23MAG2013
rubriche

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale

RUBRICA | di Roberto Spagnoli Radio - 06:20. Durata: 55 min 19 sec

Player
A cura di Roberto Spagnoli con la collaborazione di Marina Sikora e Artur Nura.

Sommario della puntata.

Albania: i vescovi cattolici fanno appello alla responsabilità delle forze politiche e invitano i propri fedeli a non svendere il voto.

Albania: arrivato a Tirana il primo gruppo di rifugiati appartenenti al gruppo dei Mujaheddin del popolo iraniano.

Croazia: il primo turno delle elezioni locali punisce il partito socialdemocratico del premier Milanovic.

Macedonia: Skopje teme che la difficile situazione interna rafforzi la posizione greca e bulgara contro l'apertura dei negoziati di adesione
all'Ue.

Turchia: gli sviluppi della crisi siriana.

Kosovo: nuovo reounde negoziale per l'implementazione dell'accordo di aprile tra Belgrado e Pristina.

Le autorità di Pristina promuovono la tolleranza e la convivenza religiosa.

Serbia: le tensioni separatiste della Voivodina.

leggi tutto

riduci

06:20

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Prendo sul serio il presidente Olanda sulla disponibilità francese a una rivisitazione dell'Europa nel senso di un'unione politica come chiede anche la cancelliera tedesca Merkel iniziamo a discutere l'Europa federale ora o mai più
Buongiorno da Radio Radicale buongiorno da Roberto Spagnoli bentrovati all'ascolto di passaggio a sud-est puntata del ventitré maggio due mila e tredici che abbiamo atte pertanto con queste parole di Emma Bonino tratte dall'intervista pubblicata dal Corriere della Sera domenica scorsa domenica diciannove maggio
Una intervista in cui Emma Bonino appunto parla dell'Europa federale del rilancio della progetto federalista prendendo spunto proprio dalle aperture dalla disponibilità francese
A andare verso una maggiore unione politica
L'Europa l'Unione europea l'Unione federale da sempre uno dei temi conduttori
Di questa nostro appuntamento settimanale sulla realtà politica dell'Europa sudorientale quell'insieme dei Paesi dei Balcani occidentali alla Turchia che sono impegnati a vario titolo con grandi difficoltà in una situazione
Attualmente molto difficile sul piano complessivo proprio in un processo di integrazione nell'Unione europea
Questo dunque nostro argomento di apertura di questa puntata nella quale parleremo poi di Albania di Croazia di Macedonia Turchia e di Serbia e di Kosovo
Una puntata che come sempre realizziamo con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina si corra e attorno ora
E che potrebbe poi naturalmente a ritrovare scaricare in podcast su Radio radicale punto ITI andando nella Sezione delle rubriche
Prendo molto sul serio l'apertura di François Hollande quali che siano le ragioni che l'hanno ispirata per la prima volta a Parigi segnala la disponibilità a una rivisitazione dell'Europa che mi fa molto piacere
Perché fino a poco tempo fa era tabù anche solo parlare di modifica e trattati
è ovvio che le cose Potì Zarate dal presidente francese presuppongano perlomeno una revisione dei Patti esistenti
Ma se si ammette il bisogno di una riconsiderazione complessiva delle istituzioni e delle politiche allora si apre lo spazio per discutere se vogliamo un'Europa intergovernativa come temo con l'andar via ancora in testa oppure se ne vogliamo una federale
Con queste parole inizia la lunga intervista di Paolo Valentino a Emma Bonino del pubblicata sul Corriere della Sera di domenica scorsa
Chiede Valentina Emma Bonino se questa non rischia di essere una fuga in avanti no risponde la Ministro degli esteri no se si riconosce che l'Europa sia in una si l'azione insostenibile il tempo non è un elemento marginale una cosa che va bene ora non funzionerà tra cinque anni quando il mondo sarà andato da un'altra parte
La tesi secondo cui austerità e tali da soli avrebbero portato alla crescita tratta trattati vigenti viene smentita da tutte le parti avere i conti a posto è importante in Italia lo abbiamo fatto anche grazie al Governo Monti
Ma i costi economici sono alti per tutti compresa prossimamente la Germania
E a questi si aggiungono quelli politici perché assistiamo allo sviluppo di populismi ed euroscetticismo che assumono dimensioni preoccupanti trasformandosi poi nazionalismo e razzismo di cui la nostra storia ci mette in guardia
Ma perché lo l'opzione intergovernativa non funzionerebbe chiede allora Paolo Valentino
Perché a forza di andare avanti sulla strada dell'Europa delle patrie risponde Emma Bonino si distruggono oppure le patrie
Non riesce neppure a governare una crisi relativamente piccola come quella di Cipro
Sono federalista per convinzione non conosco altro sistema istituzionale al mondo in grado di tenere insieme in democrazia Stato di diritto e diversità cinquecento milioni di persone di lingue e storie diverse
E non è una cosa esotica lo abbiamo vicino in Germania dove funziona
Non è pensabile cedere ulteriori competenze senza una accountability democratica senza che le Presidente sia eletto senza che il Parlamento europeo magari integrato da quelli nazionali possa votare la sfiducia
Non esiste una capacità di bilancio imposizione fiscale senza risvolto del controllo democratico che fra l'altro non è limitato solo all'aspetto economico
Esistesse spiega poi ancora Emma Bonino nell'Europa attuale anche uno spread di diritti civili
Abbiamo criteri economici forti per entrare nell'Unione Europea meccanismi di monitoraggio efficaci procedure di infrazione multe eccetera mentre sulla parte democratica ci sono criteri forti per l'ingresso ma una volta dentro un paese può cambiare la Costituzione eliminando la divisione dei poteri senza che accada nulla come caso avuta presto oppure si può essere come l'Italia dove pare che il diritto alla difesa non esista più perché è un processo che dura dieci anni non è più tale
Chiede allora Paolo Valentino dove abbia sbandato il Progetto di integrazione
Se fossi Rizzato sulla moneta unica risponde Emma Bonino ci siamo fermati aiutati dal fatto che lei euro checché se ne dica è stato un successo strepitoso per fine questo sistema imperfetto
