05 AGO 2004
intervista

Media arabi: il nuovo codice deontologico di Al Jazeera

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 26 min 56 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 30 luglio 2004 - In media sono quaranta milioni gli arabi che ogni giorno si sintonizzano su Al Jazeera per sapere cosa è accaduto nel mondo e in modo particolare nella loro regione.

Ci sono poi almeno altri cinque milioni di telespettatori che dall'Europa, dalle Americhe e dal resto del mondo seguono le trasmissioni dell'ormai celebre tv satellitare.

Il 13 luglio 2004, durante una conferenza stampa convocata al termine di un forum internazionale tenuto a Doha, capitale del Qatar, sede della televisione, a cui hanno partecipato esperti del settore provenienti da tutto il mondo (tranne
che dall'Italia), i vertici di Al-Jazeera hanno dichiarato che la televisione adotterà un codice deontologico finalizzato a rendere più equilibrata l'informazione trasmessa.

Radio Radicale ne ha parlato con Amara Lakus, giornalista e scrittore algerino, che per la Adnkronos ha seguito dall'inizio le tappe percorse dai dirigenti della TV del Katar per arrivare a stilare il documento.

leggi tutto

riduci