16MAR2014
intervista

Il Referendum per "l'autodeterminazione" della Crimea. Conversazione di Lanfranco Palazzolo con Antonio Stango e Nikolaj Khramov

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 10:36. Durata: 37 min 43 sec

Player
"Il Referendum per "l'autodeterminazione" della Crimea. Conversazione di Lanfranco Palazzolo con Antonio Stango e Nikolaj Khramov" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Nikolaj Khramov (segretario del movimento "Radicali Russi", coordinatore, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Antonio Stango (membro del Consiglio generale del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito).

L'intervista è stata registrata domenica 16 marzo 2014 alle ore 10:36.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Accordi Internazionali, Acqua, Astensionismo,
Autodeterminazione, Autonomia, Borsa, Budapest, Buddismo, Censimento, Censura, Cina, Cooperazione, Crimea, Crisi, Cultura, Democrazia, Diritti Umani, Diritto Internazionale, Economia, Elezioni, Eltsin, Energia, Esportazione, Esteri, Europa, Federalismo, Forze Armate, Gas, Geopolitica, Giornalisti, Guerra, Helsinki, Informazione, Istituzioni, Kazakistan, Kiev, Krusciov, Manifestazioni, Mar Nero, Mass Media, Merkel, Minoranze, Mosca, Navi, Nonviolenza, Nucleare, Obama, Osce, Partiti, Partito Radicale Nonviolento, Politica, Presidenziale, Produzione, Propaganda, Putin, Referendum, Russia, Sicurezza, Stalin, Tibet, Totalitarismo, Tymoshenko, Ucraina, Ue, Urss, Usa, Yanukovic.

La registrazione audio ha una durata di 37 minuti.

leggi tutto

riduci

10:36

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Sono le dieci e trentasei minuti questa è radio radicale e ci occupiamo delle referendum per l'autodeterminazione della Crimea che si svolge oggi in questa diciamo Regione
Autonoma dal dal dall'Ucraina sono chiamati una milione e mezzo di i cittadini Crimea anni a decidere sulla
Secessione dall'Ucraina il qui cito che viene posto ai cittadini della della Crimea e questo voi che la Repubblica autonoma di Crimea si riunisca con la Russia come parte della Federazione
Russa e l'altro quesito sei a favore del ripristino della Costituzione della Repubblica di crede la Crimea del mille novecentonovantadue dello status della Crimea come
Parte del dell'Ucraina
Ricordiamo che nella Costituzione del mille novecentonovantadue la Crimea era considerato uno Stato indipendente non fu che non faceva parte di dell'Ucraina chi vota sia questo a questo quesito vota per un autonomia rafforzata quali sono gli orientamenti del del voto ma soprattutto è giusto questo voto è opportuno
Svolgerà un referendum per l'autodeterminazione della Crimea con quali requisiti e giuridici si svolga jack questo questo questo appuntamento lo vogliamo chiarire con gli ospiti con i quali siamo in collegamento il primo degli ospiti Antonio Stangoni membro del Consiglio ha già tale del Partito Radicale non violento transnazionale trans partite fondatore del Comitato italiano Helsinki per i diritti umani che è stato in questi giorni e in immissione in Ucraina Antonio stanco quali sono
Le tue valutazioni su quello che abbiamo sentito anche in queste ultime ore che per ci parlava anche di una
Pressante minaccia verso i confini ucraini
Buongiorno che innanzitutto dire che effettivamente il referendum è illegale secondo il diritto internazionale secondo la Costituzione Ucraina
Per il fatto non soltanto che esistono trattati e accordi internazionali sul mantenimento dei confini dell'Ucraina ma anche perché in ogni caso il referendum si svolge
Dopo un annuncio di pochissimi giorni è in presenza massiccia di forze armate russe e e paramilitari
Simpatizzanti con la Russia quindi referendum non è legittimo da molti punti di vista
Intanto si sono registrati dei tentativi
E di forze armate russa esiste né strade in Crimea
Attraverso anche e in altre parti del territorio creino attraverso vari posti di confine in Crimea sono giunti
In altri posti provvisoriamente
Non sono penetrati ma si denuncia invece la presenza di agenti di forze speciali in condito in diverse città dell'Ucraina
