31MAR2014
dibattiti

Internet e libertà d'espressione. C'è bisogno di nuove leggi?

CONVEGNO | Roma - 09:30. Durata: 4 ore 3 min

Player
Convegno "Internet e libertà d'espressione. C'è bisogno di nuove leggi?", registrato a Roma lunedì 31 marzo 2014 alle 09:30.

L'evento è stato organizzato da Camera dei Deputati.

Sono intervenuti: Anna Masera (giornalista), Roberto Natale (presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana), Antonio Amendola (consigliere del Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico), Antonio Nicita (commissario dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), Paolo Gentiloni Silveri (deputato, Partito Democratico), Andrea Romano (deputato, Scelta Civica con Monti per l'Italia),
Alessandra Moretti (deputato, Partito Democratico), Giuseppe Stefano Quintarelli (deputato, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Antonio Palmieri (deputato, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente), Massimo Artini (deputato, MoVimento 5 Stelle), Juan Carlos De Martin (direttore del Centro NEXA su Internet & Società del Politecnico di Torino), Arturo Di Corinto (giornalista), Francesco Sanna (deputato, Partito Democratico), Antonella Pizzaleo (ricercatore dell'Istituto IIT del CNR), Mauro Fioroni (capo esecutivo del Dipartimento dei Sistemi Informativi del Senato della Repubblica), Fulvio Sarzana (consigliere dell'Assoprovider), Giovanna De Minico (professoressa), Francesco Cardarelli (professore), Nicola D'angelo (commissario dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), Vincenzo Vita (rappresentante di Articolo 21 Liberi di, Partito Democratico), Cristiano Radaelli (presidente dell'ANITEC), Vincenzo Luongo (vice presidente del Movimento in Difesa del Cittadino), Danilo Bortolotto, Marco Pierani (responsabile per le Relazioni Istituzionali dell'Associazione Consumatori Altroconsumo), Caterina Bortolini (legal regulatory advisor di Telecom Italia).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Censura, Civile, Commercio, Consumatori, Digitale, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Diritto D'autore, Discriminazione, Erdogan, Esteri, Facebook, Garante Comunicazioni, Giovani, Giustizia, Informatica, Informazione, Internet, Istruzione, Italia, Legge, Par Condicio, Parlamento, Pirateria, Politica, Societa', Tecnologia, Telecomunicazioni, Turchia, Twitter, Utenti, Youtube.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 3 ore e 41 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

09:30

Organizzatori

Camera dei Deputati

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Quando va bene sì sì sì sì prego
Buongiorno a tutti scusate il lieve ritardo ma
Pare che si usi così cioè restare liberi inizio i lavori le dieci abbiamo fatto la registrazione non è mezza ma adesso dovremmo esserci tutti io prima di cominciare il panel volevo dare la parola a
Al portavoce della Presidente della Camera Laura Boldrini Roberto Natale che ha portato un saluto da parte della Presidente per questo convegno su questo tema anche mi sta molto a cuore prego versati passo
Buongiorno a tutti a tutti assolvono funzioni il portavoce nel senso più letterale il messaggio non è brevissimo ma è segno dell'attenzione con la quale
La Presidente considera le tematiche oggetto della discussione di oggi
Mi rammarico di non esser con voi per un contemporaneo impegno qui alla Camera ma ci tengo a far vedere il mio saluto il mio apprezzamento per la riflessione che proponente per la molteplicità delle voci che avete chiamato a confrontarsi
Non posso non partire da un riferimento assai preoccupato alla situazione della Turchia
Le recenti decisioni del premier Erdogan di bloccare prima Twitter e poi chiudo dicono che la libertà di espressione in rete e non solo e ancora una libertà fragile anche in Paesi a noi molto vicini
E che la sua violazione non suscita a livello internazionale risposte sufficientemente ferme
Serve che l'Unione europea sia più esigente in queste materie con chi si candida ad entrare e al contempo faccia crescere la sua attenzione anche verso le nazioni che sono già dentro i confini dell'Unione
Ma non mostrano verso queste libertà fondamentali lo stesso rispetto che meritano i parametri finanziari
Dall'estero arriva però anche un'ottima notizia che credo dottor nera né i vostri lavori di oggi
Mi riferisco alla decisione assunta a pochi giorni fa dalla Camera dei deputati del Brasile di approvare il Marcos il
C'è una prima carta dei diritti urlai per i cittadini
Il ministro Iniesta trovano affermazione di principi fondamentali come il rispetto della libertà di espressione la neutralità della Rete
La protezione dei dati personali Lido l'abilità della vita privata la difesa della natura partecipativa di internet la promozione del diritto universale di accesso l'adozione degli open data
è una spinta importante e positiva a rilanciare anche qui in Europa
La discussione su internet Bill of rights secondo le proposte avanzate danni dal professor Rodotà anche a livello internazionale
Mi auguro al riguardo che l'imminente semestre di presidenza italiana dell'Unione europea voglia caratterizzarsi anche sotto questo profilo
Voi mi domandate oggi se ci sia bisogno di nuove leggi
I diversi gruppi politici si pronunceranno al riguardo io so per certo che serve una nuova attenzione adeguata all'importanza che la Rete ha guadagnato nelle nostre vite
Internet è un'occasione senza precedenti di conoscenza di informazione di partecipazione alla sfera pubblica quindi di esercizio di diritti civili
Tuttavia anche il luogo in cui i diritti delle persone si scontrano spesso con grandi poteri politici e bracciali
Sono una convinta utente sostenitrici dei social media della Rete ai quali attribuiscono il SISTRI un insostituibile valore comunicativo
E proprio per questo voglio che non si trasformino in territorio di rapina dove informazioni sulle persone diventano proprietà di chi è interessato esclusivamente i profitti o dove la dignità dei singoli viene calpestata da minacce
E da atteggiamenti di abuso e discriminazione
è evidente che non solo in Rete si pongono questi problemi che la violenza e l'odio sono ben presenti offro anche e che non è certo internet a produrli
Ma non per questo credo che si possa rimanere con le mani in mano quando si usa la rete per controllare la vita delle persone offenda nella dignità
Non mi sfugge credete la delicatezza di questi argomenti ma gli interlocutori di oggi hanno le competenze e le sensibilità per indicare le possibili soluzioni che devono nascerà sempre nel dialogo tra i diversi soggetti interessati
Registro al riguardo come segno positivo di una sensibilità che cresce
Il Codice di autoregolamentazione sul cyber bullismo che il Ministero per lo sviluppo economico sta varando col coinvolgimento anche degli operatori che forniscono servizi in rete
E che ben impegnati ed attivare meccanismi di segnalazione per aiutare i minori in difficoltà
è un lavoro ad ampio spettro quello che ci attende
Che si scelga un meno il ricorso all'intervento legislativo è evidente che per un uso consapevole della Rete
Per conoscere e imparare a rispettare diritti e doveri è indispensabile una grande azione di alfabetizzazione un'educazione digitale per i giovani e per gli adulti
E ha richiesto un intervento profondo e di lungo periodo questi sempre lo sono le azioni che vogliono incidere sulla cultura di un Paese
Ma non possiamo farne a meno se vogliamo cogliere tutte le straordinarie opportunità che la rete offre per una crescita che si ante crescita civile buon lavoro Laura Boldrini
Grazie a Laura Boldrini Roberto Natale che è venuto qui
Rappresentarla
Avremo degli altri saluti che ci porta Antonio Amendola che il Consigliere del Sottosegretario di Stato e lo sviluppo economico Antonello Giacomelli prego
Grazie Anna buongiorno a tutti gli occhi Commessaggio stavo fisicamente portando il sottosegretario purtroppo qui all'ingresso è stato chiamato da Palazzo Chigi e quindi è dovuto andare si scusa ma APPA promesso che sarebbe del passato da una costola tornata
Il messaggio in realtà è in linea con quanto ci siamo siamo Gucci decidere modo c'è una grande attenzione del Governo il sottosegretario
Al tema dei diritti e voi sapete che il sottosegretario sviluppo economico ha tra le sue competenze che Pato dovrebbero essere formalizzate questo pomeriggio proprio dal Consiglio dei ministri con il conferimento delle deleghe
La il favorire la digitalizzazione l'infrastrutturazione del Paese
Ben consapevole però che la l'agenda digitale non è solamente fatta di carta non è solamente fatta di di cavi di
Di mini trincea di di infrastrutture fatta di servizi è fatta di contenute fatta di diritti
Se è vero che l'attenzione degli uffici delle sottosegretario sarà sono e saranno sempre di più a rivolte al attenti arco a intervenire anche nelle zone cosiddetto fa mento di mercato
E siamo consapevoli che il mercato può fallire ma i diritti no quindi uno medesimo una medesima attenzione ha ragione a fallimento di mercato deve essere rivolta non solo
Lato operatori la tentazione l'altro Governo ma anche per continuare a favorire l'esercizio l'aumentarle esercizio rafforzato esercizio dei diritti
Di cittadinanza digitale questo significa che i Governi hanno possono svolgere un ruolo importante non necessariamente con interventi legislativi di normazione positiva normativa di normazione diretta
Ed è a testimonianza le spese pregresse anche materie ad esempio stato citato dal
Nel messaggio del Presidente Boldrini resa del bullismo
Se del bullismo è stato forse uno dei
Più interessanti esempi di cosiddetta autoregolamentazione regolata o dico regolamentazione
Laddove il il Governo per la politica che si deve far carico dell'istanza di tutela dei diritti da parte dei cittadini
Cerca di favorire forme individuazione conto meno percorsi di assoluzione di corresponsabilità da parte di tutti gli stakeholder in gioco gli operatori sociali e consumatori
Deve degli operatori quindi Confindustria al agli operatori in primis le Autorità di garanzia le forze dell'ordine perché bisogna contemperare contemperare vari vari varie esigenze varie stanze
All'interno di questo scenario il Sottosegretario avrebbe voluto fare rientro farà di persone per saldare un plauso anche all'entrata in vigore del regolamento sul diritto d'autore on line dell'Agcom perché è un esempio positivo di come
Tutelare proprietà intellettuale alla non significa necessariamente comprimere la libertà di informazione di espressione sul web significa anzi tutelare un diritto riconosciuto proprietà intellettuale e allo stesso tempo anche favori la produzione di contenuti legali
On line
Certo bisognerà vedere la fase di implementazione di attuazione però in ogni caso è un ottimo segnale al mercato quindi io mi fermo qui sperando che il sottosegretario ripeta grazie
Allora grazie mille abbiamo un altro intervento in collegamento perché possiamo entrare nel vivo però poiché in collegamento e poi dovrà andare e il Commissario dell'Agcom materia vincite in collegamento della sede di Napoli buongiorno ci sente
Ci vuole l'irrisolto perfetto se vuole intervenire la sentono tutti non so se sei sullo schermo non lo vedo
Vedete in SIC prego ed è una parola qui vedete è un po'piccolo ma insomma mi vedete intanto vi ringrazio e mi scuso perché effettivamente oggi siamo a Napoli abbiamo Consiglio
E quindi diciamo non ho potuto essere lì con voi però ci tenevo a partecipare per come è possibile a questo dibattito
E come dire anche di illustrare una serie di diciamo possibili visioni intanto mie personali insomma perché ho intenzione di veicolare
A questa autorità e relazione quindi qualche sui quali dei quali stiamo parlando allora il primo punto che volevo un po'sottolineare partire dal titolo
Che appunto a come come idea questo della relazione fra libertà di espressione e capire se servono le leggi rispetto
Alla realtà di internet ora questo acquisito per quello che mi riguarda io vorrei declinare in un altro modo cioè non tanto se servono nuove leggi
Ma se servono delle regole perché diciamo le leggi spesso sono delle leggi
Di ampio respiro sia quelle di rango come dire un po'più alto che si avvicinano come dire all'emanazione diretta costi della del nostra Costituzione sia delle leggi
Che in qualche modo hanno come riferimento
L'evoluzione tecnologica e la declinazione di principi anche di rango costituzionale alla realtà ai mutamenti tecnologici che non li diamo però le regole sono un'altra cosa perché le regole rispetto alle leggi possono essere
Tali anche come si è detto prima delle regole che sono il derivato anche di forme di autoregolamentazione di confronto fra vari soggetti e quindi dovranno necessariamente
La forza cogente diciamo due iniziativa legislativa ma nondimeno puntano attraverso la collaborazione tra i soggetti coinvolti
A raggiungere uno scopo un obiettivo quindi il mio scopo più questo brevissimo intervento non è quello di dare una risposta alla domanda e anzi credo
Che avere fretta deve rispondere sì o no questa domanda possa essere sbagliato perché il tema
Ma soltanto l'Italia all'estero da tantissimo tempo tema abbastanza presto
è veramente riguarda la la questione del sei o meno di quel mondo nuovo di internet
Ci propone forme importa mentali
Diverso e quindi richiede a forme di tutela diverse da quelle che
Abbiamo normalmente nel mondo on line e che tipo di collegamento ci debba essere
Per rispondere a questa domanda voglio soltanto fare un collegamento ad una ad uno studio molto interessante e divertente che fece
Premio Nobel dell'economia che sia una cosa
Il quale dice morto da poco tra l'altro a a centodue anni il quale aveva posto questa domanda in un in una lavoro molto interessante che si chiama market o vai via se il mark for Guzzo
E lo si diceva ma come mai osserviamo negli Stati Uniti e se come osserviamo oggi in Italia a uno strano paradosso in relazione al quale coloro che sostengono che c'è bisogno di un regolatore forte
Per migliorare la concorrenza in settori dove ci sono diciamo dei rischi alti di fallimento di mercato
Sono poi gli stessi che invece non vogliono alcun intervento laddove si parla del mercato delle idee cioè nei contesti nei quali dalla libertà economica si passa attuali per parti sostanziale
Mi si dice ma questo è strano questo tipo di ragionamento perché se noi mettiamo presente pensate la pubblicità ingannevole nessuna pensiamo
Che nel mercato dei beni i consumatori hanno bisogno di protezione di guida
Ho di essere difesi dal potere monopolistico perché poi quando andiamo nel mercato dell'informazione delle idee dell'innovazione invece con la con lo slogan libertà di espressione
Riteniamo che non debba esserci nessun tipo di intervento vi questa Gorla risolveva però diciamo è un po'un paradosso
Ecco se dobbiamo in particolare diciamo dei mondi avanzate rispetto ai quali bis la parola libertà di espressione ci avvocati immediatamente un'idea
Che è contraria a qualunque forma di intervento la risposta che mi ero io il perché spesso l'intervento pubblico si anima sospeso dalla libertà di informazione cioè del mondo un divieto conflitto di interesse
Fra la realtà politica regolatoria che vive di consenso diciamo anche politico e la libertà di informazione
Però il tema resta di un tema abbastanza interessante perché secondo me nel nuovo mondo nuovo che poi come dice giustamente Stefano Quintarelli smettiamo di parlare richiamarlo nuovo mondo mettiamo nel parlare di nuove tecnologie a furia di parlare sarebbe che altri non lo diciamo così elettrico dove girano superato cui diciamo nel mondo che da diverso tempo ormai non frequentiamo inviamo
Si pongono alcuni temi alcuni problemi ma secondo me lo spazio che curricolare Fabio bullismo può riguardare
Spicce che può riguardare i fenomeni così come dire di
Accesso etichette tutta le tutele tutela della propria persona è un mondo rispetto al quale
Dobbiamo porci dei problemi più dal lato effettivamente delle forme di autoregolamentazione faccio degli esempi esempi possono essere appunto di rimozione in alcuni siti di social network di forme
Vi dico menti di attacchi di tipo personale e così via che certamente hanno poi delle tutele eventuali dal punto di vista giuridico
Altrove no nella forma del ripristino diciamo della di adulazione della tutela ma che in effetti possono avere
Delle forme di autoregolamentazione anche mostrare te basate su mere segnalazioni e che in qualche modo segnalo anche la qualità dell'intervento che si tratti di immagino che se noi abbiamo
Un mondo di grandi network che sia una vittoria anche siano dei delle del
Dei social network e così via
Che vivono e che si animano di flussi di informazioni si possa anche chiedere a questi soggetti di attivare delle forme trasparenti però
Di autoregolamentazione per cercare di intervenire in tempi relativamente brevi sulla base di alcune segnalazioni che possono essere ricevuti e quindi
Non procedere diciamo il discorso delle nuove leggi non procedere
A discorsi diciamo abbastanza dirigisti ma cercare di coinvolgere sempre di più questi soggetti un delle forme diciamo di efficace autoregolamentazione da questo punto di vista
Il problema che abbiamo noi è quello di cercare di individuare in un contesto mentre come Autorità
Della regolamentazione su questo settore certo settori diciamo vicini siamo disponibili a a
A studiare delle forme possibili sapendo benissimo che
Se deve essere fatta una scelta
Fra restrizione che libertà quest'ultima deve comunque è sempre prevalere quindi diciamo deve essere fatto un bilanciamento ma un bilanciamento e deve tener conto che poi il mondo di internet anche Marx
Grandissima capacità di auto di Francia sia una grandissima capacità di avere proprio attraverso meccanismi di libertà proprio interno anche delle forme diciamo così di autocorrezione quindi anche da un punto di vista culturale su queste forme di autocorrezione che bisogna lavorare quindi dal mio punto di vista personale anche parte dell'autorità c'è diciamo il massimo interesse
Sempre però più della parte diciamo di forme di autoregolamentazione che don diciamo su forme dirigistica da questo punto di vista
Dell'applauso grazie
Finale difficile tende non a caso da lontano allora prima di cominciare il pane le intanto invito i relatori anzi a dire qui al tavolo che esso ci spingeremo perché siamo in tanti Andrea Romano Paolo Gentiloni
E poi farei turnazioni nessuna mano Groffi scambi parlare li farei scendere così possono salire gli altri perché vedo che c'è anche massima attiniche e credo che arrivi anche Juan Carlos Ematie fra poco e Arturo Di Corinto
Io volevo cogliere un attimo la prego
Quei quindi no no lei si sposta temporaneamente matura ma torna subito Alessandra Moretti regolamenti necessari più di voi e quindi
Alla fine di e Paolo
Se quando le successive Stefano Stefano Sequi tu devi stare qui
Ma anche Alessandra può stare qui e non è che non deve cioè il sei e il vostro parere questo quindi vi invito a restare tutti andrà romano intanto mentre loro si accomoda ove si sistemano
Volevo prendere due minuti per dirvi che io in qualità di ufficio stampa sono le nove ore spostati dell'ufficio stampa dalla Camera volevo approfittare per fare un minuti di pubblicità un'iniziativa nuova che stiamo lanciando alla Camera
Perché nel quadro degli indirizzi definiti dal Comitato per la comunicazione in tema di rinnovamento dell'immagine della Camera è stata approvata la promozione settimana scorsa di una serie di incontri
Caratterizzati da minor formalità insomma però dedicati verbale sentire dell'innovazione di tale e anche se qui si parla di libertà di espressione e di e di copyright però i tempi saranno
Anche più ampi nel senso che faremo un bar Campagna imbarca ben influenze scrissero un pensatoio informare l'incontro che esperti per raccogliere ancora qui vorrei che partecipasse tutti ovviamente sarete invitati
Per raccogliere idee proposte per promuovere la cultura digitale all'interno delle istituzioni
E per non fare della Camera dei deputati un punto di riferimento per altre istituzioni Amministrazioni pubbliche in tema di open data e open access
Il primo appuntamento e si svolgerà proprio qui in Sala del Mappamondo il prossimo undici aprile per cui spero che lo sia anche in agenda cosa deve dire perché sappiamo che aprile poi sarà il mese delle
Delle feste di Pasqua insomma sarà un po'difficile ottenere attenzione presso dall'undici aprile mi sembrava
La data migliore prima delle varie vacanze
E in vista del prossimo avvio del semestre europeo il tema prescelto per questo primo per campare e quello dell'Agenda digitale europea antipatici penalizzanti saranno invitati a individuare gli indico uno degli indicatori l'agenda digitale quelle
E contribuire all'evento presentando Gideon Progetto una proposta per migliorare
Poi ci sarà una un altro incontro invece che seguirà barca e sarà un vero e proprio Accattone per la Camera e quindi vale a dire
Avevo sarà una chiamata di talenti per permettere agli sviluppatori di proporre e realizzare applicazioni con gli open data della Camera queste pretende la Camera ha un sito che si chiama dati conto Camera appuntiti
E metteremo a disposizione insomma tutti questi open data per i loro riuso e fare in modo che finalmente vengano usati venga sviluppate
Applicazioni e comunque proposte da parte di sviluppatori passeranno
Un fine settimana qui alla Camera sarà dal sedici al diciotto maggio l'abbiamo già fissata la data della procedere in quale aula
Ospitarli si potrebbe essere la nuova rete dei gruppi
E lo faremo il titolo sarà code fuori Italia et Montecitorio perché sarà sulla falsariga di coda con l'America è un colpo d'Italia ed è un marchio già registrato che diventerà un marchio della Camera
Volevo annunciarlo perché mi sembra importante che
Questo sia non sia solo un convegno che vinco uno dei tanti incontri che si fanno ma vorrei che sapeste che alla Camera c'è una particolare attenzione sui temi del digitale e per qui questo di oggi sarà
Molto importante ma vorrei che avesse un seguito e vorrei che voi partecipasse tutte le prossime ai prossimi incontri
Allora adesso
Il mio pane al pane che parla della libertà di espressione per seconda parte sarà
Moderato da l'avvocato Fulvio Sarzana parlerà del diritto d'autore detto questo non vorrei assolutamente
Tenerli separati per cui chi
Schedulato a parlare di diritti d'autore ma vuole esprimersi sull'attività di libertà di espressione nei tempi previsti quindi ovviamente di una strategia i tempi
Basta che alzi la mano perché ci bottone può intervenire dal suo posto perché tutti i microfoni sono funzionanti e vorrei che ci fosse un dialogo anche domande risposte o commenti anche da voi rispetto a quello che viene detto qui al padre
Adesso darei la parola a Paolo Gentiloni per primo che invito a a inaugurare questo panel è il il microfono quelli
Graziana
Scusate se poi il tram
Un
Cinquantesimo minuti duro
Andar via ma io mi ripromettevo non so quanti quanti minuti abbiamo Anna per evitare
Nettissimo
Ne abbiamo rispetto fino a mezzogiorno però corretto presentare l'intero e fino a mezzogiorno io farei che ognuno parla cinque minuti al massimo li possiamo fare per
Io mi ero appuntato diciamo alcune cose in risposta un po'alla domanda generale del del convegno cioè se servono nuove leggi
Premettendo naturalmente che con chi è qui in sala sa benissimo è molto importante lavorare per innanzitutto per l'attuazione di leggi che abbiamo prodotto
Negli ultimi anni non
Credo che abbiate tutti presente che ad esempio lo stato di attuazione
Del dell'Agenda digitale o comunque del provvedimento crescita
Due che
Se non ricordo male
Prevedeva cinquantadue decreti attuativi ministeriali o di concerto tra diversi Ministeri
E lui vede un enorme ritardo da questo punto di vista i numeri
Che ho letto di recente sono che ne sono stati atti su cinquantadue sono stati adottati cinque ventidue sono già scaduti quindi
Che abbiamo un enorme problema non solo in questo settore ma in tanti settori di attuazione
Secondo come ricordava la Presidente Polverini abbiamo un enorme problema di
Educazione
Perché è ovvio che i comportamenti illegali di cui parliamo non nascono in rete ma la rete riflette la situazione della società
