10MAG2013
rubriche

Conversazione settimanale con Mario Staderini

RUBRICA | di Dino Marafioti RADIO - 10:33. Durata: 39 min 45 sec

Player
Il quesito referendario in materia di immigrazione depositato da Radicali Italiani in Corte di Cassazione.

Gli attacchi ricevuti dal Ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge per le proposte sulla riforma della cittadinanza.

Le dichiarazioni del Ministro Josefa Idem sul riconoscimento delle Unioni Cilivi.

Il programma di riforme istituzionali del Governo Letta.

Le elezioni comunali di Roma e il caso Marchini.

Puntata di "Conversazione settimanale con Mario Staderini" di venerdì 10 maggio 2013 , condotta da Dino Marafioti che in questa puntata ha ospitato Mario Staderini (segretario, Radicali
Italiani).

Tra gli argomenti discussi: Amministrative, Cittadinanza, Clandestinita', Comuni, Democrazia, Diritti Civili, Elezioni, Governo, Immigrazione, Iniziativa Popolare, Integrazione, Istituzioni, Kyenge, Legalizzazione, Legge Elettorale, Letta, Marchini, Ministeri, Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, Penale, Politica, Propaganda, Radicali Italiani, Razzismo, Referendum, Riforme, Roma, Tv, Unioni Civili, Voto.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 39 minuti.

leggi tutto

riduci

10:33

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Siamo arrivati all'al momento come ogni settimana questo ora della
Conversazione intervista settimanale con il
Segretario di radicali italiani Mario Staderini che stabiliamo buongiorno buongiorno attese buongiorno agli ascoltatori relativa i temi sono tantissime cerchiamo di andare Bellini
E ve l'ho citato prima partiamo proprio dall'attualità ieri radicali hanno presentato in una Cassazione un altro quesito referendario sul tema della dell'immigrazione allertato raccontarci importi che si tratta come Murdoch
Sì non eravamo ti ricorderai l'attento ascoltatore della radio al congresso rapida italiani avevamo elaborato una serie di quesiti anzi gli arriva lavorati uno dei giuristi più importanti in materia di immigrazione in Italia che è il professore
Fulvio Vassallo Paleologo dell'Università di Palermo tra questi c'era anche il reato di emigrazione clandestina rispetto al quale
Sicuramente ci sono state due sentenze una della Corte Costituzionale prima una della Corte di giustizia trovo dopo che hanno ridurne hanno ridotto la portata
Peggiore diciamo quella più negativa lasciandone comunque in sé la la portata
Di criminalizzazione nell'ordinamento non di una condotta
Ma di una condizione questa è la grande anomalia anche a livello di Filosofia del diritto e di politica del diritto di questo reato per cui l'introduzione anche qui di marca leghista
Di del due mila nove ha portato a un cambiamento anche rispetto a quelle che sono ipotesi col nominativamente analoghe in altri in altri Paesi dove l'immigrazione clandestina esiste nel Codice ma c'è
Una una diversa
Una diverso atteggiamento del diritto penale oggi non abbiamo una situazione in cui semplicemente per una condizione della propria vita quella di essere
è un immigrato irregolare sia una Combo diciamo una convegni di una trasformazione in crimine di questa condizione non semplicemente di una condotta era tra i quesiti che avevamo preparato e non avevamo immediatamente
Depositato ma alla luce di quelli che sono stati confronti di queste settimane in particolare con l'Arci e con la CGIL abbiamo ritenuto di
Di depositarlo proprio per tentare di inserirlo nel pacchetto referendario e non a caso ieri è stato presente insieme a noi e ha depositato in Cassazione anche Piero soldini che è il Responsabile nazionale immigrazione della CGIL
Che per il momento a titolo personale e senza ancora essersi trascinato diciamo così l'intera organizzazione ha aderito e questo in vista a dell'imminente
Nelle prossime ore dell'avvio operativo della campagna referendaria noi abbiamo una situazione in cui anche semplicemente per studiare organizzare tra virgolette
La rimozione degli ostacoli che tradizionalmente vengono fatti I referendum e in particolare
Hai riferendo ma radicali ovviamente abbiamo bisogno di tempi per per muoverci per organizzarci domenica avremo una direzione Dalia italiani che su questo che verterà proprio su questo per definire
E quelle che sono le ultime riflessioni anche perché il punto politico centrale credo in questo momento
Di questa possibile campagna sta nei referendum stessi
Cioè noi abbiamo o una prova abbiamo la bolla di cui la dimostrazione che la prima scheda
