04MAR2014
manifestazioni

Manifestazione e comizio in concomitanza con il dibattito alla Camera dei Deputati sul messaggio del Presidente della Repubblica

MANIFESTAZIONE | Roma - 10:43. Durata: 10 ore 47 min

Player
Registrazione video della manifestazione "Manifestazione e comizio in concomitanza con il dibattito alla Camera dei Deputati sul messaggio del Presidente della Repubblica", registrato a Roma martedì 4 marzo 2014 alle 10:43.

L'evento è stato organizzato da Radicali Italiani.

Sono intervenuti: Rita Bernardini (segretario, Radicali Italiani), Marco Pannella (presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, Radicali Italiani).

Tra gli argomenti discussi: Aborto, Amnistia, Antifascismo, Autodeterminazione, Berlusconi, Camera, Carcere, Casaleggio, Cattolicesimo,
Censura, Centro D'ascolto, Chiesa, Cicciolina, Cina, Commissione Ue, Compagna, Comunismo, Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Cristianesimo, D'annunzio, Dalai Lama, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Sociali, Diritti Umani, Diritto, Discriminazione, Divorzio, Donna, Ebraismo, Elezioni, Ernesto Rossi, Europa, Europee 2014, Fame Nel Mondo, Fascismo, Federalismo, Francesco, Giornali, Giovanni Paolo Ii, Giustizia, Governo, Grillo, Indipendentismo, Indulto, Informazione, Ingrao, Iotti, Iscrizioni, Israele, Italia, Lega Nord, Medio Oriente, Messaggio, Movimento 5 Stelle, Napolitano, Nonviolenza, Palestina, Pannella, Pannunzio, Parlamento, Partiti, Partito Democratico, Partito Radicale, Partito Radicale Nonviolento, Partitocrazia, Pci, Pizzarotti, Polemiche, Politica, Prescrizione, Presidenza Della Repubblica, Pse, Psichiatria, Radicali Italiani, Radio Radicale, Rai, Referendum, Religione, Renzi, Riforme, Russia, Scalfari, Schulz, Servizio Civile, Sharon, Silone, Spinelli, Stato, Storia, Territorio, Tibet, Tortura, Totalitarismo, Tv, Ucraina, Ue, Uiguri, Veltroni, Ventotene.

La registrazione video di questa manifestazione ha una durata di 4 ore e 28 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

10:43

Organizzatori

Radicali Italiani

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Conto dell'ultima seduta adesso diamo la linea tra una manciata di secondi alla Camera dei deputati
Inizio delle trasmissioni incomprensione al termine riprenderanno i programmi di Radio Radicale organo della lista Marco Pannella il bis comma uno del Regolamento
In sede referente alle Commissioni riunite terza affari esteri in quarta Commissione difesa
Creato mille duecentoquarantotto conversione in legge con modificazioni del decreto legge sedici venti gennaio due mila quattordici numero due recante proroga delle missioni internazionali delle Forze armate di polizia
Iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegni e processi di ricostruzione partecipazione le iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento
Ritenuta d'acconto ai provvedimenti vi sono arrivati terrore le voglio allora sarà la seconda senza però i quarantatré comma uno bis del Regolamento
Per le disposizioni in materia di sanzioni quinta sesta ex articolo settantatré comma uno bis del Regolamento per gli aspetti attinenti alla materia tributaria
Prego ottava undicesima ente articolo settantatré comma uno bis del Regolamento relativamente alle disposizioni in materia previdenziale dodicesima e quattordicesima
Il suddetto disegno di legge Ai fini dell'espressione del parere previsto dal comma uno del predetto articolo novantasei bis
è stato al prestito assegnato al comitato per la legislazione
Grazie allora
L'ordine del giorno reca la discussione della relazione della seconda Commissione giustizia sulle tematiche oggetto del messaggio del Presidente Repubblica trasmesso alle Camere il sette ottobre due mila tredici avverto che lo schema recante la ripartizione dei tempi
è pubblicato in calce al resoconto stenografico della seduta del ventisette febbraio
Due mila quattordici avverto che le eventuali Risoluzione devono essere presentate entro il termine della discussione
Dichiaro quindi aperta la discussione ha facoltà di intervenire nel relatrice Presidente della Commissione giustizia deputata Donatella Ferranti prego Presidente Ferrante
Del Partito Democratico
Grazie Presidente presidente
Onorevoli colleghi
Il fenomeno della del sovraffollamento carcerario rappresenta una situazione connotata dalla compromissione di diritti fondamentali dei detenuti
Riconosciuta dalla Corte europea dei diritti dell'uomo a partire dalla sentenza del sedici no
Luglio due mila nove
Che ha sancito la violazione appunto della per effetto del citato sovraffollamento dell'articolo tre che la CEDU che prevede il divieto di pene e trattamenti inumani e degradanti
Ne è derivata poi la proposizione di una mole di ricorsi individuali di recente si stimano circa tre mila contro lo Stato italiano a fronte della quale vi è stata un'altra
Importante sentenza la sentenza dell'otto gennaio due mila tredici Torregiani ed altri contro l'Italia
Resta sui ricorsi riuniti presentati da sette detenuti che riscontrando oppure una volta la violazione dell'articolo tre della convenzione
Ha stabilito come equa soddisfazione somme variabilità diecimila I ventinove mila cinquecento euro ciascuno
Essendo stato però il procedimento definito secondo la procedura della cosiddetta sentenza pilota la Corte
Europea assegnato allo stato un anno il termine entro il quale deve procedere all'adozione di misure necessarie a porre rimedio a quella constatata violazione dell'articolo tre
E medio tempore asso speso la trattazione dei residui ricorsi in materia riservando porsi appunto di regalarle irricevibile o cancellare i dal ruolo quando a seguito dell'ottemperanza da parte dello Stato italiano
Il termine annuale ha cominciato a decorrere il ventotto maggio due mila tredici e quindi scadrà per l'Italia il ventotto maggio due mila quattordici
Il sette ottobre scorso dell'anno scorso due mila tredici il Presidente della Repubblica nell'esercizio della facoltà prevista dall'articolo ottantasette comma due della Costituzione
Sulla questione carceraria a appunto inviato un messaggio alle Camere e la Commissione giustizia per incarico della Conferenza dei Presidenti del gruppo ha svolto un approfondimento e su quelle tematiche
E all'esito ha presentato una specifica relazione la Preside alla Presidenza datata punto ventinove novembre cui integralmente mi riporto
Vorrei qui sintetizzare qualche ulteriore riflessione anche perché nelle more
Poi il tempo appunto dal ventinove novembre ad oggi vi sono state anche delle evoluzioni degli interventi legislativi
Vorrei segnalare che nel frattempo è è stata raggiunta anche un'altra sentenza la la sentenza della Corte Costituzionale del ventidue novembre due mila tredici che
Dichiarando l'inammissibilità di una questione di
Koring di legittimità costituzionale di un articolo del Codice Penale centoquarantasette
Ha però nella motivazione nel corpo della mitigazione riaffermato anche la Corte costituzionale
In Torre l'abilità nella situazione attuale purché il carattere inderogabili che il principio dell'umanità del trattamento rende necessaria
Virgolettato la Sul lecita introduzione di misure specificatamente mirati a farla cessare
Questa ulteriore riflessione che pongo all'attenzione del reddito e del Parlamento della Camera riguarda in particolare i rimedi di carattere strutturale tiene conto delle ulteriori tappe compiuti dall'iter parlamentare e degli ulteriori dati acquisiti perché
Se è vero che un intervento corpi combinato sui sistemi penali processuali dell'ordinamento penitenziario richiede del tempo
Mentre l'attuazione situazione l'attuale situazione non può protrarsi ulteriormente è vero anche che il Parlamento non è stata guardare ma ha portato avanti riforme comunque destinate a produrre effetti stabili e definitivi
Quindi con riferimento presidente onorevoli colleghi a ciascun parate la fustella della relazioni che depositata che avete avete avuto la possibilità di leggere
Io
Perché ho ritenuto importante anche segnalare gli ulteriori interventi che sono stati fatti
In particolare con riferimento ai paragrafi che attengono all'innovazione di carattere strutturale alla paragrafo due punto uno due punto uno uno che riguarda l'introduzione di meccanismi di problemi ci sono
Al due punto uno punto due pene detentive non carcerare segnalo che la Commissione giustizia sta procedendo
All'esame degli emendamenti alla proposta di legge tre tre uno nove novecentoventisette B già approvata dalla Camera in prima lettura
Il quattro luglio scorso modificata al Senato il ventuno gennaio scorso che contiene tre importanti innovazioni di carattere strutturali citate nel messaggio del Presidente della Repubblica
E in particolare l'introduzione dell'istituto dalla messa alla prova nel processo penale due delle cargo Berno una per l'introduzione e la pena detentiva non carceraria
Applicabilità giudici di merito l'altra per la riforma della disciplina sanzionatoria dei reati e la depenalizzazione di alcune fattispecie
In più un quarto provvedimento che pure pone a riparo all'Italia da un'altra procedure di infrazione che riguarda lari la disciplina del processo a carico degli imputati irreperibili
Si concluderà a Brera e mi auguro anche in relazione alla calendarizzazione che vorrà fare la la capigruppo un processo legislativo compresso ricco di continuo utili il cui iter aveva preso inizio già nella scorsa legislatura che consentirà di mettere a regime riforme di sistema di notevole impatto e portata in opera innovativa
Sia sul processo sul sovraffollamento carcerario sia sulla detrazione di scarico dei processi penali con importanti potrà effetti positivi interni di durata dei tempi del processo penale
Certamente
è necessario proprio per rispettare la scadenza di un anno fissata dalla Corte europea un ulteriore sforzo come dicevo prima da parte del Parlamento della calendarizzazione io approvazione in Aula del o mi dimetto legislativo e successivamente da parte del Governo nell'esercizio delle tele che e nel Lazio conseguente attuazione organizzativa di nuove forme di recupero sociale
Mediante una profonda riorganizzazione e il potenziamento degli uffici dell'esecuzione penale esterna
Per porre in essere una concreta azione di controllo a sostegno nella e sostegno della gestione dell'esecuzione penale in conformità di quanto prescritto proprio dalla Corte
All'appunto ventidue della sentenza Torregiani
Vi è poi un altro punto che abbiamo affrontato in Commissione Giustizia dell'approfondimento che ci è stato delegato quello che riguarda la riduzione dell'Area applicativa della custodia cautelare in carcere
L'approfondimento ha evidenziato la necessità di ridurre l'ambito applicativo che la custodia cautelare in carcere appunto attualmente infatti i detenuti in attesa di giudizio di primo grado sono undici mila duecentoquarantuno un numero che secondo i dati che ci sono stati forniti al Presidente Tamburino capo del DAP con la nota del dieci gennaio due mila quattordici acquisita nel corso di un'indagine conoscitiva portata avanti dal Co dalla Commissione
Rappresenta il diciotto per cento del totale dei detenuti
Che al Trento al tredici gennaio due mila quattordici era pari a sessantadue mila centottantasette
Nel frattempo vorrei ricordare ma credo che ricorda recenti da parte di tutti la Camera ha approvato il nove gennaio due mila quattordici in Aula il testo
Atto Camera sta centotrentuno riguardante la riforma della custodia cautelare in carcere con sole tredici voti contrari il testo e al Senato e quindi e certo
Che l'approvazione in tempi brevi della riforma che mira a individuare la custodia cautelare in carcere come extrema ratio e che prevede tra l'altro il possibile con un volo tra pene costruiti le pene interdittive e un maggior rigore motivazionale del giudice nella scelta e applicazione della misura cautelare consentirebbe di avere effetti immediati consistenti duraturi
Sul sovraffollamento carcerario
è stato poi recentemente dopo la più posti per la nostra relazione del novembre convertito in legge il decreto legge ventitré dicembre due mila tredici centoquarantasei
Diretto proprio ad affrontare la questione il sovraffollamento carcerario in particolare
Alcuni punti sono essenziali al completamento del quadro istruttorio
Mi riferisco appunto alla questione relativa alla fattispecie autonoma di reato connessa la normativa in materia di stupefacenti lì particolare con riferita riferita al cosiddetto piccolo spaccio
Questione rilevante anche in un'ottica di riduzione del sovraffollamento carcerato carcerario che ha visto oggettivamente un'impennata proprio a causa dell'irrigidimento della normativa a seguito della legge cosiddetta Fini-Giovanardi
La quale tra l'altro nel frattempo è stata dichiarata incostituzionale dalla Consulta con la sentenza trentadue del due mila quattordici che ha
Inutile dirlo credo sostanziali ed importanti ricadute sul sistema tenuto conto anche del principio che implica dell'applicazione della norma penale più favorevole al reo
Nella relazione della Commissione e veniva fatto oggettivo riferimento anche alla alla all'esito di una relazione che era stata fatta dal Ministro De la giustizia
Al patto la necessità di trasformare la circostanza attenuante prevista dalla legge per Fini-Giovanardi periferiche riferita al piccolo spaccio trasformarla Ina titolo autonome dire dato in quanto era funzionale ad evitare che in caso di concorso di circostanze aggravanti il riconoscimento dell'equivalenza pratici e circostanze di segno opposto
Portasse ad ad applicare per fatti di modesta offensività la pena indicata dal primo comma cioè la pena da sei anni a vent'da anni di carcere anziché quella comminata dal quinto comma prevista all'epoca solo come attenuante quindi da una sei anni
E si era verificata che la spiccata verificato oggettivamente che la spiccata tendenza la recidiva di tali soggetti dati al piccolo spaccio che sono il più delle volte consumatori e la conseguente a
Dichiarazioni di relativi istituti avevano determinato sino ad oggi un'accresciuta presenza in termini quantitativi che percentuali di tossicodipendenti all'interno delle carceri italiane
Al ventisei luglio due mila tredici detenuti per violazione della legge stupefacenti erano ventitré mila quattrocentocinquantasei
Tali al trentasei virgola ottanta per cento del totale di cui otto mila quattrocentottantasei stato di custodia cautelare e quattordici mila novecentosettanta indiscrezione pena
Il decreto legge del dicembre due mila tredici che abbiamo appena convertito quindi è legge dello Stato ha trasformato il comma quinto dell'articolo settantatré in una fattispecie autonoma di reato
Dando rilievo al piccolo spaccio notevoli come ho detto prima sono le conseguenze in chiave di riduzione dei termini di prescrizione
Da venti sono passati a sei anni prescrizione del reato di quello di durata massima della custodia cautelare e ovviamente anche in sede di e esecuzione diciamo della pena anche per i definitivi nel frattempo come ho ripetuto è stata è intervenuta anche la Corte costituzionale
Appare quindi del tutto evidente che spetta ora al Parlamento e in Commissione giustizia alla Camera e già in fase avanzata all'esame di alcune proposte di legge in materia
Gli stupefacenti verificare se sia opportuno o meno intervenire nuovamente sulla normativa degli stupefacenti valutando se dover riscrivere le fattispecie penali sulla base della distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti
Ritornando al decreto legge e agli interventi quindi approvati dal Parlamento che vanno ad integrare questo con il testo della relazione del novembre
è stato anche abrogato l'articolo novantaquattro della quinto comma della legge novanta per cento nove che
Prevedeva che l'affidamento in prova al servizio sociale di tossicodipendenti alcoldipendenti non potesse essere concesso più di due volte
E l'Istituto era è stato introdotto nel due mila sei riguardava i soggetti tossicodipendenti alcoldipendenti sottoposti a pena detentiva
L'innovazione è espressione di un'accresciuta attenzione al recupero attraverso la terapia se Radio Radicale siamo Linda diretta con i lavori della Camera
Deputato sono assidui periodo notare la Francia di restare lettera morta
Sì paralleli interventi corredati dal necessario sostegno finanziario volti ad ampliare la disponibilità di posti nelle strutture residenziali
Presso il quale
Più delle volte si svolgono i programmi terapeutici di recupero appunto se non c'è questa correlato intervento
E sul punto c'è una Presidente e signori colleghi voglio segnalare che in sede di approvazione della legge si stabilità del due mila quattordici è stato approvato
All'unanimità l'ordine del giorno
Nove barra mille ottocentosessantacinque che impegna il Governo io rappresento qui anche ai
Ai sottosegretari per anche per il ministro
E
Che impegna il Governo a individuare risorse finanziarie aggiuntivi e per l'anno due mila quattordici finalizzate mediante specifiche vincolanti intese Stato-regioni
All'implemento e all'effettiva applicazione dei trattamenti alternative al carcere per i detenuti tossicodipendenti
Con particolare attenzione anche percorsi alternativi all'ingresso in carcere per gli imputati tossicodipendenti sottoposti a processo per direttissima e questo è il vincolo stato del dispositivo dell'ordine del giorno quindi un impegno che è stato assunto in un contesto molto particolare il e
E qualificante che la legge di stabilità
Ora un dato che può essere significativo è che la data del trentuno ottobre due mila tredici risultavano in affidamento terapeutico ex e novantaquattro della del testo unico un totale di due mila ottocento cinquantotto condannati tossico e alcoldipendenti tra questi novantaquattro provengono dallo stato di libertà e il mille ottocentonovantaquattro da detenzione domiciliare
Un altro dato significativo ai fini di valutare gli effetti sul sovraffollamento carcerario risultati intervento normativo e quindi quella CAD drogato no il divieto di più utili Dino di a concedere per più di due volte
All'affidamento terapeutico e quello riportato nella relazione illustrativa del decreto legge che abbiamo approvato dove si evidenzia che sulla base dei dati Istat gli ingressi in carcere i tossicodipendenti nel due mila e undici
Sono stati pari al ventidue mila quattrocentotrentadue
I detenuti tossicodipendenti al trentuno dicembre dello stesso anno erano sedici mila trecentosessantaquattro pari al ventiquattro per cento o sul totale di sessantasei mila ottocentonovantasette presenze ovviamente riportati al due mila undici oggi siamo caduti siamo
Già oggi siamo scesi a sessantadue mila
Vi è stato poi un'altra misura strutturale importante che abbiamo appena approvato proprio per confermare quella la quella segnala e che avevo dato prima che il Parlamento non è stato con le mani in mano in questo il e in questo in questo periodo e che quella della stabilizzazione
Della sanzione detentiva dell'esecuzione della pena presso il domicilio
Il questa
In previsione quindi di poterle scontare presso il domicilio l'aprile detentiva non superiore ad a diciotto mesi
Perché si anche residua di maggiore pena era sarà introdotta dalla legge centonovantanove il due mila dieci
E però era stata poi diciamo era questa aveva avuto una positiva applicazione tanto che dalle statistiche fornite dal Ministero della giustizia al trenta undici due mila tredici
Risultava un'applicazione con uscite dal carcere di dodici mila settecentoquarantuno persone che hanno scontato non in libertà mappe con la ma l'ultimo periodo ai domiciliari con diciamo innescarsi revoche quindi cioè con un buono esito quindi ben questa misura
Ecco queste questa
Intuizione che fu fatta appunto nella precedente legislatura che vide
Maggioranza e opposizione convergere su questa prima applicazioni che riguardava la necessità della scuola di di creare misure alternative al carcere sappiamo che la prima se tenta di condanna dell'Italia del due mila nove questo provvedimento fu assunto del due mila dieci ecco resta questa Institut era però attente scadeva il trentuno dicembre due mila tredici ora con l'intervento strutturale che è stato compiuto
Per questa misura è entrata a far parte del nostro sistema penitenziario a regime
Altre modifiche che si connettono ad arrabbiarci di approfondimento che la Commissione che c'è di Commissione giustizia in particolare al paragrafo che riguarda l'espiazione della pena nel Paese di origine il due punto uno punto quattro è stato toccato dalle dalla sempre dal decreto legge del dicembre dalle modifiche in materia di espulsione dei detenuti stranieri
Proprio l'articolo sei del decreto legge ha novellato l'articolo sedici del Testo Unico delle migrazioni e intervenendo in particolare sull'istituto dell'espulsione dello straniero a titolo di misura alternativa alla detenzione
In passato il quale ho straniero detenuto identificato che si trovino delle condizioni indicate all'articolo tredici comma due quindi ingresso clan destino permanenza nel territorio dello Stato senza aver richiesto il permesso di soggiorno appartenenza una dei cattivi penuria di persone pericolose
E debba espiare una pena detentiva anche residua non superiore a due anni è obbligatoriamente espulso il decreto ha avuto poi
La diciamo la finalità di ampliare la possibile perché ci sono dei reati che escludono l'espulsione
E questo decreto quindi la legge che la convertito
A
Ampliato le famiglie nell'ambito di applicazione dell'espulsione anche a chi è stato condannato quindi ritorna del paese d'origine a sconta la pena anche a chi è stato condannato per rapina ostruzione aggravata e già acquistato consentirebbe di espellere un significativo numero di detenuti stranieri stimato dagli uffici ministeriali questo risulta dalla relazione
E appunto ed era il decreto legge in mille e trecento unità
Il sempre il decreto legge prevede al apprende ha previsto e quindi la legge di conversione altre importanti novità che vanno dire talmente a toccare la le tematiche
Del messaggio del Presidente della Repubblica in sintesi molto accresce
Come regola generale la prescrizione da parte del giudice nell'applicazione di la misura cautelare degli arresti domiciliari del cosiddetto braccialetto elettronico
E il ricorso allo strumento dell'applicazione alla detenzione domiciliare una procedura semplificata nella trattazione di alcune materie di competenza della magistratura di sorveglianza
Più ampie garanzie per i soggetti reclusi nel procedimento di reclamo peraltro un altro dei punti perché eravamo stati condannati
In via amministrativa e davanti alla magistratura di sorveglianza prevedendo addirittura una pronta una procedura di ottemperanza nel caso in cui si ha leso un diritto fondamentale del detenuto
E l'Amministrazione non è non via via non dia seguito spontaneamente alla decisione del del magistrato di sorveglianza
Si passa da tre a quattro anni dei limiti di pena per l'applicazione dell'affidamento in prova al servizio sociale
Introduzione dell'abitazione anticipata speciale che porta da quarantacinque settantacinque giorni a semestre
Ad eccezione dei reati più gravi previste al quattro bis della legge sull'ordinamento penitenziario la detrazione di pena già prevista pedali l'azione anticipato ordinaria l'istituzione del Garante nazionale di diritti delle persone detenute o private della libertà personale
Il differimento del termine adozione dei regolamenti sugli specifici benefici fiscali e contributivi per l'impresa è le cooperative sociali che assumono detenuti
Intervenendo quindi sul fondamentale tema del lavoro dei detenuti come espressioni della del recupero e quindi dell'attuazione del principio dell'articolo ventisette della Costituzione
Il file
Con riferimento ai capitoli sempreché sempre nella relazione della Commissione abbiamo dedicato e rimedi straordinari pure toccati dal messaggio del Presidente La Repubblica amministra indulto
Senza dubbio rappresentano provvedimenti di immediato impatto deflattivo ma implicano da parte del Parlamento delle forze politiche un'assunzione di responsabilità politica di cui bisogna essere consapevoli
La Commissione al riguardo e il rinvio al punto due e tre due punto tre
Si è limitato sia limitata a fornire i dati di valutazione anche in rapporto agli aspetti messi in evidenza dal messaggio del Presidente della Repubblica
In particolare per ciò che riguarda recidiva
E quindi rientro chapeau dopo gli agli atti di clemenza e i diritti i connotati della violenza alle persone
Dunque nella relazione
Trovate signora presidente e signori dai parlamentari
E l'attenzione è focalizzata sulle statistiche relativa ai clienti dei beneficiari dell'indulto del due mila sei che come ricordava ricordo solo tanta tristezza Ruffo accompagnato da un provvedimento di acquisti via e dall'analisi dell'attuazione dell'attuale popolazione carceraria
Sulla base della tipologia di reato
Da cui emerge come i reati per i quali si registra una maggiore presenza in carcere scaglionata per residui di pena sono oltre alla produzione e spaccio di stupefacenti
Su cui appunto ho già ampiamente illustrato anche sugli effettive conseguenze di provvedimenti che sono stati e diciamo sì emanati dal Parlamento sia frutto della incostituzionalità della sentenza della Corte
Poi ci sono reati di rapina frutto ricettazione l'estorsione violenza sessuale omicidio
