21MAG2013
stampa

Misure per il sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione pari o inferiore a 5.000 abitanti nonché dei comuni compresi nelle aree naturali protette

CONFERENZA STAMPA | Roma - 11:30. Durata: 27 min 15 sec

Player
Presentazione del Progetto di Legge.

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Misure per il sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione pari o inferiore a 5.000 abitanti nonché dei comuni compresi nelle aree naturali protette" che si è tenuta a Roma martedì 21 maggio 2013 alle 11:30.

Con Ermete Realacci (deputato, Partito Democratico), Enrico Borghi (deputato, Partito Democratico), Rossella Muroni (direttore generale di Legambiente).

La conferenza stampa è stata organizzata da Legambiente e Partito Democratico.

Tra gli argomenti discussi: Acqua, Agricoltura,
Alimenti, Ambiente, Archeologia, Beni Culturali, Beni Immobili, Comuni, Comunita' Montane, Costi, Crisi, Demanio, Economia, Enti Locali, Foreste, Impresa, Internet, Italia, Ministeri, Museo, Nonprofit, Paesaggio, Politica, Produzione, Qualita', Sanita', Scuola, Servizi Pubblici, Servizi Sociali, Spesa Pubblica, Territorio, Trasporti.

La registrazione video della conferenza stampa dura 27 minuti.

Oltre al formato video è disponibile anche la versione nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

