16MAG2013
dibattiti

VII Rapporto sulla Secolarizzazione dell'Italia, III Dossier sulla Chiesa Cattolica e i media televisivi

CONVEGNO | Roma - 17:23. Durata: 3 ore 1 min

Player
Convegno "VII Rapporto sulla Secolarizzazione dell'Italia, III Dossier sulla Chiesa Cattolica e i media televisivi", registrato a Roma giovedì 16 maggio 2013 alle ore 17:23.

L'evento è stato organizzato da Confederazione Generale Italiana del Lavoro e Fondazione Critica Liberale.

Sono intervenuti: Vera Lamonica (segretaria nazionale, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Maria Gigliola Toniollo (responsabile nazionale del Dipartimento Nuovi Diritti, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Enzo Marzo (presidente della Fondazione Critica Liberale), Silvia Sansonetti (ricercatrice
presso la Fondazione Giacomo Brodolini), Valeria Ferro (responsabile Monitoraggi Radio-Televisivi di ISIMM Ricerche), Paolo Bonetti (filosofo), Daniele Garrone (professore), Fernando Liuzzi (membro del Gruppo Martin Buber - Ebrei per la Pace), Alessandro Paolantoni (segretario dell'Unione delle Comunità Islamiche d'Italia), Antonia Sanni, Andrea Costa, Giovanni Bachelet (presidente del Forum Nazionale Politiche dell'Istruzione, Partito Democratico).

Tra gli argomenti discussi: Cattolicesimo, Cei, Chiesa, Crisi, Cultura, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Sociali, Economia, Etica, Europa, Fecondazione Assistita, Fisco, Informazione, Istituzioni, Istruzione, Italia, Mass Media, Matrimonio, Ministeri, Omosessualita', Ora Di Religione, Parlamento, Politica, Religione, Sacerdozio, Scuola, Societa', Sociologia, Stato, Tv, Vigilanza, Volontariato.

La registrazione audio di questo convegno ha una durata di 3 ore e 1 minuto.

leggi tutto

riduci

17:23

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Non mi
Tunisini
Questione di pochissimi minuti stage rendendo vera la Monica e poi iniziamo
Buongiorno a tutti iniziamo con la presentazione della ottavo rapporto sulla secolarizzazione dell'Italia del terzo dossier sulla Chiesa cattolica e media televisivi
Ringraziamo la
La presenza degli amici di Radio Radicale sempre vicino a noi quando
Facciamo queste grandi fatiche
E
Non so se qualcuno ha bisogno del videoproiettore lo lo comunichi in già in funzione
Per le l'introduzione passo subito la parola alla nostra vero armonica segretaria confederale nazionale CGIL
Stroppa
Grazie e buonasera a tutti in realtà
Il mio è innanzitutto un saluto per dire che
Riusciamo quest'anno com'è ormai una bella tradizione della CGIL
A presentare il rapporto frutto di questa collaborazione che appunto ormai è diventata una tradizione credo anche importante nel dibattito culturale della CGIL
E questa collaborazione che abbiamo da un po'di anni a questa parte
Ora non sfugge a nessuno che queste sono tempi molto difficili
E in questi tempi molto difficili un sindacato come il nostro naturalmente avverte
Come dire subisce avverte gestisce ogni giorno una condizione
Difficilissima non
Non voglia illustrarlo non ho bisogno di
Di stare a riprendere questo
E allora e spesso
Si pensa che come dire quando incombono i problemi socialmente molto pesanti
Qua si è come se non si avesse tempo diciamo così no e voglia
Di affrontare altri temi invece non abbiamo voluto farlo lo stesso
Perché pensiamo che
Proprio in momenti così così difficili
Leggere le trasformazioni sociali culturali di questo Paese andare a fondo nella lettura delle varie perché poi sono
Sono talmente tante le trasformazioni siamo immersi
Legge le queste trasformazioni e uno strumento che aiuta una forza come la nostra
A reggere anche l'impatto della crisi a pensare il futuro ha pensato il nuovo
E a capire appunto approvare a riflettere un attimo insieme anche su
Diciamo davvero sulle trasformazioni che
Come dire coinvolgono le persone non solo nella loro dimensione sociale
Ma anche nella loro dimensione individuale nella qualità dello stare insieme nel rapporto
Tra come dire strutture dello Stato strutture dell'economia lavoro problemi e invece
L'evoluzione di quello che una volta sarebbe del tutto sto uno ma non è costume
è qualcosa di più profonde proprio rapporto con la vita troppo rapporto consenso del proprio
Futuro del proprio esserci nel mondo sono anche tante domande nuove che le persone si pongono in termini forse un po'diversi che nel passato anche più recente questo io questo senso diciamo così
Che siamo di fronte ma un tempo in cui appunto a a diciamo la dimensione
Per alcuni aspetti socialmente tragica della crisi ma che anche questa dimensione così profonda delle trasformazioni o questo è una
Come dire lo stesso esempio insieme in questi due elementi perché non cogliere
Nella crisi la profondità delle trasformazioni significa privarsi
Di uno strumento parlo in
Dal punto di vista ovviamente di una forza sociale organizzato e quindi di una
Forza di rappresentanza sociale che quindi no eh dentro una
Bufera di questo genere penso che privarsi di strumenti di comprensione di lettura
Di quanto avviene sia privarsi di uno degli strumenti con cui si affronta la crisi
Perché io penso che la crisi non si affronta solo con misure diciamo così qualora ci fossero qualora arrivassero e per le quali ci dibattiamo che cambiano diciamo la struttura economica dei rapporti sociali
Ma si affronta anche se come dire si riflette sul fatto che l'evoluzione culturale ed evoluzione che deve esserci evoluzione perché nulla sta fermo se non c'è voluti sono andiamo indietro della qualità della nostra democrazia è uno che intende fare
E con cui si affronta una crisi noi da questo punto di vista non abbiamo dubbi
E allora fatto questo cappello per dire che lo spirito con cui affrontiamo diciamo questa vettura oggi ma non solo
Con questi amo affrontando per esempio anche in giro per l'Italia in questa fase
Proprio
Qual è la nuova dimensione per esempio di una crisi in cui si pone il rapporto fra diritti sociali diritti civili pensate un po'se dovessi fare mente locale per fare un esempio è quello che sta accadendo in queste ore ancora di nuovo
In una società come la nostra che Romano Società abbondantemente multiculturale per esempio non c'è ormai
Voglio dire in questo Paese e non è che solo per usare il tema della presenza degli immigrati e quindi della diversità delle culture e anche delle diversità di approccio per esempio di tipo religioso sia individuale sia di pratica religiosa
In una società multiculturale ormai come la nostra con una presenza così non più episodica non più effimera diciamo così di una vasta popolazione gli immigrati non vediamo ancora sorgere fenomeni di razzismo di rifiuto di
Di aggressione cioè questo solo per dire quanto diciamo i processi possono essere possano essere compressi io credo che ci siano alcuni nuclei di temi
Che Dassù poi illustrazione del rapporto verranno fuori ne discuteremo abbondantemente nella
Nella serata
E ci sono alcuni nuclei di temi che hanno come dire che hanno
Ormai una valore diciamo decisivo e che voi giustamente nel nel rapporto vendibile testato in termini anche diciamo proprio di tabelle numeriche diciamo di analisi dei dati che cambia io per esempio che ne so individuerei due nuclei tematici almeno per l'interesse diciamo che abbiamo noi nella costruzione delle politiche
Penso a tutto il dibattito che c'è sulla famiglia tanto per essere per dirla solo col titolo
Quando la realtà ormai non è fatta più solo della famiglia mai fatta delle famiglie cioè la realtà diciamo di una presenza di modalità diverse di farli stare insieme di vivere insieme di far famiglia di costruire
Comunità familiare talmente ormai diverse nell'ordine nella realtà delle cose
E pensate che questa trasformazione una trasformazione abbondantemente andata avanti nella nostra società cioè
Molto molto presente molto forte ancora dal punto di vista dal come questo diciamo viene vissuto interpretato dal punto di vista politico dal punto di vista
Diciamo
Dell'approccio del nostro sistema democratico della nostra Repubblica guardate che sta c'è cioè una delle robe no eppure i segnali sono evidenti che colgono nei numeri ma scorgono passeggiando per la strada e non c'è bisogno di non c'è bisogno di come dire di grandi no eppure noi siamo ancora nonostante i cambiamenti e nonostante questa evoluzione ancora abbiamo un tema di come per esempio il sistema politico prova a discutere di questi temi
Fuori
Fuori dalla connotazione diciamo tradizionale i posizionamenti ideologico che abbiamo conosciuto
In questo in questo Paese questo è ovviamente diciamo uno dei temi ma potrei parlare di tutti i temi relativi alle al concepimento alla fine della vita non lo faccio lo dico solo per titolo io trovo
Che questo tentativo che per esempio c'è sul quale bisognerà riflettere nelle prossime settimane perché
Questo tentativo che cede riportare questi temi allo scontro come dire tradizionale guardate che non va sottovalutato per questo che lo dico non va sottovalutato perché nella crisi e più facilmente entrare i nemici no qualche volta si inventano
Gli extracomunitari poi si inventa come dire il povero disgraziato di turno che esce di testa
No e commette quello che commette intorno a questo si crea no una roba così ma poi si identifica il nemico il povero si identifica il nemico quello che è diverso da noi quello che la pensa diversamente quello che prova banalmente a vivere una vita diversa
E ad avere diversi orientamenti cioè in questo clima guardate che alcuni temi possono e devono secondo me ritrovare anche da sinistra diciamola così dal punto di vista di chi ha un pensiero laico e di chi vive in organizzazioni ma anche un'importanza di una centralità che non può essere rinviata dopo la crisi questo voglio dire non è che si può dire adesso c'è un'emergenza sociale poi quando avremo tempo e avremo la possibilità discuteremo di questi flussi culturali io penso di no io penso che la crisi si affronta e questi si affronta proprio se dentro la crisi una battaglia diciamo di tipo culturale
Politico e diciamo proprio sulla concezione della democrazia dello Stato c'è traccia e tra prova come dire a disegnare un modello di uscita dalla crisi che ci riconsegna diritti che ce li consegnano società
Come dire capaci di affrontare il nuovo di affrontare i cambiamenti senza di lagnarsi senza impoverirsi senza tornare indietro
Perché siamo dentro una regressione per alcuni aspetti paura cosa dal punto di vista politico pensate all'esperienza delle donne di questi anni questo devo dire c'è nulla da aggiungere nel mentre nella società appunto i processi vanno esattamente in direzione opposta come peraltro voi certificate anche dal punto di vista diciamo dal rapporto
Sulla questione specifica della laicità quindi dall'approccio al pensiero alla pratica religiosa cosa sulla quale naturalmente ognuno al suo pensiero ma non è quello infatti in discussione non è l'orientamento dei singoli o penso peraltro che sono accadute alcune cose
E epocali insomma non la prima volta che si rimette un paio lo dico per dire no non perché ne voglio discutere ma per dire
Sono avvenute delle trasformazioni di tipo assolutamente
Inimmaginabili solo un anno fa
E probabilmente c'è uno sforzo di ripiego di riposizionamento anche delle gerarchie cattoliche no quello che viene fuori è per esempio che c'è una crisi dell'intero possiamo dirlo dal punto di vista per la costruzione diciamo del potere
Sì intorno alla Chiesa cattolica ma questo
Che prescinde dal tema rilevanza religioso nella vita delle persone perché la rilevanza religioso ovviamente nella vita delle persone e l'altra cosa e penso che nelle difficoltà e nella crisi se è per questo c'è anche una maggiore ricerca
Di come dire adesioni individuali giustamente al pensiero ma da dal punto di vista delle cede i beni dei grossi eventi che stanno capitando io penso che c'è tra il trasformato Simone anche da quella parte ecco
Allora questa trasformazione questo Papa dice delle cose importanti adesso
La trasformazione che c'è da quella parte evolve
Verso il senso Cuccu quale invece
Noi pensiamo vada via vissuto questo tema e cioè appunto la cosa tradizionale
La religione la pratica religiosa è una cosa lo Stato la sua laicità il suo impianto di diritti il suo rispetto per l'individualità per le scelte delle persone per la libertà delle persone
Diventa una co
Se riusciamo ad affermare in questo Paese ecco che è una delle grandi domande che ci sono che non è scontata né
In un senso né in un altro ma rispetto alla quale noi come dire vogliamo continuare ad avere un pensiero vogliamo continuare ad avere una discussione
E vogliamo diciamo continuare a misurarci pur con tutte le diversità che su questo tema anche su questo tema e anche in un'organizzazione come la nostra
Come dire ovviamente ci sono c'è un punto di vista però
Che è quello di come diciamo diamo forse ricostruiamo un impianto di diritti che faccio dal nostro uno Stato laico uno Stato libero uno Stato democratico uno Stato capace di guardare con rispetto
Alla vita delle persone e alle scelte alla scelta delle persone perché questo è
Diciamo l'elemento che può segnare una diversità anche dal punto di vista del modo come si affrontano i problemi economici e sociali perché ripeto le due cose non sono assolutamente slegate chiuso con una battuta
C'è anche un altro tema nella crisi no
Rispetto a questo e il fatto che proprio nelle difficoltà sociali per esempio viene fuori sempre di più questa idea del welfare caritatevole permettetemi che la dico così
Ma perché è un altro dei versanti attraverso quel passa un'impronta culturale
No
Cioè
E e siccome nella crisi questo è fondamentale e cioè che tipo di quel faro dovrà avere questo Paese io penso per esempio
Che tutta questa riproposizione di un impianto caritatevole della risposta e problemi delle persone fa parte di questo discorso in qualche modo sulla laicità
Perché il welfare o è di cittadinanza va bene poi certo che ce la solidarietà la solidarietà è una cosa che affascina nella crisi ed è giusto che sia così
Ma una cosa è la società e la e e come dire la solidarietà come meccanismo che tiene insieme le persone fra coesione sociale
E altra cosa invece immaginare un modello in cui si ripropone il modello diciamo tradizionale della Chiesa cattolica che quello dell'impianto paritetico
Perfino dei servizi noi abbiamo un processo drammatico di servizi che si trasformano in questo senso che vengono affidati al volontariato mano che non sia bello avere il volontariato
Lungi da me so dicendo un'altra cosa sto dicendo che si prova a far passare un impianto diciamo culturale
Per cui le persone non sono più come dire
Portatori e portatrici di diritti e di dignità ma diventano un'altra cosa diventano oggetti di assistenza che è una bella differenza stress progetti di assistenza
Essere soggette i cittadini e protagonisti no bene e protagonisti di cittadinanza che è esattamente una cosa molto diversa ecco perché questa discussione pur essendo
Diciamo particolari di nicchia in un certo senso però in una discussione che ne stimola tante altre e che secondo me insomma e importante proprio per questo perché costituisce questa specie di il substrato culturale
No su cui si innestano poi un'infinità
Di cose che abbiamo ben presente ecco siccome a me non toccava a presentare il rapporto
Vi ho raccontato solamente come la vive la CGIL ecco questa presenza perché c'è perché la fa è perché intende continuare un'esperienza dal rapporto perché
Come dire è sempre stata di grande interesse e di grande interesse abbiamo voglia che non va non solo che non muoia ma che insomma speriamo di potervi dare anche un valore tra virgolette meno di nicchia diciamolo così matto
è abbastanza difficile
Visto il momento io vi ringrazio vi ridò la parola
Dunque io dovrei dire
Due parole intanto anch'io di saluto
Nel merito dei indennità rendendo apporto e del dossier ci sarà poi chi effettivamente demandato a quei e sto e tecnicamente preparato per parlarcene
Avevo semplicemente il desiderio di ricordare che domanda la giornata che oggi e cioè
Da giornata che si avvicina domani giornata mondiale contro omofobia e transfobia
Dato che è l'iniziativa dei nuovi diritti è nata proprio sulla questione omosessuale e transessuale e poi via via si è voluta perché effettivamente
Molte delle questioni che seguivamo
Ma procreazione assistita adesso il testamento biologico ma anche la stessa questione della