Al punto che ci sia dimenticati di andare avanti con le altre parti finché siamo sprofondati nella crisi la moneta unica aveva una governance da bel tempo con la tempesta non ha retto più
Questa è la prima grande crisi e l'incapacità di dare risposte fa passare il rifiuto della solidarietà dai Governi ai cittadini dice ancora Emma Bonino che poi ricorda come potere ci abbia insegnato che in crisi ognuno si rivolge rotto Rita più vicina per trovare una soluzione
Per tre anni abbiamo preso misure appena sufficiente non esplodere troppo poco e troppo tardi la verità e che solo un grande progetto di rilancio a tutti livelli può appassionare qualcuno
Non credo sia più possibile rimettere insieme l'Europa con i piccoli passi la bizzarria fantastica che l'Europa continui a essere un magnete di attrazione per tutti i popoli non europei
Paolo Valentino chiede poi quale sia oggi l'argomento forte del bisogno d'Europa nessuno di noi da solo alle risposte o l'economia di scala per riuscire a garantirsi un futuro per le proprie generazioni risponde Emma Bonino alla visione opposta è quella autarchica e nazionalista la tentazione di chiudere tutto
Che poi diventa razzista commentatrice di guerre insieme siamo più forti sul piano economico e democratico
Sull'idea della Federazione leggera chiede a questo punto il giornalista si risponde Emma Bonino con un Bilancio di appena il cinque per cento del PIL europeo mettere in comune quattro-cinque settori nulla a che vedere col superstato il resto lo lasciamo alla sussidiarietà
Insieme dobbiamo fare solo le cose che contano esteri difesa sicurezza fiscalità tesoro ricerche infrastrutture e ci metto anche l'immigrazione
E infine a proposito di questa apertura venuta dal Presidente francese a proposito di un'Europa più politica secondo Emma Bonino il punto è capire quanta disponibilità ci sia
Boutade a fini interni o meno come qualcuno dice penso che sia quel tipo di seme che una volta gettato assume vita propria a noi tocca curarlo metterci l'acqua è un po'di concime
Questa dunque l'intervista di Paolo Valentino a Emma Bonino pubblicata sul Corriere della Sera domenica scorsa domenica diciannove maggio niente
Moretti ampi stralci che abbiamo utilizzato così come sorta di editoriale di apertura di questa puntata di passaggio a sud est
Una puntata che prosegue adesso occupandosi di Albania
Da diverse settimane stiamo seguendo l'evoluzione la situazione politica interna man mano che si avvicinano le elezioni del ventitré giugno manca dunque esattamente un mese a questa scadenza elettorale che determinerà la formazione del nuovo Parlamento e dunque
E chi governerà l'Albania per i prossimi anni
Ma come andiamo ripetendo ormai da diverso tempo al di là del del risultato che uscirà dalle urne questo testo è molto importante per capire la maturità livello di maturità raggiunto dalla quadro politico dalle forze politiche albanesi
Al di là del dell'esito del voto del ventitré giugno sarà molto importante che queste elezioni e la campagna elettorale si svolga in un clima di correttezza di regolarità
Ma soprattutto che le forze politiche albanesi diano prova di maturità il giorno dopo del voto dunque nella formazione
Del del nuovo Governo un testo cruciale per l'Albania in vista anche del suo al processo di integrazione europea dall'esito di queste elezioni
Ma non più che dall'esito in termini di chi vincerà chi perderà ma proprio dal modo con cui saranno gestite da come verrà gestito il dopo voto
Dipenderà anche il giudizio che verrà da Bruxelles a sedare se concedere o meno all'Albania lo status di Paese candidato all'adesione all'Unione europea
E negli ultimi giorni si segnala un fatto abbastanza inusuale la prima volta per quanto riguarda la politica albanese per la prima volta i vescovi cattolici hanno scritto una lettera aperta rivolta ovviamente ai credenti che
In in Albania sono un credenti cattolici sono una piccolissima minoranza ma soprattutto rivolti hai politici
Ai loro credenti vescovi albanesi chiedono di non vendere il proprio voto
E ai politici di usare di avere un comportamento programmatico di preoccuparsi nei loro programmi loro proposti del futuro del paese
E di non lasciarsi trascinare da insulti o da polemiche che non servono appunto al al all'Albania
Anche i vescovi cattolici albanesi chiedono che le prossime elezioni del ventitré giugno siano conformi agli standards internazionali
Di questa uscita pubblica dei vescovi albanese che costituisce una novità per un Paese si a stragrande maggioranza musulmano ma anche a stragrande maggioranza laico secolarizzato ci parlato un'ora
Sì dobbiamo informare chi vescovi cattolici dell'Albania novità atto ai credenti una lettera aperta a cui chiedono di non vedere vendere il proprio voto delle elezioni parlamentari di ventitré giugno
Prossimo esortando i politici anche di ripulire la loro retorica conflittuale
è ben noto che in molte regioni dell'armonia schede elettorali sono venduti e comprati o rubati sotto costrizione si dice in questa lettera i vescovi cattolici che hanno scritto
Per hanno detto ancora che il commercio di un vuoto e come vendere da libertà personale che è quella collettiva
I vescovi cattolici hanno anche sottolineato tramite questa lettera aperta che la pressione esercitata sulle persone che lavorano per gli enti pubblici
Al fine di mantenere i loro posti di lavoro è stato ed è imperdonabile è una diretta fino all'azione dei diritti umani
Questo appena rappresentato un raro intervento da parte della Chiesa cattolica nella politica interna libanese
Però sottolineando l'importanza delle elezioni parlamentari del ventitré giugno prossimo che si sono visti come un test per le credenziali democratiche albanesi tutto bisogna essere vista razionalmente
In Albania bisogna ricordare dal momento che il Paese è emerso dal regime stalinista autocratica dell'ex dittatore Enver Hoxha due decenni fa
Non ha mai tenuto delle indicazioni che si sono riuniti in modo perfetto agli standards internazionali
Come molti prima di esso di quelli di decurtazione del ventitré giugno
Queste queste prossime elezioni si svolgeranno sotto lo sguardo vigile dell'Unione europea e certamente della comunità internazionale compreso gli Stati Uniti d'America