è sotto gli occhi di tutti da parte dei cittadini la prima scheda ecco fornita dalla Costituzione cioè la scheda elettorale
Tra virgolette non è servita a nulla noi radicali lo amo previsto per tempo facendo sapere appunto come che i condizioni antidemocratica e ovviamente il voto dei cittadini
Vale molto meno di quello che già tradizionalmente può valere il voto se si prescinde dal resto degli strumenti di partecipazione alla vita politica
Ma appunto dicevo di fronte alla situazione in cui la prima scheda quella elettorale non è servita a nulla con un Parlamento Napoli via che rimangono di fatto paralizzati
Beh allora c'è la possibilità di salvare
Legalizzato dalla peraltro la seconda Schena prevista dalla Costituzione dato i cittadini cioè quella referendaria peraltro
In una situazione in cui nel nostro Paese evidentemente ormai sta emergendo sempre più a un problema di Stato di diritto a un problema di inversione di tendenza rispetto a questi trenta quaranta sessanta anni come come abbiamo scritto nella peste italiana sessant'anni di tradimento della Costituzione e dei suoi istituti principali allora
Proprio il le griglie di legalizzare il nostro Paese anche attraverso partita attraverso quell'istituto quello referendario che più di tutti
Ha dimostrato il tradimento di questa nostra Costituzione e al tempo stesso anche era dimostrato le possibili riforme le possibili occasioni perse
Perché tantissimi dei problemi che ancora oggi
Blocca nel nostro Paese potevano essere risolti attraverso i referendum sia quelli vinti e poi traditi pensiamo al finanziamento pubblico dei partiti pensiamo alla giustizia giusta pensiamo anche alla legislazione
Sulla droga quelle che riguardano gli interventi sui Ministeri o i referendum
Non ammessi dalla Corte costituzionale e anche lì ce ne sarebbero molti ad esempio nelle fattispecie economiche e non solo B esse questi referendum fossero stati o non traditi o ammessi
Molti dei punti che oggi impantanato il nostro dovere sarebbero risolti beh allora credo che proprio in questo momento
Il referendum posto che e riportare il referendum in quella condizione che solo la
L'impegno e la fantasia dei radicali gli aveva consentito di aprire cioè quello di occasione ordinaria di esercizio della sovranità popolare
Come previsto peraltro dalla Costituzione a parte i tromboni che ci hanno sempre detto che li abbiamo fatti troppe volte troppi
Per i radicali sono gli unici che hanno garantito con un impegno enorme anche in termini di denaro e di tradizione diciamo di fantasia che i referendum potessero essere consegnati lo strumento ordinario di esercizio e la sovranità popolare mentre invece da quando appunto Lille l'indebolimento anche il rafforzati indebolimento radi del soggetto radicale per le ragioni che ben sappiamo e il rafforzamento invece del regime
Ha ridotto questo uno strumento straordinario di cui di cui o sei come il movimento dell'acqua che è riuscito a organizzare in un nel giro di un anno un fronte di adesione di promotori
Enorme tale per cui hanno battuto anche tutti gli ostacoli o altrimenti e non riesce a farlo allora credo che partendo da qua
Partendo e passando attraverso anche
E attraverso i referendum sui temi che vengono cancellati
E dall'agenda pubblico ormai da troppo tempo l'occasione sia proprio questa
Come occasione politica principale di lotta di scontro tra virgolette verso il regime ma per appunto un ripartire restituendo una elemento importante e credo che questo il focus principale prima ancora dei punti di merito
A che proposito di referendum c'è una cosa che mi interessava sulla quale mi interessava del Giro d'opinione voglio dire uno dei Ministri il Ministro che invece
Ha toccato in questi giorni proprio alcuni
Temi di questi referendum particolare quello sulla sulla cittadinanza evidentemente ed è stata duramente attaccata per questa sua sorpresa di posizione che presente fa tutto questo ma allora si potrà accusare in quanto si vuole magari ha ragione
Della inesperienza del ministro chiedo cerchie si è de esposte immediatamente agli attacchi
Prima di aver confrontato all'interno del Consiglio dei Ministri le posizioni del Governo avere un attimo aver diciamo fatta il non si è fatta furba di sondare prima quello che succedeva
Nel Consiglio dei Ministri con gli esponenti di centrodestra però diciamolo chiaramente
Il ministro Gengi al riportato ha parlato di tre questioni
Che sono tre questioni oggettivamente presenti che sono questioni