Resta da segnalare che al Senato o su questo punto la Commissione giustizia avviato a far data dal quindici ottobre due mila tredici l'esame di progetti in materia di concessioni di amnistia e indulto chiudo Presidente
Un auspicio
Il
A conclusione di questa disamina di interventi Durbati stati sinora
Mi sento di dire che sicuramente siamo sulla buona strada con misure strutturali in linea anche alcuni più recenti studi empirici Sokol di qualità ridurre il rischio di recidiva il tetto delle porte girevoli occorre piuttosto puntare su misure alternative alla alla detenzione
è vero se eppure però è se è vero che siamo sulla buona strada e soprattutto è chiaro che il legislatore ha inteso superare l'ottica degli interventi emergenziali sopprimendo Presidente
Il legislatore ha inteso superare appunto questa ottica evidenzia emergenziale
L'auspicio anche col Presidente la Commissione giustizia e che si possa entro il mese di marzo portare a compimento se alla Camera che al Senato l'iter legislativo dei provvedimenti di iniziativa parlamentare riforma della custodia cautelare detenzione domiciliare messa alla prova
E subito dopo entro il mese di aprile al massimo il mese di aprile a venire da parte del ministro e la giustizia un quadro complessivo di effettivo dell'applicazione dei nuovi interventi normativi posti in essere in questa prima fase di legislatura
E di incidenza sulle cause del sovraffollamento carcerario un mese o un monitoraggio serio cui non ci si può non sottoporre per individuare i punti critici che abbisognano ancora di interventi e che ci consenta di superare al fronte alta
Quella gravissima insopportabile accusate l'Europa ha posto al nostro Paese grazie Presidente la ringrazio la signora Presidente allora verso chiede di intervenire deputata Alessia Morandi prego ne ha facoltà
Grazie
Gentile presidente
Onorevoli colleghi
La relazione sulle tematiche oggetto del messaggio del Presidente della Repubblica Napolitano trasmesso alle Camere il sette ottobre due mila tredici
Ci fornisce delle chiare indicazioni sugli indirizzi per corsi le sulle strade che a tre euro intraprese rendita e per dare una risposta strutturale
E di lungo periodo alla situazione delle carceri italiane
Ormai l'abbiamo detto più volte la sentenza Torregiani ci pone in una situazione di illegalità nel quadro europeo
L'Italia è uno dei Paesi fondatori dell'Unione europea e per noi è intollerabile essere accusati di tortura e trattamenti disumani e degradanti
E purtroppo non sono episodi isolati ma la Corte di Strasburgo ci ha detto che sono un problema sistemico risultante da un malfunzionamento cronico proprio del sistema penitenziario italiano
Abbiamo fino al ventotto maggio per porre rimedio a questa situazione poi arriveranno a pioggia centinaia di ricorsi per ottenere i risarcimenti
Secondo gli ultimi dati che sono a nostra disposizione nelle duecentosei carceri italiane ci sono circa il sessantadue mila detenuti a fronte di una capienza di quarantasette mila seicento posti
Moltiplicando la cifra del risarcimento per i circa venti mila detenuti in eccesso si otterrebbe una somma enorme che oggi peserebbe sul bilancio dello Stato in maniera incredibile
Ovviamente gentile Presidente la situazione drammatica in cui versano tanti detenuti nel nostro Paese
Non può essere considerate esclusivamente nei termine di una questione economica e di bilancio dello Stato ma deve essere invece un dovere morale che ci impegni tutti nessuna forza politica esclusa
In questi mesi di lavoro
Tutte le istituzioni hanno sempre tenuto conto di questo dramma cercando di affrontarle in maniera efficace bilanciando i diritti della popolazione carceraria ai diritti delle vittime dei reati
Purtroppo dopo anni di legislazione carcere o centri ca ed una perenne campagna elettorale demagogicamente incentrata sulla sicurezza ora siamo costretti ad operare in emergenza
Proprio al fine di riportare il dibattito parlamentare alla sua funzione di lavorazione di indirizzi politici vorrei prima di passare all'analisi dell'ottima relazione della Presidente Ferranti
Fare una piccola premessa sul concetto stesso di pena
Ed in modo di espletare
Ma
L'articolo ventisette della nostra Costituzione al terzo comma stabilisce il principio della finalità rieducativa della pena
La pena non è una vendetta l'obiettivo della pena e fornirà il condannato gli strumenti necessari per inserirsi nella società rispettando le regole fondamentali della convivenza civile
Perché ciò accada e necessario che la pena rispetti la dignità del condannato
Per questo nella nostra Costituzione sono vietati i trattamenti contrari al senso di umanità
Sì però specificare la non coincidenza del concetto di rieducazione che viene da molti viene da molti associato all'utopia della perfettibilità dell'uomo
Con il concerto invece più realistico di risocializzazione ecco appunto risocializzazione
Questo concetto ci offre la possibilità di analizzare la piena nella sua utilità anche per la società
Risocializzazione significa allo stesso tempo ricomporre e riparare il danno che reato commesso nei confronti della vittima e quindi della collettività tutta
E allo stesso tempo dargli l'opportunità di riscattare la propria vita una volta scontata la piena
Per poter cambiare per Roma però occorre dare alle persone gli strumenti e i modi per poterlo fare
Ma c'è un dato di cui dobbiamo tener conto oltre a questo la gran parte dei detenuti proviene dalle regioni più povere dell'Italia circa il trentacinque per cento è straniero molti moltissimi sono tossicodipendenti
Crediamo davvero che per i reati di minore gravità qualche mese in più ultra scorso negli istituti di pena possa aiutare queste persone non ricadere nella trappola del carcere
Vogliamo veramente che lo Stato si arrenda alla constatazione che esistono persone che non potranno mai essere recuperate era introdotte alla vita sociale
Vogliamo veramente inseguire una concezione della pena che riproduce in un circolo vizioso criminalità e reati
Personalmente io credo di no
Credo che ci siano reati che necessitino una punizione forte fortissima è inflessibile e altri che invece sarebbe meglio affrontare con una visione rieducativa
Tese al recupero della persona e alla riparazione del danno
Gentili colleghi scopo dello Stato è quello di garantire la sicurezza dei suoi cittadini e per farlo la Pina deve avere un carattere rieducativo
Il carcere non può avere come effetto altra delinquenza non può essere una delle cause della delinquenza
Purtroppo i dati contenuti nella relazione parlano chiaro
Dei sessantasei mila detenuti presenti al trenta giugno del due mila tredici solo ventotto mila il quarantadue virgola nove per cento erano alla prima carcerazione
Il restante cinquantasette per cento tornava in carcere dopo esserci già stato
La verità e che il costo sociale del carcere è altissimo il carcere infatti è una macchina costosa che alimenta se stessa crea la propria domanda indifferente al proprio fallimento
Del resto nelle nostre carceri detenuti hanno pochissimi spazi per vari per la socializzazione per il lavoro hanno pochissimi contatti con la società esterna
Come possiamo pensare che una volta usciti possono essere introdotti alla vita sociale quando vivono reclusi a non fare niente a stretto contatto con altri criminali
Partendo da questa premessa arrivo dunque le mie considerazioni in merito alla relazione della Presidente Ferranti
Abbiamo approvato nel primo anno di legislatura con un lavoro costante e rigoroso numerosi strumenti per ridurre la popolazione carceraria in maniera tale da ottemperare atto di ottemperare
Alle disposizioni della Corte Europea per i diritti dell'uomo ed evitare l'ignominia lì dove risarcire i nostri stessi detenuti per la per lei condannati a condizioni inumane
Questi strumenti dati gli elementi fornitici dal DAP
E dal Ministero di Grazia e Giustizia dovrebbero essere sufficienti
Alcuni provvedimenti sono già entrati in vigore altre attendono l'approvazione delle Camere
Il tempo però sta per scadere e alcune disposizioni necessitano di qualche mese per produrre dei dei risultati effettivi sulla riduzione del numero dei detenuti
I colleghi del Senato lo sanno e spero vogliano darvi la giusta priorità e mi riferisco in particolare al provvedimento sulla custodia cautelare in carcere
Lo ricordo prima mi stesa e ai colleghi che sono qui presenti che il quaranta per cento dei detenuti sono in carcerazione preventiva ed è una situazione intollerabile
Il Presidente della Repubblica nel suo messaggio ci ha indicato tre possibili strade per affrontare questo problema
Quella della riduzione del numero complessivo dei detenuti attraverso innovazioni di carattere strutturale
Quella dell'aumento della capienza complessiva degli istituti penitenziari e quella del ricorso alimenti straordinari come amnistia ed indulto
Abbiamo scelto di percorrere il Partito Democratico ha scelto di percorrere in via prioritaria le prime due strade
Questa non perché siamo ideologicamente contrari a provvedimenti di clemenza ma perché li riteniamo perché riteniamo questi provvedimenti inefficaci
Ad esempio per quanto riguarda appunto l'indulto del due mila sei è stato riscontrato che la popolazione carceraria è tornata al dato di partenza prima dello scadere del terzo anno dal provvedimento di cretini di clemenza
Anche in questo caso infatti bisogna sempre tenere a mente il nostro obiettivo ultimo quello di far sì che chi esce dal carcere non vi rientri
E abbiamo scelto di percorrere la via delle riforme perché il ricorso e provvedimenti di clemenza è un alibi per la politica che non vuole decidere non vuole prendersi la responsabilità
Abbiamo scelto dicevo le prime due strade predisponendo interventi mirati
A modificare strutturalmente la situazione carceraria del nostro Paese e ad ampliare la capienza degli istituti di pena
Rientrano nella prima categoria i provvedimenti tesi a introdurre meccanismi di Protection e di pene detentive non carceraria il provvedimento e per l'esame al Senato sulla riduzione dell'Area applicativa della custodia cautelare in carcere
Interventi relativi all'espiazione della pena nel Paese di origine per i detenuti stranieri
Alla liberazione anticipata speciale
All'innalzamento dell'affidamento in prova per i tossicodipendenti da tre a quattro anni la stabilizzazione della misura introdotta dall'ex Ministro Severino con cui si prevede la detenzione domiciliare per gli ultimi diciotto mesi di pena
L'attenuazione degli effetti della recidiva su alcuni tipi di reato
Elette Pellizza azione di reati la cui pena sarebbe più efficacemente risolvibile in una sanzione pecuniaria
Sull'altro versante quello dell'ampliamento della capienza complessiva degli istituti penitenziari si è andati avanti dando impulso al piano carceri rilanciando con il decreto settantotto del due mila tredici
In Commissione giustizia abbiamo audito il Commissario straordinario del Governo per le infrastrutture carcerarie il prefetto si inizio al fine di acquisire i dati relativi all'incremento dei posti detentivi
I dati che ci ha fornito sono incoraggianti ed arriveranno a breve moltissimi nuovi posti
Detto ciò gentile presidente ed onorevoli colleghi
Esistono ancora grandi margini di merito di miglioramento nelle azioni politiche con le quali intendiamo affrontare no all'emergenza carceraria bensì la questione carceraria
Primo
è fondamentale rendere effettiva la nuova misura prevista dal decreto sui diritti dei detenuti convertito qualche settimana fa dell'espiazione nel Paese di origine per i detenuti stranieri
Ricordo di nuovo che la percentuale dei cittadini stranieri sul totale dei detenuti del trentacinque per cento
Quindi da un lato è necessario porsi nei confronti dei detenuti comunitari un problema di snellimento delle procedure di omologazione da parte delle autorità
Mentre dell'autorità comunitarie mentre da parte delle autorità straniere
è necessario che le condanne emesse in Italia possano essere poi scontate nei paesi di origine
Queste istituto può costituire uno strumento molto utile ed idoneo produrrà effetti positivi per i stranieri che nella maggioranza dei casi sono destinati al trattamento inumano dei CIE
Finalizzato alla successiva espulsione amministrativa con un aspetto di duplicazione degli interventi restrittivi della libertà personale
Secondo bisogna di vedere anche alla luce della sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato l'illegittimità della Fini-Giovanardi la normativa sullo spaccio sull'uso di droghe leggere sulle tossicodipendenze
Il ventitré per cento dei detenuti sono da
Sono dipendenti da droga e solo un terzo viene affidato i servizi sanitari per l'assistenza e la cura delle tossicodipendenze
Terzo porre fine all'incertezza sull'ordinamento professionale della dirigenza penitenziaria che che quadri da quasi otto anni non trova compiuta definizione con un primo contratto nazionale di lavoro
Quarto e lo dico e lo dico al sottosegretario Ferri al viceministro costa che sono presenti in aula risorse risorse e risorse
Risorse per il SerT che curano i tossicodipendenti perché non dare speranza a questi cittadini significa abbandonarli al circolo vizioso droga carcere povertà
Risorsa per il lavoro in carcere perché serve ai detenuti per la rieducazione
Perché la realizzazione di nuove infrastrutture carcerarie ha bisogno del lavoro dei detenuti e perché un detenuto che l'ONU che lavora nell'ottanta per cento dei casi non commette nuovamente un reato
Perché il lavoro è l'unico grande strumento con cui si realizza la libertà dell'uomo
Risorse per gli assistenti sociali e per gli educatori che oggi sono in numero assai inferiore alle reali necessità e perché sono fondamentali nella strutturazione della pena come l'educazione non come vendetta sociale
Risorse per la Polizia penitenziaria in continua carenza di organico è oberata di lavoro di un lavoro stressante ed usurante
Risorse e concludo Plan per ampliare professionalizzare il personale degli uffici di esecuzione penale esterna
Perché a potenziare le pene alternative al carcere e privare gli uffici di personale è la via maestra per il fallimento di ogni riforma di questo tipo
Infine
Credo che la sfida più importante che ci aspetta è di tipo culturale
Riportare al centro dell'esecuzione della pena la persona
La sua dimensione umana la sua possibilità di cambiamento perché ogni volta che una donna un uomo torna a delinquere è una sconfitta per tutta la società
Ecco io penso che dovremo riappropriarci di questa consapevolezza e di questa responsabilità grazie
La ringrazio onorevole Barani ora chiede di intervenire il deputato Arcangelo Sannicandro prego ne ha facoltà
Egregia Presidente egregi colleghi
Voglio esprimere innanzitutto il mio personale apprezzamento
Al Presidente della Repubblica per aver fatto uso di una prerogativa
Di cui i Presidenti della Repubblica non si avvalgono frequentemente
Mi riferisco appunto alla prerogativa di inviare messaggi Sinistra ecologia e Libertà radio radicale siamo indiretta con i lavori della Camera dei deputati repubblicano del primo che riguarda il solo barricarsi
Ma l'apprezzamento va anche
Al fatto che
Accolto un problema estremamente grave
Affligge
La comunità il popolo italiano e di cui la politica per tanto tempo non ha preso
Effettive profonda coscienza
Presidente La Repubblica ha mostrato grande sensibilità perché è un problema che assilla
Che assilla la fascia più debole
Della nostra società e ci ha ricordato
Che noi come Parlamento abbiamo un dovere politico un dovere giuridico è un dovere morale di intervenire sul problema del sovraffollamento delle carceri
Un problema politico perché
Dal modo in cui
Organizziamo la privazione della libertà dei cittadini condannati dal modo in cui gestiamo le carceri
Diamo l'idea di che tipo di società
Intendiamo che tipo di società intendiamo disegnare
Erika affetti gli umili
I carcerati
Sono diventati una sorta di
Luogo di terra di nessuno in questi anni
Badate
Che
Sono appena passati cinquant'anni
Da quando il carcere era ritenuto un luogo estraneo alla società
Nell'epoca repubblicana
Il carcere robot qua avulso dalla società i detenuti non avevano alcuna dignità tant'è che erano indicati non lo dimentichiamo con un numero
Sulla sulla casacca che dovevano indossare
Ricorderete tutti la difficoltà di alcuni
C'è l'iprite detenuti nelle carceri fasciste
Dei mettersi in contatto con la società esterna
Per leggere un giornale per avere la copia di un libro
Con la Repubblica il carcere doveva diventare un luogo in cui erano detenuti i cittadini
Che avevano infranto la legge e non un qualcosa di diverso
Dai cittadini perciò noi abbiamo il dovere politico e interessa
C di questo ambito della nostra comunità
Proprio perché da ciò si misura l'anno considerazione è che noi abbiamo
Della società che vogliamo
Ma abbiamo anche un dovere giuridico è stato ricordato già a sufficienza che
La Corte europea dei diritti dell'uomo ci ha condannato
Ci tiene sotto osservazione da parecchio tempo
Proprio perché il modo in cui noi trattiamo i cittadini detenuti è un voto che
E
Condannato da tutte le dichiarazioni di salvaguardia dei diritti umani che dalla stessa nostra Costituzione
Come è stato come è stato ricordato
E abbiamo dice preservare pubblica anche un dovere morale
Perché
Nelle città e rare su questa materia si manifesta anche il senso morale che noi abbiamo
E ci ha anche rammentato l'insegnamento cristiano che dovremmo sempre tenere presente
Ora
Devo dare atto alla Camera dei deputati in particolare alla nostra Camera e alla Commissione giustizia
Di essere stata sensibile
Da tempo anteriore addirittura
Al messaggio rappresenta la Repubblica queste tematiche basta scrutano esaminare la datazione dei provvedimenti all'esame del Parlamento oppure per Senato della Repubblica
Ora
Abbiamo lavorato intensamente in quella Commissione non devo ripetere quanto conto viziati particolari e di dati a illustrato la Presidente per Rampini vi annoierei semplicemente voglio semmai così
Sprecare utilizzare i pochi minuti che ho a disposizione per dire
Che si dobbiamo intervenire
Sulle carceri contro il sovraffollamento con misure strutturali non trascurando che presenta la Repubblica anche invocato provvedimenti straordinari
E non possiamo esorcizzare con argomentazioni insostenibili
Ma
Voglio soprattutto ricordare
Che ci sono questioni che vanno al di là della contingenza e sono le questioni culturali
Perché in Italia
Dice un Pampena leghismo che deve essere combattuto noi abbiamo la cultura del diritto pena Ale Massimo che dovremo invece sostituire con il diritto penale minimo
Tanto per usare le parole
Di un noto di un noto Giulio di un noto giurista garantista
Ancora come dire per fortuna vivente che scrive ancora sul libri e giornali ora se non
Se non modifichiamo questo approccio ai alle problematiche noi non ne usciamo ritorneremo sempre a discutere di questi problemi
Voglio ricordarvi perché voglio appunto ricordarvi
Che
Quando il Presidente alla Repubblica
Ha ampliato il messaggio alle Camere insieme levata una
Una canea diciamo così proprio il caso il più usare il termine giusto nei confronti del contenuto del suo messaggio che veramente rende onore al coraggio del Presidente della Repubblica perché
Come dire ed ai tempi di Cesare Beccaria che non ci si vuole arrendere all'idea di un nuovo diritto penale di un nuovo diritto processuale penale d'altra parte il famoso livello dei delitti e delle pene
Non dimentichiamo che due anni dopo che vide la luce fu inserito nei libri all'indice proprio perché distingueva tra peccato è reato ora quella cultura non è mai morta
è sempre complesso unità con le dottrine più illuminate più libertarie e continua ancora oggi essere massicciamente presente non soltanto nella cultura spiccio del popolo italiano ma anche addirittura
Franca addirittura in giornali in giornali che
Del giustizialismo hanno fatto la loro ragion d'essere così come purtroppo bisogna ancora partiti che hanno fatto del carcere una questione identità via ora se l'osso se lo scompenso eremo questo tipo di cultura questo problema che io temo ahimè
Che noi ce lo ritroveremo davanti ben presto
La ringrazio
Adesso ho chiesto di intervenire il collega Cicchitto prego
Signor presidente onorevoli colleghi
La relazione
L'onorevole Ferranti impiego apprezzo mi consente di concentrare la mia attenzione su alcuni aspetti e non
Su nel nuovo centrodestra organico generale
E devo dire che i il
Messaggio del Presidente della Repubblica
Messaggio assolutamente apprezzabile
Ci pone di fronte ad una primo imbarazzante interrogativo e cioè se il nostro Paese
Si adegua alle
Richieste che ci vengono dall'Europa per quello che riguarda
La parte più stringente della politica economica il riferimento ai parametri del tre per cento del deficit e così via
Ed è invece totalmente inadempiente per quello che riguarda
Delle richieste di inciviltà che attengono poi proprio alla qualità del nostro modo di essere perché nelle sentenze che vengono richiamati si arriva al punto di ipotizzare che sostanzialmente noi arriviamo al limite della tortura per quello per il guarda la
Per il comportamento che la nostra struttura carceraria viene ad aderire rispetto
Ai carcerati e Cuesta
Denuncia dell'Europa che tra l'altro ci sta delle date molto stringenti se non ricordo male quella del quattordici di maggio del due mila e quattordici
Ci pone un problema ancora più
Drammatico perché noi abbiamo alle spalle un dettato costituzionale l'articolo ventisette che gli opporrei richiamare qua e citare perché e questo articolo ventisette par rispetto alla nostra situazione concreta unità diciamo così una dettato rivoluzionario in parte anche utopico il reale cita l'articolo ventisei
Perché tutti i colleghi per carità conoscono però capisce la responsabilità penale è personale l'imputato non è considerato colpevole fino alla sentenza del
Ritenevamo le pene non possono consisterebbe in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione dei condanna
Ecco queste poche frasi
Ci danno la percezione più precisa della lontananza ebbene distacco sia DAP
Vedo che ci dieci per l'Europa sia da quello che ci dice il dettato costituzionale rispetto alla realtà carceraria vera il reale
Realtà carceraria appena e irreale che io vorrei riportare nelle alte agghiaccianti frasi
C'è ci ha lasciato una persona che si è suicidata in carcere Gabriele Cagliari il quale
Lasciamo scritto lascio scritto ai suoi parenti questo brano di una lettera
Che veramente agghiacciante ma che
Sintetizzata in queste pochissime parole CID trattano veramente non come di persone ma come cani
Ricacciare ogni volta al canile
Ebbene
Questa espressione dei cani e del canile riflette profondamente la struttura e la realtà carceraria con la quale noi dobbiamo fare i conti
E rispetto a questo
Pur
Prendendo atto de la
Precisa rievocazione di tutti i tentativi delle tendenze messe in atto dall'aria cameretta al Senato di cui ha dato atto l'onorevole Ferranti noi un'autocritica
Sia chiaro governato per dodici anni come il centrodestra sia chi ha governato per otto
Dobbiamo fare ce l'hai un'autocritica molto profonda un'autocritica che va anche al nocciolo duro dello scontro che c'è stato sulla giustizia nel corso di questi anni e che ha impedito riforme incisive già e poi si riflettono profondamente nei tre nodi che diciamo così anche quantitativamente oltre che qualità atletiche oralmente danno il senso della realtà
Nel senso cioè che noi abbiamo avuto uno scontro non c'è dubbio
Sì con le leggi ad personam ma le leggi ad personam onorevoli colleghi rispondevano a delle sentenze ad personam nei confronti di Berlusconi in primo luogo e nei confronti di altre realtà che ha l'ho fatto cosicché noi abbiamo avuto una dialettica approfondamenti abnorme già colpito nel profondo la qualità politica del dibattito politico nel nostro Paese ma ancora di più la qualità
Poiché della capacità di riforme del sistema carcerario perché io ricordo che ogni qualvolta noi Cespa abbiamo tentato di fare qualche riforma ebbene avevamo dirigente i cronisti giudiziari
Della repubblica del Corriere e la sera de L'Espresso dell'ENEL per l'Espresso e così via che richiamavano quel purché i cronisti giudiziari lavorato che ha lavorato negli anni di Bari
Vede in stretto raccordo con il pool dei pubblici ministeri che intervenivano ogni volta e dicevano questo va a vantaggio di Berlusconi per cui questa riforma quest'altra non si può fare
è per o noi riusciamo a disinnescare questo meccanismo e a farci un'autocritica profonda oppure con l'ordinaria amministrazione credo che non ci misuriamo
Questo che
Un autentico trama e per altro verso una infamia della nostra società che ci colpisce tutti quanti quale che sia la posizione politica che noi abbiamo
E noi dobbiamo misurarci poi con le tre questioni che colpì che colpiscono di più nell'analisi che si fa
La dilatazione della custodia cautelare
Il trattamento che è stato fatto per quello che riguarda lo spaccio di modiche quantità dal punto di vista degli stupefacenti e la terza questione la dura
La dei processi gessi riflette in delle caratteristiche della popolazione carceraria di gente inattesa
Il primo giudizio contingente inattesa del giudizio definitiva
La custodia cautelare ha avuto un grande sviluppo
Ed alle tre ragioni giuridiche che l'hanno determinata si è dilatata perché è diventata o strumento di confessione
