30MAG2013
intervista

Elezioni in Iran. Intervista a Nicola Pedde

INTERVISTA | di Marta Brachini RADIO - 11:05. Durata: 21 min 33 sec

Player
Nicola Pedde è Direttore dell'Institute for Global Studies e dell'area ricerca sul Medio Oriente e Golfo Persico del Centro militare studi strategici per la Difesa.

"Elezioni in Iran. Intervista a Nicola Pedde" realizzata da Marta Brachini con Nicola Pedde (direttore dell'Institute for Global Studies Scholl of Government).

L'intervista è stata registrata giovedì 30 maggio 2013 alle 11:05.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Ahmadinejad, Elezioni, Esteri, Integralismo, Iran, Islam, Medio Oriente, Politica, Religione.

La registrazione audio ha una durata di 21
minuti.

leggi tutto

riduci

11:05

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale siamo collegati con nani con la perde Nicola Peppe buongiorno con Roma piccola perde direttore dell'Istituto for Global Stati in sede la ricerca sul Medioriente il Golfo Persico nel centro militare e studi strategici con Nicola parliamo oggi delle imminenti elezioni presidenziali in Iran o che si terranno il quattordici giugno del due mila tredici e appena uscita la scorsa settimana la rosa dei candidati ammessi
A partecipare a queste elezioni sono otto tra quelli ammessi ci sono personalità diciamo di spicco sia possiamo citare anche il Sindaco di Teheran amo ammetto anche reali calibra fra
Saidi Ciarelli che il segretario del consiglio nazionale per la sicurezza citiamo anche affannava fu anni che ha è stato anche Luigi Segretario però dalla o tanta nata due mila cinque sempre
Capo negoziatore sul nucleare iraniano con noi in Europa negli Stati Uniti e quelli colà ci puoi dare un panorama di
I comuni comincia ad essa campanili stranissimo impaziente ma allora inizierei con un commento generale al commento che è stato fatto dalla stampa straniera
Nel senso che le le reazioni soprattutto in Europa negli Stati Uniti all'annuncio degli otto candidati sono state
Moderatamente critica dicendo ai è stata fatta piazza pulita di tutti i candidati hanno lasciato solo quelli vicini alla guida suprema li fa lei
Negozio non è è importante partire da da questo smentire questo questo approccio nel senso che qui ci sono state un paio di candidature eccellenti e poi vedremo ma gli otto candidati che sono emersi dal processo di scrutinio del Consiglio dei guardiani
Sono tutto sommato rappresentativi ad ampio spettro di quella che così la la la la matrice politica iraniana
E quindi abbiamo alcuni riconducibile alla riformisti alcuni all'aria più tradizionale dei conservatori abbiamo un buon numero di conservatori moderati io innovatori nuovo cosiddetti modernisti
E quindi diciamo c'è una buona rappresentatività di quello che è poi l'elettorato iraniano quindi mi sento di smentire francamente gli allarmismi
Circa il fatto che la guida chi per lui avrebbe imposto una un processo di selezione per favorire soltanto candidati di un di un certo orientamento
Poiché all'interno di questo di questo gruppo ci sono cambiati i più forti gli altri è sicuramente vero
Ma sicuramente rimane una buona rappresentatività e questo già è un fattore molto importante anche perché risponde in prima battuta
A quella che è un'esigenza condivisa un po'da tutti in Iran in questo momento che lo sia quella di
Mettere una pietra da tombale sopra questi otto anni
Di discussa è travagliata Presidenza dei Mahmoud Ahmadinejad
E cercare di ristabilire per quanto possibile un cammino di normalità per il Paese soprattutto cercando di intervenire sul sul fattore economico
In quanto lo soprattutto l'ultima tornata di sanzioni a pesantemente colpito l'Iran
Ha determinato un una una serie di conseguenze visibili e percepibili alla dalla da parte della della popolazione iraniana
Queste sono le prime sanzioni che forse per la prima volta hanno effettivamente colpito il il sistema iraniano al all'interno della della sua Mario soprattutto urbana
Quindi Pilot partendo da questa valutazione generale
è possibile fare un quadro più più specifico
Sui candidati ammessi allora sono otto come dicevamo partendo per esempio da come deterrente il che attualmente un componente del Consiglio del discernimento
Ecco questo è un primo candidato da un un ingegnere di sessantadue anni con una forte esperienza straniera altro laureato a Stamford
è stato vicepresidente di Mohammad Khatami quindi è riconducibile al all'Area riformista
Considerato un bravo tecnico soprattutto considerato un serio amministratore appuntato nella sua campagna elettorale soprattutto
Sulla sulla lotta all'inflazione sulla necessita di ristabilire
