21MAR2014

Collegamento con David Carretta da Bruxelles sul vertice dei capi di Stato e di governo dell'UE

COLLEGAMENTO | di Sonia Martina RADIO - 09:12. Durata: 4 min 33 sec

Player
Realizzato durante il notiziario del mattino.

Registrazione audio di "Collegamento con David Carretta da Bruxelles sul vertice dei capi di Stato e di governo dell'UE", registrato venerdì 21 marzo 2014 alle 09:12.

Sono intervenuti: David Carretta (corrispondente di Radio Radicale dal Parlamento Europeo).

Tra gli argomenti discussi: Banche, Barroso, Commercio, Commissione Ue, Crisi, Deficit, Economia, Europa, Finanza, Fisco, Germania, Governo, Italia, Lavoro, Maastricht, Obama, Pil, Putin, Renzi, Riforme, Russia, Sanzioni, Sviluppo, Ucraina, Ue, Usa, Van Rompuy.

La registrazione audio ha una
durata di 4 minuti.

leggi tutto

riduci

09:12

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Che il buongiorno a voi più che sul sorriso bisognerebbe soffermarsi sulla sostanza del parole dette da Herman Van Rompuy da Josè Manuel Barroso
Alla domanda che che Radio Radicale o possono durante una conferenza stampa ieri
E cioè la soltanto alla possibilità per il malgoverno Renzi lasciare un po'andare il deficit
Per rilanciare la domanda è dunque
La crescita entrambi sia per un po'di sia Barroso sono stati molto chiari su questi però hanno detto che l'Italia deve rispettare tutte le regole e l'ho ribadito il Presidente della Commissione anche
Nella conferenza stampa di chiusura del
Vertice ieri notte ha detto
Toso che dopo dopo il suo incontro con il Presidente del Consiglio Matteo Renzi gli ha detto che tutte le riforme verranno condotte nel pieno rispetto delle regole
Dei trattative europee il patto di stabilità e del fiscal Compaq
Tradotto cosa significa in cifre che dall'Unione europea non c'è alcun via libera angusti
All'ipotesi che era stato evocato dal Presidente del Consiglio di utilizzare il margine i tecnici perché c'è attualmente traduttore del sei per cento previsto per il due mila e quant'però il dieci e il tre per cento che il limite posto dal Trattato di Maastricht per coprire per esempio il taglio del cuneo fiscale o da altre misure annunciate
Da Renzi la scorsa settimana
Venti poiché parlando con i giornalisti nel corso del pomeriggio ha detto
Lui poco importa allo zero uno zero due per cento la prospettiva vista da Russo del è abbastanza abbastanza diversa quanto invece ai temi del vertice europeo tutta l'attenzione era incentrata continua a essere incentrata
Sull'Ucraina i Capi di Stato e di governo dei ventotto hanno deciso i ampliare la vista tipi personalità russe colpite dalle sanzioni europee il congelamento per gli aspetti finanziari
Patrimoniali e il divieto d'ingresso sul territorio europeo sono sanzioni sono
Non non come dire non d'
Durissime nei confronti di Vladimir Putin per dovrebbero essere inclusi in questa lista altre dodici personalità alcune delle quali
Vicino al CREL meno si parla per esempio del vice premier i ministri
Rogo in l'Unione europea però ha deciso di non passare quella che viene chiamata la fase tre cioè le sanzioni economiche
Commerciali a finanziare contro la Russia che era stata minacciata in un vertice straordinario due settimane fa in caso di
Ulteriore destabilizzazione della
Dalla da parte della Russia in Ucraina
Il ventotto si sono limitati a chiedere alla Commissione di ad
Ristudiare queste possibili ampie sanzioni
Economiche e vedremo come evolverà la situazione tutto dipenderà dall'evoluzione della situazione sul terreno da notare il fatto che gli Stati Uniti sembrano più più tumori dell'unione
Europea ieri il Presidente americano Barack Obama ma a inserito nella
Lista nera statunitense in quel alcuni dei e i collaboratori più stretti di Vladimir Putin ma soprattutto
L'uomo che ha definito il banchiere di una rimmel Putin il
Proprietario della
Banca ossia e la stessa banca stata esclusa dal sistema finanziario americano l'Europa su questo ancora un po'indietro vuole tenere aperte in qualche
Modo la via
Del dialogo e soprattutto il ventotto sono divisi ognuno ha un a qualche interesse non ognuno alcuni Paesi come l'Italia e la Germania hanno degli interessi economici molto forti con la Russia e quindi preferiscono
Per il momento non passare alla cosiddetta fase delle sanzioni
Economiche e commerciali e finanziari