsabilità
Che che assumerebbe qualora si ponesse contro le riforme con
Ostruzionismi o altro
Allora
Il Governo c'è
La maggioranza cede
Io non vedo possibile tanto meno indispensabile un Governo cosiddetto di larghe intese con un Presidente del Consiglio messo lì a dispetto degli italiani
Farla anche come sapete di governo tecnico con un Presidente del Consiglio fantoccio dico dei ministri inventati da chissà chi
Io voglio essere chiaro o confermati in tutte le sedi
Che l'obiettivo del pareggio di bilancio sarà anticipato due mila tredici e che nel piano anticrisi che sottoporremo nei prossimi giorni al Senato poi alla Camera ci sono tutte le misure
Urgenti per rilanciare la crescita le dismissioni le liberalizzazioni le pensioni l'abolizione delle tariffe fisse la deregulation per l'impresa
E poi è nostra intenzione anche aprire in tempi rapidi le trattative con le parti sociali per quella riforma del mercato del lavoro che l'Europa ci chiede con forza e che dobbiamo assolutamente attuale
Vedete nei periodi
Più difficili in tutte le grandi democrazie
I partiti
Si sforzano di trovare dei punti di convergenza per superare l'emergenza pur pur nella doverosa distinzione tra maggioranza e opposizione e questo ora è necessario anche da noi
Dove invece nei momenti di crisi si disse che ero ivi i peggiori della vecchia politica senza capire che sono stati proprio il trasformismo
Il corso a Città consociativismo a mettere l'Italia condizione in cui è
Portando il debito pubblico ai livelli attuali
Noi siamo convinti
Che la volontà popolare quindi non possa essere commissaria che essa debba valere sempre
E soprattutto deve valere quando si devono prendere decisioni plurale
Spetta insomma definitiva a chi ha la legittimità del voto l'onere di governare la crisi
E per questo il nostro Governo uscito dalle urne nel due mila otto lo riteniamo abbia alternative fino al due mila tredici ripeto
Noi non crediamo lei al Governo di larghe intese mi al governo tecnico l'unica alternativa a questo Governo sarebbero le elezioni anticipate
E chiunque abbia un minimo di onestà intellettuale non può che concordare con voi
E anche su questo punto delle lezioni dobbiamo essere molto chiari noi non vogliamo le
Elezioni
Vogliamo governare ricariche assumendoci fino in fondo le nostre responsabilità di fronte al Paese di fronte all'Europa che ci ha chiesto precisi impegni
E lo faremo in piena coerenza anche con le indicazioni della Banca centrale europea e del suo nuovo Presidente
Il cui primo provvedimento tra l'altro lo sapete l'abbassamento dei tassi è stato davvero un atto di lungimiranza vedete
Noi abbiamo la coscienza
Tranquilla perché in questi tre anni e mezzo di governo abbiamo fatto tutto quello che era possibile fare e nessuno avrebbe potuto fare di meglio e di più
E quindi per l'immediato futuro noi non dobbiamo avere paura anche nello scenario peggiore che si possiamo immaginare l'Italia resterebbe comunque solvibile non lo dico soltanto io
Lo ha sostenuto che il nuovo Governatore della Banca d'Italia che ha sottolineato i punti di forza dell'Italia che sono tanti
E tutti i fondamentali del nostro Paese sono soliti
Il patrimonio delle famiglie e grato sommando immobili le attività finanziarie il patrimonio dell'Italia e ci porta ad essere il secondo Paese più solido dell'Europa
Dopo la Germania prima di Svezia Gran Bretagna Francia abbiamo la seconda industria manifatturiera d'Europa nei primi sei mesi di quest'anno
Le nostre esportazioni sono aumentate del dieci per cento abbiamo un avanzo primario superiore a quello della Francia e tra l'altro in questa parte il debito pubblico di frange di Germania
E che alito di molto per l'operazione a cui si sono visti costretti per sostenere il loro sistema bancario che indebitato grandemente indebitato con la Grecia a differenza del nostro quindi cari amici io dico avanti tutta
E soprattutto smettiamola di essere pessimisti di piangerci addosso
Non diamo retta alla stampa difatti GAI catastrofista con cui abbiamo accettare
Come lo
Io credo che in questo momento
Frutti
Maggioranza e opposizione abbiamo il dovere dell'amore
E della lealtà verso il nostro Paese che si trova a dover fronteggiare una duplice minaccia
Quello che viene portata dalla speculazione sui mercati e quella di chi specula politicamente sulla crisi nel tentativo di trovare così una scorciatoia per arrivare al potere
Noi
Non possiamo lasciare l'Italia in mano a queste sinistra
Dei Vendola dei precari dei Di Pietro e nessuno in questo Parlamento è in grado di mettere insieme
Una credibile maggioranza alternativa
Voglio ripeterlo in questa legislatura non potranno esserci governi contrari al mandato uscito dalle urne nel due mila otto noi intendiamo governare fino al termine della legislatura
Se questo non fosse possibile la parola non potrà che tornare al popolo sopra un forte a braccio a tutti voi
Gravi lavorino
Che
Tutti i desideri che portate nella mente e nel cuore per voi
E per i vostri cari possano trasformare in realtà
Grazie Presidente
Grazie
Grazie il varo un abbraccio fortissimo a tutti grazie di questo anzi questo applauso tutto per la sfida che avremo avanti nei prossimi giorni noi ci saremo Presidente
Grazie grazie ancora grazie e un abbraccio a tutti
Grazie grazie ancora a voi tutti
E vi auguro di ritrovarci
Ancora insieme tra l'altro vi annuncio e a marzo invece delle lezioni farebbe una grande festa di azione popolare a Mirabello