Nelle linee di equilibrio per il per l'economia nazionale
è considerato
Un un modernista nella visione che anch'io dell'economia che la società tant'è che poi
In questi ultimi giorni è stato oggetto
Di una serie non tanto di attacchi quanto più su un profilo di dirimere critiche da parte di è una parte della stampa
Che ha commentato l'abbigliamento della moglie che seppur vestita
Secondo i canoni imposti dalla Repubblica islamica veniva giudicata un po'troppo occidentali tante poco islamica perché i vestiti erano giudicati un po'troppo alla moda Garzanti
è sicuramente un candidato interessante anche se in questo momento onestamente non credo che abbia che cerchi al vertice
E di quelli con le maggiori possibilità di vittoria fermo restando che e difficilissimo fare previsioni nel in Iran e quindi è
Di fatto inutile fare una graduatoria di chi poco così le risulta e c'è una posizione migliore rispetto ad altri
Nella nel Gruppo degli Otto
Un altro candidato Sergio Rini che è un volto molto noto in Iran e anche all'estero in quanto il segretario del consiglio superando la sicurezza ma è stato anche
Il rappresentante della guida per il negoziato internazionale quindi è stata la lanciamo la controfigura era contro dalla lasco dalla controparte
Del dell'Iran nel nel del del dibattito internazionale per il nucleare iraniano
è un dichiarano di guerra con contro l'Iraq dove ha combattuto nel da lui dice caso peraltro mutilato durante la guerra
Fortemente sostenuto da dalla gran parte delle associazioni delle associazioni di ex combattenti
Dove è considerato un una sorta di leggenda c'è stato un bene o male nel corso degli ultimi settimane
Un un mano nell'arco di una manifestazione di aperto sostegno da parte di di di molti dei gruppi sia militari che civili industriali legati alla e delle leggi si quindi il Pasdaran nei suoi confronti
E questo ovviamente lo pone nella rosa dei dei dei candidati con buone possibilità sempre fermo restando che la difficoltà di fare previsioni
è un conservatore molto vicino alla guida anche sì
Non è un in alcun modo un conservatore radicale è un conservatore tradizionale e a ha sempre avuto un atteggiamento alquanto pacato
Moderato soprattutto anche per quanto ciò che riguarda l'indirizzo di politica estera
Poi come dicevi c'è un Mola moratoria scali dark l'attuale Sindaco di Teheran è un cinquantaduenne molto famoso in Iran molto popolare soprattutto a Teheran ha rivoluzionato la città
è riuscito a migliorarne la vivibilità riuscita a migliorare il traffico soprattutto nell'area centrale riuscito
A risolvere alcuni dei rilievi dei più gravi problemi economici e occupazionali della capitale quindi si è guadagnato sul campo una una una solida reputazione è una grande popolarità
è un conservatore anche lui è un conservatore moderato un modernista ha una visione innovatrice a mio modo di vedere se sia della politica economica sia delle relazioni internazionali
Rimane ovviamente un Fedele Toscano difensore delle prerogative della Repubblica islamica ma un atteggiamento sicuramente molto più vicino a quello delle più giovani generazioni italiane
Calibrato potrebbe proprio per questa sua posizione contare sul sostegno sul voto
Di molti giovani iraniani e anche di molti giovani iraniani appartenenti ideologicamente all'area riformista
Poi abbiamo un un candidato
Per lo più sconosciuto alla all'interno del Paese che MoMa degradati
E che è un anziano ex
Ministro devo tanto due anni originario di disfarsene stato ministro del petrolio all'epoca di meno sei Morselli quindi proprio agli albori della della Repubblica islamica
E poi il Ministro delle telecomunicazioni sotto Rafsanjani
A un un passato di militanza nelle organizzazioni rivoluzionarie mai considerato tutto sommato un conservatore moderato
Pesa fosse sulla sua candidatura il fatto di non refusi presentato come vero e proprio indipendente quindi non avere alcun sostegno da parte di gruppi organizzazione coalizioni
E lo apertamente detto anche in campagna elettorale che hanno io sto facendo campagna tra arrivano i soldi
Quindi non ho denaro da investire nella nella nella pubblicità e nella promozione e la mia campagna e questo è un limite e sicuramente questo questo lo ha limitato soprattutto nella possibilità di poter viaggiare all'interno del Paese di sostenere la sua campagna elettorale con su un calendario di attività come invece molti degli altri hanno fatto
Poi c'è
Una mera Lear data del che il l'ex Ministro della cultura ed ex ministro del Parlamento dal due mila quattro due mila otto che sicuramente una delle figure più vicine politiche più vicine alla guida suprema avrei