Sulla l'impossibilità di nuove leggi io la metterei così che cosa non serve certamente
Perché la prima regola credo in questa materia per un Parlamento e di non fare danni come io ripeto da molti anni
Allora il primo non servono iniziative di legge che nascono su una base emotiva
Ho visto se non ce l'ho capito male che l'ex ministro Dalia che quando era senatore si era fatto promotore di una norma
Piuttosto severa qualche
Settimane fa ha riconosciuto che quella norma era assolutamente
Sbagliata
Dunque non serve che anzi è un errore trasferire le logiche dei vecchi media sulla Rete
Ad esempio posso si possono fare due esempi non mi dilungo tanto i presenti sanno di che parliamo
La legge sulla stampa non può essere trasferita china in automatico
Su internet perché si provocano dei disastri essendo che le cose sono completamente diverse
In secondo luogo se ne parlerà Choir date parecchio nelle prossimo periodo del prossimo anno due anni la par condicio giusta o sbagliata che sia
Forse comunque necessitante di una Jordi un aggiornamento
Ma comunque in questo aggiornamento stiamo attenti a non immaginare che possa essere applicata almeno nella sua logica dei minutaggi di queste robe qua su internet perché
Solo un pazzo potrebbe immaginare una cosa di questo genere
E i tentativi che ci sono stati l'ultimo che io mi ricordo furono forse delle presidenziali francesi ricordare tutti il gioco divertentissimo che
Ha fatto divertire
Internet in tutta Europa hanno degli pseudonimi attribuite ai diversi candidati
Ungheria Olanda e ripetuta la Rete nel mondo parlava molto di più udienze Poldi quanto sarebbe stato se gli exit poll non fossero stati
Vietati
Che cosa invece
Può credo essere valutato
Certamente
Nuove norme nei confronti di specifici reati
Io so che Alessandra insieme a a
Altri colleghi del PD ci sta lavorando proceduto in questo stamattina
Comunque io penso che bisogna
Guardarci con attenzione senza atteggiamenti
Pregiudizialmente negativi sapendo quant'è complicato io mi ricordo dal ministro
In quel caso era un decreto ministeriale fece un decreto sulla pedopornografia
Quindi che cosa c'era di più ovvio fu molto complicato porle la compilazione di blacklist la collaborazione tra le polizie postali a livello europeo cioè bisogna stare attenti a non essere delle Italie no quindi io penso però che ci sia uno spazio che io personalmente come ho detto ad Alessandra ci guardano con attenzione possono servire norme di principi
Nel messaggio della Boldrini si ricordava all'iniziativa per l'internet Bill of rights portata avanti da Stefano Rodotà da tanto tempo
Il il Governo di cui facevo parte firmò un accordo con il Brasile su questa cosa di cui abbiamo parlato in questa sala poi con
Con i brasiliani
Qualche settimana fa ma queste norme di principio sono per di natura globali non possono venire a un singolo Paese quindi noi non abbiamo come Parlamento grande ruolo infine e concludo
Non voglio invadere il panel successivo però alla domanda servono nuove leggi
Forse dal mio punto di vista l'interrogativo più grande che io mi pongo riguarda proprio il il Pannella del seguente che siccome noi
In teoria essendo i parlamentari siamo quelli che le nuove leggi dovremmo farle forse anche utile dare un'opinione su questo
Perché possono servire sì per il perseguimento di specifici reati nuove leggi guardiamoci dentro Colle avvertenze che oggi che ho detto prima
Scoppierà ex
Certamente noi abbiamo fatto abbiamo siamo di fronte parte proprio in questi giorni non ci sono le pubblicità in RAI non so se l'avete vista della
Della nuovo Regolamento Agcom e della sua
Partenza ci sono i target lo spiego valuteranno nei prossimi giorni
Da allora siamo di fronte a comunque una cosa un po'audace cioè un Regolamento che in qualche modo
Regola una delle cose più importanti che qui ci sono aprire la discussione internazionale tra Parlamenti
Senza un intervento neanche di principio diciamo così di legge delega da parte del Parlamento
è colpa dell'Agcom ma fino a un certo punto no devo dire che l'Agcom cioè quindi con la D'Angelo che faceva parte dell'Agcom precedente
Il nella scorsa consiliatura si fermò a un certo punto sia per dissensi interni sia perché disse o il Parlamento cita
Un frame in cui un via libera in cui inserire il nostro Regolamento pure noi ci fermiamo un attimo
Io diciamo tra le tante risposte possibili alla domanda del nostro convegno servono nuove leggi
Direi grande prudenza sulla libertà di espressione e
Vediamo adesso perché il regolamento sta cominciando vediamo come funziona
Ma che il Parlamento non dica la sua almeno in termini di principi da rispettare su un tema come quello che non metta anche dei quattrini sull'azione positiva
Per
Promuovere il download illegale perché uno del
Parliamo sempre la legge a doppi come di un mostro la legge a tutti era un mostro che è stato poi corretto dalla Corte costituzionale francese dal punto di vista repressivo ma aveva una parte costruttiva diciamo così per la promozione
Del da uno dei legale che ha avuto un certo successo però quindi quando si dice leggi io credo che si debba considerare non solo l'aspetto punitivo ma anche in che modo
Lo Stato italiano incentiva i produttori di contenuti a quell'azione di promozione dei contenuti
Legali in Rete che è indispensabile perché altrimenti torniamo se cose velleitarie le cose velleitarie sono pericolose come quelle emotive e come quelle sbagliate io ricordo nel due mila cinque il famoso decreto Urbani
Che tutti voi ricorderete che è un esempio classico di norma velleitaria no definire un reato
Il il
Il download illegale in rete
è rimasto una wishful thinking no poi nessuno ha mai applicato ed è stato dimenticato come tante
Norme quindi nel servono leggi il copywriter uno dei temi credo hanno fondamentali grazie
Grazie
Io
Allora passerei la parola ad Andrea Romano che anche lui ampolle milionario volevo chiedere
Polo di interi ce ne sarà ancora un po'ok perfetto benissimo
National minimi dinanzi
Dazio Graziana grazie a voi per questo invito e Mattia invece invado deliberatamente il campo del panel successivo nel senso che
Vorrei svolgere questa breve riflessione proprio il tema il diritto d'autore
In realtà facendo anche la parte di quello un po'arcaico nel senso che non mi occuperò diritto d'autore per quanto attiene al campo digitale o non nello specifico di citare nel campo di internet ma dal diritto d'autore come dire tradizionalmente inteso perché
E
Nello specifico la riflessione che vorrà fare sarà appunto quella sul
Su come necessario cambiarla l'Islam più generale sulla tutela del diritto d'autore in Italia
Partendo da un punto che però a una relazione molto forte con il tema di discutere di cui discutiamo oggi nel senso che la libertà d'espressione la libertà di circolazione
Delle idee interne anche a che fare con la libertà di creazione di contenuti e con la libertà di circolazione
Di questi contenuti laddove solo per fermare i vostri entusiasmi la libertà di creazione di contenuti e anche il diritto di tutelare la creatività che da critiche che produce quei contenuti e come dire
Che si tutela anche se non soprattutto attraverso il rispetto
Delle ricompense come dire delle dei compensi che sono
Attesi e tenuti da chi verso chi appunto qui prof contenuti produce perché ho fatto questa riflessione generale perché
Punto io insieme niente colleghi del mio gruppo insieme anche ad altri parlamentari di altri gruppi parlamentari
Stiamo lavorando da tempo ad una riforma della tutela del diritto d'autore in Italia che finalmente dico devo perizie la storia del diritto d'autore in Italia rendendola simile Alli Stendhal che esistono
In gran parte se non tutti i Paesi europei tranne l'Austria perché dico tranne l'Austria perché solo in Italia in Austria di fatto esisteva una situazione di monopolio
Ovvero esiste un unico ente il soggetto che ha riconosciuto non di fatto ma appunto formalmente da una legge come l'unico soggetto deputato a tutelare il diritto d'autore così soggette naturalmente la SIAE verso il quale
Io no alcunissimo sentimento se non di rispetto e di appunto anche grande devozione verso la qualità non nord lo dico senza alcuna ironia verso la qualità dei suoi professionisti la sua ramificazione territoriale eccetera però sta di fatto che l'Italia
In Italia questo campo è ancora disciplinato da una legge che risale al mille centoquarantuno norme novecento novantuno ottantuno sessantuno manicomi mila centoquarantuno
Il che anche soltanto per questo titolo rappresenta certamente un problema
Dico soltanto l'Austria oltre all'Italia perché ovunque in Europa
Il diritto esiste la libertà del singolo produttore di contenuti siano essi contenuti teatrali musicali un punto informatici artisti la libertà del produttore di
Associarsi ad una consueta con la chissà e che quindi una società che tutela raccoglie i proventi che derivano dal diritto d'autore
Cos'ha a che fare questo a diciamo questo arcaismo legislativo italiana col tempo discutiamo ci
A che fare appunto con questo tema laddove è evidente a mio parere che
La libertà di circolazione di contenuti come dicevo poco fa è anche legata alla libertà che degli averi ogni produttore di contenuti diversi pioppo e riconosciuto un compenso anche soprattutto quando è piccolo perché la situazione di cui parlavo poco fa è una situazione che ha creato in Italia
C'è una disparità anche nelle forme della tutela di fatto laddove i grandi produttori di cultura quelli mi diranno tutto di contenuti così più forti che possono vantare
Appunto una maggiore solidità sul mercato sono enormemente più difesi da quello stesso soggetto a discapito invece dai io Camere quindi a coloro che si affacciano questo mercato disponendo magari di maggiore creatività d'arma di minori
Dal mio ma di minori strumenti di protezione
E il ruolo del mio cane non lo devo dire a voi è particolarmente importante soprattutto nel settore di cui parliamo città dove la creatività su internet si alimenta soprattutto di
Come dire di idee che nascono fragilissime nascono pelate e che quindi devono essere
Devono vedere
Come dire a portata di mano la possibilità di avere
Una soddisfazione anche una soddisfazione in materia
Vi do alcuni numeri tra i tanti che sui quali appunto avevo lavorato per produrre poi una proposta di legge che è stata presentata il Parlamento naturalmente ha avuto il sostegno di molti parlamentare che non associati a scelta civica e che dovrà essere un e che che rappresenta l'assoluto con calcio d'inizio
Per senso che poi sono convinto che il tema della riforma
Devo tra il diritto d'autore dovrà essere oggetto di sforzo trasversale delle forze parlamentari così come anche lo sforzo del Governo che già interessato al tema che sono sicuro si farà promotore di iniziative
Alcuni numeri che danno immediatamente l'idea di come questo campo non si arcaico soltanto nella sua come dire fonte legislativa ma anche nella sua realtà
Basti pensare che appunto
Circa l'ottanta per cento degli associati alla SIAE paga più tasse di quanti non siano i proventi che incassa dalle sue produzioni per appunto dai suoi dai suoi contenuti e contenuti che produce così come all'incirca al settanta per cento
Del peso
Della sia io sia incentrato sui produttori musicali piuttosto che sugli altri produttori questo è un dato di fatto conseguenti alla sua azioni monopoli non certo prodotto da una cattiva volontà della sia che tra l'altro
Le voglio riconoscerlo oggi con molta chiarezza avuto negli ultimi anni avviso degli ultimi anni un processo di come dire salutare razionalizzazione di quelle
Come dire
Discrasie chiamiamole così amministrative che ne avevano appesantito il funzionamento degli anni passati dopo un paio di commissariamento la SIAE sotto la presidenza Gino Paoli
Con anche l'immissione di nuovi professionisti che la stanno guidando certamente dal punto di vista amministrativo per lo meno
In più trasparente e più difendibile di quanto non fosse più in passato e tuttavia rimane il limite legislativo di questo monopolio limite che deve essere superato anche per le ricadute che può avere sul tema di cui parliamo oggi perché
Ripeto e concludo insomma la tutela
Della
Creatività
E io credo un principio fondamentale non soltanto per quelli che hanno a cuore la produzione culturale italiana laddove
La ricchezza italiana in campo culturale non è solo quella del patrimonio che abbiamo ereditato da chi ci ha preceduto di situazioni che ci hanno preceduto ma anche e soprattutto la libertà di produrre cultura la libertà di produrre cultura soprattutto quando si piccoli
E infine concludo davvero io sono convinto con un con molti altri colleghi che una europeizzazione degli strumenti attraverso i quali si tutela il diritto d'autore anche al di là del campo punto digitale avrà inevitabilmente ricadute positive anche sul tema di cui discutiamo oggi perché un
Un creatore di buone idee in campo teatrale e musicale
E più generalmente artistico ha certamente questo strumento di cui parliamo oggi a disposizione e quindi deve avere a monte la tutela dei propri diritti per far vedere finalmente la libertà di esprimerli adeguatamente questo fondo campo grazie
Ok grazie mille allora
Siamo già intervenuti su tutti quei temi
Darei la parola prima Quintarelli e poi a
A latina signore voi sarete voi state restate qui restate qui il sette Clifford benissimo all'orale stando all'onorevole Moretti è pronta con il suo intervento prego
Grazie tanto buongiorno grazie dell'invito grazie di questo di questa opportunità che ci date sommari per far capire la la direzione
Che rischiamo prendendo e anche il lavoro che in questi mesi abbiamo abbiamo fatto un lavoro di
Di confronto su questa
Proposta di legge che è stata una proposta anche molto molto criticata giustamente criticata da dai mondi
Che in parte si sono sentiti in acciaio tira da una nuova normativa che che forse è stata anche spiegata male e che quindi insomma oggi invece abbiamo modo di dirlo straparla
Illustra la meglio ma prima di arrivare al punto che ci ha come dire indotti a a lavorare a cominciare a lavorare su su questi temi vorrei ecco subito
Così sgomberare il campo da una
Da un errore somma da una possibile interpretazione io e e i nomi somma Francesco Sanna ed io e i tanti che a questa legge hanno contribuito
Non non l'abbiamo fatto di certo insomma per
Autodifende arcidi un parlamentare un politico sa difendersi molto bene insomma non non sminuire amo insomma il lavoro
E stiamo portando avanti dicendo a si agite
No perché siete attaccati ma insomma siamo attaccati da una vita giustamente spesso e quindi
Non è che sia ma queste cose qui ormai
Non non non ci fa neanche più paura fa parte del gioco fa parte suolo che abbiamo mi spaventa molto di più
Quando sono attaccati soggetti deboli che non hanno gli strumenti come abbiamo noi di difendersi e io credo che il nostro sia un dovere morale prima e poi un dovere politico poi
Perché facciamo i legislatori quindi dobbiamo promuovere l'azione legislativa al nostro compito è anche questo sia quello appunto di
Fare in modo che
Alcuni
Diciamo esserti di un uso distorto anche della la Rete possano avere delle conseguenze
Negative pericolose su chi ancora non ha gli strumenti per per difendersi ora questa questa proposta di legge non introduce nessuna nuova figura di reato
Non ha introduceva balie in onda l'limita affatto la libertà della Rete che deve essere e deve rimanere tale ma cerca di velocizzare uno strumento di difesa di rendere più facile e agevole accessibile gratuito uno strumento di difesa codificando lo uno strumento che già esiste
Cioè il ricorso al Garante della privacy che oggi è già soggetto che agisce
Molto bene nella nella nella difesa appunto nei confronti di soggetti che SISS che diciamo così sono stati
Diffamati attaccati ingiuriati anche in
In Rete
E la proposta di legge cerca di dare soluzioni veloci cioè chiede un intervento rapido nelle ventiquattro quarantotto e settantadue ore nei casi più complessi
Intervento che evidentemente a tutti voi sa sapete bene che la magistratura non può fare in tempi così rapidi perché l'azione penale insiste
Esistono regole penali sul terminal diffamazione dell'ingiuria quindi ricorso
Al giudice ma sappiamo bene che la giustizia non da la celerità di del del procedimento e quindi si tratta semplicemente di offrire
E di codificare uno strumento che che già esiste in particolare
Non si prevedono filtri preventivi né alcun obbligo di controllo da parte dei provider o dei gestori
Dei contenuti ovviamente diffusi avrete
Ma soltanto un onere di attivazione per rimuovere espressioni violenti ingiurioso diffamatorie mediante una specie dica procedura d'urgenza appunto modulata sui tempi molti contratti molto veloci che sono i tempi di internet
Internet è veloce la rete è veloce immediata bene anche la lo strumento di reazione ad una
Tra virgolette
Pesa anche ricevo deve essere altrettanto altrettanto veloce
Quindi si presuppone una prima istanza che è un un'istanza e di adesione spontanea al gestore della pagina cioè io ti chiedo di rimuovere spontaneamente il contenuto
Dell'hard che che io ritengo lesivo della mia dignità e soltanto nel caso in cui ti rifiuti di adempiere a questo invito io chiedo in quarantotto settantadue ore che sia il garante
Per la privacy di
Sollecitare nuovamente l'invito
Tra l'altro io il ricorso al Garante diventa secondo questa normativa un presupposto necessario per ricorrere poi l'azione penale e questo ha un effetto deflattivo
A una funzione di tutela anche di chi agisce opere in internet
Contro forme di azione di corso all'azione penale assolutamente infondate e strumentali
Per cui se tu non ti voce alla alla al garante per la privacy prima non potrà mai per esempio denunciarli penalmente quindi è un filtro ulteriore che si
Che si offre
Non si abolisce in alcun modo l'attuale regime di anonimato tracciabile che consenta a ciascuno di non palese alla propria identità e avrete pur consentendo ovviamente alla magistratura la polizia di accertare l'identità
Dia di chi abbia commesso dei diritti on line e si tratta quindi di un regime che bilancia nel modo più equo la libertà di espressione in rete con l'esigenza però di accertare anche i reati commessi perché anche in rete si commettono reati
Come si commettono nella società
E abbiamo specificamente previsto una capitolo sui minori
Nei casi in cui il minore si apra un profilo sul social network dando false generalità i genitori possono chiedere l'oscuramento al gestore anche qui si chiede spontaneamente al gestore di rimuovere i dati
E se queste ovviamente non adempie spontaneamente i genitori possono ovviamente rivolgersi al garante che perfetto perché faccia appunto
Nello stesso c'è perché chieda appunto l'adempimento e della della
Della rimozione quindi c'è una prima richiesta di adesione spontanea c'è un ricorso poi al garante che ha un effetto immediatamente deflattivo sul ricorso poi al giudice penale e cioè la parte sul diritto all'oblio e all'aggiornamento dei dati
Questa è una delle delle delle dei paragrafi
Più significativi perché nel caso in cui archivi telematici di giornali riportino notizie ormai superati da fatti successivi
Per esempio una soggetti indagato poi prosciolto con formula piena insomma ed altri sono gli esempi che potremmo fare l'interessato può chiedere prima il titolare del sito
E poi soltanto in caso di inerzia il garante che in margine all'articolo sia segnalata per esempio l'esistenza di sì di sviluppi successivi dei fatti
Ciò consente non soltanto di tutelare l'interessato da notizie pregiudizievoli che si siano rivelate poi infondate ma anche di migliorare la qualità dell'informazione
Che in questo modo risulta sempre aggiornata ed esatta si prevede poi la possibilità anche di richiedere la De indicizzazione
Da parte di motori di ricerca esteri nel sito sorgente di notizie sempre pregiudizievoli
E ormai risalenti nel tempo che sei giusto non rimuovere e peraltro altrettanto opportuno non mantenere perennemente accessibile da qualsiasi motore di ricerca
E quindi abbiamo comma
Fondamentalmente ecco codificato una procedura e quindi dato attuazione piena ad una procedura che già è in essere ascoltando molto con grande attenzione quello che c'è stato quello che c'è stato detto da
Dai più importanti dalle più importanti realtà associative professionale accademiche della Rete Facebook Google certo sull'Ina ex Save the children Telefono azzurro
L'Associazione nazionale dei giornalisti insomma abbiamo abbiamo incontrato moltissimi operatori
E che ci hanno detto due cose fondamentali nel corso di questi incontri la prima è che ci vuole un'educazione digitale e quindi il coinvolgimento delle scuole nel promuovere l'educazione digitale
E la seconda che vi è una grande condivisione degli obiettivi e delle finalità del testo
I caschi per esempio segnala Buso di Twitter e Youtube alla nuova modalità segnalazione sociale di Facebook perché permette di segnalare episodi di sei debolissimo direttamente persone terze
E sono fondamentali quindi ci dicono che questa proposta va nella direzione giusta
E nello stesso tempo ci danno però un avvertimento cioè non possiamo delegare la questione soltanto a Paoli si sa aziendali
Ad imprese private che operano comunque per un legittimo scopo di lucro la responsabilità finale di bilanciare di tutelare la libertà di espressione
E allo stesso tempo la dignità personale anche le forme del diritto mite che questa normativa prevede
E deve rimanere una prerogativa del legislatore e quindi ascoltando e recependo le indicazioni che ci sono venute da questi mondi tecnico frode quale abbiamo grandi stretto
E stato inserito un capitolo ad hoc nella normativa sull'educazione
Digitale un articolo che prevede una progettualità nella formazione di nuovi individui
Digitali consapevoli responsabili e rispettosi ora un esempio che mi è stato fatto all'inizio della del percorso insomma di confronto
E da uno somma da un esperto di diritto ci digitale mi ha paragonato internet alle automobili
Dice auto sono strumenti che possono essere usate bene o male poi prendere una macchina per andare a lavorare
Oppure puoi prende una macchina per dopo esserti ubriacato e per uccidere persone a decidere non è lo strumento automobile ma l'utente automobilista ecco questa proposta
Con questa proposta non vogliamo mettere semafori limiti di velocità divieti di sosta rimozioni forzate vogliamo indicare una strada un percorso
Che non significa disincentivare l'uso dell'automobile in questo caso l'uso della rete ma significa evitare incidenti significa dare lo può Mita a chi non si può difendersi di difendersi per esempio gratuitamente perché io devo portare mia figlia o mio figlio che è stato il risultato
No sui intero devo portare necessariamente da un avvocato io faccio l'avvocato vado contro mi interessa perché devo spendere quattrini per o no
è per una di fronte ad una richiesta di querela per diffamazione di ingiuria perché
Io lo prevedere come legislatore che tutti possano difendersi anche gratuitamente se lo vogliono poi se voglio fare la denuncia unite io ore ma sappi che la denuncia per diffamazione la puoi fare solo se ti sei rivolto prima al Garante attraverso una procedura gratuita che non ha costi
E poi se non aderisci spontaneamente a quello che il garantiti invita a fare allora posso rivolgermi al giudice penale
E questo ha un effetto deflattivo importantissimo sul carico dei procedimenti penali di cui si ingolfare sono incolpati nostri tribunali Prato una giustizia che non funziona
Che non funziona in tempi in tempi rapidi e certi quindi questa legge nasce dalla volontà di tutelare coloro che sono sì più esposti e ho visto che ce ne sono ce ne dobbiamo tutelare
Che internet rimanga una un un un territorio straordinario di diversità e la e la storia che volevo citarvi quella di Lina questa attività tunisina che ha denunciato per prima
Il regime
Di di Ben Alì una del
Delle poche Blocher però chi usa il proprio volto che usa il proprio nome che non usa pseudonimi per denunciare penali ci mette la faccia
E l'altra però è la storia drammatica di questa ragazza manda tolda
Che si è ammazzata dopo che è stata INPS insultata per mesi e spinta
