06 APR 2001

Intervista-filodiretto con Gavino Angius

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 54 min 26 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 06 aprile 2001 - Documento audiovideo dell'intervista e del filodiretto con Gavino Angius.

Ai microfoni di Roberto Iezzi, il capogruppo Ds al Senato ha parlato principalmente della decisione di ieri da parte della Consulta di consentire lo svolgimento del cosiddetto referendum "sulla devolution" promosso dalla Regione Lombardia.

Angius è scettico sul significato reale dell'iniziativa della giunta Formigoni: "il valore vincolante, normativo, decisionale di questa consultazione referendaria non esiste.

È una specie di sondaggio, e ciò mi rende perplesso, perché un'istituzione del nostro
ordinamento assuma un'iniziativa di questo genere suscita in me più di una perplessità.

Mi domando - aggiunge - che cosa ne sarebbe della nostra carta costituzionale se tutte le regioni italiane assumessero un'iniziativa analoga a quella assunta dalla Lombardia".

Angius fa inoltre osservare come "su questo referendum nella destra italiana ci sono almeno tre posizioni.

Formigoni ne considera il significato per proseguire la battaglia sulla "devolution".

Galan dice che è un referendum privo di valore.

Storace dice che la riforma spetta alle camere, era meglio se passava il referendum proposto dall'Ulivo". Quanto alla possibile data della consultazione referendaria, Angius commenta così le contraddittorie richieste provenienti dalla Casa della Libertà: " da un lato il Polo ha chiesto di votare il referendum sul federalismo in una data diversa quella prevista per le elezioni politiche, dall'altro adesso una parte della destra sta inneggiando che sul federalismo si tenga questo referendum".

Angius fa anche una distinzione di merito tra il referendum lombardo e quello confermativo sulla riforma federalista approvata in Parlamento.

"Mentre sul referendum promosso da Formigoni, quale che sia l'esito, non si produce alcun effetto di alcun genere, sul referendum sul federalismo è una consultazione popolare vera.

Lì bisogna rispondere con un sì o un no ad una legge che è già stata approvata dalle camere.

Uno è un referendum vero, l'altra è una pura finzione, un'iniziativa politica propagandistica". L'esponente dei Ds ha parlato anche dei rapporti con il Partito Radicale.

"Sono convinto - ha detto - che si debba attivare con il Partito Radicale un dialogo più serrato.

Penso inoltre che il grande tema delle libertà civili sia decisivo in questa campagna elettorale, e vedo avanzare una forma di oscurantismo culturale di regressione ideale e politica da parte della destra fino ad arrivare a negare conquiste di libertà di cui è stato protagonista il Partito Radicale.

Ritengo quindi che su questo punto ci debba essere un rapporto".

Più complesso e difficile il confronto sui temi delle libertà economiche e delle riforme sociali.

"Non perché - spiega Angius - non ci sia nella posizione del Partito Radicale qualcosa che io apprezzo.

C'è una visione dello stato più leggero e moderno, non che fa ma che fa fare".

Tuttavia, secondo Angius, portando avanti battaglie liberiste in un paese come il nostro si corre il rischio di "cancellare diritti e conquiste sociali per migliaia di persone". .

leggi tutto

riduci

  • La decisione della Corte Costituzionale sull'ammissibilità del referendum sulla "devolution" in Lombardia

    <strong>Indice degli argomenti<strong>
    0:00 Durata: 4 min 7 sec
  • Come devono esprimersi sul referendum gli elettori Ds lombardi

    0:04 Durata: 1 min 31 sec
  • La possibile riforma della Corte Costituzionale

    0:05 Durata: 2 min 7 sec
  • La data dei referendum e delle politiche

    0:07 Durata: 2 min 40 sec
  • La decisioni di D'Alema di presentarsi solo nel proporzionale

    0:10 Durata: 1 min 33 sec
  • Il prossimo congresso Ds

    0:11 Durata: 1 min 5 sec
  • Le regole anti-ribaltone

    0:13 Durata: 4 min 13 sec
  • Gli accordi elettorali con Rifondazione Comunista

    0:17 Durata: 3 min 3 sec
  • Le irregolarità nella raccolta firme per le liste elettorali

    0:20 Durata: 2 min 26 sec
  • L'autonomia della regione Sardegna

    Domande degli utenti di RadioRadicale.it
    0:22 Durata: 2 min 23 sec
  • I rapporti dell'Ulivo con il Partito Radicale

    0:25 Durata: 3 min 51 sec
  • Le riforme economiche e l'estensione delle garanzie

    0:28 Durata: 3 min 1 sec
  • L'antiproibizionismo sulle droghe

    0:32 Durata: 1 min 59 sec
  • Il possibile esito delle prossim elezioni. La leadership nei Ds. Il finanziamento pubblico dei partiti

    0:33 Durata: 3 min 45 sec
  • Gli interventi dallo studio

    Domande degli ascoltatori di Radio Radicale
    0:37 Durata: 6 min 1 sec
  • I rapporti dell'Ulivo con il Partito Radicale

    Gavino Angius risponde alle domande degli ascoltatori - Gli argomenti
    0:43 Durata: 2 min 52 sec
  • L'appello agli elettori di Rifondazione Comunista

    0:46 Durata: 1 min 50 sec
  • Gli alleati della sinistra nella coalizione dell'Ulivo

    0:48 Durata: 1 min 43 sec
  • I toni di Berlusconi e del centrodestra durante la campagna elettorale

    0:50 Durata: 1 min 51 sec
  • Le proposte secessioniste della Lega

    0:52 Durata: 1 min 29 sec
  • Le dichiarazioni di Don Gianni Baget Bozzo

    Roberto Iezzi chiude l'intervista-filodiretto
    0:53 Durata: 56 sec