Quindi la la situazione e quella di una grande tensione come ormai l'attenzione del mondo dovuto riconoscere
E l'esito del referendum è praticamente scontato
Nullità cari dei crimini anche costituiscono una minoranza
In quella che storicamente era la loro Regione sono il dodici per cento o meno sono il dodici per simpatia per cento secondo l'ultimo Censimento che credo sia da Rachel rendita probabilmente sono intorno al quindici per cento
Ma in ogni caso hanno annunciato le loro organizzazioni i loro rappresentanti riconosciuti
Che molti di loro che non tutti si asterranno dal voto e quindi si tratta di un boicottaggio del referendum una parte dei trattare di Crimea
E gli ucraini dei Crimea probabilmente
In realtà parteciperanno al voto cercheranno di dire la loro ma
Sento
Esatto quindi sarà probabilmente il rilevante rispetto al l'esito che si ritiene scontato del referendum spesso
Quindi la situazione è tale per cui avremo una proseguendo si delle tensioni internazionale
E soprattutto il il pugno di Putin nel sistema delle relazioni internazionali e nel suo insieme
Perché il problema a mio parere non è soltanto lacrime
Maiella rimessa in discussione lo svilimento degli accordi da cui
Lo diversi che nel mille novecentosettantacinque in poi su cui la sicurezza la cooperazione dell'Europa ci sono reti di questi decenni
Ecco c'è un
Perché la Russia vuole la la Crimea qual è l'interesse principale c'è una rivendicazione
Storica o una diciamo concezione strategica irrinunciabile per la quale
La Russia non può farmi a meno di quelle basi che si trovano a Sebastopoli e che si affacciano sul Mar Nero che cosa possiamo dire su questo
Cioè secondo me c'è soprattutto il persistere di una vecchia concezione del gioco litigare strategica
Che in realtà sarebbe superata dei fatti dalla tecnologia dal diverso del sistema delle relazioni internazionali
E si continua a a ritenere o a fingere di ritenere per motivi propagandistici che sia essenziale assicurarsi la Crimea
Per la Russia voi immaginate le dimensioni di continentali della Russia
E pensate quanto possa essere determinante il controllo integrale della piccola penisola della Crimea è vero che c'è
La base navale effettivamente ed importante a Sebastopoli russa della flotta sul Mar Nero ma questa base comunque sarebbe rimasta gestita
Dalla Russia per molti anni secondo gli accordi con l'Ucraina
E in ogni caso non non mi sembra che questo sia determinante per la sicurezza della Russia c'è un problema avrà in mente di Psicologia politica si vuole affermare una volontà di potenza un persistere
Della presenza fisica in quel territorio per motivi ideologici più che effettivamente e strategici
Per quanto riguarda la storia è vero dalla dalla fine diciottesimo secolo la Crimea e appartenuta all'impero russo accordo quel periodo rivoluzionario intorno a mille novecentodiciassette all'Unione Sovietica
E alla Federazione russa all'interno dell'Unione Sovietica
Fino al mille novecentocinquantaquattro ma se andiamo indietro nella storia la Crimea era il Canato dei precari
E lo è stato per circa tre secoli dalla metà del quindicesimo secolo al al mille settecentosettantatré
E la minoranza oggi catara è stata Lettonia dominante in Crimea fino alle deportazioni volute da spalline mille novecentoquarantaquattro
Per cui andare indietro con la storia non aiuterebbe arriveremmo fino a quando
In realtà i porti della Crimea appartenevano alla Repubblica di Genova
Insomma questo non
Di non esserci anche delle rivendicazioni italiane
Teoricamente fiaccole si ricostituisce la Repubblica di Genova in particolare
Nel mare d'agosto c'era una colonia di genovesi i veneziani compresenza armena
Insomma non credo che sia utile per la politica di oggi
Andare corsi indietro nei secoli con la no ma io guarda non voglia andare intanto indietro nemmeno diciamo né nei secoli negli anni però c'è anche quella i precedente del diciamo del mille novecentocinquantaquattro che io lo lo riporto anche per correttezza giornalistica quando come ricorderà il meglio di me
Nikita Krusciov fra
Che era di origine di e di origine Ucraina