Al suicidio come riusciamo a bilanciare questi due diritti il diritto alla libertà di espressione
E il diritto però a stare in internet a starci liberamente tutti ci vogliamo stare perché molte donne non posso io non credo che varate
La io non credo che l'internazionale sia un giornale contro i siti internet e contro la Rete internazionale ha recentemente pubblicato
Una un un un servizio bellissimo dove dice internet in cui le donne non solo me venute a mandare esse una giornalista denuncia
Una serie di violenze subite via internet come facciamo di luglio bilanciare io credo che sia compito del legislatore
Trovare un bilanciamento equa tra questi due diritti e lo facciamo con grande umiltà
Con grande senso del limite e delle inadeguatezza che abbiamo anche dal punto di vista della conoscenza io per prima mi metto a disposizione di chi politica ne sa più di me e ringrazio Paolo ringrazio
Stefàno che appunto ci daranno i loro contributi per migliorare questo testo però non è che cambiamo tutto per non far chiaramente è sempre stato la storia dobbiamo cercare di trovare le soluzioni più adeguate per dare delle risposte ad un problema che ormai
è un problema diffuso è un luogo quello di interrati utilizziamo tutti la rete la utilizziamo strumento straordinario che facciamo politica utilizziamo moltissimo però
Non pensiamo annui
Che siamo dei soggetti privilegiati anche nel modo in cui riusciamo a difenderci pensiamo a chi
Le difese le tutele non LEA pensiamo a chi i bambini devono essere adeguatamente
Formati perché possano utilizzare la rete in maniera consapevole rispettosa voglio ringraziare da a questo proposito e chiudo davvero sono stato anche troppo lunga
Due colleghe la senatrice Ferrara e Micaela campana una deputata che stiamo lavorando su una normativa sul set del bullismo un tema che appunto prima
è stato anche richiamato nell'intervento della nostra Presidente Laura Boldrini sono due colleghi che stanno con le quali ci stiamo
Confrontando anche noi su su questi temi che ringrazio per il il
Il contributo ecco così come ringrazio tutti per il contributo che vorranno dare ed è qui i prossimi mesi grazie
Stiamo entrando nel vivo della
Del tema perché l'onorevole Poretti a ha proprio
Messo il dito nella piaga Doria passerei la parola prima Stefano Quintarelli e poi Antonio Palmieri e intanto inviterei Juan Carlos De Martin ad dedichi vederli prima fila ed è arrivato da Torino ad avvicinarsi
E poi c'è si sempre faccio successo granché attivi problema che
Stavo guardando stavo guardando il come fare ma mano che si liberano i posti oppure li posso spostare io pregevoli evitano nella storia
Allora concedeva a farlo
Alessandra Moretti c'era il passo al collega Attili di vedere
Allora viene viene al tavolo massima antiche vicepresidenza Commissione Difesa della Camera
E Juan Carlos De Martino qui alla mia destra
Prego Stefano Quintarelli grazie buongiorno tutto il

Beh io penso che intanto il fatto di essere qui è un fatto positivo o no perché
Fava Paolo prima il convegno sull'internet governance questo poi barca Antonio
Poi l'accattone cerchiamo di fare entrare questi temi qui è un fatto positivo
Credo che sia anche
Una cosa giusta dirci quando non siamo d'accordo in modo chiaro io sono pesantemente in disaccordo con l'intervento dalla mia collega che mi ha preceduto
Io sono non sono un giurista quindi
Lascerò che sul tema giuridico si esprimano i giuristi
Io sono un tecnico prestato all'attività legislativa
Che ha bazzicato un po'questi argomenti da circa un decennio
Essendo stato uno dei fondatori dell'Associazione italiana degli internet provider è anche Presidente Associazione e fondatore di tuttora Ambro del Direttivo immeritato l'Associazione italiana
Per la sicurezza informatica e dell'Associazione italiana dei professionisti sicurezza informatica quindi
A me quello che preme i il punto tecnico gli impatti che punto tecnico porta poi certo sono anche un cittadino e quindi e sono anche un padre e naturalmente
O delle opinioni quindi parlare un po'di entrambi questi aspetti comincio con ricordare e difficile perché dopo tipo dieci dodici anni punto non sono più nuove tecnologie sono nuove per tanti forse
Sfortunatamente ma non sono nuove in assoluto
è difficile dire qualcosa di originale che non sia già stato detto
La comincio con ricordare che
Ogni nuova tecnologia
Le persone che si avvicinano da più da meno tempo tre recentemente a queste cose ogni nuova tecnologia comporta una difficoltà sociale di adattamento no
La collega Moretti Alessandra prima era che ricordava l'automobile e l'esempio dell'automobile però non è che noi mettiamo le telecamere e i posti di blocco a cento metri di distanza dalle banche
Per intervenire se c'è stato un furto
Ecco
Le automobili quando sono nate Inghilterra c'era il rebus Wang acta
Cioè una legge che stabiliva che le automobili dovessero andare a due miglia all'ora precedute da una persona con la bandiera rossa capitava sventolare diceva perché arrivavano questi mezzi pericolosi
E seguito come da un codazzo c'è tra è indubbio che occorre occorra fare educazione
Educazione oggi non penseremo mai cioè
Ve lo dice uno che ha rischiato di morire in automobile non penseremo mai di applicare una regolamentazione così restrittiva sulle automobili e perché
Poi le regole ci sono già le regole ci sono già per tutte le norme ci sono già per tutti allora
Qualche giorno fa
Ho letto un commento a
Forse era Comitato comunicazione della Camera tu riportato un un dossier Anna dove c'erano riportati dei Twitter che erano stati che e c'era qualcuno che scriveva
Non veniteci a dire a rompere le scatole qui questo è un posto dove le regole dello Stato non valgono non c'era questo era il tema in uno dei più questo non c'è nulla di più falso allora continuare a dire che non ci sono le regole
E che non si può intervenire da alle per alle persone di un'idea che effettivamente sia così cioè diventa
Non so non non vorrei dire un incitamento ma tanto meno
Ma
Una deresponsabilizzazione del personale esperto regole che esistono
Credo che sia emblematico il caso dell'ex Ministro Candy e no che è stata insultata on line tante volte
Ricordo che nel primo caso
L'insulto avendo un venerdì sera e lunedì mattina la persona era in carcere
Allora
Cioè i tempi i modi per intervenire ci sono
E
Mi Ninni mi preoccupa un po'
E certo c'è il tema del ministro rispetto la persona che una persona normale c'era un bellissimo articolo di Gramellini che raccomandava l'esempio di due biciclette rubate una da Agrigento
E l'altra Pavia quella di Pavia non non Forze dell'ordine non sono intervenute quella di Agrigento
In cui sono intervenuto in tempo reale diceva e sulla base di questi semplici dati indovini quale delle due biciclette apparteneva al Ministro della Giustizia
Il evidente però quello è un problema che prescinde è un problema che prescinde
Se effettivamente
C'è un costo io questo non lo so non sono un giurista per intraprendere una querela
E questo limita i fatti e il gli ha gli eventi di quella
E questo accade lo stesso con la posta elettronica se noi togliamo il costo la Posta Elettronica le nostre caselle sono invase da spam se noi togliamo qualunque costo e trasferiamo incarico
All'Autorità garante della privacy io conosco l'Autorità garante della privacy e sarà sommersa da segnalazioni perché come non c'è bagno d'Italia dove sulla porta non ci siano degli insulti
Non c'è il sito web dove non ci siano degli insulti e se tutti questi finiscono all'Autorità garante della privacy poi si ritorna in quel tema lì che è un tema di discrezionalità
Per cui l'insulto alla persona blasonata verrà seguito e gli altri
Decine di migliaia al giorno e non verranno seguiti quindi io non credo che quella sia la strada la strada giusta ecco
Perché non abbiamo un'impressione io credo che non abbiamo l'impressione che il fenomeno on line sia maggiore di quello che perché il digitale ha come effetto si porta come conseguenza non essendoci
Gli attriti e le barriere del mondo fisico che tutto è disponibile sempre ovunque
Per cui ogni suo ultroneo offesa ogni ingiuria
Ogni critica è accessibile all'interessato cosa che non è nel mondo fisico dove deve recarsi nel posto
E questo ci fa dare un input secondo me ci dà un'idea che ci sia una maggiore quantità di queste cose rispetto a quello che avviene nel resto della società io non credo che sia così
Sono mi preoccupa il fatto dei tempi di intervento i tempi di intervento
Sono stato un convegno un po'di tempo fa dove qualcuno auspicava dei tempi di intervento per la rimozione di contenuti inferiori allora
è evidente che se ciò lo sto in della partita di calcio pirata il titolare dei diritti della partita di calcio
Vuole che siano rimossi appena la partita inizia ma chi è che può giudicare compiutamente ciò
Perché è chiaro nel caso della partita di calcio magari è ovvio ma nel caso di una partita di calcio di seconda divisione siamo proprio certi che è chiaro il diritto
Come faccio sempre da giudicare in meno di un'ora mi sembra un po'dice io come l'impressione che
E questo devo dirlo riscontro anche in famiglia
Che c'è quest'idea per cui con la tecnologia si può fare tutto che con la tecnologia si possono prendere delle decisioni certe intervenire non è così la tecnologia è uno strumento come tutti quelli della società e ci sono degli affetti di bordo
Dove non riesco a intervenire
Ricordo che quando fu eliminato una
Ci fu un commento entusiasta
Dell'allora Presidente giacché Valenti dell'aria che diceva bene adesso abbiamo eliminato master finalmente partirà il mercato
Sorrido uso la parola florido dei contenuti digitali come se quello fosse il problema e non il fatto che la disponibilità del mercato dei contenuti digitali
Io ricordo che parlavo con un amico che si occupa di tutela dei diritti
E gli dissi che secondo me quello che sarebbe accaduto e che Bitton Rent perché all'epoca era una roba che bisognava essere degli atti al per usare perché funzionava solo scogli solo sul comma line eccetera tutto diventerà una roba molto semplice
Questo è l'aspetto è un effetto quando io metto una barriera da qualche parte
Questo l'effetto che si produce
Credo che abbiamo visto tutti o con molti di noi avranno visto scritto sui muri in Turchia otto punto otto punto otto punto otto il numero del di annesse
Dico Ugo al
Per poter aggirare il blocco di Twitter è stata la più grande azione cioè Erdogan se voleva trovare un modo per insegnare il turchi che cos'è il D annesse ha fatto la più grande azione di insegnamento perché l'ha fatto in tempo cioè e di paga adesso hanno
Hanno cominciato a manipolare il funzionamento del di annesse ed emesse quella roba che quando io faccio il numero di telefono banalizzo per il telefono mi fa parlare con Antonio Palmieri e non con Anna Masera no cioè di strada la telefonata
Allora che cosa fanno per soli dirigono quelle cose verso come se ci fossero vere sesso impostate delle grandi deviazione di chiamata per evitare che le persone possano arrivare
Attui tra Youtube e le persone si stanno attrezzando l'imparare e diffondere come funzionano i le lady PN e a fare software facile
Per evitare che questi blocchi accadono cioè ogni tentativo di porre dei limiti si porta dietro cioè se quella è un'esigenza si porta dietro un una soluzione tecnica contava Paolo il tema della pedopornografia la pedopornografia
Intanto
Io credo che
La blacklist fatta sul
Pedopornografia sia servito molto a togliere alle persone che non sono attivamente interessate alla pedopornografia la
La
Il il fatto di di vederle di incontrare questo materiale questo è un fatto positivo
Cito
Ci fosso possa uno evita di inciampa ci per caso
Di certo non è stato quello lo strumento che ha agevolato le forze dell'ordine
Nel contrastare la pedopornografia ha funzionato molto di più il tracciamento delle transazioni finanziarie che vengono fatte quando le persone pagano comprano eccetera e consentono di andare a prendere chi commette i reati di andare a beccarli
Ecco io credo che questo sia un approccio da favorire rispetto al precedente
Quindi non tanto cercare di mettere delle barriere
Alcune barriere mi rendo conto sono necessarie ragionandoci
Ci sono alcune fattispecie nuove su questo sono assoluto d'accordo con ecco con la collega Moretti con Alessandra
E il su il il tema della
Dell'indicizzazione dai motori generalisti degli articoli che riguardano persone su fatti che sono ormai passati sorpassati questa è stata una proposta dove con Carlos
Che OCCAR lo sa benissimo io feci Amercia qualche anno fa quindi trovo perfettamente allineato qui ci sono alcune fattispecie nuove dove qualche adattamento può essere fatto però il tema sul tema delle barriere dei filtri
Io credo che non ci sia nessuno al mondo in grado di intervenire e di prendere una
Un una decisione
Ragionevole nei tempi e che che le norme prescrivono e che questo si possa prestare a degli abusi o semplicemente del fatto
Che alla fine si forniscono sempre siamo ha precedenza perché casi i numeri di case appunto è enorme
Per metter personalmente poche possono permetterci anche del G reca alternativamente
Penso che va beh dicevo prima le norme esistono
E dare pubblicità alle sanzioni che vengono applicate
E gli interventi di successo perché ce ne sono veramente tanti da parte delle forze dell'ordine quando vanno a punire questi eventi non solo per il ministro ma anche per il semplice cittadino perché ripeto succedono ecco penso che dare evidenza di questo sarebbe altamente istruttivo
Senza perché Ikenna passione trattare alla pane antenne per niente
Ringrazio
Io vi ringrazio per avermi voluto qui mi scuso per il ritardo saluto a nome di tutti Paolo Gentiloni che a sua volta altrove perché questa così sono fatti riuniti
Vedo che c'è qui in sala un un folto pubblico
E credo che molti altri ci seguono dall'intero quindi saluto le persone che sono qui ed è persona che ci seguono via web grazie alla Camera
Siccome mai accettare caramelle disconosciuti mai fare l'intervento se non sai chi hai davanti
E sapendo che voi non sapete sono io che lo dico non interesse nel solito classico senso parlamentare
Ma esattamente l'opposto che deciso sapere chi non sia io ma volesse perché siete voi posare la mano chi è un giornalista in servizio permanente effettivo cioè qui per lavorare parte Arturi Corinto cos'è nessun giornalista l'ok questo insuccesso AOC grazie grazie grazie
Ok
Chi studia internet per professione per passione qui okay grazie grazie ok grazie grazie
è una società anche pagati per questo almeno in parte centodiciotto a sopperire a questo allora corposi rompono studenti
Ok grazie grazie per fare
Adesso che e e gli altri presumo che sia gente non sapesse che cosa fare lunedì mattina che mi sia capitata qui per caso oppure tutti amici l'organizzatore Fulvio Sarzana a questo hotel partecipanti secondo tale ma
Ho ci siamo adesso che ci siamo vivamente conosciuti chi vuol sapere di me mi trovo evidentemente su quanto Antonio Palmieri punto it chi
Il mio accanto Hitler
Antonio Palmieri non farlo faccio la domanda
Fantini seguente lettera
Nessuno ok il testo con grande per grazie allora per tutti gli altri questa sera quando tornerete le vostre case date una carezza ai vostri cari e mi raccomando chiocciola Antonio Palmieri soprattutto se
Converrete colpisse intervenite per quello di sentire quello che sto per dire
Non le sto per dire è fatto di cinque emesse
E di tutte e tre suggerimenti operativi cinque premesse che io ripeto da dieci anni
Io sono on line da mille novecentonovantacinque nonno lo splendido cursus odore un Di Stefano Quintarelli o diciamo la la la la presenza della Rete ormai da diciannove anni
Con la politica grazie alla politica e però mi sento appunto di condividere con voi questo discorso che da dieci anni faccio
E e costo appunto ex Primo la legge devo dire sono corretti entrava
Come dicevo
Così tristi mai di regolazione totalmente d'accordo Mita e quindi mi riservo di leggi o proposte nel dettaglio però credo che la legge
Non è il rimedio per ogni problema anzi spesso essa stessa generatrice di problemi
La seconda premessa dello condensati in un Twitter non sapendo appunto da stadio di Sarzana un po'lungo poi vedrò come tritacarne
L'altra premessa che è già stata detta cioè ma senza questa credo che il Comieco nostro intenzione poi finisca male cioè i guai non è un mondo a parte
Non è un mondo a parte e parte del nostro mondo e parte della nostra realtà
Non è virtuale e reale
Non è che non è secondaria che credo sia quasi defunto da qualche parte ma non è secondaria telai
Od se
Questa premessa credo che sia culturalmente per questo ho chiesto antichi studiasse internet culturalmente fondante qualsiasi tipo di approccio rispetto e tematiche della rete
Sì di conseguenza non esiste il Popolo della Rete esiste semmai un popolo in rete mal contati venticinque trenta milioni di italiani
Il Popolo della Rete cosiddetto presunto eh
No insomma seri minoranze attive che a volte emergono perché sono sostenuti da mediamente Stream penso al fatto
Sconfino ma solo parzialmente nella tavola rotonda successiva
Quando si sente la parola regole rispetto alla rete c'è sempre Chisso mi sorge e chi viene spalleggiato mediaticamente
Terzo il web e qui lo dico e so che
Non è la realizzazione sempre sempre messe anche utopia pluralismo non è il la realizzazione del sessantotto con altri mezzi nel senso che io degno di pace amore che all'inizio della Rete sembrava la rete potesse essere
Non è così perché essendo un pezzo di vita reale appunto è limitata e in perfetta dove il ventennale con vino quarto quei casi quinta e ultima premessa
Ovviamente lo ricordava prima anche Alessandra è chiaro che
La rete erano a Positano strumento è una è un ambiente dove ciascuno di noi può dare il meglio o il peggio di sé stesso
Ci sono persone insospettabili o sono come è noto tifoso interista
Che vanno allo stadio spero nessuno dei presenti si trasformano non avete visto Juan Carlos De Martis come si comporta allo Stato perché un grande tifoso della Juve ho inventato tutto non so se ci fosse lo dico perché dovrebbero vada lo stadio
E il mio lavoro sia il calcio però
Così ieri
E le tre
E poi ho chiuso le tre conseguenze appunto diceva da prima non servono vi legge non servono infatti specificato sono lieto che sentito ok non è questo il contenuto della proposta Moretti Sanna
E altri
Basta applicare quelle esistenti
Corollario di questa che abbiamo la Polizia postale parentesi dicendo e cambiarli l'aggettivo questo polizia perché elevate polizia digitale sono subito male però sono chiusa la parentesi ma affido il pacchetto sia più che l'attività di me
Non era Ministro all'interno di coniare una definizione più adeguata a quello che fanno e la Guardia di finanza sono bravissimi nel nostro Paese solo che ad un modello anche per altre
Pulizie gli altri Paesi secondo condivido serve una buona educazione la scuola avete già citata io credo che non ci sia un protagonista l'altra agenzia educativa
Fondamentale nel nostro Paese nella società nella quale viviamo solo i media soprattutto invidia Mestrino
E le loro propaggini vai o da questo punto di vista se è vero che ci deve essere
L'azione nel mondo della scuola ma è altrettanto vero che non non si possono strana sottrarrà questo per questo ho chiesto chi erano i giornalisti qui presenti in sala coloro che operano nei media
E che spesso fanno da cassa da risonanza a episodi che altrimenti sarebbero confinati a quei pochi che gli hanno visti dopodiché quel pochi succedono
Proprio spesso drammi con quello delle
Drammi che ha citato prima Alessandra
Ma qui il discorso si aprirebbe di molto per il punto coinvolge le famiglie coinvolge la scuola dove la persona Butcher coinvolge quella rete educativa accanto a persone che possono essere fragili
E che quindi devono essere sostenuti a prescindere
Dal fatto che vorrete allora da questo punto di vista l'azione dei
Dei media mainstream è io credo effettivamente importante decisiva recuperando un ruolo di agenzia educativa accorcia consapevole
Perché di fatto essi già lo svolgono in modo inconsapevole io spesso non propriamente educativo l'ultima
L'ultima conseguenza
Ovviamente poiché alla fine siamo più esposti personaggi pubblici in generale io ho
O questo è l'altro anche con persone che sono della forza politica in passato anche pubblicamente perché
La non credo che solo
Siti sia la linea quella di una repressione tout-court il discorso che ci sono anche accorgimenti che
Le persone
Che sono più in vista possono prender per limitare arginare questi signori che si divertono a insultare e che spesso lo fanno per altro mostrando nome e cognome perché esso fanno su Facebook su Twitter spesso
Dando loro già le loro vere generalità che comunque sono facilmente recuperabili perché solo un vero esperto potrebbe occultare completamente la pentita on line dicevo l'ultimo
L'ultimo appunto l'ultimo suggerimento a questo qui usiamo gli strumenti che non ci sono
Dicevo prima sessantotto lui ad come realizzazione sessantotto con altri mezzi
Io non ho difficoltà io ho sempre moderato il commenti post attinente nelle mie nelle nostre pagine Facebook nelle nostre pagine nulla sempre
Così come o Andersen ci sono gli accorgimenti che gli stessi
Cercasi fornitrici mettono in atto per poter porre dei filtri in modo tale che quello altrettanti insultarlo sensazione di vedersi lui ma nessun altro lo vede
Allora sono strumenti di autodifesa per cui e di buona educazione perché ognuno in casa sua al diritto di
Porre e anzi Bosi imporre le proprie regole
Non credo che l'insulto libero sia lo strumento che favorisca il il dialogo e quella opportunità clamorosa che la rete offre di ascoltare prima di tutto e di dialogare e di rispondere
Però al tempo stesso è anche vero somma che non possiamo pensare
Di
Fare come si pensava una volta allora io ho finito qui non appena capirò quale Ash accusare ripeterò tutto non a beneficio vostro che avete preso dirigente nota con sprezzo del pericolo dimostrando una consistenza
Culturale terrore ma Ampera appunto per condividere un ragionamento e per invitare con i quali dissentono sono d'accordo con me a continuarlo per l'appunto on line
Ma continuare insieme la discussione vorrei raccontare tanti aneddoti su come personalmente con la mia presenza on line mi comporto nei confronti degli insulto attori
Ma vi dico solo uno per chiudere il sempre parlando da interista una sera mi ha insultato un signore su Twitter
Allora suonato vedere chi era
Verso dei dati disse e quindi quali quello appunto l'interista allora io gli ho risposto ICE traguardi commento di metà del tu privato delle
Guardi
Il io dispiaccio per su come un atteggiamento poi
Saccomani da un interista sono Marmolada faccio accorto poi intanto date sono poi
Ha fatto un Twitter scusandosi ma al di là di quello
Spesso e chiudo su questo che riguarda il documento e la politica primariamente il fatto comunque di favorire un'interlocuzione positiva perché ha la tessera esse disposto l'insulto con l'insulto come purtroppo qualche collega fa
E anche qualche giornalista fa perché il tema è che se è un pezzo della vita se questo non è separato dalla vita reale io manca ritagliare vado in giro dicendo
Insultando le persone e dicendo sono in dissenso posta Moretti Sanna egli apostrofo no neanche gli accento neanche sottolineo faccio
Mi confronto con loro cercando di ragionare e trovare se c'è un punto di arrivo in Comune o se non c'era e stando ciascuno la propria idea quindi morale della favola andiamo avanti con i nostri lavori insomma
Stasera fatte quella cosa farà tornare tra casa del grazie
Le lampadine a fare la lista che appartante antenne per
Termini è abbonato e mai a rendere
Noto
Scusa scusa abbiano spiegato amici non comprano i libri
Cioè non si fanno le gare i libri ma li comprano allora io compro di volta in volta in abbonamento in edicola rivista così sono più utile la rivista dei scrissi di abbonarsi rito più soldi datata perché la copertina Peric appartiene a censure lecchese nel web
Benissimo grazie mille posso dire una cosa ovviamente in tutto questo io sono convintissima fa una proposta Moretti Sanna non c'è nessun intento di censura