Che riguardano punti nodali dei fallimenti delle politiche governative sull'immigrazione a tra matrice leghista di questi anni
Ha parlato cioè della necessità di modificare la legislazione su uscire
Cioè quei centri di
Identificazione espulsione in realtà dei centri di reclusione dei veri e propri Lager a cielo aperto in cui vengono trattenuti fino a diciotto mesi immigrati colpevoli ripeto non di aver commesso reati ma esclusivamente di dovere essere identificati cioè di non aprire il permesso di soggiorno e quindi di dover essere lì trattenuti fino all'espulsione
Ha parlato un po'il ministro Chienti cioè della necessità di superare
Il reato di immigrazione clandestina l'ho spiegato prima un aborto giuridico non c'è nessuna vittima
è un reato senza vittima che in un paese liberale non sarebbe non sarebbe neanche preso in considerazione e ha parlato peraltro ripeto Corte di giustizia e Corte Costituzionale giallo hanno attaccato non poco negli ultimi anni
E ministro che ha già parlato ancora anche
Del
Della questione della cittadinanza ai minori nati in Italia i minori stranieri nati in Italia
Allora Chirivì al netto appunto delle maggiori furbizie che poteva al ministro che ANCI e mettere in campo nel questa sua azione bella reazioni che si è avuto ma non solo a livello di attacchi politici e di attacchi politici
Esplicitamente i razzisti in molti casi nei confronti del ministro gli Angel
Beh io credo che quello che sta accadendo in queste ore in questi giorni in televisione
Sicuramente inquietante da studiare
Allora immediatamente nel momento in cui fu è stato nominato il Primo Ministro di colore nella nostra Repubblica
E e che questo ministro ha semplicemente espresso quelle che sarebbero state le tournée illude suo imputazioni su tematiche importanti che non riguardano solo gli immigrati ma riguardano tutti gli italiani
Beh è iniziata
Una campagna veramente razzista e xenofoba da parte di alcune trasmissioni e di alcuni media dispiace dirlo in particolare dei media di Berlusconi
E in particolare mi riferisco anche a Porta a Porta di Vespa la puntata che c'è stata tre quattro giorni fa
Non casuale da Vespa tutta incentrata su episodio di cronaca nera
Che ha visto che vede tra gli indagati nell'uccisione di una donna
Un una un un una persona di colore
E i modi con cui venivano discusse all'interno di quella trasmissione ma non perché bisogna che essere garantisti ma è proprio un discorso che si parlava neanche gli veniva riconosciuta la dignità di
Di singolo essere umano veniva chiamato questo ma da tutti anche dai soliti tromboni alla crepi agli altri lì presenti me è evidente si è tornati a quello che accadeva due anni fa in cui si creava
Artificialmente a livello mediatico la
Paura nei confronti del dive dello straniero e della equazione straniero uguale criminale
Per straniero presente in Italia in maniera non regolare uguale pericolo pubblico beh credo che questo sia particolarmente grave
Nel momento in cui evidente che si tratta di un piano studiato atta Polito probabilmente a fini elettorali
E quindi credo a maggior ragione
Sia questo e lo dico anche a chi in alcune organizzazioni che può dovrebbero notte normalmente invece a essere
Particolarmente attente al problema ma parlo anche all'interno del partito democratico all'interno di selle con i quali peraltro abbiamo iniziato a parlare in vista di una possibile convocazione dei referendum sull'immigrazione
Beh di comprendere due cose la prima che a differenza delle aspettative questo Governo e questo Parlamento non sono in grado di fare nulla sull'immigrazione neanche su una cosa minima come quella della cittadinanza e che gli stranieri
Il secondo aspetto Becket bisogna cominciare a giocare d'attacco sullo su questo fronte come ha fatto ieri
Emma Bonino intervenendo intervenendo a Firenze
Bisogna giocare di attacco per scatenare un dibattito pubblico e portare anche il Paese che più avanti io credo anche su questi temi rispetto alla politica ad affrontare l'immigrazione
Nei termini in cui va affrontato cioè comun opportuni dai come un fenomeno da governare e non da
Penso a illudersi di nasconderlo attraverso la criminalizzazione credo che anche qui c'è una forza importante
E di questi quesiti referendari e c'è però la necessità che questo vada compreso forse il ruolo che in questo momento come Radicali possiamo giocare
è proprio quello di mettendo in campo in questo caso dando corpo con i nostri compagni Giovane Italia sui tavolini a un confronto coccio con la cittadinanza beh riuscire a trascinare