Campania disperatamente infatti sta cercando di avvicinarsi a un futuro ad una futura adesione all'Unione europea pur facendo pochi progressi nel corso degli ultimi tre anni
I vescovi in questo caso hanno anche evitato i politici di prendere cura della loro retorica
Invitiamo i partiti politici e i candidati loro che durante la campagna elettorale e tendono alla campagna positiva e non c'entra scendendo ai livelli di insulti bestemmie umiliazioni
Di un avversario e la loro famiglia Citic in questa lettera aperta
La Campania dovrebbe essere abbassata su proposta del programma paragrafo programmatica scusatemi e non di denigrazione di un avversario politico
Si conclude la lettera affiancandosi ai voci pubblici che appendono da molto tempo la classe politica albanese di tenere delle lezioni in conformità con istantanea internazionali e in particolare quelli
Europei
E le stiamo per un momento in in Albania perché il Governo albanese ha deciso di concedere asilo un gruppo di rifugiati iraniani che appartengono all'organizzazione dei mujaheddin del popolo un'organizzazione che molti Governi occidentali considerano un'organizzazione terroristica è un'organizzazione che si oppone al governo degli Ayatollah e della quale si sono occupati più volte i radicali in Italia e il partito radicale transnazionale questo primo gruppo
Di rifugiati e arrivato attirarne ce ne parla turno ora
Sì dobbiamo informare che il primo gruppo di rifugiati iraniane arrivato in Albania e una tarda serata della domenica scorsa
Il Governo albanese ha accettato di dicembre o duecentodieci persone del gruppo di mujaheddin al detto Martin come aveva presentato speciale per il latte il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon per i media
Poi aggiungendo ringraziamo il Governo albanese e dobbiamo
Incoraggiare di altri Stati membri dell'ONU per farsi avanti di ricevere questi residenti nei loro Paesi
Dunque il Governo albanese ha offerto come abbiamo anche informato prima asilo duecento membri del
Murgia ed in del popolo italiano conosciuto come organizzazione mecc un gruppo iraniano all'opposizione che non gli oggi né clericale nel loro Paese di origine
La metto questa organizzazione fondata come organizzazione rivoluzionaria del mille novecentosessantacinque opponendosi al regime islamico integralista che ha governato atte a garantire
Dopo prove cimento della monarchia sostenuta dall'Istat uniti nel mille novecentosettantanove
Durante la guerra i ranghi ora nel mille novecentottanta la Mecca essendo all'opposizione con il regime iraniano
Ha dovuto stare sul lato dell'ex dittatore iracheno Saddam disse quale ha offerto loro rifugio politico
Anche di più e allora hanno dovuto combattere dalla parte di
La spinta
Che guerra
Incapaci ora di tornare a casa quasi tre mila duecento membri della mente questa organizzazione attualmente risiede una ex base USA in Iraq il campo griglia noto come campo Liberti Marida
L'Iraq non è più un rifugio sicuro per loro e il Governo di Baghdad è stato dimostrato di recente ansiosa di trasferirsi da quella parte nei campi in questione ha visto una recente
Deterioramento della situazione di sicurezza un attacco di riportare il nove febbraio scorso ha ucciso otto persone e decine di feriti più che è stata seguita da ulteriori minacce contro i suoi residenti
Comunque bisogna precisare che finora è giunto soltanto il primo gruppo di quattordici profughi iraniano in Albania membri di questa Amministrazione mujaheddin calette
E il loro arrivo rappresenta l'inizio del programma per i rifugiati in Albania di queste due centri e persone trecentodieci persone che hanno ottenuto lo status di profughi dall'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati
Il Governo albanese in questo caso garantito il loro soggiorno a lungo termine nel territorio della Carnia e un trattamento secondo tutte le norme sancite dal diritto internazionale delle convinzione ai quali Albania aderito
Però
Bisogna anche precisare che non sono mancati quelli che hanno detto che tale procedimento potrebbe rischiare anche la sicurezza nazionale dell'Albania oppure
A quelli più moderati almeno
La neutralità di questo Paese
Elezioni locali domenica scorsa in Croazia ma si dovranno attendere i ballottaggi per conoscere i nomi dei Sindaci delle quattro principali città nei su una candidata infatti ottenuto più del cinquanta per cento nella capitale Zagabria ma anche ha sparato a Fiume e a o si reca
Il voto locale del diciannove maggio era considerato un test importante per il governo di centro-sinistra e per la sua politica di austerità dotata per a far fronte alla sì economica e insegnare arrivato è allarmante per l'esecutivo in carica e per il partito socialdemocratico del premier Zoran a Milano vice
In teoria i giochi sono ancora aperti perché come dicevamo nessun candidato ha ottenuto oltre il cinquanta per cento dei voti nelle quattro principali città del paese ma Annella capitale i socialdemocratici sembrano non avere praticamente alcuna speranza
Sono fuori gara anche a Ozieri che mentre le aste per dovrebbe farcela a mantenere la guida di Vukovar e non ci dovrebbero essere problemi per Rijeka per fiume
Lei ha detto e spera ancora di far c'era anche a Spalato per quanto riguarda l'HDZ il partito di centrodestra che fu fondato da Franjo Tudjman anche stato quasi sempre governi questi per tali di indipendenza sia posizionato molto bene nei Consigli regionali ha mantenuto le sue tradizionali roccaforti e controlla i Consigli in buona parte del paese
I socialdemocratici invece sembrano andare verso una pesante sconfitta per quanto riguarda l'Istria dove al ballottaggio si presenta in vantaggio il partito regionalista forum democratico
E del primo turno delle elezioni locali in Croazia e domenica scorsa ci parla Marina sicura
Domenica attuazione Tarquinio unite dopo che ci sono due volte le prime elezioni europee perché più i rappresentanti caro anche al Parlamento europeo i cittadini in Iraq ma anche sono tornati alle urne e questa volta credo elezioni locali
Evito di un'altra banca statua anche alle urne ha dimostrato che in classe indubbiamente continua a prevalere