Decise di diciamo di far diventare questa papà parte che era apparteneva amministrativamente alla Russia paga a parte delle dell'Ucraina la regalo a chi R per celebrare i trentacinque e i tre trecento anni scusami con i trecento anni dell'Unione con
Commosso ecco c'è stato anche questo scherzo del destino
Sì si vede poi ridicolo sciocco adattare appare possa di famiglia Russo ucraini mare nato in un villaggio che appartiene oggi la Federazione Russa vicino al confine ucraino
Questi però sono sono dettagli e sembra che uno dei motivi principali
Per la cessione che allora era considerata poco più che amministrativa della Crimea annulla Ucraina
Possa una questione economica ovvero bisognava passare comunque dal territorio ucraino
Per la migliore gestione di sistemi energetici di aprirvi giuramento idrico e fu ritenuto con beh niente che lo gestisce il il sistema di Governo della Repubblica Ucraina all'interno delle mie sovietica
E però il problema è che dopo
Con la risoluzione dell'Unione Sovietica e con gli accordi di Budapest del mille novecentonovantaquattro
I confini sono stati definiti la Federazione russa si è impegnata
A
Conservare quei confini a rispettarle c'è stata anche il il disimpegno nucleare da parte dell'Ucraina così come del Kazakistan peraltro con la fine dell'Unione Sovietica l'Ucraina a rinunciato agli armamenti nucleari che erano sul suo territorio
E in cambio la Russia gli Stati Uniti il Regno Unito si sono impegnati a garantirne il rispetto dei confini e la sicurezza così come il rispetto dei confini è un principio fondamentale
Del diritto internazionale e degli Accordi di Helsinki su cui però si è costruito il sistema dell'Organizzazione per la sicurezza la cooperazione in Europa
Insomma violare i confini è una strada pericolosissima la si può fare e la si può percorrere in un quadro
Di condivisione in un quadro di di interdipendenza riconosciuta in un quadro di prospettiva federalista ecco e questo va benissimo
E con il rispetto degli altri principi del diritto internazionale per esempio quello dell'autodeterminazione e dei popoli che alcuni citano
Come giustamente a ricordato il professor Natalino Ronzitti in un convegno con tre giorni fa
E non è applicabile alla Crimea perché non si tratta di un
Popolo ma si tratta di una minoranza che pure in quella regione e maggioranza
E che risponderebbe a una esigenza di uno Stato sostanzialmente invasore quindi non è esattamente l'autodeterminazione dei popoli che si applicherebbe in questo caso
Allora noi siamo in accoglimento con Nicola ICRAM M.O.F. da da Mosca per fare un po'il punto su come
Questo referendum per l'autodeterminazione del della Crimea
Viene
Viene diciamo visto tarda ad da Mosca ricordiamo che Nicolai tra muove segretario del movimento radicali russe coordinatore del Partito radicale non violento transnazionale trans partito buongiorno Nicolai
Allora come si sta muovendo o Mosca in questi delicati momenti in cui gli Stati Uniti hanno annunci dato che ci saranno delle pesanti conseguenze per quello che sta accadendo in queste ore mentre si moltiplicano le voci sulle pressioni ai confini con
Con l'Ucraina qual è l'atteggiamento di Putin e quali sono state le sue
Ultime ultime mosse
E e soprattutto diciamo è finito il momento dell'attendismo Putignano
A Forlì allora io noi qui non molto conto siamo sulle cose cosa sono con le come i piani erano il piano ci Putin perché
Perché noi qui in affetti allo non abbiamo nessun o sul ponte informazione come o tutti io
Mass media
Ho voluto perché sono dipendenti dal Cremlino otto governativi Ruocco sono
Dipendenti non
Non ci torno alcun d'informazione su questo su su questo problema o su
Pongo sullo sviluppo degli eventi in Crimea nuclare norma citarlo soltanto
Disinformazione Masci chiara proprio perché io dello stile grazie
L'ultimo poco poiché
Noi abbiamo visto che proprio due o vi chiedo scusa altre regioni forti Cornu
Di molti mettere tre che di opposizione situato De Ficchy Broni punto RV
Io
Di
E gli otto accoppo punto RV
Caforio punto RV sono stati bloccati ufficialmente da tutti i provider o Russia
O eseguendo all'ordine del
Per il Procuratore generale quindi otto molto al cibo parchi