Nella
Consapevolezza di dovere a giocare d'attacco anziché indifesa anche su questo tema perché ne va anche dei criteri
Della nostra convivenza civile
Si fa sì che un simile di di di riuscire a rispondere alle solite domande che vengono
Presentata in maniera scontata e ma perché non pensi italiani è ma in questo momento senza capire che si gli immigrati non verranno messi in con
Sono indi non essere schiavi dei loro padroni di lavoro perché in nero o perché dico perché dipendenti da una situazione precaria derivante
Dalle norme che rendono impossibile avere il permesso di soggiorno beh a quel punto anche gli italiani
Non potranno cento lamentarsi del perché
Dove del perché e si trova una concorrenza di fatto sleale e da parte di chi visto che è in condizioni clandestino precarie è costretto a accettare condizioni di lavoro molto più basse e molto peggiori rispetto all'italiano ecco credo che
Sia oggi probabilmente quelle nubi che
Questo segnale e della televisione italiana
Rispetto alla a al diciamo a una nuova campagna razzista e xenofoba in televisione
Siano da interpretare e del proprio in termini di reazione da porre in campo e qual è lo strumento credo oggi migliore se non se non quello referendario
Se c'è un altro ministro che a preso una importante posizione su un altro tema molto caro anche storico dei radicali quella del Governo regolamentazione delle coppie e si tratta del Ministro alle Pari opportunità Josefa i leader ma che proprio oggi in una intervista a Repubblica ha preannunciato la presentazione di un disegno di legge per le unioni civili lei dice per non deve
Devono esserci copia di serie B
Credo penso che alla fine il pentolone
Il pentolone che bolle alla fine scoppierà
Non credo che potranno andare avanti a dire beh c'è la crisi i problemi veri sono dell'economia non vi potete occupare di questioni di questo tipo di diritti civili e altro
Attenzione noi abbiamo un Paese in cui veramente la schizofrenia si parlava di scisma sommerso professor primi per quanto riguarda la Chiesa cattolica bello scisma
Neanche troppo sommerso in Italia c'è eccome
Ci sono una serie di questioni e di tematiche che sono già oggi maggioritaria nel Paese ma parliamo di una maggioranza fuori dal
Fuori dal comune sulle coppie di fatto così come sull'eutanasia così come
Ripeto sul finanziamento pubblico dei partiti o su divorzio bene questi ultimi due
E i temi referendario quello precedente non a caso proposta di legge radicale la maggioranza dell'opinione pubblica
Ex così schiacciante da rendere incomprensibile
Se non ci fosse il caso Italia come caso democratico da rendere incomprensibile e come mai la politica rimanga ferma
Beh allora ha detto bene il ministro ci mancherebbe lo ha detto addirittura il Presidente della Corte costituzionale che devo dire in Italia tutto si può dire tranne essere e la frontiera dell'avanguardia
All'apertura dello suo hanno diciamo nella relazione annuale inc continuando a ripetere che c'è
L'obbligo praticamente per il legislatore di riconoscere
Di riconoscere in qualche modo giuridicamente le relazioni tra persone dello stesso sesso
Però anche questo è tema che sappiamo che questo Governo assolutamente non sarà in grado di fare e allora
Questo questo credo pentolone costituito da una serie di tematiche che ormai
Non possono semplicemente con la scusa della crisi economica essere ancora più messe fuori perché vi presento un'urgenza così come rappresenta un'urgenza introduzione del reato di tortura nel momento in cui avremo trentasette
Massacratori
Del del del del G otto a Bolzaneto che probabilmente vedranno andare in prescrizione e quindi neanche essere tenuti a risarcire le vittime
A la prescrizione quando si dice a chi non crede nel provvedimento di amnistia basterebbe ricordare questo cioè a ricordare come e in questi casi si arriva la prescrizione per reati che io ritengo gravissimi
Perché quello che è accaduto a Bolzaneto al G otto avvia se qualcosa di una gravità
A livello storico prima ancora che reale ben andranno in prescrizione che quando si va in prescrizione vuol dire non avere neanche la possibilità del risarcimento del del risarcimento delle vittime delle parti civili cosa che peraltro invece
La nostra impostazione di proposta dell'amnistia prevede
Perché andrebbe si riempie vero estinto il reato il procedimento però va a condizione che ci sia un risarcimento delle parti civili allora
