05 APR 2001

Indagine Doxa: «Gli Italiani e l'alcool: consumi, tendenze e atteggiamenti in Italia e nelle regioni»

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 24 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 5 aprile 2001 - Documento audiovideo della conferenza stampa di presentazione dell'indagine Doxa sul tema "Gli Italiani e l'alcool: consumi, tendenze e atteggiamenti in Italia e nelle regioni".

Interviene il segretario generale del Censis e presidente dell'Osservatorio permanente su giovani e alcool, Giuseppe De Rita.  Gli italiani più giovani amano sempre di più la birra e sempre meno il vino.

Queste le ultime tendenze registrate dall'indagine Doxa, che mostra anche una riduzione dei "bevitori regolari" e l'affermarsi di un consumo "senza eccesso".

In numeri assoluti, quasi ogni giorno
consumano alcol oltre sedici milioni di italiani, nove milioni almeno una volta a settimana, mentre 10 milioni sono i consumatori "occasionali".

Gli italiani totalmente astemi sono quasi 10 milioni.  Commentando i dati, De Rita ha osservato: "siamo in presenza di un lungo processo di autoregolazione", che si verifica sempre più "all'interno di una dinamica sociale e comunitaria".

Tanto più che il fenomeno dell'alcoolismo "non è più come nelle generazioni passate un fatto individuale, quando chi beveva in abuso era spesso il solitario.

Oggi la crescita del consumo di vino tra i quarant'anni e gli ottanta è stabile, significa che è aumentato il consumo di gruppo".

Quello con l'alcool, precisa infatti il segretario del Censis, "non è un rapporto di dipendenza psicologica individuale, come nel caso della droga o dello stesso fumo".

Per questo, "non è il singolo che si autoregola".

La logica delle altre dipendenza e diversa da quella nei confronti dell'alcool.

Non si può mettere sullo stesso piano il consumo dell'alcol e quello della droga o del fumo, perché i processi regolativi da una parte attengono alla psicologia individuale, dall'altra attengono a processi interpersonali e dinamiche collettivi". .

leggi tutto

riduci

  • Giuseppe De Rita, segretario generale del Censis, introduce

    <strong>Indice degli interventi<strong>
    0:00 Durata: 6 min 5 sec
  • Ennio Salamon, presidente Doxa, illustra i risultati dell'indagine

    0:06 Durata: 46 min 16 sec
  • Giuseppe De Rita, modera

    0:52 Durata: 1 min 12 sec
  • Silvia Zanone, Presidenza Consiglio Dei Ministri

    0:53 Durata: 7 min
  • Fabio Mariani, Responsabile sezione epidemiologica e biostatistica dell'istituto di fisiologia clinica del Cnr

    1:00 Durata: 6 min 30 sec
  • Enrico Tempesta, presidente del Comitato scientifico dell'Osservatorio

    1:07 Durata: 14 min 10 sec
  • Giuseppe De Rita, commenta i dati della ricerca

    1:21 Durata: 13 min 10 sec
  • Enrico Tempesta: La miscela di sostanze alcooliche

    Domande dal pubblico
    1:34 Durata: 1 min 30 sec
  • Ennio Salamon: Assunzione contemporanea di alcool e altre sostanze

    1:35 Durata: 2 min 52 sec
  • Mauro Ceccanti, Centro di Riferimento alcologico della Regione Lazio

    1:38 Durata: 3 min 45 sec
  • Ennio Salamon: Il consumo in un contesto sociale o privato

    1:42 Durata: 5 min 21 sec
  • Ennio Salamon: Il consumo abitudinario

    1:47 Durata: 5 min 28 sec
  • Ennio Salamon: I luoghi e i tempi del consumo

    1:53 Durata: 3 min 20 sec
  • Intervento dal pubblico

    1:56 Durata: 5 min 19 sec
  • Ennio Salamon: Il calcolo dei dati sul consumo per bicchiere

    2:01 Durata: 11 min 59 sec
  • Giancarlo Trentini, Università di Venezia: Il cambiamento delle modalità di consumo nel corso degli ultimi decenni

    2:13 Durata: 4 min 33 sec
  • Fabio Mariani, Cnr di Pisa

    2:18 Durata: 1 min 59 sec
  • Enrico Tempesta: Il problema della dipendenza

    Giuseppe De Rita chiude la conferenza stampa alle 13h53
    2:20 Durata: 4 min 2 sec