Contro la guerra contro la censura per su su internet tante delle deleghe in questioni che abbiamo affrontato cadono cadevano sempre tutte
Sotto la necessità di avere uno Stato laico uno Stato autonomo
Che che le persone fra alle persone fosse riconosciuta la piena autodeterminazione
Ora noi abbiamo da parte del Vaticano un una sorta di essi Menzio oppure diciamo un po'meno parole nel senso che
C'è stato un
Diciamo no non la solita partecipazione che va a cui eravamo tristemente abituati in in tempo elettorale
Avremmo come dire magari sperato che non ci fosse questa entusiastico assenso alla marcia della vita che hanno fatto domenica
Possiamo anche in qualche modo dire va bene quello è
Il mestiere del Papa che e quindi passiamo
In qualche modo anche ammetterlo in in bilancio
Io non so che cosa succederà quando il Parlamento dovesse cominciare a discutere uno dei tanti disegni di legge per esempio sul matrimonio tra persone dello stesso sesso
O che riguarda però la la vita delle persone transessuali
Tanti disegni presentati nel corso di decenni che sono finiti nei cassetti prima perché poi in realtà mai nessun partito ha avuto tanta voglia di scontrarsi su questi argomenti
Diciamo che non posso non ricordare questo Papa tanto amato che era caro voi TWA
Che
Aveva definito democrazia totalitaria le democrazie che si occupavano di
Concedere dei diritti di riconoscere concedere un termine sbagliato di riconoscere dei diritti
Alle persone omosessuali alle persone transessuali
Oppure la l'amarezza per l'affronto recato al Grande Giubileo
E per l'offesa i valori cristiani di una città che tanto caro a tutto il mondo come Roma frase testuale che ho letto che lui disse in occasione del Pride del due mila
Oppure
Che la fecondazione in vitro e questo veramente non si capisce perché rappresenta una cultura della morte
Secondo come dire un approccio semplice direbbe che è una
Che una procedura per la vita a una cultura della vita che la vita si espande
E nasce
Anche dove quando forse non ci si potrebbe sperare ma invece
Più recentemente il Cardinal Bertone si permise di
Stabilire un legame tra omosessualità e pedofilia
E di definire il transistor lirismo come malattia come disagio mentale
Quindi diciamo stiamo per celebrare una giornata contro omofobia e transfobia
Dio mo'fobie transfobia nella Chiesa cattolica nella gerarchia della Chiesa cattolica perché è molto articolate il discorso ne abbiamo incontrato ottanta
E non so quanti secoli dovranno passare perché queste ferite
Inferte da seggio tanto ascoltato tanto amato da tante persone possano in qualche modo rimarginare sì
Io ricordo mia madre che opportunistico anch'io due volte molto ultraottantenne stava un po'pensando che forse non era così una Marecchia cattolica vendetta
Stava un po'pensando che forse non era così grave questo amore omosessuale che forse forse si volevano bene davvero ma quando sentì
Il Papa che diceva che era una vergogna che era un affronto alla città
Si trovò veramente molto in difficoltà a pensare che la figlia era lì che militava il che faceva anzi
Vera uno fra gli organizzatori
E credo che molte persone in buona fede moltissime non in buona fede perché poi ci sono tutti gli interessi legati agli interessi vaticani che sono molto di più
E quando lo quale quanto possono assecondare una battaglia per l'eguaglianza per la parità di accesso ai diritti per tutte le persone come per esempio
Questa istanza che ormai è mondiale che in tanti Paesi è stata riconosciuta
Di riconoscere matrimonio tra persone dello stesso sesso
E di riconoscere alle persone transessuali e la non necessità di ricorrere a un intervento chirurgico
Molto complesse sono e senza ritorno per vedere identità e documenti
Cambiati per poter accedere al mondo del lavoro per vivere una
Un'esistenza
Tranquilla e nonno continuamente bombardata da domande se non quando da Rizzoli mi ed offese
Siamo anche in un al momento in cui
La violenza passi si manifesta
Anche fisicamente per le strade recentemente ragazze sono state delle ragazze sono state insultate anche da bande di ragazzini
Dei ragazzi sono stati picchiati abbia avuto anche atti di violenza molto pesanti negli anni scorsi e anche degli omicidi e anche dei padri che hanno ucciso il loro figlio
Purtroppo per fortuna diversi anni fa
A Foggia
Beh questo per dire che
Una delle delle forme con cui noi riteniamo di scavare più profondamente per tutelare anche come sindacato le persone omosessuali e transessuali
Atta proprio quella di riconoscerla come una battaglia di Stato laico di Stato indipendente e di e di portarla avanti così per essere per non fermarci sempre agli affetti all'ultimo pezzo del
Del discorso invece per dare una per cercare delle vere soluzioni di civiltà
Detto questo darei finalmente la parola al signor Sansonetti Fondazione Brodolini che ci parlerà finalmente del rapporto
Prego
Non volevo ricordare durato due-tre due-tre cose prima di tutto il fatto che questa la prima volta che presentiamo il
Ivi i nostri tossiche in cui cioè l'assenza di Parioli chiedo Manacorda il quale ci ha seguito sempre
è inutile che ve lo ricordo perché lo conoscete tutti quanti tutti quanti voi una vita stilista
Per
Ma non dico per la nascita essere persone quindi non lo volevo semplicemente ricordare perché non c'è la seconda la seconda cosa
Volevo dire che
O colture nella parte finale della dell'introduzione provo una nota positiva mi sono sempre super pessimisti ma
Comunque
Quando c'è disomogenea bisogna coglierlo
Noi ogni anno diventata quasi una
Mantra
E noi e proclamiamo mostriamo i nostri dati
E nello stesso tempo vediamo solo su due aspetti diversi una i i giornalisti e il potere dei media invece
Che prescinde totalmente dalla
Da una visione più realistica della società italiana invece risponde a quello che è il potere i corpi con la P maiuscola da una parte e dall'altro
Il fatto che
E i dati come che presentiamo che portano un trend è indiscutibile di secolarizzazione negli ultimi vent'anni
Nel nostro Paese cadono nella più assoluta
Indifferenza del mondo destra della sinistra della destra non ci interessa quindi ecco della della sinistra il fatto che
Ecco
Quello che per noi è un dato abbastanza è ovvio
Che e tra la politica e TG dinamiche nella società la società italiana siano debbano essere strettamente legate
E e che ecco non ci pare ovvio non è altrettanto ovvio non è altrettanto ovvio presso
La sinistra italiana ogni volta dei preghiamo la cosa ellade prendiamo anche questi anche questa volta
E potere terzo finisco volevo fare una raccomandazione
Nel senso che quando io discussi
Con bancone Carlo Augusto Viano che un
Secondo me un grossissimo filosofo
Abbastanza anziano adesso ma molto molto lucido
E parlammo dell'intervento del Presidente della Repubblica ad Assisi
Alla fine dell'anno scorso del dodici
Io di sinceramente e avevo preso sottogamba quell'intervento che era stato fatto ad Assisi e le avevo letto semplicemente sull'avente il il resoconto giornalistico
è invece atti è stato Viano ad attirare l'attenzione su di su questo e su questo intervento
E quindi me lo sono letto integrale e poi ho pubblicato un un articolo molto lungo su su critica il nuovo sul numero che contiene anche i dossier
E
Io con l'assillo del del prima perché la Occhetto prima e adesso col senno del poi si può vedere e
Una cosa indiscutibile
Cioè due punti l'arretratezza assoluta della cultura di un certo tipo di cultura della sinistra italiana
E
Per Napolitano e espresse con un rincorre
Vengo ora e pacato un rigore pacato delle idee e
Convivente di tante per l'occupazione per le novità che questa società italiana permetteva di mettere in atto dopo il e quarantotto dove
Veniva fissato in maniera definitiva quella che era la linea delle cosiddette larghe intese se fuoriusciamo usare un un termine politico
Se invece vogliamo usare un termine culturale una di difficoltà vera vera del del comunismo internazionale e soprattutto del comunismo Italia nei confronti della modernità
Io vi prego di leggerlo perché col senno del poi potete vedere proprio passo passo tutto quello che è stato fatto da dicembre ad oggi
Con una coerenza
Meritevole di ben altra causa
E ed è impressionante il il saggio di di dialogo è stato scritto evidentemente prima è stato scritto appunto a dicembre ha consegnato prima di Natale e quindi prima diritto tutta la crisi
Che il centro è una chiave di lettura secondo me che andrebbe
Che andrebbe presa in considerazione
Perché non dobbiamo pensare che gli atti siano atti così casuali tutti gli atti siano casuale
Tra persone serie ogni cosa c'era un una sua radice si sviluppa oppure non si sviluppano certe idee e e e rimangono e possono anche condizionare anche dopo cinquant'anni cioè
Teniamo presente con me con grande attenzione alle deficienze
Politico-culturali di distinti dei protagonisti del nostro del nostro Paese ultima cosa
E finisco ma queste son prefettura battuta io sono stato al festiva alla F alle giornate della lecita Reggio Emilia un mese fa dove doveva essere la seconda presentazione grazie Laterza presentazione
Punto perché l'abbiamo fatta anche a Parma dopo di questa poi invece i tempi sono scritta di e quindi
E questa che è la terza presentazione
E e regionali Valva sono volevo un attimo relazionale
Quest'anno sono andato sono andate oltremodo bene e si viveva un momento particolare perché regionale sono capitate esattamente nel fine settimana dell'elezione del Presidente della Repubblica
E Reggio Emilia aveva per esempio tutte le sezioni occupate dai militanti di un certo partito
E la presenza nella presenza che è venuta King durante le manifestazioni durante le manifestazioni diciamo le conferenze chiamiamoli così convegni i dibattiti che sono avveduto durante quelle giornate
Della laicità comuni personaggi dirlo
Ti di alto livello sicuramente ma anche
Punto non punitiva su argomenti particolari che coinvolgono i diritti delle persone l'apertura
Casualmente era era capitata Rodotà e quindi era stata fissata già mesi prima quindi così è andata particolarmente particolarmente bene
Noi abbiamo presentato i due dossier e diciamo da frontiera a un pubblico veramente
Molto interessato competente eccetera questo mi fa pensare che forse bisognerebbe anche a Roma
Far rinascita di attività smuove le fa vivere il cielo ognuno scelga il suo verbo anche la Consulta valida perché altrimenti noi non
Non possiamo andare avanti anche perché tra l'altro sono cambiati i gestori del potere speriamo anche che cambino tutti i gestori del potere a nel a Roma a Roma e nel Lazio e quindi
Speriamo bene
Grazie grazie Grazia insomma altro della Fondazione critica liberale
è un piacere trovare ritrovare anche quest'anno molte facce amiche diciamo no e anche avere le l'opportunità di dare il benvenuto a qualcuno che non perché non era mai stato a questa presentazione
Sano atto anni che svolgiamo questa ricerca quindi farò Alfano otto anni che cerchiamo di monitorare lo stato
Nella cultura italiana in quanto ad adesione a si ama
A la cultura cattolica diciamo e quindi è per questo per il fatto appunto di avere questa lunga continuità ringraziamo sia fondazione
Critica liberale che la CGIL più in tutto che ci ospita anche oggi aggredì soltanto grazie all'impegno che riusciamo a portare avanti il nostro
E poi ovviamente balle ringraziare le persone che hanno collaborato direttamente alla ricerca che sono Giovanna Caltanissetta che ha svolto proprio la raccolta dei dati
E Pier Paolo Brutti che ha un ricercatore
All'Università la Sapienza che ha svolto per noi le elaborazioni statistica
Allora
Come sapete il rapporto è una rassegna di quello che è accaduto in Italia in quest'ultimo anno quindi tutto il dossier una raccolta di articoli
Che poi discutono lei e il tematiche più importanti che sono immerse intorno al tema dei nella che del de della Chiesa cattolica della laicità in Italia e che poi diciamo c'è
Presentano anche i risultati della della nostra ricerca e questo viene svolto come sempre da me in un articolo ad hoc in cui presento quelli che sono
E gli standard i cambiamenti che hanno riguardato il fenomeno religioso cattolico in Italia nell'ultimo anno
E in quest'articolo pertanto anche l'indice di secolarizzazione che come ogni anno noi calcoliamo a partire da questa enorme massa di dati che che raccogliamo
Allora prima di tutto occorre introdurre il concetto di secolarizzazione visto che è di questa che dobbiamo parlare poi
Ridiscuteremo i dati raccolti che coprono ormai un periodo di vent'anni e poi presenteremo il i risultati della votazione dell'indice sintetico di secolarizzazione
Che abbiamo calcolato per tutte le annate appare dal Milena centonovantuno fino al due mila dieci
Allora che cosa intendiamo per secolarizzazione per definire la secolarizzazione dobbiamo partire dalla definizione del fenomeno religioso
Il fenomeno religioso noi in quanto
In quanto soci aderenti
Il fenomeno
Per noi il fenomeno e religioso è un fatto sociale quindi come tale loro lo consideriamo come un insieme di credenze circa l'esistenza di una realtà soprannaturale
E poi il fenomeno religioso sti evidenzia nei comportamenti e nelle pratiche degli individui e dei gruppi sociali motivati da queste credenze religiose
Ed infine
Fenomeno religioso emerge
Dalle organizzazioni sociali che nel tempo questi gruppi di individui formano e costituiscono
E
E diciamo danni a cui danno vita con l'istituzione a Lizzano arsi delle loro pratiche religiose
Che significa dire che esiste che parliamo diciamo della religione come fenomeno sociale significa che come tutti i fenomeni sociali e per esempio anche la famiglia di cui
Avvertiva la dottoressa la Monica
è è un fenomeno che cambia nel tempo è un fenomeno da contestualizzare dal punto di vista storico
E quindi anche diciamo lo spirito religioso e le istituzioni religiose il modo di vivere la religione a parte gli individui cambiano nel tempo
Questi cambiamenti possano andare o nella direzione di una
Maggiore religiosità
O nella direzione e di una minore religiosità in questo secondo caso parliamo di secolarizzazione
Parliamo invece nel primo caso di de secolarizzazione
Allora quando noi parliamo di secolarizzazione questo significa cento che parliamo del modo in cui una certa religione Minerva perdendo di importanza all'interno di una certa società
E in un fatto che non lo studiamo non significa che
Poniamo in questo come diciamo un come dire un
Un un postulato cenno e non non è che
Pensiamo che la secolarizzazione sia necessariamente un processo continuo e che diciamo inevitabile all'interno di una società
Diciamo avanzata non lo costruiamo però con la nostra ricerca lo rivediamo e lo mettiamo in evidenza
Allora
Di questi aspetti che abbiamo elencato del fenomeno religioso c'hai questi tre aspetti quindi il modo in cui gli individui vivono
Il proprio diciamo la propria il proprio essere religiosi cioè l'insieme di credenze circa
L'esistenza di una realtà soprannaturale i loro comportamenti le organizzazioni sociali
Nella nostra ricerca riusciamo ammettere a fuoco quello che accade
Per quanto riguarda la pratica religiosa che anche un indicatore del senso di appartenenza religiosa e quello che riguarda le istituzioni religiose
Questo perché i dati che noi rileviamo sono i dati ufficiali
Non sono noi non svolgiamo una ricerca dove andiamo a intervistare delle persone e gli chiediamo quanti toni la loro esperienza quotidiana
Una e come ne allora esperienza quotidiana vivono la religiosità
Ma noi andiamo soltanto ad analizzare dei dati che sono già stati raccolti da
Delle fonti ufficiali
E che ci dicono come le persone si comportano
E come le persone si comportano rispetto alla pratica religiosa e quanto le persone aderiscono all'istituzione religioso alle istituzioni religiose nel nostro Paese
E
Anche
Come le persone in quanto le persone scelgono di agire dei comportamenti
Che il danno a contravvenire i dettami della Chiesa cattolica in generale come per esempio decidere di avere figli senza sposarsi quindi avere figli fuori dal matrimonio oppure decidere di di parziaria oppure decidere di mandare i figli è una scuola cattolica oppure decidere di non far seguire i propri figli l'ora di religione a scuola
Ora agli enti le fonti ufficiali e quindi ci riferiamo sono lascerei il Ministero dell'istruzione il Ministero della sanità e l'Istituto superiore di sanità e altri dati vengono raccolti presso l'Istat
Negli indicatori che riguardano la pratica religiosa risibile c'è la pratica religiosa