Questa è stata una grande intuizione giuridica di quel genio giuridico vi è stato anche in quest'Aula definisce Visco ad Antonio Di Pietro che ha usato la custodia cautelare
Per fare confessare
Veda lei da quel nocciolo duro a voi
C'è stata un uso della custodia cautelare che è andato al di là
Degli strumenti politici e così via sia dilatato lo strumento da custodia cautelare come confessione
Patti dilatato questo istituto
Lo ha dilatato anche il suo risvolto la custodia cautelare come sentenza
Basta
Perché
Nella società dell'immagine della quale noi viviamo se io sommo insieme la custodia cautelare dei
Oppure la denuncia dei giornali la sentenza è fatte anticipata
Poi tra cinque anni potrò anche essere assolto ma a quel punto la mia personalità la mia idea
Qualora diritta è finita e la sentenza assolutoria arriva dopo di una sentenza anticipata
A
Ucciso la mia personalità e la mia vita la seconda vicenda sulla quale
Va fatta una riflessione non in termini biologici
Ma è quella della
Dilatazione della pena della pena per quello che riguarda lo spaccio il nodo dei tossici dipendenti e così via su questo
Io credo senza concessioni pal permissivismo tuttavia una non nemmeno in
Ospedali dovrebbero andare in Rinalduzzi Potì struttura perché sono dei malati e non sono dei delinquenti e quindi
Questo è un punto di riflessione che va al di là di una dialettica che c'è stata nella distinzione delle pene per quello che riguarda del proprio leggere le droghe pesanti ma al di là degli steccati lui che poi arrivano pure acuto della droga libera ma questo è un nodo con il quale ci si vede misurare e il terzo punto attiene alla durata dei processi che fanno sì che noi abbiamo almeno quaranta quaranta per cento di gente che sta in carcere o in attesa del primo processo o in attesa del processo definitivo
Ecco
La cosa è così seria e grave e concludo che a mio avviso tutti e sei gli strumenti ipotizzati nel discorso del Presidente della Repubblica vanno presi in considerazione comunque
L'esito ultimi due che attengono al ricorso a strumenti straordinari quali l'importo e quali l'amnistia
Per quello che ci riguarda noi non cinque spaventiamo rispetto anche a queste due misure
Perché guardate o si fa un salto di qualità rispetto a questa realtà oppure noi magari celebreremo un altro dibattito di questo tipo per un'altra pressato
Il Presidente un Presidente della Repubblica e tariffe staremo in questo modo le colpe le responsabilità che abbiamo e che vanno superate non commettere ordinari ma con mezzi straordinari
La ringrazio ma adesso il collega cavo
Prego
Grazie Presidente innanzitutto i complimenti al sottosegretario farei per la sua riconferma e un benvenuto attualmente viceministro e sottosegretario
Allora ultimamente nell'affrontare la questione carceraria viene posta al centro di oneri della lega Nord radio radicale siamo in diretta con i lavori della Camera dei deputati in discussione Lare le azione della seconda Commissione giustizia sulle tematiche oggetto della messaggio del Presidente della Repubblica ricorso di alcuni detenuti negli ultimi negli istituti di pena di Busto Arsizio e Piacenza
Si era concluso con una sentenza che aveva fissato in un anno il termine entro il quale l'Italia avrebbe dovuto risolvere il problema del sovraffollamento carcerario
La Corte CEDU adottato la procedura pilota proprio al fine di far fronte all'aumento numero dei suoi giudizi in corso sulla medesima materia e per la stessa violazione
La Corte ha infatti affermato che la violazione del diritto dei ricorrenti di beneficiari di condizioni Gentile adeguate non è la conseguenza di episodi isolati ma trae origine da un problema sistematico risultante
Da un mal funzionamento cronico proprio del sistema penitenziario italiano
Che è interessato e pieno e può interessare ancora il futuro in futuro numerose persone e che
La situazione constata nel caso in specie e costitutiva da una prassi incompatibile con la convenzione in particolare all'articolo tre che vieta trattamenti inumani e degradanti
Nonostante la sentenza Torregiani rissa io non lo fa e il termine ossia il ventotto maggio due mila Querte quattordici ormai in scadenza il problema ancora oggi rimane drammatico per i detenuti ma anche per gli agenti che quotidianamente
Prestano il proprio servizio in condizioni di disagio e pericolo la sentenza non fa che prendere atto di tutto ciò che è notorio lo dico i numeri al trentuno dicembre due mila tredici a fronte di una capienza regolarmente regolare di quarantasette mila settecentonove detenuti
Presente nostre carceri son ben sessantadue mila cinquecentotrentasei di cui però ventuno mila ottocentocinquantaquattro stranieri
Ciò che quindi interessa del messaggio il Presidente Repubblica e delle politiche in materia postino esige in essere per inseguirci attiva del Ministero della giustizia o parlamentare
Non sono tanto i dati relativi al sovraffollamento carcerario quanto i rimedi adottati ha proposto
Nel dibattito in corso però pari attenzione deve essere garantita anche ai bisogni e alle esigenze dei cittadini soprattutto di quelli che hanno subito un reato che sono fuori dal carcere ma che porta un insetto tracce altra tanto indelebili
Per i crimini di cui sono state vittime
Ci sono diritti e principi come quello della certezza della pena che non possono essere dimenticati sacrificati di nome di altri diritti occorre sempre valutare trovare quella soluzione che garantisca il pieno rispetto di entrambi
Nel messaggio vengono individuati specifici dei medici e divisi in tre gruppi uno la riduzione del numero complessivo dei detenuti attraverso innovazioni di carattere strutturale due
L'aumento della capienza complessiva degli istituti penitenziari tre il ricorso a rimedi straordinari
Il primo gruppo ossia
Le innovazioni dichiarata strutturale piena volta suddiviso
In ulteriore sei punti intrusioni mecc dei meccanismi e pene detentive non carcerari riduzione dell'Area applicativa della custodia cautelare in carcere espiazione della pena nel Paese di origine
Attenuazione degli effetti della recidiva depenalizzazione su alcuni dei quali ci viene detto che incidono proposti in legge che si trovano attualmente all'esame di uno dei due rami del Parlamento a ben vedere di questi
Tutto si sta facendo meno che attuare l'esecuzione della pena per i detenuti stranieri nei Paesi di origine
Nel messaggio si rileva la difficoltà che a livello internazionale si incontrano nel dare seguito agli accordi internazionali che consentirebbero almeno per i reati meno gravi il fare espiare la pena all'estro
Beh che la popolazione carceraria sta nere sia quasi poco meno del quaranta per cento nel corso del due mila dodici
Solo cento e trentuno detenuti stranieri sono state trasferite al proprio Paese mentre nei primi sei mesi due mila tredici il numero Pepino ottantadue trasferimenti nel corso dello zio il diciassette ottobre
Il Ministro della Giustizia ha dichiarato che sono in avanzata fase di lavorazione alcune proposte di modifica della normativa in materia di discussione detenuti stranieri autori di reati non gravi e bene
A questi provvedimenti avrebbe dovuto dare precedenza anziché a indulti mascherati come il codice svuota carceri salva delinquenti
Io voglio solo completare caro sottosegretario è il quarto svuota carceri che stiamo portando avanti con questo mettiamo che l'indulto
Qui la pena in Italia è solo una cosa è un appena fatta a porta girevole
Noi possiamo dare
La possibilità a queste persone che verrà lì si sia con la porta girevole anche perché quelle forze di polizia che tutti i giorni devono stare per strada
Non garantiamo il loro giusto lavoro noi chiediamo l'importanza al loro lavoro perciò si metta mano alla coscienza più carceri ebbero di liquidi per la strada grazie la ringrazio adesso la collega consumando prego
Grazie Presidente signor presidente onorevoli colleghi
Noi oggi interveniamo sul tema della questione carceraria così come ci viene consegnato dalla sentenza Torregiani para del Partito Democratico e questa discutiamo
Dico di questo in senso numerico cioè la questione del sovraffollamento e una questione prettamente
Numerica Po invece come io credo
Non sono per la lettera del locuzioni scusate nella sentenza della
Corte europea letti dell'uomo ma anche proprio
Per il contenuto complessivo si discute delle condizioni disumane
Che
Vengono denunciate con riferimento alle nostre carceri e quindi una questione
Sulla pena su come la pena avviene espiata una questione quindi più complessa
Articolata perché altrimenti
Basterebbe intervenire semplicemente sul dato numerico
Cosa che si può anche fare pensando come qualcuno pensa che basta costruire più carceri
Non pensiamo che sia così
Perché il riferimento alla
In umanità del trattamento non è solo una questione numerica e ci induce una riflessione sulla pena
Sull'istituto della pena
Da espiare che consegua una condanna una pronuncia di responsabilità
E sulla funzione della pena e vorrei dire
Che nel nostro paese da parte come dire la l'appello retorico a Beccaria
Dal Beccaria in poi
Abbiamo
Fatto un po'di interruzioni su questo tipo di riflessione e quindi la questione sull'efficacia
Sull'effettività della pena sulla certezza della pena e sulla sua utilità
Non sto sono scollegati questi concetti li dobbiamo trattare separatamente dobbiamo
Come dire stare in quello che è un po'il pendolo che ha seguito il legislatore in questi in quest'ultimo ventennio c'è eccetera derive securitaria e tutela della collettività
E
Invece un'attenzione al al trattamento che sembra come dire andare in opposizione a questo o quel tipo concetti sono collettivo ritengo assolutamente collegati e allora voglio da questo punto di vista
Cogliere e sottolineare un aspetto che è stato evidenziato nella relazione bella Presidente Ferranti e cioè il carattere di innovazione al quale noi siamo chiamati se questi sono i riferimenti
Carattere di innovazione che presente direi dei numerosi provvedimenti legislativi in gran parte di iniziativa parlamentare che sono stati non solo discussi ma approvati proprio in questa
Callarà del del Parlamento Alagna
Direi che la questione e anche quella di rimettere ordine metodologico e di impostazione nel nostro intervento cioè con una razionalizzazione e con una scelta di campo
Che cosa intendo intendo innanzitutto restituzione delle funzioni originarie ai nostri vaste lì istituti e cioè
Quello che è la custodia cautelare con una funzione davvero
Cautelare non di anticipazione della pena
Quella che la funzione del processo
E quella di accertare innanzitutto delle responsabilità
è
Poi
Da questo punto di vista allora separare l'altro concetto che invece della pena più adeguata che consegue all'a tipo di responsabilità e quindi una personalizzazione
Della pena che invece personalizzazione che è assolutamente estranea a quello che il giudizio di merito che deve condurre a una pronuncia di responsabilità
Quindi a riprendere questo tipo di impostazione sullo sfondo di questa impostazione sta la questione più generale di cui che è stata con grande rigore ripresa in quel tipo in questi ultimissimi giorni alla ripresa diciamo una rinnovata azione di governo che è quella dei tempi del
Processo
Allora sequestra vero in questo senso parliamo di interventi strutturali
è in questo senso io penso che l'indagine conoscitiva che gli ho fatto in Commissione giustizia ci deve dare delle indicazioni cioè cioè non è
Semplicemente una come dire enunciazione di tipo statistico ma dobbiamo noi coglierla per un'analisi
Beppe Novara per invitare i nostri interventi molti dati sono già stati citati e poi comunque sono tutti contenuti nella relazione
Voglio citarne uno dura per tutti
Primo che al primo posto
Della tipici dazione dei reati per cui vi sono dopo appunto persone detenute in carcere ci sta quello dei reati attinente alla legge per gli stupefacenti che stiamo parlando
Di otto mila seicento cinquantasette detenuti
Che il diciannove per cento dei detenuti detenuto verrà custodia cautelare inattesa ancora del primo grado di giudizio alcun si aggiunge un'ulteriore
Diciannove per cento ecco questi sono dati di cui occorre tener conto e noi
In un qualche modo abbiamo ovviamente tenuto conto anche una serie di interventi che sono stati citati che vanno nel senso di questi interventi
Strutturali
Per tempo no conto di che cosa di innanzitutto è un trattamento alternativo al carcere che deve essere una extrema ratio con l'individuazione di trattamenti al è un'attività che non sono applicati automaticamente ma che fanno Risorgimento ha un
Corso allora un piccolo annunciò che noi Yunus aumento del prezzo di Cogne UNESCO con l'INPS dibattito
Alla fine interverrà Marco Pannella che acqua ricerche così
Tina da dire
Anziane attenuati Alenia Tommasi vorrei subito
Denunciare indica mettere
Letteralmente infamante d'azione dico questo dibattito
Che uno Battistoni
No per evitare i temi istituzionali obbligatorietà per esempio
Il messaggio
Formale del Presidente della Repubblica
Che qui
Dicono finale hanno discusso in Commissione ampie e questa è la star rispondendo anche al messaggio no queste sono risposte
Sapete c'era una volta glielo ricordo per tutti noi il socialismo giorni poi c'è un mucchio di tre mesi invita e viene fuori il nazionalsocialismo
Vale adesso poi ce l'abbiamo
La democrazia e via dicendo c'è per
In questo momento sta venendo fuori infatti il nazional democratici ritmo
Però stavolta come allora d'altra parte non c'è foto non non arrivano riso impresa puzzano
Va beh diciamo voglio essere gentile di putrefazione
Non volevo evocare altri odore di
Se appunto che ho vediamo quali sono anch'esse spesso
Nelle trovati romana e via dicendo
Beh
Non possono puzzare
Pentiti perché io per una legge fisica si oppone
Stanno dal
Che
A fra poco grazie
Afferire picchiato ferito dalla Commissione che è un laureato
E attento di riparazione insieme ma la persona
Veneta
Che è la maggiore garanzia e e tutela Keren persone offese appunto chiedono eccoli fallimento sto concludendo alla recidiva possiamo dire che il problema non è solo di eliminare gli automatismi ma
Di evitare che ci siano ulteriori recidive e a un tema che ci dobbiamo
E ci possiamo opporre concludo Presidente
è l'accordo anche un po'l'appello a
Riprenderemo un discorso sulla giustizia finalmente liberò dallo scontro dal è stato così foriero di nomi buoni interventi in quest'ultimo ve l'impegno è stato una stagione
Che non sa soltanto visto le leggi ad personam ha visto anche i numerosi pacchetti sicurezza che sono all'origine di questo sovraffollamento carceri ai
Possiamo inaugurare una nuova asta giovane scevra dalla retorica e da proclami che non conducono a nessuna risultato e possiamo riprendere una nuova stagione in tema di diritti di tutti
Non soltanto delle di chi commette un reato e ha diritto al trattamento umano ma diritti delle vittime che possono essere e debbano essere tutelati
Teme e queste esattamente il nostro compito di lampade provvedimenti soltanto numerici ma provvedimenti che stanno in un Progetto che riguarda la società era
La ringrazio del suo collega Marotta
Grazie Presidente
Intanto
Affidato
All'esame rifare una emergono
Perché no guadagno e noto che minimo ed anzi ha messo un po'nel tempo come prima in ordine al coperto
Insiel con la
Daniele viene fuori un concime magnifico
Quindi non posso dire devono speranze devo dire con profitto possiamo già ricominciare Acconci pare un po'grazie a loro
Era alta marea Renzi Nesta governa non voglio rottamarlo io è che la furia di essere ultra maggiore messa il debito ha rottamato sospensione da un'altra non avete fiducia diciamo a risanare finanche di Stabia Quarin con l'elencazione sarà una riduzione ma la nostra lotta dal cent'anni e otto
Sui cominciata diciamo al meglio
Damone del carcere a Ventotene colmare il trasferimento di oggi Italia stiamo lottando per proporre il modello
Parte Ventotene Spinelli addirittura in Cina eccettua figuratevi abbiamo avuto in Europa chiediamo per nazionale
Socialismo
Nazionale non ancorché artropodi c'abbiamo pure il nazional democratici intimo
Sino invece abbiamo il traslazione alé nel tra il partito l'alternativa poiché
Radicalmente federalista liberale e libertaria signore devo dire questo sovraffollamento dalle banche un'alternativa svela noi
Siamo nati dopo
La fine già conseguenze gravissime come dire teoricamente acquisita dei Renzi detenuti francamente sulla Ministro della giustizia ad Andrea Orlando provenga editoriale
Del prode Orlando silenzio lavoratore può M. infruttuose Orlando se vuole misure dell'olio mele
Cioè se noi affrontiamo seriamente incontri
Molla proprio rimarco sul costo
Continuamente diverso un vecchissimo ragazzaccio di strade di marzo e chiede
Quindi se anche loro insieme prova abbattere un po'mi sa che non gli riesce ma insomma non è male
Soluzioni che abbiamo visto ancora niente riguardano non è responsabile giustizia dei DS in Aula detta che nell'ordine di amnistia e indulto non ce ne parla naturale ma è per queste e abbiamo il trionfo dopo e nazionalsocialista di molte abbiamo i nazional democrazie condotta morale una delle loro raggio di azione
Limitandone poche parole limitatissimo
Rispetto a quello
Che il dramma del sovraffollamento sessantacinque mila unità nelle carceri
Chiedevo solo recepire
Un terzo in meno
In maniera
Risolutiva
Drammatico problema che vuole che vediamo
E da qui nasce il messaggio del Presidente del
Repubblica che si avesse ritenuto degli interventi che stiamo facendo e che comunque stiamo faccia il punto
Sul piano degli interventi sul
O riduzione dei detenuti o sul piano
Della indefinito nuovi insediamenti carcerarie il famoso piano carceri ma basta fare una riflessione e voi la fate prima di me
Come è possibile risolvere un problema
Intanto uno sguardo a quelle che sono le statistiche perché se noi attraverso il piano carcere riusciamo nei prossimi dieci anni ad aumentare la capienza di due mila detenuti all'anno
è questa un numero tale che
Proporzionato I nuovi ingressi che abbiamo
Andiamo avanti ma lo squilibrio ci sarà sempre perché il problema non è ritrovare mille posti perché come per quel mille o duemila o cinque mila abbiamo risolto il problema il problema è trovare un'ora
Far camminare in parallelo quello che
I nuovi ingressi quelli che sono i nuovi ingressi in carcere con riferimento ai posteri I possibile Cacciari offrono
E allora il primo problema che per
Che voglio sottolineare e che viviamo in uno strano sistema in disequilibrio perché qui abbiamo
Che con una la terza soluzione che
C'è chi sottopone il Presidente della Repubblica paragonabile e l'intervento straordinario dovuta alla me ne stia e al all'indulto noi interveniamo su le cose
Su e eliminare spiegazione di prima
E allora raffrontiamo quello che sono la presenza in carcere se abbiamo anche un terzo delle presenze e in attesa di giudizio un pezzo
E noi vogliamo intervenire suppliche in espiazione pena già partiamo colpa col piede sbagliato perché molto probabilmente anzi sicuramente il nostro problema è intervenire sulla carcerazione preventiva
Non certo sull'esecuzione della pena ecco perché dico che e a me ad aprirsi all'indulto sono provvedimenti
Purtroppo emergenziali
Però
Siamo in questa emergenza da quarant'anni
Perché ogni tre anni fino al mille novecento domanda c'è stata un'amnesia quindi vuol dire che il
Sostanzialmente noi questo problema lo rinviamo
E allora io dico al Governo ma di qual parte l'avvento e arrivato il momento di affrontarlo seriamente il problema non è la mestiere indulto
Che in questo movendo rappresentano una soluzione tampone il problema è non trovarci fra cinque anni fra quattro anni o fra dieci anni nelle stesse situazioni
E allora quindi lo spunto da quello che diceva l'onorevole Cicchitto
è arrivato il momento voi pensate che questa guerra fredda tra magistratura e politica possa finire
Possa iniziare una stagione nuova
è questo il momento
Oggi noi dopo questo provvedimento abbiamo iscritta all'ordine del giorno
La modifica il cambio della legge elettorale sulla quale pare che ci sia un accordo che un pochettino attraversi tutto nel Parlamento erogazione è possibile trovare un accordo sulla legge elettorale
Perché non è possibile affrontare seriamente una volta per tutte il problema giustizia in Italia
Cioè non resteremo sempre vittima di questi problemi purtroppo non li risolviamo quando il provvedimento tampone
Cappuccetto punto è chiaro che noi oggi diciamo la mano e sia l'indulto sono le uniche cose possibile che abbiamo per evitare che il ventitré maggio incominciano a piovere sullo Stato italiano sentenze di condanna
Però
Io voglio essere propositivo ecco perché invitavo il Governo
A
Valorizzare questo aspetto a questo momento politico perché se noi possiamo anche
Intervenire con la Russia e con l'indulto però se lasciamo le cose come stanno molto probabilmente da qui metta un po'di tempo questa minestrina sito duetterà nelle stesse condizioni in cui siamo una
è ma c'è il problema che sollevano molte parti politiche
L'opinione pubblica
è
Provoco pompa il proprio poco propensa ad accettare questo tipo di intervento del legislatore
Perché perché lega la sicurezza alla detenzione
Non c'è nulla di più sbagliato
Noi dobbiamo ecco cercare anche
Un
Un coinvolgimento dei mass media della stampa far capire all'opinione pubblica che le due cose viaggiano separate
Il carcere è una scuola di delinquenza così com'è quindi non ci aiuta questo ragionamento
E allora che cosa dobbiamo far capire che quando
Un
Soggetto concittadino va a finire in galera perché ha commesso un reato non è che si esce un anno prima non locuzione commette più
Il problema se la pena finisca nel due mila e tredici o nel due mila quattordici io nel due mila tredici perché casomai usufruito di un anno di cordoglio non significa che per caso il rito del condono ricade nella redazione di delinquere
Il problema è
Stabiliva una serie di interventi seri
Volti alla riabilitazione e del
Del imputato del condannato cioè il problema è creare le condizioni che aldilà perché l'intervento del legislatore con la modestia
Mette in condizioni sì si trovi a scontare una pena non solo da sponde nelle condizioni di credibilità migliori
Per i quali
Nell'audio abbiamo
Una serie di indicazioni che ci vengono
Dalla Europa ma soprattutto
La ispiri con un
La concreta previsione
Il poter realizzare dopo un tratto della propria vita
L'inserendosi nella società questo il problema di fondo di frodo che dobbiamo affrontare altrimenti poi è chiaro che discutiamo di tante cose è chiaro che tutti hanno ragione
è giusto non è giusto l'opinione pubblica è favorevole ecco entrare andiamo alla ricerca di queste situazione che il problema di fondo
è quello di stabilire
Non solo in questo momento valutare la possibilità della milizia dell'indulto che li venda un'esigenza ma anche di trovare di lavorare per il futuro vorrei concludere
Presidente con una un'indicazione che ci viene proprio dal Presidente della Repubblica tenendo conto che questo è il messaggio il suo messaggio
In questo settore
Che cosa dice il presidente
Le terapie cosa invita tutte le istituzioni
Ha una mobilitazione collettiva a una ripresa di rigore di operosità indispensabili oggi per risalire la china tutti i settori ma soprattutto nel settore della giustizia
La ringrazio
Adesso il collega leva
Prego
Grazie al presidente onorevoli colleghi
Il dibattito di oggi case ad oltre quattro mesi di distanza dal messaggio trasmesso alle Camere dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Un messaggio forte intenso già posto questo Parlamento di fronte ad argomenti ormai ineludibili
Il Partito Democratico radio radicale siamo in diretta con i lavori della Camera dei deputati nati scomodi da una politica schiacciata sotto il peso della sua timidezza
Quando la classe dirigente di un Paese affida la direzione di marcia e quindi l'orientamento delle proprie scelte
All'umore dell'opinione pubblica prevalente in un dato momento storico rinuncia a giocare fino in fondo la sua partita
Applicando il proprio ruolo e alla propria funzione
è capitato troppo spesso nella storia di questo Paese che la propaganda si è sostituita la segreta
Della demagogia al senso di responsabilità
Ed anche per questa ragione
Che ringrazio il Presidente Napolitano non solo per aver acceso i riflettori sulla questione carceraria
Ma soprattutto per aver richiamato con le sue parole ciascuno di noi al senso più profondo della propria attività
Quando c'è un problema
Anche se spinoso anche Cisco Mutu la politica non sfugge ma si fa carico delle possibili soluzioni e quindi assume decisioni c'
Ceglie
E le scelte soprattutto quando attengono al diritto penale non seguono le pulsioni
Per cui la società e pervasa ma seguono i principi e i valori della nostra Costituzione
E questa la linea di confine netta tra i demagoghi concentrati solo sul consenso per gli uomini delle istituzioni legati invece al primato del diritto
Ebbene negli istituti penitenziari italiani sospesa l'applicazione dei principi è sospesa l'applicazione del diritto
Le nostre carceri sono diventati una sorta di girone dantesco in cui la civiltà perso la sua ragion d'essere non sono degne di una democrazia moderna
Tutto ciò a causa di una crepa nel sistema delle piscine che ha poco a poco nel corso degli anni è diventata una voragine sempre più profonda