Con molta consistente del bipolarismo vale a dire lateralmente dei due maggiori partiti politici
Della scena politica croata il partito socialdemocratico attualmente a capo della coalizione governativa
Maggiore del partito dell'opposizione il partito del centrodestra democratica croata HDZ
Mille quattro maggiori citato anche ai Sindaci verranno eletti però al ballottaggio lettera quattordici giorni va precisato che invece i Presidenti del Comune delle contee
Vengono eletti direttamente ma soltanto un numero minore di questi è stato eletto ha già al primo turno domenica scorsa mentre per tutti gli altri arrestata tecnica del ballottaggio tecnico che era tra due settimane
Tutte le analisi concordano che maggiore perdente di queste elezioni locali controverso Sindaco uscente diffamare scoppia era un po'la sfida per il primo momento tanto cara quella pratica abitante o delle Partito socialdemocratico e della credibilità
Al sindaco uscente riportava torno Knight attorno a parlare cementizi ma intanto discuta collocazione
Del momento del primo presidente croato Fragna turno avvicinata modalità di parlato come nemmeno
L'imponente andiamocene retta su colleghi Mariani proprio nella giornata dello svolgimento delle elezioni in calce al Memo pratici non sono riusciti a compatibile
I vent'anni di potere dettando democratico istriano
Lampione partito industria con l'appoggio
Dell'incidente di questo partito Daniel Craig quindi cacciato democratici condanne per creditori ex membro del stava democratico ditte hanno che sono presentati alle elezioni
Ma
Pulita graverebbero dottor Caretto tuttavia che in
Piera nel grande risultato del ballottaggio per le elezioni delle
Deluso pannolini ferita
Il secondo turno afferente incisivo anche qui nella Capitale d'Italia a Briatore degli affidanti saranno l'attuale Sindaco per la lega dodici anni limite dei trenta mila banditi
Il candidato socialdemocratico attuale Ministro della salute era in corso l'ICI
Domenica conta l'attuale sindaco di Bergamo che ha ottenuto comunque una notevole precedente rispetto al candidato socialdemocratico etnica
Molto convinto sulla propria vittoria tali conferma di un altro mandato al ballottaggio
Nella città di ottica al secondo turno che sfideranno l'attuale Sindaco
Carissimi recupero che quel partito sentiti Brandeburgo ambasce attualmente incarcerato in Bosnia e qualcosa contando la sua più
Piena crimini di guerra
E quindi la sfida apparati alla prescindo recupero di questo partito il sindaco uscente il candidato socialdemocratico imita Beatrice
A Rijeka Fiume il secondo turno sarà decisivo per l'attuale Sindaco di socialdemocratico poi Kobe nel
Risolte ed anche il rappresentante dell'HDZ tenta situazione e lotta di
Vietti ai rappresentanti dei due maggiori partiti anche a dunque a fare che racconta il pane che entrambi i partiti ieri governativo Partito socialdemocratico che quella dell'opposizione e la credibilità
Proclama non allora Vittorini perché al di là dei BOC Antici affermano di essere loro i vincitori in assoluto delle elezioni locali in pratica
Al tempo spetta il Presidente dell'Accademia detector ritoccare a Marco afferma
Si può liberamente parlare della nostra vittoria
L'intento politico però Antonio il cottimo accolti
L'altra è che queste elezioni hanno inoltrato appunto che il bipolarismo partitico edilizi lunga durata e continua ad essere il destino politico della Croazia
I due maggiori partiti tono però nell'atteggiamento e le posizioni di frutta mai prima la credibilità cautela del diventi Crocetti di corruzione
Un partito socialdemocratico invece perché si trova a governare il Paese in una situazione
Economica molto difficile perché il Governo sta commettendo errori tuttavia
Chi è il mutuo gli altri continuano a detta degli intoccabili questi due partiti
Parecchi di ritorno tre quarti dell'accordo ed entrambi possono dire di non aver perso queste elezioni
E nessuno ti imporgli avvicinare al loro commenta l'attuale situazione
L'analista Iacop ove la risposta dei cittadini alle urne quante quella del quarantasei virgola novantasette per cento per quanto riguarda
Le irregolarità e che sono state minori in modo tale
Da non mettere in discussione la democraticità e legittimità del voto
Per quanto riguarda i rifiuti tanti che il voto dei rappresentanti della minoranza serba in Croazia il Partito Democratico indipendente serbo
Chi è il più forte partito politico della minoranza serba in pratica
Tanta parte del Consiglio Comunale di Vukovar
Io non la terza forza politica in loco con il dieci virgola novantaquattro per cento preceduti dall'accadimento dette dal Partito socialdemocratico linfomi partner di coalizioni
Alla minoranza serba spetta anche il posto di vice Sindaco a secondo della rappresentanza proporzionale della minoranza serba nella città di Vukovar
Anche a crimini
Il Partito Democratico indipendente serbo apparati secondo partito nel Consiglio comunale preceduto soltanto dall'HDZ chi effettuava al primo posto
Quindi impervia avranno altrettante il posto di vice Sindaco
I rappresentanti della minoranza serba secondo la legge costituzionale che riguarda i diritti delle
L'ignorante hanno eletto anche il Vice panini dalle fila della minoranza serba laddove il che compongono l'oltre cinque per cento della popolazione penna contraria
E parliamo adesso di Macedonia nell'agenda di lavoro dei Ministri degli esteri dell'Unione Europea torna la questione dell'apertura dei negoziati di adesione alla Macedonia la attende dal due mila e cinque
Fino adesso è stata bloccata dal veto della Grecia una la questione vecchia si trascina da più di vent'anni ed era questione del nome ufficiale della Repubblica e tributaria di Macedonia
Il veto Greco ha bloccato fino adesso l'apertura dei negoziati di adesione all'Unione europea ma anche alla NATO e accanto alla Grecia da un po'di tempo si è schierata anche la Bulgaria
A questo punto Skopje teme
Anche a causa della propria situazione interno estrazione politica interna molto tesa e molto complicata teneri teme che a una volta di più la Grecia spalleggiata o ma anche dalla Bulgaria possa bloccare la tanto atteso da fissazione di una data di apertura del negoziato facciamo allora il punto della situazione con Arthur mura