Appunto che gli italiani svolgono insomma visibilmente quelli che possiamo rilevare attraverso le fonti ufficiali
Sì diciamo Shield fanno in grado di darci informazioni rispetto ai battesimi
Alle prime comunioni alle confermati sia unanimità le conferme azione regionale le crisi me e e i matrimoni concordatari
Per quello che riguarda i battesimi e intende dal mille novecentonovantuno al due mila dieci che all'ultimo anno per cui abbiamo i dati disponibili
E c'è stato un calo di venti punti percentuali mail la percentuale dei bambini sotto a un anno che se vengono battezzati questo significa quindi
Che stiamo e che soltanto il test circa settantuno per cento dei bambini italiani
Riceve il battesimo entro il primo anno di vita nei miei novecentonovantuno erano più del novanta per cento
Ed è i bambini nati in Italia nati in Italia i nati in Italia e però questo significa diciamo e questa è una cosa che troverete anche nel nel mio articolo c'è una nota dedicata qui è stato
E che diciamo che il le italiana sta diventando sempre di più un Paese in cui c'è bisogno di uscita
Cioè significative diciamo che n in merito ai bambini che nascono in Italia che vivono in Italia e così via ci sono ogni cento bambini sia sono venti che non sono cattolici
E quindi richiedono un contesto culturali diverse cogliere essere che non sia quello diciamo cattolico
Per quello che riguarda
Le prime comunioni la loro diciamo incidenza sulla popolazione
Diminuita del due virgola due per mille questo significa quindi che se nel novantuno
E diciamo se c'erano il il Claudio lì il numero delle prime comunioni per mille abitanti a del nove virgola nove per mille adesso ai sette virgola sette per mille
Le cresime sono passate dall'undici virgola uno per mille al sette virgola sei per mille
E infine matrimoni concordano i vari sono passati dall'ottantadue virgola cinque grammi per cento allora sessantatré virgola cinque per cento
Quindi sarei stato diciamo decisamente un
Un vero crollo di quello che riguarda per quello che riguarda i matrimoni concordatari
Accerta tesi questo diciamo il diminuzione dei matrimoni concordataria soprattutto concentrata nel Nord del Paese non gestione causa poco
Domando privato fruirà sì i rilievi geositi
Farei diciamo tra gli indicatori che raccogliamo ci sono indicatori che
Riguardano l'appartenenza religiosa
Cioè l'appartenenza religiosa indica il il senso identitario delle persone e si manifesta attraverso
Le scelte più concrete della loro vita appunto riguardanti la sessualità la riproduzione
Allora per quello che riguarda i figli naturali questo è un dato in termini molto interessante Attanzio che insomma mi ha l'avrete già sentito
Bene dal novantuno al due mila dieci i figli naturali sono siamo cresciuti in modo esponenziale reagisce nel due mila dieci quasi il ventiquattro per cento
Quasi il ventiquattro per cento dei bambini che nascono in Italia nascono fuori dal matrimonio è questo ecco di nuovo qualcosa che ci dice molto sul modo di fare famiglia degli italiani
Sono cifre veramente importanti
E poi li c'è illuso l'uso del la liceità dell'uso dei contraccezione Ali allora questo purtroppo è un dato molto difficile rilevare a noi
Ci piacerebbe riuscire ad avere un quadro generale di sapere quanti contraccettiva anti sistemi contraccettivi
E vengono utilizzati come eccetera però questi dati non sono assolutamente reperibili l'unico dato che riusciamo a trovare
è il dato sul consumo della pillola contraccettiva
Che in Italia nel due mila dieci si attestava al sedici virgola due per cento non è un numero un valore trascurabile considerando che diciamo c'è una forte
Il diffuso scetticismo nodali donne italiane sull'uso della pillola insomma ci sono molte Ciani grande dibattito penso che ci sono alcune persone in sala che potranno
Chiaramente intervenire presentarsi bene est ma avendo esperienza sul campo
Comunque penso che il fatto che ci sia un un consumo pari a sei virgola due versanti della Fillea non sia un un valore passo da trascurare
Poiché un altro valore interessante è il tasso irriguo
Ecco
Questo purtroppo questo non lo so sicuramente superiori
No Bema negli altri Paesi è è superiore e l'uso delle introdurre la pillola però diciamo e nel contesto italiano aver raggiunto un valore come quelle del tredici virgola due per cento è un valore abbastanza elevato
E invece è un
O un'altra quindi dica
Il sedici per cento delle donne entro due centri italiano
Beh le fanno le donne in età fertile quindi sono tra il quindici tra i quindici e quarantanove anni Praga
E un altro un altro valore che non è molto interessante il calo degli aborti cioè che ci sono incontri
Poco distante Cavallo e
Questo è un indicatore molto positivo perché vuol dire che c'è un diciamo una maggior coscienza no nel nel
Del appunto nel nel decidere di mettere al mondo un figlio
E anche se bisogna sempre considerare il fenomeno diciamo dell'aborto clandestino che
Ormai siamo il più diffuso tra e delle donne immigrate e
Anche purtroppo magari tale donne diciamo di concerto status sociale le che preferiscono mantenere il più nuovo assoluto riserbo sulle loro scelte personali ricco comunque
Diciamo gli appalti sono scesi dal centocinquantasette mila centoquindici mila
E poi c'è l'aumento dei divorzi divorzi in Italia sono saliti da ventitré mila atti e di cinquantaquattro mila quindi sono più che raddoppiati
E
Hanno e poi c'è e diciamo una un altro indicatore che abbiamo scelto che tra un indicatore abbastanza controversa è quello dell'obiezione di coscienza
Delle persone
Nella pratica gli ancora ampi anche queste qualcosa su cui diciamo si potrebbe
Insomma discutere a lungo comunque sappiamo bene che diciamo finalmente interno alle strutture pubbliche
Scegliere o non scegliere di praticare gli aborti significa esatto più che altro una questione religiosa è una questione
Di di carriera ecco e di scelte di carriera dei ginecologi dei ed degli anestesisti e degli infermieri italiani accolto
Non
Questo
Diciamo
E poi bisogna tener conto che ci sono addirittura delle delle Regioni in cui ancora non è disponibile in cui non c'ha distinto la disponibilità del servizio
Cioè dove le donne se vogliono abortire devono spostarsi in altre regioni
E questo è il caso di della Sardegna della Puglia e del Trentino almeno questa era quello che accadeva fino all'anno scorso speriamo che nel tempo le cose cambino in migliorino
E diciamo che tutte abbiano gli stessi diritti in tutto il territorio nazionale
Poi ci sono diciamo tra i dati che presentiamo è che abbiamo analizzato altri argomenti che sempre fare inerenti al diciamo scelte che le persone svolgono
I dettate dal loro sentimento religioso ma che sono diciamo un po'più concrete che attengono diciamo banco al portafoglio delle persone quindi
Abbiamo i dati sull'otto per mille
Dove però c'è da sottolineare che dal due mila sette in poi non sono più stati pubblicati
I i dati relativi alla percentuale
Delle effettive di firme vengono apposte ecco vi diciamo che
Se voi vedete all'interno dei dati raccolti
E il i dossier diciamo i dati che vengo a reti mobili avvicinarmi pubblicitario in Presidenza
Del Consiglio dei Ministri non sono più completi come erano prima a partire dal due mila sette questo diciamo qualcuno ASHI dovrebbe spiegare il motivo
E e
E comunque poiché abbiamo invece diciamo dei dati che Monkey deve molto curiosa invece che la sei
E continua tranquillamente a pubblicare i dati sulle donazioni che riceve ogni anno quindi nell'annuario della sei
Nell'immediato il vediamo abbiamo la possibilità di vedere quante sono
Le offerte ricevute ogni anno e queste sono diminuite da
Cento ottantacinque quindi ogni a centotrentasette milioni con un valore medio per offerta che è sceso da centoquindici a centodue euro da interne novecentonovantuno ad oggi che mi sembra insomma
Una discreta
Insomma diminuzione
E poi abbiamo la scelta del di frequentare l'ora di religione al due mila dieci le famiglie che sceglievano di
Far frequentare l'ora di religione e i figli erano l'ottantanove virgola otto per cento delle famiglie
Quindi seppur molto lentamente seppur seppure con molta fatica
Però diciamo che la frequenza all'ora di religione va diminuendo questo anche come del resto il numero di Battistini potrebbe essere legato al fatto che ci sono sempre più
Bambini sui ragazzi di altre religioni che frequentano le nostre scuole e per i quali le famiglie scelgono di non far frequentare l'ora di religione
Però credo che ma sia molto più comune
Che diciamo try laicità Hayani decidere una cosa del genere che travagli religiosi di altre religioni fai conosco molte persone e di altre religioni che preferiscono fare frequentare l'ora di religione
E invece molto più facilmente laici italiani che preferiscono i figli non seguano l'ora di religione
Ma se le domande mi fa dalle linee sarebbe meglio diciamo
E mi dica
Anzi sì sessisti gli altri si Sannino chiusa gli artigiani si
Perché gli altri fanno gli altri che le rendono pubbliche sì sì
Sì sì sì sì
Allora per quello che riguarda poi su questo si potrà parlare più approfondita
Ci sono dottor Gatti
E
Per quello che riguarda infine il l'istituzione cattolica né rileviamo la numerosità devi far shared o atti e del personale quel fidi detto religioso o in Italia
Alle ore i sacerdoti attivi in Italia sono diminuiti da cinquantasette mila che erano nel novantuno a quarantotto mila nel due mila dieci quindi più di
Dieci mila unità
E quasi dieci mila unità e i religiosi che invece sono diciamo lei per
Diciamo e di coloro che non hanno che non sono sacerdoti ma che si può non soffra alti e così via
Sono cinque mila erano cinque mila e il novantuno e sono tre mila e cinquecento quindi sono diminuiti abbastanza anche loro
Le religiose c'è anche quali sono le suore sono diminuite erano centoventisei mila nel novantuno e oggi sono solo novantuno mila
Infine
E abbiamo anche diciamo calcoliamo qual è l'indice come si dice sopravvivenza dei sacerdoti cioè
Quanti in toni nuovi ordinati per ogni fascia dote che abbandona la veste e sono state nuovi ordinativi per ogni
Per ogni singola abbandono nel due mila dieci prima il rapporto era dodici sia uno ora e sette A uno quindi fa dimmi diminuita anche questo
E a partire da tutti questi dati noi calcoliamo questo indice di secolarizzazione lo calcoliamo prendendo raggruppando tutti i dati che abbiamo in quattro o in micro indicatori diciamo
Un indicatore per la pratica religiosa uno per le indicazioni ai dettami della Chiesa uno sull'organizzazione ecclesiale assistita che è uno sulla scelta per educativa quindi per la scelta dell'istruzione
Una volta calcolati questi quattro anni tre indicatori se ne facciamo la sintesi in un macro indicatori che ai nostri indicatori secolarizzazione
E come avete visto nel rapporto che immagino abbiate preso tutti
Si vede chiaramente l'andamento del degli indicatori di secolarizzazione che è in continua e costante crescita diciamo da un anno all'altro
E con un diciamo una decelerazione negli ultimi tre anni quindi a cavallo del due mila nove due mila dieci
E e che però diciamo con una decelerazione che non vada ad inficiare diciamo la tendenza di fondo che appunto quella una crescita continua
Oltre a calcolare questo indicatore di secolarizzazione troviamoci sperimentiamo anch'
Nel calcolare un un un indicatore
Della capacità della Chiesa cattolica ad essere presente nella vita caro degli italiani attraverso questo welfare diciamo un welfare bel molto tra virgolette
Che che che comprende sia anche un attività carica del caritatevoli dirette sia
Attività svolte attraverso opere di volontariato svalutazioni cooperative eccetera che poi in realtà lavorano all'interno del terzo settore per le
Per conto delle pubbliche amministrazioni anche ecco
E purtroppo però l'Istat svolgeva una ricerca sul volontariato in cui rendeva pubblico il dato dell'incidenza il volontariato cattolico sul totale del buono intagliato nulla svolge più cioè continua a svolgere quella ricerca ma non ci dice più
Quando qual è la persona svuota di volontariato cattolico sul totale del volontariato
E e quindi ecco questo dato che era un dato che a cui noi eravamo molto notiamo più in grado di di pubblicare i nomi
E invece pubblichiamo una serie di dati che vengono resi pubblici proprio dalla sei nel suo annuario statistico e che riguardano e la numerosità delle dei centri di assistenza propriamente cattolici
Che
Sono aumentati sono diventati sei mila e settecento e sono diciamo andati
Aumentando nel tempo perché nel mille novecentonovantuno erano su quattro mila ottocento quindi mi sembra che a vere
Più di quasi due mila in enti assistenza in più in vent'anni non mi sembra una cosa di poco conto
Ci sono sempre più centri di difesa per la famiglia ci sono sempre più consultori cattolici di orientamento cattolico
E il VAST entre diciamo a una tendenza alla crescita anche se questa è la crescita si è arrestata
Nell'ultimo anno danno i rilevato l'incidenza diciamo delle pubblicazioni a tema religioso sul totale delle pubblicazioni
Questo ultimo dato diciamo il dato che noi l'unico dato che riusciamo a trovare sulla presenza nell'editoria diciamo della della Chiesa cattolica che però purtroppo è comprensivo di tutte le religioni
Certo considerando che
Per la maggior parte credo delle delle cose pubblicate sono diciamo disse di impronta cattolica diciamo che non non ci allontaniamo coi tanto dalla realtà considerando questo indicatore come uno stimatore affidabile
This
Amo che abbiamo anche pesante nella nostra pubblicazione il grafico relativo all'andamento
Di questo indicatore della presenza della Chiesa cattolica della società italiana e anche da questo io da questo grafico si vede molto chiaramente
Che c'è un un una tendenza di fondo alla a alla crescita continua
Quindi c'è come dire uno sforzo da parte del delle istituzioni cattoliche a cercare di essere sempre più presenti nella società italiana di fronte ad una società italiana
Che ha sempre incammini in continuo cambiamento perché sembra andare nella direzione opposta ecco
Vi ringraziamo
Ora la parola a Valeria ferro avvisi mi ricerche per parlarci dal terzo dossier sulla Chiesa cattolica in media televisivi ecco anche qui
La poi notizie nel senso che
Che
Voi cominciamo ordine
La ricerca sugli assetti valorizzazione
Ma è sostanziale
E poi di abbiamo
Una ulteriore di circa
Che peraltro si divide in me in due parti e lo abbiamo potuto fare tante grazie allora supporto
Della Tavola Valdese dell'otto per mille della tavola qual dei siti e quindi qui ovviamente ringraziamo di cuore il e il e mi di grande interesse questo
Perché abbiamo voluto tenere fermo il dato che voi non
Non vogliamo dare indicazioni
Di opinioni ma indicazioni di diciamo di fatti e quindi come
Per
Ripetiamo dalle
Diciamo dal
Dalle fonti ufficiali i dati per la secolarizzazione per quanto riguarda il rapporto fra le confessioni religiose
Dei media televisivi italiani e noi ci siamo rivolti a
Forse me la più importante società di ricerca
Che farsi rilevamenti
Anche per l'Agcom cioè è una cosa su questo ufficiale fra i rilevamenti su tutte le trasmissioni televisive sia con siamo partiti prima dando le indicazioni della presenza
Innervosisce e in notizia poi vi sarà spiegato che vuol dire il per quanto riguarda il Papa
Sui telegiornali
E poi invece ci siamo estesi in una ricerca più
Se è più complessa e completa
Su o le tutele revisori private nazionali e pubbliche e private per quanto riguarda invece tutta una serie di trasmissioni come di fiction rei di firme i talk show quindi
E abbastanza è completa
E e ed è anche molto più o diciamo attuale perché non non dovendo aspettare i dati vanno hanno c'è da prendere direttamente noi arriviamo fino al febbraio dell'anno dell'anno
Dell'anno in corso quindi
E lì i dati sono ruolo sono impressionanti noi interpretiamo questo intervengo vi preghiamo il fatto che per esempio l'Agcom ancora raccolga
I dati confessioni religiose cattolica e altre confessioni non facendo distinzione
Fra buddisti valdesi protestanti
Ebrei eccetera e questo voi l'anno scorso scrivemmo alla alla Commissione di vigilanza televisiva
E non avemmo risposta adesso vediamo che il nuovo Presidente della Commissione di vigilanza
Tale e quale vi presenteremo la nostra nella appunto aspettiamo e e li presenteremo la stessa domanda protesta diciamo perché
La dice anche molto lunga i dati sono quelli che solo perché siete tutti i telespettatori