Complice una politica disattenta che ha generato ormai uno stato di cose incompatibili non soltanto con l'articolo tre della Convenzione europea ma anche con l'articolo ventisette della Costituzione italiana
Ed è proprio per cui visto che siamo chiamati ad uno scatto d'orgoglio
Per liberarci da cui la connivenza di cui tutti in quest'Aula siamo responsabili nelle violazioni contestate all'Italia dalla Corte di Strasburgo
Certo il Parlamento in questi mesi lo ricordava il presidente Ferrante non è stata guardare
Abbiamo compiuto significativi passi in avanti
Penso agli interventi legislativi di carattere strutturale che hanno innovato la normativa esistente e che riusciranno ad incidere in maniera significativa e sulle cause del sovraffollamento carcerario
La messa alla prova la nuova disciplina per il processo a carico degli imputati irreperibili incidono sui meccanismi del processo penale
Penso all'introduzione della pena detentiva non carceraria la riforma della custodia cautelare alle innovazioni contenute nel decreto carceri dalle modifiche
Una normativa di garanzia a tutela dei soggetti reclusi capace di ampliare la sfera dei diritti senza intaccare il rigore della pena
Ed esigenze di sicurezza dei cittadini è giusto punto di equilibrio
Siamo sicuramente sulla buona strada
E abbiamo compiuto
Sicuramente metà del nostro cammino
Ma tutto questo è sufficiente
Tutto questo è sufficiente ad allineare alla data del ventotto maggio tra meno di due mesi i nostri istituti di pena agli standards europei
è sufficiente ad anni
Ad allineare i nostri istituti di pena le indicazioni contenute nella sentenza Torregiani
Siamo sinceri fino in fondo io credo di no
Perché da un lato alcune di quelle misure devono ancora vedere l'approvazione in via definitiva perché sono nel meccanismo della navetta
Dall'altro lato è vero che consentono finalmente di superare un'ottica puramente emergenziale ma agiranno pro futuro
E allora perché non discutere del ricorso ad un provvedimento straordinario di clemenza
Discutiamone con serenità senza derive ideologiche senza trasformare il dibattito in una semplice occasione per piantare un abbiamo una bandierina e ridurre il tutto ad una banale contrapposizione propagandistica
Tra l'altro alla luce della sentenza trentadue del due mila quattordici con cui la Consulta ha dichiarato l'incostituzionalità della cosiddetta legge Fini-Giovanardi grazie alle ricadute sul sistema per l'applicazione della norma penale più favorevole al reo
Un provvedimento straordinario di clemenza avrebbe sicuramente un impatto minore sulla platea dei beneficiari
Io voglio lanciare un appello ai singoli parlamentari
Questa è una questione che va oltre le rigide appartenenze politiche
Che attiene alla coscienza di ciascuno di noi
L'appello è quello di estrarre dalle secche del populismo penale il confronto sulla necessità di un provvedimento di clemenza
Il populismo penale quella di ma in dimensione che trasforma il diritto penale in un bieco strumento del consenso
In passato quando si è ceduto su questo terreno sono stati compiuti i disastri dai quali vitali ancora non si riprende disastri innanzitutto culturali
Siamo costretti a registrare l'imbarbarimento del dibattito politico su questo punto un imbarbarimento che denota la profonda assenza di cultura giuridica
C'è
L'idea io mi rendo conto più difficile
Più complicata di uno Stato che sappia perdonare rieducare recuperare sia andata via via consumando
Lasciando il posto ad una visione della vita cinica in cui se sbagli non solo devi pagare ma lo Stato riscuote anche il tuo futuro come se fosse una un in inadempimento contrattuale in un normale rapporto tra privati questa non è giustizia e vendetta non è diritto ma è inciviltà e ferocia
Allora riappropriamo cioè di quei valori su cui è stato costruito il nostro ordinamento giuridico
Sono proprio quei principi sono proprio quei valori a sottende all'emanazione di un provvedimento straordinario di clemenza
Concludo mi rendo conto che
Significherebbe andare controcorrente
D'altronde
Il mare della società italiana e oggi
Rappresentato dalla sua polverizzazione dalla sua fragilità
Un po'come la sabbia ma siamo diventati così
E la politica non può rispondere a questo male
Utilizzando parole deboli
Che hanno solo la leggerezza del vento la politica ha il dovere di rispondere con la solidità di scelte coraggiose capaci di imprimere una radicale svolta innanzitutto sul piano culturale grazie
La ringrazio adesso il collega Cirilli
Signor Presidente colleghi
Intervengo sul tema innanzitutto condividendo assolutamente l'analisi fatta dal Presidente della Repubblica nel senso che e notorio che in Italia ci sia un sistema Edmondo Cirielli del gruppo di Fratelli d'Italia uso radio radicale siamo indire ha con i lavori della Camera dei deputati comunque mancanza di politica e di politiche adeguate
Allo scopo di rendere
La pena anche capace di rieducare il reo
Capace di farlo reinserire nella società
Ovviamente non concordo con la sintesi che il Presidente pone al Parlamento e soprattutto anche una mancanza completa di visione delle responsabilità
Di una situazione che tutti dichiarano strutturale tutti dicono da vent'anni che il nostro sistema
Vergognosamente incivile e arretrato ma tutti i Governi sia di centrodestra che di centrosinistra sia di larghe intese non hanno opposto Lines beh uno strumento finalizzato alla revisione strutturale delle causa del sovraffollamento carcerario e della mancanza della funzione
Educazione
Dei detenuti
L'unica cosa che tutti i Governi di centrosinistra o presuntamente di centrodestra hanno fatto una sede di
Svuota carceri e altri provvedimenti che di fatto hanno cancellato la certezza della pena
E allora non è vero che in Italia ci sono troppi detenuti il sovraffollamento è dovuto al fatto che ci sono pochi posti in carcere rispetto alla media europea
Non è vero che ci sono troppi detenuti perché c'è una legislazione troppo severa al contrario e notorio che in Italia grazie
Alla cultura di centrosinistra che pervade anche gli interventi dei presunti partiti di centrodestra dopo aver sentito Cicchitto e ante nuovo centrodestra
E Marotta di Forza Italia che addirittura scavalcano lavorare e a sinistra lanciando l'idea della ma essendo un torni abbiamo la conferma una cultura vincente che fa a pugni con le idee della popolazione al punto che i sentiamo dire in quest'Aula che la classe dirigente dovrebbe
Portare come ha detto l'onorevole leva alle sorti progressive ed umanità ignorando l'opinione pubblica cioè in democrazia non conta il popolo ma conta la presunta visione di pochi illuminati che invece come notorio stanno portando l'Italia
Alla rovina
Allora
Ben venga tutto quello che si fa per potenziare i servizi sociali ben vengano interventi per rendere la pena più umana e per farla tendere
Con i soldi intervenendo sui servizi sociali intervenendo in carcere agevolando l'assunzione dei detenuti
Ma assolutamente grave che lo Stato scarichi la sua incapacità sulle vittime sui cittadini mettendo in libertà floride ACTV altro che persone
Che commettono li dei reati oggi neanche per rapina si rimane in carcere questa è la verità che tutti sanno unico Paese occidentale dove di fatto c'è ormai un'impunità assoluta per i reati
E sarebbe facile perché basterebbe anziché espellere come volete fare i detenuti che commettono gravi reati
Fare è andare a scontare la pena nei Paesi da cui provengono perché espellere significa che l'Italia diventa un Paese dove si po'ho liberamente commettere reati e poi li paghiamo anche il biglietto per essere cacciati dall'Italia e continuare a fare i delinquenti
Bisognerebbe intervenire questo sì sulla custodia cautelare e non l'avete voluto fare con coraggio perché
Rimangono ancora fatti di incertezza che consentono comunque
Con discrezionalità ai magistrati di in carcerare persone senza prove certe senza elementi e condotte chiare ma sempre su teorie di pericolo che nulla hanno a che vedere con la nostra Costituzione
E poi il problema delle nuove carceri vedete che sono le carceri
Non si è fatto nulla sono vent'anni che dite che non ci sono nuove carceri li avete costruite e poi non assumete poliziotti perché ripeto non avete soldi
E ci sono fate commissari straordinari per le carceri che prendono un sacco di denaro pubblico come abbiamo visto fanno anche degli imbrogli
E poi le carceri rimangono lì ferme avete pare pensato di fare capaci di come si dovrebbe come l'ordinamento penitenziario prevede
Per dare diverse
Possibilità di detenzione in base alla gravità
Di reati che non lo fate concludo dicendo che per quanto ci riguarda noi chiediamo al Governo tra gli impegni
Certamente no la Manessi all'indulto perché scarichiamo sui cittadini l'efficienza dello Stato ma chiediamo di più chiediamo una commissione dovrebbe ricordarlo all'aumentare e concludo Presidente una Commissione d'inchiesta parlamentare
Per accertare chi ha la responsabilità per la mancata costruzione nuove carceri per la mancata apertura
Per la riduzione degli organici delle a Paul della Polizia penitenziaria per vedere i ministri di grazia e giustizia negli ultimi vent'anni ministri colonia possano fatto per risolvere il problema è se infrastrutturale perché non devono pagare i cicli degli italiani di fronte alla Corte europea perché lo Stato incapace devono pagare quei ministri incapaci
Che lo hanno fatto nulla per cambiare il sistema carcerario la ringrazio adesso
Il collega Gigli
Prego
Tre
I temi sollevati dal messaggio del Presidente della Repubblica del sette ottobre due mila tredici sono stati esaminati in seconda Commissione e la relativa relazione è stata votata il ventotto novembre
Nella sinistra Luigi Gilli per lei l'italiano e dei radicali siamo in diretta con i lavori della Camera dei deputati delicate cinque stelle
A distanza di oltre tre mesi oggi quest'Aula è chiamata a fare il punto sulle iniziative che potrebbero costituire adeguata risposta al messaggio presidenziale
Sembra un tempo lunghissimo lo è meno se si considerano il periodo natalizio intercorso e il lungo stallo seguito al famoso Twitter Enrico stai sereno
Il problema del sovraffollamento oggetto del messaggio del Presidente della Repubblica è noto nella sua drammaticità al quattordici ottobre due le tredici d'Italia aveva un numero di detenuti pari a oltre sessantaquattro mila unità a fronte di quarantasette mila cinquecentonovantanove posti
Oltre all'inciviltà della situazione indegna della patria del diritto
In linea con una visione della pena di tipo afflittivo e non certo con una sua funzione riabilitativa
Questa condizione ha finito per trascinare il Ritalin un contenzioso con l'Europa fino all'ormai famosa sentenza Torregiani i cui effetti incombono sull'Italia anche per le pesanti ripercussioni risarcitorie dell'ordine di centinaia di milioni di euro
Per ridurre il sovraffollamento carcerario l'Italia può procedere in quattro direzioni su almeno tre di esse dalla data del messaggio presidenziale sono stati compiuti passi concreti in avanti
Ho cosiddetto decreto svuota carceri diventato legge pubblicato in Gazzetta il ventuno febbraio scorso
è stato esteso il decreto alla detenzione non carceraria allargando in alternativa al carcere le possibilità degli arresti domiciliari la commutazione di pena con l'affidamento in prova ai servizi sociali oltre ad aumentare da quarantacinque a settantacinque giorni per semestre
Lo sconto della durata della pena con lo strumento della liberazione anticipata speciale
La seconda direttrice di marcia è stato oggetto delle proposte di legge d'iniziativa parlamentare trecentotrentuno e novecentoventisette il testo unificato delle due proposte di legge recante la delega al Governo in materia di pene del
Utile non carceraria
Ha il merito di delegare al Governo il complessivo riordino del sistema delle pene prevedendo anche la trasformazione di una serie di reati illeciti amministrativi con conseguente passaggio dalla pena detentiva le sanzioni di tipo amministrativo
Prevedendo altresì la possibilità di sospensione del processo per una serie di reati con l'affidamento dell'imputato al servizio sociale e prestazioni di lavoro di pubblica utilità consistenti in attività non retribuite
Prevede infine la non punibilità per la tenuità del fatto o per la non abituati vita del comportamento criminoso
Questo intervento legislativo il cui iter dovrebbe presto completarsi dovrebbe portare tra l'altro ad una forte riduzione delle presenze in carcere per piccoli reati legati alle tossicodipendenze che riguardano quasi trentasette per cento della popolazione carceraria
Due terzi della quale in espiazione di pena
La terza direttrice di marcia riguarda invece gli interventi di edilizia carceraria per la creazione di maggiori e più moderni spazi per i detenuti
Sulla base dei dati emersi durante le audizioni e riportati nella relazione della seconda Commissione si evince che sono ben dodici mila nuovi posti per la cui realizzazione sarà possibile assegnare i lavori entro il due mila sedici
Basterà tutto questo ci chiediamo per risolvere i problemi delle carceri italiane probabilmente no
Manca all'appello il quarto intervento necessario l'uso improprio e talora l'abuso della carcerazione preventiva
L'Italia è tristemente al terzo posto in Europa dopo Ucraina e Turchia per numero di detenuti in attesa di primo giudizio ed al secondo posto per percentuale
Sono infatti rispetto al totale della popolazione carceraria ben ventuno punto uno per cento i detenuti in attesa di giudizio
Non dobbiamo avere timore ad affermare senza reticenze che in Italia la carcerazione preventiva è stata ampiamente utilizzata come strumento di indagine e talora di vera e propria tortura per estorcere confessioni e per ottenere delle azioni
Resta l'urgenza posto dalla sentenza Torregiani rispetto alla quale non dobbiamo avere timore di pensare seppure come estrema ratio anche ad interventi straordinari come l'indulto e l'amnistia
Diversamente dal passato questi interventi potrebbero permettere i davvero di risolvere una volta per tutte il problema proprio perché associati ai provvedimenti di lungo respiro qua appena descritto
Gli interventi straordinari potrebbe inoltre rispondere la recente messa in mora della legge Giovanardi Fini
L'amnistia infine avrebbe tra l'altro anche il benefico aspetto effettuo di produrre una riduzione del carico processuale dando respiro alla macchina giudiziaria
Ci auguriamo che il due mila quattordici anni in cui ricorre il duecentocinquantesimo anniversario della pubblicazione dell'opera fondamentale di Cesare Beccaria dei diritti e delle pene
Possa essere davvero l'anno di svolta per una maggiore civiltà del sistema carcerario italiano
Sarebbe il modo migliore per celebrare degnamente l'anniversario
Nei fatti nell'ottica di una promozione dei diritti umani favorevole all'operazione che sono private della propria libertà e non un vuoti discorsi di circostanza grazie la ringrazio adesso dal collega Businaro lo prego
Grazie Presidente
Colleghi
Il Presidente della Repubblica con lettera del sette ottobre due mila tredici ha scritto alle Camere
Per porre con la massima determinazione concretezza una questione scottante
Nella lettera il Presidente Giorgio Napolitano richiamava l'attenzione sta Businaro del Movimento cinque Stelle onesto rimediati rimedi straordinari per ridurre il sovraffollamento delle carceri
Qualche giorno prima del ventotto settembre durante la visita al carcere di Poggioreale lo stesso Napolitano aveva affermato sino al Parlamento se ritenga di prendere in considerazione un provvedimento di clemenza di indulto e di amnistia
In base alla ormai nota sentenza Torregiani inserita dentro a fine marzo due mila quattordici non garantirà
Ai detenuti condizioni di vita umane
I ricorsi saranno centinaia
Se dovessimo farlo un numero di detenuti corrispondenti agli esuberi rispetta i posti disponibili in Italia dovrebbe pagare risarcimenti per oltre duecentosettanta milioni di Euro
Statistica periodiche parlano chiaro sul sovraffollamento e la Corte Europea cita il malfunzionamento cronico del sistema penitenziario italiano
Per capire bene
Cosa significa a mio i numeri del sovraffollamento carcerario bisognerebbe provare a stare per ventiquattro ore al giorno in sella Eritrea metri per cinque in sei persone conterà letti a castello
Improvvisamente questo tema sembra sia diventato un'emergenza solo ora quando invece sappiamo benissimo che il problema si conosce da oltre vent'anni
Caro Trentin
Lì c'è davvero il dolore della gente non quello di cui parli tu per ingannare la
La sofferenza dei detenuti che vivo è in condizioni difficili da immaginare per chi non le ha mai viste queste persone hanno bisogno di risposte concrete e di certezza della pena
Le istituzioni italiane sono miopi di fronte a questo problema e non vogliono assumere una visione di lungo termine
Ma entriamo nel merito della relazione della Presidente Ferranti che prende spunto dalle tematiche oggetto del messaggio del Presidente della Repubblica
Dal quale emergono tre gruppi di rimedi specifici
La riduzione del numero complessivo dei detenuti attraverso innovazioni di carattere strutturale l'aumento della capienza complessiva degli istituti penitenziari il ricorso ai mari straordinari per l'appunto indulto e amnistia
Alla Commissione è stato chiesto di chiarire meglio il pensiero del Presidente della Repubblica tuttavia i dipendenti degli uffici non sapevano bene quale doveva essere l'iter dei lavori in Commissione
Nulla del genere si era mai visto nella storia repubblicana ci si chiedeva cosa dobbiamo fare
Facciamo delle audizioni facciamo una relazione di maggioranza una di minoranza dobbiamo votarla in Commissione appena un anno una prassi nuova insomma
So che risultava chiara però che Giorgio Napolitano ammetterà che due dei tre rimettermi proposti avrebbero inciso verosimilmente solo per il futuro
Quindi consapevole dei numeri del fenomeno del sovraffollamento carcerario concludeva affermando che sono amnistia e indulto avrebbero potuto risolvere il problema del sovraffollamento nell'immediato
Ma l'articolo settantanove della Costituzione prevede che l'amnistia e indulto sia consessi con la legge con legge deliberata a maggioranza dei due terzi dei componenti di ciascuna Camera
Non risulta quindi che ciò possa avvenire per sollecitazione o intromissione l'attività parlamentare Presidente della Repubblica
Non a te la Ferranti nella sua relazione e non se ne può posta esplicitamente alle proposte di amnistia e indulto noi del Movimento cinque Stelle siamo invece contrari
Ad amnistie indulto per quattro ordini di motivi innanzitutto ma rappresentano una manovra strutturale e sono tese ad affrontare il problema solo in un'ottica di breve periodo
Infatti alla lunga aggrava la situazione in quanto fanno sì
Nel dibattito parlamentare anything di trovare rimedi duraturi
L'indulto del due mila sei produsse senza dubbio un risultato importante
Nel giro di un mese detenuti passarla sessantamila a trentotto mila al di sotto quindi la capienza regolamentare due anni dopo i detenuti ritornare ad essere cinquantacinque mila e oggi come è noto sono sessantacinque mila
Siamo contrari all'Istituto per un motivo psicologico che impatta su detenuti i cittadini e vittime dei reati
L'immagine di uno Stato che concerne continue sanatoria persone che hanno
Commesso reati sminuisce il valore deterrente la credibilità del sistema penale ed è la giustizia in generale
La terza motivazione consiste nell'aumento dei reati nella fase successiva della concessione dell'indulto confermato anche dalle statistiche relative a reati più comuni come furti scippi
E latine rapina a mano armata
Infine con risorse finite insufficienti il reinserimento sociale dei detenuti avverrebbe solo sulla carta perché nessuno ufficio men che meno i collaboratori e consulenti penitenziari niente
Gli uffici locali per l'esecuzione penale esterna potrebbero mai dedicarsi compiutamente la riabilitazione di circa venti mila persone
Amnistia e indulto risolvono il problema solo momentaneamente non risolvono i problemi guardando al futuro sono errori degni solo di governanti piano un orizzonte e una durata limitata
Forse
Il secondo Giorgio Napolitano il sovraffollamento carcerario in Cile anche sulla possibilità di assicurare effettivi percorsi individualizzati volti al reinserimento sociale dei detenuti
Non possiamo che concordare sul fatto che la pena debba avere una funzione rieducativa come previsto dall'articolo ventisette della Costituzione la quale però
Può essere realizzata solo con lei valido supporto nelle risorse che lavorano nelle strutture carcerarie
Per realizzare questo obiettivo non sarebbe opportuno assicurare la continuità lavorativa degli esperti psicologi e criminologi ex articolo ottanta ordinamento penitenziario riconoscendone la pensione
Professionalità e l'esperienza maturata valutando la possibilità di prorogare le convenzioni stipulate nel due mila tredici
Perché vista la carenza di organico della Polizia penitenziaria non si prevede di modificare il sistema di vigilanza all'interno delle carceri rendendo la dinamica
Parliamo poi di stupefacenti
Da poco si è pronunciata la Corte costituzionale con la sentenza numero trentadue dello scorso dodici febbraio
Erika era dichiarato l'illegittimità della legge cosiddetta Fini-Giovanardi la quale non distingueva le tipologie di stupefacenti leggeri e pesanti
Una legge che per anni
Ha riempito le carceri italiane
Ora
Importa di questa città fa sentenza è tornata in vigore la precedente legge sulle deroghe
Ossia la cosiddetta io volino Vassalli così come modificata dal referendum del novantatré
Che abolì il carcere per un uso personale l'applicazione della suddetta sentenza getterà le basi per una significativa opera di riduzione dell'affollamento degli istituti penitenziari
Redazione che secondo alcune prime stime potrebbe attestarsi su un di un numero di scarcerazioni compreso
Tra sei mila e diecimila
Scusi Presidente
Va tutto bene
Approvata
Radio radicale siamo in diretta con i lavori della Camera dei deputati in discussione la relazione della seconda Commissione grazie mi se no giustizia sulle tematiche ho già detto al messaggio ed esprime il Presidente della Repubblica fine tendendo la deputata Businaro lo del Movimento cinque Stelle costituendo essa spesa il principale veicolo per risolvere l'emergenza carceraria
Resta tuttavia necessario introdurre una completa depenalizzazione del consumo e coltivazione per uso personale di cannabis e derivati
Per quanto riguarda poi i detenuti stranieri questi si attestano su trentacinque per cento del totale ci devono far funzionare gli accordi
Con i Paesi stranieri sottoscriva ma di nuovi
Per regolare i trasferimenti dei detenuti stranieri e prevedere una migliore definizione automaticità delle sentenze penali di condanna emesse in Italia
è necessario concludere i processi più velocemente possibile senza mandare in carcere persone qui manca solo qualche timbro su un documento darla in tribunale risorse per operare in tale direzione
I dati citati bastano per far capire che da
Basterebbe far capire che da una gravissima emergenza qual era la condizione carceraria l'Italia si è trasformata in fenomeno di illegalità permanente
Sarà ma è tutt'altra opera di riforma della giustizia le Camere non devono essere chiamate a un esercizio legislativo ma a risolvere un problema complessivo di legalità
Giorgio Napolitano esistente sull'inderogabile necessità di porre fine senza indugio uno stato di cose che ci rende tutti corresponsabili delle violazioni contestate Alitalia dalla Corte di Strasburgo
Questi sport e non si interessano
Perché servono riforme vere
Del processo civile nel processo penale
Riforme della giustizia Signorini e non relazioni risoluzioni su lettere alle Camere del Presidente del Consiglio Hawks della Repubblica
Concludo
Acquisendo che con la risoluzione depositata il Movimento cinque Stelle si dichiara non corresponsabile vero Roria televisioni a breve termine di questo Governo e di questa maggioranza
La ringrazio adesso il collega Pastorelli prego
Grazie
Signor presidente onorevoli colleghi da sempre i socialisti sono particolarmente sensibili alla tutela dei diritti fondamentali dei detenuti nella riduzione della popolazione carceraria
Tema dei Gruppo Misto nelle carceri per cui l'Italia è stata più volte sanzionata dall'Europa proprio per le condizioni disumane in cui sono costretti a vivere e i detenuti
Sull'argomento sono intervenuti sia il Presidente della Repubblica che anche nello scorso sette ottobre in un messaggio a Camere riunite assolto lenta ha sottolineato con sdegno
L'intollerabilità della situazione
Sia la Corte costituzionale e Sempre lo scherzo lo scorso ottobre ha sentenziato l'urgenza di interventi in favore deve diritti dei detenuti
Gli obiettivi da perseguire e dunque sono la deminutio né della popolazione carceraria con misure dirette ad incidere sugli ingressi
è uscire dalle carceri
Il rafforzamento degli strumenti per la tutela dei diritti dei detenuti o comunque sottoposte a misure di restrizione della libertà personale
Attraverso la previsione di un nuovo procedimento giurisdizione giurisdizione nazionale davanti al magistrato di sorveglianza e con l'istituzione e la della figura del Garante nazionale