E rivendico il diritto di ogni parlamentare di presentare proposte di legge che ritiene più utili per la comunità
Questo lo dico perché quando si fanno proposte di legge in questo campo mi ricordo fin dai tempi della nostra ex Gabriella Carlucci
Anche lì la mano occorre la pistola il popolo riguardi insorgere i giornalisti i media mainstream li sorreggono
Come si confondendo peraltro proposta di legge come dice la parola proposta con una legge già effettiva confondendo le idee alle persone che pensano già di livello
Nel mondo del Grande Fratello non quello della televisione a quello vero
E facendo quindi un pessimo servizio alla politica e alla verità la realtà mi taccio per questo l'ho dimenticato ma ci tenevo a dirlo
Chiaramente inviterà naturali coerente il giornalista è nei fatti gravissimi sana a salire sul palco con me così Paina invita filtrare le domande che arriverà darei la parola
A
Massi Martini vicepresidente della Commissione Difesa della Camera prego
Grazie
Io vi ringrazio anzitutto perché
Non sono direttamente per i lavori parlamentari competente del settore comunicazioni per quanto la difesa
Nella colonna o nella parte riguarda la protezione dei dati e quindi quel tipo di
Settore del gas del delle le problematiche tecnologiche ma
O
Per fortuna o sfortuna questo da da vostra valutazione un background che mi permetto di avere una
Discreta conoscenza dell'argomento perché nella mia vita precedente c'è un anno prima un anno fa scusate mi ero un provider un'azienda che faceva però questo di mestiere e ho visto l'evoluzione in questi ultimi dieci anni
Quello è stato il settore e venendo qui
E guardando quelli erano i temi da trattare cioè il fatto di questa ad espressione e della difesa di diritti d'autore
Mi sono chiesto come mai oggi
Siamo arrivati qui e
Le motivazioni del di una delle cose fra l'altro oggi proprio qua dentro in vigore cioè il Regolamento dell'Agcom
La questione
Indubbiamente seria
Per un semplice motivo perché noi
E con questo Regolamento si poteva farlo continuiamo a
Tracciare un percorso di controllo di censura che è rimasto anche in questo Regolamento
Io negli anni quelle ho sempre visto fare da un punto di vista legislativo applicato hanno proposta di legge hanno ma è sempre stato quello di cercare di dare un controllo di tipo verticale ha una struttura come internet che assolutamente orizzontale
Tutte le regolamentazioni il collega Quintarelli prima diceva quando suo pulito Napster la battuta mi feci io in ufficio dissi uscirà tranquillamente un altro strumento che ci permetterà di fare le stesse cose
Questo Regolamento non fa altro fare questo ieri perché l'ha visto in televisione quello spot del del
Detrazione entrata in vigore del regolamento dell'Agcom era imbarazzanti ho spento la televisione ho spento la televisione per la rabbia nel vedere la stessa modalità di comunicazione che era stata applicata anche a questa solo al proprio anche a questa
Problema
Dov'è il punto per tornare sugli argomenti della libertà d'espressione e poi anche sulla parte dei diritti
Se io vado a demandare
Aldo notorietà
Che non è
Come dire
Riconosciuta a livello costituzionale cioè un qualcun'
Prima si parlava di reati reati tendenzialmente non devono essere neanche per me in prima istanza trattati da una autorità e non è giudiziaria
E
In più trasferisco l'onere del controllo a soggetti privati come provider
Questo è assolutamente imbarazzante io so cosa vuol dire ma non perché io sia nessuno ma
So cosa vuol dire avere a disposizione i dati degli utenti avere a disposizione le caselle di posta della disposizione cosa ne pubblicato dagli utenti
Ed è eticamente
Spaventoso che sia
Un un ordine a un ordine di un'autorità ad armi il compito di dovere monitorare costantemente non non tratto la parte dei costi che sarebbe solo a voler parlare di un settore particolari ma parlo della parte
Che riguarda proprio la libertà d'espressione
Che non è per come la vedo io la valutazioni di chi mi risulta o meno
La libertà di espressione e la possibilità di poter pubblicare contenuti che possono essere devono rispettare demente dei criteri di legalità
Ma che non devono essere il fatto che io commento un posto un blog perché non siamo solamente blogger ci sono anche altri tipi di strumenti ci sono anche la parte commerciale c'è una parte di business che è importante
Quindi
E questo mi preme fanno notare perché qui siamo in Parlamento qui siamo nella
Sede demandata poter fare leggi speriamo
Deve nel tempo perché il tempo per fare leggi di iniziativa parlamentare ridottissimo
E non entro in questo punto ma
Di introdurre leggi che vadano a regolamentare in maniera diversa e definire anche i compiti dell'Autorità garante che al momento ha diciamo così una definizione abbastanza fumosa
Che ci diano la possibilità utilizzare quelli sono gli strumenti costituzionale cioè sono fa un reato c'è una un'autorità giudiziaria che in nei modi definiti dalla legge fa
Risolve questa controversia mi spiego io
Tutte queste problematiche anche di tempistica allora cerca o dell'oblio perché effettivamente anche il fatto di poter nascondere o eliminare certi dati io per esperienza personale vi dico
Che già con le leggi vigenti è stato possibile in tempi rapidissimi eliminare su richiesta direttamente l'interessato determinati contenuti
Quindi TIR il gas
Dire il ragionamento che mi va di fare è che questo Regolamento nella forma che è stato impostato che da oggi è attivo tutela alcuni centri di interesse
Di lobby da un punto di vista mediatico di ministri
Ma non dà la possibilità a questo Paese di sfruttare cosa che altri Paesi hanno fatto cioè creare i nuovi modelli di business soprattutto nella parte che riguarda internet abbiamo gravi carenze strutturali e questo è lampante io
Da
Nervo diciamo così da
Tecnico informatico quando mi ritrovai in Olanda quattro anni fa con
La tecnologia più bassa andava a cinquanta megabit in download e ventitré in upload
Ed era una di essere normale rimasi imbarazzato perché nella valutazione di speed né a chi c'era scritto peggiore del cinquantatré per cento le connessioni della della nazione quindi Grimaldi mi rende la pelle d'oca mi sono tuttora
Ma non è solamente la parte di gatto e tecnologico che ci azzera confronto ed altri Paesi
è il fatto che queste regolamentazioni e concludo
Non danno effettivamente tutela perché se io demando ad un provider il controllo tutto questa situazione Diodato ai privati il controllo tra libertà d'espressione delle persone
Lo stesso vale per la parte di contenuti
Perché qui si pensa e questo
è un esempio anche la modalità di comunicazione
Dello stesso gruppo parlamentare nostro può essere buona o cattiva ma basata anche sulla diffusione della comunicazione del fatto che non si debba demandare a una determinata persona quel tipo di comunicazione che l'autore con l'amante dell'organizzazione che
Il consigliere riuscita delle del diceva prima cioè l'autoregolamentazione della rete dei livelli che automaticamente si
Come dire si
Norma Lizzano ecco questo è una una cosa è per esempio le nostre modalità di comunicazione abbastanza
Elevata una un ultimo appunto io volevo far notare a tutti come
Proprio la parte di
Pirateria soprattutto la parte musicale è stata si è abbattuta
Notevolmente io lo vedo proprio anche nelle persone che
Fanno perché se dato un'offerta completamente diversa
Questo è una parte che nel
Regolamento lacunosa
E indichi in via di principio quindi questa parte ovviamente tutela chi di certi contenuti detrae attualmente un beneficio ne ha tratto un beneficio negli ultimi dieci anni
Ma
Non permette di sviluppare niente di nuovo in questo Paese e quindi quando si parla veri Gatto DVD capacità di poter sviluppare nuovi business in Italia se poi si vedono provvedimenti come questi è naturale e questi Gatto rimangono
Inoltre sempre per trattare di quelle sono la parte
Delle violazioni penso alla
Pedofilia eccetera giustamente prima si trattava la parte di transazioni finanziarie cioè di seguire doveva il il soldo diciamo così di trovare qual è l'entità finanziaria che
Il
Fulcro di questo tipo di di di sviluppi io
Quando i provvedimenti mi chiedevano come mai tutto questo spam come mai tutta questa generazione del fatto fate solamente il conto di quante
Di quante sono i flussi che possono monetari che girano dietro a questo tipo di messaggi e poi capirete perché c'è questo tipo di lavoro e quindi non si può agire anche e penso a quella
Possibilità
Solo sulla parte repressiva finale
Ma
Compito del legislatore e di chi regolamenta questo settore dovrebbe essere quello di trovare
L'origine del problema
Perché se io riesco a sviluppare un milione di euro tutti i giorni da quel tipo di flusso e naturale o anche la potenza economica di poter fare qualsiasi tipo di lavoro da un punto di vista tecnologico grazie
Grazie
Senza
Scusate mi non voglio ripetere la stesso può modalità di intervento di Palmieri giusto per dire mera divennero possibilmente ma
Questo tipo di proposta di legge è già stata presenta alla mia collega li Ursic in Commissione
Comunicazioni e in vigilanza RAI e hai già fruibile per i primi commenti il problema sarà calendarizzato grazie
Allora siamo
Frangente l'allarme attiene interventi della
Primo giro di interventi e Paesi spero che avrete partecipare canina venti al ventidue tendente al pubblico promessa mancare antenati mi è stata chiamata in casa d'Adda
Aveva eventi peraltro
Per il centro mentre professato eternit in edilizia del centro nel sette ritenete siccità prego
Grazie grazie anche per l'invito
Una brevissima definizione Centrone casa sui tante società che è un centro di ricerca pubblico del Politecnico di Torino che studia internet
E rivolgendomi anche l'onorevole Palmieri su via internet la maniera più oggettiva laica possibile
Col tentativo di capire capire le potenzialità e dei problemi e quindi dal punto di vista anche normativo
Siamo commi e di principio non potrebbe essere diversi completamente aperti a interventi normativi a tutelare i diritti di chiunque quindi
Il centro non extra per definizione come centro di ricerca ovviamente laico riaperto a qualunque proposta purché sia basata chiaramente sul metodo razionato analisi dei problemi che possibile basata su dati effettivi
Quindi a questo punto di vista cento Nesta fatto ricerche su internet non pubblicato pochi giorni fa
Da presenze allo studio sulla presenza delle università italiane sui social media sui tre su Facebook
Per una volta buone notizie perché ministeriale effettivamente
Strane esce piuttosto bene danno anche però fatto cosa che normalmente centri di ricerca fanno di meno c'è per esempio non ho risposto consultazioni sia nazionali che internazionali quindi hanno risposto consultazione a livello europeo sua neutralità della Rete
E sul Copyright consultazione che si è conclusa
Poco più di un mese fa avuto centodiciassette mila risposte a indicazioni quanto importante il tema del diritto d'autore non solo agli all'italiana ma anche a livello europeo
Quindi da questo punto di vista che ho accolto con molto piacere l'invito dell'onorevole mettili confrontarsi sulla bozza della proposta di legge
E io non sono un giurista sono un ingegnere informatico e quindi non entrerò sull'aspetto giuridico in senso stretto MIP prende permetto solo di dire che nella bozza di ben visionato noi
Il non in particolare un nostro giurista avvocato brindisino riscontrato forti problematicità dando però piena disponibilità onorevole Moretti per cercare di risolvere queste programmi Cipro problematicità della bozza che abbiamo visionato noi in particolare
Oltre al resto ci sembra delicato potenzialmente pericolose estendere
Dare a un'autorità amministrativa poteri in questo ambito qualcosa dobbiamo già anche criticato in un contesto completamente diverso relativamente alla bozza di Regolamento Agcom che verrà discussa nel secondo panel se qualcuno interessato
A conoscere la posizione del Cetrone sui nostri giuristi sulla Regolamento Agcom che entra in vigore per poche ore sul nostro sito come sul sito dell'Agcom trova le nostre argomentate posizioni
Ciò detto tre
Parole per il mio breve intervento metodo tecnologia educazione raramente al metodo servo lo diceva anche l'onorevole Palmieri che in Italia
I nostri giornali nostri media hanno la tendenza due o tre anni a questa parte che se c'è la parola se c'è di mezzo Twitter o Facebook qualcosa che non sarebbe mai una notizia
Riguardasse un telefono cellulare unto il telefono apposta accetta diventa notizia efficiente una pagina
Questa è una reazione alle nuove non nuove tecnologie di cui parlava Stefano Quintarelli speriamo passi presto perché distorcente e perché un fenomeno
E se negativo negativo che capiti con qualunque mezzo tecnologico anche con la lettera anonima non necessariamente contro i tre con Facebook quindi questo tende a creare un clima
Oggettivo a mio avviso di leggera
Leggero eccesso si parla di questi temi tant'è vero che molto spesso quello che paghiamo Cindy casi concreti
Molto specifico molto spesso parliamo dello specifico caso tragico avvenuto in un atto civica parte d'Italia molto più raramente se c'è una città non studi
Come se non ci fossero gli studi e localismi ci sono cito un caso su tutti il lo studio sui la relazione tra adolescenti e internet
è un campo di studio che almeno dieci anni l'onestà di Harvard ha fatto molti studi in questo ambito studiando la relazione che cambia nel tempo perché cambiano e tecnologia cambiano gli adolescenti sulla relazione tra conoscenti
E internet una delle sue ricercatrici che lavora anche a Microsoft alla Boyd appena pubblicato un libro sul rapporto tra internet adolescenti tra l'altro libro liberamente e lecitamente scaricabile online quindi l'invito se leggete l'inglese scaricarlo inattesa
Della di una traduzione in italiano quindi e sempre in questo spirito di questo ambito per esempio sul sacro Bulk Succi per bullismo sa di studi specifici nel cercare di capire quanto è ampio quanto importante come si confronta col fenomeno d'del bullismo che molto antecedente
è un'espansione è un rimpiazzo di vecchi mezzi con nuovi mezzi per cercare appunto di perimetrare il problema è capire
Esattamente le sue caratteristiche quindi
Il mio invito da DAT cittadino anche un po'da da ricercatore da e da ingegnere e innesti un primo passo e di studiare CPP scientificamente possibile il fenomeno cioè andare oltre gli aneddoti e casi per quanto tragici
Andare oltre a studiare il fenomeno
Il secondo punto e di capire a questo punto una volta identificato il problema capire se le leggi esistenti sono in grado di di contrastare il fenomeno nel caso in cui di un fenomeno negativo in maniera efficace oppure no
Magari si su certi temi si tratta solo di applicare meglio leggi esistenti magari invece perfettamente possibile che
Se necessario un intervento normativo che introduca qualcosa che aggiunga qualcosa
Noi lo ospitiamo in diversi ambiti perché non anche nei problemi che sono oggetto di questo di questo incontro
Per definire l'intervento normativo però l'invito che che farei e quello che dal momento che gli interventi in questo ambito come anche nell'ambito del secondo pane toccano diritti fondamentali
E un sarebbe un'ottima idea tratto coerente con l'argomento di cui si parla fare un processo partecipativo che onorevole Moretti ha iniziato a fare perché appunto ha citato diversi soggetti con cui si è già confrontata ma la invito ad andare ancora oltre l'esempio e di questi giorni
In Brasile i nostri amici colleghi di dire la Regione eroga di Brasilia di San Paolo alla porta avanti per quattro anni
Una coinvolgimento la società civile conto aiuto del Parlamento in particolare col relatore della legge che vi sto per citare Alessandro Molon
Legge si chiama così vile che è una legge quadro sull'intervento che diversi aspetti questo coinvolgimento che la società civile durato quattro anni ha coinvolto migliaia di persone ha prodotto centinaia di di poco menti proposte emendamenti incontri pubblici e questo è non soltanto un voler mettere in pratica ciò che normalmente predichiamo noi partecipazione dignità come partecipazione ma anche proprio perché internet a differenza di altri mezzi di comunicazione a la caratteristica di essere particolarmente fluido
E quindi interventi attivi sui interrata una probabilità di produrre effetti non desiderati molto più alta degli altri mezzi cioè pensiamo intervenire sono specifico punto e poi ci accorgiamo legge fatta che era il tali effetti indesiderati cenno spillover in altre direzioni
Che poi è difficile controllare quindi questa il suggerire una un intervento partecipativo forte e l'assenza di fretta
Penso sia molto importante proprio perché stiamo parlando di internet
La seconda parola d'ordine la tecnologia sono ingegnere informatico però molto scettico sul fatto che la tecnologia se la soluzione tutti i nostri problemi
Però effettivamente tutti noi osserviamo che
Balsamo interfaccia quella che compare sugli schermi di molti di voi magari in questo momento Facebook l'interfaccia progettata molto accuratamente per ottenere determinati risultati
Particolare atti click di laica maniera tale da massimizzare introiti da pubblicità
Sul lato destro lo schermo allora e e che è un dato di fatto che
Venisse progettate in maniera un po'diversa quell'interfaccia potrebbe dissuadere da determinati comportamenti
è molto difficile nel senso che facilissimo cominciare a suggerire bottoni da mettere a destra sinistra a una società privata col risultato che poi venga fuori un disastro però è un dato di fatto che su Facebook c'è un tasto laiche non c'è un tasso di laica
Ci son date su Amazon sofisticatissimi husky sistema di commenti di Amazon tot con con l'americano
Io posso dire che la recensione di un libro non mi è piaciuta e quando valuto le recensioni per decidere se compra un libro meno
Un commento vedo quante per altre persone l'anno di ritenuto positivo o negativo alla su Facebook il fatto che ma anche la possibilità di segnalare il fatto che un commento sia anche soltanto non mi piace ma potrebbe essere più sofisticato poté dire lo trovo insultante lo trovo ingiurioso
Questo potrebbe essere una cosa dico quanto meno si può parlare con le in grandi piattaforme a mio avviso
Tra l'altro anche in altre piattaforme c'è la possibilità di votare giù qualcosa CID di indicare un uno sgradito mento non soltanto gradimento quindi questo è un è una è una strada delicata ma su cui pensano che si può ragionare e comunque faccio presente
Che già ora sia su Facebook su Twitter per limitarsi alle due su socialmente più più così più discussi in Italia ci sono già adesso possibilità nell'interfaccia per bloccare le persone ritenuto offensivo che semplicemente stand bloccarle
O addirittura semplice decidere su Facebook di non avere più alcun contatto con quella persona quella persona virtualmente scompare dal nostro mondo Facebook sono funzionalità che per vari motivi non sono note a moltissimi utilizzatori di questi mezzi
Che però di nuovo si potrebbe invitare Facebook come Stati facendo in questo periodo ricordando le settaggio di privacy fosse avete ricevuto anche voi quella schermata che dice
Tante e tanto tempo che non modifiche che settaggi privacy cosa vuoi veramente fare vagamente lo potrebbe fare dicendo ti ricordo che in caso di persone tessile eccetera è possibile bloccarle
E fa sapere bloccarli nell'immediato e far sapere a Facebook qualcuno si sta comportando in maniera aggressiva ciò che porta al terza la terza key word che quella che già tutti ha citato
Perché anche per il lavoro che faccio mi sta particolarmente a cuore quello dell'educazione
L'educazione è vero in generale per molti problemi italiani
Ricordiamo che in Italia il quarantasette per cento degli italiani sono classificati come assorbiti funzionali
Il sessanta per cento italiani secondo l'OCSE fanno fatica a leggere un articolo di giornale corredato di una semplicità bella e dire cosa significhi
Quindi ricordarci lo specifico caso italiana che vi ricordo è significativamente peggio di Francia Germania altri Paesi con cui andiamo confrontarci
E è innegabile che il web quindi questi ultimi vent'anni ha dato uno strumento di comunicazione oggettivamente molto potente delle mani di persone che molto spesso non hanno gli strumenti cognitivi per capire quello che stanno facendo
Da questo elemento non scusa a nessuno ognuno responsabile le sue azioni
Ma questo vuol dire che lavorare per
La cultura degli italiani tout-court è comunque dovrebbe essere una priorità politica di altissimo livello
E in ogni caso si dovrebbe aggiungere in questa cultura italiana e la componente specifica sua cultura digitale
Perché ci sono delle peculiarità del digitale che oggettivamente non c'erano quando c'era soltanto la carta stampata quindi far capire che conteneva che settaggi ciò che io dico sì Facebook e pubblico lo posso vedere milioni di persone e può avere un impatto sulla vita delle persone
Una specifica componente che dovrebbe essere aggiunta del curriculum a tutti i livelli dalla scuola inventare fino a livello universitario
Proprio perché non è mai successo prima non è mai successo che milioni italiani adesso questa potenza comunicativa che da una parte è un sogno antico realizzato un sogno di libertà di espressione
Sognato per da secoli almeno dal seicento e d'altro canto la libertà non è assoluta libertà ha dei limiti di giusto che abbia dei limiti
Però mentre fino a quando parlavo al bar o parlavo casa mia non mi dovevo esercitare sui limiti di questa mia libertà dispersione
Il pubblico si in pubblico devo capire quali sono le conseguenze etiche di ciò che dico
E quindi rendermi conto del perché
Nel Codice penale ci sono cose come la diffamazione provato a fare un sondaggio faccia come studenti universitari
E chiedere loro che cosa la diffamazione in senso tecnico vi assicuro che novanta nove su cento non ve lo sanno dire vagamente intendono molte persone voglia di insultare
Ma spiegare che si tratta di dire certe
Sette persone non lo sanno ve lo garantisco
E quindi ci vuole uno sforzo specifico ed è facile parlare di educazione
Ma infinitamente difficile realizzare un progetto educativo di questo tipo molto più difficile tempi lunghi ritorno politico molto più debole però è straordinariamente importante grazie
Grazie fra l'altro devo dire che ho partecipato al corso rivoluzione digitale del professor Donati nelle occorso veramente dovrebbe diventare un modello in Italia per segnale digitale nelle scuole e appunto come si utilizzerà un po'come prendere la patente
Allora mi sono stati chiesti di altri interventi salari dei do subito la prima pazienza di datemi cinque minuti ancora perché abbiamo l'ultimo intervento che è l'unico giornalista in sala mi sembra di aver capito se non
Quante ce ne sono l'anno
Due ter adesso per lui è prenotato per parlare a questo parere quindi rappresenterà tutti è iniziato da un po'sotto accusa per il fatto per il ruolo ruolo diciamo
Alla cassa di risonanza che hanno messo nei miei confronti delle persone su quello che riguarda tutti fatti che riguardano internet vengono amplificati magari in maniera anche un po'stravolta per cui
Accolgo l'occasione per spiegarvi chi era quanta dichiarazione Di Corinto per chi non lo conoscesse il giornalista di Repubblica che però
Assegnato alla Sapienza addirittura cominciato a Stanford insegnare prima di lavorare poi anche per la Presidenza del Consiglio come esperto di comunicazione di interazione Badinter da sempre
Un po'come anche ci riconosciamo da tantissimi anni
E quindi sarà qui anche per aiutarmi a oltre a per fare un intervento conclusivo del di questo di questo primo padani affittare un po'poi dopo degli altri interisti perché abbiamo poco tempo e poi ci sarà un buffet
Che vi accoglierà prima di cominciare secondo pane prego Arturo
Grazie Anna
In realtà è il rapporto tra media e libertà d'espressione pluralismo dell'informazione assai complicato
Se dovessimo cominciare qui penso che non non non finiremmo mai perché poi in Italia sapete che abbiamo un grosso problema di concentrazione monopolistica dell'informazione
E che anche i giornali più serio ormai scrivono le notizie soltanto quando c'è il timbro del magistrato oppure fanno gossip oppure infatti ci sono delle notizie