Che però forse l'impressione di un po'di più
Grazie
Allora anch'io parto con i ringraziamenti ma noi ce lo consentirete ringrazio tutti coloro che si occupano di questo sistema perché sono persone che mi confortano personalmente umanamente nel
Nel nostro vivere civile più che altro per quanto riguarda invece la
La rilevazione di questi dati io devo ringraziare tutte le persone che che il monitoraggio hanno svolto c'è qui in sala
La dottoressa le donne che si è occupata del monitoraggio è un ringraziamento particolare lo devo a Rolando Paracchini che da anni analizza i palinsesti con una cura e attenzione credo unica
Allora innanzitutto io non il nel dossier abbastanza ricco di dati i dati sono sempre un po'noiosi
E ciascuno potrà leggere a seconda del proprie curiosità e della propria poco propensione
Alla lettura delle tabelle
E volevo fare un cenno alla metodologia che che abbiamo scelto una metodologia che abbiamo scelto innanzitutto con
Enzo marzo
E anche Giovanni Latorre nell'ambito di
Di Missim nella metodologia in genere è una mia piccola fissazione quella che determina poi i risultati del delle ricerche
E non non abbiamo scelto di
Porre sotto osservazione l'intero panorama televisivo abbiamo scelto
Di fissare concentrare la nostra attenzione su alcune delle trasmissioni di informazione e di formazione dell'opinione che non è formazioni consenso ma di opinione sicuramente
Come Porta a porta Ballarò le trasmissioni di Santoro quelle di Lerner abbiamo centodieci trasmissioni
Nella nella stagione due mila dieci due mila undici erano dieci nella successiva son diventate nove perché Santoro
A non non ha fatto più la sua trasmissione non è stato più affari e non era più presente nelle reti sottoposte al monitoraggio le reti sottoposta al monitoraggio della
Del delle trasmissioni sono le sette reti nazionali generaliste quindi la RAI Mediaset e La sette
E quindi sono state nove ritornerà poi l'ha il nel
Dossier dell'anno prossimo con servizio pubblico
Oltre le trasmisi questi dieci trasmissioni di di informazione e di formazione di
Di opinione abbiamo esaminato tutte le trasmissioni di fiction
Individuate sia come portatrici di valori culturali e indicatori di costume
E poi le trasmissioni più propriamente religiosa e quali riti religiosi le rubriche di approfondimento religioso e e quelle di spettacolo
Perché spesso per quanto riguarda peraltro la religione cattolica questa forma e viene utilizzata come formali promozione insomma i concerti le
La spettacolarizzazione
E il periodo
Che esaminiamo e l'hanno televisivo la stagione televisiva che va da settembre all'agosto successivo alcune trasmissioni ancora hanno anche una pausa estiva
Eh ma non tutte mai mentre per i telegiornali
Che venga vengono esaminati oltre in RAI
Media sette RAI inclusa RAI News
Mediaset La sette
E enti inutili dello stesso gruppo editoriale fino al un
A quest'anno pochi in poco tempo fa anche Sky TG ventiquattro
Per quanto riguarda con la cosa che il nel accenno che faceva Enzo il metodo di rilevazione abbiamo
Nella
Allora per quanto riguarda la le trasmissioni sono state prese in esame sia le presenze dei soggetti confessionali che le trasmissioni
A tema religioso quindi sono stati calcolati sia numericamente i soggetti confessionali presenti che il tempo
Di presenza in video DVD parola giustappunto
Per quanto riguarda i telegiornali sia il tempo di parola cioè il in quanto il soggetto ha espresso direttamente con la propria voce che il tempo di notizia ovvero
Quello che viene chiamata la mediazione giornalistica cioè la le informazioni
Che indirettamente il giornalista fornisce sul soggetto
Queste sano decenni generali sul sulla metodologia per i telegiornali ovviamente non vale la stagionalità quindi è stato scelto all'anno solare
Con appunto un'anticipazione del bimestre dell'anno successivo come Enzo marzo precisarlo
Innanzitutto vorremmo
Volevo fare volevo segnalarvi due errori di
Due refusi che ci sono nel rapporto uno la tabella cinque dei telegiornali
Che riporta questo è il dramma del copia incolla nella nostra società io se potessi ridare il copia incolla nella mia vita dividere il meglio nei telegiornali
Perché il periodo il periodo indicato è quello di un'annualità quindi del due mila e nove
Mentre invece trattarsi del secondo del del primo bimestre del due mila dodici quindi i dati che sembrano irrilevanti no questo escluse questa
La tabella cinque degli prende
Ricordo bene
Va beh comunque poi ve l'ho fatto nella ve lo mostro
Cioè c'è un errore comunque va beh questo è uno lesse ecco mentre quella di
Brava Giovanni
L'altro un altro errore un però quello è un refuso a proposito del film
Le vie di Damasco Paolo di Tarso viene indicato come Paolo Tarso nel senso che la persona di di appartenenza è diventato nome parla Paolo cognome Tarso e va beh insomma non male non sono arrivata a questo livello
Ho fatto degli studi classici
Barbe
Tornando tanti tornando invece a ad alcuni dati generali che volevo darvi mantenendo veramente pochi i
E mi religiosi soggetti confessionali hanno in televisioni lo spazio televisivo direi considerevoli significativo la religione e quella cattolica
La la presenza del dei soggetti confessionali nelle trasmissioni di approfondimento che abbiamo preso in esame quelle dieci trasmissioni insomma diventate nove
E ettari al durante due virgola cinque per cento
La presenza nel delle fiction a carattere con argomento religioso o con soggetto confessionale protagonista co coprotagonista religioso è del novantasette per cento
Interno di di religione cattolica
Quindi diciamo che ci sono ogni tanto delle sfuggono del del delle presenze di altra natura diciamo che per le fiction sono interamente cattoliche ad eccezione ad eccezione di una serie
Quello che stupisce di più almeno a me e la presenza dei del del lei dei programmi specificamente religiosi dello pubblica religiosa
Pari al settantadue per cento cattoliche
Perché sono
Per lo più in RAI e la RAI a nel contratto di servizio un obbligo di rappresentazione della della pluralità delle religioni per cui è
Come dire forse anche questo più che altro un dato da da segnalare alla Commissione di vigilanza mentre invece quello sui dati io lo segnalerei all'Agcom ma perché
E all'Agcom che per legge deve avere per la due quattro nove spetta e del
Il dovere di monitoraggio in Italia e la Commissione di Alta vigilanza un dovere di indirizzo nei confronti del servizio pubblico e questo settantadue per cento dato
Dato delle trasmissioni solo nelle trasmissioni nelle rubriche religiose quindi parliamo di di di un in genere specifico dove la culla la pluralità e
è un obbligo
Comunque il numero dei soggetti confessionali nelle trasmissioni di approfondimento nelle dieci che abbiamo preso come campione
E aumentato dal da Lanna dalla stagione due mila dieci due mila undici a quella due mila e undici due mila e dodici nonostante appunto alcun anche la trasmissione di Santoro
Da centosettantasette ci sono cento ottantasei soggetti confessionali di cui il novantadue e cinque come abbiamo detto e di religione cattolica
Il numero delle trasmissioni
Specificamente cattolico è diminuito da cinquecentoquarantaquattro a cinquecentotrentaquattro rimane comunque un numero elevatissimo dal momento che ne abbiamo mediamente più di una il giorno nell'arco dell'anno
Tenendo presente sempre che la percentuale è giusto appunto della del del settantadue per cento trasmissioni cattoliche
Sono diminuiti gli eventi religiosi cattolici e con eventi religiosi si intendono
Le vie crucis tutta una serie di
Occasioni diciamo di riti religiosi
Che vengono trasmesse per lo più indiretta
E per lo più su Raiuno
E sono tre mentre sono aumentati gli spettacoli e con spettacoli giustappunto vi dicevo che il concerto e non ore del Santo Padre una voce per Padre Pio
Un anno confratello vino queste sono sono come dire trasmissioni
Di spettacolo né non hanno alcun ad alcun tipo di di di valore informativo ma quello di promozione di
E di popolari iniziazione diciamo della dell'immagine dei di un'area di una confessione religiosa
Sono molto aumentate le fiction a carattere religioso otto con soggetto con un soggetto confessionale protagonista
Da cinquantasette del due mila dieci due mila undici sono passate centosessantatré
In particolare su Raiuno che è la Rete che ospita in gran parte queste queste fiction per il settanta per cento sono su Raiuno sono in calo invece su Canale cinque questo perché in
In parte e Mediaset ha ridotto comunque la sua produzione di
Di fiction per buttarsi su Italia entra che hanno costi effettivi migliori insomma per motivi di mercato
La il il novantasette per cento giustappunto avevamo detto di delle fiction sono di religione cattolica ad eccezione della piccola moschea
Nella prateria che un una la serie e canadese di una piccola comunità musulmana che vive che che che dite
A contatto con con la
Comunitari anglicana e c'è un AA
Problema di integrazione tra i due tra le due culture e questo è l'unica l'unica finisce fiction ma che ha un carattere diverso rispetto a don Matteo o rispetto a
O anche alle serie snelle miniserie incentrati sul personaggio religioso
Che sono che che sono molto amata dalla RAI e dalla Lux vide che li produce
Io
A questo a queste fiction vanno aggiunti i film e documentari i documentari che abbiamo selezionato cioè quelli a carattere prettamente religiosi sono stati diciannove
Posso sembra pochi ma è più di uno al mese e tra questi cioè ce ne sono alcuni che sono anche d'autore Rossellini anche se non fosse il limite del del periodo fascista
C'è Zanussi racconta Wojtyla a molti altri sono Petra Alcina come Betlemme il viaggio di Gesù viaggia banjo cuori
Sul match Gori c'è appunto al
Gran parte del del
Della presenza sul canali Mediaset grazie alla all'opera di Paolo Brosio
E
La proposta cinematografica esteri è stato da non selezionato in modo molto
Molto netta nel senso che i film che hanno un protagonista sacerdote
O una figura religiosa all'interno sono sono tantissimi ovviamente
Ne abbiamo selezionato solo quelli con una con una anche le volevo dire che per quanto riguarda
I documentari sono diciannove documentari tutto di cui diciassette sono cattolici
Quindi soltanto due sono invece dedicati a buddismo
Per quanto riguarda i film non c'è firma che non sia dedicato alla religione cattolica tra quelli che hanno
Una nettissima impronta religiosa
E parliamo appunto
Sulle via di Damasco la vita di Gesù cioè quindi firma che hanno proprio un'impronta molto
Molto religiosa
Poi come come paradigma della comunicazione dell'immagine le confessioni religiosa in televisione possiamo scegliere
Va da sé Porta a Porta
Ma
Non pochi giorni fa è una scelta obbligata non
Nessun antico di selezione
E la stagione me e singolare perché porta a porta nella stagione due mila dieci due mila undici
Ha avuto ospiti quarantanove soggetti confessionali di cui quarantacinque cattolici poi sono stati tre musulmani è un ebreo
Ma quello che è singolare e che Bruno Vespa dedica alcune trasmissioni interamente a temi del cattolicesimo io vi leggo soltanto i titoli di otto così per avere un ente
I segreti del Vaticano di Pio dodicesimo gli ebrei ieri pazza oggi Santa si chiede Vespa sulla sicura di Matuzalem bollo
Il mistero di Maria speciale venerdì santo che non ci fa mancare mai ogni ogni Pasqua
Poi tre
Tre trasmissioni sono state dedicate a Karol Wojtyla Vespa è un militante della beatificazione di Karol Wojtyla quindi dedica una miracoli di Papa Wojtyla
Un altro santo subito manco a dirlo e l'altro bene ha toccato ventimila nella stagione successiva due due mila undici due mila dodici Porta a Porta al numero di presenze confessionali decisamente inferiori perché da quarantanove scendono diciassette
Tuttavia il vecchio vizio di
Di dedicare delle trasmissioni interamente alla religione cattolica tutte ovviamente a tutte quante diciassette sono di religione cattolica
No sono sedici scusatemi un anche
Alcun il vizio di dedicare delle trasmissioni la religione cattolica non l'ha perso e infatti alcune PRI proprio ricordarle perché e assai singolare il
E il primo novembre del due mila undici investa dedica la sua trasmissione alla festa dei santi cioè alla festività
Cattolica e in cui stila una classifica
Tra i santi più amati tanto che il sottotitolo ecco Padre Pio interessa certamente io batte tutti i suoi concorrenti dei colleghi nella popolarità
E e quindi invitare
E porta con sé
In studio una miracolata di Lourdes che attinente a cui fa fare una sfilata di studio
Essendo stata appunto la la la poveretta si avendo avuto problemi motori finalmente poteva camminare
Sullo studio la fa sfilare più volte
Un i genitori di una giovane beata morta prematuramente
Che spinge alla commozione in studio e collegamenti con vari ospiti appunto testimoni difende sostanzialmente
E e e alla fine appunto ciascuno ciascuno ciascuno individua il proprio Santo di riferimento Padre Pio primo per significato come abbiamo detto Papa Wojtyla
Su cui testa spende comunque la sua personale per per ribadire appunto la necessità l'auspicio che venga proclamato santo al più presto
Per San Gennaro Madre Teresa di Calcutta San Francesco ecco Don Guanella
Questa
è una una puntata del primo novembre ma non
Non è non è non è l'unica dedicata alla religione un'altra e l'otto dicembre dedicata al giorno di Maria come dice Testa
Dedicato al culto mariano che si conclude con l'intervista ed è qui finalmente una presenza non cattolica ad una teologo musulmana la quale illustra come la figura della Madonna è presente anche nel Corano
Lo speciale Venerdì Santo è e dedicato questa volta all'Aquila e alle chiese del centro storico dell'Aquila che non sono state ancora le
Ricostruite ma Vespa assicura che da San Bernardino partirà comunque la processione del Venerdì Santo e che possiamo stare tranquilli che gli aquilani si troveranno
Comunque in Corte o
E a luglio investa in mancanza di come dire di di cronaca
In mancanza di fantasia dedica ad alcuni anni delle puntate per il
Per per il sedici luglio dedica la puntata almeno centosettantotto all'anno dei trattati
More Paolo sesto il breve pontificato il Papa Luciani su cui alcuna critica non si non è non è
è stata fatta e il
Finalmente il Pontificato di Papa Wojtyla su cui invece spende alcune buone parole come sappiamo
Allora
Per concludere eccome apoteosi invece
Un ma puntata il nove di aprile dedicato alle fiction religiose
Bruno Vespa dice
Le fiction successo delle fiction religiose e segno che cresce in tv la voglia di sacro attraverso
Le vite di santi Marti riparati Pretis fuori nella società secolarizzata c'è la conta
E quindi la la puntata la puntata
è interamente dedicata e
E ovviamente sono presenti
Gli attori a cui viene chiesto se ha senza insieme in che modo sono commossi nell'interpretare Padre Pio insomma va bene
Nella
Il processo di Vespa Izzo azione dei degli ospiti lo conoscete tutti non non devo raccontare e
Ovviamente la puntata dedicata al Giorno della memoria
Ha parlato di questioni storiche della Shoah come come come fatto storico e non un comitato religioso cioè altro altre religioni ovviamente non vengono minimamente presa in considerazione
La la la mi sono chiesta per quale motivo Bruno Vespa abbia abbia cambiato
La
Il suo atteggiamento nei due anni che
Che abbia negli ultimi due anni
Che io l'impressione che
Appunto alla scelta di non far parlare più vada
Soggetti confessionali e scegliere invece
Appunto i testimoni di fede Claudio accordo l'ospite gradita ai
E più volte invitata appunto Paolo Brosio e così via non sia piuttosto modo per evitare delle cronache di un dicano in difficoltà perché altrimenti non avrebbe saputo gestire
Penso questo
I dati sono nel nel rapporto sono tanti seguiva l'agente di handling ci diamo appuntamento per l'anno prossimo grazie
La relazione del professor Bonetti società secolarizzata stato clericale SSIS
Allora
Mi si sente bene abbastanza bene
Intanto vi ringrazio per l'invito
E preannuncio che non sarò lungo quindi non vi spaventate
Faccio subito una dichiarazione
Scandalosa io purtroppo non sono rari comma
Ma c'è di peggio
Oltre a non essere laico orribile a dire si sono laicista
è terribile terribile devo dire che io ho cercato di diventare un laico
Secondo il concetto Dellas Anna laicità di Joseph Ratzinger
Ho letto attentamente le sue encicliche ho seguito sempre con molto scrupolo i suoi discorsi