Dei diritti delle persone detenute su questo ebbene intervenuto il decreto legge approvato nelle ultime settimane e da questo par lamento ne siamo orgogliosi ma non basta nel frattempo un paio di settimane fa la Consulta ha bocciato la Fini-Giovanardi
Infatti ventisei mila detenuti su settantacinque Milan due su cinque sono reclusi proprio per violazione di quella legge è dunque necessario l'aggiornamento del coordinamento normativo del testo unico ridi qua Dante gli stupefacenti con particolare riguardo alla cura prevenzione e riabilitazione degli stati di tossicodipendenza altro tema Talon dementi gare e quello del braccialetto elettronico fu introdotto con decreto del novembre due mila convertito poi con legge trecentoquarantuno diciassette gennaio due mila uno
La media di legge in dieci anni è stata di dieci braccialetti l'anno a fronte di una spesa di diversi milioni di euro e non si può più continuare così
Presidente onorevoli colleghi mi avvio alla conclusione affermando con forza e i socialisti continueranno ad impegnarsi sul tema delle carceri
Dalla difesa dei diritti dei detenuti
Chiedendo anche l'attivazione di un'indagine parlamentare che verificano gli sprechi di risorse pubbliche chiedo pertanto un voto favorevole a rendere alla risoluzione presentata dai deputati socialisti grazie
La ringrazio non vi sono altri iscritti a parlare pertanto dichiaro chiusa la discussione avverto che sono state presentate le risoluzioni
Speranza Dorina Bianchi Andrea Romano Dellai Pisicchio numero sei zero zero zero quarantanove Brunetta ed altri numero se zero zero zero cinquanta Giancarlo Giorgetti ed altri numero sei zero zero zero cinquantuno Cirielli Giorgia Meloni numero sei zero zero zero cinquantadue Daniela Daniele Farina ed altri numero sei zero zero
Zero cinquantatré i colletti ed altri numero sei zero zero zero cinquantaquattro e Di Lello ed altri numero sei zero zero zero cinque tanta cinque che sono in distribuzione ha facoltà di intervenire il rappresentante del Governo che invito a esprimere il parere sulle risoluzioni presentate
Grazie
Presidente
Esprimo parere favorevole
Sulla
Risoluzione sei zero zero quarantanove
Che
La risoluzione che approva la relazione a suo tempo approvata dalla Commissione e chiaramente integrata ritocco stazione segheria nella ci sono stati presentati dalla Presidente Ferretti nella seduta odierna è chiaro che
La relazione approvata all'epoca aveva alcuni elementi ad e di prospettiva che poi sono stati completati e colmati con il lavoro parlamentare il percorso nel frattempo e quindi e la completezza del ragionamento che è stata
Poste in essere con l'intervento odierno della Presidente Ferranti il il Governo esprime parere contrario sulle altre risoluzioni
Sul piano soprattutto del metodo in particolare del metodo perché alcune risoluzioni hanno comunque aspetti apprezzabili però fuoriescono dall'oggetto dell'esame parlamentare oggetto dell'esame parla nettare ci sono le tematiche afferenti al messaggio del Capo dello Stato per cui ti opportuno superba sì su questi aspetti è chiaro che la risoluzione di cui sito prospetta l'approvazione attraverso
La lanciamo la risoluzione sei zero zero quarantanove chiede conto e assorbe tutti gli elementi diciamo apprezzabile lo ritenuti apprezzabili da parte del Governo contenuti anche negli altri nelle altre risoluzioni quindi parere favorevole sulla sei zero zero quarantanove invito al ritiro parere contrario per le altre
La ringrazio
Con
Passiamo alle dichiarazioni di voto ha chiesto di intervenire per dichiarazione di voto il deputato Cirilli ne ha facoltà collega Cirilli
Prego
Dichiarazione di voto finale prego
Sì Presidente io voglio ribadire quanto abbiamo già espresso in sede
P discussione dell'argomento nuovi in maniera pregiudiziale non siamo quando Cirielli Fratelli d'Italia i
Vari interventi che debbano necessariamente
Essere finalizzati a risolvere quello che è una vergogna cioè la situazione del sovraffollamento carcerario e aggiungo
Anche la una condizione generale collegata alla tutela della salute dei detenuti soprattutto le mancanze di prospettiva
Rispetto all'idea di un reinserimento sociale quello che però non tolleriamo e lo ribadiamo e che non si accerti
In maniera seria le responsabilità dei governanti che in questi anni non hanno fatto nulla per affrontare la crisi strutturale del sistema carcerario
Perché è evidente che sono anni che io insomma non voglio neanche andare a vent'anni fa sono tre quattro anni che il governo delle larghe intese
Centrodestra centrosinistra prima PTP dl poi PD P.D.L. Monti e poi adesso qui di nuovo centrodestra
Lamenta questo sovraffollamento carcerario
Ma non ha messo in campo un provvedimento per aprire i carceri i tanti carceri che ci sono costruiti e che non vengono aperti perché si tagli al personale della Polizia penitenziaria
Non si è messo un euro per potenziare i servizi sociali sostanzialmente non si interviene in maniera adeguata
Per garantire un reinserimento nel mondo del lavoro
Del detenuto che esce dal carcere ma semplicemente
Si sono per legge deciso che una serie di comportamenti gravi rapine forti diventano sostanzialmente
Comportamenti che non
A farlo poi arrivare le persone come è giusto in carcere allora
Non si fa nulla per eliminare la crisi strutturale del sovraffollamento e voglio ribadirlo non è vero che in Italia ci sono troppi detenuti
In Italia ci sono pochi posti in carcere la media
Per abitante per detenuto a livello europeo e assai superiore noi siamo impreparati perché costa io mi rendo conto che assumere nuove poliziotti
Della polizia pensare a Costa mi rendo conto che spendere per i servizi sociali posta mi rendo conto che aprire nuove carceri costa
Ma io penso che sia più grave fare tanti processi sempre alle stesse persone io penso che sia ancora più grave fa scontare ai cittadini alle vittime l'inefficienza dello Stato perché
L'indulto del due mila sei lo dico a circuito lo dico a Marotta di Forza Italia
Che ha portato ammesso libertà ventimila delinquenti dopo due anni nel due mila otto da quaranta mila detenuti siamo tornati al due mila sei a sessanta mila
Perché erano sempre le stesse persone e allora io penso
Che anche uno sconto generalizzato di pena non abbia un effetto rieducativo perché il delinquente che ha uno sconto di pena si sente quasi giustificato dallo Stato è una sorta di impunità
Dice tanto qua in Italia possono fare quello che voglio e anzi addirittura poi per legge volete rendere l'Italia un Paese dove si può delinquere liberamente da parte degli stranieri
Perché se vengono poi arrestati saranno espulsi anziché fare accordi con i Paesi stranieri
Per far scontare in quei Paesi nei Paesi d'origine
La detenzione agli stranieri che sono il trenta per cento dalla popolazione carceraria lì è speriamo
Allora io penso che
Tutte queste politiche sono queste sì demagogiche
Che aggraveranno come stanno gravando
E la situazione della sicurezza dei cittadini che non è una cosa agitata demagogicamente
Dalla destra io penso che il problema della sicurezza basta leggere i giornali basta vedere la tv sono fatti reali e concreti purtroppo c'è un'impunità
Dilagante una criminalità dilagante
E non trovarci né da parte dello Stato anzi
Leggiamo da poco che addirittura si vogliono ridurre di ventidue mila poliziotti le dotazioni organiche alle forze di polizia nei prossimi anni
A loro mente alla criminalità aumento l'impunità non si fa nulla per le vittime l'Unione europea ci ha condannato anche perché non tuteliamo
Le vittime ma di questo nessuno parla e invece si fa solo l'analisi apodittica
In carcere ci sono troppi detenuti allora che facciamo per decreto cancelliamo i reati non è che
Mettiamo in condizione dei delinquenti di comportarsi meglio no
Togliamo per legge la valenza di reato di una serie di comportamenti e questo credo che sia inammissibile inaccettabile se amo assolutamente contrari alla messi all'indulto che non risolvono il problema costruiamo nuove carceri mandiamo a scontare all'estero gli stranieri
La loro pena nei loro Paesi di origine incidiamo sulla custodia cautelare perché l'intervento che avete fatto voi non risolverà il problema assolutamente compra gara solo burocraticamente il percorso dei magistrati ma non impedirà come accade che circa il quaranta per cento delle persone in attesa di giudizio vengono poi assolte
Questa questo atteggiamento non ci porterà da nessuna parte se non un aggravamento della sicurezza dei cittadini una mortificazione delle vittime un affranto
Non è definitiva del principio di certezza della pena e non avremo neanche risolto il problema del sovraffollamento carcerario perché vedrete che con questi provvedimenti
Nel giro di pochissimo tempo le nostre carceri saranno nuovamente piene di delinquenti io penso che il Governo debba cambiare completamente la strada e pensare innanzitutto a garantire
Le vittime e garantire la certezza della pena e garantire la sicurezza per le persone perbene
Allora la ringrazio adesso il collega Molteni
Grazie Presidente permettetemi prima di intervenire di manifestare
A nome del gruppo della lega di tutti i parlamentari del movimento che rappresento la solidarietà del nostro movimento nei confronti di un imprenditore
Un imprenditore dalla Provincia di Bergamo si chiama Antonio Monica alla Molteni della lega Nord Est i giorni è stato condannato in via definitiva dalla Corte di
Cassazione a sei anni due mesi di carcere e a un risarcimento di centocinquanta mila euro per aver difeso per aver esercitato il diritto di legittima difesa nei confronti di una banda di criminali che sono
Entrati all'interno della propria abitazione questo imprenditore una persona onesta una persona perbene per difendere se spesso capita in è l'incognita propria e della propria famiglia è stato condannato a sei anni di carcere che oggi rischiare di finire in carcere bene noi tuteliamo
Le vittime dichiarati coloro i quali subiscono i reati però noi tuteliamo anche quelle persone che per difendere se stessa e per difendere la propria famiglia
Da chi commette reati all'interno delle proprie abitazioni e poi viste viene condannato per il reato di omicidio volontariato e quindi esprimiamo solidarietà vicinanza a questo imprenditore la lega insieme anche ad altre forze politiche sui tre gli ho chiesto al Capo dello Stato ed è questo il vero messaggio che noi
Mandiamo in questo momento in cui stiamo discutendo del messaggio del Capo dello stato della diciamo siamo le che lanciamo un messaggio al Capo dello Stato per chiedere la grazia a questo imprenditore ed auguro più da parte
Del Governo da parte del del ministro da parte del vice ministro Costa ci sia vicinanza solidarietà e sostegno a questa
Proposta della lega perché noi stiamo sempre dalla parte delle vittime dalla parte di Abele lì non
Con Caino come abbiamo sentito invece
Dai dibattiti che abbiamo appena ascoltato da parte nostra non c'è
Demagogia non c'è populismo ma c'è
Del sano realismo e questo lo dico perché
Cambiano i Governi sono cambiati negli ultimi tre anni tra i Governi sono cambiati tre Presidenti del Consiglio sono cambiati i ministri sono cambiati i sottosegretari però annotiamo e notiamo anche alla luce del parere che sono stati dati a queste
Risoluzioni che l'atteggiamento della maggioranza e l'atteggiamento di questo
Il Parlamento non cambia per questo Parlamento per questo Governo la priorità rappresenta era presentata dagli svuota carceri è rappresentata dall'indulti mascherati è rappresentata dalla necessità di garantire e tutelare i diritti dico con i quali sono in carcere e se sono in carcere perché hanno commesso reati e se la legge prevede il carcere come sanzione per questi reati è giusto che in carcere ci siano e questo Parlamento invece dimostra assoluta a
Assoluto menefreghismo assoluta dimenticanza invece nei confronti e coloro i quali reati li subiscono ovvero le vittime dei reati ci pensiamo noi della lega a dare voce a dare solitarie
A dare vicinanza alle persone perbene alle persone oneste che subiscono i reati dicevo che sono dieci mesi
Dieci mesi che in quest'Aula parliamo indulti mascherati parliamo di svuota carceri quattro svuota carceri
Migliaia di detenuti migliaia di criminali migliaia di delinquenti che grazie alle vostre leggi vergognosa e sono stati rimessi in libertà quindi dieci mesi a parlare di carceri ma zero minuti zero secondi a parlare di
Sicurezza parlare disordine pubblico e non è questo lo chiediamo lo pretendiamo pretendiamo che si parli di sicurezza pretendiamo che si parli si difendano non i criminali non coloro i quali è dati li commettono ma ad esempio le nostre forze dell'ordine la nostra polizia i nostri carabinieri coloro i quali
Con difficoltà e sacrificio garantiscono ai cittadini e sul territorio la sicurezza
E l'ordine pubblico e quindi continuate a pensare continuate a fare leggi per tutelare i sessantamila che stanno dentro evitino intricate invece dei sessanta milioni
Cittadini italiani che stanno fuori dal carcere persone oneste che rispettano la legge che si comportano con rigore e a loro che noi invece dovremmo pensare noi della lega lo facciamo voi del Partito Democratico pulito il dove non neo Governo non lo fa e temiamo che non hanno intenzione di farla quindi per noi viene prima la sicurezza dire prima la sicurezza l'ordine pubblico e lo diciamo soprattutto in questo momento quando è
Però Massimo ad essere approvato sulla falsa sulla logica della spending review sulla logica dei tagli dei piani di razionalizzazione dei presìdi di legalità presenti sul territorio ci sono dei piani
Dei piani presso il Ministero dell'Interno per tagliare duecentosessanta sette presìdi di legalità per tagliare i commissariati per tagliare presiede la polizia postale della Polizia stradale della polizia ferroviaria della squadra natica ad esempio a Como quindi
Nel momento in cui c'è bisogno di maggiore sicurezza c'è bisogno di maggiore richiesta di sicurezza noi siamo in un Paese dove assistiamo a un furto in abitazione ogni minuto dove i reati soprattutto e reati predatori furti le rapine le estorsioni sono netto aumento nella mia provincia in provincia di Como nel due mila tredici furti sono aumentati del centotredici per cento a Milano del trenta per cento a Bologna del ventinove per cento dei cittadini a hanno bisogno chiedono maggiore sicurezza ma la possibilità di poter vivere all'interno delle proprie abitazioni all'interno del Polo il nucleo familiare con serenità e tranquillità i sindaci esasperati c'è un senso di esasperazione
Di Campli incapacità da parte dei Sindaci di poter garantire sul proprio territorio i propri cittadini quelle quei livelli minimi di sicurezza
I sindaci vorrebbero assumere maggiore Forze dell'ordine vorrebbero assumere nuovi vigili Urbani ma lo possono fare Perelli il patto scellerato il patto di stupidità che impone loro di poter fare investimenti per la sicurezza bollette c'è un po'o del Governo per poter tagliare non solo duecentosessantasette commissariati di polizia ma anche per chiudere duecento caserme dai Carabinieri e la risposta la risposta del Governo di prima la risposta del Governo Monti la risposta del Governo letta
La risposta del Governo Renzi nel discorso del presidente Renzi non abbiamo sentito una volta citare il tema della sicurezza non abbiamo sentito una volta citare il tema il problema il fenomeno dell'immigrazione clandestina non abbiamo sentito cito era una volta il tema della necessità di garantire alle nostre forze dell'ordine più mezzi più strumenti più risorse per poter adempiere meglio deve in condizioni migliori e garantire la sicurezza i nostri cittadini l'avete parlato non avete citato il tema della sicurezza e la risposta del Governo qual è continuare a chiedere svuota carceri continuare ad approvare svuota caccerà addirittura arrivare a chiedere come
La risoluzione presa in data dalla maggioranza a cui il Governo ha dato il proprio assenso addirittura spingersi fino
All'indulto mascherato ci dite che non ci sono i soldi per le forze dell'ordine non ci sono i soldi per i no spiacenti però trovate quindici euro da dare ad ogni immigrato clandestino per le ricariche telefoniche non c'è non ci sono risorse per la sicura per la sicurezza per garantire sicurezza e cittadini però insomma al di
Per le ricariche telefoniche non emigranti non ai profughi ma gli immigrati clandestini li trovate non ci sono le risorse per i nostri sindaci per garantire sicurezza non ci sono risorse per le divise per le autovetture della o delle forze di polizia però avevate trovato cento euro di risarcimento per ogni
Detenuto in carcere e trovate i soldi per agli sgravi fiscali alle imprese che assumono detenuti o ex detenuti come se in un momento in cui abbiamo una crisi economica è una disoccupazione giovanile oltre al quarantadue per cento la disoccupazione generale
Quasi al tredici per cento essere stato detenuto essere detenuto è un requisito in più per poter a vedere lavoro vi dovete vergognare sono dieci mesi che la lega dice che non ecco li svuota carceri non ecco gli indulti mascherati non ecco le depenalizzazioni non Ecole liberazione anticipata e speciali un vero e indulto anche magistrati che lottano contro la criminalità organizzata in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata gli hanno fatto notare che i vostri provvedimenti sono dei veri e propri indulti concludo Presidente la legalità
Dice tre cose faremo le barricate faremo qualunque tipo di battaglia politica nell'Aula parlamentare fuori per blocchi e qualunque provvedimento di indulto qualunque provvedimento di amnistia qualunque atto di clemenza generalizzata nei confronti di chi commette reati le soluzioni viceministro apposta per affrontare e risolvere problema del sovraffollamento delle carceri spendere i soldi che sono previsti nel Piano carceri piano carceri che tra l'altro fece all'epoca quando lei era in maggioranza con nove dalla lega del ministro era allora
L'attuale Ministro dell'Interno allora Ministro della Giustizia Angelino Alfano spendiamo i soldi per fare le carceri per costruire nuove carceri per incrementare le carceri che ci sono e poi facciamo scontare hai detto mila detenuti stranieri la pena nel proprio Paese
D'origine la lega sull'indulto mascherato come ha fatto con il Governo Monti come ha fatto col Governo letta lo farà anche col dove
Lorenzi sarà una battaglia su tutti il fronte grazie la ringrazio adesso il collega Gitti prego
Accogliere nei mesi scorsi paga corso la seduta potranno aver luogo votazione mediante procedimento elettronico decorrono da questo momento i termini per l'avviso di cinque venti minuti previsti all'articolo quarantanove comma cinque del Regolamento le chiedo scusa adesso ha facoltà di intervenire
Grazie
Grazie Presidente
Intervengo a nome
Del gruppo dei Popolari per l'Italia per
Annunciare il voto favorevole
Sulla
Relazione presentata a nome della Commissione d'indagine zitti perché in Italia si tenta Ferranti che ringrazio fin da subito per
L'appassionato
E tenace lavoro
Ma intervengo anche per esprimere profonda gratitudine nei confronti del Presidente della Repubblica
Perché con il suo messaggio ha testimoniato in ambito europeo
Che il nostro Paese a
O meglio
Per l'anomalia della sua alta testimonianza dovrebbe avvenire una politica del diritto
Come si costruisce
In un sistema istituzionale
Una politica del diritto
è l'esempio europeo
E da questo punto di vista
Altamente significativo
è da decenni
Che la Corte di giustizia europea
Utilizzando la propria competenza soprattutto in materia dei diritti dell'uomo
Lavorando soprattutto all'inizio
Sulla
Applicazione della Convenzione europea in materia
Ha costruito una trama di sentenze e prese di posizione che a noi allargato il campo affrontando temi decisivi
In materia di
Tutela dei consumatori in ambito economico
Addirittura di tutela
Degli investitori dei soci nell'ambito della disciplina del diritto societario
L'ho fatto dunque anche
In ambito privatistico nell'ambito di rapporti tra privati
Ma soprattutto nell'ultimo tempo lo ha fatto sempre con maggiore insistenza nell'ambito del diritto penale
Costruendo
Presidente vorrei potere parlare senza essere disturbato da capannelli di colleghi che
Chiacchierano qui sia i colleghi ad andare avanti ho già richiamato anche prima all'ordine previa
Dicevo che nel
Nell'ambito del diritto penale
La Corte di giustizia a
Creato i presupposti
Diteci se non è che poi sono state assunte anche da altri organi dell'Unione
è questo il punto
Che una classe politica
Quale quella italiana
Distratta
Poco attenta
A quelle che sono state
Alcune strettoie alcune prese di posizioni fondamentali
Nell'ambito della giurisdizione
Sia a livello di Corte costituzionale sia a livello
Di Cassazione
Non ha saputo dare
Organicità
Sistema
A un ordinamento che
Risulta sempre più sfrangiato
Sfrangiato fra
Prese di posizione che sono state guidate esclusivamente da un ideologismo giuridico da un rincorrersi strumentale
Da parte
è un Governo che non hanno
Parlo di un Governo
Che ha caratterizzato tutti gli ultimi vent'anni
Di qualunque colore si tratti
Di un Governo che non ha saputo
Lavorare
Indicando una traiettoria
Un obiettivo
E politica del diritto in ambito penale
Oggi ci troviamo di fronte
Ancora una volta come in altri ambiti pensiamo a quello finanziario pensiamo a quello
Della disciplinari del diritto delle imprese ad una scorciatoia ad una
A un collo di bottiglia che ci ha imposto in ambito ancora una volta europeo
è una sentenza la cosiddetta
Sentenza Torre Torre Torregiani un lite intese che ha
Deciso su sette ricorsi che mette il nostro lo Stato con le spalle al muro anche dal punto di vista di misure risarcitoria
Ci troviamo a discutere in questa aula sotto la pressione
è un provvedimento europeo ancora una volta
Abbiamo però oggi un'occasione unica
Quella di potere rispondere con un'azione finalmente sistematica
Ancora una volta ancora una volta forse in modo
Casuale
Poiché abbiamo discusso una proposta di legge quella che ora sta al Senato con il numero novecentoventicinque priva Iura delle gare in materia di depenalizzazione
Cosa che come ricordava
Presidente Ferranti è stato aggiunta nell'ambito del Senato però oggi abbiamo
Davanti a noi la possibilità
Non solo di innovare nell'ambito del sistema delle sanzioni e delle pene quindi immaginando di potere avere una pena principale
Non necessariamente detentiva nell'ambito di una infrastruttura carcerari ma abbiamo davanti a noi la possibilità
E parlo questa volta guardando il Governo
All'unico rappresentante che siede oggi qui davanti a me all'onorevole costa oggi
Vice Ministro e lo saluto e mi congratulo con lui
Di questo delicato incarico
Dicevo oggi il Governo ha la possibilità di utilizzare
Qualora
In brevi tempi la Camera ATO dovesse approvare in seconda lettura la proposta di legge novecentoventicinque due importanti importanti
Deleghe oltre ovviamente alla definitiva approvazione del sistema della messa in prova e quindi della possibile sospensione del procedimento penale
Su cui abbiamo fatto un ampio dibattito e una battaglia parlamentare dei cui contenuti litri e i cui contenuti di merito sostanziale non intendo qui ovviamente ribadire
La posizione
Del mio gruppo
Ovviamente
Favorevole dicevo le tue delle che dovrebbero essere esercitate con particolare trasparenza
Immaginando un coinvolgimento di esperti accademici e non reclutati con ripeto
Regole di ingaggio trasparenti che premino l'effettiva esperienza e l'effettiva dottrina
Per poi immaginare un confronto
Che
Io reputo qualora
La riforma del Regolamento dovesse passare e prevedere anche
Una particolare motivazione del parere da rilasciarsi da parte della Commissione competente sull'articolato oggetto del futuro decreto legislativo in attuazione della delega
Lo vorrei immaginare con un effettivo dialogo tra
La commissione governativa e il Parlamento delegante che
Responsabile di una apparire finale
A questo io chiamo
Il Governo a dare
Una a autenticati sincera disponibilità
Per quanto riguarda infine e chiudo
Il tema
Della possibile
Decisione di una provvedimento straordinario di clemenza
Ecco io credo che
Al di là di quelle che possono essere
Come dire
Gli echi le voci
Spesso
Attizzato ingigantite ad arte
Su quella che potrebbe essere
Una
Amnistia un provvedimento di amnistia realmente selettivo
E realmente efficace a risolvere alcuni dei problemi che
La Commissione giustizia anche con una serie di audizioni a
Affrontato e focalizzato il nostro gruppo sarebbe disponibile
A un confronto anche ribadiscono su un
Provvedimento di clemenza straordinaria quale anche il Presidente della Repubblica nel suo messaggio
Come dire a evocato grazie Presidente
La ringrazio
Adesso ha chiesto di intervenire il collega Mazziotti di Celso prego
Grazie presidente
Onorevoli colleghi
Della situazione delle carceri si è già detto molto in tutti gli interventi di questa mattina e non ci ritorno vorrei solo notare
Il fatto che quelle il fatto che siamo in queste condizioni oggi dopo così tanto tempo è
Sicuramente un accetti Research disse ma si dica per l'Italia avrà già radicali siamo indiretta con i lavori della Camera dei deputati avvenuto per questo
è il segno di un'incapacità di decidere che ha caratterizzato il nostro Parlamento in questa nelle precedenti legislature di decidere e anche la molte volte il segno di decisioni sbagliate adottate in passato
Comunque è stato il fatto che oggi siamo nella situazione che abbiamo discusso più volte abbiamo sessanta quattro mila detenuti secondo quello che si deve che è stato detto