11:30

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Allora nostalgico dei solo non ci riusciamo senza risolvere delle troppo fuori ma non avevano chiesto l'accredito prima e c'è un passaggio di sicurezza compromesso va bene
Allora ringrazio i giornalisti e i tanti colleghi presenti che sono tra i firmatari della legge
Queste un'occasione per presentare questa legge che noi riteniamo molto importante
Io sono Realacci lui Enrico Borghi che
Il secondo firmatario della legge come vedrete dalle firme è stata firmata da
Molti colleghi parlamentari di vari gruppi politici anche dal Capogruppo del PD anche
All'epoca dal dai due vicepresidenti della Camera Giachetti e l'UPI adesso Lupi non è più visibile indagando perché c'è il ministro non delle infrastrutture e poi da molti colleghi molti dei quali sono qui presenti
Il senso di questa legge che viene riproposta in questa legislatura dopo che
Ci sono stati vari tentativi di a scusarmi alla mia sinistra c'è Rossella Moroni che è la
Il direttore di Legambiente nulla
E la la legge ha sempre affiancato ed è venuta dopo
Una campagna portata avanti da Legambiente it per la difesa e la valorizzazione dei curdi territorio e dei piccoli Comuni
Che culmina
In una iniziativa che si chiama voler bene all'Italia che il centinaia e centinaia di comuni italiani l'uno e due giugno vedrà iniziative di valorizzazione diciamo del territorio la legge un po'si affianca si rafforzerà forza questa iniziativa su cui dopo
Rossella ci dirà qualcosa il senso della legge come sempre e
Anche nella sua versione nuova aggiornata che cerca di tener conto anche delle modifiche istituzionali in atto
è quello non di fare una legge assistenziale nei confronti dei piccoli Comuni ma di avere un'idea dell'Italia dentro ai quali i Comuni territorio e comunità abbiano un ruolo importante
Ancora oggi leggevo su qualche giornale che viene presentato in genere come
Esempio dello spreco italiano l'esistenza di piccoli comuni
E che quindi quello comune gli elementi di rischiosità della politica il nostro punto di vista è stato sempre diverso
Nel senso di
Essere assolutamente favorevoli ovviamente a tutte quelle iniziative di razionalizzazione della spesa pubblica di messa assieme dei servizi di Unioni dei Comuni tenti riduzione vera degli sprechi
Ma al tempo stesso di guardare il Paese non dal satellite ma con l'occhio attento richiamo all'Italia di chi vuol bene all'Italia sapendo che non è che si può razionalizzare le scuole i presidi sanitari uffici postali
Nei piccoli Comuni come si fa in una città qualche volta chiudere una scuola in un piccolo comune può significare la differenza fra la vita e la morte può significare che la coppia giovane non può più vivere lì
Ma se li non vive più la coppia giovane c'è una impoverimento generale che produce non solo dei danni materiali
Per esempio sul ruolo fondamentale da parte
Di queste popolazioni di queste comunità dal punto di vista della gestione del territorio che la sua difesa ma anche in una perdita economica perché in molti di questi Comuni ci sono produzioni di qualità
Legate non solo l'agricoltura oggi
Per fare economia non è che sempre più la ciminiera che fuma con la banda larga si può stare in un piccolo Comune triangolare con il mondo no e chiudere diciamo a volte i servizi essenziali può significare la fine di quella comunità e un danno per la collettività ma anche un danno per l'economia tenete conto qui troverete molti dati diciamo
Sia nelle pillole sia nelle schede che vengono date sia anche nella
Relazione introduttiva la proposta di legge una un po'infatti come il che per un errore di stampa risulta che i piccoli comuni di una centosettantadue per cento degli abitanti italiani è un poco eccessivo distacco come corde per capire
Emergenti diciassette virgola
Era deserta virgola tre per cento perché
Stiamo parlando ecco questo sì trovate qui
Diviso regione per regione la situazione
Poi con comunque continuo ce ne siamo occupati molto anche nella passata legislatura con Iannuzzi come vedete di vista della regione per regione il dato complessivo che vede i piccoli Comuni essere attualmente oltre cinque mila ottocento
Più del settanta per cento dei comuni italiani amministrano più del cinquanta per cento del territorio ci vivono più di dieci milioni di persone ma ripeto il senso della legge attraverso una serie di misure
Alcune delle quali anche a costo zero faccio un esempio piccolo noi prevediamo nella legge che nella toponomastica del Comune
Possa comparire la produzione di qualità che in quel Comune si svolge oggi non ci può essere mentre uno commettere città gemellata con la non può dire città in cui si produce il tale prodotto questo non costa nulla