Ho rafforzato la mia educazione alla sana laicità leggendo ad esempio
Alcuni autorevoli editorialisti del Corriere della Sera
Il giornale non praticamente l'hai comunale in modo sano
In particolare ad esempio
Qui gli editoriali del welfare Ernesto Galli Della Loggia di cui tutti conosciamo il rigoroso laicismo no nuove Cimo la rigorosa laicità
E tuttavia nonostante questo continuo esercizio per diventare un laico secondo il giusto concetto che bisogna avere laicità non ci sono riuscito
E quindi debbo concludere che sono i cisterne che cosa vuol dire tessere laicisti ma
Lo parere una questione molto semplice molto lineare anche se oggi nella nostra situazione politica
Può sembrare scandalosa
Essere i cisti significa
Difendere il concetto fondamentale dello Stato liberale dello stato di diritto che la legge eh uguale per tutti
Quale che sia l'orientamento politico la condizione sociale delle
Le convinzioni religiose l'orientamento sessuale no
La legge ecco uguale per tutti questo lo dice nella costituzione italiana
Quindi il laicista è un signore che prende sul serio l'età costituzione Italia
Come vedete
Probabilmente no da parte invece di coloro che sono Sanna mente laici
Questi valori costituzionali vengono considerati come qualche cosa cioè incompatibile con la loro idea della sana laicità
Io però vorrei precisare nel minore il cinismo una cosa a cui tengo molto sono convinto
Che si può essere laicisti professare nudo con sincera convinzione
Una qualche prendere l'ingiunzione
Ossia io ammetto in contrasto il laicismo con la religione
E fortunatamente conosco persone profondamente religiose che sono laicista
E difendono con coraggio questo loro laicismo
Addirittura
Mi posso dire che al contrario dei laici
Del Corriere della Sera scusate ma insomma la lingua batte dove il dente duole
Al contrario di questi autorevoli Sanni laici che sembrano frequentare soltanto il cardinali
Per cui tutte le volte che parlando di questioni religiose riferiscono esclusivamente le opinioni le pretese e le richieste dei gerarchi della Chiesa cattolica
A me capita di parlare di frequentare
Dei cattolici comuni e fra questi anche dei preti dei parroci ad esempio
Che sono poi la vera forza della Chiesa cattolica perché se la Chiesa cattolica dovesse fondarsi sul Papa sui cardinali né sulla Curia romana si sarebbe estinta già da un pezzo no
Sopravvive perché ci sono ancora
Migliaia di Pretin migliaia di di Frati e di Monna atti che quale che sia il giudizio tale possiamo dare su queste persone
Sono bene diversi molto spesso dico sempre molto spesso sono ben diversi dalle gerarchie ecclesiastiche
Qualche tempo fa mi paghi capito di parlare
Francesca hanno che ha operato lungamente a Roma e da qualche anno si è trasferito a Bologna e io qui ho chiesto di comma tutto in confessionale
Giudizi i tuoi penitente I II i criteri dell'etica di voi TWA o di Ratzinger
E questo frate mi ha detto assolutamente no
Perché se chiedessi a coloro che si rivolgono a meno del confessionale di essere fedeli
Alla morale ufficiale delle gerarchie ecclesiastiche Lipera de rende quasi tutti
Eccomi qui si parla di secolarizzazione cari amici
La secoli l'esazione è poi questo che sono un gli stessi ca
Toldo dicci
I quali oggi rifiuta non è infatti nei comportamenti nel modo di rapportarsi agli altri
Di vivere la propria vita rifiutano quella che la morale ufficiale della Chiesa
Allora attenzione
In cui bisogna distinguere non perché spesso si fa confusione io farei avere fra l'etica cristiana eclettica ecclesiastica sono due Codice distinte
Letti caratteristi annata
A caratteristiche che non si possono confondere con quelle pugliesi Astrid perché
Comunque si voglia giudicare l'iscrizione al grigio subito che io
Non sono un credente ma comunque si voglia giudicare il cristianesimo nel cristianesimo c'è un messaggio di libertà e di carità
L'entità ecclesiastica è invece un messaggio di autorità di disciplina di discriminazione
Allora l'ulteriore domanda che ci dobbiamo fare
Ed è una domanda constatazione in
Molto preoccupante quando la classe politica italiana Anna si preoccupa tanto derivi sospettare i valori cristiani della società
Anche cosa si riferisce
Ai valori cristiani come di solito effettivamente vissuti da milioni di persone
Ho ai valori del la morale ecclesiastica che sono proposti dalla Chiesa cattolica a mantenimento e difesa dei suoi privilegi
Garantiti tanto dal concordato del mille novecentoventinove quanto seppure con qualche miglioramento dal concordato del mille novecentonovantaquattro perché questo è il punto
Quando si dice
Società secolarizzata è stato più radicali si intende proprio questo rapporto patologico
Di uno Stato che non rende de omaggio alla coscienza religiosa ingegnere e cristiana in particolare degli italiani ma rende omaggio
Ai principi difesi dal organizzazione ecclesiastico accattoni
E questa è una storia lunga io invece sono abbastanza vecchio da ricordare di aver fatto le battaglie
Sul divorzio e le battaglie sulla Borotto che sono state vinte
Certamente per l'intervento a un certo punto del Partito comunista ma sono state vinte
Perché alcune delle minoranze radicali liberali e socialiste
Le hanno condotte con grande decisione e senza questa sua quinta delle minoranze si sarebbe arrivati probabilmente anche all'ora ad un pastrocchio indice ridire
Io ricordo quando si discuteva sul divorzio e uscir fuori una proposta della senatrice
Puglia carretto ogni indipendente di sinistra e con quella proposta noi certamente non avremmo avuto il divorzio come poi l'abbiamo avuto
Ossia nella
Come dice giustamente il professor vi hanno
Nella classe politica i tagli Anna oltre a una viltà morale di fondo
C'è a mio parere una scarsa consapevolezza dei valori liberali e democratici insiti nella Costituzione italiana
Che certamente ha subito anche l'influenza per l'amor di Dio sicuramente positiva della tradizione cattolica e di quella
Marxista ma l'impianto della nostra Costituzione è un impianto liberale con il riconoscimento dei diritti fondamentali dei cittadini
E a questa Costituzione bisognerebbe rendere un omaggio non formale come invece continuamente si fa anche da parte ricordava Enzo Marrazzo
Del nostro Presidente della Repubblica il quale però poi a questo maggior formale
Aggiunge tutta una serie di considerazioni che certamente alla tradizione liberale
Della nostra Costituzione non non appartengono
Allora quando si tratta di difendere
Lo Stato ai nuovi entranti di peggio pene si
Ma vedete a proposito a proposito di di di vilipendio commi io ricordo che Ernesto Rossi
Molti di voi no ricorderanno Ernesto Rossi
L'economista lo scrittore irriverente che pubblicava articoli sul mondo e poi la sua rabbia una volta Ernesto Rossi scrisse un articolo in cui mostrava in quanti articoli del Codice penale italiano
Sarebbe in corso Dante Alighieri
E se le sue affermazioni circa la Chiesa cattolica no che Dante presenta spesso Comuna meretrici badante arriva a dire che
Il Vaticano allora il latte era hanno non ancora il Vaticano e il luogo dove Cristo tutto dissi mera h
E e quindi il vilipendio il vilipendio no è un titolo onore a questo punto e mi auguro naturalmente di non incorrere ma anche altro perché non non intendo dire che il Presidente Napoletano eh verso una mentre l'onorevole
Dico semplicemente che Nottola lui alcune contraddizioni questo no può benissimo anche
Per essere una caratteristica dunque se da Repubblica con tutto il rispetto per l'Alta Autorità della carica
E come a quello che ripeto è importante sottolineare
è
Che la battaglia appella laicità dello Stato in modo che il nostro Stato corrisponda effettivamente ad una società sempre più secolarizzata
Non è una battaglia antireligioso
Assolutamente
è una battaglia contro i privilegi che una determinata organizzazione religiosa pretende che siano garantiti tutto qui
Ci mancherebbe altro noi laici laicisti siamo per la più grande libertà religiosa per la più grande libertà intellettuale per la più grande libertà politica
Ecco però
Sul concetto di libertà perché anche il concetto di libertà è un concetto che può diventare molti equivoco bisogna intendersi
E il punto di partenza di un concetto accettabile della uguale libertà per tutti
Ella Presa d'atto da parte di tutte le confessioni religiose compresa quella maggioritaria
Che esiste ormai non soltanto un il reclusa abbi del pluralismo religioso ma esiste ormai nel mondo contemporaneo un irresponsabile pluralismo morale
Non si tratta di dividere la società in sostenitori della morale e fautori di ogni moralismo
Sostenere ad esempio una legge sul testamento biologico che ci renda padroni no della nostra vita e del modo in cui affrontare la nostra fine
Non significa sostenere l'immoralità significa sostenere una differente concezione morale circa infine vite
Sostenere la procreazione assistita non significa sostenere un modo immorale di nascere significa sostenere un altro differente modo di
Venire al mondo a mio parere più consapevole e responsabile
Sostenere il matrimonio di persone dello stesso sesso non significa essere delibere attiniche attenta hanno
Alla unitari santità della famiglia addirittura si potrebbe arrivare a dire che coloro che sostengono il matrimonio delle coppie gay solo dei conservatori non per nulla il Primo Ministro inglese Cameron
E ha sostenuto questa legge perché è una legge che rafforza il legame sociale rafforza il senso di responsabilità
E se è compito dello Stato e quello di rendere la società meno anarchica meno dissociata
Man mano che il costume cambia occorre che le leggi si adegua nuovi costumi e riconoscano le nuove formazioni sociali ecco come vedete
Che il pluralismo morale è nella sua affermazione della diversità delle concezioni morali è un elemento di coesione di rafforzamento del tessuto sociale
E di questo ripeto bisogna essere consapevoli in fondo io dico sempre che il più grosso difetto della morale ecclesiastico assieda morale cattolica ufficiale
E quello di mancare di buonsenso
E il più grosso difetto della classe politica italiana difetto più accentuati in alcuni in meno in altri ma presento un po'in tutte le formazioni politiche
E quello di non ascoltare sufficientemente il buon senso che sale
Dal basso della società
Dove molte volte le persone hanno una consapevolezza dei problemi
Che la classe politica non ha perché abituata troppo come dire a parlare o con se stessa o con quel mondo giornalistico e televisivo che ruota attorno a classe politica
E c'è una specie nodi pappagalli ISMU dei media nei confronti della classe politica stesse
Quindi la battaglia per lo Stato laico o laicista si può fare è il momento di farla nonostante
Ci siano purtroppo tanti riscontri negativi e la situazione sociale
Come sta ed economia sette da all'inizio è una situazione di grossa difficoltà ma
E giustamente è stato detto che non è questo un alibi non è una scusa valida
Per non condurre quelle battaglie sui diritti civili
Che non interferiscono
Con la lotta per una migliore organizzazione economica della nostra società io non vedo nessuna contraddizione si capisce perché ad esempio la battaglia sul testamento biologico
Sulla procreazione assistita o per una migliore applicazione della legge sull'aborto verrebbe a contrastare no con le battaglie sociali che si fanno in campo economico in un momento così
Difficile traumatico come l'attuale quindi la battaglia si può fare a mio parere
La battaglia decisiva per avere finalmente in Italia uno Stato laico la battaglia per l'abolizione del concordato
Questa situazioni perché abnorme
Nel quadro mondiale il no di un
Rapporto concordatario fra lo Stato italiano e la Chiesa cattolica
Questa situazione deve essere finalmente Presa di petto e il concordato deve non essere modificato ma deve essere abolito non sarà domani
Forse non sarà dopodomani ma le battaglie si combattono anche sui tempi lunghi però non bisogna smettere di battere ribattere su questo punto che non c'è al
Un motivo di tenere in piedi
Un accordo che rispondeva ai bisogni dello Stato fascista ed il cui lo Stato fascista si è avvalso
Per rafforzare la sua influenza sette Agliana caduto il fascismo è diventato uno strumento al servizio della Chiesa cattolica
E del mantenimento dei suoi primi leggi
Allora vogliamo adeguare lo Stato alla società secolarizzata di cui hanno parlato i precedenti relatori mettiamoci tutti quanti a cominciare da nugoli io parlo per gli amici dei liberali e che sia un minoranza
Mettiamoci no con la buona volontà a combattere questa battaglia non facendo ci impressionare dalle società accuse di utopia dalle sette accuse no di non tener conto delle realtà perché
Se da che mondo è mondo si fosse sempre tenuto conto della realtà così com'era saremmo ancora all'età della pietra grazie
Dunque noi ci auguriamo che le persone si trattengano poi per aprire dibattito comunque per ascoltare delle domande
Ma vorremmo dare la precedenza ai relatori che abbiamo previsto quindi adesso ci saranno trenta importanti
Interventi di Daniele Garrone docente della Facoltà Valdese di teologia Fernando Youth Citigroup po'Martin Buber per la pace Alessandro Paolantoni segretario dell'UCOII Unione delle comunità islamiche in Italia
Do la parola alla Daniele Garrone
Io
No l'ho capito che avevamo così tanti stavo potrebbe sto fino alla fine ma molto laicamente appena finito il mio intervento mi devo allontanare due minuti per una cosa che non è bene che menziono in pubblico ma insomma non ama l'educazione volevo anticipare
No
No disagiato insomma allora
Voglio dire due cose sostanzialmente una è questa rete si sono menzionati di dati sull'otto per mille
Allora il fatto che il numero delle firme apposte nella casella Chiesa cattolica non siano nostri
Una richiesta di secretazione della Conferenza episcopale italiana che il Governo asseconda
Le cifre sono note perché quando con tre anni di ritardo convocano anche a noi convocano tutti quelli che hanno sottoscritto un'intesa e poi richiesto l'otto per mille
Viene comunicato che l'importo che viene attribuito e poi viene versato corrisponde a tot firme
Qui adesso non mi ricordo illustrino altri ultimi dati memoria ma
Quattrocentosettantacinque mila centoventuno sono le firme avute dai valdesi tre anni fa e perché non vogliono che
Sia noto perché diminuisce leggermente e soprattutto
Non credo che gliene importi più di tanto maxi vedrebbe
Il paragone con la crescita vertiginosa delle nostre firme perché i valdesi anche qui non ricordo il numero memoria ma i tesserati questi noi contiamo
Sono ventimila settecentonovantuno e ne perdiamo qui centotredici all'anno quindi se mi telefonato il primo settembre io prendo l'ultima
Relazione vi dirò quanti qualcuno entra qualcuno muore chi sono
Allora è chiaro
E questo per un dibattito politico culturale potrebbe essere molto interessante come mai venti mila che non contano nulla
Raccolgono quattrocentosettantuno mila firme
E come mai più dall'altra parte si tuona contro i temi di cui stiamo parlando questa sera
E più salgono le firme di questi qua
E io questo lo dico proponeva nel secondo punto cioè che tu ma lo posso anticipare
Che tutta questa roba di cui stiamo discutendo non solo non è vero che non c'entra o confligge con i gravi problemi sociali e politici che abbiamo ma è
C'è dentro fino in fondo e se noi non riusciamo ad avere un Governo decente secondo me e perché dei le cose liberali e le battaglie laiche di cui parliamo il giorno in cui
Tutti
Da una parte e dall'altra smetteranno di pensare che se che sono il vecchio pallino di un liceale che ha avuto la fortuna di leggersi tutti i libri di Ernesto Rossi
Che sono il pallino e si capisce di una insisto oppure di ugual Dese poverino è sempre stato tanto sfigato e lui ci tiene molto
Alle battaglie laicità e su questo concluderò il giorno che capiranno
Che dietro a questi problemi di cui parliamo c'è una postura del cittadino e quindi anche una concezione della politica della battaglia politica e del Governo della nazione diversa
Da quella a cui ci hanno portato le due nostre grandi matrici culturali che sono il cattolicesimo il comunismo un certo tipo di cattolici sarebbe forse cambia anche l'economia e lavoro e i diritti e la cittadinanza eccetera
Non a fini statistici ma
L'otto per mille molto interessante perché non costa nulla
L'otto per mille non costa nulla
Non è una tassa aggiuntiva è la possibilità di decidere di un obolo statale dello zero otto per cento dell'ammontare dell'IRPEF che lui ha deciso di sì inizialmente per finanziare il piano cattolico e poi ha esteso