Che si ricava dei dati ufficiali che sono oltre il trenta per cento in più è andato potrebbe anche essere ottimistico rispetto a quello che tra la situazione che dovrebbe essere
Questo passi che degli interventi siano necessari come scelta civica abbiamo detto più volte che gli interventi devono essere di natura strutturale devono essere tali
Da risolvere il problema non una volta ma definitivamente ed evitare che il tema del sovraffollamento si riproponga
Immediatamente
In questo senso la stessa corte di Strasburgo ha sottolineato come sia necessario
Introdurre meccanismi per il quale le misure alternative alla detenzione
Se si hanno la regola rispetto alla detenzione carceraria che deve essere adottata scopi esclusivamente alle situazioni più gravi e di maggiore allarme sociale
A questo tipo di argomento è stato sottolineato un po'da tutti i principali organi giurisdizionali dalla Corte dei costituzionale nella recente sentenza che ha citato da Presidente
Rampi alla Corte dei Conti che ha rilevato intervenendo sulla situazione del Ministero della giustizia come la situazione carceraria odierna impedisca di fatto la rieducazione dei condannati
Come richiesta davanti alla Costituzione e conseguentemente gli interventi sono sicuramente necessari
In questo senso si è mosso il Parlamento il Parlamento ha fatto una serie di interventi tutti a che vanno nella direzione di a una riforma strutturale di riduzione del ricorso alla carcerazione di
A stimolo alle misure alternative sicuramente questi interventi hanno risentito di un vizio
Della nostra legislazione attuale cioè di mancanza di coordinamento sono arrivati una serie di provvedimenti di legge alcuni parlamentari altri dal Governo con talvolta
Aspetti di incoerenza e di scarso coordinamento in ogni caso una serie di questi interventi sono stati ma è stata diciamo molti questi interventi sono stati sicuramente positivi
Uno in particolare era importante ed era quello sulla custodia cautelare e io sono d'accordo con quello che ha detto nei in discussione generale
L'onorevole Cicchitto dice rilevando come la custodia cautelare sia stata in questi anni snaturata
E che spesso è stata utilizzata anche con finalità non corrette si parlava di voler fare confessare il le persone arrestate eccetera
Un po'meno sull'interpretazione politica che è stata data di questa situazione in questi anni dal Popolo della Libertà ad alcol del quale l'onorevole Cicchitto ha fatto parte perché se guardiamo ad oggi
L'ASI poi i dati ufficiali ci dicono che sui venticinque mila detenuti in custodia cautelare ventiquattro mila di oggi otto mila sono detenuti per reati in materia di stupefacenti e i detenuti
In via cautelare per reati diciamo da colletti bianchi Pubblica amministrazione a reati individui per violazione
Delle norme a tutela del risparmiatore i dati economici sono circa centoquaranta centoquarantacinque quindi il fenomeno dell'arresto diciamo a pirla far confessare il se c'è stato se è stato un problema grave
In realtà si è verificato molto più per reati minori che non
Per i reati dei quali ci siamo occupati sui giornali negli ultimi anni
Per questo sicuramente l'intervento sulla custodia cautelare importante ma credo che
Hilla il sistema vada riformato in generale
Sostituto il Piano filo della determini ed è la definizione migliore di quelle condotte che debbano essere effettivamente sanzionate col carcere sia in via cautelare che in via definitiva
E qui vorrei ricollegarmi all'intervento del capo dello Stato sui rimedi straordinari perché come scelta civica abbiamo sottolineato da subito fin fin da quando l'intervento del capo allo Stato
è stato è arrivato che i un intervento di clemenza che misure di clemenza
Poteva non essere valutate ma dovevano essere valutate e non prima
Di aver affrontato il tema da un punto di vista strutturale con legislazione sostanziale e processuale che evitasse il riproporsi del problema
Questo è avvenuto il Parlamento ha lavorato e una serie di provvedimenti sono stati approvati anche se
Oggi alcuni sono ancora alla Camera e al Senato e in questo senso io condivido totalmente l'auspicio che ha fatto
L'onorevole Ferranti nel presentare la relazione e cioè che i si possa concludere
L'esame di questi provvedimenti nel mese di dietro il mese di marzo e si possa soprattutto avere dal governo entro il mese di aprile possibilmente il prima possibile una relazione che descrittiva gli affetti previsti e quelli effettivi di questi interventi
Perché è chiaro che per poter valutare se serve un intervento di clemenza un'amnistia o indulto bisognerà sapere
Quali sono le prospettive perché ne dovremo tornare all'Unione Europea raccontare qual è la situazione delle nostre carceri per capire se si è così abbiamo meno superato il problema è avremo bisogno di queste informazioni dovremo anche sapere qual è lo Stato il piano carceri perché il Ministro Cancellieri aveva parlato di dieci mila nuovi posti entro il due mila quindici di una serie di interventi e per poter parlare di un provvedimento di clemenza bisogna avere un quadro completo bisogna e a sapere è se stiamo violando o no disse violeremmo no le disposizioni internazionali e costituzionali
Di cui abbiamo parlato tanto anche perché esiste un altro principio che va tutta la tutelato ed è quello di evitare che i
Per rassicurare il rispetto dedicare dei carcerati la disciplina e di una disciplina carceraria
Civile ed umana si mettano fuori
Criminalità pericolosi si aumenti l'allarme sociale e non si tutelino adeguatamente la sicurezza e l'incolumità dei cittadini non è un problema ideologico è un fatto di
Cultura dello Stato a noi pensiamo che la clemenza agli interventi clemenza vadano calibrati per evitare che poi l'inefficienza dello Stato nel gestire le carceri si scarichi sui cittadini
E anche qui tornando al tema di prima Swissair famosi sessantaquattro mila detenuti ce ne sono ventitremila per reati in materia di stupefacenti
Sulla base di una legge che è stata dichiarata incostituzionale quindi direi che il lavoro che il ministero dovrà fare è anche quello è l'ha ricordato la collega del Cinquestelle prima di dirci quanti di questi detenuti usciranno perché dovremo sapere
Se i
Il il numero di scarcerazioni conseguenti alla sentenza sarà tale da riportare la situazione quantomeno vicina a quella di legalità
Se comunque si decidesse di intervenire con un provvedimento di clemenza bisognerebbe fare come è stato fatto recentemente ad esempio per la liberazione anticipata un intervento che tenga conto della gravità dell'allarme sociale perché come ci siamo come
Si vede se si vedono i comitati
Da dell'attuale situazione carceraria
Il condannati per reati violenti e pericolosi sono circa trentamila se si prendono rapine omicidiari estorsioni reati vie per associazione mafiosa eccetera
Allora credo che nel lavoro del Ministero una cosa importante sarebbe portarci dei dati
Che indichino quali sarebbe rotti FI di dei provvedimenti di amnistia ed indulto anche rispetto a una suddivisione per reati ad esempio indicando se si prendono le condanne la pena residua e altri termini di riferimento classici indicando quali reati sarebbero inclusi o meno
Perché io credo che il il modello adottato sulla liberazione anticipata e cioè di evitare che i
Gli interventi giusti per poi per favorire le misure alternative e
Diciamo per ridurre il sovraffollamento carcerario debbano essere calibrati in modo da evitare Ghezzi arrivi alla scarcerazione di individui ad alta pericolosità per questo confermo il voto favorevole di scelta civica sulla relazione della Commissione giustizia di oggi
E auspico che il gli interventi del ministro e soprattutto la relazione che il Ministero della giustizia ci porterà sugli affetti
Villa degli interventi normativi
Della sentenza della Corte i potenziali ripeto potenziale interventi di di clemenza generalizzati possano consentire di adottare delle decisioni informate anziché dei dibattiti ideologici sul fatto se ci sono indulti mascherati
O se si stia alla non liberando i criminali oppure no noi dobbiamo arrivare finalmente a prendere una decisione che possa portare da un lato
A ridurre i casi di custodia cautelare soprattutto ma anche definitiva
Relativi a reati apparsa pericolosità ma di assicurare che le persone che hanno commesso reati gravi e violenti restino in carcere grazie
La ringrazio
Adesso
Ha chiesto di intervenire il collega Leone
Prego
Grazie Presidente
Il messaggio del Presidente della Repubblica che in effetti fa da sfondo a questa nostra discussione sulla relazione
Dalla Commissione giustizia affronta sicuramente uno dei problemi più drammatici della giustizia italiana il solo Antonio Leone delle nuove centrodestra radio radicale siamo in diretta con i lavori della Camera dei deputati legate tra l'altro a una pena ulteriore che è quella che ci viene improprio
Come si dice richiamata richiamata una sentenza Torregiani nella relazione approvata dalla Commissione giustizia
E illustrata oggi dalla Presidente dalla Commissione onorevole Ferranti affatto luce su un numerose tematiche toccate dal messaggio
E che sono alla base il direi quasi in maniera hanno di Quarta dica ma qua si
Sono sullo sfondo quantomeno sullo sfondo della necessità di quando in una riforma
Di di questo comparto debbo dire che
Un plauso va fatto sicuramente alla Presidente alla Commissione all'intera Commissione per il lavoro svolto si tratta in effetti non solo di una relazione nuovo un dossier per
è proprio basta scorrere io quella sorta di indice che c'erano nella narrazione che è uno strumento e sarà uno strumento prezioso sicuramente
Uno strumento valido di lavoro è indubbio e direi quasi scontato che c'è bisogno di rimedi strutturali direi che sono oramai indefettibili posso ricordare la riforma della disciplina la custodia cautelare in carcere approvata dalla Camera l'esame del Senato
Posso dire che è intollerabile che nelle carceri si trovano attualmente circa dodici mila detenuti che non solo non sono
Atti io non sono condannati in via definitiva ma addirittura non sono stati condannati neanche in primo Lograto occorre quindi rendere i presupposti di criteri applicativi più rigorosi prevedendo anche degli strumenti che evitino
Purtroppo l'ha detto che il G.I.P. molte volte si appiattisca sulla richiesta del Pubblico Ministero lasciando la misura dalla custodia cautelare in carcere la natura di estrema ratio da applicare in casi estremamente rigorosi e considerato che si tratta comunque di limitare la libertà personale di un individuo non ho ancora assoggettato a una sentenza di condanna altro rimedio strutturale sicuramente di natura estremamente complessa
Sarebbe una riforma del processo penale volta ad attuare in maniera reale ed effettiva il principio costituzionale della durata ragionevole del processo naturalmente mi riferisco sia al processo penale ma anche
Ancor di più al processo civile vi sono poi altri rimedi strutturali ai quali viene fatto riferimento nella relazione dalla Commissione giustizia che sicuramente potranno ridurre il numero complessivo dei detenuti qualora dovessero essere approvati in tempi brevi come auspico e dei quali sì strumenti sia parlato ampiamente sia nella discussione generale che nelle dichiarazioni di voto di voto vi è tuttavia una parte del messaggio sulla quale occorre soffermarsi maggiormente
Mi sembra che nel corso dei lavori in Commissione forse non ci si è soffermati in maniera adeguata
Su quei rimedi che non sono i rimedi strutturali ma si tratta dei quei rimedi straordinari quali l'indulto l'amnistia a cui far riferimento in maniera netta debbo dire e precisa
Il messaggio del Capo dello Stato che ha espressamente affermato che la opportunità di adottare congiuntamente indulto e da me ne stia deriva dalle diverse caratteristiche i due strumenti di clemenza
La gravità nella quale versa la realtà carceraria è tale da obbligarci ad affrontare questo tema senza pregiudizi lasciando i calcoli elettorali ad altri momenti
Il Presidente della Repubblica espressamente ricorda come l'indulto avrebbe l'immediato effetto di ridurre accolse connessi benevolmente la popolazione carceraria mentre l'amnistia consentirebbe di definire immediatamente numerosi procedimenti per fatti bagatellari
Permettendo ai giudici di dedicarsi a procedimenti per reati più gravi e con detenuti in carcerazione preventiva non voglio dire con questo che si debba immediatamente procedere all'amnistia all'indulto ma
Che non possiamo sottrarci come invece mi sembra sia avvenuto
Da un dibattito su questi temi che sia scevro da pregiudizi avendo anche il coraggio di affrontare quella ostilità
Agli atti di clemenza che si era mai diffusa nella opinione pubblica
Per usare
E i termini utilizzati dallo stesso capo dello Stato nel messaggio ritengo che abbiamo un imperativo morale e giuridico
Di assicurare un civile è stato di governo della realtà carceraria riconsiderando tutte le perplessità relative all'adozione di atti di clemenza generale
Apprezziamo pertanto so che il tempo stringe Presidente apprezziamo il messaggio del Presidente della Repubblica apprezziamo il metodo usato per la
Diciamo per nel confezionamento del dossier Air e della relazione auspichiamo che questo buon lavoro venga fatto anche per altri comparti senza spinte gradite o non gradite
Che finalmente il Parlamento presi prenda lo scettro per mettere il naso è risolvere tentare di risolvere i problemi che è per me erano un po'tutta la società italiana ed è per questo motivo che non in maniera molto convinta voteremo a favore della risoluzione speranza ed altri grazie Presidente la ringrazio adesso
Il collega Farina Daniele
Prego
Cito di liberare i banchi del Governo se è possibile grazie
Grazie Presidenti colleghi deputati non avremo difficoltà il Gruppo di Sinistra ecologia Libertà
Non avrà difficoltà a votare favorevolmente alla relazione la Commissione di Alessandrina di Sinistra ecologia e Libertà radio radicale stiamo seguendo in diretta il dibattito che si sta tenendo iter alla Camera dei deputati in discussione la relazione della seconda Commissione la Commissione giustizia sulle tematiche oggetto della messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ICI
La relazione della Commissione di fine novembre
Oggi siamo agli inizi di marzo
Nel frattempo sono successe cose gravi parecchie
Siamo riusciti perfino a cambiar Governo e a cambiar ministro
Il messaggio del Presidente della Repubblica
Su una questione di questo tipo la questione carceraria è un gesto forte
Ma è anche la misura della straordinaria della vita
Della situazione
E allora forse e utile volgere lo sguardo indietro e provare a interrogarci come altre volte abbiamo tentato di fare in quest'Aula
Sul motivo sul perché
Siamo finiti in questa situazione
Come è stato possibile Cheval trascinati per le orecchie di fronte alla Corte europea per i diritti dell'uomo la famosa sentenza Torregiani pluri citata
E allora
Ricordo a me stesso e a voi che l'articolo sessantotto nella Costituzione stabilisce che i membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere
Delle opinioni
E dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni
Ma questa è un'irresponsabilità giuridica è cosa assai diversa dall'irresponsabilità politica
Per la situazione in cui siamo precipitati sulle carceri
C'è stata una chiara responsabilità politica
O se volete una politica dai responsabili
Dal mille novecentonovantanove la sicurezza dei cittadini
è diventata materia di campagna elettorale
La cronaca oggetto di speculazione di acquisizione del consenso meglio se cronaca nera
E allora negli anni
Giù una grandinata di modifica del codice penale
E di quello di procedura
Che ad agitare una pena massima con reato nuovo siete stati tutti bravi
Dire bravissimi
E col senno di poi a voler vedere bene
Si potrebbe dire che erano socialmente più pericolosi
Quelli che facevano quelle leggi qua dentro che i cittadini a cui qui
Si sarebbero dovute applicare
Fini-Giovanardi
Bossi-Fini esso i livelli l'elenco è straordinariamente lungo
Questa Camera lavorato assai
Sulla giustizia
E ancora di più ne ha parlato
Se mettiamo in fila le parole svuota carceri
Indulto amnistia mascherati
Ne viene fuori un rotolo di carta straordinariamente voluminoso
Ma se poi guardiamo ai dati dopo tante chiacchiere
Le carceri nonostante svuota carceri uno svuota carceri due l'amnistia travisata all'indulto travisato lo ricordo perché
è riecheggiato ancora questa mattina
E le carceri non si sono svuotata affatto o meglio pochissimo
E allora
I colleghi del Movimento cinque Stelle quella lega in particolare
Da quei dati dovrebbero avere imparato che gli asini non volano almeno non ancora
Perché non mentre loro guardavano fissa a mente il diritto la Corte Costituzionale guardava la luna
La pronuncia di incostituzionalità di due settimane fa sulla legge Fini sulla legge Giovanardi
Ha conseguenze gigantesche Testo Unico sugli stupefacenti
La politica
Ovvero il Parlamento è stato messo nell'angolo della lavagna e la seconda volta in pochi mesi
Le droghe
Che la legge elettorale di cui parliamo guarda caso nella stessa giornata oggi in quest'Aula
Il risultato è per rimanere in tema abbastanza Leasenergy ecco
Che nel frattempo siamo stati capaci perfino di approvare per decreto
La modifica del comma cinque l'articolo settantatré del testo unico
Con un risultato che forse gli italiani
è meglio sappiano per capire l'urgenza
Ed è perché su questo punto presentiamo risoluzione
Il risultato è che se si fa corretta
E riempiano
Un bagagliaio
Di macchina con trecento chili di hashish
A normativa vigente si prendevano da due a sei anni
Se invece si hanno in tasca quattro carne confezionate
Si è beccata una cinque questo Rosolen costituzionale
Per trascinamento della sentenza ma è anche abbastanza paradossale
Voi non volete l'amnistia
E non volete l'indulto
Oggi è risuonato chiaro
Che in quest'Aula non c'è la maggioranza è scritto anche le risoluzioni
Quindi abbiate il coraggio di dire a coloro che attendono che non si farà amnistia e non si farà indulto
Nonostante
Diciamo sarebbe forse oggi
Soluzione la soluzioni più razionali mettiamola così con il femminismo
Non le volete che avete messo oggi con questo dibattito che spendendo a presentare pubblica li avete messo una pietra sopra
E ha responsabilità e in chi ha messo per iscritto e chi l'ha detto verbalmente noi continueremo a insistere però invece in questa direzione e oggi chiediamo al Governo quanto meno
Quanto meno di intervenire urgentemente
Di intervenire con un provvedimento con un decreto bigia diciamolo
Chiediamo al Governo intende urgentemente perché la slavina della Corte costituzionale
Ha lasciato uno sconquasso lo ha lasciato gli uffici giudiziari lo lascia nelle carceri
E quindi ci vuole
Un provvedimento urgente che faccia chiarezza sulla materia poi faremo la nostra parte
Sul tema scriveremo una nuova legge un nuovo testo unico sulle droghe all'altezza dei tempi
E non legata in quei sventola quegli sventurati errori di cui siamo stati testimoni e che il Paese a subito grazie Presidente
La ringrazio e adesso il collega Chiarelli
Prego
Presidente rappresentante dal Governo colleghe e colleghi
Ancora una volta ci troviamo ad affrontare
Un problema che dovrebbe essere il problema della giustizia ma ancora una volta
Ci troviamo
A
Discutere
Di quello che poteva essere e di quello che non è stato
Come gruppo mi piace ribadire che siamo riusciti a ricondurre
Il tema della giustizia al centro del dibattito politico e parlamentare Giovanni Chiarelli distanza Italia l'occasione
Per affrontare e risolvere il problema delle carceri ma soprattutto quando la giustizia
E per la sua necessaria riforma
E adeguamento
Noi abbiamo un Presidente della Repubblica
Che alcuni mesi fa è intervenuto in maniera incisiva
Su questo tema abbiamo presidente la Repubblica che
Da chi governa
Questo Paese viene
Spesso
Considerato
Nel migliore dei modi
Però chissà perché
Il monito del Presidente della Repubblica su questo tema è stato da chi
Governo una da questa maggioranza ignorato completamente o dribblato rispetto a quella che
La problematica vera
Noi abbiamo
Un problema di natura anche economica che deriva
Da quelle che sono le conseguenze
Della sentenza Torregiani
Noi abbiamo che fra qualche mese l'Italia
Per
La sua e-mail inadeguatezza rispetto
A quella che
La PPP Rita all'interno del sistema carcerario deve pagare
Ma il Presidente La Repubblica è intervenuto non solo facendo riferimento a quelle che sono la disumanità delle carceri italiane
Noi sappiamo bene che quando si parla di carceri si parla di giustizia
Si parla di riforma complessiva e qua stamattina non ho sentito nessuno che ha
Fatto riferimento a questo ossia
A quello che l'articolo centoundici la Costituzione prevede ossia la ragionevole durata del processo
Perché se noi non partiamo da una riforma strutturale che è quella la ragionevole durata del processo
Noi arriveremo
E qui
A
Dieci anni ad avere problemi ancora superiori rispetto a quello
Che oggi noi abbiamo e dico questo perché
Perché il tema delle carceri
è un problema che viene da lontano
Il problema del sovraffollamento è un problema che ormai si trascina da anni il problema di chi è in carcere lo abbiamo visto secondo i dati che sono stati dati quindi il quarantadue per cento in attesa di giudizio sa significare che non si può continuare se non vi è una riforma strutturale della giustizia
Io non penso che
Il Governo questa maggioranza abbia affrontato questo tema in linea con quando il Presidente Napolitano ci diceva perché io ritengo che si cerchi sempre di fare
E come suggeriva Edward Morgan poster se noi ricordiamo non possiamo migliorare
La relazione della presidente Tarantini interventi di Danilo Leva Anna Rossomando Alessia Morandi sono stati efficace e incisivo di qui voglio dire che che spendiamo a un dovere di questo Paese e al messaggio del Presidente nel il modo giusto con provvedimenti di carattere strutturale sono stati ricordati e io li voglio solo citare per titoli la messa alla prova la riforma della custodia cautelare il decreto carceri recentemente convertito
Con le norme innovative che contiene la possibilità di espellere i cittadini stranieri identificati e detenuti per pene non superiori a due anni l'avvio di un piano carceri ancora modesto e significativo I
Quali va aggiunta la sentenza attese ai giusta della Corte costituzionale relativa come è stato ricordato alla legge Fini-Giovanardi insomma questi provvedimenti e queste norme rappresentano una risposta assegni cattiva appunto strutturale alla piaga del sovraffollamento e possono rendere non più centrali lesi Jensen dei provvedimenti di clemenza finali che a questo punto obiettivamente rimangono sullo sfondo senza escluderle
Ma qui ma qui io voglio
Voglio dire
Con chiarezza che trovo inaccettabili e da respingere forme di pregiudizio forcaiolo e di populismo d'accatto nei confronti di queste eventualità richiamate nello stesso messaggio presidenziale in questo senso
Condivido l'ispirazione dell'intervento del nostro deputato leva
E qui voglio dire una cosa agli colleghi vi Cinquestelle a proposito di demagogia e populismo debbo dire che ho trovato certi toni in particolare
Quelli del deputato buonafede davvero inaccettabili io conosco diversi parlamentari di quel gruppo e voglio credere che certe posizioni forcaiola e non siano condivise perciò mi permetto di dare è un suggerimento promuovete anche su questi temi un referendum via web è forse come per lui giusto soldini la vostra base vi aiuterà ad affermare posizioni fino in fondo civili ed europee
Magari non ci sarà all'autorizzazione di Casaleggio Grillo occorre avere mi rivolgo all'onorevole come avvenuto glielo può trasmettere lei va bene dal ruolo di Presidente non ci sarà dicevo l'autorizzazione di Casaleggio Grillo come è avvenuto ieri al povero sindaco di Parma
Ma ci potrà essere un'attualizzazione più importante quella dell'allora opposizione infatti civile
Concludo auspicando che governa questo Parlamento insieme a provvedimenti di drastica riduzione del sovraffollamento trovino la forza il coraggio il dovere di investire davvero nel recupero e nella risocializzazione
Anche se la parola socializzazione spesso è sconosciuta per nascita e ambiente di provenienza a tanti disgraziati che oggi sono detenuti in carcere per questo noi pensiamo a carcere umane dove vi siano spazi davvero aperti Lodi dove Illy detenuti possano socializzare personali numero significativo e qui voglio esprimere solidarietà agli agenti di custodia che vivono e lavorano in condizioni davvero di i cd carceri dove vi siano figure di mediatori culturali assistenti psicologi volontari dove si possa fare cultura ci sono straordinarie esperienze in alcuni casi
Civili ma anche in tante parti di taglia ieri parlavo con il professor Flamigni che insegna ai detenuti anche a quelli ergastolani ostativi del carcere di Spoleto e mi raccontava come avviene per esempio a Rebibbia con Anna Grazia Stammati esperienze di saldi ma ai valori umano e civile e come vogliamo carceri dove i detenuti siano trattati per quelli che sono uomini che hanno sbagliato e non bestie da restringere in spazi
Stretti perfino di quelli delle galline ovaiole per la cui ristrettezza nello scorso luglio la Commissione europea ha deferito all'Italia alla Corte di giustizia