Peraltro è legato anche da una Panda legami di parentela con domani in quanto sua figlia sposata col secondo generoso secondogenito di a Maniero mostarda
Che una figura molto influente nel sistema politico iraniano e un po'
Di fatto è sempre stato un politico di seconda linea non nasce con Domenico una una grande balzo elettorale un conservatore tradizionalista non non credo che goda di particolari
Simpatie ho preferito in termini di di di di voto da parte sotto l'elettorato più giovane
Mai sicuramente una una figura politica molto influente a mio avviso la sua candidatura e più di supporto ad altre lui con la Malia cadere delle insieme a lei e TIA Halliburton
Hanno creato una una coalizione come attaccare sempre Milana nella fase preelettorale queste coalizioni poi
Spendono a dissolversi di solito comunque a rimodellare uscì dopo la data delle elezioni ecco qua ma ad delle delle proprio niente più un un una capigliatura di supporto a calibrato piuttosto che una candidatura indipendente
Prediamo Mohsen Rezai che alla sua terza potature imperativo per le elezioni presidenziali
Questo è vero un personaggio particolare o l'ex comandante dei Pasdaran prestato per sedici anni alla al comando e lei oggi si cioè delle forze
Militari le delle di con del delle delle all'Aran che sono parallele a quelle tradizionali delle Forze armate dal pesce è un un conservatore tutto sommato moderato
A subito una serie di attacchi pesanti da parte di alcune componenti politiche in tema soprattutto con l'accusa di corruzione o e di malgoverno ma soprattutto per i TARSU ore dai
Questo mandato di cattura da parte dell'Interpol perché sospettato di aver partecipato alla pianificazione dell'attentato alla Centro ebraico di Buenos Aires del mille novecentonovantaquattro
Quindi alcuna sua elezione lo penalizzerebbe poi nella possibilità di lasciare il Paese e quindi sarebbe oggetto sicuramente di una forte attenzione da parte dei media internazionali
C'è da dire che nonostante goda di una buona popolarità all'interno leggi si già in due occasioni ha tentato il la la la la corsa alle presidenziali nel due mila cinque nel due mila nove senza in realtà ottenere il benché minimo risultato
Una ulteriore informazione su di lui e che è una Cerri mo'nemico di Ahmadinejad che ha sempre criticato sin dal dall'inizio primo mandato rivelandosi un uno del dei dei dei più attenti osservatori
Della della politica dell'attuale presidente soprattutto dei più severi detrattori
Poi c'è ascia romani che è un
Politico noto molto noto in Iran
Lo era anche all'estro fino a qualche anno fa in quanto come glieli ha svolto il ruolo di capo delegazione per il negoziato sul nucleare
Ha lavorato prima ancora all'ENI e poi con Khatami e ed è riconducibile all'aree riformista anche se composizioni spesso indipendenti il e anche
Autonome sui né in alcuni casi è sicuramente un bravo politico un un intellettuale che ha lavorato molto e molto ben in Iran
Ha subito il purtroppo gli effetti
Del negli ultimi otto anni di questa svolta radicale del dettato la presentammo abbia già ad
Maroni è riuscito anche a ad essere un po'un paladino della nella nella protezione di di di tanti intellettuali
Che sotto Catania avevano manifestato quello che diceva che si erano policlinico di perseguitare dalle nel nel nel nel nelle linee di ATO del la ventola Presidente Ahmadinejad quindi è considerato da molti una figura politica estremamente positiva
I il problema forse quello di aver lasciato la politica attiva per molto tempo e quindi forse di una vera e oggi una base elettorale così sviluppata come come quella di altri candidati
L'ottavo e ultimo candidato è invece Alia quale veneti sessantotto anni un ex medico ex ante l'altro Ministro della Sanità subito dopo la rivoluzione del settantanove ricorda
ATO un po'da tutti in Iran soprattutto all'estero per essere stato per tredici anni il ministro del degli esteri dell'Iran dall'ottantuno al novantasette
Un fedelissimo uomo politico della guida molto intelligente molto abile politicamente un alcuni lo hanno definito secondo me non sbagliando anche un po'il Kissinger
Del dell'Iran a sicuramente un'influenza indurmi all'interno dell'establishment
Anche qui però nel suo caso probabilmente l'unico vero problema di divieti e quello di non aver mai fatto poli cattiva nel corso degli ultimi anni e quindi non avviene una sua base elettorale su cui poter contare in termini di elezioni
E come dicevamo prima essendo parte dell'alleanza formata con la data del e con all'IVA
Per la la la conserve vegetali anche la sua probabilmente più una candidatura di sostegno calibrato che non una candidatura indipendente