Non essendo stato il Parlamento in grado di estenderlo in modo pluralistico quasi come foglia di fico diceva beh anche i valdesi gli ebrei gli altri che lo chiederanno
Allora se i nostri giornali a cominciare dal Corriere della Sera spiegassero agli italiani
Come sono finanziate le chiese negli altri Paesi
Potrebbe spiegare il sistema della Germania piane cristiano non piace
Perché è un residuo di accordi con i principi ma chi è tesserato cattolico opposte stante
Paga una addizionale IRPEF
Che incide
Circa del tre per cento cioè sai l'aliquota IRPEF del ventuno per cento se sei tesserato cattolico protestante paghi il ventiquattro
Allora dalla sociologia antropologia vogliamo spiegare agli italiani che tipo di postura religiosa diversa è di quella che è uno tutti gli anni anche quando c'era chi vive guarda il collega che altro o musulmane centralizza però io
Pago il tre per cento in più
E quindi se lì c'è anche una misura dell'indice di secolarizzazione vi assicuro che verrà conosco benissimo la chiesa protestante regionale molto ricca
Che ogni anno perde milioni e milioni di Euro tagliano i pastori prima ci avevano e la Pastorale dei giovani e la Pastorale dei motociclisti e all'assistenza all'infermiere che assistono quelle che abortiscono quelli che hanno il tumore
Tutte adesso mancano i soldi e si taglia ma c'è anche un controllo sulla Chiesa
Perché se la Chiesa prende degli indirizzi che non ti piacciono tu puoi dire e questo inciso due anni fa moltissimo in Baviera vi lascio immaginare perché
Come mettere anche di gente che scriveva dice io continua a essere cristiano
Ma io non finanzio più una chiesa che su queste questa scelta non li do più mio tre per cento alla firma l'otto per mille e potremo concludo questo primo punto fare il paragone anche con un'America dove
I dati che noi che abbiamo sarebbe o per tutte le religioni molto più elevatissimi se spettante fischia per cento degli americani sono affiliate una chiesa lo dichiarano orgogliosamente
Molti considera la massoneria come una religione e poi molti son tutte e due per cui ti dico io sono prescritte Riano valdese ma sollevato dice questa è la mia stima Goga l'altro la mia moschea eccetera eccetera
Ma nessuna Chiesa ha mai visto uno dollaro venire dallo Stato
Quindi è tutto su contribuzione volontaria
è però da c'è questo grande si vitalità eletto a tagliare le tasse vale per tutti anche se io le regalo a un'associazione umanitari allora c'è il paradosso ma di un grandissimo separatismo e poi di una
Militanza religiosa espressa e tra l'altro farebbe bene anche i nostri politici sapere che la stessa
Postura che è di matrice potestà ante dissidente cioè il perché di questo viene dal fatto che le chiese non c'erano non ha mai potuto fare chiese di Stato
In America e quindi ogni chiesa per forza dovuto
Diventare un'associazione
Che i suoi militanti pagano e quando allora il presidente Obama simbolicamente ringrazia la signora
La vecchietta dell'Ohio mi sembra che mi sono commosso muta pelle d'oca sentire un discorso quando detto io ringrazio scelgo la signora che mi ha mandato venti dollari
Va beh
L'ICE c'è un'altra idea della della cittadinanza della Repubblica
Cioè non è un sentimentalismo tu pensi che tu è un altro un altro un altro venti dollari per uno si faccia un Preside
Secondo punto e ultimo e chi è chiaro che qui emerge
Una
Differenza tra il Paese come lo si ricostruisce su specie religione non solo e la rappresentazione e anche ad il teatro
Non necessariamente in senso negativo che su questo Paese viene costruito cioè il Paese
C'ha i matrimoni che sappiamo gli aborti che sappiamo la pratica religiosa che sappiamo eccetera certo mai creato anche detto che se sono cioè la discussione l'interazione dei soggetti
La
La sfera pubblica
è su un altopiano ove sociologi
Che
Dieci anni venti fino a dieci quindici anni fa erano tutti convinti del paradigma vecchio della secolarizzazione l'intera l'avanzamento sociale democratico industriale post può dura sempre più secolarizzazione oggi dicono no cede secolarizzazione perché
L'anno in in Africa la religione cresce in America cresce e cresce dappertutto c'è l'eccezione europea
Era questo lo dico a tutti io acqua anche quando parlo io non è ricavato o in Germania c'è la dico poi dovete sapere però che nell'eccezione europea c'è l'eccezione italiana
Cioè che è uguale all'Europa e nella sua eccezione rispetto al trend del secolarizzato del mondo ma è l'unico Paese che io conosca dove alla
Secolarizzazione
Corrisponda non soltanto l'adeguamento
Dei privilegi dei soldi dalla rappresentazione ma anzi dove si verifica che la scelta strategica di cui
è stata non di puntare sull'emarginazione dice qui nessuno crede in più crede più a predichiamo le Vangelo come diciamo netti cioè rimettiamoci apparati Gesù Cristo della libertà di Cristo e delle
Ed è l'amore che che il Vangelo insegna no
Bisogna blindare sopra rappresentare
Eccetera eccetera eccetera allora e concludo
Il dramma
è che questa
Scusi
Questo sistema complete
Quelli che oggi decidono oggi ieri e avantieri decidono dei nostri destini ce l'hanno
Quale entro e quale questo il problema cioè si continua in politica e sui giornali a ragionare come esistesse una questione cattolica
Ma questa questione cattolica nel Paese non esiste più
Non esiste più esiste nella loro testa perché vengono da Togliatti era De Gasperi
Questa detto brutalmente questa è la ragione ma solo nella loro testa poco approvata
Il settantacinque per cento settantadue a seconda dei vari sondaggi degli italiani sono favorevole al testamento biologico allora ditemi voi se in questa situazione delle scorse elezioni in cui si capisce che la gente non non non li vuole più mi metto a non ci vuole più
Ma voi andare a studiare corposi una bomba dove va il tuo Paese
Io credo devi anche convincerti ma anche Turi Manessi il vecchio D'Alema che sei nel senso dell'euro tutto l'incarnazione
Vuoi prendere atto che il settantacinque per cento degli italiani salute avrebbe il testamento biologico vuoi provare a mettere al tuo programma politico perché fosse prendi dei voti perché fosse prendi rivolti
Io credo
Rischi contava
Volevo dire ancora come mi sta sfuggendo a
Leggetevi e qui finisco davvero se non l'avete fatto io sono riuscito finora solo a parlarne e non a scriverle a scriverle tanto meglio
Conto cimento di budella che anche un anno e il mezzo di distanza mi suscita quello che hanno scritto il compagno Vacca il compagno tronchi il compagno Barcellona e non mi ricordo il quarto
Cioè gente che io me le ricordo la mia gioventù che ci davano lezioni
De L'Arena a sinistra
In cui dicono che l'emergenza democratica
Dell'Italia e sui valori della vita
E ripartono
Citando il Papa
E ci spiega il lo conosco personalmente anche simpatiche lei il filosofo Vacca
Che non bisogna pensare e lui gli altri che non perché ha firmato tutti quanti un bisogna pensare che la polemica del di razzie col relativismo sia una cosa contro la modernità no e solo contro il nichilismo
Quando se c'è una cosa Bonetti lo sa perché come me si è studiato tutte le insidie che ha del Papa se c'è una cosa che colpisce e che l'unico su cui il Brasile non ha sparato e dice Bacone l'utero canti
Tante fosse peggio di Nietzsche sì se sei un liberale sì se sei un liberale allora io temo che questi
Più permesso nove del decreto contorcimenti mentali fuori dalla realtà
Io temo che siano quello che in fondo al di là poi del
Del peso politico che magari col Vaticano bisogna fare i conti ma magari fosse solo che col Vaticano bisogna fare i conti ma se la tua cultura
La tua cultura in fondo viene dall'articolo sette
Che non è un incidente che non è un incidente vuol dire che in realtà la religione la fede nessuno sa cos'è
E bisogna
Tratteggiare bisogna turbare un equilibrio
E abbiamo visto dove ci hanno portati questi equilibri trovati qui voi non siamo affatto degli aristocratici fuori dal mondo che si occupano di questioni borghese secondo me noi stiamo lavorando intorno alla nuova postura
Di un cittadino libero e democratico di questo Paese
Terminando giudizi
Anzi
Dunque innanzitutto grazie per l'invito
Preciso la sigla che è stata citata prima che per esteso fa gruppo Martin Buber ebrei per la pace perché
Dimenticando a parole vere non si capirebbe il sex l'invito credo
E
Di aggiungendo per
Team non lo non lo sa che nel nostro caso la la parole per lei non non
Non ha una connotazione principalmente o specificamente religiosa ma in senso lato diciamo un riferimento da un lato a quello che si può definire il porto il popolo ebraico e dall'altra la tradizione
Ebraica che sono appunto i due
Due dei poli all'interno dei quali
Si si è mosso nella prime da del nostro se del del del Novecento il pensiero di Martin Buber che lo lo ricordo per chi non non avesse in mente insomma è stato un
Uno studioso della perenzione ebraica un filosofo nato in Germania e che poi a un certo punto della sua vita negli anni Trenta si trasferì in quella che all'epoca era la Palestina sotto mandato britannico perché
Oltre a essere appunto nostri o sulla prevenzione pratica e uno di sinistra anche sionista
Ora venendo ai temi di oggi io innanzitutto vorrei spezzare per come si dice una Lancia a favore
Di una considerazione che è stata fatta dal professor Bonetti perché io sono in generale convinto ancor più rispetto al i temi di cui discutiamo stasera dell'importanza delle parole
Ora è accaduto questo
Degli ultimi non so dieci anni più o meno che la parola laicista è diventata una parola dotata di una
Connotazione negativa quasi che laicista volesse dire laico estremista cioè laico
Può ancora andare bene laicista e un laico cattivo invece io penso come vorrei soffermare un attimo su questo punto
Come credo aver capito pensi professor Bonetti che
Esattamente il contrario perché in italiano consentitemi una considerazione proprio terra terra ISU il suffisso Istat ottimismo denota o chi svolge un'attività o chi è a favore di una
Posizione letto un ciclista è uno che va in bicicletta un socialista è uno che a favore del socialismo
Un regista è uno che a favore alla società della laicità non è uno un laico
Estremista o parroco dotato di una suo qualche particolare sì capire
Quindi europea a favore della laicità dello Stato dopodiché può essere ATE o può essere o meno un mistico cioè voglio dire il suo rapporto con la sfera religiosa e altra cosa
Decisa è a denota un apporto con e con laicità dello Stato e la laicità delle istituzioni
Che come ricordava prima anche
Professor calore insomma in Italia purtroppo lo sappiamo non è un problema risolto no all'interno della modernità
A differenza di ciò che è accaduto in
In altri Paesi non è un problema risolto ricordava giustamente il processo che loro questo mi sembra un punto molto importante che
Nella formazione degli Stati Uniti e
Non è solo e tanto il discorso protestanti non protestanti ma appunto il fatto che
Come Stievano alcuni storici mi pare non so Benton se non nemico ragionare se senza scese la relazione
è importante sono state molto importanti all'interno della grande movimento che la riforma protestante le cosiddette
Che chiese diciamo non non conformista insomma trasformazioni minoritarie all'interno della stessa proprio protestante minoritarie rispetto alla al luterani siamo o al calvinismo
Che proprio nella loro come purtroppo
Perciò per dire quel famoso i quartieri io
E altre che
Proprio nella loro
Paul condizione di minoranza hanno costruito un rapporto con lo Stato che in alto in altri termini potremmo definire
Liberale insomma cervice vedete John apporto molto importante tra solo del presente sono state liberalismo in Italia la storia ha avuto un altro
Un altro percorso
E che soprattutto non non non tanto nei primi anni dalla formazione dello Stato unitario in cui liberali come noto erano al potere ma dopo dal fascismo in avanti siamo c'è stata una
Un'enorme regressione e quindi la la questione della laicità dello Stato continua a essere abbastanza incredibilmente un punto problematico
E indica il giustamente invece la è una cosa che va
Che va a la questione va continuamente sollevata anche proprio per le sue ricadute pratiche
Ma perché già avare a proposito di crisi dello stato sociale rispetto a questioni come non solo a scuola o la sanità la recita dello Stato diventa un punto voi decisivo di come si strutturano queste stesse
Questi stessi aspetti del dello stato sociale
Ora venendo invece proprio al all'insieme della del delle presentazioni che abbiamo ascoltato stasera
Mi pare che il
Il senso ma la cosa che che mi ha colpito
La come dire la divaricazione tra i due movimenti
Che sono venuti fuori dalle due dice
Nel senso che non l'alto abbiamo questa
Crescita diciamo
Un della secolarizzazione
E dall'altro abbiamo una soprattutto alla nel nell'insieme la produzione televisiva una
Crescita diciamo adesso non so se si consolidi religiosità ma insomma di di di
Promozione della Chiesa cattolica mi suggeriscono ecco questo secondo me è
Il punto che mi permetta di fare questa osservazione va inquadrato
Come dire in quella che si definisce sempre una questione più ampia ed è il fatto che
Insomma la differenza che c'è tra prima e seconda Repubblica cioè il fatto che questi anni
Questi vent'anni siamo corretto ventennio berlusconiano o cosiddetta seconda Repubblica sono stati anni di decadenza culturale secondo me rispetto a
A quelli della prima Repubblica e
Questo è un punto
Di riflessione che mi limito così a accennare perché servono sia molto complessa
Di
Perché i cassonetti
Minore laicità rispetto agli anni in cui
C'era al Governo un partito che si definiva cristiano il nome la Democrazia Cristiana che però forse poco perché in quanto partito
Politico
Almeno in una parte consistente della sua classe dirigente si vuole avere un rapporto come si dice dialettico con la Chiesa intesa come istituzione
Fatto sta che io mi ricordo se mi consentite pone ricordo personale
Così di un di un di un giovane ebreo alla televisione c'era a un certo punto diverso non esco collocarlo con gli amici ho riflettuto in queste ultime ore scopo di cui si voterà padre Mariano no ecco che arrivava
Era
Anni Sessanta un frate credo francescano vestito dal fratello finalmente
Che faceva con suo una sola Bremer predica
Sorridente insomma anche bonaria giustamente e voglio dire perché lo cito perché da un punto di vista della
Come dire chiarezza del messaggio c'è una cosa onesta da questo è un frate non fa finta di essere
Uno che passerei per caso Bonfrate a Parma come un sacerdote cattolico che per chi vive anche frate ente ICE delle cose da da da cattolico greca parlare agli altri so quindi
Era una presenza cattolica inteso non è una presenza diciamo così onesta cioè non non non messa tra le righe
E
Come altre ce ne sono anche sono rimaste varato insomma invece
La televisione io essendo prossimamente giornalista sono molto attento ai
Non so se sono attento sono interessato diciamo analisi diversificata diciamo così dei mezzi di comunicazione
Credo che la radio abbia mantenuto
Una sua capacità di
Descrizione alla analisi discrezionale alta molto importante proprio come mezzo di comunicazione può naturalmente ci sono diverse diversità di richieste di sempre come mezzo insomma
Mentre la televisione a a appunto qui il caso di di ricordarlo negli anni del ventennio berlusconiano in cui
Il modello della televisione commerciale fatta poi in un certo modo
Perché non li strategia commerciale si è fatta male insomma concorra degli alla marcia armate in un certo modo ha completamente mangiato
E di sviluppo latte revisione vivo dell'originale dalla televisione pubblica che era quello come è noto di una agenzia educativa discutibile come tutte le cose di questo mondo però sostanzialmente
Negli anni della Prima Repubblica televisione bianco e nero è stata una agenzia educativa crea contribuito diciamo al
Alla
A diffondere
Una cultura industriale insomma una cultura Pompei moderna di di di di
Di di di approccio del del tra un individuo la vita sociale
No no no no no va be'però compri io dico complessivamente il messaggio del mezzo pubblicità compresa insomma è stata una cosa di di di anche trasmissioni giornalistiche
Il messaggio complessivo secondo me è opinione mia personale è stato una cosa che ha contribuito diciamo così avrà modernizzare
Asia e l'Italia è una visione
Di un processo di modernizzazione rispetto