Ma è un legame diciamo che esiste fra
Comunità territori e produzioni che è molto importante tutte le misure che trova ed è qui
Elencate oltre misura diciamo di incentivazione sono misure che tendono a valorizzare i talenti
Prevedono per i piccoli Comuni una corsiva una corsivo insieme all'OCSE una corsia prioritaria per esempio per la banda larga
Prevedono iniziative che sono volte a favorire l'inserimento di nuove attività produttive soprattutto legati ai giovani nei piccoli Comuni tenete conto che già oggi
Nei piccoli comuni italiani ci sono oltre un milione di imprese di vario tipo
Prevedono che si realizzino nei piccoli Comuni anche attività sperimentale di qualità tenendo il tener conto che già oggi oltre seicento di questi comuni
Rapida hanno una raccolta differenziata superiore al sessanta per cento inoltre il novanta per cento di questi Comuni questa è un'idea
è un dossier un'indagine fatta da Legambiente esistono impianti di fonti rinnovabili
Inoltre il novantadue per cento di questi comuni ci sono produzioni tipiche artigianali di qualità a marchio ad otto quindi siamo di fronte già oggi ha un tessuto produttivo ha un tessuto simbolico che è molto importante per l'Italia e poi prevedono
Che in relazione sia alle politiche ambientali piccoli comuni quei pone pare la credo anche Enrico sono spesso i guardiani dell'acqua e dei boschi
No e quindi prevedere che nelle gestioni associate dell'acqua se ci sono delle royalty queste vadano reinvestite nella nella valorizzazione dei Comuni che per quanto riguarda le poli dire di contenimento delle emissioni Ricci dicevo due Di Castri Serra si riconosca il servizio che piccoli Comuni fanno diciamo alla collettività piccoli sono Ulizia in molto vasto molti di questi sono comuni montani poi ci sono anche comuni che sono in zone
Di pianura e sono anche le piccole isole insomma è un sistema abbastanza esteso però prevederei di riconoscere leggere
Tutte quelle cose in cui questi piccoli Comuni sono un valore aggiunto diciamo per l'Italia e incentivare
Anche attraverso le nuove tecnologie la ricerca l'innovazione
Le attività di punte di qualità che in questi territori si possono svolgere oltre che favorire il mantenimento dei servizi sociali essenziali non solo quelli pubblici
Scuole presidi sanitari uffici postali
Ma anche caserme dei Carabinieri ma anche quelli privati perché anche i piccoli esercizi commerciali vanno fiscalmente e dal punto di vista della della multe funzionalità trattati nei piccoli Comuni in maniera diversa perché anche lì la chiusura di un bar può significare per una comunità un passaggio tra una con in condizione di vivibilità una condizione di forte Visaggio finisco
Lasciando la parola al collega Borghetti che ha già chiesto in quanto capogruppo del PD il fallendo incardinamento della legge appena possibile non sappiamo ancora se sarà assegnata alla Camera
Solo alla Commissione ambiente o a territorio anche alla Commissione bilancio lo sapremo credo la prossima settimana
Finisco dicendo che dietro questa idea d'Italia
Queste questi casi i piccoli Comuni c'è un'idea ambizioso che l'Italia non è l'Italia del piccolo mondo antico un'Italia che fa l'Italia
Che è forte proprio perché nello sfidare il futuro con tutti i problemi che ci pone scommette sui propri talenti sopra i cromosomi su ciò che la rende forte nel mondo c'è una
Bellissima frase di cipolla che diceva
La missione dell'Italia e produrre all'ombra dei campanili cose che piacciono al mondo ecco
Qui ci sono tanti campanili c'è tanta Italia che può sfidare il futuro etnico
Grazie grazie al presidente Realacci grazie a tutti voi dalla vostra nutrita partecipazione come ha già ricordato l'onorevole Realacci
Questo per come ricostruiti grazie
L'aspetto delle istituzioni una forma politica sostanza viste tante dei giornali no non cosiddetta
Dicevo che questa proposta di legge è una proposta di legge che rispetto al lavoro che stiamo facendo in Commissione ambiente asso acquisisce sicuramente un carattere di priorità
Stiamo aspettando che la Presidenza dalla Camera segni definitivamente
Questo incardinamento di questo provvedimento un provvedimento che lo voglio dire da subito ha una caratteristica di profonda diversità
Rispetto ai precedenti dibattiti delle precedenti legislature questa non è una legge di aumento di spesa pubblica
Questa è una legge che consente al Paese di impiegare risorse che altrimenti andrebbero perdute
Attraverso un meccanismo da un lato di armonizzazione legislativa e normativa e dall'altro con l'introduzione di misure innovative
Che possono consentire all'Italia di stare nel gruppo di testa delle nazioni avanzata nel campo della green economy
