08 MAG 1998
intervista

A pochi giorni dalla definitiva sentenza di condanna emessa dalla Corte di Cassazione per il crack del Banco Ambrosiano è fuggito Licio Gelli, ex capo della loggia massonica P2; Il percorso delle riforme istituzionali; Il disastro delle frane in Campania; Le nuove iniziative referendarie sulla legge elettorale

INTERVISTA | di Roberto Iezzi - ROMA - 00:00 Durata: 15 min
A cura di Francesco Marcucci
Player
A pochi giorni dalla definitiva sentenza di condanna emessa dalla Corte di Cassazione per il crack del Banco Ambrosiano è fuggito Licio Gelli, ex capo della loggia massonica P2; Il percorso delle riforme istituzionali; Il disastro delle frane in Campania; Le nuove iniziative referendarie sulla legge elettorale.

"A pochi giorni dalla definitiva sentenza di condanna emessa dalla Corte di Cassazione per il crack del Banco Ambrosiano è fuggito Licio Gelli, ex capo della loggia massonica P2; Il percorso delle riforme istituzionali; Il disastro delle frane in Campania; Le nuove iniziative
referendarie sulla legge elettorale" realizzata da Roberto Iezzi con Gustavo Selva (AN), Natale D'Amico (RI), Enzo Bianco (ANCI).

L'intervista è stata registrata venerdì 8 maggio 1998 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Abusivismo, Acqua, Boschi, Campania, Catania, Costituzione, Criminalita', D'alema, Di Pietro, Dimissioni, Disastri, Edilizia, Federalismo, Finanziamento Pubblico, Gelli, Geologia, Giustizia, Governo, Interni, Istituzioni, L'ulivo, Legge Elettorale, Legge Elettorale, Mafia, Magistratura, Magistratura, Ministeri, Napolitano, P2, Partiti, Polemiche, Polizia, Proporzionale, Referendum, Regioni, Responsabilita' Civile, Riforme, Senato, Servizi Segreti, Sicilia, Stato, Territorio, Uninominale.

La registrazione audio ha una durata di 15 minuti.

leggi tutto

riduci