Questo tema delle coppie di fatto come gli altri rappresento io credo delle delle delle
Delle delle priorità che sono già mature nell'opinione pubblica che non potranno essere ancora molto tenute fuori della politica
E il problema che dicevo prima rispetto a referendum si pone anche così ne abbiamo due quesiti referendari
Quello sul finanziamento pubblico e quello sul divorzio breve in particolare che hanno una maggioranza schiacciante nel Paese credo sul divorzio bellamente arriviamo oltre il novanta per cento
E pensiamo che oggi noi stiamo in domenica ci troveremo a ragionare a discutere
Perché non nonostante il novanta per cento il novantacinque per cento dei cittadini sia a favore del divorzio breve e a favore del finanziamento pubblico dei dei coi a favore dell'abrogazione del finanziamento pubblico dei partiti
E non è scontato in questo nostro a falsa a democrazia questo nostro falso Stato di diritto non è poi non è scontato riuscire a raccogliere cinquecento mila firme
Ma come se ci sono in pratica quaranta quarantadue milioni di italiani a favore come è pensabile non potendo
L'essere sicuri di raccogliere cinquecento mila firme è proprio questo il punto
Cioè noi dovremmo riuscire una partita è difficile dovremo riuscire in qualche modo a legalizzare questo Paese perché
Il ridurre questa frattura e cioè rendere
Il rendere evidente Chissi non è possibile dare per scontato la raccolta di cinquecento mila firme su temi che vedono i quaranta milioni di italiani adulti e parlo
Favorevoli beh vuol dire che il problema c'è nelle condizioni con cui via Induno Conde viene consentito non consentì dei cittadini di fare con la raccolta firme quindi credo che coppie di fatto come lo darà sia come e le grandi questioni anche di diritti civili debbono ancora una volta a trovare una spinta una spinta popolare attraverso le iniziative popolari quindi le proposte di legge
E sono contento che dal Movimento cinque Stelle sia stata ripresa una cosa che ultimamente stiamo chiedendogli anche cioè quella di
Modificare i regolamenti parlamentari
Rispetto a l'obbligo di calendarizzazione discussione delle proposte di legge di iniziativa popolare che altrimenti sono stati sempre vanificate da questi par da questi Parlamenti che si sono susseguite susseguiti
E credo che quindi credo che su questo ci sarà ci sarà da da lavorare una cosa poi però facciamo mi permetto né mi permetto di inserirla
C'è un altro referendum che ovviamente ha una portata molto e molto importante come quello sulle droghe in particolare sulla
Sulla riforma la fine delle politiche perché i Minai delle politiche attività investigativa e che abbiamo messo in campo
Che ha una potenzialità enorme credo anch'essa altrettante urgente e che però mi sembra di aver colto una notizia che se fosse confermata sarebbe molto negativa
E cioè che questo Governo la delegata per appunto le tossico di politiche sulle tossicodipendenze verrà data al Ministro dell'interno
Cioè Alfano ma cioè il problema è il Ministro dell'Interno credo che sia un fatto senza precedenti
Di questo di questo momento perché vorrebbe dire e sarebbe un fatto io credo molto negativo spero che il Presidente letta non non proceda in questa direzione se fosse confermata
Perché ecco affidare al Ministero degli Interni la delega sulle politiche delle delle delle tossicodipendenze
Significherebbe continuare averne uno una una un'impostazione da un ordine pubblico uno polverizzazione appunto da da criminalizzazione di un fenomeno sociale che è anche un fenomeno
Che anche un fenomeno sanitario mentre invece sarebbe invece proprio opportuno che andasse e tornasse dopo la brutta esperienza di Giovanardi
Proprio al Ministro dell'integrazione e cioè al Ministro Thiene già che su questo potrebbe fare fare un ottimo lavoro quindi ecco non so se è già è avvenuto il misfatto spero che il Presidente letta su questo possa essere invece
Discontinuo rispetto a quanto si legge sui giornali
Stati i problemi per questa maggioranza non sono
Certo finiti qua intanto
C'è un tema sul quale i giovani si sono esercitati
Per
Più di una settimana che era questo della convenzione va improvvisamente si sono accorti che
Effettivamente non molto c'era questo che e su chi già dovesse presiedere evidentemente
E non c'era evidentemente questa questa grande necessità tant'è che
Il tema sta
Cadendo sta scivolando sempre di più nell'obbligo tu che Couto graffi al fine di questo Consiglio se
Ma dato atto che ormai
Si può dire con quasi certezza questa convenzione che non si abbia neanche cosa fosse non ci sarà