Dato il dettato della macedone per l'avvio dei negoziati di adesione all'Unione europea quando sarà discusso quando i ministri di Vieste due pesi contrarranno la prossima settimana Skopje Terme nuove obiezioni greche che bulgare
I Ministri degli esteri europei devono decidere all'ossessione se chiedere ai loro capi di fissare una data di inizio per la fase di negoziato di adesione della Macedonia
Ad una successiva riunione del Consiglio europeo previsto perché giugno a ventisette e ventotto
Ma l'incontro decisivo arriva in un momento in cui le proporzioni relativa ai Ministri della vicina Grecia e della Bulgaria potrebbe nuovamente bloccare il progresso europea della macedone questa volta citando
Carenza democratica del Paese
Una delle loro argomentazione questa volta potrebbe essere il fallimento del Governo all'opposizione per formare una Commissione d'inchiesta sugli incidenti in Parlamento del ventiquattro dicembre scorso
Eccedente che ha innescato una crisi politica prolungata ha detto per i media un fonte del ministero degli esteri Marcello
La formazione che la Commissione ha accettato come parte di un accordo mediato dell'Unione Europea proprio all'inizio del marzo scorso quando ha concluso
Una lunga crisi politica risulta essere in ritardo a causa di disaccordi tra il Governo che l'opposizione
Il Comitato di inchiesta ha bisogno di iniziare i lavori al più presto possibile dimostrare alcuni risultati ha detto
Dette stanno un portavoce del commissario dell'Unione europea all'allargamento Stéphane file
Non tocca amen di commentare ciò che accadrà nel mese di giugno in occasione del Consiglio europeo
Però perché queste a toccare gli Stati membri europei e saranno loro a decidere
La Commissione europea ha detto quello che dovevamo dire e ora siamo in attesa delle buone notizie quali devono arrivare da parte di scoppia aggiunto stanno
La relazione della Commissione europea ha raccomandato l'inizio per i negoziati di adesione della macedone Hassine del nel due mila nove ma
Alla Macedonia non è mai stata offerta una data per i negoziati a causa
Del blocco Greco relativa alla distrutta
Sul suo nome Grecia insiste sul fatto che il nome di Macedonia implica rivendicazioni territoriali per la propria provincia settentrionale chiamata anche quella Macedonia
Lo scorso autunno anche Sofia si unita ad Atene nel bloccare l'intenzione di Skopje nell'Unione europea attinente alla discriminazione all'odio verso i bulgari dentro fuori della Macedonia
Come risultato lo scorso dicembre il Consiglio dell'Unione europea ha dichiarato che qualsiasi decisione sull'apertura dei negoziati di adesione con la Macedonia
Sarebbe passata su una relazione speciale della Commissione europea che è stato in effetti pubblicato nel mese di aprile
Il rapporto è stato destinato a valutare se la Macedonia aveva fatto passi concreti verso il raggiungimento di un accordo con la Grecia sul suo nome e se aveva ottenuto il miglioramento delle relazioni con la Bulgaria e infine
Se avesse realizzato riforme sufficienti interna
In assenza
Il rapporto tra il dire riservato i progressi in quasi tutti i settori riguardanti
Alle alle politiche europee della Macedonia affermando che la Macedonia si è adoperata nelle relazioni con la Grecia la brucare
E che le sue riforme dell'Unione europea sonora in gran parte di Nour nuova pista dopo che il Paese ha risolto la crisi politica innescata dalla distrutta in Parlamento su ventiquattro
Capitato sul ventiquattro dicembre scorso tuttavia
Scrive nell'aprile ha notato che c'era ancora molto da fare menzionando la Commissione d'inchiesta la firma di un protocollo di intesa tra i partiti politici sulle integrazione sulla indicazione europea
Nonché la ripresa del dialogo con i giornalisti
Del Paese che si sono lamentati per il Governo che gioca secondo loro il modo molto discutibile
E parliamo adesso di Turchia orari turchi e della crisi siriana ieri ad Amman si è svolta la riunione del gruppo di alto livello degli amici della Siria che comprende Stati Uniti Gran Bretagna Francia Germania Italia
Turchia appunto con il Siena e cito Giordania Qatar Emirati Arabi Uniti Arabia Saudita la conferenza è nata su iniziativa americana in seguito alla Pro Posta congiunta del prende il Ministro degli esteri tale di Stato americano che ritenesse degli esteri russo Lavrov di convocare una seconda Conferenza internazionale
A Ginevra per rilanciare il negoziato
All'appuntamento di Ammannati ieri la Turchia si è presentata con
Alcune proposte Ankara considera imprescindibile perché si svolga una seconda conferenza a Ginevra sulla Siria che il presidente Bashar al-Assad lasci il potere lo consegni a un Governo di transizione
Questa è appunto la proposta portata dal Ministro degli esteri turco ormai da buttò Luca ad a Manna altre condizioni poste da anche era sono quella che alle questa seconda Conferenza di Ginevra non dovrà essere
Una strategia priva di tempi precisi come avvenuto nel primo appuntamento è che chiunque
Abbia responsabilità in fatti di sangue non posso partecipare al l'esecutivo al Governo di transizione cover e tradizione che dovrà avere pieni poteri dovrà coordinare le elezioni politiche e presidenziali da tenersi il prossimo anno
E intanto il Primo Ministro turco Recep Tayyip perdo Anna ha denunciato l'appoggio militare e che i libanesi di Hezbollah stanno dando alle truppe del regime di Damasco in particolare per il con Trollo della città siriana di Qusay errati in Siria non c'è solo hezbollah ha aggiunto poi ardo Anna ma anche altre forze riferimento chiaro al all'Iran
Ma a proposito dell'Iran a Washington rimproverarla Turchia dicendo di non avere dubbi sul fatto che anche aree sportive loro verso l'Iran
A Washington ricordano che dal primo luglio prossimo gli Stati Uniti adotteranno sanzioni più severe prendendo le vendite di ora Teran da parte dei Governi e di privati il quotidiano turco di righette qualche giorno fa riferiva di un'audizione di David con il Sottosegretario americano al Tesoro per il terrorismo l'intero iter finanziaria
Alla Camera
