29APR2014
intervista

Intervista a Beatrice Lorenzin sul decreto legge su stupefacenti e farmaci "off label"

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 4 min 12 sec

Player
"Intervista a Beatrice Lorenzin sul decreto legge su stupefacenti e farmaci "off label"" realizzata da Giovanna Reanda con Beatrice Lorenzin (ministro della salute, Nuovo Centrodestra).

L'intervista è stata registrata martedì 29 aprile 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Cannabis, Cocaina, Decreto Legge, Droga, Eroina, Farmacia, Giovani, Governo, Mercato, Ministeri, Narcotraffico, Oppio, Parlamento, Politica, Salute, Sanita', Scienza, Tossicodipendenti.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ministro Lorenzina giusto decreto trova il favore del Ministero essersi che in che modo
Sì è stato un lavoro difficile perché ci rendiamo conto che siamo intervenuti sull'emergenza tecnica stilare le tabelle
E che erano state cancellate dalla sentenza e nello stesso tempo abbiamo anche inserito parte sulla sulla nel che era una diciamo che un provvedimento che non si era riuscito a fare neanche nella scorsa legislatura né in quella precedente
Scriviamo si tratta dei famosi andarle a modellati cessa farmaci che non sono stati registrati per l'utilizzo
Per una determinata patologia ma che poi si scopre possano essere utilizzati per un'altra il caso più clamoroso di questi temi tempi sotto quello della dei farmaci per la maculopatia cioè Masin innocenti noi siamo intervenuti di urgenza il in o con un provvedimento dove in Parlamento ci sono delle posizioni molto diverse in alcuni casi possiamo dire assolutamente alternative c'è stato un lavoro fatto con grande alzabile danni le due Commissioni e io mi ritengo soddisfatta soprattutto per un fatto per l'aspetto quello sugli stupefacenti che al di là di la di munizione delle pene che a me come Ministro della salute sinceramente interessa molto poco perché
Non è certo la persecuzione penale di chi fa uso di sostanze che mi interessa quanto il recupero la prevenzione ma esce fuori
Un messaggio molto chiaro e cioè che drogarsi non è normale
Quindi non una normalizzazione nell'uso delle sostanze quanto piuttosto a una una disciplina diverso sul piano penale ma ingenere diciamo l'uomo la persona viene considerata nella sua integrità
A qualsiasi età su qualsiasi uso di sostanze esso faccia
Invece per quanto riguarda gli l'altra è veramente una norma molto importante perché apre la possibilità di avere degli agganci normativi qualora ci siano i requisiti di scientificità e di sicurezza
Per utilizzare un farmaco come impianto diverso da quello in cui era stato registrato anche qualora ce ne sia un altro las sia registrato lo scopo
è un è una norma molto delicata che andrà gestita accuratezza ma che ci permetteranno sicuramente di evitare nuovi casi di cartello come quelli ipotizzati ipotizzati per il caso urlava seducenti se nel corso la Conferenza
Santa diceva
Faceva quasi riferimento delle cifre nota diceva questo fatto ci sia un abbassamento dell'età
In ogni argomento non abbiano ovviamente negli ultimi vent'anni un drastico fortunatamente calo denuncia querela di eroina
E anche se ora c'abbiamo dei nuovi casi anche tre giovanissimi gli rovina ma abbiamo invece nel momento in uso di cannabis soprattutto in età molto molto giovani abbiamo su in sul mercato sostanze potenziate esso stanze psicotrope che vengono utilizzate dai giovanissimi con dei danni molto molto gravi nella formazione dell'intelligenza emozionale oltre che sulla diciamo proprio a alcune volte tra dal punto di vista neurovegetativo soprattutto per quanto riguarda le sostanze psicotrope ora
Noi abbiamo chiari quelli che sono gli effetti di ogni sostanza su ogni parte del cervello non è
Tutte le sostanze hanno lo stesso impatto gli stessi affetto ma nel loro complesso
Fanno molto male e soprattutto ai ragazzi giovani è questa è una cosa che deve passare molto chiaramente fa molto male da giovanissimo usare queste sostanze perché interferisce sulla formazione dell'intelligenza emotiva
Quindi è una è un aspetto estremamente delicato di cui non si parla mai eccezione invece bisognerebbe cominciare a a raccontare ultima considerazione sulla cannabis terapeutica il suo io ho sempre detto che sono a favore commessi così come c'è usiamo gli oppiacei e usiamola derivati dalla cocaina nella farmaceutica si usano anche i delitti Nardis quindi danno dal mio punto di vista in mano nessun tipo di pregiudizio l'iter giudiziario ci devono stare in da un lato né dall'altra nel senso bisogna fare le cose come vanno fatte in modo obiettivo e così tutti possono essere tesserini grazie