Beh credo che questo sia un ulteriore elemento di indebolimento dia il il Governo indebolimento che è avvenuto rapidamente rapidissimamente credo negli ultimi negli ultimi giorni
Non non non non non diciamo non dobbiamo dimenticare che
Maniera peraltro anche anomala nel suo discorso di insediamento letto Presidente letta aveva fa aveva collegato il proprio Governo ai lavori all'esito dei lavori di questa convenzione
Fatto di per sé anomalo e che però in questo momento in cui la convenzione viene meno beh diciamo può dare l'impressione credo io anche abbastanza fondata
Che
I presupposti sui quali è nato il Governo Governo letta il cui peraltro io spinto a parlare il punto di un Governo letta Alfano Bonino intendendo appunto per il
Il valore che la nomina del di Emma Bonino aveva
Come ho avuto come Ministro degli esteri anche perché rappresentativa da un certo punto di vista degli uni delle opinioni pubbliche italiane internazionali quindi con la possibilità anche di poter parlare al Paese
Rispetto
Rispetto a questa posizione B l'impressione mi sembra che questa cosa della convenzione confermi
Che
I ci sia un un decalage non da poco non non non indifferente e che spero davvero che questa riunione che faranno questo seminario che faranno domenica e lunedì
I ministri del Governo letta serva
Per comprendere che o creano immediatamente un rapporto con l'opinione pubblica un rapporto diretto o questo governo crea diretta meno un rapporto diretto con l'opinione pubblica sulla base dei fatti
E di riforme possibili anche radicali o altrimenti credo che si andrà sempre più verso una vita breve di questo Governo e soprattutto una difficile una difficile
Una difficoltà diciamo arrendere qualcosa di positivo ma tornando al discorso della convenzione beh una cosa però andrebbe subito ricordata e ricordata anche al Presidente Napolitano
Allora noi abbiamo un Governo che dichiara in Parlamento di avere di darsi diciotto mesi salvo che la convenzione vada in porto e che quindi prosegua
Abbiamo una situazione in cui la legge elettorale
Do tutto di nuovo tutti dicono che deve essere cambiata e noi sappiamo che una legge elettorale per criteri per il Paese con degli standards internazionali di democrazia peraltro
Aventi valore giuridico perché riconosciuti da Cortenova diritti dell'uomo non può essere cambiata dodici mesi prima dal voto
Beh
Io credo che ne sono già passati sono già passati due dalla dall'ultima la costituzione del Parlamento ma io credo che la legge tra le vada fatta immediatamente vada fatta prima
Del prima del se possibile prima ancora
Della della pausa estiva
Perché bene perché non solo perché siamo una situazione talmente precaria per cui si potrebbe andare lezioni da un momento all'altro al batter di ciglio ma soprattutto perché
Non si può non ci si può permettere ancora una volta di ridursi a due mesi a tre mesi dal voto per cambiare la legge elettorale quando peraltro c'è una tempistica un timing già fissato dallo stesso Governo che sono i diciotto mesi
Beh sì io credo che anche su questo il Presidente Napolitano come garante della Costituzione quello che non ha fatto negli anni precedenti dovrebbe farlo adesso e cioè informare
E richiamare il Parlamento ufficialmente con i suoi
Con i suoi messaggi alle Camere della necessità che la legge elettorale venga modificata prima
Che passino i dodici mesi per poter poi andare andare al voto
Ma ecco forse sul Cossiga furono gli o della Presidenza Cossiga fu caratterizzata da una serie in numerosa di messaggi alle Camere credo ne fece tredici quattordici
Beh io non dico di arrivare a tal punto ma penso che il Presidente Napolitano abbia bisogno anche lui per non ripetere sta in maniera stantia la sua presidenza e la gestione di questi anni
Che la vendita degli un'innovazione rispetto a se stesso e cioè quella
Credo di mandare messaggi alle Camere sulla necessità e il più arida
Della riforma della giustizia e dell'amnistia ma e dall'altra anche sulla questione leggi elettorali nell'hard nella nell'ottica di quelle che sono le esigenze democratiche del nostro Paese
Sede complicare la vita di questo governo di questa maggioranza per meglio dire ma anche di tutta la legislatura
C'è ci sono i travagli intanto interni del lei travagliato nostri travaglio di questa volta del PD
Traguardi del Partito Democratico perché si avvia questa sua assemblea ogni giorno esce una candidatura nuova comunque alla guida