La Turchia che è il più grande compratore di gas iraniano pagate Errani in lire turche perché le sanzioni imposte dagli Stati Uniti le impediscono di pagare in dollari o un o il nei euro gli iraniani usava loro volta poi quel denaro depositato sui conti della banca pubblica turca al banche per comprare ora in Turchia i corrieri portano lingotti per valori
Per un valore di milioni di dollari a Dubai dove poi vengono venduti o inviati direttamente ATER Anna
E sempre a proposito della Turchia e della crisi siriana ricorderete l'attentato di Ryan lei località presso la frontiera con la Siria dove l'undici maggio scorso un grave attentato ha provocato cinquantuno morti
Un tribunale di a danno della Turchia incriminate convalidato l'arresto di altre cinque persone sospettate di essere implicate nella nell'attentato diventano così dodici le persone in carcerate tutte di nazionalità non nazionalità turca nell'ambito delle indagini su questo attentato tra questi cinque nuovi incarcerati
Figura anche l'uomo che era stato arrestato la settimana scorsa che viene considerato dalla polizia
Turchia il principale tra i sospettati e proprio l'attentato di Ryan lì alla alla base di un durissimo scontro tra il premier turco Erdogan
E il leader delle Partito repubblicano del popolo il capo dell'opposizione che male crisi Tarolli
Che nei giorni scorsi parlando appunto dell'attentato a Ryan lì aveva paragonato ardo Anna al Presidente siriano Bashar al-Assad accusandolo di omicidio
Mercoledì della scorsa settimana che citano Luca a Bruxelles nel corso di una conferenza stampa aveva accusato Radovan di responsabilità per l'attentato are here lì
Erba naturalmente non ci sta non permetterò a nessuno di chiamare il Primo Ministro della Repubblica turca assassino già inoltrato la questione I miei avvocati ha detto ha detto appunto è arduo hanno
E parliamo adesso del Kosovo nuovo round di negoziati a Bruxelles ha tra le premier serbo Ibiza dacci c'è e quello kosovaro Hashim Thaci che sono stati convocati dall'Alto rappresentante per la politica estera europea Catherine Heston
Bisogna trovare un'intesa per applicare concretamente l'accordo raggiunto lo scorso aprile
Per il premier serbo Ivica darci e c'è la situazione estremamente complicata il capo del Governo di Belgrado è sotto pressione sia da parte dell'Unione europea che per quanto riguarda l'interno dove le in Serbia dove i nazionalisti ma anche poi i serbi del del Kosovo accusano dati ICI di avere svenduto la causa kosovara per ottenere una data di avvio dei negoziati di adesione all'Unione europea
Martedì sera c'è stato un lungo incontro attrezzi tra a darci setacci Catherine Aston ieri è stata un'altra giornata di incontri sia di faccia a faccia tra ma i due premier e l'Alto rappresentante europeo sia nuovamente a tre è che tre innesto nonostante le difficoltà fa mostra però di ottimismo che alla fine l'accordo possa essere raggiunto
Anzi Petris Bau Campa farmene stretta Ciampi annesse accesi citi incentivo ATI scarso uso a lui intimante deprimenti trasferimenti
Anche ad essere inciso Amstetten lancia c'è Neto dal specie nel fondo ex
ANCI ci consulenze qui immaginare incerta Domizzi thank Moro c'è Kanza altrimenti ci chiede grazie
Catherine Aston se detta assolutamente sicura dell'impegno dei due premiare gli saldatrice Hashim Thaci di voler fare passi avanti e di tradurre ora l'accordo di aprile in azioni
L'obiettivo come si sa è quello di chiudere entro il prossimo Consiglio europeo di fine giugno in modo da arrivare a quell'scadenza con l'accordo in tasca una scadenza che è un passaggio chiave nel percorso di integrazione europea sia della Serbia che del Kosovo
L'intesa è vicina a hanno detto ieri fonti dell'Unione europea al momento in cui noi stiamo registrando questa puntata di passaggio sud-est però non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali
E dunque vediamo un po'come si è arrivati a questo nuovo round o forse definitivo
Della trattativa tra Belgrado e Pristina e anche di capire di ricordare quali esso qual è la la posta in gioco lo facciamo con una Marina sicura
Ad hoc al quei perché rimane è un altro incontro quindi Pirelli premier serbe e kosovare gli Cardaci cioè una scelta anche il suo invito dell'Alto rappresentante per la politica ettari di sicurezza dell'Unione europea che riunisce tant'
E mai di colloqui implementazione della recentemente raggiunto accordo delle due parti ovvero quello che dovrà emettere implementato entro giugno affinché
Lasciare via rotta
Ricevere la tanto desiderata date dei limiti e dei negoziati di adesione all'Unione europea come perché intanto del primo intervento tangibile mi attengo arrivare al piano di implementazione
Eccomi leader per certi punti dell'accordo sarà necessario almeno un anno per la loro implementazione mentre invece per alcuni altri saranno sufficienti
Peraltro limiti
La riunione a Bruxelles e indicata quindi mercoledì si era
Nelle imprese scusate martedì vera
Prima gli incontri
Separati ventidue premier col tempo innesta e poi quello trilaterale due auto
Fino alle ore ventidue mercoledì poi la ripresa dei colloqui a termine della prima opera anch'egli è stato soltanto un breve comunicato
Da parte di chi è benestante alla stampa in cui lei RAI Toffoli frazioni per aver potuto ospitare un'altra volta in due preme
I tempi detta convinca del loro impegno sull'attuazione dell'accordo Bruxelles
Il più giovane della Facoltà di Scienze Politiche di Belgrado è noto analista politico tardo prendere clinici a come intanto che il raggiungimento di un accordo sull'implementazione
Nell'accordo di Bruxelles sarà il lavoro più difficile e che i colloqui che si rivolgono attualmente a Bruxelles sono i più difficili finora
Quindi già precisato che l'accordo di Bruxelles è un insieme di principi che ciascuno può interpretare a modo suo in base ai propri interpreti vecchie lire aperti non riescono ad oltrepassare le divergenze di posizioni
Quell'Italia ragione perché un'altra volta aspetta che commerciale di tentare ATER formare
Appunto i principi e non il piano concreto che potrebbe essere implementato
I tempi per la parte più complicate dei negoziati che non potrà essere implementate in una quarantina di giorno in quanti ne sono rimasti