Che si presuppone interessano tante persone perciò semplice mi consenti
Proverei a inquadrare questo tema all'interno di un tema più ampio perché nello specifico se dovessi parlare del rapporto tra media
E libertà d'espressione dovrei parlare delle del problema che abbiamo delle querele temerarie
Cioè io ieri sera sono stato minacciato indiretta radio radicale data Francesco Posteraro un signore che fa il commissario Agcom indicato da dall'UDC e un partito che oggi farà neanche il due per cento
Che mi ha minacciato perché dicevo delle cose che vi piace cioè molto semplicemente da mi aveva subito ha detto se pensi queste cose Cile un tribunale altrimenti no no e
E quindi sapete che questo
Per me la dice lunga su quello che non si intende la libertà di espressione in questo Paese come intendono tra l'altro
I commissari dell'autorità delle garanzie delle comunicazioni la libertà d'espressione insomma no se quarta che così un giornalista che magari sono artificio retorico per dire
Quello che gli altri penso che il giornalista non deve dire semplicemente quello che pensa lui deve riportare un po'l'opinione pubblica
E e quindi a cose molto complicate una legge forse sulle quelle tenera forse
E ecco qua eh
A proposito di di quello che diceva lattine c'era io sono molto fiducioso in questo nuovo Parlamento per due motivi primo perché
Finalmente si è abbassata grandemente l'età che c'è un grande numero di donne brave perché mentre se ci siano tante donne lontano non perché sono donne ma perché sono brave
E che forse far fare questa questi due elementi fanno il paio con l'inclinazione multi tasche in via informatica di Matteo Renzi
Che tra l'altro nel giorno dell'insegnamento onestà detto Presidente segretario del partito
Ha bastonato Agcom fortemente fortissimamente dicendo che ha lavorato molto male non so se ve lo ricordate se c'eravate all'Assemblea eccetera
E per questo oggi mi sono sentito un po'disorientato quando il portavoce di Giacomelli che ahimè se n'è andato come pure il portavoce della Boldrini
Sono rimasto disorientato quando ha applaudito conto di Giacomelli a questo Regolamento udito autore
Che secondo me non hanno capito bene
Però perché ad esempio di questo io mi auguro che nel panel successione parliate non lo posso fare io adesso
Città di rispiegare le persone come funziona il meccanismo di segnalazione perché i problemi cominciano da lì guardate perché quello è un metodo che se non è sovietico gli somiglia parecchio insomma comunque
Io penso che in generale ce ne sono stati degli interventi molto brevi stamattina e sono pronto a sottoscriverlo di Paolo Gentiloni ma anche quello di dicono Quintarelli mi è piaciuto molto
L'approccio dei del dell'attinica raccontato un po'una cosa importante che ha di rischio obiettivi e che Stefano Quintarelli ha detto io non ripeto
Però penso che non abbiamo in generale non solo questa mattina riflettuto abbastanza su quello che sia libertà di espressione qualcosa ha accennato a Andrea Romano
Finché parliamo da Turchia è facile indicare che cosa è libertà di espressione in quel Paese se parliamo dell'Italia ahimè non è più così tanto facile
Alla quando parliamo di libertà di espressione del mondo digitale non possiamo più limitarci a parlare di libertà di parola o della possibilità di accedere a un social network perché
Vende i nostri dati a qualcun altro in cambio di un servizio gratuito che può essere più o meno utile che comunque consigliato utile da chi lo usa
In Italia la libertà di parola non è soltanto libertà di espressione quindi ma in realtà in Iraq Paesi avanzati nelle Nenni Paesi ecologicamente avanzati
La possibilità di creare cose nuove da quelle conosciute questa libertà di espressione non è semplice poter dire questo mi piace questo non mi piace o criticare un parlamentare piuttosto che un primo ministro per fortuna queste cose le diamo per assodato
Se se ci pensiamo un attimo facciamo un salto indietro né nella storia la storia ci ha insegnato che le più grandi opere le espressioni artistiche memorabili le grandi invenzioni gli avanzamenti le conquiste sociali
Si sono avute laddove era più facile comunicare laddove erano garantite la libertà di espressione di informazione
Laddove potevano circolare liberamente informazioni delle conoscenze allora se dobbiamo parlare di leggi per il web o se ci poniamo la domanda giustissimo molto bello di questo convegno per il quale ringrazio gli organizzatori
Allora forse bisogna ragionare sul fatto che le leggi per il web ci vogliono ma per tutelare
La libertà d'espressione in rete
Per tutelare la produzione e la diffusione di idee che abbiano eventualmente delle gambe per camminare nel mondo e quindi produrre informazione conoscenza reddito lavoro progresso e così via
Ora
E in Italia noi abbiamo provato a fare anche io che si compone attività parlamentare vengo spesso in audizione in Commissione cultura trasporti eccetera parlo con tanti parlamentari ci sono tante belle leggi che sono stati proposte che però rimangono nei cassetti io mi ricordo le bellissime leggi sulla net neutrality proposte
Da da dal Partito Democratico da Vimercati gita ad esempio che fine hanno fatto le leggi sul software libero di Vincenzo Vita che fine hanno fatto la sono rimaste nei cassetti forse il caso oggi che si tirino fuori dai casi che si tenti sia una legge quadro come il marco civil di copriamo tutti parlato e finalmente mettiamo il punto su alcune cose qua dalle che l'idea che abbiamo elaborato negli anni vedo quante pubblica anche quelli che materialmente hanno steso quest'idea
La legge la nell'idea del Bill of rights
Somiglia al Mar così di il in realtà non sono il marco civil e ma così dice che si ispira di Lopreste abbiamo pensato noi italiani l'abbiamo pensato nove del primo nel due mila cinque l'hanno pensato due signori siamo Stefano Rodotà sia nello Cortiana
Firmato subito da altri due che si chiamano Walter Veltroni Manuel Castells allora a Tunisi l'abbiamo presentata questa cosa io all'epoca rinviano del manifesto a Tunisi figurati
Allora
Queste questa propone la cui peggio è nata tutta l'idea del Bill of Rights di cui anche Anna ma se ne sarà sempre testimone perché era una delle poche giornaliste italiani che seguiva queste cose all'estero nove insieme a noi
E abbiamo capito che ce n'era un'esigenza in tutto il mondo perché io do tratti di internet delle leggi che riguardano internet deve sempre avere un approccio transnazionale non può limitarsi al tuo paese
Non potenziale soltanto alle tue peculiarità culturali perciò queste il mio mio suggerimento
Le cattive né il giudice siamo sulle buone leggi sono rimaste sempre cassetto relative leggi siamo bravi capaci di portarle fuori
Quelle pessime leggi sull'anonimato che citava Antonio Palmieri prima che non abbiamo scoperto che veniva era stata fatta dall'avvocato della Carlucci perché voleva fare carriera dentro Univideo eccetera eccetera
Oppure le leggi sulla diffamazione on line che i nostri legislatori fanno finta di non sapere che già esistono leggi che puniscono di formazione on line cioè la sentenza la Cassazione di poche settimane fa
Quelle
Tante cattive leggi invece acquisiscono le luci della ribalta perché perché chiaramente i giornali che iniqua è colpa nostra
Cercano il sensazionalismo no cercano di
Di creare l'allarme per vendere far parlare di sei mettere avanti no questo quel giornalista
Se vi ricordate quanta fatica abbiamo fatto per impedire l'approvazione della legge bavaglio la famosa riforma delle intercettazioni che Alfano voleva per proteggere il suo capo partito all'epoca Berlusconi
Allora se vi ricordate la fatica che abbiamo fatto tra il due mila nove due mila dieci siamo andati in piazza abbiamo dimezzato le petizioni abbiamo parlato con i parlamentari abbiamo fatto di tutto per impegni
Perché dentro quella pessima legge di riforma di intercettazioni c'era una legge che
Obbligava qualsiasi blog amatoriale a rettificare le informazioni
Che proponeva e che magari lasciava
Che venivano ospiterà qualcun altro che non era il gestore di quel blog alla di immaginate che giro di vite enorme e questo qui
Io devo chiudere perché ho poco tempo un giro di tre norme rispetto a libertà di comunicare
Poteva immaginare che cosa significa quando si vuole una legge
Per impedire l'anonimato in rete una legge per la rettifica entro quarantotto ore di ogni parola che scrive su internet di una legge pesante sulla diffamazione che fa diventare tutti quanti editori di testate
Registrate
Quando pensare a queste cose pensare che i problemi sono tali e tanti che ci vuole un po'di intelligenza da trattarli io ho chiesto io e qualcun altro un anno fa abbiamo che sta Laura Boldrini di creare un tavolo di esperti dico consiglieri promotori della libertà di internet per raccontarci le cose che andrebbero fatti misurarci con i parlamentari finalmente dare a questo Paese una legislazione avanzata in merito e smetterla con questa cagnara che si fa ogni giorno
è chiaro che non risolviamo il problema di chi controlla il colore perché ahimè scusate se deve essere l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che
Interviene scavalcando il Parlamento
Scavalcando le leggi primarie dello Stato con un Regolamento che è brutto e dire poco inefficace dire il giusto problematico e dire
Quanto abbiamo paura guarda lì che la la cose e complicata il problema non è soltanto che chi deve garantire il rispetto delle leggi spesso non le rispetta
Cioè il problema vero che
Persone che si occupa di queste cose sono
Autorevoli sono competenti sono indipendenti che vogliamo fare e dite che i parlamentari non hanno nessun ruolo in questo guardate che dentro Autorità di garanzia
Ci stanno le persone che indica che voi vi partitiche che indicare voi parlamentari vi mettete d'accordo voi tutti spostare qua ad essa si Francesco Posteraro dell'UDC
Sta lì per un semplice motivo perché c'era un accordo fra avversari e l'UDC perché solo dove andare a coprire il tassello del Garante della privacy solo persona squisita meravigliosa degli voglio un bene pazzo però il punto è che i giochi dentro il Parlamento non questi qui
Sono questi per ora ad esempio la sua vogliono fare un nuovo Presidente dell'Autorità Garante alla concorrenza ma che ci possiamo mettere il Presidente in una sezione specializzata del Tribunale di Roma
Che ha sempre fatto delle sentenze favorevole a Mediaset scusate ma non si può ragionare così bisogna stare attenti individuare persone indipendenti neutrali competenti se nonché autorità sono già le autorità sono irresponsabili politicamente così dove andiamo a finire
Chiudo badate che per noi per noi
Autori che viviamo di diritto d'autore spiegare perché siamo contrari ai giri di vite sul copyright e sempre difficilissimo
Il punto è semplice che noi non vogliamo garantirci delle libertà a discapito delle libertà altrui cioè noi non vogliamo essere tutelati nel nostro lavoro a discapito del lavoro degli atti e delle libertà altrui
Il risultato del nostro lavoro in quanto giornalisti scrittori intellettuali è sempre un ibrido colto strano tra il talento che esprimiamo
E la cosca di usare quello che gli altri hanno detto hanno fatto scoperto raccontato il nostro lavoro come intellettuali
Riguarda sempre la capacità di combinare in maniera creativa degli degli elementi noti e riposa sulla nostra capacità di usare il patrimonio culturale preesistente quello che è di tutti
Il lavoro che risulta da tutto ciò e che è sempre il nostro lavoro è sempre risultato del diritto all'informazione all'innovazione alla ricerca alla critica
Che sono un altro polo del diritto d'autore perché insisto su questa cosa qua perché secondo me è emblematica delle altre questioni che stiamo affrontando oggi
Nel mondo e la credibilità questi diritti devo chiudere così questi diritti procedono insieme non possono non possiamo affermare che uno conti più di un altro la siamo consapevoli che l'industria culturale in crisi cronica
E che l'utilizzo abusivo delle opere dell'ingegno anche nostre danneggi profitti l'industria culturale mettendo a rischio quell'equilibrio precario
Tra la produzione di opere nuove e del ritorno economico che esse generano anche perché ci aiuta a portare questo apre al pubblico
Sappiamo benissimo che gli stipendi sono sempre più bassi saggi articoli docenza vengono pagate sempre di meno spesso al nero spesso fuori busta sappiamo che gli stagisti lavorano gratis e che dalla pubblicazione di libri non si ricava niente se non sono dei bestseller
Sappiamo pure che
Ma non sarebbe giusto farci pagare due volte il nostro lavoro quando come professori universitari rilasciamo un prodotto agli atti un'impronta accademica gli studenti che poi lo devono riacquistare per questo strano modo di funzione del diritto d'autore delle case editrici
E questo e qua chiudo veramente noi autori guardate non siamo contro l'Asia e mi piace molto l'idea di Romano
E di Quintarelli sulla SIAE
Non siamo contrastare ma riteniamo giusto chiederne lo svecchiamento noi non siamo contro gli editori ma gli chiediamo una giusta ripartizione dei diritti con gli autori
Noi non siamo contro l'innovazione vogliamo contribuire all'innovazione non siamo contro il diritto d'autore
Che tutela valorizzarli conosce il nostro lavoro siamo noi che crediamo siamo noi che produciamo questa predilige come facciamo a essere contro diritto d'autore che nasce come riconoscimento del lavoro intellettuale ma che scherziamo
Nel che non ci piacciono le regole che scavalcano il Parlamento e qui
Dico
Ritengo
Non chiediamo non chiediamo di cambiare il Regolamento secondo me questo Regolamento andrebbe semplicemente ritirato ci sono tre ricorsi al TAR del Lazio
E vediamo come va a finire il punto è che io vorrei che i parlamentari si impegnassero a conoscerlo meglio questo Regolamento a studiarlo e a verificare le tre proposte di legge che sono nei cassetti quelle famose proposta di legge buoni che diceva prima per capire qual è
Come si possono
Miscelare insieme per arrivare a qualcosa di utile
Noi ripeto non gli autori intellettuali scrittori che produciamo l'ingegno non siamo contro nessuno non siamo contro il regolamento subito dopo ore se servirà non siamo contro l'autorità semplicemente ci dispiace vedere la legge piegata interessi di parte
Io penso che i tribunali ordinari le forze di polizia già fanno bene il loro mestiere spesso anche bene ci citava prima Cazzola che anch'io potrei citare culo dai Boldrini
Presente in dei razzisti nazisti di storno fronte degli attacchi a ai a I parlamentare consigliere Partito democratico da parte dei fascisti di storni fronte
E allora dico che
Chiudo
Vi dico che quello che bisogna fare che bisogna intervenire a velocizzare le azioni di repressione ma l'operazione di educazione che citava De Martini e assai più importante ricordatevi una cosa
Pietre bastoni possono farvi male rompere di le ossa ma le parole sullo schermo possono farvi male solo se e fino a che glielo permette e allora quello su cui bisogna lavorare è proprio esattamente l'educazione rafforzamento delle persone che il digitale lo usano grazie
Ok grazie praticamente a anagrafica delle delle altane il però e si è prenotato Stefano Quintarelli e
Prenotate neanche voi pace Francesco Sanna
E prevedere analizzata benissimo e sentenze nel dire che da tre sei parla e comunque ne seconda panel per quei vita per esempio che è stata citata più volte avranno Depardieu raccontare della legge che è rimasta in cassetta fare
Non è terra
No prima volevo chiudere e mi sono dimenticato avevo avevo concluso dicendo che io preferisco pensare non ai controlli preventivi foto tragiche bensì alle sanzioni quando viene riscontrato qualcosa e a rendere pubblico queste robe
Il tentativi fatti di filtrare lì autorità apposito in Francia hanno portato i numeri prima che chiudessero l'autorità
L'unico lo dico e lo ricordo
A favore anche nel dibattito che ci sarà dopo sono stati uno un milione centocinquanta mila segnalazioni Alessandra un milione centocinquanta mila segnalazioni
Un condannato
Un milione centocinquanta mila segnalazioni un condannato quando toglie la barriera all'ingresso le segnalazioni che arrivano
Che poi questi fenomeni avvengano lo so in prima persona o ricevuto i peggiori insulti per il mio assenteismo causa malattia dalla Camera quindi magari
Però il fenomeno cioè e cioè sia che io lo voglia perché Mistrino che devono prenderli per i piedi in piazzale Loreto
Il queste cose con ci saranno persone che continueranno pensarle a dirlo fintanto che i media non faranno un'informazione corretta
Sanna prego
Grazie aggiungo qualche cosa ma
Come secondo firmatario dalla dalla proposta di legge sulla dignità della persona in internet
Che vuole servire a precisare meglio il senso interloquire con gli interventi che ho ascoltato e che per quanto ci riguarda penso di poterlo dire anche a nome di
Alessandra Moretti fanno parte di una fase di ascolto e consultazione
Che tenderemo a rendere anche pubblica come risultato nella nella relazione al progetto di legge che con oggi finisce la sua fase di primo drafting e che però potrebbe anche continuare nell'ambito
Difforme appunto di commento e consultazione
Anche col sistema di internet partiamo da dire che cioè una
Ideologia nel
Nel progetto di legge cioè quella per cui internet il più grande spazio pubblico che l'umanità conosciuto
Alcuni dei presentatori hanno anche nella scorsa legislatura nell'altra Camera presentato
Un del disegno di legge costituzionale per raggiungere un articolo ventuno bis alla Costituzione che introduce il diritto ad internet
Erano senatori del Partito Democratico visto che cinque stelle ha replicato letteralmente quel testo che è ovviamente recupera anche da un da uno studio un da un'intuizione dalle personalità del mondo giuridico che
Politico che hanno studiato e hanno la maggiore sensibilità su questo su questo tema quindi noi partiamo da queste essendo internet un diritto di tutti
Noi dobbiamo
Questa il corollario pensare a come ci stiamo tutti nella Rete
Non come mi è piaciuto molto che che che ha sostenuto questa la tesi con queste parole uso anch'io nome secondo l'AIF o come una fitta parallela ma come un pezzo nuovo della nostra vita
Tempo fa uno viveva solamente in in un posto e basta conosceva solo il suo Paese
Io sono sardo mia nonna non è mai uscita dalla Sardegna
Oggi
Vivo e giro e spazio e corro e conosco lingue nostro persone culture diverse questo grande spazio pubblico rivoluzione alla mia vita
Come avrebbe rivoluzionato la vita di un
Emigrato italiano negli Stati Uniti centocinquanta anni fa cento anni fa allora se questa è la vita ma interessa ripetere
Garantire il livello dei diritti della mia vita nel mondo di internet che non è un altro mondo ma il mio mondo la mia vita
Se ci comprendiamo su questo poi tutto è discutibile e tutto è opinabile e hanno interessa molto opinare sugli strumenti tecnici che vogliamo porre in essere per e le fare
I diritti ripeto sin dalla disponibilità di internet il che significa ridurre il digital device un più parlando degli investimenti tecnologici ma facendoli nel nostro Paese
Sia però reagendo a quello che accade nella vita normale che può accadere anche in internet allora alcuni punti per chiarirci
Noi
Ma su questo voglio dire
La rete come luogo in cui si esercitano i diritti di tutti significa anche cercare di farci carico ciascuno di noi che parla in luoghi privilegiati come questi il Parlamento i convegni i giornali in media mainstream
Parlare cercando di farsi carico anche di chi la voce non c'era
Insomma qualche parolina come se foste fitti meno come se fossimo vittime
Di una diffamazione di un insulto di un
Di un dileggio di un di una violenza nel mondo vero di internet facciamocene carico ogni tanto anche se non li abbiamo subiti
Non appunto non siamo noi politici quelli più adatti probabilmente a farcene carico perché noi abbiamo come dovere quello di
Anche per dovere dettato dalla giurisprudenza di essere più tolleranti di tanti
E
Non fa molto cool querelare quindi povero Posteraro querelare antico minacciare la querela io l'ho fatto solo una volta quando l'avversario era un Presidente di Regione in carica
Ma l'ho fatto con lucidità eccetera tre secondi per capire meglio però sul di cosa stiamo parlando proposta di legge allora tutti gli interventi a tutela dei diritti in internet sono e ci giocano
Azionabili a richiesta non c'è nessun attività d'ufficio quindi non esiste nessun tipo di controllo preventivo si rimane nell'ambito di anonimato tracciabile
Solo se io percepisco come non tollerabile il livello di violenza attivo un controllo
Il Garante non funziona
Non lo so io non sono d'accordo il garante della privacy si esprime attraverso una funzione parla giurisdizionale che non dice la parola definitiva sul tema di cui stiamo parlando cioè sull'eventuale
Condanna
Per diffamazione per ingiuria oppure condanna anche al arrendere definitivo diciamo diritto all'oblio
Introduciamo dopo la consultazione un ruolo educational del Ministro dell'INPS della istruzione molto importante ma siamo molto d'accordo a dire che questo potere collaborare e confrontarsi con tutti punto finale
Ci vogliono c'è bisogno di nuove leggi
La risposta che noi diamo è
C'è bisogno del meno possibile di leggi ma questo meno siano leggi cioè siano dettate e scritte da chi esprime la sovranità popolare
E non siano regolamenti non siano atti amministrativi non siano quindi cose che ci capitano
A influenzare la nostra vita senza che chi ha un mandato politico parlamentare se ne accorga e però al tempo stesso che il Parlamento se ne accorga che esiste un mondo quello della rete che è entrato nella vita di tutti
Okay grazie grazie mille ante nella terza leva è emanazione alza la mano in quanto previsto messaggio praticamente ente perché devo chiudere quindi faccio un intervento breve per piacere
Naga parlate morta rimarca sinistra inciampa assicurano ed è una garanzia accenna settanta
Mantenerla forse si esattamente lo vedeva esattamente parlare di questa innanzitutto ma ringrazio agli organizzatori e ringraziando Masserella Camera perché
Ed avere un segnale e importantissimo sostanziale essere qui in questi luoghi che spesso durante e questi anni in cui ci siamo occupati di diritti di internet erano abbastanza impermeabili insomma lavoro che si stava facendo per cui
Essere qui così spesso a parlare di questi temi ed è per un grande segno
E io volevo appunto parlare di del marco civile dell'iniziativa dell'internet Bill of Rights che l'Italia come ricordava Arturo
Comincio a a trattare nel due mila cinque durante il Wi Sissa e poi divenne una proposta formale del Governo italiano nel due mila sei
Ad Atene e portò nel due mila sette alla firma della dichiarazione congiunta con Italia Brasile io a quell'epoca me ne occupavo in prima persona ho avuto la fortuna di assistere dimettere direttamente a questo che volevo
Sottolineare quanto quale occasione l'Italia abbia sprecato perché nel due mila sette e non solo fu firmato questo accordo congiunto tra il Governo italiano il brasiliano ma avevamo una serie di Paesi dell'America latina ma anche Paesi come l'India e la Gran Bretagna che
Volevano aderire all'accordo e con cui erano stati
Avviati i contatti diplomatici poi il cambio del Governo come purtroppo spesso succede
Interruppe questi questi percorsi e questi processi che sono naufragati non sono stati più ripresi sempre nel due mila sette che Nazioni Unite indicarono il percorso dell'internet Bill of Rights che
Come ricordava anche Juan Carlos De Martin era un percorso improntato alla partecipazione a livello nazionale
E al dialogo internazionale perché non si può pensare di internet soltanto a livello nazionale dicevo questo percorso non non è più stato portato avanti ma le Nazioni Unite lo indicarono durante l'internet governance forum di Rio de Janeiro
Del due mila sette come esempio da seguire a livello internazionale
Io credo che come auspicavano Juan Carlos Arturo Di Corinto si possa
Pensare ad un percorso partecipativo allargato forse purtroppo nel due mila sette non c'era una consapevolezza anche a livello politico così
Matura credo che anche che che oggi si possa riprendere anche in concomitanza con tutto anche aiutati dall'esempio che