Aperto calvo noi non non abbiamo o uscì chiaramente non abbiamo nessuna informazione core
Proprio
Possiamo anche perdere questo ricevuto dopo corridoi diversi proprio progetto POR o altri
Come ogni momento e così via quindi l'ultimo posto in essere
Tentativo che non abbiamo visto però quanto Alberta i tempi storie
Che circa il giro sentire differenziare all'opposizione i eliminare l'ultime fonti di informazione ma
Io in effetti vorrei dire un'altra cosa che
Che
Ieri come forse
Sapete già ha molta pertanto una manifestazione contro aggressione in Ucraina contro cioè marcia di Bismarck di pace come commercio perché ammalato
Non ho celebre distrazione del di poter tornaconto popoli che Cappuccini
Io autorizzati ancora
Si era era autorizzata al questo manifestazione partecipavano
Almeno in un bar almeno cinquanta mila persone che
Ed è perché noi non abbiamo visto o con il titolo onde
Manifestazione Giordano due due giorni dopo abbiamo visto qualcosa di simile soltanto dopo va allora alla fine del
Due mila dieci
Allora e e questo era davvero uno sorpreso ieri che noi abbiamo visto noi marciando nel centro di Mosca in decine di migliaia contro contro questo aggressione conto con bandiere
Gialle e blu ucraine con bandiera russa e con
Diversi sul luogo non ho contro Putin contro la guerra eh e questo era anche una bevanda dottor grande sorpresa anche a alle ucraini
Ad esempio leggendo il buco dopo la manifestazione
Lasciando intatte emergendo Facebook con Umberto decine forse centinaia di commenti e di status solo degli amici ucraini che
Sono stati proprio sorpresi il Parlamento ucraino durante questa manifestazione a Mosca
A a interrotto la seduta stanno seguendo indiretta parola
Non alla prostituzione chiudo a Mosca allo facendo applausi annoia molto che manifestavano in sostegno di Ucraina
Questo proprio era uno manifestazione non sono contro la guerra ma era uno chiara manifestazione nel sostegno
Del o comunque RAI Uno nel sostegno dire euro mai don ucraino allo e questo era proprio uno uno colgo molto
C'è molto comuni
Mucchio importantissimo
Allora ci sono alcuni interrogativi che riguardano questo preferendo ma allora i seggi allestiti sono mille duecento
E e i cittadini aventi diritto al voto sono mi sembra un milione ottocento ottocento mila su
Su due milioni il ci sono cifre diverse parlando di un milione e mezzo di aventi diritto rispetto I due
Milioni allora che cosa significa questo scarto dei non aventi diritto va al voto questo mezzo milione che non vota perché non vota ricordiamo che qui in questo modo o si gioca anche sul quorum richiesto che è un quorum del
Del cinquanta per cento come avviene nei nostri nei nostri preferendo si possono fare delle valutazioni su questo Antonio stanco
Tra coloro che non voto non ci sicuramente ci saranno
Quali tutti i tartari di Crimea fuori ci possono essere iscritti
Alle liste elettorali che peraltro non sono tenute in modo chiarissimo limpido perché il controllo sulle liste elettorali dovrebbe spettare
A una commissione centrale a Kiev e in ultima analisi ma ci sono veri degli aventi diritto che magari non ecco altamente in Crimea scusami Antonio qual è lo status giuridico della Crimea rispetto
A all'Ucraina è una situazione simile per esempio non so a quella del Tibet rispetto alla Cina in qualità di Regione Autonoma poi spiegarcelo meglio
Nel dire che è una regione autonoma il senso molto più proprio e rispettato di quanto lo sia il Tibet in Cina c'è il Tibet e è stato prima invaso cosa che certamente non ha fatto l'Ucraina e in Crimea spero prima invaso dalla Cina comunista poi colonizzato massicciamente è stata
Quasi distrutta la cultura tradizionale tibetana soprattutto Buttitta la maestra sono stati distrutti templi
Ci sono state repressioni violentissime quindi
Il Tibet a un'autonomia
Molto teorica tant'è che i campi della della Regione cosiddetta autonoma tibetana
Sono dei fedelissimi del del partito comunista cinese nucleare l'Ucraina riconosciuto
Alla Crimea una autonomia
Sostanziale c'è anche un un Parlamento
Della Repubblica autonoma della Crimea che ovviamente non era
I poteri di uno Stato ma insomma e poteri credo superiori a quella di una regione autonoma italiana dire ha un proprio il Governo autonomo ora tutto questo