Quindi ecco questi candidati rappresentano come abbiamo visto uno spettro abbastanza ampio delle delle posizioni politiche ideologiche iraniane non solo però è espressione solo e ed esclusivamente della mera cerchia di interessi della guida o comunque dell'establishment la prima generazione
E ritengo che siano tutti accomunati dal comune interesse
Di impostare nei tempi più rapidi più brevi possibili una svolta politica di normalizzazione una svolta politica che porti soprattutto in prima battuta risolvere i problemi economici del Paese che stanno diventando
Urgenti potenzialmente molto pericolosi soprattutto in termini
Di il di reazione da parte l'opinione pubblica e poi stabilizzare le relazioni internazionali dell'Iran attraverso non solo la questione del dottor nucleare ma anche e soprattutto
Delle sue relazioni di politica estera e regionale nell'area del Golfo Persico e più ad ampio raggio nel Medioriente
Un'ultimissima valutazione va fatta sugli esclusi sugli esclusi eccellente
Sono i nomi in questo caso sono due sono ora assai geni l'ex Presidente della Repubblica
E lascerei il lo diciamo il delfino e consuocero di Ahmadinejad sono due scusi non indifferenti nel modo in cui sono state gestite ai ragionieri è un politico di razza di di vecchia generazione in Iran
Si è candidato la sua è stata una di fatto un'esclusione annunciata nel senso che
La riforma per la legge elettorale pro gatta lo scorso dicembre stabiliva dei limiti di età per RAI candidate con un massimo di settantacinque anni era sono delineati settantanove
Ed era quindi inevitabile che venisse poi squalificato in sede di di di di valutazione
Perché quindi si è candidato ma sostanzialmente perché Rafsanjani sta attraversando o la fase di di declino della sua della sua vita politica
Ha avuto motivo di problemi ha anche il suo impero economico su su cui è al controllo da diversi anni
Ha subìto attacchi e riduzioni ed è stato questo più un tentativo di a riferire alla ribalta la scena politica ben sapendo che non sarebbe stato possibile portare a termine questa candidatura
Diverso il discorso per Masciali Mascia ieri è stato
Il primo politico iraniano ad avere direttamente apertamente attaccato la Repubblica islamica al suo cuore e quindi non solo le istituzioni in in quanto tali ma la guida e il principio giuridico di governo e la guida quindi che lei ha tre falchi questo continuo ricorso al Mahdi ISMU negli ultimi anni
E quindi questo continuo riferimento al fatto che di fatto era inutile ascoltare ciò che diceva la guida perché eravamo in attesa di un qualcosa di superiore che sarebbe presto arrivato
è stato un chiaro e diretto attacco politico al ruolo della guida e al ruolo della leadership della prima generazione cioè alla leadership clericale di controllo della Repubblica islamica dell'Iran è stato accusato di fittizio né di stregoneria e quant'altro era facilmente immaginabile che il Consiglio dei guardiani avrebbe giudicato da un punto di vista morale ed etico i comportamenti da Ale assolutamente inaccettabile la partecipazione dei marescialli quindi anche questa era di fatto un'esclusione annunciata anche se nel caso di Mascia io onestamente
I presupposti e di valutazione sono a mio avviso discutibili
Penso che non dobbiamo trascurare il fatto che Ahmadinejad per quanto controverso per quanto
Aggressivo nella sua politica estera devastante forse anche da un punto di vista economico ha ancora una sua base di supporto in Iran probabilmente non sarà così consistente come come viene spesso o così pubblicizzato dal suo Venturato dice ma è sicuramente presente ancora una forte base di supporto e alle unione del candidato che rappresentava potrebbe rappresentare un problema in in fase di elezioni
E se c'è una cosa che la guida ad oggi vuole evitare categoricamente è il ripetersi dei disordini che nel due mila e no
Ove hanno portato milioni di Ranieri per le strade e soprattutto hanno causato alcuni
Alcuni morti nelle nelle strade di Teheran e di altre città
Io ti ringrazio molto Nicola ed è stato veramente un panorama esauriente allora ringraziamo Nicola attende direttore dell'Istituto for Global Stalin se della ricerca sul Medioriente colf Persico del centro militare di studi strategici abbiamo parlato di elezioni era Nalini imminenti per il quattordici giugno due mila tredici e Nicola per decentrato un
Panorama molto dettagliato di quello che sono le persone Rita dei candidati ammessi a questa corsa elettorale due mila tredici grazie ancora Nicola e spero di risentirsi magari per commentare il prossimo Presidente della Repubblica islamica diranno molto