Nazioni come il Brasile possono dare o all'apertura che enti come
Ai canna in ambito di internet governance stanno mostrando e alla importanza che anche enti come hai canna stanno dando al processo partecipato per cui io mi auguro che
I politici presenti qui in sala vogliano
Aprire una riflessione su questo tema e pensare davvero ad un percorso partecipato che porti ad un avvocato un assetto più stabile della governance di internet
E anche a un confronto aperto con di internet Lusardi lo studia sulle eventuali iniziative legislative grazie
Grazie grazie
Donare a Ferrara
Mentre Mauro si si
E dico solo una
Senti il che
Sì siamo stati nei consessi internazionali dove si parla di queste cose per un motivo per
Allora adesso
Carico il sedici aprile
Paolo c'è un importanti contro si discuterà di come rendere la sicura condensa bisogna
Le ventiquattro
Altro dove si parla
Tema sicurezza
Ecco forse il caso di andare
Ugo
Sono un
Pino collega
Partecipativo
Invito
Dal civile
Dibattito più diciamo
Forte
Grazie pochi minuti li separano dal pranzo quindi cercheremo di essere
Rapidi e indolori
Indolori non si sa perché bisogna vedere quello che diremo ma
Allora
Nicola
A
Allora
La seconda parte
Di questo di questo convegno avrà oggetto un tema
Probabilmente più specifico e più legato all'attualità del momento voi sapete che oggi dopo una genesi durata diversi anni
Entra in vigore il Regolamento Agcom sul diritto d'autore
Una norma o meglio un Regolamento
Da alcuni fortemente avversato per le
Dubbie ricadute in termini di libertà di espressione sul web dal e segnatamente l'industria culturale molto molto atteso vedremo quello che accadrà ma già oggi
Punto possiamo dire che
C'è stato un forte polarizzazione tra
Chi ritiene queste normative compatibili con la nostra Costituzione chi ritiene invece che
Queste norme in qualche modo creino dei vulnus dica per il costituzionale ora dovevamo vedere un video non so come
Qualche minuto perché partiremo da questo di dover capire poi
Dibattito in qualche modo dato presento gli ospiti qui al tavolo faccio il Pippo Baudo della situazione quando non c'è quello chiamava una volta il croma key cioè il dello Screen
Che in qualche modo rimandare immagini gli ospiti qui non hanno
Nel necessita di essere presenta
Sala la loro autorevolezza ma abbiamo qui Giovanna unico che è professore di diritto costituzionale alla Federico secondo ed è probabile mente forse insieme anche al professor Cardarelli il docente universitario di più ha studiato gli impatti della comunicazione elettronica sui diritti civili sui diritti costituzionali e sul sistema generale delle comunicazioni abbiamo poi Francesco Carta
è lì un altro pertanto
Che
Il diritto pubblico Allulli da
Di Roma Foro italico e che anche lui ha studiato approfonditamente il tema dell'autorità mi
Ti e poi ripeto per aver
E presentazione perché Nicola D'Angelo ex commissario delle
Sì nelle comunicazioni attuale magistrato al TAR Lazio che proba
Che è come dire il
Ero che si è più occupato del tema di diritti civili e e che quindi ha
Te le tema che
Diciamo questo panel allora a questo punto io in attesa del video poiché era
Ed è
Coloro che
Non l'hanno presenta
Tempo
Allora questo punto passo
Lei
Ospiti e quindi partire
Da Francesco Cardarelli da cui
In più su questa nuova
L'inflazione
E sulla
Puntuali e sulla
Lamento comincia
Fare quindi a questo punto comincerà giorno nemico
Se non
Va bene qui si fa e basta ok grazie per avermi Tatò grazie alle signore e signori che sana ancora rimaste qui
Io mi sono come giustamente ha detto finale foglio occupa
Di questo tema è forte e poi in generale del tema delle libertà sulla Rete
E a questo tema dei
Dei miei studi poi ho scritto un libro e però in questo caso non parlo del tema delle del più ampio tema insomma è libertà della Rete bensì di questo frammento che
Voi lamento così mi è stato chiesto
Mento dell'Agcom
Tra
Diciamo uno specchio di un certo modo mi
Cultura e quindi di re
Verta sulla rete diciamo che è un frammento significativo che non è insomma piccola
Sa
Diciamo che cosa ha
Vorrei
Tratta
Con voi
Lamenta il niente cioè
Mente così per strada
Io racconto di
Agcom assumendo come parametri di questa lettura
L'atto il nostro ordinamento costituzionale
Dato
Ordinamento comunitario
Fuochi mettiamo il regolamento al centro come
Il combinato diamo
Dato la legittimità costituzionale
Pari a cui si vogliono essere i binari di questa lettura e cercherò di essere obiettiva per quanto possa essere Obiettivo uno studioso quindi in
La mente
Siamo a dire che cosa ha fatto l'autorità con questo Regolamento
Dato tra opposti valori già qualcuno
Seduto lo ha detto
E precise niente si tratta del valore
Del dibatte Cassady colui che ha prodotto un'opera d'ingegno perché questo è il diritto d'oppure
Senza voler nulla togliere ma insomma nel diritto nasce dalla proprietà intellettuale giustamente una recentissima pronuncia della Corte di giustizia di qualche giorno fa bello inquadra nel diritto di proprietà
D'altro lato poi abbiamo il diritto dell'Ina di piante in Rete e qui già stiamo in un'altra categoria di libertà
Cioè della libertà di di essere informato perché navigare in rete per poi accedere ad un sito significa acquisire notizie e poi abbiamo anche il diritto di chi hanno spazio all'interno del web di diffondere notizie e anche qui siamo nell'ambito sempre libertà fondamentali dell'atto attivo del ventuno direbbero i costituzionalisti
Cioè della libertà di informare bene tra queste almeno tre
Situazioni soggettive e su questo mi permetto di dissentire da qualcuno che stamattina ha detto che sono valori che si pongono sullo stesso piano perché non si possono mai porre sullo stesso piano
Le idee i soldi secondo me non sono sullo stesso piano le idee stanno un po'più sopra
Dei soldi le idee sono sono di tutti
Ogni anche il povero può avere le idee quindi non sono stesso piano qualcuno ha detto che sono sullo stesso piano e allora tra questi e le autorità le mette sullo stesso piano badate bene
E allora tra questi tre diversi colori
Ecco che l'autorità stabilisce qual è la misura di composizione e poi vedremo alla fine se questa misura di composizione una misura equilibrata c'è una misura che da a ciascuno di questi valori un minimo di tutela perché poi questo
Che ci chiede l'Europa non sacrifichiamo tutto un valore a discapito di un altro ma diamo il giusto contemperamento tra i valori il cosiddetto bilanciamento tanto care costituzioni se è così difficile però
Da conseguirsi
Bene in questa mediazione tra valori e chiaro ed evidente che l'Autorità non compie un non non svolge un compito tecnico perché
Chiamate in primo luogo a decidere se sono sullo stesso piano se non lo sono in secondo luogo a stabilire quale valore debba avere la precedenza e quale diventare recessivo
E questo è chiaramente una valutazione che non ha nulla a che vedere con la tecnica una valutazione di tipo ideologica una scelta appunto tra gli interessi
E poi in terzo luogo quali sono le condizioni in presenza delle quali un valore prevale e un valore fa un passo indietro
A me sembra che qui l'Autorità metta in campo tutto quello che lo strumentario classico della scelta politica dell'agire politico della prerogativa
Politica e di tecnica c'è molto poco certo una volta che ha deciso che la misura
Per di contemperamento nel caso sia stato sommariamente varate sommariamente accertato che il leso
Il diritto alla al Copyright debba essere quella della pulizia del sito oppure delle inaccessibilità del sito è chiaro che poi si apre tutto lo spazio della tecnica vale a dire come implementare la misura
Della pulizia del sito o la misura delle inaccessibilità del sito ma è evidente che la scelta politica sta a monte
Ed è l'ubi consistam nel momento costitutivo punitivo di questo Regolamento come dare esecuzione e a valle e possiamo anche dire che è povera cosa perché ho speso del tempo dire ciò
Eterna chiarire è che la natura della decisione non ha nulla a che vedere con il mito peraltro ormai superato
Della tecnica neutrale non è mio tra le è una scelta politica perché ci scandalizziamo o almeno io e qualcuno dei costituzione si scandalizza
E perché la politica deve spettare a soggetto politico la detiene migliaia se non vi Touati che ognuno non fa quello che deve fare però io ritengo che la politica debba aspettare a soggetto che fa parte del circuito politico rappresentativo
Perché a una scelta politica c'è ancora una responsabilità politica che funziona male del nostro sistema ma c'è
Ma se la scelta politica ma mi chiamo fuori del circuito corpo elettorale Parlamento Governo è chiaro che sarà una scelta rispetto alla quale
La nostra Autorità non risponderà perché immune
Non li possiamo certamente mandare via i loro il loro mandato non è revocabile vedete che una decisione politica rispetto alla quale non si assumono alcuna responsabilità politica
Ettore e questa decisione però non avviene con legge ma avviene con un atto appunto dell'Autorità questo Regolamento vediamo brevemente ovviamente non vi preoccupate non vi tedio
Cosa dice il l'ordinamento costituzionale sui io regolamenti delle Autorità indipendenti è un profilo sul quale molti di noi hanno riflettuto a lungo e anch'io diciamo in tempi più più giovane quando ero un pochino più giovane
Questo Regolamento vede
Per pressioni di di compatibilità con il sistema delle fonti dovrebbe attenersi al principio di gerarchia che significa il principio di gerarchia che
Nell'ambito delle fonti c'è qualche fonte che viene prima qualche fonte che viene dopo diciamo uno o due
E se io dico uno due significa che due deve venire prima di uno
Molto diciamo logico
E due in questo caso il Regolamento uno e la legge ebbene in questo caso non è avvenuto si sono invertiti
Si sono invece ha invertito diciamo l'ordine di intervento chi doveva venire però secondo venuto per primo perché perché il legislatore non è intervenuto ritorniamo alla battuta di prima
Nessuno di noi fa quello per il quale è chiamato a fare il proprio lavoro nel senso che il legislatore
Non solo in questo caso a mio modesto avviso
Non ha conformato Nona
Anticipato il potere dell'Autorità dando criteri modalità operative indicando diciamo già una disciplina valoriale ma addirittura non avrebbe neanche assegnato alla norma tributi IVA del potere siamo in presenza proprio di un di uno spazio bianco che è stato girato all'Autorità è chiaro che questo Regolamento di atto secondario
C'ha solo diciamo una secondaria potenziale cioè se dovessi intervenire la legge ovviamente Regolamento farà un passo indietro perché è intervenuta la legge ma oggi
Il Regolamento fa tutto siamo in presenza di un Regolamento che altri è una sorta di delirio di onnipotenza e l'handicap
Per Regolamento elegge il se stesso
Ed è il Regolamento di se stesso cioè fonti che i nostri costituenti hanno mantenuto distinte per attribuzioni per regime giuridico per responsabilità
Convengo notte al miracolo significano nelle mani dello stesso soggetto quindi delle due l'una o diciamo che nel nostro ordinamento il principio di gerarchia debba essere annullato
Oppure così come vogliono cancellare il Senato potremmo anche cancellare il principio di gerarchia perché no oppure possiamo dire che il Regolamento così come è stato
Confezionato e realizzato cioè un Regolamento potenzialmente secondario è incompatibile col principio di gerarchia insomma insieme non vanno d'accordo
Passiamo rapidamente al secondo principio si dovrà essere ovviamente sorvolando e quindi i costituzionalisti presenti o quelli che ascoltano dovranno perdonarmi
Secondo punto riserve di legge la riserva di legge significa anche qui un ordine la nostra posizione è piena insomma di ordini che viene prima
Un minuto
La riserva di legge sta a significare che ci vuole un principio perde disciplinare la materia ma qui abbiamo detto che non c'è la legge figuriamoci se c'è un principio sostanziale che disciplina la materia
Quindi questi due forti principi di compatibilità costituzionale non sono stati rispettati ma io ritengo che giudizio certamente non più clemente incontrerebbe questo Regolamento se mandassimo a confrontare con la legalità comunitaria
All'interno dell'ordinamento comunitario le autorità comunitarie non hanno poteri normativi le varie agenzie guardiamo Liberec guardiamo all'Agenzia in materia finanziaria
Non sono titolare e di poteri regolamentari c'è non entrano nel vivo delle questioni politiche conseguentemente verremmo anche a ledere il principio dell'Institution Albans a livello comunitario
Oltre a ledere poi il principio di proporzionalità perché qui tutto l'asse spostato sul diritto d'autore a discapito
Di altri valori e la giurisprudenza la Corte di giustizia diciamo che quasi noiosa su questa storia del principio di proporzionalità tiene molto
A che un costo
Abbiam come equivalenza un guadagno ma qui abbiamo un forte costo per la libertà di informazione
è un mistero guadagno se ci leggiamo e la il rapporto francese rischio tour quello che sta mattina Dini nel partecipato da Quintarelli e quello si dice
Che tutte le misure repressive della due più due sono valse a poco non sono riusciti a bloccare
Il fenomeno della pirateria in internet
E allora che cosa fare
Io direi perfetto a ciascuno il suo cioè che il legislatore si riappropri del suo compito politico che le autorità ingiustamente sono un potere neutrale il nulla sintesi di tutti e tre i poteri
Si approprino del potere di controllo e che sia restituito al giudice il potere giudiziario cui peraltro leso dalla riserva di legge per ulteriore approfondamenti su questi temi se volete ho scritto un saggio
Pubblico che sull'associazione dei costituzionalisti vede lo potete leggere grazie grazie grazie a Giovanna
Più
Diritto costituzionale sul Regolamento Agcom
Che vediamo ulteriori approfondimenti con
Appunto professor Cardarelli
Proprio su queste tematiche quindi lascio la parola per non
Prendere tempo Francesco
Sì grazie grazie
Perché che ho chiesto prima che parlasse la professoressa De Milito perché avendo letto il suo saggio ma anche altre cose che ho scritto prima che condividendolo dalla a alla zeta tranne forse per una piccola cosa ma
Uno sfizio fondamentalmente mi riaggancio a quello che lei ha sostenuto cioè scusate se lo facciamo in modo molto sintetico quattro punti
Non esistono poteri normativi attribuibili alle autorità amministrative indipendenti in generale se non hanno fondamento nella legge
Due la legge che attribuisce poteri alle Autorità non può limitarsi alla mera attribuzione della generica competenza ma deve indicare specificamente oggetto ed effetti del provvedimento che deve essere adottato
Tre la teoria dei poteri impliciti a cui la stessa Autorità ha fatto riferimento in realtà una teoria
Che va bene presumibilmente per l'esercizio
In concreto delle singole competenze ma non è idonea evidente trattandosi di modalità di intervento delle autorità in generale e in particolare poi elettivi quella del sulle non sia delle comunicazioni
Non è idonea a definire nell'oggetto me lo scopo dell'attività quarto
Quando le atlete autorità le attività Commissioni commessi all'Autorità riguardano sostanzialmente ipotesi di riserve di legge relativa come nel caso di specie cioè obblighi di fare esercizio di attività economica
Bilanciamento di interessi eccetera eccetera si potrebbe anche ipotizzare che questa competenza possa derivare direttamente dal diritto comunitario
Ma se il diritto comunitario penetrano nel nostro ordinamento attraverso una legge e la legge e quindi di nuovo il Parlamento che deve provvedere
E quindi in buona sostanza capite bene anche con appunto condividendo l'impostazione non posso che affermare che Regolamento
Adottato dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni in materia di diritto d'autore sia sotto questo profilo radicalmente illegittimo
No no no è averlo scusi non non è applauso sembra una constatazione tetti
Ovviamente non
Mi soffermo sotto questo profilo sulle
Ragioni concrete che l'Autorità ha cercato in qualche modo di adottare segnalo che anche il pregevole Sergio della professoressa De Milito
Non a caso si fa riferimento alla prima la seconda versione dicendo che l'autorità fra la bozza e l'adozione finale cambia non tanto il contenuto dispositivo del Regolamento
Ma addirittura le ragioni e i motivi in diritto che l'hanno spinta ad adottare come se in buona sostanza prima viene definito in qualche modo l'oggetto poi si va a cercare nell'ordinamento la legge che legittimi l'esercizio del potere
Di tutte le leggi citate all'interno delle autorità onestamente non c'è nessuna che soddisfi i parametri che vi ho precedentemente definito
Non è la legge istitutiva che prevede che le autorità possa adottare regolamenti ma lo fa con riferimento all'accesso ai mezzi infrastruttura di comunicazione
Che non riguardano quindi il diritto d'autore
L'ho fatto riferimento alla legge istitutiva delle autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità che una legge del mille novecentonovantacinque la quattrocentottantuno la quale però prevedeva l'uso di poteri
Evidentemente e di controllo e di regolazione ma che poi dovevano essere determinati in funzione della legge istitutiva quindi ancora una volta e telecomunicazioni comunicazioni elettroniche non diritto d'autore
Poi si rivolge al Codice delle comunicazioni elettroniche che come sapete una norma che tre sponde delle direttive
Ma sotto questo punto di vista il codice delle comunicazione elettroniche all'articolo due comma due prevede espressamente che non formano oggetto delle disposizioni in materia di comunicazione elettronica servizi che forniscono contenuti trasmessi
A cui utilizzando reti e servizi di comunicazione tra quindi sostanzialmente non si riferisce i contenuti ma i mezzi
Quarto e qui c'è una delle
Vicende più paradossali dal punto di vista contenutistico si richiama espressamente la la legge sul diritto d'autore l'articolo centottantadue bis
Che leggo rapidamente all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni alla SIAE attribuito nell'ambito delle rispettive competenze previsto dalla legge la vigilanza su svariati aspetti del diritto d'autore
E qui siamo di fronte ad una circostanza straordinaria la SIAE come sempre in base alla legge sul diritto d'autore titolare evidentemente di autonomi poteri di legittimazione forniti dal legislatore per poter impugnare di fronte al giudice ordinario per poter dedurre per poter
Tutelare i diritti d'autore quindi è presumibile che sia uno dei soggetti segnalanti e una delle parti del procedimento
Peccato che diventa parte nel procedimento di fronte all'Agcom un soggetto che la legge stessa pone equipara l'Agcom come soggetto dotato del potere di vigilanza e come se in buona sostanza colui il quale
Dovesse fare caustica mentre l'arbitro di una partita il guardalinee di una partita poi venga chiamato a battere i rigori alla fine si di bisogna decidere comunque dipinti
E quindi sotto questo profilo cioè una
Totale evidentemente aporia del sistemi
Ancora
Rapidamente si fa riferimento alla disciplina sul commercio elettronico
Evocando sotto questo profilo un articolo in cui si parla all'autorità giudiziaria e quella amministrativa competente può esigere anche in via d'urgenza che il prestatore impedisco ponga fine a violazioni commesse che abbiano fare col diritto d'autore
E qui c'è una forzatura interpretativa straordinaria perché qui l'autorità giudiziaria non si raggiunga una evidente ma che l'Agcom diventi autorità amministrativa appunto e non autorità amministrativa indipendente sorprendente è chiaro che chi ha scritto questa norma
Aveva in mente interventi o derivanti evidentemente dall'esercizio di poteri pubblici quindi Ministero all'interno a attività di polizia queste l'autorità amministrativa in senso stretto o dell'autorità giudiziaria quindi filtro del giudice
Ogni richiamo invocazione alla sentenza notato del Consiglio costituzionale francese sulla duplice
Evidentemente
Sotto questo profilo puramente casuale
Ancora si fa riferimento al testo unico me di audiovisivi ancora per trovare legittimazione ma la stessa Autorità riconosce che questo non si può applicare su tutti i casi su internet ma solo ed esclusivamente
Ai fornitori di servizi Magghiu visite quindi in buona sostanza segnano trenta
Tutte le ragioni che l'Autorità ha cercato di elaborare le norme poste a fondamento di questo Regolamento ripeto non ce ne neanche una che soddisfi i requisiti che evidentemente dal punto di vista teorico sono
In qualche modo prospettabili in chiusura
Una questione abbastanza singolare e questo è l'unica cosa ripeto forse non che non condivido ma un appunto al pregevole saggio di una giovane del medico quando dice quando dice che l'Autorità ha studiato bene la regola dell'alternatività
Derivando dal ricorso straordinario mi permetto di dissentire l'Autorità non solo non l'ha studiata ma non la conosce affatto
Per una ragione molto semplice
Che in tutti i casi in cui l'ordinamento prevede
Che esista un obbligo o una possibilità meglio ancora di avvalersi di una tutela alternativa a quella giurisdizionale
Non lo fa attraverso un Regolamento
Ma lo fa obbligatoriamente attraverso una legge e questo è il primo punto il precedente non è ricorso straordinario e se non ricordo male adesso a memoria l'articolo centoquarantacinque del Codice trattasi
In cui si ammette la possibilità che la tutela giurisdizioni giurisdizionale sia alternativa a quella di fronte al Dante privacy
Con l'unico limite che si è fra le stesse pace per il medesimo oggetto pende una vicenda di fronte al giudice ovviamente l'autorità si appresta
E questo è il primo elemento
Norma personalmente anche da me criticata nella parte in cui la regola dell'alternatività che quella vera della ricorso straordinario al Presidente della Repubblica
Prevede che il soggetto intimato o l'Amministrazione resistente se non è d'accordo nel proseguire con la vicenda della tutela di fronte
Al
Con nelle tecniche meglio ancora del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica possa chiedere la trasposizione di fronte al giudice amministrativo qui non c'è nulla di tutto questo cioè qualcosa di peggio
E cioè
A un certo punto il l'originario regolamento prevedeva una norma
Che in qualche modo cercava di sanare la vicenda ripeto la contestazione radicale che si possa disporre di una regola che rende alternativo un procedimento giustiziale
Ad una tutela giurisdizionale se non è retta da legge a me personalmente testa
Soverchi dubbi di legittimità ma ammettiamo anche che in qualche modo come diceva la professoressa De Milito in una prima fase l'autorità l'abbia studiato
E aveva ammesso la possibilità che o l'istante il quale in un sussulto di resipiscenza invece di andare di fronte l'Autorità va di fronte al giudice o il soggetto intimato sollecitato a rispondere
Potesse scegliere di dire no non sei tu autorità che mi devi valutare i comportamenti ma a questo punto chiedo che sia il giudice
Questa seconda ipotesi è stata espunto nella versione definitiva del Regolamento interpretando nel peggiore dei modi possibili una invocazione della Commissione europea che ha detto guardate beh certo se avete costruito una cosa del genere preoccupate di
Di non dare magari troppo peso al soggetto incrinato il quale ovviamente evocando la tutela giurisdizionale
No se ne può scappare di fronte al giudice di fatto paralizzando l'intero sistema che avete preso nel previsto
Ma c'è un ulteriore aspetto che personalmente da giurista mi preoccupa e mi preoccupa anche se dovesse intervenire il Parlamento magari confermando che l'autorità abbia un potere di questo genere ed è una cosa che è successa già in precedenza per su altri settori
L'attribuzione di poteri anche in via legislativa quindi a maggior ragione l'autoproduzione di poteri mi lascia molto perplesso
Alle autorità amministrative indipendenti quindi individuazione di nuovi insediamenti è bene che qualcuno si ricordi che comporta una conseguenza sul piano della tutela processuale
Siccome le norme generali prevedo che i provvedimenti dell'autorità
Tranne il caso del Garante privacy siano sottoposti alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo
Si sposta attraverso l'attribuzione di una materia
La giurisdizione per blocchi di materie cioè secondo un criterio di riparto che Non è ammesso in Costituzione che la Corte costituzionale con la nota sentenza duecentoquattro del due mila quattro ha avversato
Un esempio si è detto che l'Antitrust fosse competente in materia di pubblicità ingannevole la pubblicità ingannevole diventare materie del giudice amministrativo quando non lo è razione materia non lo è originariamente
Qual è l'effetto
Presto detto la materia del diritto d'autore che passa attraverso il filtro dell'Agcom diventano materia devoluta alla giurisdizione del giudice amministrativo quindi sottratta
Al giudice che invece nella legge di sistema è individuato come il giudice competente cioè il giudice ordinario
Chiudo ipotizzate una situazione del genere
Io sono il soggetto segnala
Cioè un'intima
Li tirato decide di fare un'azione di accertamento negativo di fronte al giudice ordinario io proseguo di fronte all'Autorità
Il giudice ordinario un po'lento io sono più veloce l'autorità accerta che c'è una responsabilità dell'intimato
L'Autorità l'obbligata a conformarsi l'intimato dice ma io sto di fronte al giudice ordinario e tu nomi poi tornare della tutela
A questo punto l'autorità è tenuta ad applicare una sanzione
Costui paga la sanzione la impugna di fronte al giudice amministrativo
Chiede la sospensione della sanzione contemporaneamente aspetto che il territorio stesso se il giudice ordinario di dà ragione viene travolta e l'attività dell'Autorità e eventualmente la sentenza del giudice amministrativo
Se questo è un sistema che presenta anche sotto il profilo delle tecniche di tutela giurisdizionale elementi di irrazionalità potete poi giudicare Craxi
Caro Francesco Cardarelli
Ora prima di introdurre Nicola D'Angelo e anche perché l'ora si fa tarda ma tenete presente che abbiamo almeno altri quarantacinque minuti per cui voglio dire ci sono altri versi relatori prima di questo vi voglio far vedere un video voi vi dirò poi perché quindi vediamo sempre che
La regia ci aiuti
A
Non troveremo mai infine per la nazione
Né una nostra sono alle soddisfazione
Nel mero perseguimento del benessere economico
Nell'ammassare senza fine benché
Lo possiamo misurare spirito nazionale sulla base dell'indice Dow Jones
Nei successi del paese sulla base del prodotto interno lordo
Il PIL comprende anche inquinamento dell'aria e la pubblicità delle sigarette
E le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine settimana
Di film che nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa e le prigioni per coloro che cercano di forza
Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza pretendere i prodotti violenti e i nostri bambini
Cresce con la produzione di Napoli missili e testate nucleari specie con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte
E non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassi fondi Polaris
Dirti che non tiene conto della salute delle nostre famiglie
Della qualità della loro educazione
Utile a giovedì loro un giurista
Non comprende la bellezza del nostro Consiglio
La solidità dei valori familiari
Un'intelligenza del nostro
Il PIL non misura Milano Stracuzi ogni nostro coraggio
Nella nostra saggezza nella nostra conoscenza
Nella frequentazione
Nella di voci nel nostro Paese misura tutto
Eccetto
Ciò che rende la vita
Diranno i primi a cui si è dimesso
Poterci tutto sull'America
Ma non se possiamo essere orgogliosi di essere
Però per temi pronuncia questo discorso al diciotto marzo del sessantotto tre mesi prima di venire ucciso in un hotel dosando sareste
Allora
Perché vi ho fatto vedere questo video con le darò perché nevica
Quello era il discorso di Venezia dell'Arca Anzio e in un sondaggio di Repubblica del dell'agosto due mila tredici è risultato essere il sondaggio che ho visto su Youtube quel video è un video illegale
Perché è stato messo su Youtube da qualcuno che non è diritti per poterlo mettere su Youtube
è un video che non è soggetto alle eccezioni di cui all'articolo sessantasei del diritto odore sui discorsi in pubblico perché Youtube non è un operatore televisivo
E quindi non è un giornale una testata e quindi di fatto quell'ambito legale oggi a partire da oggi
Quel video che rappresenta la cultura di una nazione la storia di una nazione potrà essere rimosso nel giro di due giorni
Allora io adesso voglio chiedere a
Nicola D'Angelo che è stato
Membro dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni se qualche piccolo problemino con la cultura la circolazione delle informazioni questo Regolamento loro determinare
Io sono la persona meno adatta a cui fare domando il perché
Come è noto il mio punto di vista
Ma io lavorio prendere siccome giuridicamente sono state fatte due belle
Fuso fatte due begli interventi prima insomma e poi io siccome sono Russo sono su sostanzialista non mi piacciono i formalismi
Inizio usando uno lo slogan del Presidente del Consiglio attuale pur non avendo io una simpatia proprio così eccessiva
Quando dice cambiamo verso
Tutto qua è che noi non conosciamo o facciamo finta di non conosce la materia di cui ci occupiamo
E questo è il dramma delle istituzioni italiane che non è solo l'autorità
Ha detto bene Quintarelli stamattina continua parla di nuove tecnologie e quando invece la dimensione
Del web della Rete una dimensione che già condizione antropologicamente la nostra esistenza lo sarà sempre di più
L'internet delle cose cioè di fronte a questa gigantesca rivoluzione antropologica noi rispondiamo con categorie formali che sono categorie vecchie altro che è una logica vecchie
E non c'è una percezione della dimensione
Dei problemi e non c'è soprattutto la percezione delle grandi opportunità
Che questo ambiente di di espansione della conoscenza produce ma è una cosa di un basta solo pensare alla possibilità di accedere brevemente a un'informazione quando prima noi saremmo stati costretti a recarci una biblioteca
A vedere a leggere un giornale eccetera
Allora da questo punto di vista
E soltanto
Relativo al fatto che si possa fare una regola che riguardi l'Italia perché questa è una dimensione globale ha una struttura retta una struttura globale la tecnica di fondo della Rete globale
E quindi mi pare francamente anche piuttosto diciamo illusorio pensare di intervenire con una regolamentazione nazionale
La seconda questione che noi rischiamo al contrario di intervenire
Come dire creando maggiore esclusione per il nostro Paese questo è un Paese è stato ricordato stamattina che soffre di una diciamo digitale straordinario
E
Leggi sbagliate o regole sbagliate finirebbero per aumentare questa esclusione del nostro per
Cioè invece di partecipare nei consessi internazionali ci è stato ricordato da qualcuno
Quando ci sono state tutte quelle anche quella stagione che è stata una stagione molto positiva intorno al due mila sei due mila sette dove si tentò una costruzione mondiale di regole di garanzia invece di partecipare attivamente non abbia abbandonato quel campo
L'Italia non è presente non è significativamente presente in questa città istituzioni anche internazionale
Non solo
E ci siamo
Come dire
Legati mani e piedi alla discussione nazionale sui rischi più o meno potenziali della Rete
Ovviamente dimenticandoci che esiste un sistema dei media dove queste cose così tanto giustamente con
State
Avendo normalmente nessuno se ne accorge basta accendere la televisione il pomeriggio dico
L'invito a fare questo piccolo sforzo io so che forse molti di voi non lo insomma non so ma a vedere i programmi del pomeriggio televisivi
Per poi stabilire se la rete è veramente diciamo così l'uomo nero della così della società italiana però lì non si dice nulla no non si dice nulla
Sarà un caso non lo so io adesso non voglio fare il processo alle intenzioni però voglio anche ricordare un fatto che spesso dimenticato che tutta questa questione sul regolamento il diritto tutore nasce
Nel due mila dieci con il decreto Romani che è un decreto che introduce per ragioni televisive in Italia
Traduce la la direttiva sui servizi lineari non lineari estendendo questa direttiva in assenza di una delega da parlamentare anche alla materia della Rete cioè c'era
Che poi su questo si siano caricati problemi diversi anche legittime aspettative del mondo dei produttori dei contenuti
Io questo non lo discuto ma l'origine di questa questione sta nel tentativo della televisione di allargare il sistema di protezione a se stessa di un media che diventava un media
Che poi ci sarà sempre di più concorrente ed efficacemente concorrente
Va bene quindi
Io credo che noi su questo dobbiamo intrecciare avere la cognizione di che cosa stiamo parlando invitare anche le nostre istituzioni
Ad approfondire tecnicamente io dico sempre che in Italia c'è un problema di carenza di infermieri io su un giurista quindi pensate un po'perché effettivamente Ceprano e non conosciamo a volte parliamo tanto per parlare
Tutta questa strumentazione diciamo anche così anche di chiusura di siti questo intervento previsto sugli Ist a parte che ha dei costi per i per i service provider
Non secondari ma anche tecnicamente poco plausibile tenuto conto appunto della
Sistema globale della rete
Al contrario dovremmo invece preoccuparci e non ce ne preoccupiamo di portare avanti quello che fu appunto uno sforzo che nacque intorno a quegli anni
Di
Fare un po'di statuto di regole queste sì ci vogliono ma regole per la libertà l'ha detto prima di Corinto io son d'accordo con lui
Ci sono due questioni che sono norme di cui il nostro Parlamento non si sta occupando la prima la net neutrality
E cioè qui siamo di fronte alla messa in discussione di un principio che ha retto fino adesso la rete aperta come lo conosciamo è giusto o sbagliato in che limiti il principio
Deve essere diciamo contenuto anche l'Europa ha fatto passi contraddittori su questo non c'è una discussione eppure è un tema di straordinario rilievo pensate
Appunto alla nostra immersione totale nel web dei prossimi anni cosa vuol dire avere una rete chiusa invece che è aperta corposo dovrebbe porre
Questa a questa domanda e l'altra questione di cui nessuno per la verità oggi fin qui ha parlato e quella della riservatezza cioè questo è un Paese che è stato massacrato sul piano della privacy
Ma io non ho sentito una proposta sul tema appunto della tutela della riservatezza cioè di implementare le regole sulla riservatezza
E perché nella sua riservatezza attenzione se poi devono diciamo concludersi con il diritto all'oblio beh scusate Emilio francamente ho qualche perplessità perché
Nel momento in cui la Rete diventa anche uno strumento di trasparenza verso giusto o sbagliato lasciamo stare
Al netto diciamo così dell'uso
Diffamatorio che comunque la legge può colpire ed equità colpito
Persona internet però uno strumento di trasparenza allora la riservatezza si traduce nel diritto all'oblio cioè di cancellare per esempio da una persona io ho fatto ho avuto un incarico pubblico ma perché
Il cittadino non deve vedere se io ho commesso delle sciocchezze in passato ma per quale motivo cioè questo è un motivo che diciamo così invece di essere come dire in qualche misura rafforzato viene
Adesso colmato c'è anche il tema dell'indicizzazione altre cose che
Cioccio occupano della rete per questo non ci occupiamo per stabilire un grande una grande regolare un grande statuto di libertà sulla rete medesima concludo dicendo questo attenzione
Perché
Le regole
Seppure provinciali che noi possiamo adottare seppure compulsive seppure
Reattive rispetto a fenomeni che tutto sommato sono del tutto marginali
Possono condizionare lo sviluppo non sono indifferenti questo io lo dico sempre come il cavallo dell'apologo di Socrate sto cavallo non è che cammina per conto suo va assecondato che lo porta al Cavaliere quindi noi rischiamo
Con i passi che si stanno facendo in Italia ADI incrociare una situazione non positiva per il nostro Paese che si aggiunge a una carenza strutturale tecnologica che nota
Allora io adesso invito avvenire al tavolo e gli altri relatori perché altrimenti non riusciamo a
A quindi
Radaelli
Quindi
Che era anni
Vincenzo Vita
Che non vedo
Eccolo
Lungo
E volto lotto se non riusciamo io mi
Niente
Vediamo di
Sì di costringere o ad essere telegrafici Losavio direte dopo questa sessione ma
Troppo altrimenti non riusciamo a
Cala d'Italia
Quali
Però se riusciamo a essere tutti mi sa che non sono facciamo qualcuno deve
Bene allora cominciamo proprio con sia di Vincenzo silenti cominciamo proprio con Vincenzo Vita
Poi lasciamo
Camarda
Centrovita già vicepresidente della Commissione cultura del Senato è uno dei più fini conoscitore della Rete
E e tra l'altro ho avuto un ruolo anche nella costituzione dell'Agcom non voglio citare un articolo che lei ha scritto qualche mese fa perché
Ma intitolerà maledetto il giorno in cui
Abbiamo iniziato questa strada perché l'Agcom del novantasette è una cosa completamente diversa rispetto a quella che oggi abbiamo ed era pensata per meccanismi completamente difformi per un contesto nel quale naturalmente i contenuti non
Non erano regolati come oggi in qualche modo
Diciamo in un contesto diverso dalla dall'attuale quindi vorrei un attimo che dice il suo viso vita ci facesse un'overview sui diritti e sul tema proprio anche il diritto otto ore
Solo
Con la tua premessa di metodo buongiorno a tutti a tutti complimenti per questa opera iniziativa la sua premessa sui tempi inesorabili della dell'epoca digitale
No logorio esatte la lasciamo per un seminario più lungo
Dico subito così sicuro simpatico Palmieri che ho scritto anch'io
Con giornalista ho fatto mi sono anche un po'interessato di intervento fatto anche molta attività politica non no con molta simpatia per Forza Italia ma questo esce ora dal contesto
Vorrei anche aggiungere che
Quell'articolo che uscì sui manifesti una rubrica che
Ogni settimana tetto manifesto era una citazione da un film di Verdone fu forse equivocato diciamo SOSE ricordato un film molto bello di Verdone i primi anni Novanta maledetto il giorno che già incontrato io
Fece un così una sorta di
Dire Pesciarelli un titolo perché perché condivido molto osservazioni che ho sentito questa mattina che sono anche
Alla base di un vasto movimento che insieme osso negli ultimi anni
E che ottenne un risultato importante nella passata legislatura
Sul a finire quando
L'allora Presidente Nicola D'Angelo per ricorderà fu uno dei protagonisti di quella discussione l'allora Presidente dell'Autorità disse di fronte allo dalla Commissione del Senato che si occupa di telecomunicazioni
In audizione disse effettivamente serve una legge prima che un Regolamento dell'Autorità
Possa dispiegarsi
E
In questa
Successiva
Fase tanto della nuova consiliatura dell'Agcom o con un nuovo presidente professor cantante allora era Corrado Calabrò come ricorderete sia
Nelle nuove invece
Diverse audizioni che sono tenute non vi è stata questa pratica fatidica frase anche se in una recentissimo dizione
Professor Cardani alla Camera ha comunque detto una fra impegnativa cioè ha detto nel momento in cui il Parlamento legiferasse ipso facto
Verrebbe meno il Regolamento dell'Agcom quindi mi permetto di dare un suggerimento
In questa sede parlamentare
Non c'è il tempo come ci ammoniva un matematico che conosce bene Demarchi insomma Evaristo valutarla una notte prima di morire non c'è tempo fece una famosa formula matematica
Si faccia una buona legge
Ci sono materiali ci sono anche testi depositati adesso al Pantelleria considerazioni
Di parte o meno ma ci sono testi depositati materiali che potrebbero dar luogo a un'iniziativa normativa in tempi non biblici ma in tempi ravvicinati sarebbe la via maestra
Una normativa non inutilmente e qui vengo dire due parole per poi chiudere non inutilmente
Pervasiva o autoritaria
Mi hanno preceduto diversi oratori penso anche da sullo Di Corinto ha scritto tante cose anche
Tu stresso Sarzana e tanti altri in questi ultimi periodi
Sono le grida manzoniane quelle che animano certe volte chi mette mano a questi argomenti poi tra l'altro vorrei fare una considerazione che veramente vi prego non suoni come offesa a nessuno perché ci manca
Sarebbe molto rispetto per le persone sempre anche non condividendo le opinioni c'è un problema di stile giuridico
Non so se di Comano Giovanni arriva cioè
La cultura giuridica ancora prevalente è sia della stagione analogica
E anche straordinarie figure di giuristi ce ne sono diverso e di eccezioni ne abbiamo anche sentito c'è Stefano Rodotà che ha scritto
Bel volume recente sul mondo nella Rete quali diritti quali vincoli qui io rimanderei per la sotto regole c'è anche per quello che
Vista scritto
Cose che ha detto Nicola ma
La cultura giuridica non sia aggiornata su questi argomenti e tratta questa materia darete le culture digitali
Con una logica del vecchio diritto
Rapportato al grande sistema delle merci del fordismo
Che potevano essere trattate come dei grandi delle grandi impalcature definite il diritto d'autore nasce in questa temperie dentro dottore suppone che vi sia un prodotto definito nel tempo e nello spazio
Qualora la lunghezza x e
Una un per un perimetro y
Questo non è serve una nuova contrattualistica cioè il diritto come fece con assoluto i lavoratori con la legge sulla
La Psichiatria con la colla sul diritto alla casa di settanta deve svolgere il proprio sguardo alla realtà dei fatti
E la grida manzoniane quella che può portare magari a
Mettere in difficoltà ragazze e ragazzi che fanno il da un lodo ma certo a non
Avere la forza poi intervenire sulla grande criminalità e poi un'altra cosa vorrei dire in conclusione
Questo è un Paese fatto davvero di
Troppe leggi
Priva di farne una nuova appunto la si faccia adeguata a quello che dobbiamo onorare come avete detto voi perché altrimenti si aggiungono leggi leggine regolamenti che si intrecciano
La interpretazione diventa una fare compresso e diventa preciso prevalente l'interpretazione da parte magari del giudice che poi si deve impegnare sulla stessa
Natura manifesta di un testo normativo quindi cosa suggerire è il suggerimento è fare subito una legge
Un sogno nel cassetto è che il professor Cardani anche se oggi è scoccata l'ora diciamo i costi dell'entrata in vigore
Dia un segnale in questo senso
Che è stato chiesto un piano decennale se non sia quello di censura sul video perché se no speriamo che il segnale non sia quella perché e
C'è questo rischio non c'è il rischio a
Perché se voglio Lando guardiamo no in video che dà delle quello violava
A San Vincenzo ti devi interno ai miei interrotto è fatto bene però per dire dunque che si faccia presto rapidamente attraverso una un dialogo parlamentare anche mettendo insieme questi vari spunti che sono emersi grazie Vincenzo Vita grazie
Fra senza fatto
La richiamo agli anni Settanta alle norme gli effetti alle allarme alla fine degli anni Settanta c'è stato un produzione normativa che ha veramente cambiato la storia dell'italiano le norme sulle ASL
Il
E bisogna anche dire che alla fine degli anni Ottanta ne avrà settanta ramo Basaglia oggi abbiamo Cardani
Cambia un pochino la regola però in ogni caso possiamo cercare di ad istituire delle norme
Posso in qualche modo modificare adesso per parlare anche con il mondo dell'industria perché uno degli elementi importanti anche di queste nuove realtà
Sono che si affaccia nuovi protagonisti del mondo industriale che in qualche modo poi operano nel settore del digitale e vorrei coinvolgere cristiano Radaelli che
Presidente Diani tecniche
E vicepresidente di Confindustria digitale non c'è solo il tema del Regolamento Agcom sul tavolo
Perché ci sono anche delle dei problemi legati ad esempio il cosiddetto equo compenso quel complesso sulla copia privata sul diritto d'autore che in qualche modo probabilmente andrebbe affrontato anche in quel caso dal legislatore
Italiano quindi correre un flesso proprio flash su questo tema delle come un pezzo che cosa l'industria vorrebbe diciamo dal legislatore proprio su questo tema delle competenze
Grazie grazie per avermi invitato che vorrei fare soltanto un breve accenno all'intervento di stamattina velocissimo
Nel quale ho molto apprezzato l'impegno sullo sviluppo della cultura della cura digitale
In questo senso ANITEC insieme ha confuso digitale sta coordinando il Progetto per lo sviluppo della cultura digitale verso le scuole secondarie di studenti delle scuole secondarie superiori
Che è stato lanciato da Palazzo Chigi il cinque marzo e quindi oltre a ringraziare per l'invito vorrei cogliere anche l'occasione di invitare Anna Masera e anche la la Camera deputati essere una partner in questo importante
Aspetto formativo e credo molto importante per lo sviluppo e di italiano
Entrando adesso nel merito della dell'argomento
Sollecitato
Io vorrei partire da una considerazione un po'che mi è piaciuta di Nicola D'Angelo presente cioè si risponde alle novità con categorie vecchie
Questo è purtroppo l'elemento trasversale che oggi bloccato Italia su tantissimi temi
Allora cos'è la copia privata come è nata è nata dal fatto che quando si prendeva ancora oggi si prendeva molto di meno un cd
L'utente il che il cliente che lo compra può farsi una copia di questo cd in alcuni Paesi tipo Inghilterra cioè il primo vietato e quindi non è permesso
In altri Paesi come l'Italia e altri Paesi europei è invece il permesso
Facendo né una copia ovviamente va riconosciuto un compenso per il diritto di ingegno di chi ha fatto questo quest'opera e quindi è stato introdotto diversi anni fa il concetto di compenso per copia privata
Cos'è successo nel frattempo
Che il mondo è cambiato
Mentre una volta l'acquisto di musica veniva fatto tramite vinile analogico poi ci di oggi lager parte del consumo cicale avviene o tramite screening
O tramite acquisti su i portali che permettono di acquistare
I diciamo suoni e video
Quindi ad esempio iTunes piuttosto che Google tra lei e così via quando si compra ad esempio dai chi usa è già compreso nel prezzo d'acquisto la possibilità di fare cinque copie di ciò che si compra
Se si ascolta in streaming
Il diritto all'autore viene riconosciuto da chi trasmette la musica quindi non è un problema del consumatore del fruitore di pagarlo successivamente
Quindi cosa è successo nel frattempo e che il mondo è cambiato io prendo ad esempio il record vispi
Che l'associazione mondiale che comprende mille trecento Recording companies cioè chi difende i creatori di contenuti benissimo
Il motto del report di quest'anno è il mio Marchese New model sa cioè ci sono nuovi ma mercati quindi ad esempio la fruizione in streaming nuovi modelli per acquisire il compenso d'autore
Il trentanove per cento oggi a livello mondiale dato dal bilancio di di spinte
è dato da dalla fruizione digitale delle delle opere con un incremento del quattro virgola tre per cento nel due mila e tredici
Mentre di tutta evidenza che l'utilizzo quindi della copia privata su dispositivi comprati ad uso personale come i civili
Ne ormai in assoluta diminuzione
Allora per andare
Velocemente al
Al nocciolo che incitava oggi
Il compenso per copia privata costituisce un costo per l'industria e consumatori che va da sessanta ma da Santa cinque settanta milioni di euro circa
Dato del due mila dodici le proposte portate avanti da sia
Prevedono una cifra che oltre il raddoppio di questo
Quindi cifre che diventano elevatissime e che vengono e che corrono il rischio di essere una grossissima penalizzazione perché
Come si traduce il compenso si traduce sul fatto che quando si compra un dispositivo digitale con memoria
Quindi uno smartphone un telefono un pc ad esempio si paga questo compenso sulla sull'acquisto del prodotto
Allora qui dobbiamo davvero domandarci
Se questo è
Un riconoscimento del diritto d'ingegno cosa giustissima ma che deve essere proporzionale all'effettivo utilizzo del diritto d'ingegno
O se invece diventa un sostegni un sostenere una posizione privilegiata una specie di diritto acquisito che non si per che non deve essere diminuito
Perché
Mentre il l'utilizzo è evidentemente diminuito per via dell'evoluzione tecnologica il fatto di chiedere un incremento fino addirittura al raddoppio di questa cifra