è stato smantellato ti fa
Toh
Nelle ultime settimane tant'è che
è stato eletto
Primo Ministro
Servire si on-off che è una un personaggio molto discusso e discutibile parte di un partito filorusso che alle ultime elezioni aveva ottenuto circa il cinque per cento
E le sue elezioni sono venute poche settimane fa
Da un un Parlamento ranghi molto ridotti
C'erano credo circa sessanta persone su cento deputati del Parlamento regionale della chimica e in presenza di uomini armati
Che in sostanza facevano forti pressioni perché si vota la separazione quindi è una autonomia quella della Crimea rispetto all'Ucraina che l'Ucraina
A rispettato e che è stata distrutta nelle ultime settimane da questi colpi di mano
E con le truppe inviate da Mosca oltre questi fantomatici gruppi di autodifesa realtà con
Uniformi armamenti metri logistici russi
Nicola ICRAM Moffa si potrebbe diciamo la la diventi quelli ventiquattro per cento degli ucraini di di Crimea potrebbe giocare la carta del dell'astensione dalla dal voto a avranno tutti in massa a votare considerando che il cinquantanove per cento della della popolazione è russa e sperando magari di giocare la carta del
Del che che almeno più del nove per cento delle dediti ingiusti non andrà debiti Ucraina non andrà a votare si è discusso di
Di questo ci sarà la corsa al voto qual è la sua
La sua valutazione su questo
Allora francamente veramente difficile da dire qualcosa perché non non nuovo bando improprio quando nuovo quando informazione però
Dal premier però siccome io posso capire allora va molto nuova davvero la Motorola frolla quattro non abbiamo certamente non l'abbiamo Vathi ufficiale perché non lo stop
Otto nessun lo condotto affidabile
E non non c'è la situazione diciamo
Legittima che anche o che tipo occhiuti corre occorre allora
Lo opinione policy stando all'opinione pubblica ma
Sembra che
O la maggioranza ho avuto
Qualificato non solo corretti in Crimea della popolazione in Crimea o
Sono OPA popolare ed io
Oggi io dello
Mi permetterebbe assoluta porcherie di Russia anche perché come posso giudicare quando con la gente in Crimea con la gente comune accordo
Onde amici che vivono
L'amicizia e gli amici e così via alla anche perché alcune questa gente non non ha vissuto nemmeno un minuto in Russia reale
A in qualche senso o
La gente che vive in Crimea otto agosto polvere dal ad altre città però hanno affermato nel allora
Nel sono fermati nel mille novecentonovantuno
Allora e quindi in qualche tempo o vivono ancora nell'Unione Sovietica varchi come otticamente
Allora perché non capiscono e non non capiscono e non vedo ma che non sentono come Eurostar come stanno le cose io non in Russia oggi
Europea lo sono umbra affitti uno Russia allo Yunus Iole che non esiste forse non esisteva un mare
E questo molto molto
O c'è il quarto
Mi pare un mero avuti
Uno un accordo importante o
Poi tutti quelli come posso capire tutti
Quelli che sono contro o scusa contro ogni sussulto quelle io che vivono in genere sono controlli sul come otto appartamenti più vero
Qualche ucraino che ritengo Crimea
Un problema tecnico dico loro non lo un popolo non
Non prendono forze in corso a questo referendum
Perché o dal punto di vista giuridico come posso dire di favore questo referendum proprio non esiste perché
Non esistono neanche o non esistano anche a supporto legislativo per questo referendum percorrendo un nome
Riconosciuto un aeroporto Di Chio sull'aeroporto di un Consiglio c'è proprio il modo in cui non ci sono neanche osservatori non ci sono neanche osservatori internazionali
Appunto appunto è che noi ricordiamo come uno settimo anno fa umbro uno Gruppo dire
Di osservatori io Bond Salvatore o osservatore elettorale Marocco qualche un osservatore dottor occidentale sono stati fermati
Ndr espulsi anche sottosegretario se non sbaglio sottosegretario delle Nazioni Unite certo ha confermato aver tolto sequestrato in ascesa cito alcuni
Persone il momento in cui venti piccola chi è povero
Tutto dovevo lasciare Crimea perché io
Quindi vedo di dire possa dico alle referendum possiamo dirlo in questa situazione