Pinna lattine di giugno quando dovrà essere tutta la decisione grondante dell'inizio dei negoziati di adesione interna serbi attivato l'esperto politico serbo
Quindi ci ha sottolineo anch'io che dalla perdiamo
Egli ha Battle del per il piano no dal forte attuazione Conte con lui si è potuto pentire anche da parte
Ho del primato della diplomazia tedesca lunedì a Belgrado durante l'incontro di ieri con il venticinque tagliare bis
Quindi
Lo penso al tema si è parlato già lunedì a Belgrado in occasione
Dell'attività del Ministero degli esteri tedesco guidato da mettere delle alla Capitale serba
A seguito del suo incontro con i vertici serbi diventano da lei ha ribadito
Perché ci saranno risultati palpabili relativi
All'attuazione dell'accordo con Pristina il Bundestag tedesco richiederà dell'Unione segnale positivo per quanto riguarda la data dell'inizio dei negoziati di revisione interna ferrovia come il fine il quotidiano per la mobilità riferendo che affronti due esperimenti
Per la perdi entro la fine di giugno sarebbe più facile compiere passi concreti
Relativi alle strutture di sicurezza parallele nati potrebbero introdurre anche misure temporanee nei Comuni di Zubin pronto che Ciani
Dovete dire concluso il mandato dell'autogoverno dei locali
Ciò significherebbe che si è iniziato corretti l'applicazione dell'accordo relativo al
Istituzioni parallele
Per quanto riguarda la polizia ha circa centocinquanta rappresentanti dovrebbero per integrati nella forza di polizia consolare altri invece diffidati
Nelle sezioni di polizia in Serbia centrale la giustizia potrebbe tanta parte dell'implementazione da subito attraverso la trasformazione del tribunale comunali ed improvvisa
Dateci tanto che in campo
Della diplomatica tedesca architetto categoricamente lo smantellamento delle strutture parallele serve al nord del Kosovo
Con i vertici di Belgrado ha ribadito la necessità di utilizzare l'occasione per prendere decisioni coraggiose
Il lungo apportata
Le le giovani generazioni ha rilevato l'ente locale importante migliorare la situazione attraverso gli investimenti
Quindi attraverso la crescita economica
L'apertura di nuovi posti di lavoro il premier TAR voi dati certi sottolineato
Che l'altare via un attimo tempo dal spettare e che ogni rinvio
Dividerci in ogni Furlan da parte dell'inizio dei negoziati di adesione all'Unione europea può avere conseguenze catastrofiche per il futuro vede ma
Serbia
E intanto il Kosovo le autorità cercano di promuovere la convivenza pacifica tra i vari gruppi etnici e tra le varie fedi religiose al fine anche di dare un'immagine positiva all'esterno dimostrare appunto che l'autorità di Pristina
Hanno a cuore l'attuazione di quanto contenuto nella Costituzione e dunque di potersi presentare con le carte in regola anche davanti all'utilità di a Bruxelles e poter dunque avviare un percorso di integrazione prettamente un percorso di integrazione nell'Unione europea
Avvicinandosi appunto agli stand richiesti ai Paesi che vogliono far parte del dell'Unione
Uno sforzo che è sulla piano interno si traduce in iniziative di promozione di propaganda di iniziative
Culturali anche attraverso iniziative pubbliche con l'invito di ospiti da internazionali e anche l'inaugurazione di movimenti continuo numerici scusate come ci spiega a struttura
Sì i funzionari in corso quando ha lanciato una settimana di eventi volti a sensibilizzare la società per la tolleranza club di considerazione e la convivenza pacifica tra diverse fedi religiose in Kosovo
L'iniziativa è stata lanciata dal Ministero degli esteri e vedrà due nuovi monumenti e reti per la pace e l'arrivo di più
Di trecento ospiti provenienti da circa cinquanta Paesi nel tentativo questo dimettere induce ciò che era ed è la tolleranza religiosa tradizionale del Kosovo
In tutto il mondo e la maggior parte delle persone conoscono la guerra del Kosovo ma quello che non sanno è che la comunità le comunità religiose hanno vissuto qui insieme pacificamente per generazioni
Ha detto il vice ministro degli esteri Petris animi ai media
Sia per musulmani che cristiani ortodossi o ebrei il nostro patrimonio culturale e modellato da questa diversità
Moschea e chiese si trovano a fianco a fianco il monte delle nostre città siamo impegnati al dialogo interreligioso e il rispetto per tutti aggiunto Stellini
Comunque dobbiamo precisare che in tale iniziativa tali iniziative ha ricevuto il suo sconforto is dunque un monumento che è stato installato in diverse città di tutto il mondo dall'Associazione dieci prossima pietra per la pace
Nel tentativo di onorare le vittime delle guerre della guerra e di promuovere la concitazione
La pietra per la pace sarà collocato il Museo Nazionale del costo tramite una sere Moni ospitata dal Presidente del consolato inferriata
Con il Vice Ministro della cultura Aldina bassi che il Sindaco di Pristina messa Mustafà
Un memoriale alle vittime dell'Olocausto sarà inaugurato a Pristina durante questa settimana anche
L'inaugurazione del memoriale dell'Olocausto del Primo Ministro si infatti è proprio il questo ventitré maggio sul sito di Pristina è ultimo l'esempio di un test di una sinagoga diventerà un ricordo permanente
Della presenza importante della Picano comunità ebraica del corso ha spiegato il ministro degli esteri del corso
Per i media Kosovo condivide il Codice d'onore albanese noto come ben sa che ha motivato molti albanesi musulmani per salvare gli ebrei in Italia persecuzioni durante la Seconda guerra mondiale
Secondo la tradizione americana si è prevista anche una con l'atto
Con l'azione di preghiera nazionale che si terrà durante la settimana mentre un convegno interreligiosa prenderà parte impenitente il prossimo alla domenica da venerdì prossimo alla domenica nella città dipenda
L'islam la fede predominante della maggioranza della popolazione di etnia albanese in corso
I e poi ci sono sul bosniache Goran nelle comunità da comunità turca alcuni membri della Comunità Rom a scali che minoranze egiziane
La popolazione di etnia se andassimo alto circa cento mila persone e in gran parte ortodossa serba
Il gruppo religiose che costituiscono a meno del cinque per cento della popolazione sono cattolici protestanti e lì ebrei