Noi partiamo da questi due elementi di riflessione poi nel dettaglio se volete posso anche declinare questo principio ma vogliamo partire esattamente da questo aspetto riteniamo che la trama il tessuto
Dei piccoli comuni italiani possa costituire non un elemento di freno e di zavorra
Ma l'elemento di innesco di un nuovo processo di sviluppo dell'Italia proprio partendo dalle caratteristiche intrinseche specifiche che il nostro territorio nazionale ha
Permette
Ha ricordato sin qui e che necessitano di un intervento dalla politica vogliamo archiviare con questa legge una fase che è durata fin troppo lungo
Di discussioni piuttosto tedioso e se non al limite della ignoranza in senso tecnico del termine rispetto che cosa siano
I piccoli Comuni il territorio le risorse territoriali del nostro Paese
Vogliamo inserire questo tessuto all'interno intanto di un processo di riforma
Per questo la delega al Governo sull'armonizzazione normativa in materia di Unioni dei Comuni Unioni dei Comuni montani
Che per noi sono il luogo obbligatorio nel quale i Comuni insieme progetta non lavorano le politiche di sviluppo di tutela ambientale e di valorizzazione
Per le risorse endogene del territorio
Questo è un tema significativo perché uno degli elementi
Di freno che pure anche alimentato il dibattito e la pubblicistica non favorevole al tema dei piccoli Comuni è stata la dispersione la frammentarietà e l'incapacità dei comuni presi in senso singolo di riuscire a far fronte rispetto a questi temi
Nella delega che noi proponiamo al Governo che peraltro è nel solco delle disposizioni normative già contemplate all'interno dalla spending review dello scorso anno
C'è esattamente la necessità di dare un quadro stabile dal punto di vista normativo in maniera tale che con l'adozione dell'Unione dei Comuni
E nelle zone montane delle unioni montane dei Comuni che assorbono i sostituiscono l'esperienza storica delle Comunità montane sia possibile avere un soggetto istituzionale preposto alla tutela allo sviluppo alla cura del territorio
Dentro questo immaginiamo dei percorsi che vadano nel solco come diceva in precedenza da un lato della capacità del sistema Paese di
Utilizzare risorse europee dall'altro di sfruttare in maniera intelligente le risorse naturali del territorio sul primo versante
Noi stiamo lavorando
Sull'eredità che ci ha lasciato il ministro barca e che ha preso il ministro Trigilia sul versante delle politiche di coesione
E quindi immaginiamo che sul tema della programmazione due mila quattordici due mila venti ci potranno essere Risorse
Significative per politiche di sviluppo su questi versanti immaginiamo per esempio un piano nazionale per il rurale immaginiamo la creazione di un fondo nazionale della montagna presso il quale far confluire
Tutti i trasferimenti europei dello Stato degli enti pubblici di rilevanza nazionale su questo tema
Evitando tante piccole dispersioni di leggi di settore che non alimentano l'efficienza ma rischiamo soltanto di alimentare burocrazia burocrazie
Immaginiamo l'istituzione del Registro nazionale dei serbatoi del carbonio agro-forestali per innescare gli obiettivi fissati dal protocollo di Kyoto in materia di riduzione di emissioni dei gas serra
In questo valorizzando il patrimonio forestale e boschivo del nostro Paese che per l'ottantacinque per cento è di proprietà pubblica e quindi con una ricaduta anche sotto il profilo della valorizzazione
Delle risorse
Immaginiamo anche una possibilità di in questo contesto di
Rilanciare tutto il tema legato al dissesto
I due geologi con l'assetto idraulico e idrogeologico del nostro Paese
E
Prevediamo la delega al Governo per un concetto estremamente innovativo su cui
Vogliamo anche aprire una discussione nel nostro Paese legato al pagamento dei servizi ecosistemi ci ed ambientali cioè la nostra idea è quella di fare in modo che
Laddove lo sfruttamento delle risorse naturali dei territorio determina un innesco di politiche di mercato
Una percentuale del valore aggiunto di queste politiche di mercato deve rimanere sul territorio per essere reinvestita
Ai fini dalla salvaguardia la valorizzazione del bene ambientale il tema dell'acqua è l'elemento più caratteristico e più clamoroso sotto questo profilo
Ci sono già delle esperienze internazionali in questo campo pensiamo ad esempio il tema degli Stati Uniti d'America nella Convenzione delle Alpi si sta discutendo sulle modalità con le quali si è possibile introdurre
In Italia il concetto del pagamento dei servizi ecosistemi CID ambientali noi riteniamo che questo sia un tema che il Governo deve essere
Attento su cui deve essere attivato