Certo allora una una delle diciamo degli elementi di di preoccupazione e anche diciamo l'atteggiamento delle dell'unione europea
Noi abbiamo visto che gli Stati Uniti hanno alzato la voce bisognerà anche vedere in che modo coi verranno materializzare queste
Diciamo queste queste minacce però abbiamo visto anche che l'Unione
Europea e chi ha preso il potere a chi Air si trova in una situazione particolarmente difficile Oleksandr Turci no fa che ha preso le redini del del potere insieme anche
Hawia Tymoshenko che stata che è stata liberata
Hanno fatto le loro prime mosse hanno diciamo optato per un voto che si svolgerà credo a maggio
Si poteva decidere un voto diciamo
Prima di di maggio considerando anche che
La Russia potrebbe approfittare in questo lasso di tempo di qualsiasi circostanze sapere che dare un casus belli e come si sono comportati diciamo i vertici politici di questo
Di questo Paese che hanno preso il il e il posto di
Yanukovich che negli ultimi mesi stava ripensando la sua la sua politica che tipo di valutazioni possiamo fare Antonio stanco
Io credo che stabilire le elezioni presidenziali per il venticinque maggio si aspetta una scelta almeno una situazione drammatica molto movimentata data piuttosto saggia
Farle prima avrebbe significato un po'come per questo referendum in Crimea
Accelerare
I gruppi
In modo tale da non consentire la formazione di nuovi schieramenti politici un dibattito dei guardo l'entrata nuovamente in pieno vigore della Costituzione del due mila e quattro che è stata ripristinata
Ma su cui comunque c'è da vivificare i meccanismi dopo
Il periodo successivo in cui la Costituzione è stata emendata in senso presidenziale la stessa crisi con la Russia richiede a mio parere una certa attenzione cioè non si possono fare ulteriori
E farsi affrettati per quei le elezioni presidenziali venticinque maggio
Sono una scelta che ritengo opportuna
Per quanto riguarda torno un attimo indietro ecco non si poteva fare meglio avere per i tempi diciamo frequenze hanno organizzato un referendum un referendum per quanto possible sa considerare farsa in pochi giorni
Cioè i tempi per una campagna elettorale e per la riorganizzazione delle forze politiche
Non sono di poche settimane quindi circa tre mesi
Da quando è caduto Yanukovich d'alla tenuta l'elezione presidenziale e mi sembrano un tempo ragionevole opportuno anche perché nel frattempo l'Ucraina col suo Governo Prodi
Rio deve a rinegoziare con l'Unione europea nello scenario internazionale più vasto quindi è una situazione estremamente complessa
Diciamo per quanto riguarda il referendum in Crimea tra l'altro teniamo presente
Che secondo la la vecchia
Tradizione sovietica ripresa in parte dalla Russia ed altri stati posso che ICI
I risultati del voto possono essere decisi a tavolino prima facilissimo inserire nelle urne schede riportate così come fare votare più volte le stesse persone importare
I gruppi di elettori in pullman dal territorio russo
Quindi qualsiasi saranno i risultati ufficiali del referendum
Bisogna considerare che i brogli sono Lissa rifare una legge non prende in considerazione nel nemmeno in parte la la la possibilità di un
Di un mancato raggiungimento del quorum considerando il cinquantanove per cento dei
Dei russi
Diciamo la disorganizzazione del
Diciamo del del del sistema anagrafico in Crimea
No lo escludo perché appunto sono convinto che a questa eventualità
Si sia trovato il rimedio in anticipo con uno dei sistemi che ho detto o con una pluralità ed i sistemi adottati cioè le schede prevotata che
E persone che votano più volte importazione di di finti elettori dalla Russia per cui secondo me quello è quel problema non non ci sarà
Per quanto riguarda i rapporti con l'Unione europea e ciò che l'Unione europea post fare in questa crisi inizialmente a novembre quando d'improvviso
Il l'allora Presidente Yanukovich decise di non firmare il Trattato di associazione a Vilnius
Dove europea fu nell'insieme ma un po'sorpresa ma ebbi la sensazione che quasi quasi ci fosse
Un certo sollievo perché questo poteva evitare
Da parte dell'Unione europea la concessione dei crediti immediati indispensabili