Torniamo in Serbia alle prese non solo con la questione del del Kosovo molto molto serie molto molto complicata e con i fortissima lungo ora idee la dei serbi del Kosovo rispetto agli accordi tra Belgrado e Pristina torniamo in Serbia per parlare della Regione autonoma della Vojvodina
Recentemente è stata approvata una dichiarazione in cui si affermano le prerogative della propria autonomia una dichiarazione però che è stata presa molto male a Belgrado che dove dove questo documento è stato valutato come a un testo che spinge in favore del separatismo ci spiega tutto Marina sicura
L'APPE giungono anche da un'altra parte della Serbia che trovo cannoni in questi giorni codificazione commenti negativi avventurando
Tutto dovuto all'approvazione di una dichiarazione sulla protezione dei propri diritti da parte del Parlamento
Il pluralismo ordina
Il garante della dichiarazione su una protezione dei diritti costituzionali e legali
Di questa Regione non tante piaghe approvazione da parte dei partiti di Belgrado che hanno
Valutato questo documento intanto un tetto
Che sollecita ai letta dal PD no al polmone della dichiarazione volevo e De Mita hanno votato il settantacinque deputati della coalizione governativa di voi può dire di cui fanno parte di Partito Democratico
La lega socialdemocratica della voi vuol dire anche il mio viaggio Chanel
Alleanza degli ungheresi il bimbo e coordina
Contrari l'inventore deputati dell'opposizione in concreto nel partito serbo del progresso
Il Partito Socialista della terra di Partito Democratico della Serbia e l'ultranazionalista partito radicale serbo quindi tutti i partiti che fanno parte del Parlamento di Belgrado
In vista del dibattito che ha preceduto interrotto il Presidente del Governo di Vojvodina e vice presidente del Partito Democratico due al fine PC
Ha detto che oramai Bordin ha novanta c'era nette continuerà ad insistere veri petto dei propri diritti costituzionali legali
Nel corso del dibattito e di capogruppo del partito di opposizione
Che appunto il partito serba del provvedimento ha detto che questo partito al lotta contro la creazione dello Stato indipendente dell'acqua in bottiglia
Si tratta di un manifesto politico pericoloso di cui fanno parte temi più o meno pericolosi mente alcuni sono del tutto evidente multati l'intenzione in più
Pericolosità è quella di lì prepararci
Il approfondirà il varco treni potere centrale quello regionale il pontile ormai considerevoli controlleranno ed i cittadini della Val Godina non otterranno nulla avvertito Igor miliardi
Del del Partito Sardo del programma tutto ben prima del documento invece il Capogruppo
Del partito
Un diabete lasciando a terra interessi secondo il quale la dichiarazione non è niente ecco tale con il separatismo bensì si tratta invece di piccoli in autonomia
Dieci terra con la responsabilità che i rappresentanti della comunità
Di minare anche invano ordina
Sono cittadini leali della Serbia pedagogo abbinati accanto serba quanto aderente tanto rumena quanto lo slovacco ecco alta
Alludendo alla sua completezza addizionale multietnicità come Regione specificava all'interno della tardiva
La dichiarazione
Quindi compatta che i diritti e le competenze degli organi regionali sono stati violati da parte del potere statale centrale
Appunti chiedere infetto dei diritti e gli obblighi verso la regione autonoma della Vojvodina in più
Chi lancia un appello agli organi dello Stato e alle istituzioni
Di migliorare insieme all'Amministrazione regionale ai rappresentanti dell'autogoverno locale il livello
Il tetto delle procedure diritti ed obblighi applichi tanto che il Governo di
Ordina
Guidato dal Partito Democratico a livello statale però il maggiore partito di opposizione all'attuale coalizioni governativa
Restiamo ancora per un momento sulla Serbia per una notizia che relativa al periodo al recente passato delle guerre in particolare della guerra del Kosovo tra novantotto il novantanove una notizia che dimostra però come negli ultimo nell'ultimo decennio a partire dalla caduta di Slobodan Milosevic molte cose sono cambiate in Serbia
E sicuramente molte cose sono cambiate in meglio la notizia di qualche giorno fa ha sono stati arrestati in Serbia due persone una delle quali tra l'altro un ufficiale della gendarmeria
Accusati di aver commesso crimini di guerra contro la popolazione civile durante la guerra del Kosovo i due sono accusati di in particolare dei ucciso nel maggio del mille novecentonovantanove ben sessantacinque civili albanesi nel villaggio di rinvio Belice nel Kosovo diventare
E dopo di aver partecipato al trasferimento dei cadaveri delle vittime in un cantiere dibatta in San Vicino a Belgrado ricordiamo che nel due mila uno
Proprio nella abbastanza in una caserma dell'unità speciale antiterrorismo della polizia serba furono rinvenuti corpi di più di settecento kosovari albanesi
I corpi delle vittime erano state trasferite dal costo dalla Serbia proprio per cercare di nascondere il crimine la Procura serba per i crimini di guerra tra in un comunicato ha spiegato di aver riunito le prove di questo dossier grazie in particolare alle testimonianze di alcune persone che parteciparono
Agli avvenimenti e che ora sono testimoni sotto protezione
Una notizia dunque come dicevamo che mostra come molte cose siano cambiate in in Serbia
Non solo dunque la l'arresto dei gli ultimi grandi e ricercati e ricercati dal Tribunale internazionale ma anche la capacità della Procura serba
Di pur non nonostante le tante difficoltà le tante resistenze che ancora ci sono di indagare anche da sola sui crimini avvenuti durante e le guerre degli anni novanta in questo caso in particolare la guerra del Kosovo
Questa era l'ultima notizia per questa puntata di passaggio a su destra che termina qui è una puntata che abbiamo realizzato come sempre con la con la
Nelle nostre corrispondenti Marina si corre a turno ora e che potrete ritrovare e riascoltare su Radio radicale punto it Tinella sezione delle rubriche
L'appuntamento in onda invece è fra una settimana grazie per l'ascolto un saluto da Roberto Spagnoli una buona giornata in compagnia di Radio Radicale