E anche in questo caso come capite non parliamo di aumento di spesa pubblica ma parliamo di redistribuzione di risorse che è una cosa
Leggermente diversa che fa il paio peraltro con le previsioni dalla nostra Carta costituzionale laddove parla di equità di sostegno di sostenibilità
E di giustizia sequestra ancora un termine che nel nostro Paese non è desueto volere richiamare naturalmente e concludo noi auguriamoci auguriamo che questo percorso sia un percorso al quale tutte le forze politiche possono dare il loro contributo
Due gol due Ministri dell'attuale Governo
Hanno sottoscritto questo testo quando erano su posizioni diverse e quindi ci auguriamo che questa sia la chiese oltre che ministro Lupi e quindi ci auguriamo che questo sia l'innesco di una
Discussione dalla quale ci attendiamo una
Relativamente rapida e positiva conclusione di questa
Di questo iter proprio perché
Il Paese deve essere messo in condizioni di poter sfruttare al meglio le risorse europee che arriveranno nel quadro dalla programmazione
Grazie
Non regole volge
Fra il direttore delle Camere Rosella Muroni sì buongiorno a tutti molto rapidamente
Volevo sottolineare il concetto per cui qui non si stanno guardando al passato c'è occuparsi di questi territori
Vuol dire occuparsi del corpo vivo del Paese occuparsi del cosiddetto paese reale che spesso appare così lontano invece da questi luoghi i piccoli Comuni per il nostro Paese sono custodi della tradizione e questo è vero hanno in se i saperi sapori della tradizione sicuramente ma hanno anche la caratteristica di essere culla dell'innovazione e l'innovazione tecnologica anche delle buone politica ambientali perché Ermete lo raccolgo ricopio di Camarda
Permette lo ricordava i Comuni ricicloni comuni con più concentrazione di energie rinnovabili con
Un anche la qualità di questi sistemi sono poi i comuni piccoli al di sotto dei cinque mila abitanti quindi questa è un elemento fondamentale
La lega Ambiente promuove da dieci anni questa festa che si chiama voler dare all'Italia quest'anno anche l'anno scorso l'abbiamo fatta coincidere con il due giugno proprio per come dire sottolineare
L'amore per questo Paese che in questo momento ha bisogno io credo di iniziative come questa ancor di più è una festa promosso dalla Legambiente ma in realtà è fatta con decine e decine di sigle di associazioni ed istituzioni dall'ANCI e l'Uncem insomma
A tutti i sistemi tutte associazioni e organizzazioni che anche danno una concretezza alle cose che raccontiamo in questa festa allora
In questa edizione indebolito abbiamo voluto puntare l'attenzione su quelli che abbiamo chiamato i distretti della bellezza proprio a sottolineare che non c'è un tema di comuni unici che vengono difesi
In totale per principio ma invece vengono favoriti attraverso questa discussione questo tipo di politiche i sistemi i Comuni le fanno sistema e che stanno unirsi nelle buone pratiche
E allora ad esempio andremmo nel distretto dove si produce il bergamotto in Calabria
Nel turismo nel distretto del turismo dei pacchi di mare di Appennino nella Lunigiana Cinque terre e nel parco tosco emiliano
Nel distretto del car sharing delle merci e di quello dell'Ecomuseo nella Val d'Aso nelle Marche nella nel distretto della memoria
Del Belice in Sicilia insomma tutti quei luoghi che rappresentano davvero un modo diverso di pensare di vivere in Italia e dove si trovano anche tante ricette tante soluzioni guardate
Per uscire dalla crisi perché nello stiamo parlando come dire di una cosa che va fatta prescindere dalla crisi perché è un tema importante questa uno
Dei nodi centrali che bisogna affrontare appunto il corpo vivo del Paese quello che accade sui territori
Anche per uscire da questa crisi anche perché lì c'è un elemento fondamentale
Che spesso viene richiamato in maniera un po'astratta che è il nodo della questione sociale ecco in questi luoghi la coesione sociale tiene tiene molto ed è un elemento davvero di speranza per tutti noi
Ancora di più e fondamentali io credo in questa legge
Che siamo molto contenti langa
Ripresentata speriamo sia la cosa giusta e l'espressione di ricade sul territorio e per questo che stiamo come dire favorendo aiutando la presentazione di leggi regionali che si aggancino alla legge nazionale qui con noi stamattina scena Cristiana Avenali che ecco Fichera del Lazio che è stata po'lavorando a presentare questa legge a livello regionale perché è fondamentale che è pari al di là del quadro normativo generale come dire si percepisca che c'è una costruzione territoriale degli elementi
Delle cose da promuovere e anche una una condivisione con le comunità che lì abitano grazie
Grazie Rossella ci sono domande questioni da porre