A un Paese profondamente rurale come l'Alitalia fino alla seconda guerra mondiale
Negli anni del determiniamo revisione ha svolto tutt'altra funzione e penso che
I dati la ricerca non ci sono illustrate stasera possono essere compresi se inseriamo in questo in questo contesto insomma
Che è un contesto di di
Diciamo anche di di di complessivamente sommati
Di involge alimento culturale in cui
Predominano appunto
Trasmissioni cianosi anche a basso costo perché sostanzialmente talkshow
Che
I reati sono trasmissioni a basso costo rispetto a
Sia all'altro nanismo d'inchiesta o o i documentari o alla fiction così come veniva fatta un tempo
E quindi penso che
Ci si occupa questo aspetto va visto però tornando
E
Cercando di conclude ragionamento
Questa insistenza su o
Tematiche religiose è specificamente in questo caso cattoliche
Fate passare un po'come dire di contrabbando
Se letta insieme alla altro ce sordi di secolarizzazione che è stato descritto assume anche un senso insomma no cioè di
Come dire una mettere un più laddove c'è o meno insomma ecco
E
Quindi
Vorrei
Conclude con due osservazioni una e che
Naturalmente sul punto la cosa che credo sia utile
Bagno per me importante e ovviamente come dicevamo prima anche rispetto al contesto che ci ospita stasera cioè la CGIL e
Tenere sempre
Avverto riacceso questo discorso sulla laicità dello Stato su laicità delle istituzioni non è certo questa
Insomma non vuol dire non penso che il discorso complessivo che ne vogliono svolge sia quello di dire che sia o un bene o un male essere o non essere religiosi o di questa o di quella regione vogliono personalmente un'opinione negativa del fenomeno religioso in quanto tale
Ho ovvi detrimento un'opinione negativa di una situazione di di di mancanza di di un anno non lei cita dell'istituzione
E di cui è la struttura dell'otto per mille è un esempio concreto come c'è stato ho ricordato prima il professor Garrone però vorrei concludere con una proposta non so se se se se è praticabile o meno
E cioè che
Rispetto anche a
Una cosa è stata ricordava prima da Enzo marzo cioè che
Queste
Insomma la la
Quindi questo tipo di ricerche hanno praticamente cadono nel vuoto non nel voto stasera qui tra noi ma non hanno nessun eco mediatica salvo la meritoria cooperativa di radicale che
Trasmette questo tipo di dibattito ecco io credo mi mi permetterei di suggerire sono cose questo ce ne sono e si potrebbe organizzare al di là di un dibattito uno come è stato fatto stasera o presentazioni come mi è parso di capire che sono state fatte in pubblico io credo forse
Lampi modestissimo tentativo di costi una conferenza stampa
Se mai si dovrebbe fare perché i dati per la loro anche quantificazione numerica
E cioè i dati mettendo appunto come è stato fatto stasera le due ricerche uno accanto all'altra in una presentazione sintetica
Se come parlano da soli insomma ecco quindi anche se
Sappiamo benissimo che l'orientamento
Generale dell'informazione italiano non è particolarmente sensibile a queste tematiche e
Questo è purtroppo vero a partire da quelle che sarebbero due dovrebbero essere in teoria sarebbero come dire le
Le roccaforti Stella laicismo come
Chi è tale di seriale Jolie crede la sera ma così non è
Però ecco io credo che mettendo insieme questi il confronto tra queste due ricerche qualche cosa di un minimo di impatto mediato meno di di di impatto informativo si potrebbe solo tre volte
Alessandro tale Antonio
Sì buonasera a tutti
Ovviamente ringrazio la CGIL per questa
Opportunità
Che ci dà di
Di parlare di questi di questi argomenti così così importanti
E vorrei
Diciamo fare alcune riflessioni
Su tutto quello che abbiamo che abbiamo sentito fino adesso e in particolare proprio su questa questa ricerca che io ho trovato molto molto importante molto molto interessante
Sicuramente la la presenza della comunità islamica in Italia
è una presenza numericamente molto consistente
Parliamo di
Un milione e seicento mila musulmani in Italia
E nonostante questo non ci poniamo per il momento il problema dell'otto per mille
Perché non avendo
Né un'intesa né è una cosa che non non ci riguarda posto che l'intesa sia
Come dire la la il punto d'arrivo che tutti quanti noi sosteniamo io sono sostenitore più di una di una legge sulla libertà religiosa in questo Paese più che delle intese
Ma al di là di questo
La realtà islamica in Italia e
E la secolarizzazione
Questo è un tema che
Per noi
Eh
Un portatore di una serie di spunti e riflessioni perché il tema della laicità
E quindi della secolarizzazione nel mondo musulmano sicuramente pone una serie di di interrogativi e di e di riflessione
Anche perché dobbiamo considerare che la stragrande maggioranza dei musulmani presenti in questo Paese sono e cittadini immigrati quindi provengono da culture storie
E anche diciamo Governi no diversi da quello che trovano quando vengono in Italia anche se la presenza di italiani
Parodia italiani autoctoni non di italiani naturalizzato anti
è una presenza come piuttosto consistente che è diciamo stimata
Almeno nelle trenta mila unità no quindi
Diciamo c'è una la composizione diciamo di questa comunità con la composizione estremamente variegata quindi
Quando
Veniamo così Invitalia parlare di Islam nelle nelle
Convegni io preferisco sempre premettere di quale Islam parliamo di quali mussulmani parliamo
E di quale rapporto con la contemporaneità perché questo ed perché l'Islam non è un un monolite non è anzi è una realtà estremamente
Variegata e la stessa cosa vale
Evidentemente per la comunità musulmana in Italia quindi ci sono tanti modi di concepire la laicità ci sono tanti modi di concepire la secolarizzazione
Non tutti i musulmani sono praticanti no una parte
Osservante una parte
Si pone diciamo in una in una sfera intermedia e c'è una parte che non non pratica non non crede interne i valori
Della Regione umana
Se non magari come tradizioni o poco più insomma quindi tutto il il il l'idea che spesso viene rappresentata e qui diciamo entro un po'nel nel merito della ricerca
Che il esista una forma di musulmano standards no questa è una con
Dire è una mistificazione che noi molto spesso troviamo nel modo con cui in Italia si rappresentano i musulmani proprio nei media sulla stampa eccetera
Diciamo pur o leggendo diciamo che il il
Diciamo la la ricerca che è stata fatta i dati
Diciamo hanno hanno confermato quello che noi in un certo senso già sappiamo e cioè per esempio nel rapporto tra in media e il appunto la rappresentazione
Dell'Islam dei musulmani
C'è questo tipo di atteggiamento
Però l'Islam viene citato nominato in occasione di fatti delittuosi
Quindi legati al concetto quindi di sicurezza e così via perché
Qualche cittadino
Appartenente a questa e comunità commette un delitto un reato
Oppure i musulmani vengono chiamati
Però vengono interpellati per parlare di
Argomenti religioso
No
E questo è un un come dire una per una comunità di un milione seicento mila persone no è una rappresentazione quindi piuttosto carente stanco diremo come minimo no perché
Possibile che non c'è un musulmano che il abbia un'opinione politica che legga un libro che sia informato sulla
Sulla sulla realtà no per cui
A questi musulmani ogni tanto possiamo anche chiedere qualche altra cosa insomma che cosa ne pensano della laicità di cosa ne pensano
Di tutte quelle cose che di cui abbiamo abbiamo parlato abbiamo parlato stasera
Io diciamo in genere preferisco non
Non aderire diciamo un approccio di tipo vittimistica ordinari in questo
Al contrario perché credo
Che sia necessari su questo soprattutto per chi ha diciamo delle responsabilità
Diciamo a livello a livello associativo cercare
Di essere più propositivi che non ecco ad avere questo approccio di tipo vittimista io però
Allo stesso tempo bisogna comunque sottolineare
Quelle cose che a nostro avviso non vanno
Per quanto riguarda il il
Il rapporto diciamo tra il
I musulmani
E la laicità da qui bisogna veritiere un po'la
La storia Hilla e anche la la situazione politica
Del mondo musulmano no pur con tutte le differenze che che abbiamo detto
Concetto di laicità
Parlo soprattutto di quello che conosco cioè di quella parte di musulmani che sono quelli che frequentano le moschee che diciamo aderiscono no al al al credo religioso
Molto spesso nel mondo arabo e musulmano nel il il concetto di laicità la parola laico a un un concetto fortemente negativo
Perché viene associato a quelli laicismo di cui dice che dicevamo prima cioè dell'essere antireligioso a questa accezione nel mondo nella
Gran parte del mondo arabo musulmano per cui
Questa impostazione diciamo viene mantenuta anche quando queste persone vengono a vivere nei nostri Paesi quindi che le le
Cioè diciamo un lavoro
Culturale
Che bisogna fare per cercare di di far capire
Che cosa vuol dire qui diciamo in Italia per esempio quale che cos'era laicità anche cosette il laicismo di colui che ci ha parlato il professor
Bonetti
Un altro elemento che secondo me caratterizza il l'idea
Del del musulmano rispetto rispetto allo Stato no
Sempre io mi sto riferendo a musulmani osservanti
Perché nel mondo arabo-musulmano
Invece il ruolo
Che giocano le televisioni è un ruolo veramente importante perché
Perché c'è stato negli ultimi dieci quindici anni una proliferazione di canali tematici
No che possono essere tranquillamente visti perché basta una parabola istituti può vedere diciamo le le le emittenti da tutto il mondo musulmano
Che trattano esclusivamente quasi argomenti tipo religioso quindi sul esegesi coranica sul
Per gli aspetti del TAR il TAR SIR del del ADISCO indico direi diciamo delle delle Sharia eccetera eccetera cioè c'è una e questo la signora è di grandissimo successo
Dove e i grandi sa di enti riconosciuti diciamo e né in tutto il mondo persona quasi delle star qua diciamo
Questo diciamo un elemento credo culturale molto è molto importante per
Inquadrare diciamo il
Il concetto i concetti che abbiamo diciamo espresso stasera riferiti al sentire diciamo delle comunità musulmane
Questo che cosa ha a che cosa comporta però disse che larga gran parte dei musulmani che vivono in Italia
E che diciamo
Ognuno di loro ha in casa un televisore con una parabola continuano diciamo a seguire anche vivendo qui con molta
Attenzione queste in queste trasmissioni che diciamo di per sé non sarebbe un un dato negativo se non
Per il fatto che se poi non si contestualizza
Nel nel Paese dove si vive si finisce per vivere diciamo con una una una separatezza una separazione l'altra magari le elezioni l'insegnamento che viene da un professore che vive in Egitto piuttosto che in Arabia Saudita piuttosto che e poi però ci si deve confrontare con una realtà che è molto diversa no quindi la e quello che è importante
Quello diciamo che la nostra responsabilità di organizzazioni religiose si
Sia quello di
Aiutare di favorire invece
Nelle comunità musulmane
Proprio la la formazione di un pensiero
Ripeto laicista nel senso che come la la definito il professor Bonetti proprio che netta al centro del
Lo Stato
Si metta al centro la centralità
Della delle istituzioni che possano garantire
I diritti di tutti quindi anche
I diritti dei musulmani evidentemente
Quindi tutto è un processo che è e è in itinere possiamo dire perché anche in particolare la comunità musulmana in Italia
Rispetto ad altri Paesi hanno comunità una comunità più giovane no è una imitazione molto più recente quindi e è ancora diciamo in una fase di radicamento possiamo dire
Siamo alla seconda generazione
Terza diciamo sta iniziando adesso mi sentivo però di dire
Che in
La legislazione italiana
Se non fa dei passi avanti sul
Sul campo della cittadinanza per esempio
Sì rimaniamo con delle leggi
Che veramente quasi impediscono
A questi ragazzi di diventare i cittadini beh questo probabilmente era rallenterà questo questo processo diciamo di inserimento diciamo nella nel tessuto nel tessuto sociale della vendibili queste generazioni
E anche perché
E qui torno un attimo al al rapporto con i media perché
è è veramente un punto sensibile
Cioè la quella comunità sente particolarmente
Questa questa difficoltà a a rapportarsi con
Il resto della società a causa della rappresentazione che si dà di dei musulmani perché
Abbiamo detto il musulmano viene salta diciamo balza agli agli onori della cronaca se c'è un fatto delittuoso oppure si intervista all'Imam a Ramadan lì si chiedono due parole sul digiuno
Finita lì
Ma c'è un altro dato che io
Ho riscontrato diciamo non in maniera così scientifica ma empiricamente
E
Che riguarda soprattutto la rappresentazione del giovane musulmano
Questo diciamo io in questo periodo un po'una una sorta di fastidio sinceramente
Perché c'è una rappresentazione questo lo dico diciamo in maniera trasversale non parlo di un amico emittenti piuttosto che di un'altra o di un giornalino tosto di un altro
C'è una rappresentazione del giovane musulmano
Quanto più non so parlare il dialetto loro tifa per la Roma cioè c'è una
Edulcorata Simone possiamo dire non che che è una forzatura
Questi questi ragazzi non vengono loro avventura presidi per quello che sono no questo è un esempio però è molto frequente questo cioè c'è come
Una volontà
Di far vedere che questi ragazzi BEI ti faccio vedere come come vorrei che tuffo Ossino quindi
Innocuo non pericoloso no perché c'è sempre questo rimando no al fatto che se se non è così
Beh forse c'è il rischio che frequenti la moschea fosse c'è il rischio che essi islamizzazione troppo no
Cioè c'è questo e questo
è una è un
Diciamo una cosa che io ho riscontrato e riscontro molto frequentemente e questo perché e più pericoloso
è più pericoloso perché proprio riguarda le giovani generazioni
Se un un giovane che già trova difficoltà magari per ottenere la cittadinanza in più gli si chiede di comportarsi di rappresentarsi in un certo modo perché così è più spendibile mediaticamente beh questo sicuramente
Non non favorisce diciamo ecco il e lei il fatto che invece questi
Queste idee generazioni debbano
Necessariamente entrare diciamo in questo
In questo ambito di di di laicità Chicchi è necessario
Che è necessario
Altrimenti cadremo e continueremo in quello che il professore allievi
Ha definito le eccezionali su islamico e che purtroppo ancora è il dato dominante nelle nostre comunità sia per la rappresentazione che gli altri danno
Ma
Oltre
Poi diventato un dato di autorappresentazione delle comunità musulmane cioè oggi la comunità musulmana si presente in maniera
Appunto è molto più facilmente come un qualcosa di eccezionale con qualcosa di speciale come un qualcosa di strano no questo dell'autorappresentazione vuol dire che questo modello entrato profondamente nella
Nel nel vissuto quindi né nel comportamento uno e questo credo
Che ci sia un qualcosa che vada
Vada eliminato in qualche modo barba vada
Diciamo minimizzato
E quindi
Io so sono d'accordo con quanto ha detto
Liuzzi prima di me sul fatto che questo tipo di approcci e questo tipo di manifestazione cedendo dovremo cercare di incentivare un po'
Perché come anche ha detto il il il segretario Lamonica all'inizio
Io sono molto d'accordo su questo nel
Non dobbiamo essere condizionati
Dal clima diciamo di crisi che poi di a cui scia anche certi spinte noi xenofobe eccetera eccetera ma al contrario
Proprio chi a
Delle responsabilità in qualunque campo
Culturali e sociali
Il sindacato eccetera
Vede
In un certo senso un certo senso occuparsi di queste cose perché nessuna
Aspetto della della società e e è slegato dall'altro no niente è inutile che noi parliamo soltanto di problemi economici se non trattiamo anche questi
Problemi
I problemi della sanità i problemi nonché tutti sappiamo perché altrimenti non se ne esce
C'è bisogno quindi appunto dello dello sforzo di tutti e spero
Vivamente che
Appunto iniziative di questo tipo lo saranno
Non solo ripetuto ma saranno diciamo il futuro più frequenti e che
Coinvolgono maggiormente quanto più persone possibile grazie
Dunque abbiamo svolto tutti i nostri temi nel frattempo come sempre accade
La presenza fisica nella sala si poi rottama se ci sono domande ci fa molto piacere siamo qui
Infine voi solo Antonia Santino io non voglio fare una domanda voglio semplicemente fare una brevissima comunicazione sulla base di tutto quello che oggi interessantissimo che abbiamo sentito volevo dire che noi come associazione nazionale per la scuola della Repubblica abbiamo inoltrato ai candidati sindaco del centrosinistra