Per il Budget dello Stato ucraino
Quindi ci sono probabilmente una sottovalutazione della questione Ucraina nel suo insieme
E oggi bisogna tenere presente a mio avviso che la Russia il mucchio in e esercita questo suo ruolo di potenza
Psico politicamente nostalgica del passato di superpotenza che non è più lo esercita con forza con aggressività senza scrupoli particolari
La a de degli elementi di debolezza notevoli
Il fatto che la bozza di Mosca sia
Precipitata due volte in poche settimane durante questa crisi un invece da non trascurare
La questione dell'energia è vero l'Europa occidentale importa molto gas naturale molta Energia in sostanza dalla Federazione Russa
Ma se la Russia non esporta l'Europa
è costretta ad ascoltarla prezzi molto più bassi in Cina
E non potrebbe farlo condotto tra la la sua capacità di produzione energetica per motivi tecnici per cui
E l'Europa a più voce in capitolo se vuole di quanto possa sembrare
Certo un'ultima battuta vera Nicola gravosa siamo davvero in chiusura ma una valutazione la la la possiamo fare con clamorosa all'abbiamo visto che ieri Putin andato associati per incontrare la delegazione Ucraina e giochi Paralimpico come si è comportato diciamo strategicamente e politicamente Putin nella gestione di di questa
Di questa situazione è stato abile o si è comportato come il classico elefante che entra dentro un negozio di di di cristalli in realtà il è riuscito diciamo
A calmare diciamo le tempeste che si sa diciamo che si avvicinava suo al suo Paese da parte della comunità internazionale o la sta aggravando
Ho Interporto ricordo questo particolare al posto di ieri erano cioè
Condotto non sfoci per un controvalore
Il gioco Parolin se comunque mai ma io non ho nessuna informazione perché favo
O calcolato tutto tutto il loro tutto il sabato e quindi ho conseguito la manifestazione eseguito alla manifestazione richiesti per questa voce di pace
La quindi non non non
Non so niente che che scorso si è cercato succedendo voci
Però per quanto riguarda l'accordo ma
Ma comporta
Per quanto per quanto riguarda l'atteggiamento di Putin tutto
Fuori noi qui abbiamo
Cioè il burqa molte
Molta gente qui o a l'impressione
Lo stesso in cui si è in pensione come nord come Merkel ho avuto dopo l'incontro con Putin con doppia muovono
Barack Obama dicendo che secondo lei appunti aperto un qualsiasi verbale con l'area del dollaro e tutto quindi
Noi qui vediamo più o meno lo stesso accolto o i giornalisti i Comuni io ero ai Monica prescrivono che
Perché lui è diventato proprio proprio palazzo o rompendo tutore
Distruggendo tutto alla politica con Russo verso
Verso altri Paesi dell'ex Unione Sovietica perché che
è stato costruito durante l'emersione durante questi ultimi decenni a
A era un ha distrutto tutto questo politiche innova in due passi erano in Congo dopo dopo la vittoria di Roma intorno a King
E molti dicono e molti ripeto come molti dicono che
Il suo comportamento assolutamente irrazionale inferto situazione irrazionale nel senso che allora Luino Olbia allo la gente che hanno vinto
Ha mai dato la gente comune che avevamo fatto una rivoluzione non violenta idee perché possiamo dire che era la rivoluzione non violenta
Ma che hanno cambiato il regime corrotto il regime molto simile è tutto possiamo accusarlo di Mosca
E quindi a semplicemente uno reazione assolutamente irrazionale aperta

E io ti devo ti devo salutare perché mi dicono che dopo interrompere la trasmissione io ottica Grasso scusami tanto mi MM è stato proprio chiesto allora dunque io
Sì ringrazio Nicolai CRA ammorbata e Antonio stanco con i quali abbiamo fatto il punto della situazione sul
Questo
Referendum molto discusso che si svolge innocui in in Crimea ringraziamo Nicolai clamor segretario del movimento radicali russi e coordinatore del partito radicale transnazionale Antonio Spagnolo membro del consiglio generale del Partito Radicale e fondatore il Comitato italiano Helsinki per i diritti umani che in questi giorni come sapete è stato in Ucraina noi vi ringraziamo per l'ascolto restate con noi tra qualche istante la programmazione di Radio Radicale proseguirà