No
No non ci sono ma perché loro all'inizio adesso stanno cominciando a firmare questa proposta è stata una delle primissime presentati io l'ho domandato anche a loro come a tutti i colleghi parlamentari ma loro per tutta una fase hanno
Firmavamo legge altrui c'è un altro adesso
Ma
Veritiere
Questa la originaria previsione della legge Realacci buchi dalla precedente legislatura
Che attinge ad un fondo specifico presso il Ministero dell'economia
Che già esiste quindi è una riallocazione di risorse SISAS non siate che è funzionale per l'innesco di e le attività che sono contemplate all'interno diciamo dalla prima parte della legge
Mentre la seconda parte ribadisco quello che ho detto in precedenza riguarda un'armonizzazione legislativa per canalizzare e finalizzare le risorse europee
Che arriveranno comunque è leggendo lo stato di previsione del Ministero dell'economia questo risorsa
Altre questioni altre domande
Prego
Questa montagna del gruppo italiano scrittori di montagna ho letto così proprio en passant valigie mi fa piacere che chiusi fa riferimento anche all'aspetto culturale non so poi come si possa scendere nel particolare
Parlo del problema peraltro antropizzazione del territorio
Delle minoranze linguistiche lei già fatto cenno che purtroppo andando via da certi piccoli comuni va bene e tra questi ci sono anche coloro
Che hanno rappresentato storicamente vi ringrazio di visite vanno via parte della cultura di quei territori parte ricostruite dirigenze
Cosa si propone di poter fare specificatamente in questa legge e eventuale
Logico tenuto peraltro conto che la legge del novantaquattro novantasette del novantaquattro ormai diventata in un certo consenso obsoleta
Ci si doveva mettere le mani c'è trovarsi accorata la difficoltà come parecchie altre cose la difficoltà dei dice l'ultimo protocollo della Convenzione delle Alpi per quanto riguarda poi i trasporti
Che hanno inciso notevolmente come sul territorio
Grazie
Il senso della legge è un tema
Diciamo la verità lascia
La legge comprende assolutamente questi treni
Se non c'è una difesa ma anche delle diversità non solo produttive ma anche culturali ma anche territoriale noi tutti il cuore della legge è
Dare futuro le comunità
Cioè il con la legge questo dal ruolo guida significa economia servizi orgoglio identità questo il cuore della legge
Poi questo si articoli una serie di proposte che sono divise nei vari settori ma il cuore quello e quindi in questo c'è anche quel ragionamento
Su questo vorrei sottolineare un aspetto del proprio partendo dal riconoscimento di questa specificità che anzitutto culturale oltre che territoriale
Noi abbiamo previsto l'esigenza che il legislatore affronti la caratteristica di questi territori su due versanti che sono la riorganizzazione del sistema sanitario
E il tema degli istituti scolastici noi arriviamo da anni devastanti sotto questo profilo in cui la logica dei tagli lineari della spending review che ha concepito allo stesso modo
Il ministero di via venti Settembre con
La scuola del paesino di montagna ha fatto sì che il Ministero ancora lì e costa tanto e la scuola nei piccoli paesi non c'è più
E quindi noi introduciamo anche modalità con le quali si debbano riorganizzare questi servizi perché non siamo qui in una logica di auto conservazione della specie
Ma nella riorganizzazione dei servizi si deve tener conto delle caratteristiche tipiche di questi territori e quindi sanità e riorganizzazione scolastica vanno esattamente nel senso di quanto lei diceva
In questo contesto un sottoprodotto è la ripresa dalla legge sulle minoranze linguistiche che è una legge esistente
Non finanziata e che oggi con l'apposito possibilità di avere un Ministro agli affari regionali
Con una certa sensibilità quale il Sindaco Delrio abbiamo la
Concreta speranza di poter riprendere in mano perché fa parte di uno delle riflessioni dalle quali come giustamente stato fatto notare occorre partire
Altre questioni prego
Attenzione è ipotizzabile
è una sede deliberante in commissione per far fronte ai tempi eventuali delle
Sono
Senza è un'ipotesi che penso si possa prendere in esame dobbiamo innanzitutto capire se la danno solo alla nostra Commissione oppure se verrà copiati anche alla Commissione bilancio e dobbiamo capire questo elemento tecnico che
Non dipende da noi dipende da dalla lettura degli uffici della Camera faranno
Altre questioni
Bene quali sono anche molti colleghi lì ci sono anche i tempi antichi iniziative del due giugno lo dico in in maniera che può essere usata a fin di bene anche da questo punto di vista dai colleghi firmatari per
Promuovere questa idea d'Italia
Grazie