E ai consiglieri comunali e i presidenti dei municipi una serie di se di esigenze che avete di richieste che avevamo già formulato in passato con me
Consulta per la laicità delle istituzioni e che era caduta nel vuoto diciamo allora cogliendo l'occasione proprio di questa imminente lezione
Al Sindaco noi chiediamo proprio quello che in tutti questi interventi è stato detto che in concreto si salvaguardi la laicità delle istituzioni e cioè con dei provvedimenti a livello di municipio presenti o le sale dei matrimoni
Che non siano così rare come sono quelle poche due-tre in tutta Roma che ci sono le sale per il commiato
E la presenza nelle scuole per esempio dei di quei Minuetto inizi che erano iniziati al tempo in cui era Sindaco Veltroni eccetera in molte altre
Di queste cose che servono a favorire un clima di inserimento di integrazione fino dalla scuola materna elementare e
Sappiamo che il Comune appunto sulla scuola dell'infanzia ma non solo sulla scuola elementare anche
Ha delle competenze e anche nella sanità e anche la salvaguardia sui finanziamenti alle scuole private un discorso da testo
Venuto con un referendum di Bologna molto molto attuale cercare di fare in modo che veramente questa presenza dello Stato
A livello di città e di municipio e quindi di territorio possa contribuire a far sorgere anche laddove ancora non c'è
Questo spirito di laicità in tutti coloro che rappresentano anche diverse religioni grazie
Tenendo di Cassano un altro sì e fanno
Sì sì va bene no volevo chieda ombre faceva una considerazione proprio come diceva il professor Bonucci
E a fronte di quello che dice lui del del
Dal mondo Goga incontrato a Roma mi veniva in mente che c'è anche una parte della della dei cattolici o della Chiesa che Serino amministrativisti però anche
Si rifà Movimento per la vita piccolo doveva dire
è un po'un po'ambiguo come me cioè messaggio della Chiesa non è chiaramente non è chiaro insomma in questo senso qui perché sì c'è la chiesa
Del
Dei parroci che sono solo sul territorio tutti i giorni ma c'è anche questa Chiesa è qui che ha un peso
Molto ma molto forte all'interno del delle strutture regole a parte lo IOR va beh non facciamo quel discorso lì così ma questi qui sono molto sono duri insomma milizia Christie
Se al a me me capire andate a vedere il sito c'è da spaventarsi insomma voglio dire come messaggi chiari che manda che lancia movimento anche per la vita
Le rive cui questi e questi sono quelli a cui il in questo nuovo papà da dall'appoggio e da dalla sostegno insomma in questo senso qui non so quanti parroci hanno l'appoggio
Per il sostegno
Quando l'appoggio e sostegno ventiquattro Francesco appunto di quello che dicono che vanno che vanno facendo sul territorio tutti i giorni Grassi
Sono questi movimenti io però
Ritengo che la loro presenza organizzative mediatica molto più forte
Rispetto alla loro presenza fra la popolazione così è che c'è una sopravvalutazione perché sanno farsi pubblicità
E molto spesso la stampa cosiddetta laica parla moltissimo di questi movimenti e molto meno di altri gruppi che pure sono presenti
Sono presenti e diffusi e certamente comma questo
è fa parte poi da della dialettica di una società nella quale anche i gruppi di questo tipo devono essere presenti io vorrei ricordare che compito dello Stato
Non è quello di aspettare che scompaiano i vari fondamentalisti compito dello Stato è quello di far rispettare il Comune
Ecco perché molto spesso no noi abbiamo questa strana idea che dobbiamo aspettarci non la conversione
è di coloro che praticano no un fondamentalismo dogmatismo ma
Tutto questo non ha nulla a che vedere con il concetto di laicità lo Stato faccia il suo dovere
Applicati la Costituzione garantisca le libertà abolisca i privilegi e poi ognuno svolga la sua opera di apostolato
E al gli argomenti dei fondamentalisti opporremo i nostri ma ripeto il problema e prima di tutto politico lo Stato deve armene coraggio una classe politica deve avere coraggio
Sì breve considerazione a proposito di pratiche
Si Andrea Costa a proposito di Vaticano media con ironia
Oggi vedere in Italia un documento mai visto Papa Wojtyla concione are davanti al pino OSCE
Con alte urlare convincenti in un'occasione pubblica lo possiamo vedere solo andando al cinema vedere nove giorni dell'Arcobaleno si parla della dittatura cilena
Immagini di repertorio mai viste prima e qui in Italia a trentanove anni mai visti ecco queste in Italia forse dato per vedere qualcosa che è stata negata giornalisticamente storicamente
Tocca andare a vedere un film ben fatto dall'alto che parlava dei media di come il Cile superò la dittatura con un famoso re esperendo un dell'ottantaquattro del dell'ottantotto se non sbaglio
Del piccola parentesi che chiudo una domanda ho sentito parlare molto di Stato
Lei citava con una visione molto io sono come minimo nostalgico della modernità
Ecco molto moderna però qui e da qualche anno che lo Stato italiano non se la passa bene da parecchia ma parlo anche come teorie costituzionali
Si parla di comunità di comunità ismi modelli diciamo molto più
Ispirazione angolo
Suonerà sull'antica rispetto alla visione un po'troppo francesi è uno show intricata posso dirlo così
Come vi ponete allora su questa che
Per me che parlerà la grande sfida modello costituzionale europeo moderno oppure egualitarismo per tutti rispetto ad un modello che oggi è un po'più vincente come parlo di egemonia culturale naturalmente
Modello più comunitario o
Se volete anche concordatario perché fine poiché abbiamo un po'tutti capito Sissi le grandi comunità anzi cede qualcosa uno Stato che arretra una dea molto liberale più crociana insomma con cosa
Un una lingua accomuna Rengo comune precisi score mi non pochi come lei sa con l'idea che poi c'è uno Stato
Forte che saprà autonomamente o forse per intrinseca necessità della storia che essa
Affermare i diritti dei più deboli o di tutti quanti ma siamo proprio sicuri
In Italia oggi chissà per domani
Grazie ma io rispondo per
Me stesso naturalmente
Io sono per lo stato di Silvio Spaventa e quindi vede come sono conservatore
Ecco sono sono per lo Stato dei Silvio Spaventa
E a costo di essere accusato Air qualche accusa annui eredi anche dell'azionismo in questo senso no ogni tanto
Bene dai liberali alle vongole
Scontenti e richiama
L'amico Enzo Mari chiamava anche Mario Pannunzio
è io sono per lo rivotiamo libera l'OIV ecco per
Per lo Stato laico forte
E quindi sono per uno Stato che come diceva il grande storico Adolfo Omodeo il maggior collaboratore di Croce durante gli anni del fascismo
Dello Stato liberale le è uno Stato che libere agli individui di una libertà desse liberatrice ossia nel momento in cui lo Stato allargare la sfera dei diritti individuali
E Litta tutela con fermezza
Che lo Stato sia benedetto in questo senso di uno Stato che garantisce e allarga i diritti io mi vergogno di dire che personalmente sono statalista
Come con la pace della tradizione anglosassone da non disprezzare per l'amor di Dio ma
Tutte le libertà se non c'è
Chi le garantisce
Ecco tutte queste libertà poi sono molto precarie
Che valgono in rapporto al grado di forza che ciascuna per associazione possiede sia la mitologia liberiste in tutti i campi in cui stanno la libertà ma la libertà del più forte
La libertà di chi è in grado di imporre
La sua libertà che poi alla fine se un privilegio no la libertà di tutti la libertà dei più deboli e al suo lo Stato mi dispiace tanto per i liberisti ma ci vuole uno Stato
Il signor Giovanni Bacelle ringrazio tutti moltissimo ho spinto creda stessi
Pare proprio
Noi
Scusa trappolone all'origine pure tu
No io se ho due domande semplici la prima è la pongo io stesso
Appunto la Costituzione la Costituzione sa i primi dodici articoli secondo la giurisprudenza e la tradizione di questi decenni
Quelli lì non si possono cambiare manco con centotrentotto perché sono principi fondamentali disgraziatamente uno dei primi dodici e uno di cui si giustamente per l'altro
In questo incontro
Allora come la mettiamo nel senso seguente che io personalmente se avessi la bacchetta magica saprete benissimo che cosa fare ma
Essendo in Italia la domanda è
Preferiamo concentrarci su una battaglia per la modifica alla Costituzione o invece ce la teniamo così dato per scontato che la storia ce l'ha data così
E cerchiamo nel contesto di questa Costituzione di fare tutto quello che la medesima comunque impone per tante altre ragioni questo me lo domando come opportunità
Tattica non diciamo strategicamente il monumento in cui se ne possa discutere ma oggi se cambiamo la Costituzione Berlusconi per presidenzialismo nei ghetti togliamo l'articolo sette cioè
Se io agli amici che dicevano abbiamo una Costituzione mettere anche l'orientamento sessuale fra l'elenco di quelle note
Io guardate c'è la cambiamo adesso togliamo quello della razza non aggiungiamo quello vigente cioè che siamo in un momento in
E in una situazione fino a poco fa parlamentare per la quale io che potrei che le mie idee non so se possa essere opportuno mina prima domanda è
Se però parliamo la Costituzione toccati la difendiamo come più o meno perché quella lista fra i primi dodici
è un problema però diciamo dovremmo domandarci la seconda cosa la dico come cattolico Bra legante accedere ieri mattina sono in piazza San Pietro così tutti si spaventano
Per la prima volta da parecchi decenni devo dire la verità perché diciamo per parecchi decenni non mi era venuta molto moglie
Secondo me sto papa agli aiuti a dare un po'di tempo prima di capire che succede nel senso che questo appoggio che è stato detto momento per la vita è stato in realtà estorto cioè questi sono dati in piazza San Pietro e non è che lui poteva dire viva l'aborto non lo potrei dire manco io
Io però agli amici cattolici dico da quando cioè la centonovantaquattro sono costantemente diminuiti quindi stiamo facendo una battaglia stupida perché non ecco
Va bene allora però io osservo che do fra quando è stato letto adesso in Francia hanno fatto
Parecchio casinò sul matrimonio e lui non ha detto una sola parola cosa che mi permetto di immaginare che con il suo predecessore ed anche il peso del decesso del professore non succedeva
Quindi a mio avviso qualche ragione diciamo di i sulla questione relativismo proprio ieri mattina lui ha detto il mio predecessore perché aveva letto un pezzo Vangelo che parla di verità nomi se quando adesso non ve la dico perché non potete sostenere la vicendevole
Quando verrà lo spirito era una cosa di cooperazione compente la sera conoscerete la verità tutto interno utilmente predecessori
Ha parlato di relativismo e di lotta relativismo ma Pilato domandava che cosa è la verità come mi sembrato come dire una cosa succede
La verità non è possesso non la si possiede e l'incontro con una persona Pilato ce l'aveva davanti non se n'è accorto allora a me pare che
Tra perché non è cristiano fosse queste cose sono identiche
A me pare che sia interessante perché dalle le azioni che vedo dentro al mio mondo da parte della diciamo battaglione Ruini
Ciò ma ho l'impressione che non diciamo non sia proprio graditissimo ecco quindi
Darei solo sei visto magistero questi qua insomma quindi secondo me ecco io direi potrebbe essere da questo punto di vista la domanda di fondo è
E lo allora la domanda i laicisti diverrà Fidel esiste
Credenti o non e meglio tutto sommato dare tutti per persi o è meglio provare a vedere anche in questo mondo cristiano non dico atto al mondo cristiano in generale poi sono i fondamentalisti pure nelle altre confessioni non è che se abbiamo solo noi
Cercare di come dire identificare possibili interlocutori perché secondo me di cristiani lei cisti o anticlericali se ne come dice che volessi più di quanti uno si imposta immaginato
Sulla riforma dalla Costituzione è un argomento talmente complesso e importante che bisogna organizzare al più presto un altro incontro no perché non è che lo possiamo risolvere adesso in alcune
Battute io comunque in linea generale sono del parere che
Non bisogna a vivere paura di riformare tutto sta a vedere poi concretamente no quali riforme si propongono
Ossia con una metafora nel calcio se uno gioca sempre in difesa alla fine pere ad forse no giocando qualche volta l'attacco però la situazione come lei spiegava bene
Una situazione molto delicate molto complessa
Berlusconi incombe e finché abbiamo questo incubo
Sulla sulla schiena no sarà bene una certa prudenza
Per quello che riguarda ma l'atteggiamento del nuovo Papa ma aspettiamo di vedere appunto le opere
Perché alcuni atteggiamenti passati di questo Papa non è che siano molto confortanti e ci sono
Delle ambiguità che a mio parere non sono state chiarite somma anche lì si è detto Amma sono calunnie da parte di ambienti laicisti argentini ma
Cerchiamo cerchiamo di capire un po'meglio ATE davvero su quello che è l'unica concretamente farà ora io
Non credo che sulle questioni bioetiche
E sulle questioni riguardanti la famiglia questo Papa dirà cosa rivoluzionaria
Sinceramente non lo credo
Credo che riafferma era l'adozione di triennale forse in modo meno ossessivo di Ratzinger perché il caso di Ratzinger anche imbarazzante a volte questo continuo
Tornare su certi argomenti no dava adito
A giustificare una una celebre affermazione di Andreotti a pensar male si fa peccato
Ma molto spesso si indovina perché quando qualcuno è talmente ossessionato sto facendo vilipendio spero di no talmente ossessionato da certe questioni vuol dire che in qualche modo emotivamente coinvolto ma chiedo scusa per un'affermazione del genere
No io non credo che su questo punto però ripeto il problema per noi laici colecistica dir si voglia non è quello di aspettare il PCI che la Chiesa cattolica campi
Ok i mussulmani diventino sostanzialmente diverso sì da come oggi si presenteranno il problema nostro è difendere le istituzioni dello Stato laico
A garanzia delle loro stesse libertà ossia se ad esempio la morale sessuale familiare
Ed è la Chiesa cattolica viene accolta liberamente dalla stragrande maggioranza degli italiani senza che però questo accoglimento comporti la restrizione
Delle libertà di coloro che vogliono vivere una vita diversa
Io non ho nulla da obiettare ossia non pretendo
Che lei gente tutti quanti vivranno secondo quella che è la mia visione morale
Della famiglia assolutamente questa non è una preintesa laica io desidero invece che siano sempre tutelate appieno
Le libertà di coloro che non aderiscono a confessioni religiose in
Maggioritarie e per di più garantite da un punto del documento illiberale come il concordato
Tutto qui
O si è noi non pretendiamo la differenza fra noi e la chiesa è che noi non pretendiamo di convertire non vogliamo convertire casomai proviamo a convincere
Ma se vogliono restare fedeli alla loro morale annui sacrosanto diritto di restare fedeli a quella morale e di viverla
Ma non possono pretendere che gli altri vivranno per
Decreto della legge civile come essi vorrebbero vivere come essi pretendono che si debba dire topi non sa a volte dicendo queste cose
Uno è è stupito dal fatto che sono verità di buonsenso
Che qualunque persona ragionevole dovrebbe far proprie perché non no ledono la la libertà la libertà di nessuno ma
Purtroppo molto spesso no come diceva un grande scrittore cattolico Manzoni il buonsenso sì nasconde per vergogna del senso comune
Ossia si vergogna di essere buonsenso di fronte ai pregiudizi radicati nella vita nella vita sociale
Scusate credo che sia il caso di chiudere e vorrei solo una piccolissima cosa
Relativamente al Nuovo Papa dire
Che io come dicevamo
Mi aspetto che lui faccia le sue rimostranze anche per i matrimoni in Argentina sul matrimonio tra persone dello stesso sesso se l'ha fatto sentire parecchio adesso devo dire che effettivamente si è
Ha osservato un silenzi ma la la questione più importante che lui appunto faccia pure il mestiere di papà in tutte queste questioni
La questione più importante è negli interessi terreni il discorso dello ER per esempio
E il discorso di tutte le proprietà che il Vaticano a sparse di proprietà immobiliari sparse per l'Italia soprattutto su Roma sulle grandi città
Che portano poi i i nostri parlamentari a una come dire ha un debito di fede che ben poco a che fare con l'eternità
Va bene io vi ringrazio tutti in particolare ringrazio i relatori ma anche chi è arrivato fino a quest'ora
Gli ascoltatori d'ascoltatrice di Radio Radicale e Radio Radicale ancora una volta arrivederci a tutti