Di questo partito oggi il giorno ragionano di Bettini per esempio e dall'altra c'è la cinque stelle a cinque stelle che Veneto cinque stelle
Che ogni giorno finisce nell'occhio delle polemiche proprio perché a quanto va maggior parte dei suoi parlamentare dei suoi eletti non riesce proprio a sottostare alle regole di Grillo aveva dato
All'inizio prego prima all'inizio all'avventura ultimo in ordine di tempo questa storia della diaria
Come finirà ma sul Partito Democratico io credo non ci siano alternative o il Partito Democratico troverà al suo interno la forza per
Comprendere che questo Partito Democratico non ha futuro e che l'unica possibilità quella di andare verso un partito democratico all'americana
Cioè un partito democratico aperto cioè il Partito Democratico che Pannella propose a Occhetto nel
Nel novantadue novantatré novantaquattro novantadue novantatré
Ho
Altrimenti questo Partito Democratico non avrà futuro quindi la direzione è quella di un partito democratico Sperto all'americana dove a quel punto la necessaria correlazione
Con un sistema uninominale maggioritario
A livello elettorale sarà necessaria allora c'è qualcuno oggi all'interno del Partito Democratico che può comprendere e farsi portatore di questo percorso
Questa credo sia la domanda per il resto tutte queste queste diciamo rincorrersi di posizionamenti di neo di neo leader che si autoalimenta noi si auto bruciano nel corso di poche settimane credo che non è molto non è mondo sarà molto rilevante non sarà molto ricordata
Dall'altro punto di vista il Movimento cinque Stelle beh si trova oggi a dover fare i conti con alcune
Rigidità ca
Che sono che sono proprie
Ma anche credo con l'assenza di politica alla io ritengo ancora oggi prezioso il ruolo svolto da agli italiani che hanno votato il Movimento cinque Stelle a queste elezioni
Lo ritengo prezioso proprio per
La capacità di sardi disarticolazione
Che si è messa sia messa in moto grazie a quel voto
Credo però che diciamo al movimento in quanto dare gli eletti lo stesso Grillo stiano deludendo le attese in termini di politica
Si è usata la parola di scongelare come ha detto felicemente retta i voti ma in questo momento quello che manca è proprio la politica nel Cinque Stelle
Cioè il fatto che prevalgono anche via all'interno cose sacrosante il rispetto della parola data gli elettori e quindi il discorso delle diarie ha sicuramente una serietà
Però
Tutto questo copre la assenza di una
Di una linea politica e che non sia quella attraverso il marketing politico di distruggere il Partito Democratico devo dire ci vanno bene ci pensano bene anche da soli
E e non diciamo l'incapacità però di riuscire a concepire l'alternativa
E conci per concedere l'alternativa bisogna ovviamente e anche qui se il Partito Democratico avrà un futuro solo se sarà un partito democratico aperto all'americana
è bello stesso credo il Movimento cinque Stelle euro riprendi inizierà a dialogare a confrontarci lì a credere appunto che nel dialogo nel confronto si possono aprire
Delle migliorie anche per le proprie convinzioni concepire il nuovo o altrimenti anche loro sono destinati a perdersi io mi auguro che ci sia una una risposta credo che in questo momento abbiamo delle grosse perplessità
Però già sul fronte referendario è sul fronte delle iniziative popolari prima ancora che nel merito manderà modifica di quelle nella rimozione di quegli ostacoli che caratterizzano le avventure referendari di cittadini d'Italia il momento Cinquestelle io mi aspetto che possa essere
Da questo punto di vista o
Diciamo un un un compagno di lotta poi magari un compagno non riconosciuti uno riconosciuto nel senso che dovremo mandarli
Le lettere nelle bottiglie perché non sarà possibile incontrare di persona però spero che
Riusciremo su cui stava a fare la differenza che intercorre ampiamente scaduto soltanto un minuto per ricordare la tanto
Appuntamento con le amministrative romane ricordare il fatto che ci sono
I radicali che pure a titolo diciamo così persona ma sono presenti sono candidati della lista civica per Marino
Sindaco si questo sia
Al comune con la Riccardo Maggi sia in alcuni
Municipio
Ma si su cui su Roma devo dire sono usciti dei sondaggi anche qua il solito gioco invito tutti a riandare avvenire l'inchiesta
Che col professor Scozzafava abbiamo fatto come l'aria Cagliari dimostrando quanto questi sondaggi sia ormai semplicemente una propaganda politica che vuole volte vuole a prefigurare quello che sta accadendo in questi giorni in un paio di giorni arrivano dei sondaggi in cui e si fa vedere che praticamente c'è un testa a testa Alemanno Marini è un Marchini che sta in grande in grande spolvero ovviamente è il modo questo per