Infine noi non saremo secondi a nessuno il Governo appena formato affatto di alcuni temi l'ha già annunciato il ministro Orlando al lavoro nella forma della giustizia di riforma del processo d'civile e della lotta all'antimafia dei temi legati alla prescrizione né e il gruppo del PD fa in prima fila in questo battaglia non ci faremo certe insegnare da nessuno ho sentito in questo dibattito anche toni
Io non come l'argomento e che non condivido come quelle di una descrizione di questo ventennio come di una lotta tra magistrati e politica non è così io credo che pure in mezzo ai c'è essi che certo ci sono stati soprattutto di protagonismo credo che questi in questi anni la magistratura sia stata sotto attacco e io voglio dire che discuteremo con tutti i disposti a guardare
E il in avanti non indietro a una pattuglia e condizioni che tutti rispettino due cose che consideriamo sacre il prima la prima cosa il principio secondo cui tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge e il secondo
L'indipendenza della magistratura una volta che si rispettano questi problemi dentro questi paletti noi vogliamo discutere con tutti nell'interesse dei cittadini ho finito Presidente volevo capire questo auspicando che si possa per tornare al tema carceri come diceva Calamandrei portare un po'di non c'è umanità in quel cimitero dei vivi dove c'è tanta Buglio perché come dice un signore di cui non è necessario fare il nome perché l'ho con la su tutto il mondo gommosi può convertire e non bisogna mai disperare della possibilità di cambiare vita e i detenuti sono uomini che hanno sbagliato ma che hanno diritto alla speranza la redazione
Siamo in un
Avverto che la risoluzione di Lello ed altri numero sei zero zero zero cinquantacinque è stata ritirata dei presentatori che la risoluzione speranza Dorina Bianchi Andrea Romano Dellai Pisicchio
Numero sei zero zero zero quarantanove sta sotto scritta anche dal deputato Di Lello ricordo che il rappresentante del Governo ha espresso parere favorevole sulla risoluzione speranza Dorina Bianchi Andrea Romano della e Pisicchio Di Lello sei zero zero zero quarantanove e un invito al ritiro su tutto il gli atti e strumenti indirizzo in assenza di ritiro il parere del Governo su tali risoluzioni dovrà intendersi contrario
Passiamo alla risoluzione speranza Dorina Bianchi Andrea Romano ed altri numero sei zero zero zero quarantanove sulla quale dico va espresso parere favorevole aperto
Che a seguito della sua eventuale approvazione risulterebbe preclusa la risoluzione colletti ed altri sei zero zero zero cinquanta quattro pongo pertanto in votazione la risoluzione speranza ed altri sei zero zero zero quarantanove con parere favorevole del Governo dichiaro aperta la votazione
Tredici e quarantanove minuti su Radio radicale stiamo seguendo in la diretto ai lavori della Camera dei deputati si sta ma votando no abbiamo seguito la discussione sulla relazione della seconda Commissione la Commissione giustizia sulle
Messaggio del Presidente della Repubblica e il messaggio trasmesso alle Camere il sette ottobre scorso direi mille tredici
Gli alcolici dopo vi ricordo che poi in seguito alla fine votazione cinque
Indiretta quando piazza Montecitorio per ascoltare Marco Pannella vediamo ecco ha votato
Giulia Grillo che non riesce a votare non funziona proprio
Se arriva un tecnico
Quindi
Limita
Ha votato
Chi altro c'è qualcun altro che non riesce a votare i pareri tutti quindi aspettiamo la deputata Grillo e poi
Chiudiamo
Ci sono dei problemi proprio con la postazione
Radio Radicale vi ricordo che siamo sempre collegati in diretta con la nave si è arrivati avevamo
Alla Presidenza bretelle vicepresidente Luigi Di Marco
Stanno dando
Magari possiamo farla votare dal Comites dal banco del quale è nata la destra arrivando la testa è un problema di Tezze da quindi
Diremo poi
Catanoso
Ecco va votato dichiaro chiusa la votazione
Con lo trecentoventicinque favorevoli centosette contrari la Camera approva passiamo ora se no
Via il ritiro alla risoluzione Brunetta ed altri numero sei zero zero zero cinquanta sulla quale il Governo ha espresso parere contrario avverto che a seguito della sua
Eventuale approvazione risulterebbe parzialmente precluso l'ultimo capoverso di positivo è la semplice soluzione
Giancarlo Giorgetti ed altri numero sei zero zero zero cinquantuno nonché l'ultimo capoverso del dispositivo dell'Adisu lei Cirielli e Giorgia Meloni numero sei zero zero zero cinquantadue nella parte in cui fanno riferimento i provvedimenti di amnistia ed indulto quindi pongo in votazione
Adesso la risoluzione Brunetta ed altri numero sei zero zero zero cinquanta con il parere contrario del Governo dichiaro aperta la votazione
Radio radicale siamo in ogni aula Lambretta con la Camera dei deputati strada votando sta lavorando la relazione di Brunetta non riesce a votare
Straniero ordinaria
Carato Vignali
E
Ieri
Ogni linea mutato chi altro riesce a votare sembra che abbiano votato tutto
Carrozza
Carrozze ha votato


Sembra che abbiano votato tutti
Dichiaro chiusa la votazione
Quaranta favorevoli trecentonovantanove contrari la Camera respinge pongo ora in votazione la risoluzione Giancarlo Giorgetti ed altri numero sei zero zero zero cinquantuno con il parere contrario del Governo dichiaro aperta la votazione
Cesa
Dellai
Spadoni contiene
Contiero
C'è ancora riesce a votare
Viviamo
Ecco adesso ha votato è
Galperti
Chi altro non riesce a votare
Carlo
Di Salvo non riesce a votare ecco adesso ha votato
Sembra che abbiano votato tutti
Dichiaro chiusa la votazione
Cento otto favorevoli trecentocinquantotto contrari la Camera respinge
Pongo ora in votazione la risoluzione Cirielli e Giorgia Meloni numero sei zero zero zero cinquantadue con il parere contrario del Governo dichiaro aperta la votazione
Radio Radicale continuano i lavori della Camera dei deputati non li stiamo seguendo le linee di retta si sta votando si sta votando come mai sentito bisogna risoluzione Cirielli nero
Meglio meno noi Taricco
Buona che il apparire contrario del Governo offerti
Ci antropici Giammanco avvocato votato
Chi altro non riesce a votare
Abbiamo
Collega però
Latronico
Ecco la trovi dotato sembra che abbiano votato tutti dichiaro chiusa la votazione
Cento due favorevoli trecentocinquantasette contrari la Camera respinge
Pongo infine in votazione la risoluzione Darina Daniele Farina ed altri numero sei zero zero zero cinquantatré
Con il parere contrario del Governo dichiaro aperta la votazione
Tredici e cinquantacinque minuti su Radio radicale siamo in una allora legamento indiretta con la Camera dei deputati esista votando
Dopo la discussione sulla relazione della seconda Commissione giustizia solo nel contenuto del messaggio
Della Presidente della media
Risalgono Napolitano trasmessa alle Camere il sette ottobre scorso potare sta votando sulla risoluzione Farina ed altri la sembra
Però zero zero
Cinquantatre con il parere contrario del Governo
Allora aveva votato
Sembrerebbero da tutti
Dichiaro chiusa la votazione
Come io favorevoli duecentosessantuno contrari la Camera respinge sospendiamo questo punto la seduta che riprenderà alle ore sedici con il seguito della discussione del testo unificato delle proposte di legge in materia elettorale la seduta è sospesa
E allora come avete sentito la vicepresidente Luigi di Majo asso speso la seduta ha dato appuntamento alle sedici iper discutere sulla legge
Elettorale avete sentito abbiamo seguito tutta la seduta della mattinata dedicata alla relazione
Della a seconda Commissione la Commissione giustizia sulle sul contenuto del messaggio del Presidente della Repubblica
Trasmesso alle Camere il sette ottobre del due mila e tredici poi in ultimo ci sono stati
Tutti gli interventi voti
Sulle risoluzioni via via rappresentate sono state tutte respinte tranne la alla prima
E tutte quasi tutte con parere contrario del Governo
Dibattito che ha visto fronteggiarsi i diversi gruppi molti gli interventi possiamo anche ricapitolare alcuni interventi e allora no qual è lo troveremo il ben può e il modo per approfondire questa giornata ed ora qualche istante ma rimanete in ascolto per il proseguo della nostra programmazione
Terminano qui le trasmissioni in convenzione e riprendono i programmi di Radio Radicale organo della lista Marco Pannella
Tredici cinquantotto a meno che su Radio radicale e allora noi ci colleghiamo in di retta con piazza Montecitorio dove i radicali stanno seguendo da questa mattina il dibattito alla Camera
Sì B it radicale quando esageriamo qui c'è una trentina MO e radicali e non sono
Solo trenta per il momento ma credo che se anche
Restassimo in ventinove
Il conto non sarebbe ancora chiuso con la storia visto che è stato evocato la parte la giusta della Storia proprio in questi giorni
Dunque posso dire che questo Parlamento
A
Operato
Come Parlamento di questo regime antidemocratico
Da più di sessant'anni
E quindi con
Il male alla radice
Perché in sessant'anni
Contano le radici e quello che poi
Riescono a produrre il fascismo quell'altro formativi democrazia reale
Perché pure quella pretendeva di essere democrazia reale
Altrove era democrazia reale era il comunismo reale era
Anche oggi invece comunque sono qui
E
Davanti ai miei occhi
C'è
La finestra
Della stanza di Mario Pannunzio
Revi esco a ricordare il mese al quanti metri da quella finestra
Mentre
Lunedì ci aveva parlavamo Mario Pannunzio
E quindi
Io vedevo dall'interno
Questa piazza
All'ultimo piano
Chi inchino compagna
Il Papa di Luigi Compagna alberghiero saluto perché continua
Bordo Grand bello quella grande tradizione
Della
Nord e sud di allora
Di quella componente radicale quindi diciamo mi sento
Qui un po'a casa
Cioè non sono riusciti dopo sessant'anni
è impedire questo
Non so chi altri potrebbe parlerei col parlare in questa piazza
Riconoscendo le proprie radici e in qualche misura il loro ma anche i nostri frutti
Allora
Diciamo che ritengo
Questa vicenda
Questo dibattito parlamentare ma diciamo questo Parlamento
Attori in questo momento di una pagina infamante
Testualmente perché infame
Perché tra le altre cose oggi
Discutevano anche
In modo naturalmente
Come dire menzogne vero
Perché discutevano non il messaggio del Presidente a Repubblica ma discutevano
Il dibattito sul messaggio del Presidente da Repubblica di non so quale Ferrante insomma non importa perché più o meno
Si dirà che sono troppo severo banca sono semplicemente
Come dire capace di continuare al conoscere riconoscere quello che accade perché
Prego Radio Radicale di il pescare ma l'hanno già fatto un mio intervento
Direi
Fatto nel primo anno in cui nel settantasette o nel settantasei in cui come entrare come Radicali entrammo nel Parlamento
E
Ricordo
Che
Larcara povera perché aveva a che fare con noi quattro
Nilde Iotti e che aveva a che fare con un mio intervento
Che
Interrotto da un carissimo compagno comunista che non c'è più Turchetti che era segretario del gruppo comunista PC della ancora PC poi cambiato Roma
E ancora il PC e mi interrompeva era furibondo perché dicevo
Perché accusavo
I compagni di Nilde Iotti redditi Pietro Ingrao i compagni del PC testualmente credo di preferire
Contro la giustizia
Di preferire linfa a me via
Delle prescrizioni
Manco si sapeva bene che cos'era un nero così frequenti
Però
Nero fissato su quello
Forse lo risentiremo
Avete sentito il dibattito
C'è forse uno
Di questi che abbiano parlato
In qualche misura dimostrandosi consapevoli
Che negli ultimi due anni
Retta mi ha riconfermato troppo negli ultimi due anni abbiamo avuto in Italia centotrenta più cento quaranta mila prescrizioni
Duecentosettanta mila prescrizioni in due anni
Chi cartelli lo sa se non
Diciamo noi radicali
Perché
Di queste cose guai parlare di prescrizione adesso quelli della lega non so che il carattere dicono poveretti ma io gli voglio molto bene mi sono in parte
Responsabile
Del
Persistere della loro presenza qua
Nel senso che
Paranoici come sono
Per considerare se stessi e il contesto nel quale operano
Dico che in fondo avendo contribuito alla chiusura dei manicomi B come dire avevo previsto anche
L'esercitare come dire in Moro compassionevole constatare la loro ridotta capacità di giudicare quello che fanno quello che accade loro
Ma comunque resta questo fatto
E adesso devo dire
Che in queste ore
Si sta discutendo
L'elezione pare
Di un Presidente e dell'Europa balle di un Presidente di questa
La realtà istituzionale europea il notissimo sciolte ora
Che funziona la cosa del genere appunto
Il quale quattro giorni fa essendo candidato essendo il PD entrato nel primo e anche se enti
Perché il Partito Socialista è democratico
A livello europeo
Ha dichiarato Stati Uniti d'Europa non ci saranno come gli Stati Uniti d'America
Non ci saranno mai bella candidatura diciamo no è non c'è un cane tranne il sottoscritto pare che se ne sia accorto
Quelli della lega manco quelli i carissimi amici
Della dico amici nel senso che non vorrei
Chiarisco che non mi riferisco in me a Beppe Grillo neanche quello l'altro Casaleggio non mi ricordo mai come si chiama ma mi riferisco ai loro eletti e fra i quali
Mi dicono che sempre tornare strigliata anche il Sindaco di Parma di cui io sono stato uno dei promotori dell'elezione formalmente allora credo bene torniamo credi quindi
Nessuno
Ha risposto a questo infamante
C'è un messaggio del Presidente della Repubblica
Che
Tra le altre cose si era rivolto all'attenzione lo cito del Parlamento diceva
Presidente Napolitano sottopongo dunque all'attenzione del Parlamento all'attenzione
L'inderogabile necessità
Di porre fine senza indugio a uno stato di cose che ci rende tutti
Tutti corresponsabile delle violazioni contestate all'Italia dalla Corte di Strasburgo
E se si configurano non possiamo ignorarlo beh io
Con la mia semplicità la evoco questo come una o
Tre intende tale condizione di flagranza dello Stato italiano nei peggiori delitti configurabili nel diritto positivo attuale contemporaneo
Comunque e se
Si configurano non possiamo ignorarlo a presiedere sei ottimista o ignorare una sorta di questo Parlamento pare
Come inammissibile allontanamento dai principi il principio è una cosa che il principio già i principi della nostra Costituzione o della democrazia
Si chiamano principio invece Mogliano come tali dopo
Continua quello che contro quei principi
Prima si chiamava partitocrazia fascista poi c'è il chiamata partitocrazia antifascista e viviamo appunto con i conti con questa democrazia reale che volete
Oltre Pannunzio degli altri e che ho ricordato sono cresciuto pure con quell'approccio esalazioni Ignazio Silone con loro che
Parlavano scrivevano tempo presente eccetera
Contro il comunismo reale
Alcuni di loro stato di profondo autore della speranza organizzata del comunismo nella storia mais furono i primi a pagare la loro intelligenza la purezza e del loro ideali
Mettendosi alla testa di quell'associazione internazionale per la libertà della cultura che appunto food edita creare
Diciamo una forma di organizzazione dei chierici delle intellettualità che nel mondo
Cercavano di
Mettere in guardia contro appunto quel processo di comunismo reale
E così ci siamo trovati dei minori con Pannunzio con le altre cose compagnia con quelli che Soros
Io ero su livelli a comprendere quello che di nuovo minacciava vorrei ricordarlo qui
Era quasi un'ossessione non solo nel manifesto di Ventotene ma poi
Degli iscritti negli interventi continui di Altiero e quello
Che
Luogo gli faceva temere dice ci ammoniva
Siccome se davvero fosse un profeta di cose vicine dal tra martedì quel manifesto di Ventotene l'hanno scritto nel quarantuno nel cinquantuno siamo solo
Qualcuno di noi
Un sovrani lista
Francese un nostro carissimo Wenders promossi che nel cinquantuno riuscire a far fuori
Quella sette quella comunità della difesa che doveva essere comunità statale
Federale
Della difesa e quindi anche
Degli armamenti delle armi del nostro mondo e fuma invece prossimo a far fuori quel nel cinquantuno
Ed già allora dar qualche anno Altiero Spinelli ammoniva sapete che succede quando avremo avuto ragione avremo dimostrato
Il carattere suicida oltre che l'assassino di massacro
Degli Stati nazionali del momento contemporaneo a quel punto verranno fuori e diranno no ma noi non siamo più quegli Stati nazionali li
Noi siamo i nuovi Stati nazionali e democratici Altiero chiese al quello sarà lasciata al più pericolosa è per la stiamo vivendo ma la stiamo vivendo in modo tale
Che in queste ore nel mondo
C'è un evento ne stiamo parlando
Degli ascoltatori di Radio Radicale me lo perdoneranno ma se continua ad ascoltarmi vuol dire che mi hanno già perdonato l'evento che in questi tempi
I giorni quasi ecco estro quando il Dalai lama
Devo posso dire credo
Il nostro compagno il dato visto che ho documenti dei suoli dedicate al caro carissimo compagno non violento da parte sua rivolto a me e a noi
Lori RP accedervi la leader Uyghur che hanno dichiarato
Noi non vogliamo indipendenza nazionale noi tibetani lottiamo E.R.P. accader l'aveva ripetuto
Sì aveva sempre dietro era il chiodo fisso al nostro mio
Anche al terzo Congresso mondiale degli uiguri penultimo a Tokyo qualche mese fa
Ma il Dalai Lama ancora venti giorni fa ha ripetuto io non voglio nove non lottiamo per l'indipendenza nazionale
Noi lo stiamo perché gli rimanda Yann la popolazione maggioritaria della Cina
Quell'al potere quella diciamo di Pechino noi lottiamo perché ci sia maggiore democrazia e maggiori diritti per gli anni
Perché poi non vorremmo non accetteremo mai di essere discriminati
Per motivi razziali o quale che sia da questa realtà divenuta più e belli o democratica tollerante liberale possiamo dire
E quindi questo è venete ripetuto tre
Trenta giorni fa venti giorni fa bar ieri ho letto rentrée cosettina
Che volete a lungo
Ero in polemica anche
Pur essendo noto come RU peggio sostenitore di R.
Poi ognuno manco ebreo quello al proprio ero spregio risolti quello sono io insomma no perché io dicevo no qui non dobbiamo volere due Stati
Lo Stato democratico e di Israele e poi magari anche uno Stato democratico palestinese noi dobbiamo volere
In ultimo Croazia per il territorio come adesso dice il Dalai lama come rischierebbero riesce a fare più democrazia per loro per tutti e quindi assieme
Poi costruire e grazie ai questo patrimonio
è
Anche nella Knesset dove avevamo alcune doppietta essere
Erano al massimo quattro cinque
Compagnie parlamentari della Knesset che avessero davvero il coraggio
Di sostenere questa nostra posizione il problema non è lottare per due Stati
Perché poi quell'altri i palestinesi
Diciamocelo a Bassora o possono essere democratici quindi
Uno Stato per loro non magari occupiamo un po'anche le loro giorno avariato sbloccati
Poi però
è insomma ho letto invece che
Una fortissima organizzazione maggioritario dei giovani palestinesi
Hanno detto hanno preso posizioni dicendo non vogliamo indipendenza palestinese
Noi vogliamo uno Stato unico comune democratico israeliane palestinesi bene fra corto fare solo io sono un po'
Così è fissato al no credo che in alcuni momenti riesco anche al di là
Della
Comunicazione ufficiale di quella che gira non solo un italiano ma anche l'inglese il francese ed altro di avere colto qualcosa che appare in terra
Con quello che è accaduto
Con le prese di posizione del Dalai lama o dire bene accade e perché davvero mi meravigliavo da tempo che non venisse fuori anche dal mondo palestinese
E devo dire del mutuo do israeliano MO dirò una cosa che
Siena Sharon perché ci credeva se n'è andato là poco c'è il tremendo Sharon ma lo è Sharon credeva
Che la prospettiva potesse penso e credo che se si deve quella
Di uno Stato comune degni di mille abitanti
Di quei territori di quei territori solo quelli anteriore né altrove non solo l'antico ma anche il Nuovo Testamento
Bene
Allora salutiamo questi enti
E venti che ci parlano e il cui dannosi quali sono gli eventi che parlano gli eventi che parlano solo che
Noi siamo fuori da Montecitorio
E
Quelli che il quale rimproveravo chiamandoli compagni in Parlamento nel novantasette
Erano e quando siamo entrati in Parlamento
E settanta scusate settantasei o settantasette perché non so quel discorso che
Ho risentito a Radio Radicale Piero vero settantasei quello di cui
Appunto dicevo in polemica
Con il pc
Precisa voi compagni comunisti avete scelto esce diete linfa a me
Prescrizione di classe
Contro la riforma democratica per tutti per uno Stato di diritto B
Adesso
Questo
Credo che del nostro Paese si stanno vendicando non lo sanno poveretti ma a volte
Il cattivo sangue come il buon sangue non mente
Se qualcuno si preoccupato
Dire indicarsi di quelle presenza parlamentare radicale
No così chiara benzo a quelle che si sono occupati efficacemente
Perché hanno un'altra caratteristica tramandano
Ogni volta che vogliono fare pulizia fanno polizia all'interno loro
O attorno
Se non siamo in quel Parlamento lei qui dietro
Beh credo che lo dobbiamo molto agli ex compagni dei comuni parole diciamo quelli che fanno politica
Via
Per fare polizia
Una cultura
Replica tesi ma è un fatto quasi antropologico e sono efficaci tant'è vero sono riusciti anche loro
A congegnare Veltroni era riconosciuto
Non ha voluto riconoscere che alcune manipolazioni
Elettorali
Sul computer qui in Italia erano fatte anche per eliminare ci dà la possibilità di entrare nel Parlamento italiano
Ma Veltroni Sensi ha riconosciuto che invece
Alla vigilia immediata di elezioni europee
Avevano fatto cambiamenti elettorali della legge elettorale per escluderci ed infatti si riuscirono è una cosa strana noi
Riusciremo a fare in quelle elezioni più fronti di quanti non avevamo fatto con la Rosa nel Pugno quindi socialisti radicali ed altro
Riuscimmo a fare questo malgrado questo grazie
Al poliziotto Veltroni
No al poliziesco Veltroni facemmo più voti dai colleghi di essere Bonino Pannella mi pare che fossero mi ricordo quale con le nostre liste di quanto
Appunto non avessimo fatto con le liste Rosa nel Pugno eppure fumo e esclusi
Dal Parlamento europeo è una cosa dura e continuano ancora loro soprattutto non avendo più come dire
Ce lo spieghi sfida ammazzare insomma il nemico hanno una regola non la sanno vedono supererebbero
La regola eh quella della
PC del
Dire della Terza Internazionale comunista
Con poi seguiti che ci sono stati siccome in forma icona regolari verrà
Pag Danny alto o attiva niente nemici a destra erano loro degli accordi Ribbentrop Molotov
In quel momento accordi di carattere storico oggi si parla per esempio dell'Ucraina
No si parla di quella zona era una volta mi ricordo completamente era considerato uno dei Granai dell'Europa
Ma era anche quella prospicienti al quell'area rossa del Volga donna che aveva visto morire di fame
Proprio nel comunismo reale tutti i contadini con la crisi della di quella zona come vedete qualche volta
Avere memoria
Può essere utile tant'è vero che oggi ci si occupa ad impedire che ci possa essere
Domande la memoria di oggi è già accaduto costantemente siete voi Leonardo Sciascia L'avevo intuito a memoria futura
Poi c'era pari a desiderare riservare il futuro avrà memoria o solo memorie avrà futuro Leonardo aveva visto giusto oggi per esempio il problema non è che ci può essere più
Efficacemente un incendio della biblioteca di Alessandria oggi Selim materialità
Anche conquistata
Così si salvano i boschi dicono si ammazza un altro modo ma limetta realizza anche dello scritto delle cose al Presidente tramandano e via dicendo ma in realtà anche
Cose scritte
Nel nostro Paese difficilmente
Consentano tranne
Qualche dilettante secco momento direi
Ricerche pubblicazione storica di noi radicali la pesca italiana
Riuscire a raccontare la storia di questi ultimi quaranta cinquanta anime la storia che anche il vissuta
In realtà difficilmente riesce al conoscere a osservare perché ogni giorno c'è la distruzione
Di quello che stato evento ho ricordato l'altro giorno che
Devo
Cultori
Appunto della comunicazione delle strutture di comunicazione
Hanno stabilito che l'evento che negli ultimi
Non so cinquant'anni hanno avuto il massimo
Di conoscenza attraverso la comunicazione sapete qual
Stata nel senso che appare chiaramente negli angoli più remoti che lega giungla la causa è arrivata la notizia della candidatura di Cicciolina
Che fuori o dentro abbia e sapete perché ci fu perché c'è il grande intellettuale progressista
Di Eugenio Scalfari riuscire a fare uno dei primi numeri di Repubblica allo scoppio
Di rendere lui no tutto che noi Candy davamo una puttana e che questo era il colpo a riguardo Pannella che erede di quel D'Annunzio che aveva portato aveva lanciato con uno dei primi ARD all'epoca un peritale
Sopra Montecitorio e grazie però
A il mestiere solito
Che continua
Di Eugenio Scalfari appunto invece si fu quello scopo mondiale
Dappertutto infatti mi ricordo che a quel punto impazziti erano
Da tutto il mondo mi venivano a chiedere come era questa cosa di una puttana contro la
Candidata come capolista da noi d'altro
Chiudo la parentesi che può essere non noiosamente istruttiva dico siamo quindi qui adesso
In pochissimi abbiamo fatto non amino manifestazione da Radio Radicale diciamo i radicali manifestano in piazza Montecitorio vero
è vero perché i radicali che hanno saputo ho potuto saprebbe al tempo che hanno potuto liberarsi
Oggi siamo qua cinquanta più quelli che hanno innalzato perché la radio furba non l'aveva detto che c'era da dire TA
Anche nostra dal cui perché sappiamo che se si dice questo tutti deve stare a casa pericolosissima o centro da casa