Ovviamente fuori dalla logica dell'utilizzo ovvero del diritto d'ingegno
Quindi l'industria crede di fatto
Che non i questi compensi non siano aumentati ma che invece si apra un tavolo tecnico operativo con il Ministero per valutare quale il modo migliore per applicare un giusto riconoscimento al diritto d'autore grazie
Grazie a livelli questa un'altra un'altra delle sfide quindi
Normative che si potrà adottare in questi prossimi mesi o anni l'ambasciata Redaelli adesso vorrei sentire il punto di vista dei consumatori
Cioè dell'associazionismo che tutelano le persone fisiche che non esercita attività professionale e che alcune delle quali hanno preso una posizione abbastanza chiara nei confronti del Regolamento Agcom altri invece sono stato un pochino la finestra
Quindi adesso coinvolgerei Francesco Luongo vicepresidente del Movimento difesa del cittadino per capire cosa pensano i consumatori del Regolamento Agcom in tema di diritto d'autore
Grazie Fulvio buongiorno a tutti grazie dell'invito molto rapidamente
Ne abbiamo parlato tanto quest'oggi noi siamo quelli e
Insieme agli altri colleghi abbiamo fatto ricorso al TAR
Sottolineando
Che
Sotto nautico gli aspetti giuridici che sono emersi in modo
Così chiaro e sottolineati dalla professoressa di minimo dal professor Cardarelli e abbiamo sottoposto la questione al TAR TAR Lazio che si pronuncerà
Oggi è il primo giorno di vigenza del di questo Regolamento e riteniamo e un giorno molto importante per la storia di questo Paese che
Naviga sempre di più per inetti Zenden
Dobbiamo siamo cittadini ma siamo anche cittadini verrete
E
Come sottolineava
Il professor D'Angelo
Questo Regolamento hanno voi sembra uno il provvedimento degno della non serve Jim che cerca di regolare
Una materia che non è regolabile su una cono attraverso una normativa amministrativa
A livello nazionale proprio in queste settimane sto lavorando a un apparire che il Comitato economico e sociale europeo
Ha richiesto la Commissione ha chiesto al Comitato un parere sulla governance europea di internet in che termini una delibera dell'Autorità può andare a disciplinare
Apparentemente la tutela del diritto d'autore ma di fatto e sondando da quelli che sono i poteri della
Della autorità di un'autorità amministrativa che a nostro avviso si è
Voluttà forzosamente incaricare di una attività
Che probabilmente ha delle conseguenze che non sono state neppure alla stessa molto chiare quindi quello che è urgente innanzitutto una normativa nazionale e siamo qui
Oggi a Montecitorio per sollecitarla dall'altra speriamo che naturalmente la magistratura amministrativa sia sensibile alle argomentazioni che abbiamo sottoposto
Ad essa in questo ricorso ma in ogni caso
Il Movimento difesa del cittadino ma anche di altre associazioni che sono impegnati in questa battaglia non hanno problemi non avranno problemi come è stato già fatto anche in altre occasioni a sottoporre la questione anche in quegli ambiti sovranazionali
Che
Molto spesso risolvono e forse
Paradossalmente tendono a essere più sensibile rispetto i problemi dei cittadini il primo tra i quali su internet in quest'epoca un po'in queste giornate un possibile essere per quello che sta avvenendo che abbiamo visto accadere
In Turchia è sicuramente necessario vi ringrazio
Grazie
Adesso sentiamo il punto di vista invece delle degli internet service provider che ricordiamoci
Sono poi coloro che di fatto dovranno dare adempimento agli ordini dell'Autorità
E con il nuovo regolamento c'è chi dice che interezza ritrovati svolgeranno un ruolo di sceriffi sul web
Naturalmente l'Autorità si è affrettata a precisare che così non sarà perché in realtà poi
In qualche modo l'autorità
Perseguirà solamente la la pirateria solamente diciamo le grandi violazioni un fatto è che
Sempre più nel mondo digitale coloro che sono rintracciabili cioè internet service provider sono sempre più spesso snodo fondamentale per raggiungere soggetti che sulla rete non si riescono a raggiungere quindi sempre più
Non solo il legislatore ma anche l'autorità amministrative indipendenti stanno cercando di attribuire loro questo ruolo di controllo paventando lo con un ruolo in realtà
Meramente esecutivo di azioni compiute da autorità in realtà poi così non è sentiremo da Dino Bortolotto Bortolotto perdonatemi
Il perché invece i provider sono coinvolti integralmente in questo processo di rimozione purtroppo a lei la parola
Sì grazie buona giornata a tutti quanti
Ma farò una piccola premessa siccome ho visto che nella prima parte della mattinata c'era un'elencazione delle proprie caratteristiche allora io sono prima un padre di un minore
Poi sono un ingegnere credo che il mio primo termine te l'ho fatto più di trent'anni fa
E poi ci sono anche un imprenditore
Perché ho detto questa cosa per arrivare imprenditore perché c'è una cosa che mi ha sorpreso quando il l'onorevole Palmieri prima ha fatto una classificazione del pubblico in sala
Ha classificato tutti tranne gli imprenditori del settore delle telecomunicazioni
E allora ritorno su quel tema perché poi anche
La Moretti ha parlato di dialogo Palmieri ha parlato di dialogo io sono per il dialogo però per per essere per fare del dialogo bisogna essere in due bisogna essere anche coinvolti essere stati coinvolti essere interpellati io non ricordo una sola proposta di legge degli ultimi dieci anni dico degli ultimi dieci anni perché più o meno di dieci anni che sto in un'associazione che è nata è dovuta nascere perché se no nessuno tutelava gli interessi
Di questa particolare specie di imprenditori delle telecomunicazioni perché ci sono gli incombente ci sono quelli grossi e poi ci sono i piccolissimi ci sono le PMI
Noi facciamo parte del PM se non fossimo nati hanno in un vere non sarebbe mai stata riconosciuta la reverse telefonica
FastWeb Infostrada e quant'altri sfruttando un meccanismo legislativo che esisteva a valle della liberalizzazione novantasette
Riuscivano a fare internet Crati quello che noi
Danni prima dovevamo fare appagamento perché hanno le linee telefoniche costavano
E non ricevevamo nessuno ristoro da parte di Telecom per le telefonate entranti
Quindi siamo dei piccoli imprenditori categoria che non viene mai interpellata in modo preventivo per nessun motivo quand'anche anche seri noi abbiamo le competenze perché internet
è nata prima con i piccoli imprenditori e poi quando qualcun altro ci ha visto del business si ingrandita
Nel senso che io nel novantaquattro già facevo internet non ho dovuto aspettare novantasette e la liberalizzazione per farlo
E questo per dire che
Anche la faccenda del diritto d'autore
Esistono un numero superiore di soggetti rispetto a quelli che finora ho sentito nominare
Perché ci sono sicuramente i cittadini con tutti i loro diritti costituzionali e ci mancherebbe e io in qualità di cittadino perché anch'io sono anche un cittadino i voglio tutelati
Poi ci sono i produttori di contenuti qualche volta anche a me capita di essere un prodotto un produttore di contenuti e quindi quando lo sono mi piacerebbe che fosse tutelata l'opera del mio ingegno quindi ci mancherebbe che sono contrario alla tutela sono favorevole
Poi ci sono il cosiddetti pirati dico cosiddetti pirati perché essi PRIN uno qualsiasi di voi e Lido del pirata sono convinto che in trenta secondi mi querela per diffamazione
Quindi bisogna dimostrare chi è un privato non è una categoria che si può attribuire
Così senza aver fatto un minimo senza avere un minimo di prove e aprire per così dire fatto un percorso con il quale dimostra di essere in possesso delle prove e poi disgraziatamente e stiamo noi
Imprenditori perché le città e anche qui sarebbe
Caso di capire che ve ne sono di due tipi non tanto per le dimensioni che citavo prima ma per il fatto che esistono i fornitori di accesso
Cioè coloro i quali
Vengono utilizzati dal cittadino per navigare e il fornitore di connettività per il potenziale pirata ora
Uno si aspetterebbe che di fronte a una azione che si debba svolgere nei confronti di un solo soggetto piuttosto che di una pluralità
Io per logica per mia formazione direi subito immediatamente
Mi rivolgo ad un solo soggetto sedevo coinvolgere l'aspetto tecnico per le prime un reato dove vado dalle migliaia dell'accesso o vado dal fornitore di tecnologia del potenziale pirata dato dal fornitore il potenziale
Del potenziale pirata e invece no in Italia si preferisce adottare un'altra cosa perché
Perché è più facile più facile
Cercare di dare degli ordini agli internet service provider dell'accesso che cercare di inibire uno solo fornitore di tecnologia che magari sta fuori del confine italiano
Facilità facilità uno dice perché è facile a questo punto mi tocca tirare in ballo quello che è l'aspetto
Che finora non è mai stato toccato e cioè economico e i diritti economici
Perché in qualità di imprenditore
Ho anche dei diritti economici credo di aver diritto a fare impresa credo di aver diritto a fare impresa
Con
La libertà di scegliere se fare qualcosa o non farlo sulla base di una contrattazione economica quando qualcuno viene da me e mi dice guarda io ho deciso che tu fai così così e così e lo fai pure gratis
Secondo voi le mie libertà economiche dove sono finite e soprattutto perché il mio lavoro deve essere gratis invece quello di Gino Paoli deve essere tutelato
Perché questo quello che accade vengono tanto
A casa mia e mi dicono come io devo fare il lavoro e devo pure farlo a gratis
Ma sapete cosa c'è e ancora peggio di così perché ancora peggio di così allora io non ho commesso nessun reato
Vengo coinvolto e se per caso non esiguo proprio benissimo il mio compito tristi una sanzione da duecentocinquanta mila euro cioè è straordinario un Paese dove uno
In libertà economica rischia non fare atti
Ma rischia di dover fare una cosa gratis e se non la Fabi neppure una sanzione da duecentocinquanta mila euro al che diporto a domanda cioè domandategli quanto può valere
Una attività nel momento in cui qualcuno si è divertito a imporre una sanzione da duecentocinquanta mila euro secondo voi un imprenditore sano che cosa fa come minimo si assicura
Potete immaginare come viene calcolata questa assicurazione
No ve lo dico io è semplicissimo basta calcolare qual è il tasso di errore di un umano io dei dipendenti secondo voi è plausibile che una volta su mille facciamo un errore secondo me sì
Il che vuol dire che quei duecentocinquanta mila euro come minimo devo farmi un fondo di accantonamento per ogni singola
Operazioni di oscuramento da duecentocinquanta euro e finisce lì no non è concorra finita perché si dal caso che dalle operazioni di oscuramento c'è l'andata e tutti dimenticano che forse c'è anche ritorno
E io l'errore lo posso commettere in andata e anch'io ritorno quindi non sono più duecentocinquanta son diventati cinquecento e non ancora messo in conto che io devo coinvolgere delle mie persone amministrative
Perché tutta questa roba qui secondo voi la gestisco con il primo cretino che passa per strada senza archiviarli documenti senza attenermi un minimo di traccia e quant'altro
E secondo voi la faccio fare a un tecnico che è un altro cretino che non sa fare il suo lavoro quindi devo parlare
Di utilizzare tutto perso sia personale amministrativo sia il personale tecnico schivato competente che mi aspetto come snodo un minuto
Come il signor Gino Paoli
Vuol vedersi riconosciuti i suoi cinque minuti canzone
Milioni di Euro posso io avere la pretesa di vedere i conosciuti i miei dieci minuti dei miei tecnici non al prezzo di costo Marco almeno al pre-CIPE a cui li tenderei ai miei potenziali clienti
Questa è una cosa solo per dire che
Tutta la parte tecnica
è stata totalmente ignorata nessuno si è preoccupato di fare anni degli studi di quale fosse l'impatto economico né di quale fosse l'entità di aggiungo una cosa ulteriore cioè
Non è solo l'entità
Economica matti siamo di fronte a meccanismi potenzialmente distorsivi del mercato perché una sanzione di duecentocinquanta mila euro ammazzano la mia azienda di sicuro non ammazzano un'azienda molto più grande
Non solo ma le spese che io sostengo ammortizzate sui mille utenti hanno un peso ammortizzate su milioni di utenti un altro peso
Ora chi dovrebbe essere un'autorità che nel suo nome porta Autorità per le garanzie delle comunicazioni che viene pagata tra le altre cose se non lo sapete lo dico con il contributo economico degli operatori di telecomunicazioni
Che si mette a legiferare per sanzionare mi per farmi fare delle cose gratis permettermi delle multe che non si capisce con quale criterio siano stati individuati gli importi e che
Potenzialmente crea dei meccanismi distorsivi a favore della concentrazione delle aziende invece che alla pluralità sul mercato delle aziende grazie
Intendono andare Bortolotto e poi sentiamo ultimo relatore mi veniva in mente
In realtà quello che fece Benzoni Franklin all'epoca dalla rivoluzione americana allora direttore generale delle poste del garante delle comunicazioni delle Poste e aveva diciamo una un lei del un un'etichetta che era fine il Franklin
A un certo punto il Governo britannico per cui lavoravo ero il direttore generale delle poste poi sarà il legislatore americano Mario direttori generali delle Poste
Quello britannico il se guardano un po'più utilizzare il prime il perché
La la fine IVA cioè le poste liberi venivano utilizzati dai ribelli
E quindi il Governo britannico impose di evitare di far circolare questa informazione libera allora Franklin che naturalmente stava con i ribelli cambio lepido la la sua la sua etichette in biffoni Preite gli immobili
Era duramente dentro il mio voleva dire sì libero frankly e da quel momento lui fu veramente
Il garante delle comunicazioni questo per farvi capire che si può essere garante delle convenzioni in vari modi ora lasciamo a
Marco Pirani l'ultima parola ringraziarli per tutta la pazienza non so se abbiamo qualche minuto per fare le domande ma insomma tutto dipende da quanto Marco Pirani si infervora
Non ho deciso di essere molto sereno perché confido nella giustizia noi ci siamo sobbarcati sue spalle questo ingrato compito compito
Di fare propri garanti della comunicazione visto che non abbiamo un garante all'altezza noi ci andremo a garantire noi a spese nostre andremo a garantire il la comunicazione una comunicazione corretta e al passo coi tempi in questo Paese novità danni che seguiamo questo dossier
Questo su questo dossier non inizia oggi
Ci sono state svariate consultazioni vari varie discussioni anche all'interno dell'Autorità io ricordo anche dei documenti ufficiali dell'autorità dove si diceva che questo questo del questa delibera non stava né in cielo né in terra e l'ha scritto lo steso autorità
Io ricordo anche Bari aporia in questo procedimento amministrativo
Che sono state portate avanti dieci pareri non storico ritirare fuori queste assurdità ma andiamo oltre il tema del diritto d'autore andiamo
Di fronte a un'autorità che non ha fatto bene il proprio mestiere anche il Parlamento non ha fatto bene il proprio mestiere mi dispiace dirlo ma il Parlamento è stato nudisti affidiamo tutelando anche il fatto che il Parlamento possa effettivamente
Continuare a disciplinare quest'anno questa cosa perché è importantissimo questo tema hanno noi lo mettiamo in maniera secondaria ma l'Agcom ha sottratto al Parlamento una sua competenza quando era in voi abbiamo interessato le Commissioni competenti abbiamo portato il tema abbiamo richiesto interrogazioni
Nessuna forza politica ha avuto il coraggio la forza di fare dei di prendersene carico questo va ricordato e noi oggi siamo al TAR per andare a difendere anche le vostre prerogative le vostre prerogative che non avete esercitato fino in fondo
Quindi qui noi andiamo a garantire
Qualcosa che non è stato garantito da chi aveva le competenze e potere per farlo
Noi ci stiamo sostituendo a degli organi e alle istituzioni pubbliche che non hanno saputo fare il loro mestiere questo il problema questo è il punto quel punto io io spero che il TAR
Che io spero però ormai siamo di fronte al TAR l'assurdità che non stiamo parlando di diritti primari del di fronte a un tribunale amministrativo
Stiamo parlando della corretta tutela di diritti fondamentali davanti al Tribunale amministrativo questo perché altri film Simoni o non hanno fatto in pieno il proprio mestiere oppure hanno portato avanti una tesi che non stava in piedi
Spinte da lobby esistenti e verificabili che hanno voluto questo fino in fondo questo Regolamento e peraltro costerà dei soli è già costato dei soldi ai cittadini
Perché per metter su quel sito non so quanto è costato ricorda meno per favore perché adesso faremo un esposto anche la Corte dei conti perché non è possibile
A affrontare queste tematiche in questo momento di crisi dove si fa la spending review e si spendono anche dei soldi di fronte anzi a un a un Regolamento che non sta in piedi e invece di produrre infetti
Per recuperare noi non siamo contrari alla pirateria non non l'ho ricordato ma siccome da quattro anni che mi tocca dirlo oggi diciamo non volevo infervora mi matura il fatto abbia se tu che mi fa rabbia
Il il problema è che qua si è detto più volte che questo era un beneficio
Per il mercato dei contenuti digitali non c'è e si è detto l'Autorità ha detto più volte c'è scritto anche nei suoi comunicati negli atti ufficiali le deve ha venduto a raccontare anche in Parlamento scusa guardo tema sei rimasto l'unico forse
Dell'avvenuto a ricorda a raccontare anche in Parlamento che questa questo Regolamento si basava su due gambe
No ricordi questa cosa uno era l'Enforcement ma l'altro lo sviluppo del mercato legale dei contenuti da dare
Dove dove dove mi dica dove
Mi dite dove dove nel Regolamento la seconda gamba dove
Dove
Non c'è ok se qualcuno lo trova me lo segnali per favore tra l'altro io anche avendo impugnato là mi insieme al Movimento difesa del cittadino insieme al suo provider
Altroconsumo è assente l'anno in data impugnato al TAR questo Regolamento noi speriamo che il TAR appunto ci dia ragione
Per riavviare per riavviare al più presto un percorso ma a questo punto rapido perché il Parlamento deve fare la sua parte
Devi assolutamente fare la sua parte noi non possiamo per
A accettare anche a livello culturale
Che sia al TAR di fronte a un'impugnativa che ci siamo sobbarcati voi abbiamo le spalle larghe ma
Insomma non è questo il percorso civile stiamo parlando di diritti fondamentali diritti civili non è questo il percorso che si deve fare in un Paese come l'Italia
E allora l'ultima cosa che ricordo perché è stato ricordato non vado sui punti giuridici perché chi Cecchi molto più dimessa e ha detto benissimo prima
Ma io voglio ricordare che un'altra baggianata che viene raccontata spesso da questa Autorità
è che i consumatori i cittadini non sono coinvolti perché non viene notificato il provvedimento è questa una palese la lesione perché non possono difendersi non sono coinvolti
Perché non possono difendersi non perché siano lesi i loro diritti
C'è una doppia violazione vengo dove si loro diritti e non posso neanche a difendersi per far valere i loro diritti dovrebbero impugnare spendere i soldi
In un procedimento a parte questa è un'assurdità andava Palese lesione di diritti civili e primari in questo Paese è stata ricordata la Turchia ma non siamo lontano con questo provvedimento grazie
A vedo tanti avvocati in sala serviranno per le querele che ci arriveranno a breve
Quindi vi ringrazio allora in maniera telegrafica e poi libero se qualcuno se qualcuno a qualcosa da dire lo dica ora o taccia per sempre come
Come qualcuno prima di me se qualcuno vuole rapidamente aggiungere qualche cosa oppure vi abbiamo lasciato tutti basiti
Questa è una cosa
Agganciandomi a quello che aveva detto
Sul anzi gli internet service provider però forse vuol dire fretta giorno cerchiamo di sentire
Tutti si è già espressa sentiamo se c'è qualcuno in sala che magari ecco che veniva Bortoli di Telecom Italia
Vediamo
Rapidissimamente solo per ricordare che a livello comunitario
Ci sono comunque delle iniziative in piedi quindi quanto qualora il nostro Parlamento volesse
Decidere di legiferare è bene è buona cosa comunque coordinarsi a livello comunitario e lo dico per il copyright perché ci sono veramente danni delle discussioni e delle carte
Quanto a quanto diceva prima appunto all'ex commissario in materia di rete neutrality e di privacy
Noi
Lei chiedeva delle proposte
Sono un po'preoccupata di di questa richiesta quando ci sono due importantissime misure che sono dei regolamenti neanche proseguire chiama regolamenti che sono direttamente applicabili
Richiedere delle proposte nazionali cerchiamo di coordinarsi a livello comunitario perché i danni divani potrebbero essere un invito al marito intelligente ricordiamo sull'articolo tre ci sono due posizioni abbastanza contrapposto che sono quelle diciamo di dei soggetti che ritengono
La nel net neutrality un elemento importantissimo e a
Insomma evidenzio più l'aspetto di impresa e che quindi
Quindi e ci sono delle delle diciamo di interessi contrapposti poi andranno composti nel giusto
Nella giusta siti che probabilmente non si Tropea io credo fu il vero tema fu io sono convinto che sia la sede europea perché in America approvato la Federal Trade comune la Federal
Comuni sono approvata regolare e il tribunale giustamente in tribunale americano ha detto anche se il tema è la libertà fondamentale ma deve essere il Congresso io su questo sono d'accordissimo deve essere
E diciamo il Parlamento il Congresso comunque
La norma delle sono norme approvate dai Parlamenti non fatta da un'autorità amministrativa altrimenti ricadiamo nel
Nel vizio del copywriter qualcun altro tra voi vuole intervenire
Vedo che la fettuccina vi
Sì se parla separare Nicola provvede padano denominato all'allora un minuto che verrebbe a pagare davanti il problema dei regolamenti perché questi sono carta straccia sono carta straccia
Mi devi spiegare come è successo il fatto della messa in Emily spiegare perché la Merkel addirittura arriva a proporre
Una costituzione di una internet alternativa il problema che ci sono anche delle norme in Europa ma queste norme e la stessa Unione europea e l'altra parte si sta tornando sopra quindi
Io penso che l'Europa al punto giusto però noi
Siamo dove siamo non ci dobbiamo accontentare di quello che ha prodotto fino adesso l'Europa che non è servito a niente qualche altrui oscurare aggiungo a sostegno di quello che dice Nicola che esiste una pratica conosciutissima
A livello europeo che ha un nome che si chiama blocco Gold play Thing consiste nel modo con cui gli Stati membri arrangiano al loro modo i regolamenti cioè recepiscono il Regolamento e lo trasformano
In modo più o meno garantiva geloso pratica alle due e dieci diventa un pochino tosto qualcuno tra voi a diciamo qualcosa sul sul Regolamento
A venti
Parlo l'altra questione
Però scusami no no non avrà preso prima vorrei sentire dalla nei prossimi nelle prossime settimane deve chiudere l'accordo sulla l'accordo transponder transatlantico sul commercio
Ci sono norme pesantissime che riguardano tema la riservatezza
Che riguardano la possibilità per i grandi gestori per i grandi motori di ricerca di entrare nella nostra privacy io vorrei capire la politica su questo se qualche cosa fa ecco con questa diciamo invito di Nicola D'Angelo alla politica
Proprio due secondi di dietro non avendone parlato la
Agganciarmi al intervento molto interessante che ha fatto lui in Europa le può servire questa cosa e del recentissime di qualche giorno fa un'importante Provincia della Corte di giustizia
La quale con enormi equilibrio la trecentoquattordici del due mila
Le dodici ma verifiche perché spesso dei numeri sbagliati dice appunto del numero di casa dice appunto che il vostro diritto è un diritto che va tenuto presente e quindi si arrabbia con una legge dell'Austria
La quale è stata stabiliva che il giudice potesse dare ordini a voi di in di imporre delle misure che fossero generiche invece dice le misure devono essere specifiche e che tengano conto del vostro vi ringrazio Giovanna
Allora adesso chiudiamo vi ringrazio tutti per questa per essere stati pazienti fino a quest'ora e di rimando futuro prossimamente grazie a tutti
No non va bene
Non