Prefigurare
Quel diciamo così per Condit prefigurare quella che è resa ma la realtà di domani che non è la realtà di oggi infatti basterebbe andare a vedere chi sono questi sondaggisti
Detto questo non c'è dubbio che Marino nostalgie cambia per nulla la campagna elettorale e che Alemanno ovviamente forte dei soldi
Delle clientele e anche della spinta positiva di Berlusconi è Starr questa recuperando ma il vero il vero punto il vero problema che è quello che come mi conferma
Nelle analisi che avevo avuto nei mesi precedenti sull'elezione a Roma per questa cosa di Marchini è veramente senza precedenti neanche la Polverini
Fu un fu diciamo fu oggetto di qualcosa di analogo nero polverine almeno si limitò andare tra virgolette si limitò a Ballarò cioè la prima la principale trasmissioni diciannove volte fu creata
Beh noi abbiamo un perso una persona che non è neanche un imprenditore c'è un'ereditiera o perché questo è
Come Marchini il quale non ma un solo un consenso politico cioè non ha uno ne aveva un movimento non aveva neanche un'associazione anche un gruppo un comitato di cittadini
Che però per le sue conoscenze
E per il suo denaro che ha messo in campo Mele mesi prima col suo cuore spezzato è riuscito anzi è stato imposto come
Candidato ma candidato addirittura alla pari di Alemanno di Marchini di di Marino andando in tutte le trasmissioni che Dio ha fatto
And ora Ballarò praticamente regna Patarino devo dire sta sbagliando non Pagnetto orale non appare credo che sia anche mal consigliato e mal mal preparato detto questo credo che la questione Marchini sanzione veramente
Veramente delicata io personalmente o un vantaggio e credo che come questo lo possono avere tutti i radicali gli ascoltatori radicali cioè noi abbiamo la consapevolezza e la certezza
Che almeno per quanto riguarda il consiglio comunale il nostro voto può essere messo in buone mani io ovviamente voterò Riccardo Maggi che e in questi anni credo è stato determinante in tante iniziative sulla città di Roma radicali ma anche in quelle nazionali voterò Riccardo Maggi convintamente e ci chiedono e chiederò di far votare
Per lui al consiglio comunale di Roma anche se nella lista civica di Marino e abbiamo anche credo che non so se lo farà o sapere se hanno messo su qualche sito ma basta andare appunto a ritrovarlo ci sono anche una serie di altri iscritti
Radicali che sono candidati né immuni né alcuni municipi e quindi anche lì c'era possibilità
Di votarli però certo è che questi quindici giorni che mancano al voto saranno molto molto interessanti io credo che alla fine si arriverà un ballottaggio tra Marino tra Marino Alemanno
Ma credo che l'operazione che si sta svolgendo a livello mediatica più l'insipienza dello stesso Partito Democratico in queste elezioni romane potrà creare anche delle sorprese nei giorni che mancano
Bene
Allora appuntamenti scusi io mi sono già di anticipo io gli appuntamenti dell'agenda allora sabato dire domenica di nuovo ci sono
Giornate di mobilitazione su per la campagna sullo dalla sia legale andata molto bene la settimana scorsa cinque mila e cinquecento firme
In un solo giorno in una cinquantina di tavoli
Di tavoli soprattutto radicali ma non solo sulle dannose legale
Andate sul sito eutanasia legale punto it e troverete l'elenco l'elenco dei tavoli di questo di questo weekend poi abbiamo domenica ma Tina alle ore dieci a Ponte Garibaldi l'anniversario il trentaseiesimo anniversario della della dell'assassinio di Giorgiana Masi
Il Partito Radicale
Saremo lì a al Ponte Garibaldi anche a ricordare ma quanto mai attuale in questi tempi il diritto alla verità che è stato negato con l'omicidio dire Giorgiana Masi e altri episodi analoghi di quegli anni e peraltro c'è una infelice in coincidenza con la Nesima marcia per la vita antiabortista antireferendari ha di fatto che avverrà in quei giorni
Poi domenica avremo come avremo la direzione di radica italiani alle undici al partito e poi si inizierà alla settimana
Con
I nuovi i nuovi appuntamenti e sanno appuntamenti credo comunque molto molto simili
I cattivi bene
Allora
Ringraziamo e salutiamo Mario Staderini Segretario grazie a voi che troveremo
Ritroveremo allo stesso orario nella nella settimana la settimana prossima venerdì prossimo
Ok allora al undici e dodici minuti fra poco la nostra programmazione esplose