Quindi mettiamo nel conto
Che hanno saputo quelli che ascoltavano la Camera
Il dibattito che alla Camera hanno saputo che poi avremmo avuto anche in questo momento di manifestazione radicale e quindi
La sostanza è
Questa
è infamante
Non quello che ha deciso di fare
Quello che
Quello che ha fatto sto Parlamento oggi era riunito per onorare
Una delle undici volte in sessanta anni
Mi pare
Un Presidente della Repubblica aveva onorata dalla Costituzione
Italiana che prescriveva che se il Presidente si doveva occupati e parla alla politica doveva farlo formalmente
Con dei messaggi
Altro del camere solo undici volte o dodici questo è accaduto quindi era un evento
Un evento importante questi che hanno fatto
Tanto è vero che il Presidente poi ci arriveremo
Ne ha preso probabilmente con molto dolore atto Lori lotto ottobre mi pare no che aveva fatto questo messaggio ancora
Fino ad oggi non si sapeva che il Parlamento se ne fosse accorto in realtà il Parlamento se n'è accorto in una riunione della Commissione di una Commissione
Quasi in seduta ordinaria invece aveva discusso del messaggio
Del Presidente a Repubblica e aveva incaricato aberrante sua Presidente di relazionare alla all'Aula
Beh scusate perché dico che è una situazione infamante
è indubbio
Che nella
Il saggio perché è un piccolo saggio di grande valore me del Presidente della Repubblica ha rivolto al Parlamento
Beh ha trovato nel Parlamento
Sostanzialmente a cominciare dal
Partito che poteva essere ritenuto di riferimento del nostro Presidente della Repubblica
I
Il
Diniego assoluto della sua posizione contro il suo messaggio abbiamo il leader
Nuovo adesso
Popolarissimo o credo basta guardare basta guardare un pochino perché è importante e il diciamo
Come si chiama a causa di Gianni Berto
Il Centro d'ascolto e lì abbiamo
La dimostrazione
Pirillo
Dice ha avuto la sorpresa elettorale
No abbiamo avuto bene però
Se uno guarda
Avesse letto visto il lavoro teorico
Da chierici serie del Centro d'ascolto avrebbero visto che Beppe Grillo
Era il secondo in assoluto per tempo per ascolti televisivi consentiti agli italiani
Per tre mesi
B un rapporto ci sarà
Se appunto Grillo che non aveva non era parlamentare il suo partito a Roma aveva parlamentare di nulla e via dicendo praticamente che soprattutto per carità
L'UPI non va e non andava dalle televisioni ma il regime scusate devo dire che non so come se voleva
Il buon Dio non voglio offenderlo
Che il regime
Aveva ottenuto questo
A
Andava Lori da Grillo Grillo non andava in televisione il regime mandava la televisione e in tutti
I momenti di massimo ascolto e in tutte le riserve di massimo ascolto al centro quando
Essendoci non sia una media di tre milioni e mezzo di ascolto di quella trasmissione può essere quella di Santoro del Fleres
Di Littizzetto insomma quel tagli tutte quando si sapeva che era il momento rimasi mi ascolti prevenivano due minuti e mezzo splendidi e questo
Splende ero bravissimo attore
Che in quei due minuti e mezzo faceva la sua filippica
No efficacissima un pezzo direi di rappresentazione straordinaria e quindi quattro migliore divenivano quattro e mezzo magari sistemi chiaramente
Contemporaneamente noi possiamo dimostrare che in tempo in termini di ascolti consentiti
Quelle
Di Grillo poi adesso quello di Matteo Renzi quelli di Grillo erogarli contemporaneamente Emma Bonino erra per ormai anni
La e cento quarantesima o la Centro sessantesimo in termini di ascolti consentiti ma ascolti
Per tre Feltrinelli
Non
Dopo
Devo dire
In questo anche sono secondo ad Emma
Perché personalmente
Tuttora sono mi pare giusto centonovanta non il terzo il quinto il nono il decimo il trentesimo si trovano lo zero virgola zero qualcosa come ascolti consentiti
Agli italiani
Beh questo
Come
Mi sono omeopatico più centro omeopatico
Ma voi avete un'idea
Delle robe operativa mi pare un pochettino negativa
Chiarito il quella è una non dose non è una dose omeopatica perché altrimenti
Ma infatti loro stanno attenti
Ad evitare che ci siano ad oggi omeopatia pensando che la gente loro se volete e il corpo del popolo italiano
Perché perché queste già ormai lo conoscono bene
Sanno che serva ancora italiano può sentirsi un pochino ma le nonne lo ripeto Sempre le norme riguardanti anni fa avesse ero
Con
Rosario sempre lei e via dicendo quelle norme sono loro che ci hanno fatto vincere le posizioni sul divorzio sull'aborto su tutte le altre cose come oggi intuisce
Quel papà Francesco che ritenete ma liberiamoci dalle nostre ossessioni e dice appunto l'aborto e divorzio e gli altri
Battistelli del ramo c'è il come Chiesa pericolo al popolo cattolico
Come il popolo comunista anche
Ma nei nostri referendum in cui
Appunto l'opera di polizia
Comunista del comunismo reale in realtà non riusciva a impedire che i nostri massimi
Successi referendari avvenivano che so io Michelino Torino avviato e via dicendo ed è in regola che c'è sempre stata e quindi
Hanno tratto una conseguenza accolto al popolo italiano
Se
Il popolo italiano c'era un'adozione della droga anche minima della droga radicale Addio impazzisce e noi rischiamo
Con
Questo miracolo so bene per il
Non rischiamo una terra di nulla perché appunto lo vanno a cercare loro loro il sembrerebbe
No sanno che appunto come
Togliatti che aveva più intelligenza tattica magari di De Gasperi
Andò al Congresso dell'uomo qualunque
Per legittimare doloroso parlo fa ed è inviato quattro
Niente venisse a destra era la terza internazionale che poi
Però soprattutto
è quella
Della l'ho detto del grande incontro
Profondo fra il mondo razzista nazifascista il mondo comunista del comunismo reale di allora e
Tutte continuato ancora e adesso continua
Adesso l'abitudine cioè noi siamo
Il pericolo io credo che ci hanno ragione
Perché credo che
Noi come Radicali abbiamo una
Caratteristica
Per tornare in questa
Scusate il momento ecco devo avere mano libera
A certo punto
Che il caso che ci contraddistingue la scienza con i genomi il DNA e via dicendo anche cifra meglio capire quello che per altro verso anche
Con Sapienza identiche anche di tipo religioso in realtà già dovevamo conoscere
Noi siamo e rappresentiamo siamo comuni vi ricordate
La comunione al massimo a Comunione
Ah comunione dei santi poi il comunismo il Comune in momenti del linguaggio nell'estetico adesso invece ad essere felice quella cosa comune
Noi invece sappiamo
Di essere e di avere il coltivato il nostro essere comuni per DNA per
Eventi che ci fossero delle marcato ebbero particolare o no
E così loro lo sento sanno è infatti
Loro il Comune non c'erano una vera
Perché non l'ha a che cosa hanno dei gente comune loro lo sanno che se noi andiamo in televisione esso facciamo un referendum
Anche se loro sono contro poi verrà un nipote o un nonno o un prossimi io che in famiglia e dirà mai sentito però infatti è vero umanamente
Se hanno ragione
Perché se questo è il momento appunto comune nel quale
Credo noi ci siamo immersi e nutriti e alimentati consapevolmente ne facciamo qualcosa
Che può bello far comprendere
La intuizione
Di grandi storici filosofi corsi e ricorsi della storia
Vi dico e allora probabilmente fra qualche anno qualche decennio la scienza riuscirà a misurare quali sono gli eventi
Che possono
Marcare
Territori interi
Ho popolazioni intere Malcarne il loro i loro DNA marcare di Moro che appunto l'elementi comuni
Però possono appunto presentarsi come quello che continua a produrre
A prodursi a riprodursi avere durata contro anche magari le scelte totalitarie
Contrarie che hanno il terrore di queste continuità di queste ente da questo punto di vista del cotechino segnalarvi
Il libro è di un tale Ulisse Franciosa ed è su il tra entrate quale tema digiuno
Altro fa gira
Longevità ve lo raccomando perché
Alcuni testi
Se non altro del conciliare
Finisco
C'è qualcosa per esempio che se
Ascoltato nelle scuole elementari
Ascoltato dai bimbi il PRAE sette dieci dodici anni
Resterebbero
Sapete quale con un'altra cosa e di un documento radicale dovuto al doloroso Rossi
Che dice
Per divenire noi della specie umana un miliardo
Abbiamo messo un milione degli anni mamma Belgio numerosa tribù però così viene scritto e detto
Ora è al successo
Che va al naso nel fare di ricordarmi fra il mille ottocentotrenta e il mille ottocentonovanta invece in cinquant'anni cioè
Di nuovo l'umanità che ci aveva messo un milione danni per divenire un miliardo accresciuto di un altro miliardo
è allora nel documento del Partito Radicale
Al quale mi riferisco
Abbiamo anche scritto quindi il vero
Adesso sapete che in un decennio appena trascorso tua rete rivolto e per tre decenni fa in un decennio siamo aumentati di un altro miliardo allora
Forse
Il bambini erariale come tra
Un miliardo in dieci anni io c'ho nove anni
Sono cose vietate io istintivamente se non Balthus fare sennò la borghesia sì e no perché l'idealismo se no che
Mentre invece credo che questo vorrei suggerirlo
Non ne ha bisogno ma potrebbe farne farne tesoro
Anche a Papa Francesco se lo dicesse il codesto
E credo che
Si farebbe piacere non dimentichiamo
Perché si trovava
Quando sarebbe tornato dalle partners due in Argentina Brasile mi pare chiaro in Brasile accertavo Torcello sconfinati balzelli e c'erano ma anche le scuole si erano chiuse
E lo è accertato conto vede passa e mezza scolaresche etc
La riguarda
Ma ragazzi che fate del Tavoliere al Papa
Ma infatti è un po'il Casilino testuale ha detto
Fate eventuali Casilino allegri e siamo felici risparmio inciderebbe accade ha il senso della parola comunale
Comune non c'era nulla ed in quello di credo volgare si era invece qualcosa di sorridente di connivente
Quindi
Non solo al vedremo poter farglielo sapere
Che potrebbe essere qualcosa che a mio avviso andrebbe benissimo della suo linguaggio non se volessi dico ma anche nelle sue capacità
Grande anche detterà smettere parole possono essere
Anche
Insegnamento PASER insegnamento
Venti abbiamo parlato quindi
Vi ringrazio siamo state inerenti trentina più ringrazio con moltissimo le forze dell'ordine ringrazio moltissimo carabinieri e poliziotti che stanno qua
Loro ci sono per il servizio però Zemello dalla strada
Non devo parlare nemmeno fra di voi tanto mentre vedo il sentito
Che succederà a Montecitorio mentre parlava uno era il Casinò anziché arrivare horror Presidente bisognava per favore
State pozzetti quindi grazie ma questo lo faccio ora cinquanta Carmine rubare il
Grazie alle forze dell'ordine
Grazie
Sempre costantemente perché in genere
Quando vengono quando stanno poi diventano il comunismo
Cioè davvero ascoltano
Si riconoscono
In queste cose che ci interessano interessano anche loro
Un pensiero a Pier Paolo Pasolini cioè a proposito riguardanti l'usura delle sia proprio quello dei mutui che avevamo per conto nostro
Quando disse negli scontri a Valle Giulia fra
I sessantottini vi era un po'dopo fra i sessantottini e i poliziotti i figli del popolo che erano i poliziotti non erano gli studenti di architettura
Con il loro magnifico soli elettrico Nesi conoscevo ma avevamo un po'il privato il già
Con loro
Riflessioni classiste
Ma erano che esso è qui che e naturalmente del dehor Paolo sorprendeva cioè parlava anche al nuovo con nuovi di riunione e questo continua più cioè il corredo ancora lo racconto
Poco tempo no qualche mese fa qua Santos salti interno prezzo in lire al Caffé
Affronteremo spalti organizzo proprio in quel però il Papa dice cose sono proprio rincoglionito se volete ve lo ricordate allora
Allora e il problema
Era stato dello stadio
Io stavo a farlo
Stavo a nautica i Toscanelli alla grappa ma in certo modo c'erano diverse persone che stavano fa quasi affidato ad entrare al tabaccaio
Allora dai colleghi erano giovani
E a un certo punto prego
Ma l'ho riconosciuto lo dico chissà all'anno
Poi dopo un po'
Entrano dentro perché appunto prego
Scrivere il grande migrazione al petrolio nel Presidente erano avevano guardi
Purtroppo magari non abbiamo le stesse idee
Ma abbiamo molta fiducia molta simpatia il
Dico che insieme erano della scuola Sottufficiali ufficiali dei carabinieri mi pare o Modena o Parma dirli erano o regimi erano in vacanza
Romana e erano le fa mi dicevano appunto per le ore per però barrito perché va detto che ci abbiamo idee diverse
Fare ho fatto
Non fateci scemi ma da Vespa ed è diverso e voi le sentite
Ma avete riconosciuto ma poi soprattutto avete sorriso eravate contenti quindi del cavolo volete eterno la vostra norma è una armate alla quale
Quelli che adesso ci sono vecchie vecchissime magari
Arrivati a fare i marescialli maggiore a parte gli altri gli ufficiali in genere
Quando hanno possono allo Statuto sono andati a fare il servizio per una manifestazione radicale
Si vanno contenti se facciamo due risate o due sorrisi mettere solo autore no
E questo conta
Quindi
Possiamo contare
Sul fatto che nel compiere bene il loro servizio in fondo non vivono un sacrificio mentre o proprio l'impressione che non pochi di quelli che il regime
Ha determinato il potere serene degli abitanti del palazzo devo territorio non credo
Che
Loro siano
Nello stesso stato d'animo credo che sono soprattutto
Preoccupati come
Beppe perché Beppe Grillo
Brini a far fuori tutti bisogna ammazzarli bisogna farli fuori e cioè nel programma è quello no o lo fa benissimo
Si apprezza infatti Lupo a Rosarno affatto anche oltre che parlare
A nuotato fra Reggio Calabria messi erano è a letto e poi ha parlato avete visto
Insomma che maschio ormai solo Moro era cosa bene bravo Beppe l'unico problema che c'è un fondo di necrosi Lidia
E io ripeto sempre che è un grande liberale negli anni trenta e quaranta Salvador de Mata Arriaga aveva detto c'è una cosa in comune
In tutti i giorni totalitarismi tutti i fascismi di qualsiasi colore un fondo necrotico
Beppe regionali un fondo porno del profilo pure durature nel provare passare bene
Allora grazie
Grazie a Radio Radicale
Grazie a chi ha avuto la pazienza la bontà l'amicizia di ascoltarmi ascoltarci valore volevo dire ho sentito prima non mi ricordo chi ha detto la tessera
Guardate
Fondamentale
Se noi potessimo parlare lo sanno
Guardate è accaduto che vent'anni fa non mi ricordo quanto a certo punto noi stavamo facendo la campagna o cinque mila iscritti maturare o tremila o dobbiamo onestamente chiudere
Accade che
Potremmo dirlo in trasmissioni gruppo numerose nonché il
è
Successe
Arrivarono le tessere per non corre perché non chiudessimo mi ricordo da Londra qualcuno ripeto senza del quale dei Quaderni piacentini
Arrivarono
E per fortuna c'erano Roberto Cicciomessere che sapeva verde lì questi aggeggi moderni per fare iscrizione come erano allora come si chiamava
Ah è il cardine del credito eccetera e arrivammo quell'anno a fare il quaranta mila il critico Partito Radicale noi oggi
Avremmo necessità
Che
Potessero sapere tanti la una percentuale
Perché di quelli che ci ascoltarono la stessa perizie allora furono quarantamila nostro loro lo sanno e perciò
Oggi non è possibile
C'è una percentuale di quelli che potete allora ascoltarci in pochi mesi
Acquisirono questo biglietto
Dora park come si chiama quella aveva comprato il biglietto e voleva quindi
Usare
Sull'evento questo evento notare Matteo Angioli scoperto accadeva otto giorni prima
New York mi pare non a Washington a otto anni per le otto giorni prima di quando nacque l'annuncio del Partito Radicale quindi nel cinquantacinque
Ebbene io sono sicuro che se oggi potessimo dire un caffè al giorno è urgente
Essere avere assieme questo biglietto
Nel quale poi l'unico
L'unico dove
Obbligo che ci sia
Semplicemente quello
Di potere
Utilizzare tutti i diritti dell'iscritto
E come cittadino probabilmente sarebbe è stimolato esercitare di più anche dei suoi diritti di cittadino usarle con maggiore convinzione quindi
Vedete no ma veramente qui mica sta parlando
Reinserire
Voi state qua tutti insolvenze sono Pannella
Salme insomma hai capito Berti erotico grazie lo so Presidente passati se a me interessano quello là Pannella e vi siete fermati
Riportata è il caso è un grande abbraccio
Ce la faremo insieme
Ce la faremo per le cose che probabilmente in comune
Abbiamo
Sospendiamo grazie buona passeggiata a Roma per Roma da tavole inedite
Padova Santantonio Sivier quello
Io faccio fiducia meno a quelle glielo sullo storno rende benissimo grazie è un grosso saluto prima leggero due di continue allora vi dico mandi bandi
Tra l'uso del cellulare peggiorato
Tessera tessera Arci penserà
è importante perché
Perché Canovi non c'è il consiglio di disciplina se il valore legale dei ragazzi
Deve Beppe Grillo bene però capisce il tavolo Ballarò io infatti ho sapevo quando ho votato io ho dichiarato di avere votato per il candidato che Lino a Roma
Naturalmente
Hanno imparato
Quando io faccio cosa non normale prima ma guarda aver tonnellate forte ma guarda che interrompe adesso stanno zitti perché è un modo per farlo sapere ancora due mesi fa
Il candidato villino a Roma ho votato dichiarandolo a Radio Radicale uscendo dagli lui personalmente malgrado
Che terreni consiglieri regionali eletti loro
Dire avessi detto che erano venute dal partito però mi ricordo quale motivo lungo e che avevo votato
Non lo sapeva ancora
Perché
Ebbene non parlare non solo non far tornare i radicali ma non parlare manco dei radicali sinistra Bonino ministra degli esteri
Tutti i sondaggi ricevono era Sviluppo mollare perderà Sempre eccetera e quindi essendo la più popolare
Eppure radicale hanno fatta forense UPI avete mica visto uno il giornale una agenzia di sondaggi fare la domanda voi avete ritenuto troppo sia utile
Eliminare la Bonino io sono convinto che se ne stava il settanta per cento col carte siamo
Notate la finezza Tarcisio
Col Carchio cioè appunto l'hanno fatta ormai questa censura dopo sessant'anni qualcosa
Che è davvero si deve fare un po'paura come dice il Presidente della Repubblica e lo diceva a queste
Che avrei voluto dire non siamo d'accordo con te
Noi invece tutti i mezzi Colletorto di no noi va bene a cosa è il Presidente dollaro non
Per mesi non lo discuto ma anche un suo messaggio
Poi ha fatto discutere a Commissione poi nel frattempo il grande Renzo
Come si chiama sui Matteo Renzi diverso per sbaglio grande Matteo Renzi fatte tante cose uno
Diciamolo pure ha già perché se no non lo devo dire sennò la gente Giuseppe pensa pezza badate se IMI Italia
Fosse accaduto quello che il quel male top lato Rocco corre per niente di Silvio Silvio Berlusconi a largo Argentina con me
Aveva
Messo dodici firme
Nei dodici grandi referendum democratici che corrispondono
Alla cultura deboli Perale socialista liberale di diritto no se il regime
Non avesse il corrotto perfino lei file
Della facendo Polizia anche da loro della destra
Bene oggi saremmo in campagna elettorale
Referendaria la più importante perché Berlusconi aveva detto
Io le fiere uno perché ritengo utile che il Paese possa pronunciarsi su queste io alcune di queste ore nord le voterò
Ma giusto e poi disse amnistia intese il continuità del Governo mentre invece volevo
Aggirare altre Vangelo scusate
Allora c'era quello lì al fanno loro che c'aveva fretta altro
Bene
Purtroppo invece
L'apparato il regime al corrotto tutto dea corrotto anche la realtà che per tanti versi popolare
No della testa del centrodestra italiano per cui che hanno fatto
Un po'non solo tutti come Nitto Palma ricorriamo Nitto Palma su questo l'abbiamo avuto anche sulla miseria su tutto con altri mi ricordo Brunetta
E altri fanno che dicevano assi con questi vostri referendum servono va pure cenno porno io romano insomma
Brunetta USA
Fare appunto anche cinque milioni di firme
Non c'è
Berlusconi non fosse stato tradito dai suoi inconsapevolmente fatto fuori luci ed esposto come si dice adesso ce l'ha messo la faccia
Retorica in realtà però se dipendeva da lui
Invece se dipendeva dare Matteo Renzi Renzi che si è rifiutato ufficialmente di mettere anche una sola afferma Freud su uno le dodici referendum
Lorenza Loi dello stesso a
Ha detto
Che contro Landi stia è l'indulto quell'altro ha detto che è a favore
E dicevo perse ma figuratevi se uno come lui si ha bisogno da dell'amnistia l'amnistia fatta avevo verace
Fatta nel clero di miglior fatta per quelli del massimo potere cosa si trova al centro va bene quindi io questa sera
Andate a guardare i siti e radicale
Anche da lì ci si può iscrivere magari
Premendo un bottone
Stasera
Telefono allora radio radicale domani anche per sapere quante di coloro
Che non sanno che noi ci siamo adesso e anche il nostro lavoro
Ma è un dolore
Noi abbiamo diciannove dipendenti
Sono quattro mesi
Che non possiamo pagare
Per il Festival lo stesso però sono fiero
Di questa nostra realtà
E al questo punto
Basterebbe
Che il quaranta mila ma guardate basterebbe che tutta quella marea di piccoli e medi imprenditori italiane
Noi avevamo questa posizione io richiamavo il terzo stato per anni abbiamo letto
Dobbiamo quando facciamo la campagna contro lo sterminio per fame nel mondo già loro Giovanni Paolo secondo si dava una mano con convenzione quindi niente di nuovo
Allora dicevo quello che dobbiamo fare
Se non vogliamo che arrivino non più il Ronnie indigenti eccetera ma orpelli affamati
Per poter avere il diritto di mangiare eccetera noi dobbiamo fare un'altra cosa noi che abbiamo l'ottanta per cento di piccoli e medi imprenditore
Aiutiamoli allocati delocalizzarsi ma dove nel Mediterraneo nel nord del Mediterraneo Buttarello con il solo mediterraneo
Ma in modo che vadano restino come abbiamo fatto al San Francesco a Brooklyn uno
Incarnata Marcinelle eccetera
Era questo il programma politico nostro errore sta
Invece non ha capito nulla la Confindustria non hanno capito nulla questi il Credit temi di pseudo credo si stia imbecilli che non hanno capito gli anarchici l'avevano capito
Con la loro attenzione agli artigiani con la loro intere queste per loro i padroni
Debuttare i padroni e di piccole aziende agricole le dighe e via dicendo che aveva non quattro barche o cose di questo genere dicevo questo è il terzo stato
Questo è il proletariato perché in realtà loro Salzano alla stessa ora un po'prima dei lavoratori tanto
Hai capito saranno un po'allo stesso modo i figli evidenti dipendente i loro figli
Poi magari in crescendo i loro figli
Faranno
Diversi orari di visita ma i loro vedrete gli riferiva però quegli altri quindi questo è il progetto il programma cioè noi vorremmo portare avanti
Credo che senza però
Tradurre con un alto che son convinto che si riflette un istante
Ma in fondo state sarà
Cento euro duecento euro circa cento euro al mese si Polo spiegare eccetera questo significa davvero
Perché i radicali
Per questo e non per altro possono andare avanti
A fare le battaglie perché tutti i ricordi Woerth sopportabile ma quanti dicono per esempio uno solo
Che per esempio se oggi il servizio militare professionale una pronuncia del TAR professionale e non più alla giacobina
Le tradizioni
Così giacobina servire la patria e via dicendo oggi se non c'è il servizio militare obbligatorio ma in prospettiva servizi civili alternativi in prospettiva
è perché noi abbiamo fatto questa battaglia della Demi neutralizzazione della Guardia di Finanza
L'avremmo già vinto avremo fatto il referendum
Ma un Presidente la Repubblica
Quando la Corte costituzionale aveva autorizzato ai referendum che ne avevamo chiesto durante la notte esondato educatori generali è stato raccontato quindi
Su questo due o tre generali e allora l'indomani mattina venne fuori un comunicato
Non ha quello al referendum sulla Guardia di Finanza
Non espansivo inserito perché sarebbe stato plebiscito Tato
Perché era la professionalizzazione anche della Guardia di Finanza tutto quanto si completa così comprendeva
Va bene quindi tessera io andrò a informare me a sapere quanti sono coloro possono fare quattro infrazioni anche mensili
Per questo quanti
Grosso modo
Credo che si tratti di dare
Un caffè al giorno
Come teste era alla baracca all'intera baracca radicale
In questo
Decisi provetta odierno può e si paga mensilmente ed altro ma lì non ci sono non ci sono
Come vorrebbe quest'altro
Come di fatto frazione comunisti di fatto privato no
Quel foro
Beppe Grillo o fare lui se notte saperlo se nostre faccio fuori sennò niente poveraccio o capisco quello vive un dramma gliel'avevo detto sta attento che poi se ce la fai
Non saprai come farne tesoro
Da nove niente niente leggiamo come loro richiamerò come si chiamano
Il ieri i no no no
I
Vanno vedete che il suo partito
Il collega i probiviri no e
Pure voi però al
Capovolto rese i profili richiesti arrivarono cioè da noi assolutamente
Non esiste la possibilità
L'iscritto può oppure tant'è vero abbiamo pieno abbiamo avuto pieno vi iscritti al partito che si sono candidati e in altre liste e sono tuttora
Tutte le tessere
Di altri partiti con la pienezza perché non ci presentiamo mai come partito perché un tram spartito
Non può presentarsi in questo modo in tutto il mondo
Allora
Diciamo quindi che la libertà la libertà del sbagliate la libertà di comportarsi come un grafico le puttana la libertà e la libertà
E a questo punto non è dice Malaj usata male
Questo non è roba nostra sappiamo che possiamo invece complessivamente fare fiducia al senso comune
Ed è quello di cui otto ore a regime
Perfezione andassimo pure noi un pochettino
Le maggioranze referendaria effettua il Parlamento e non hanno mai rispettato sarebbero agevolmente maggioranze anche il parlamentare
Proviamoci grazie Bondi auguro né